Rignano Flaminio, il fatto non è mai successo

Leggo:

“Tutti assolti gli imputati dei presunti abusi nell’asilo ‘Olga Rovere’ di Rignano Flamino: “Il fatto non sussiste”.  E’ la sentenza del processo di primo grado, al Tribunale di Tivoli, per il processo intorno al caso dei 21 bambini della scuola.”

Chi segue da tempo questo blog, sa quanto ci siamo occupati del caso di Rignano Flaminio: alcune miti maestrine di mezza età furono accusate di aver organizzato orge sado-sataniche in una scuola materna, ai danni di ben ottanta bambini; orge durate per un lungo periodo di tempo, in pieno orario scolastico, senza che nessuno si fosse accorto di nulla. Il pubblico ministero aveva chiesto ben 12 anni di reclusione a testa per tre maestre, una bidella e uno sceneggiatore televisivo.

Bene, non solo sono innocenti, ma il fatto non sussiste. Non è mai successo.

Il 24 aprile del 2007, dopo nove mesi di intense indagini che non avevano dato alcun riscontro oggettivo, gli imputati (compreso all’inizio un benzinaio dello Sri Lanka che non conosceva nessuno di quelli coinvolti, ma era uomo e pure nero, e quindi fu preso per “l’Uomo nero”) furono arrestati.

Due giorni dopo, ho scritto un post in cui devo ammettere che ho sottostimato  i tempi processuali (visto che presumo ci saranno appelli):

“Quando, cinque anni dopo, saranno conclusi processi e assoluzioni, e l’insegnante potrà cominciare a richiedere gli arretrati, rimarranno sul suo stato di servizio gli anni di sospensione: “come mai?” “O, niente, era solo un’accusa di pedofilia e abusi satanici, ma poi mi hanno assolta”.”

La follia di Rignano Flaminio non è stata un ritorno alla medievale (o post-medievale) caccia alle streghe, come potrebbe pensare qualche illuminista.

Al contrario, mentre gli imputati sono tutti di vecchie famiglie del posto, la maggior parte degli accusatori provengono dalla borghesia romana – spesso legata alla Rai – che ha deciso di vivere fuori città.

Gli accusatori si basano sul fatto che alcuni dei bambini in effetti dichiarano di ricordare i presunti abusi; a chi obietta sostenendo che i genitori potrebbero aver lavorato a lungo per indurre tali “ricordi”, affermano, “ma che interesse avrebbero i genitori a farlo?”

Ora, non credo che la colpa sia della minoranza di genitori che sostiene che i loro figli sarebbero stati abusati. Certamente apprensivi, imbevuti di panico televisivo, ma anche indotti a loro volta a entrare in panico da altri.

Infatti, come rivela l’Espresso, tutto ebbe inizio quando una bambina di 3 anni e mezzo avrebbe avuto dei comportamenti anomali.

“I genitori la portano nel miglior centro di Roma: il Progetto Girasole dell’ospedale Bambin Gesù. La dottoressa li gela: “Non sono comportamenti normali per la sua età. Riproduce quello che ha visto o che ha subito. Forse a scuola”. La coppia si confida con le mamme e i papà dei compagni. A pensarci bene, anche loro hanno notato qualcosa di strano.”

Che si tratti del “miglior centro” è un’opinione; ma è bene precisare che il “Progetto Girasole”, nonostante il nome dell’ospedale in cui opera, non ha nulla a che fare con la Chiesa. Come dirà proprio un avvocato dei genitori – è “specializzato nella valutazione e nella… ecco nell’esistenza degli abusi sessuali sui bambini.

Solo in seguito al parere di questi “specialisti nell’esistenza”, e pare anche alla lettura di qualche libretto scandalistico su esoterismo e satanismo, si è diffuso il panico tra i genitori, che dopo alcune riunioni hanno contattato i carabinieri.

L’argomento meriterebbe un lungo discorso, e purtroppo in questo momento non ho il tempo per farlo: diciamo che alcune frange del vasto mondo dell’assistenza sociale, in stretto rapporto tra di loro, sono state contagiate in anni recenti da un dispositivo ideologico che nasce negli Stati Uniti.

Il pensiero di Freud si è diffuso rapidamente negli Stati Uniti, più che altrove, subendo però una radicale trasformazione. Alla base dell’ideologia statunitense, c’è da sempre il concetto: il mondo dipende dalla mia mente, come devo cambiare la mia mente quindi per avere il mondo?

Le risposte sono varie, e vanno dalla preghiera alla psicoterapia.

Una delle varianti del pensiero di Freud è il recovered memory movement, che sostiene all’incirca quanto segue:

- le distorsioni comportamentali nascono sempre da abusi sessuali subiti nella prima infanzia

- per difendersi, la vittima “rimuove” l’evento dalla memoria cosciente, che rimane però annidata, perfettamente integra, nell’inconscio – questa rimozione genera appunto i disturbi comportamentali, praticamente di qualunque natura, di cui soffre chi si rivolge al terapeuta

- solo il terapeuta è in grado, attraverso un gioco di associazioni, di far riemergere in cristallina perfezione il ricordo rimosso e guarire così il paziente

- il paziente che non ricorda sta opponendo una “resistenza“, che va pazientemente smantellata: il fatto che “resista” dimostra proprio la profondità del trauma.

La dimostrazione starebbe nel fatto che i pazienti di terapeuti che credono in tale teoria, dopo lungo lavoro, effettivamente “rivivono” in qualche modo il presunto abuso, facendone il centro della propria esistenza e diventando così dei “sopravvissuti” a vita.

Richard Ofshe ed Ethan Watters, in Making Monsters. False Memories, Psychotheraphy and Sexual History, raccontano la complessa storia di questa teoria, in cui si intrecciano molti fattori.

Alla base, lo scontro inevitabile tra ciò che fonda il capitalismo – l’idea americana, se sei un fallito è colpa tua – e ciò che il capitalismo genera – il consumatore oggetto di cura e amore, che ritiene di avere infiniti diritti come individuo, e cerca merci e soddisfazioni sempre più virtuali.

In questo contesto, esplode la necessità da parte di milioni di professionisti della terapia di ogni sorta di espandere il proprio mercato al di là di quello ristretto delle istituzioni psichiatriche, costruendo forme generiche di “disagio” in cui le grandi masse possano riconoscersi.

Poi la denuncia da parte dei reduci del Vietnam dell’abuso politico – e per nulla “rimosso” – che subirono realmente, che però ha portato al compromesso di riconoscere di aver subito abusi più sottili; il femminismo militante che trovava in questa teoria un meccanismo semplice per le proprie denunce; la diffusione del fondamentalismo evangelico con le sue fobie sessuali e del pentecostalismo con i suoi dèmoni da esorcizzare.

Il tutto in una società sempre più complessa e colta dal panico, cui rimedia con il grido, “più carcere per tutti!”

In Italia, elementi analoghi si mescolano ad altri – per capirci, la ben nota ossessione igienico-protettiva delle mamme che lucidano tutti i giorni i pavimenti delle case e che denunciano gli insegnanti che sequestrano i telefonini in classe.

Nel caso di Rignano, la politica ha svolto un ruolo ambiguo, e ci sono state voci che potremmo dire genericamente di “destra” e di “sinistra” da entrambe le parti: i migliori interventi sono stati di Giovanardi (centro), Il Foglio (destra) e Bonini (sinistra), e quindi nessuno è riuscito a ricavarne il solito gioco per tifoserie contrapposte; inoltre, il fatto che il parroco che si fosse schierato con gli accusati ha azzittito sia gli illuministi che altrimenti avrebbero parlato di una “retriva caccia alle streghe” che i cattolici “difensori della famiglia contro il satanismo”.

Comunque, qualcuno come il neofascista Mario Corsi di Roma ha organizzato cortei colpevolisti, mentre la responsabile dei rapporti con le istituzioni dei genitori [colpevolisti] di Rignano Flaminio, Roberta Lerici, e’ stata nominata responsabile delle politiche per l’infanzia e lo stalking dell’Italia dei Valori.

Corsi e la Lerici erano evidentemente concordi con l’idea che una bambina di tre anni non può dire il falso, nemmeno quando periti di ogni sorta e genitori le ordinano di raccontare storie fantastiche.

Ovviamente, le prime vittime sono i bambini stessi, che dovranno convivere vita natural durante con mostri mai esistiti.

E. Sue Blume è autrice di Secret Survivors, un bestseller americano che spiega come “oltre la metà delle donne siano sopravvissute a traumi sessuali” anche se non lo sanno.

Come accertarsene? Traduco una parte dei sintomi che la signora Blume indica come rivelatori di abusi non riconosciuti:[1]

- paura del buio… incubi
– scarsa stima del proprio corpo
– mal di testa, artrite
– sentirsi diverse
– problemi gastrointestinali
– essere alcoliste o totalmente astemie
– nervosismo quando si è osservate
– rapporti ambivalenti
– mancanza di ricordi di abusi
– tendenza ad assumere rischi oppure a evitarli…

Eccetera.

Se vi riconoscete in un qualunque punto della lista, la signora E. Sue Blume vi rivelerà i loschi segreti della vostra infanzia al prezzo di 125 dollari l’ora, comunque potete avere anche una consulenza email al costo di 45 dollari a domanda.

Lei vi garantisce che potete scalare i suoi onorari dalle vostre tasse, ma non accetta di essere rimborsata dalle assicurazioni, perché pagano troppo poco. [2]

Note:

[1] Riprendo dal libro di Ofshe e Watters.

[2] Negli Stati Uniti, la gran parte delle terapie, a prescindere dalla loro utilità, viene pagata dalle assicurazioni private, che però impongono limiti di spesa contro cui il ceto psicoterapeutico si batte eroicamente da anni.

P.S. Chi fosse interessato a seguire in dettaglio gli sviluppi della vicenda, può consultare il blog Giustizia Intelligente.

Print Friendly
This entry was posted in società dello spettacolo, USA and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

93 Responses to Rignano Flaminio, il fatto non è mai successo

  1. Aspettavo un tuo post in proposito, dopo aver letto dell’assoluzione.
    E sulla panoramica da paranoia vorrei solo aggiungere come i bambini intorno ai 7 anni non siano più considerati tristi, ma depressi: con tutto il business che ne segue.
    Un po’ come quelle persone che il giorno prima erano sane, e il giorno dopo malate di diabete per superiore imposizione.

  2. OT

    Qui a Firenze il palazzo ballonzola.

    Leggo la dichiarazione del governo a proposito del terremoto:

    Monti: “Invito i cittadini ad avere fiducia”

    :-)

  3. PinoMamet says:

    OT terremoto: fantastiche le dichiarazioni della Fornero che ho letto sulla stampa, riportate più o meno come “innaturali tutte queste scosse”, “non è possibile che crollino edifici a ogni scossa (cribbio!)”. Non so quanto siano invenzione giornalistica e quanto vera scemenza della Fornero.

    In topic:
    meraviglioso che per la signora Blume uno dei sintomi di aver subito abusi sia l’assenza di ricordi di abusi. Ti ricordi di un abuso? Hai subito un abuso; non te ne ricordi? è la prova che hai subito un abuso…

    (comunque, stando alla lista dei suoi sintomi io sono una donna e ho subito abusi, non si scappa…)

    • Dal sito Ans(i)a leggo, sulla Fornero:
      “E’ naturale che la terra tremi ma non è naturale che crollino edifici. In altri paesi non succede”.
      Tra ragazzini eravamo soliti premiare le cose ovvie o idiote con il Mongolino d’Oro: non è elegante né politicamente corretto, ma direi che non mi interessa minimamente.
      Tra un po’ si arriverà a sostenere che riguardo alle ultime scosse, il fatto non sussiste.

      Sempre la Fornero, sempre nel sito-angoscia di cui sopra, dedica “un ricordo sofferto” alle vittime di oggi del terremoto.
      Scommetto 100 a 1 che non avrà difficoltà né a mangiare, né a dormire stanotte.

  4. Rock & Troll says:

    Tante belle parole ma un solo fatto non cambia, i bambini stanno male e se un bambino sta male qualcosa ha subito e non è detto che un tribunale sia il posto migliore per accertarne le cause.
    Giù le mani dai bambini e nessuno spazio per chi difende gli orchi o anche solo insinua il dubbio che certe cose non possano esistere o non possano accadere.
    Quando si tratta di difendere i bambini non si può andare per il sottile e nel dubbio è meglio condannare.
    Io di orchi a piede libero non ne voglio e non lascerei mai i miei figli nemmeno in mano a chi si permette tanti sofismi su certe dubbie assoluzioni, tra l’altro solo in primo grado.

    Chi vuole farsi un’idea più precisa sul caso di Rignano può leggersi qui le testimonianze dei poveri bambini:
    http://www.bambinicoraggiosi.com/?q=node/683
    Attenzione, non è materiale di facile lettura, ci vuole coraggio per immergersi in questi terribili pozzi di dolore, ma il Male va guardato in faccia per capire cosa bisogna combattere e quanti siano inutili sofismi e tecnismi legali utili solo a ingrassare l’ego dei giudici e del buonismo di sinistra.

    Poi potremmo fare un bel discorso su come certa sinistra sessantottina abbia sdoganato o cercato di sdoganare le peggiori pratiche sessuali, con l’idea che tutto sia permissibile in nome del piacere individuale… non cattivi maestri, ma pessimi maestri che ancora oggi agiscono nelle università, nei tribunali, nei parlamenti, che scrivono libri e fanno cricca difendendosi tra di loro… c’è tutto un mondo oscuro e pestilenziale che agisce nell’ombra e non accetta di essere scoperchiato… cercate cos’è il NAMBLA, cercate cos’è la cospirazione del silenzio, informatevi sugli abusi satanici riscontrati in asili in tutto il mondo, cercate le dichiarazioni di certi noti esponenti della “cultura” sessantottina di sinistra europea, da Cohn Bendit a “intellettuali” nostrani tipo Aldo Busi, gente abile a usare le parole e ammaliare le folle al solo scopo di minimizzare i peggiori abusi sugli innocenti… unite tutti questi puntini e ne emergerà un quadro terrificante, foschissimo, coi nostri figli sono carne da macello al servizio di organizzazioni spietate e abilissime nel nascondere le prove, proteggere i propri membri e gettare fango su chi cerca di difendere l’innocenza e la verità…

    Provate a cercare in rete le dichiarazioni di don Di Noto e il procuratore Alfredo Ormanni, nel 2000, su una lobby a difesa degli orchi presente anche in parlamento… è tutto scritto… informatevi a fate i vostri conti… e decidete da che parte stare.
    O coi bambini o con gli orchi. O con il Bene o con il Male.

    • ma il Male va guardato in faccia per capire cosa bisogna combattere
      Non è un caso che tu sia accolto a braccia aperte.

      • Z. says:

        :lol:

        R&T scrive cose talmente imbarazzanti che presto Francesco non riuscirà più a difenderlo per dovere di parrocchia…

        Anzi, a forza di leggerle, magari verrà il giorno in cui scriverà “eh, no, a sto giro basta!” e finirà per votare a sinistra :D

        Z.

        • Francesco says:

          1) io per dovere di parrocchia difendo solo la Santa Chiesa e il Santo Padre. RT dovrà arrangiarsi a cercarsi cause decenti …
          2) votare a sinistra la vedo molto dura, c’è ampia offerta migliore (l’astensione, Beppe-il-pupazzo-del-pazzo-Grillo, Ilona Staller, Alfano, la gita al mare, la gita in campagna, la gita all’Abbazia, la gita ai monti, la gita al lago. E potrei proseguire ad libitum)

          ciao

          :(

    • paniscus says:

      “Giù le mani dai bambini e nessuno spazio per chi difende gli orchi o anche solo insinua il dubbio che certe cose non possano esistere o non possano accadere.”
      ——————————————–

      Supponiamo che io chiami disperatamente i vigili del fuoco, la guardia forestale e la direzione dello zoo, sostenendo di essere minacciata da un elefante che mi è entrato in casa.

      Le forze accorrono, e constatano che non solo in casa non c’è nessun elefante, ma che la casa non presenta alcun segno tangibile del passaggio di un elefante pochi minuti prima, e che non c’è stato nessun avvistamento di elefanti in tutto il mio comune di residenza.

      Quindi, io nel migliore dei casi mi becco solo una denuncia per procurato allarme, altrimenti mi becco sia una denuncia, sia un trattamento psichiatrico obbligatorio.

      Ovviamente nessuno ne deduce che “gli elefanti non esistono”, ma semplicemente che non c’è mai stato alcun elefante in casa mia.

      Immagina che dopo qualche mese la cosa finisca sui media, e che tutte le associazioni ambientaliste, ecologiste, animaliste e conservazioniste insorgano con una crociata urlante e indignata in mia difesa, al grido di “giù le mani dagli elefanti, e nessuna pietà per quei mostri che osano insinuare che gli elefanti non esistono!”

      Lisa

      • Z. says:

        Lisa,

        tante belle parole per nascondere che tu stai dalla parte degli orchi e dei giudici pedosatanazicomunisti. E contro i bambini.

        Vergognati.

        Z.

        PS: ma davvero lo consideri un interlocutore? Allora è proprio vero che il mito illuminista della Potenza della Ragione Umana è duro a morire :D

        • Indignato says:

          Allora, mettiamo che una qualsiasi persona ti accusi di aver molestato il suo bambino, e che porti come prova il fatto che quel bimbo ha paura del buio, sogna gli orchi, e che quando quella persona gli ha chiesto: “è stato Z.?”, abbia risposto di si.

          Come ti difenderesti?

        • Ritvan says:

          Caro Indignado
          forse nella tua indignazione:-) non ti sei accorto che Z scherzava con Lisa…forse avrebbe dovuto mettere qualche faccina buffa in più.

        • Z. says:

          Indignato,

          ho risposto a questa domanda più sotto.

          Z.

          PS: Scherzare io? Ma vi sembra che l’Internazionale Orcosatanazicomunista sia qualcosa su cui scherzare? Ma roba da matti.

    • mirkhond says:

      nel dubbio è meglio condannare.

      E se il condannato sei tu? Ti piacerebbe vederti rovinata la vita per qualcosa che NON hai commesso?

      • Francesco says:

        sbaglio o la questione è già stata risolta dai nostri avi (comuni) al tempo dei romani?

        nel dubbio, il giudice ha da essere a favore dell’imputato, a prescindere dal crimine

        o ero distrattissimissimo alle lezioni di diritto?

      • paniscus says:

        “nel dubbio è meglio condannare.”
        ————————–
        E se il condannato sei tu? Ti piacerebbe vederti rovinata la vita per qualcosa che NON hai commesso?

        ———————————————————–

        Credo che alla base della visione sociale di Rock&Troll ci sia la convinzione, pruriginosa e perbenistica, del “male non fare, paura non avere” che sostenevano le nostre bisnonne.

        Ovvero, che “a chi è veramente una brava persona non potrà mai succedere di essere accusato di qualcosa che non ha commesso”, e che quindi se li hanno accusati, sicuramente un motivo ci sarà, e a me invece non potrà mai capitare.

        E poi si spaccia per cinico provocatore politicamente scorretto… :)

        Lisa

    • PinoMamet says:

      ” una lobby a difesa degli orchi presente anche in parlamento…”

      individuato il presidente:
      http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/7/73/Shrekcharacter.jpg

    • Ritvan says:

      —-Quando si tratta di difendere i bambini non si può andare per il sottile e nel dubbio è meglio condannare. Rock&Troll—
      E come la mettiamo con la frasetta “in dubio pro reo” che sta alle Tue Gloriose Radici?

      P.S. Dalla Sacra:-) Wiki:
      “In dubio pro reo: locuzione latina usata in ambito del diritto penale, dal significato letterale «nel dubbio, [giudica] in favore dell’imputato».
      Questa frase, tratta dal Digesto giustinianeo (D.50.17.125) indica che è meglio che il giudice, quando non v’è certezza di colpevolezza, accetti il rischio di assolvere un colpevole piuttosto che condannare un innocente.”.
      P.S.2 Visto il P.S., non vorrai mica dare del “sessantottino” anche al buon Giustiniano, eh!:-)

      • habsburgicus says:

        una concezione del “diritto” degna del “buon” vecchio Enver, no ? (basta sostituire “nemico del popolo” a bambino :D)
        ciao

        P.S: i crimini contro i bimbi sono atroci e vanno puniti con durezza esemplare e senza pietà…ma i colpevoli, non gli innocenti !

      • Francesco says:

        Scusa Ritvan, ti leggo solo ora … e grazie per il brocardo!

      • Marcello Teofilatto says:

        Beh, in effetti Giustiniano è morto nel ’65, quindi di fatto ha anticipato il ’68.
        Sarebbe il 565, ma non stiamo a sottilizzare :-)
        Ciao da M.T.

      • Mauricius Tarvisii says:

        E’ che Satana, sempre portatore del Male, è presente costantemente in tutte le epoche.
        Giustiniano era uno strumento diabolico per inserire nella Civiltà Santa e Cristiana il germe infido e sottile delle perversioni diaboliche del Sessantotto. Un astuto e meschino cavallo di Troia, modello del controllo satanico globale.
        Ma non prevalebunt!

        Amen

    • corrado says:

      “ma il Male va guardato in faccia per capire cosa bisogna combattere e quanti siano inutili sofismi e tecnismi legali utili solo a ingrassare l’ego dei giudici e del buonismo di sinistra.”
      In questa storia il “buonismo di sinistra” non so dove lei lo abbia visto.
      Anzi, semmai “a sinistra” era forte il sospetto che ci fossero “coperture in alto” per gli imputati, visto che uno di loro lavorava per la Rai o per Mediaset e che il prete li difendeva.
      La sinistra “buonista” inoltre e sempre intransigente su questo frangente.

      • Francesco says:

        sospetto che esista una destra per cui qualsiasi assoluzione è “buonismo di sinistra”

        tranne forse le proprie, che sono una “vittoria politica”

        poi dicono che uno rimpiange Sir Winston

        • paniscus says:

          Ma il vantarsi di un atteggiamento ultragarantista a tutti i costi sempre e comunque, e vedere qualsiasi condanna come l’ennesimo intollerabile abuso ad opera dei magistrati, è di sinistra?

          Lisa

        • Francesco says:

          Direi che al massimo è dei terroristi di sinistra, che pure gli Agnoletto si appellano in continuazione a condanne esemplari.

          A destra sono molto attenti a chi viene condannato (un capobanda di tassinari romani NON può venire condannato mai ma un politico dell’UDC va al gabbio senza problemi).

          Ultragarantisti sempre conosco solo i pannelliani (tranne che col povero Formigoni), anti-condanna a prescindere neppure Berlusconi (forse).

        • Z. says:

          Io sono ultragarantista sempre, e non sono esattamente pannelliano!

          Ma per quanto mi riguarda, significa solo pretendere il pieno rispetto della legge, e non solo di quella parte di legge che fa comodo alla Procura.

          E in effetti, una sentenza di condanna emessa secondo la legge è espressione di garanzia.

          Z.

          PS: Domandare “condanne esemplari”, invece, è da ominicchi. Tipo Alemanno, per capirsi, o Veltroni.

        • Francesco says:

          OAdAZ!!!!

          quella sulle”condanne esemplari” è perfetta, anche perchè chi la pronuncia si trova sempre ad aver parlato a sproposito (immortali le richieste leghiste dopo il massacro di una famiglia a Novi Ligure, che si scoprì commesso dalla figlia e non da “immigrati slavi”).

          PS ma a Roma sono condannati ad avere dei fessi come sindaci o è solo un periodo così?

        • Z. says:

          Ma no, hanno avuto anche sindaci di altro genere.

          Tipo Carraro.

          Non c’è niente da fare, a loro piace così. E infatti Roma è una città meravigliosa: del Terzo Mondo.

          Z.

  5. Mauricius Tarvisii says:

    “il paziente che non ricorda sta opponendo una “resistenza“, che va pazientemente smantellata: il fatto che “resista” dimostra proprio la profondità del trauma”
    Sì, più o meno quello che diceva Popper sostenendo l’infalsificabilità di queste cose.

    incubi, scarsa stima del proprio corpo, sentirsi diversi, essere totalmente astemi, nervosismo se osservati, mancanza di ricordi di abusi, tendenza ad assumere rischi oppure a evitarli… diamine, anch’io come Pino dovrò ricorrere alla rettificazione del sesso e andare in terapia ;-)

    • Francesco says:

      scarsa stima del proprio corpo, sentirsi diversi (da Brad Pitt), essere alcolisti (a sentire mia figlia), nervosismo se osservati (o ignorati), mancanza di ricordi di abusi, tendenza a evitare rischi oppure a non evitarli

      facciamo un pulman?

      • Z. says:

        Vai di torpedone!

        Solo, mi viene un dubbio. Considerando che “tendenza a evitare rischi oppure a non evitarli” comprende, per definizione, una quantità piuttosto elevata di individui (o tendi a evitare i rischi o tendi a non evitarli, non ci sono terze possibilità), ne troveremo uno abbastanza capiente per tutti?

        Z.

        • Francesco says:

          facciamo solo quelli con almeno 4 o 5 dei sintomi previsti …

          :D

        • Marcello Teofilatto says:

          Non hai capito proprio niente del sistema capitalista. Ce ne vogliono parecchi, di torpedoni, così rilanciamo l’economia e ci teniamo occupati! :-)
          Ciao da M.T.

        • Z. says:

          Con quello che costa la benzina? Almeno mettiamoli a GPL.

          Anzi, organizziamo dei treni. Così rispettiamo pure l’ambiente, e magari Montezemolo ci fa lo sconto promozionale.

          Z.

        • Marcello Teofilatto says:

          Giusto. Ci vuole un tocco di green economy, che è tanto trendy :-). M.T.

  6. Per Rock & Troll

    “i bambini stanno male e se un bambino sta male qualcosa ha subito”

    Certo che qualcosa l’ha subito. La domanda è, da parte di chi?

    E qui ci sono due ipotesi:

    1) un gruppo di maestre e bidelle di un asilo, tutte di età piuttosto avanzata, tutte cattoliche, tutte cresciute in un paesino piuttosto conservatore, tutte ignare delle cose che galleggiano nel mondo, scoprono una comune passione pedo-satanista, e organizzano pullman per eseguire rituali, torture e violenze sessuali, senza che nessuno se ne accorga di nulla e senza lasciare traccia.

    2) un gruppo di “terapeuti”, più o meno laureati, invaghita di idee post-freudiane di fresca importazione da ambienti alternativi-femministi statunitensi, fanno una testa così ai bambini per convincerli della loro tesi preferita, fino a farli credere di essere vittime di chissà quali abusi fotocopiati da romanzi americani.

    Tra le due ipotesi, indovinate quale sceglie Rock & Troll. Poi non mi venite a dire che il suo cuore non batte a sinistra.

    • buran says:

      > Certo che qualcosa l’ha subito. La domanda è, da parte di chi?

      Basta vedere quei filmati in cui i genitori tentano di indurre la figlia (che non ne vuol sapere) in tutti i modi, blandendola, intimidendola, usando bambolotti e pupazzi etc., a dire cose che avvalorino, anche se minimamente, le tesi della colpevolezza degli insegnanti, senza ottenere nessun risultato, fra l’altro. Sfido io che poi la figlia è “turbata”… Una cosa disgustosa e violenta (questa volta per davvero) nei confronti dei bambini.

  7. Francesco says:

    Miguel

    però ammetterai che dare la colpa al capitalismo è un bel caso di fanatismo!

    Ciao

  8. Per Francesco

    “però ammetterai che dare la colpa al capitalismo è un bel caso di fanatismo!”

    Io non l’ho fatto di sicuro. Ho notato come la diffusione del neo-freudismo coincida con il passaggio tra due culture statunitensi, intimamente associate allo stesso sistema economico.

    E’ parecchio diverso.

  9. carlo says:

    ha vinto il perbenismo, l’inconscio collettivo e la comunità si difendono. Non si accetta che la perversione viva nelle case e fra le così dette persone rispettabili. E’ sempre comodo per l’immaginario collettivo che il pedofilo sia il mostro, il caso limite, l’extracomunitario, il deviato.. La “normalità” si autoassolve con l’antica fanatica netta distinzione tra bene e male. Ed il male è sempre fuori di noi, oltre le mura domestiche e scolastiche. Solo che indagini e statistiche puntuali rilevano che la violenza sessuale sui minori è perpetrata nel 90% dei casi in famiglia e da persone che hanno in cura ed in tutela il minore. Solo il 10% degli abusi viene denunciato. Una già misera percentuale destinata a diminuire drasticamente dopo questa assurda sentenza. Condivido lo strazio di quei genitori.

    • Francesco says:

      Scusi, se ha prove sulla colpevolezza degli imputati, perchè Le ha nascoste alla magistratura?
      O almeno ha prove del fatto che il delitto sia stato commesso? e, di nuovo, perchè le ha nascoste?

      Oppure Ella propone di condannare, ad minkiam, un certo numero di persone “che hanno in cura ed in tutela” dei minori, tanto al 90% sono colpevoli (non è esatto ma chissenefrega)?

      La si chiarisca, egregio.

    • Marco says:

      Concordo con Francesco. Lei aiuta i pedofili, dal momento che è al corrente di informazioni che non ha condiviso con i giudici.

  10. GroG! says:

    GroG!
    BARZELLETTA
    Un pedofilo và a confessarsi:
    – il prete – “cosa hai fatto figliolo?”
    – il pedofilo – ” ho ucciso padre!”
    – il prete – ” peccato mortale! Come è accaduto?”
    – il pedofilo – ” ho portato un bambino in campagna e mi accingevo a sodomizzarlo ma quello si dibatteva e così tenendolo per la gola lo ho inavvertitamente strangolato!”
    – il prete – ” Ego te absolvo! Non stanno mai fermi quei terribili marmocchi!”

  11. Mettete insieme il discorso “di sinistra” di Carlo con quello “di destra” di Rock & Troll, e noterete un’interessante convergenza.

    E’ proprio questo che bisognerebbe studiare, per capire davvero la nostra epoca.

    Come “l’inserto” dell’anti-satanismo nel discorso femminista, insomma.

  12. Per Indignato

    “Come ti difenderesti?”

    Se ho capito bene, il tuo discorso, tu dici che uno psicologo prende un bambino e gli dice:

    Psicologo: “vero che hai paura del buio?”
    Bambino: “sì!”
    P: “vero che non ti piace la strega di Biancaneve?”
    B: “sì”
    P: “vero che Babbo Natale vive al Polo Nord?”
    B: “sì”
    p: “vero che Z ti fa bubù al pupù?” (o qualcosa del genere…)
    P: “boh”.
    B: “ho detto, vero che Z ti fa bubù al pupù?”
    P: “sì, scusa, ma adesso posso andare a prendere il gelato?”.

    Avanti, Z, come ti difenderesti?

    • Mauricius Tarvisii says:

      Suggerirei sempre la strategia dell’entrare in politica e quindi denunciare la giustizia italiana politicizzata e a orologeria ;-)

    • Z. says:

      Semplice.

      Mi rivolgerei alla potentissima Internazionale Orcosatanazicomunista, e chiederei la sua intercessione per ottenere asilo nel Reame di Molto Molto Lontano.

      Z.

    • Marcello Teofilatto says:

      Sottolineerei la mia appartenenza a qualche MOC (Minoranza di Origine Controllata, che equivale più o meno all’espressione martinezziana “vittime e vittimi”).
      L’elenco comprende omosessuali, donne, ebrei…, con esclusione ovviamente dei cattolici (fermo lì, Francesco! :-)).
      Non è un metodo infallibile, e ha lo svantaggio di mettere in cattiva luce tutti gli altri appartenenti a queste minoranze (il termine va inteso in senso sociologico e non numerico). Però un tentativo si può fare. E spesso si fa.
      Saluti da M.T.

  13. Francesco says:

    http://www.jesusneverexisted.com/

    parlavamo di fatti che non sono successi? questi sanno tutto di un certo fatterello che non sarebbe successo :D

    ciao!

    • Ritvan says:

      Consolati France’, per la serie “mal comune mezzo gaudio”: ci sono in giro pure certi islamofobi idrofobi che sostengono l’inesistenza di Maometto, il quale sarebbe stato “inventato” – insieme al Corano – dai califfi arabi per “mobilitare” le loro truppe alla conquista di Bisanzio.
      http://vaticaninsider.lastampa.it/homepage/nel-mondo/dettaglio-articolo/articolo/islam-14850/

      • Mauricius Tarvisii says:

        Come avevo dimostrato settimane fa ;-) Maometto è esistito eccome ed era un biekissimo strumento della Kiesa Kattolika per conquistare il Medio Oriente ed eliminare i cristiani (quelli veri, che erano proto-evangelici) e gli ebrei dalla Terra Santa!

  14. Per Francesco

    “http://www.jesusneverexisted.com/”

    Comunque è fantastica la capacità che hanno gli statunitensi di americanizzare pure l’invenzione europea per eccellenza, l’ateismo.

    Notare i punti esclamativi! e i ragionamenti stroncatutto! nonché gli appelli alla Verità! le battute basate sul buon senso! quella specie ineffabile di intimità da pacca sulle spalle!

    che pure l’archeologia riescono a riassumerla così:

    Within 50 years of Constantine, Christ gets an identical face!

    • Il sito risulta avere la sede in Inghilterra

      • Francesco says:

        Non che stimi eccessivamente un popolo privo di tradizioni culinarie ma … inglesi? così rozzi e volgari? siamo sicuri? il tratto è assolutamente statunitense

    • PinoMamet says:

      C’ho dato un’occhiata, danno una tale quantità di informazioni che è impossibile mettersi ad analizzarle una per una, comunque li facevo più cazzari;
      invece, da quel poco che ho visto, mi pare che siano solo “estremisti”, nel senso che portano argomenti attendibili (a differenza di certi ateisti militanti italiani, rimasti fermi a “la Chiesa ha copiato Mitra”, vale a dire lo ha costruito su licenza ;-) ) ma tutti letti in maniera estrema in chiave “colpevolista” (Gesù non è mai esistito… ).
      Poi hanno anche alcuni viziacci dei cazzari, cioè voler stupire raccontando cose ovvie (“sono esistite molte persone di nome Gesù!”… e grazie al cazzo!), ma ripeto, nella gran congerie è difficile fare delle critiche coerenti, bisognerebbe mettersi punto per punto.

  15. maria says:

    miguel
    anch’io ho pensato a te, al tuo blog, quando ieri ho visto le scene di isteria dei genitori al momento dell’assoluzione, riguardo ai sintomi io per esempio ho paura della folla fitta, e anche degli ascensori blindati e piccoli, se fate il torpedone vengo anchio:-)?

  16. Per Corrado

    “n questa storia il “buonismo di sinistra” non so dove lei lo abbia visto”

    Ma infatti questa faccenda è stata pochissimo “politicizzata” (nel senso calcistico italiano).

    Né tra gli imputati, né tra gli accusatori c’era un solo esponente noto di Forza Italia o del PD, e quindi “non è politica”.

    Certo, genitori-preoccupati-per-i-figli fanno un po’ Destra, ma lo fanno anche abitanti-di-paese-raccolti-attorno-al-parroco: anzi, quello della Provincia Perbene che Nasconde Mostri è un topos di sinistra; quindi i due elementi si annullano a vicenda.

    I genitori sono di Destra, la scuola pubblica è di Sinistra; ma i Bambini Vittime sono di Sinistra… insomma, per le povere intelligenze dei politicizzati medi, non c’era trippa per gatti.

    • Francesco says:

      ti correggo: c’era troppa trippa!

      è terribile quando i Luoghi Comuni sono tanti e si contraddicono, bei tempi quando i “Crudeli Rom/Rumeni/Slavi/Albanesi” ™ assalivano le “Famiglie Italiane” (IGP)

      ;)

      PS Ritvan, non protestare o ci metto pure Musulmani/Arabi/Marocchini/Terroristi-di-Alcaida

  17. corrado says:

    Dico la verità, anche se non penso di dare un contributo valido alla discussione.
    Io comunque su questa storia continuo ad essere tendenzialmente colpevolista
    e a pensare che il discorso di Giorgio non sia così campato in aria.
    I racconti dei bambini, almeno così come venivano presentate dai media, mi sembravano troppo dettagliati per essere frutto di fantasia o “manipolazione psichica”.
    Poi ovviamente non ho approfondito troppo la questione e anche il “debunking” che ne fa Miguel è in effetti piuttosto rigoroso e argomentato, però…
    Forse è la conferma che malgrado l’assoluzione certi marchi è impossibile toglierseli di dosso, anche se si è innocenti…

    • Z. says:

      corrado,

      — I racconti dei bambini, almeno così come venivano presentate dai media —

      Giusta osservazione. Per come vengono presentati dai media, i racconti delle persone coinvolte regolarmente “incastrano”(1) i colpevoli.

      Il che non deve stupire. Quelle informazioni in genere vengono comprate dal personale corrotto della Procura. Sicché, come Miguel ha osservato, quando i giornalisti narrano di un’indagine, riportano di norma il punto di vista del PM procedente – o meglio, quel che il corrotto di turno ha capito del punto di vista del PM procedente.

      Z.

      (1) “Incastrare” è il verbo più utilizzato in questi casi. E guarda caso, per un simpatico scherzo della lingua italiana, “incastrare” significa anche “mettere in mezzo qualcuno per qualcosa che non ha commesso”.

    • paniscus says:

      “I racconti dei bambini, almeno così come venivano presentate dai media, mi sembravano troppo dettagliati per essere frutto di fantasia o “manipolazione psichica”.”
      ———————————

      Scusa, ma la deduzione logica non dovrebbe, semmai, portare alla conclusione esattamente opposta?

      Ovvero, se dei racconti di bambini (ammettendo appunto che fossero autentici) appaiono completamente anomali e innaturali rispetto a quello che è il linguaggio comune dei bambini, e contengono dettagli elaborati che hanno senso solo in un’interpretazione adulta… a me la prima cosa che viene in mente è proprio di pensare che che siano stati imbeccati da qualche adulto!

      Quale sarebbe la ragione per cui, più un racconto infantile è ricercato e dettagliato, più deve essere vero? Proprio non mi quadra!

      Lisa

  18. Z. says:

    Comunque,

    parlando di Vittime, c’è un tema che personalmente trovo interessante: la funzione della parte civile in questi processi. Che si tratti di stragi degli anni di piombo o di processi per pedofilia, la parte civile non manca quasi mai.

    Ora, a ricostruire i fatti ci pensa il PM, che ha a sua disposizione ben altri mezzi rispetto a un privato. Ed è lo stesso PM che sostiene l’accusa in giudizio e cerca di far condannare gli imputati. Dunque, a che serve la parte civile?

    Non serve a “punire il colpevole”, e men che meno a “ricostruire la verità”. Serve a un’altra cosa, e a quella soltanto.

    A batter cassa.

    Quanto meno, ci prova. Se l’imputato, nel corso del processo, risulta palesemente innocente, il PM potrà persino chiederne l’assoluzione. Talvolta succede. Ma la parte civile no: chiederà sempre e comunque la condanna. Niente condanna, niente soldini.

    Ora, io trovo del tutto legittimo che qualcuno cerchi di lucrare sulle proprie disgrazie. Capisco anche che si cerchi di far soldi ai danni di una persona che, a torto o a ragione, si trova imputato in un processo. E’ il libero mercato, e mica vorremo criticarlo.

    Solo che il libero mercato, in teoria, comporta pure delle responsabilità. Chi sbaglia, paga. Se io accuso la persona sbagliata, e cerco di far soldi a sue spese quando lui è innocente, ho sbagliato e devo pagare.

    Così dice il codice di procedura penale, almeno.

    Invece, se vengono assolti gli imputati in un processo per strage, il governo pensa bene di pagare le spese legali della parte civile coi soldi delle nostre tasse. E questo mi fa girare le palle.

    Insomma, i parenti delle vittime provano a batter cassa. E fin qui sta bene.
    Additano persone innocenti, che poi vengono assolte. E può capitare.
    La legge li condanna alle spese, e loro pretendono che Pantalone paghi le spese cui la loro voglia di arricchirsi li ha condannati. E Pantalone paga. Coi miei soldi.

    Ecco, qui non andiamo più d’accordo. Anzi, la cosa mi fa piuttosto rivoltare lo stomaco.

    Ma del resto siamo in Italia, e scroccare soldi allo stato è quasi un dovere morale.

    Z.

  19. baskerville says:

    beh già ci sono stati casi simili http://it.wikipedia.org/wiki/Caso_McMartin

  20. Pietro Eremita says:

    Complimenti al Capo per la sua previsione del 2007.

    Però, dimmi una cosa, Miguel: Rock&Troll non esiste, l’hai creato tu.
    Quando non riesci a trovare in rete un Nello Rega o qualcosa del genere, ti arrangi da solo firmando R&T. E’ così?

    Fino a poco tempo fa ci credevo anch’io (all’esistenza di R&T), ma quest’ultimo intervento è troppo caricaturale.

    Tornando al post, immagino molti di voi conoscano il libretto di Luther Blissett “Lasciate che i bimbi…”. Lo consiglio senz’altro a chi non l’ha ancora letto.

    P.E.

  21. Moi says:

    R&T tuttavia dissente ma NON “bercia” [cit.] , devo ammettere che quella roba Lì del NAMBLA me l’ha insegnata lui, però un discorso simile lo avevo visto già

    PS

    Nel weekend e ancor più oggi, a Bologna e ancor più a Modena, pare che Decathlon abbia venduto “uno sbanderno ” di tende da campeggio …

  22. Moi says:

    R&T tuttavia dissente ma NON “bercia” [cit.] , devo ammettere che quella roba lì del NAMBLA me l’ha insegnata lui, però un discorso simile lo avevo già letto su “Il Timone” .

    In pratica vi si diceva che la Contestazione Giovanile partì non a caso dagli USA ove si sono rintanati una pletora di Eretici, Neopagani, Massoni e Satanisti (tutti molto simili e cmq accomunati dall’ Odium Fidei) … che ordirono la loro vendetta collettiva introducendo la Sulfurea Ideologia Nichilista nel Cuore stesso della Santa Madre Chiesa con il Concilio Vaticano II e di lì sarebbe partito poi tutto il resto in Europa fra il ’68 e il ’77.

    Concilio di cui Paolo VI si sarebbe pentito dichiarando, frase storica, troppo tardi, che “il Fumo di Satana è penetrato nel Tempio di Dio” [sic] e anche Padre Pio avrebbe avuto la visione, appena aperto, che “andava chiuso subito”.

  23. Moi says:

    “a chi è veramente una brava persona non potrà mai succedere di essere accusato di qualcosa che non ha commesso”, e che quindi se li hanno accusati, sicuramente un motivo ci sarà, e a me invece non potrà mai capitare”

    C’è di peggio … tipo il detto confuciano : “Quando rincasi la sera bastona tua moglie : tu il perché non lo sai, ma lei sì”.

    Più o meno è la filosofia delle Azioni Preventive dei Gringos sulle popolazioni degli Stati Canagliosi, no Miguel ?

  24. Pietro says:

    Ma come si fa a decidere di credere alla magistratura invece che al sentire popolare? Sono due prove di fede… Non voglio prendere posizione ma mi lascia perplesso il “se lo dice il uidice e’ vero”, sara’ che sono un fanatico assertore della assoluta mancanza di possibilita’ di oggettivita’, e tifavo per la scuola di Berkeley…

  25. gabriella rossi says:

    Ne stanno parlando ora a Chi l’ha visto?, su Rai 3.

  26. Roberto says:

    Che vuol dire “rapporti ambivalenti”? Le altre le ho quasi tutte a parte che non sono né alcolista nè, dio me ne scampi, astemio

  27. Moi says:

    Suggerisco di sostituire “pedo-terro-satanista” con “pedo-terroristo-satanista” … sopra al Po potrebbero fraintendere !

  28. Moi says:

    Cmq neppure la versione “i cinni non capiscono un cazzo, si sono fatti il trip mentale a sentire i professoroni” mi pare automaticamente chissà quanto credibile.

    • Moi says:

      Insomma, nessuna versione simplicista mi convince.

      • Z. says:

        Guarda,

        ne abbiamo già parlato, ma vale la pena di ricordare che se il babbano (1) medio avesse una minima idea di come funziona l’iter di una querela per violenza sessuale, la gente passerebbe meno tempo a dividersi tra innocentisti e colpevolisti.

        Sarebbero, probabilmente, quasi tutti innocentisti a prescindere.

        Una volta la calunnia partiva come venticello, o così si diceva. Ora parte direttamente come uragano: semmai, quando proprio va bene, scema in seguito. Poi si contano i morti. A volte letteralmente.

        Tra l’altro, è probabilmente per via di uno dei morti di cui sopra – un parroco della sua provincia, per la precisione – che Giovanardi è diventato sensibile al problema.

        Z.

        (1) “Babbano”, come sempre, va pronunciato con esibita spocchia, incurvando le labbra in un’espressione di profondo disprezzo :D

  29. Per Pietro

    “Ma come si fa a decidere di credere alla magistratura invece che al sentire popolare?”

    Infatti, io non ho aspettato la sentenza per avere praticamente la certezza di come stessero le cose.

    In principio, hai ovviamente ragione: una sentenza è un’opinione di esseri umani espresse in base a regole astratte, non la “verità”.

    Abbiamo fatto vedere, spero, come spesso le “condanne per terrorismo” in Italia non dimostrano che i condannati “siano terroristi”, ma che dei politici abbiano fatto delle leggi che certi giudici possono usare per definire come terrorismo certi comportamenti (non so se sono stato chiaro).

    Inoltre, non conosciamo ancora il testo della sentenza di Rignano.

    Però “non sussiste il fatto” non indica un’opinione ma, appunto, un fatto: dire che un omicidio è stato “premeditato” o no, è sostanzialmente un’opinione; dire che la presunta vittima è viva e vegeta è una cosa più concreta.

    Qui poi le pressioni politiche non ci sono state, a differenza dei casi di presunto terrorismo: al massimo piccole manifestazioni di qualche decina di persone, da una parte o dall’altra, senza appoggi partitici.

    • Moi says:

      La presunta vittima non sempre è ancora viva e vegeta perché lo Spirito di Padre Pio (o chi per Lui) ha fermato la mano dell’ assassino … magari la predestinata vittima si è difesa o sono intervenuti terzi. Parlo in generale, eh.

  30. Pingback: Caso Rignano Flaminio

  31. Nautilus says:

    Il commento di R&T mi fa ringiovanire, era infatti sui banchi dell’università che trovai scritto:
    “Se vedi nero spara, potrebbe essere un prete. Comunque, se non lo fosse, è meglio un innocente morto che un prete vivo”
    Uguale, complimenti.

  32. lorenzo says:

    no, no
    il premio per la Fornero è il coccodrillino d’oro

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>