Archivi tag: lingua inglese

Spirits of Shade

Venerdi mattina, suonano alla porta. Sono arrivati i libri di Jehanne Mehta, con tanto di sovrattassa perché arrivano dall’Inghilterra. Jehanne Mehta l’avevo scoperta anni fa, perché aveva dedicato tutto un ciclo di poesie a quella meraviglia tenebrosa e rarissima che … Continua a leggere

Pubblicato in ambiente, Collasso, Covid, esperienze di Miguel Martinez, mundus imaginalis | Contrassegnato , , , , , , | 63 commenti

Florence, Firenze, Fiorenza

Di solito traduco, rare volte insegno inglese. Lo faccio con poche persone, scelte. Da traduttore, esercito uno dei più antichi mestieri del mondo, dove il godimento del cliente è ciò che mi permette alla fine di andare a fare la … Continua a leggere

Pubblicato in esperienze di Miguel Martinez, Il clan dei fiorentini, mundus imaginalis | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Due spiegazioni, senza traduzione alcuna

Nel 1993, Howard Kunstler scrisse un’opera più importante, o almeno certamente più attuale e leggibile, del Capitale di Marx: The Geography of Nowhere: The Rise and Decline of America’s Man-Made Landscape. Un libro che racconta in dettaglio il perverso rapporto … Continua a leggere

Pubblicato in mundus imaginalis | Contrassegnato , , , , | 43 commenti

John Christopher Stevens e l’allegria di Hillary Clinton

Apprendiamo dalla CBS che l’FBI, che ai tempi miei si occupava solo di fatti interni agli Stati Uniti, ha mandato una squadra per indagare sulla morte dell’ambasciatore statunitense a Benghazi: degli altri morti, pare tredici in tutto, non si parla. … Continua a leggere

Pubblicato in riflessioni sul dominio, Storia, imperi e domini, USA | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 43 commenti