Il secolo lungo sul continente divoratore

In aereo, a lasciare anche la nostra scia sopra l’Europa.

voli sopra l’Europa, stamattina ore 8.30

Sotto, tra i fili di nuvole, si intravedono frammenti della Città Unica, dal Mare del Nord fino alle Alpi, autostrade e case allineate e immense scatole industriali, pompe energivore instancabili.

luci notturne sull’Europa, 2018

Massimo mi racconta.

“Mio nonno è nato prima che i fratelli Wright mandassero in cielo il primo aereo.

Della Grande Guerra, mi ha raccontato una sola cosa.

Era in servizio in montagna, immagino nel Trentino.

Aveva avuto delle coliche renali, e si era sentito così male, che gli avevano concesso di andare all’ospedale militare. A patto che fosse disposto a farsi calare per l’unica via disponibile, la funicolare con cui si portava a valle il legname tagliato nei boschi.

Disse subito di sì e fu calato giù.

Quella notte, quasi tutta la sua compagnia fu sterminata.

Il bello è che ad ammazzarli, non fu il nemico. Fu un altro reparto di italiani che al buio, li avevano scambiati per austriaci.

Sono andato a cercare i documenti su mio nonno negli archivi, ma non c’era più nulla.”

Gli dico che lo storico del nostro rione mi ha raccontato che qualche decennio fa, un solerte militare a Roma, vedendo che gli archivi della prima guerra mondiale occupavano inutilmente troppo spazio, fece distruggere il contenuto di diversi chilometri di scaffali.

Improvvisamente le nuvole si aprono sotto di noi, e vediamo le Alpi.

Marroni ormai tutte, un solo picco conserva un po’ di bianco.

Questa voce è stata pubblicata in ambiente, esperienze di Miguel Martinez, Europa, Guerra, Storia, imperi e domini e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

60 risposte a Il secolo lungo sul continente divoratore

  1. PinoMamet scrive:

    Due note:

    1- la storia degli archivi distrutti mi puzza un po’ di leggenda metropolitana… per i sopravvissuti alla Prima Guerra non saprei, ma per i morti (anche di malattia contratta nel periodo bellico) c’è il sito Onorcaduti, se si chiama ancora così, che dice tutto, basta una ricerchina di due secondi;

    2-l’Italia vista dall’alto con le sue chiazze di luce mi sembra divisa in:

    -Italia Adriatica, Torino-Milano-Venezia-Trieste e Torino-Milano-Bologna-Ancona e, dopo il Gargano, la Puglia;

    -Le chiazze autonome di Roma e Napoli, e Firenze nel suo brodo;

    -la Calabria e la Sicilia abbandonate a sè stesse, la Sardegna lontanissima;

    -l’Italia scura degli Appennini e delle zone centrali, l’Italia italica, l’Italia vera e propria.

    • Miguel Martinez scrive:

      Per Pino Mamet

      ” per i sopravvissuti alla Prima Guerra non saprei, ma per i morti (anche di malattia contratta nel periodo bellico) c’è il sito Onorcaduti, se si chiama ancora così, che dice tutto, basta una ricerchina di due secondi;”

      Il riferimento però non era semplicemente ai nomi, ma a documenti specifici, tipo “stato di servizio” o qualcosa del genere.

      • PinoMamet scrive:

        Beh io in pochissimo tempo ho trovato il reparto ecc. ecc. e anche dove è seppellito (Sacrario militare di Passo Resia, BZ)

      • supervice scrive:

        Ci sta che qualcosa sia stato smaltito, ma per gli storici il problema è forse l’opposto, di documenti ne hanno fin troppi, la burocrazia da secoli fa di tutto per moltiplicarsi.

  2. Moi scrive:

    Qualche anno fa, pochi anni AC (Avanti Covid 🙂 ) divene “virale” una foto , “Pro Capitalismo” o (indirettament) “ProAmbientalismo” ; in essa si vede come la Nord Corea _ a parte un “lumicino” a Pyongyang e pochissimo altro _ sia praticamente al buio :

    al punto che sembra l’ illuminatissima Sud Corea sia un isolona accanto al Giappone, separata dalla Cina e dal resto del Continente (EuroAsiatico) …

    https://www.nationalgeographic.com/pages/article/140226-north-korea-satellite-photos-darkness-energy

    Come a dire :

    Il Comunismo è ecofriendly !

    oppure

    Ciccio Kim è un Gretino [sic] !

    • Moi scrive:

      https://www.istockphoto.com/it/illustrazioni/world-at-night

      la “Cartolina By Nght” (si diceva una volta …) se il mondo avesse in contemporanea in ogni luogo l’ avvicendarsi dì / notti.

    • Andrea Di Vita scrive:

      @ moi

      “ecofriendly”

      Anni fa ho seguito i podcast di un italiano che è stato in varie località della Corea del Nord; anche se sempre guardato a vista da solerti guide, pagando in valuta pregiata puoi affittare auto e autista e attraversare il paese. Diceva di aver visto da lontano l’inconfondibile (per chi lo ha visto) fine denso e nero delle centrali termoelettriche a carbone, il che ha senso vista la relativa vicinanza dei giacimenti della Manciuria. Se è così, la Corea del Nord probabilmente non inquina granché meno dei vicini…

      Ciao!

      Andrea Di Vita

      • Francesco scrive:

        Considerando i disastri ecologici fatti dall’URSS e mai rimediati, neppure rivelati durante il regime, non me ne stupirei affatto.

        La stasi, che pare a MM l’unica salvezza, è palesemente peggiore pure del progresso.

        Tocca sopportare la fuffa ESG e sperare che diventi qualcosa di serio.

  3. Moi scrive:

    @ MIGUEL

    Pallonesimo 😉 VS (o Compromessi in Nome di Mammona ?) Sharia …

    ………………………………..

    https://apnews.com/article/business-soccer-sports-lifestyle-middle-east-f03cd08c36dee73b419b2b0e2978fd3f

    FIFA

    Qatari official: Rainbow flags may be taken to protect fans

    • Miguel Martinez scrive:

      Per Moi

      “Qatari official: Rainbow flags may be taken to protect fans”

      In Egitto non credo certo che si giri con “rainbow flags”, che sarebbe un’americanata delle peggiori.

      Semplicemente, da sempre due persone dello stesso sesso possono camminare mano nella mano (ma persone di sesso diverso, no!).

      Ed è sempre meglio per un giovane maschio spassarsela con un consessuale, che sverginare una fanciulla.

      E nessuno obietta se un gay straniero ha una storia con un uomo locale: mica si è preso una donna musulmana.

      E gran parte della poesia araba classica, regolarmente studiata a scuola, è apertamente omoerotica.

      Ma non sono certo Queer.

  4. Moi scrive:

    https://www.theguardian.com/football/2022/nov/18/qatar-bans-beer-from-world-cup-stadiums-fifa-u-turn

    World Cup 2022
    Qatar bans beer from World Cup stadiums after 11th-hour U-turn

    • roberto scrive:

      Io ho smesso di andare allo stadio da quando a Bologna non davano più il caffè borghetti per le regole antialcol….ora solo rugby e basket

  5. Moi scrive:

    La birra come i gay, il Qatar nasconde i tendoni Budweiser “per non turbare la popolazione locale”
    Lo racconta il New York Times: l’ordine è partito dalla casa reale. Ma lo sponsor ha pagato 75 milioni di dollari alla Fifa

    https://www.ilnapolista.it/2022/11/la-birra-come-i-gay-il-qatar-nasconde-i-tendoni-budweiser-per-non-turbare-la-popolazione-locale/

    L’unico gay dichiarato del Qatar: «Ci cercano, ci torturano. E Beckham è complice»
    Alla Zeit: “La gente non si rende conto di quanto sia violento e anti-queer il Qatar. Quando ho chiesto asilo agli Usa non mi credevano”

    https://www.ilnapolista.it/2022/10/lunico-gay-dichiarato-del-qatar-ci-cercano-ci-torturano-e-beckham-e-complice/

  6. Moi scrive:

    Un altro aspetto eco-energo-controverso 🙂 per i Mondiali di Calcio 2022 in Qatar è che … hanno messo, com’è noto, ‘ aria condzionata negli stadi (!) … e pare che vanificherà “gli Italiani viziatelli che vivono da troppo tempo sopra le loro possibilità e dovranno sopportare qualche grado in meno in casa” … mentre dei Miliardari in Euro Qatarioti ,per un mesetto, faranno giocare al meglio dei Milionari in Euro del Resto del Mondo.

  7. Moi scrive:

    AL-ANSARI

    Non puoi cambiare religione per 28 giorni di Coppa del Mondo

    I tifosi hanno comprato il biglietto per vedere la partita, non per venire allo stadio e fare un gesto politico o difendere un ideale”. In Qatar ricordiamo che le relazioni omosessuali sono un reato penale. Quindi, per evitare problemi, gli organizzatori del Mondiale hanno preferito avvertire che le coppie gay saranno le benvenute alla manifestazione sportiva, a patto che non si lascino andare a effusioni o carezze. E neppure a esibire le bandiere arcobaleno che rappresentano il movimento Lgbt.

    https://www.ilgiornale.it/news/mondo/mondiali-qatar-omosessuali-sono-i-benvenuti-senza-esagerare-2023144.html

  8. Miguel Martinez scrive:

    Su Qatar e dintorni…

    Joseph Massad, in Desiring Arabs, parla di Burton, l’archetipico voyeur occidentale in terra orientale— notare che la Sotadic Zone comprende anche l’Italia di Pasolini e dei femminielli.

    E’ interessante come la “cultura LGBTSPQR” sia eminentemente anglosassone, nasce cioè esattamente nelle zone che Burton dice condannano in maniera assoluta ciò che per i mediterraneo è un “peccadillo”.

    “Burton spoke of the existence of what he called the “‘Sotadic Zone,’”
    a reference to the third-century B.C. Greek-Egyptian poet Sotades, who
    wrote homoerotic poetry. Here the emphasis is geographical and climatological, if not topographical, bound as it is by latitudinal lines: it is
    decidedly “not racial.” The Sotadic Zone encompasses not only Arab
    countries in Africa from “Morocco to Egypt,” extending eastward to include “Asia Minor, Mesopotamia and Chaldea, Afghanistan, Sind, the
    Punjab and Kashmir,” as well as China, Japan, Turkistan, the South Sea
    Islands, and the New World, but also includes “meridional France, the
    Iberian Peninsula, Italy and Greece.”

    Inside the Sotadic zone “the Vice is popular and endemic, held at the worst to be a mere peccadillo, whilst the races to the North and South of the limits here defi ned practise it only sporadically amid the opprobrium of their fellows who, as a rule, are physically incapable of performing the operation and look upon it with the liveliest disgust.”

  9. Miguel Martinez scrive:

    Sulla Zona Sotadica, ascoltiamo il Grande Marasco.

    Che poi un vecchio fiorentino avrà la terza media, e capirà di più di pialla che di stranierese, ma coglierà tutti i riferimenti. Invito ad ascoltare tutto il testo, metto solo i primi versi per invogliarvi.

    https://yewtu.be/watch?v=EbUrNi3galw

    Quant’è bella giovinezza,
    Che si fugge tuttavia
    Chi vuol’esser lieto, sia :
    Di doman non v’è certezza.

    Udite, udite, madonne e messeri
    l’istoria faceta che accadde l’altr’ieri.
    Due freschi virgulti di nobil casata
    per vincer la noia t’inventonno l’ammucchiata

    A nord di Firenze, in quel di Mugello,
    Gli è spòrte diffuso chiappare l’uccello.
    – C’era molta selvaggina a que’ tempi –
    E i bimbi d’i’ Medici, gaudenti per schiatta
    Correvano i’ rischio di chiapparlo, sì, ma nella chiappa…

    “Fratello Giuliano”, diceva Lorenzo,
    “Su, diàmci da fare co’ un po’ di buon senso.
    Bisogna trovare de’ modi ben scaltri
    Per metterlo in locum,
    Ma… in un locum che sia d’altri…!”

  10. Moi scrive:

    Il Prof Luca Ricolfi sulla Migrazione … NON della gente, MA delle idee :

    da Sx a Dx !

    https://www.youtube.com/watch?v=JXfMFtcfLtQ

    … osannato da FdI !

    18 min : 49 sec

  11. fuzzy scrive:

    Luci notturne sull’Europa.
    Spesso è meglio una buona fotografia di tante parole.

  12. Miguel Martinez scrive:

    Identificazioni.

    Il signor Infantino è presidente della FIFA, con uno stipendio di 2,5 milioni di euro nel 2020 https://www.calciomercato.com/news/fifa-infantino-bonus-da-840mila-euro-stipendio-da-2-5-milioni-44818

    Il signor Infantino ieri ha dichiarato:

    “Oggi ho belle sensazioni. Mi sento Qatari, africano, arabo, migrante, gay. […]

    “Naturalmente io non sono Qatari, arabo, migrante, gay, disabile. Ma so che cosa voglia dire essere discriminato, so che cosa vuole dire essere straniero in un Paese straniero. Da bambino mi bullizzavano perché avevo i capelli rossi, perché ero italiano e non parlavo bene il tedesco”

    Non ha detto di essere un porco, che pure è una categoria di viventi ancora più discriminata.

    • tomar scrive:

      ”Non ha detto di essere un porco”

      Non da meno, e pure scemo, chi a Repubblica confezionando il titolo vende così le “belle sensazioni” di Infantino:

      ”E il capo comunicazione della Fifa fa coming out”

      • Miguel Martinez scrive:

        Notare le due frasi:

        ” Mi sento Qatari, africano, arabo, migrante, gay. […]

        “Naturalmente io non sono Qatari, arabo, migrante, gay, disabile.”

        Nella seconda, sostituisce “africano” con “disabile”, che evidentemente per lui sono sinonimi. Ah, anche Annibale e Cleopatra erano africani.

        • Moi scrive:

          sostituisce “africano” con “disabile”, che evidentemente per lui sono sinonimi

          ………………………………………….

          NO : non “sinonimi”, bensì “equipollenti” come Categoria Discriminata … da mettere nello stesso sacco in una Legge tipo Ddl Zan ! … Assieme ai Gender Fluid e ai Fondamentalisti Islamici, ovviamente 😉 .

          • paniscus scrive:

            “bensì “equipollenti” —–

            Il famoso EQUIPOLLO.

            Era un animale mitologico venerato dagli studenti di fisica di qualche decennio fa, quando studiavano le proprietà dei vettori.

  13. tomar scrive:

    Bello che per un giornalista coming out anziché “confessare quello che io sono” diventi dire “naturalmente io non sono”.

    “Se Cristo tornasse sulla Terra non prenderebbe di mira i sommi sacerdoti, ma i giornalisti”
    (Kierkegaard)

  14. Miguel Martinez scrive:

    I Tyre Extinguishers arrivano (finalmente!) anche in Italia:

    TURIN, ITALY: 50 SUVS HIT IN GRAN MADRE AREA!

    “Collettivo della SUVversiva” strikes again in Turin on Friday evening.

    “In Turin alone, every year, 900 people die prematurely due to pollution. And if politics does nothing, we will act.”

    In Italy and want to form your own group? Get in touch.

    http://www.tyreextinguishers.com

    • tomar scrive:

      Non sapevo di militare di nuovo in un “gruppo armato” 🙂.

    • roberto scrive:

      Domanda : sono più detestabili questi dementi o quelli della nuova moda di sporcare le opere d’arte?

      PS per i denenti, non non è vero che tutti odiano i SUV tranne quelli che li guidano, io non ne guido uno né mi interesserebbe ma non li odio

      • PinoMamet scrive:

        Ma questi tizi credono davvero di ottenere qualcosa, oltre a farsi odiare?
        Vale anche per gli scimuniti imbrattatori di vetri protettivi di opere d’arte (ma forse anche di opere d’arte) e per i loro cugini imbecillotti che si siedono in mezzo al traffico di Roma, e per gli altri simpaticoni che hanno deciso di far odiare biciclette e ciclisti inventando la “critical mass”.

        Verrebbe da pensare che siano false flag delle multinazionali del petrolio!!

        • roberto scrive:

          No, io credo davvero che ci siano degli ebeti così ebeti da pensare di ottenere qualcosa così…qualcosa in più che lisciare il proprio ego, intendo

        • PinoMamet scrive:

          Eh, lo so, purtroppo lo credo anche io…

          (anche se ritengo che l’egolisciamento sia il loro scopo principale…)

      • Miguel Martinez scrive:

        Per roberto

        “Domanda : sono più detestabili questi dementi o quelli della nuova moda di sporcare le opere d’arte?”

        Beh, direi che c’è una certa differenza tra un’opera d’arte insostituibile, e un SUV che non serve per andare a portare legname tra stradine di montagna.

        • roberto scrive:

          C’è anche da dire che, a pari inutilità dei gesti, in fin dei conti l’opera d’arte rovinata non cambia la giornata di nessuno (al limite dà lavoro ai restauratori)…una gomma sgonfiata è un gesto di prepotenza che rompe le palle ad una persona specifica

          • Miguel Martinez scrive:

            Per roberto

            “…una gomma sgonfiata è un gesto di prepotenza che rompe le palle ad una persona specifica”

            Ma un essere umano che invece di camminare, andare in bicicletta, andare in treno, comprarsi la Punto, decide di comprarsi un Megamostro Mangiapetrolio per, boh… secondo te non è colpevole? Non si merita una lenticchia nella ruota per riflettere per dieci minuti sul fatto che sta mandando a puttane il nostro mondo?

            • Moi scrive:

              @ MIGUEL

              Coerentemente (!) … e allora in Qatar che gli Sceicconi mettono l’ aria condizionata negli stadi ?
              … Da dichiarargli guerra al Grido Guerriero “Gretina U Akhbar !” 😉 o han tropi soldi perché qualcuno li tocchi ?

            • roberto scrive:

              Secondo me non più di chi prende l’aereo per scorrazzare nei cieli europei per andare a conferenze…

              • Miguel Martinez scrive:

                Per roberto

                “Secondo me non più di chi prende l’aereo per scorrazzare nei cieli europei per andare a conferenze…”

                Ecco, non hai capito per niente il mio punto di vista.

                Io mangio carne, ma so che dietro c’è qualcosa di mostruoso.

                Io prendo ogni cinque anni aerei, ma so che dietro c’è qualcosa di mostruoso.

                Non pretendo mai di essere meglio degli altri.

                Anzi, quando c’è qualcuno meglio di me – e ce ne sono tantissimi, mi levo il cappello.

                Tu non prendi mai aerei?

              • roberto scrive:

                Miguel

                “Tu non prendi mai aerei?”

                Certo che prendo aerei ma allo stesso tempo non pensò che altri meritino lenticchie per i loro peccati

                Mi sembra invece che tu consideri l’utilizzatore di suv meritevole di una lezione, o ho capito male la tua frase “non si merita una lenticchia nella ruota per riflettere”?

            • PinoMamet scrive:

              “Non si merita una lenticchia nella ruota per riflettere per dieci minuti sul fatto che sta mandando a puttane il nostro mondo?”

              Perché, gli lasciano un bigliettino con la spiegazione?

              Se sì: li odierà ancora di più, e correrà a comprarsi un SUV ancora più grosso.

              Se no, è solo vandalismo gratuito.

              Ora, tutti hanno avuto 14 anni, ma…

              • roberto scrive:

                Apparentemente lasciano un volantino….se succedesse a me bricerei carbone in giardino a sfregio

  15. Miguel Martinez scrive:

    Sempre per il signor Infantino, gradiremmo una veloce Identificazione con i viventi più bullizzati…

    Oggi mi arriva l’invito a firmare una petizione per questo tema:

    Il “pig palace” o “hotel per maiali” è stato da poco inaugurato nella città cinese di Ezhou: il più grande allevamento intensivo per maiali al mondo, una fabbrica di morte alta 26 piani, ognuno dei quali “ospiterà” 26mila maiali che saranno stipati, ingrassati e portati a forza negli ascensori che li porteranno dritti al mattatoio. Un vero e proprio orrore per questi maiali che vivranno come se fossero già carne in scatola, senza luce naturale e in condizioni sanitarie invivibili. Ogni 15 minuti le loro carcasse saranno portate via da camion per soddisfare un mercato spietato.

    • tomar scrive:

      Non so chi ti abbia inviato la petizione, ma se è gente di qui che guardi prima in casa nostra, dove di Hotel del genere ne abbiamo a bizzeffe e da prima dei cinesi, che per altro mangiano molto più maiale di noi, anche se in forma leggermente più trasparente e onesta, non sottilissime ed eteree fette di San Daniele o Parma.
      I cinesi, certo, sono più avanti nel gigantismo industriale, con i porcelli e con tutto il resto (ma penso che anche gli usani non scherzino a questo riguardo).

    • roberto scrive:

      Tutti

    • Miguel Martinez scrive:

      Per roberto

      “Eh si, sono proprio tutto uguali…”

      La notizia mi ha incuriosito.

      Di per sé fa ridere, visti i problemi reali che esistono (guerra mondiale con rischi nucleari, fine dei ghiacciai, morte del mare, raggiunto il traguardo di otto miliardi di umani, sorveglianza digitale totale, picco del petrolio, creazione di embrioni artificiali, estinzione della maggior parte delle specie viventi…).

      Sospetto che sia un tentativo di qualche leghista di “farsi sentire comunque, alla faccia della Meloni”, ma non so bene cosa ci sia dietro.

      Comunque sono d’accordo con te, il PD non sarebbe riuscito a fare una proposta altrettanto divertente e irrilevante.

      • Moi scrive:

        Anche perché le coppie Musulmane / Ebraiche / Sikh / Buddhiste/ Valdesi / ma pure Atee [in teoria queste pure “same gender] ” ecc … potrebbero “taqiyare”;-) anche laicamente false conversioni per portare a casa il malloppo di un megaviaggio di nozze, no ? 😉

      • Moi scrive:

        Per ora, la Meloni tutt’al più sembra poter fare delle battute da Bar Sport di Trastevere (orripilando la Roma e Italia Bbène 😉 …) ma ‘ste “trovatone” si direbbe di no.

      • roberto scrive:

        Certo, non entrerà mai in vigore perché è talmente anticostituzionale che non saprei neanche da che parte incominciare, ma pensa che ridere se con le tue tasse pagassi il matrimonio in chiesa di tizio e caia che non ti mandano neanche la bomboniera….

        Ps io faccio sommessamente ma seriamente notare che in Italia, anche su questi onorevoli schermi, si è preso in giro per anni la Boldrini per le sue fisime sui nomi femminili, lo ius soli perché inutile, il matrimonio per tutti perché sono ben altre le priorità…ed ora che ci sono questi guitti al governo due risate non te le vuoi fare? Guitti pagati con le tue tasse en passant

    • Francesco scrive:

      è retroattivo?

      😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.