Erbe amare

Erbe amare di Ariel S. Levi di Gualdo, è un libro appena uscito, che denuncia il dirottamento della comunità ebraica da parte delle lobby sioniste.

Levi di Gualdo è un liberale, nient’affatto antisraeliano; ma sostiene, con un gran numero di racconti inediti e di riflessioni psicologiche, la necessità di rompere il guscio di fobie e di esaltazione che ha spesso trasformato le comunità diasporiche in succursali della politica di uno stato mediorientale, aggressivamente volte a stroncare ogni critica e a lavarsi sempre i panni sporchi in casa, pur di coprire gli interessi di tale stato.

Proprio violando il tabù dell’autosantificazione comunitaria e offrendoci uno spaccato di umanità umanamente contraddittoria, Levi di Gualdo toglie ogni pretesto al razzismo, motivo per cui sarà sicuramente aggredito al grido di "ebreo odiatore di sé" e di "antisemita".

Riporto qui un brano del libro, che dà un’idea del suo stile, delle atmosfere che descrive e anche delle sue idee politiche, discutibili ma comunque coerenti.

Miguel Martinez

************

L’onorevole esponente della Destra [Gianfranco Fini] aviò nel 1992 un ardito processo di riforma del Movimento Sociale della Destra Nazionale.[1] Quel partito aprì un gran dibattito, dopo di che si liberò d’ogni legame con le dottrine sociali del vecchio Fascismo.

Dibattendo in un circolo ebraico dissi che quel giovane politico era una persona da guardare con rispetto.

Appena finita la frase feci appena in tempo a scansarmi da una sedia che mi fu lanciata addosso, intanto un gruppo d’ebrei ne bloccò altri tre pronti ad aggredirmi. Dovettero accontentarsi di darmi del "fascista di merda!" e di urlare che per loro "quel politico e la sua teppa sarebbero rimasti sempre fascisti!"

Poco dopo cessò di vivere il Movimento Sociale e nacque al suo posto Alleanza Nazionale.

Trascorso un decennio molti esponenti della Comunità ebraica presero a spedire agli ebrei e ai loro fedeli simpatizzanti cattolici degli inviti di posta elettronica per raccomandare di votare Alleanza Nazionale; inviti motivati dal fatto che quel partito faceva gli interessi dello Stato d’Israele. Ricevuto e letto uno di questi messaggi, replicai che come italiano avrei dato il voto a chi meglio avrebbe fatto gli interessi della mia Patria. E così, gli ebrei ex marxisti-leninisti passati disinvolti dal Comunismo duro alla Destra, mi dettero del "comunista di merda!"

Due dei tre che anni prima tentarono d’aggredirmi, alle ultime elezioni erano candidati sulle liste di Alleanza Nazionale, che aveva candidato almeno un ebreo per ogni collegio, tutti con vari incarichi all’interno delle Comunità ebraiche e, manco a dirsi, tutti di provata fede sionista. Il terzo dei tre, quello che mi tirò la sedia, era diventato un pezzo grosso della Comunità ebraica e a ogni incontro televisivo in cui erano presenti esponenti politici della Destra si scioglieva come ghiaccio al sole. Per quanto riguarda me, ero uno spirito democratico liberale nel 1992 e tale sono rimasto tutt’oggi.

Questi soggetti si beano come dive tra la dirigenza delle Comunità ebraiche e gli intrallazzi politici, usando la peggiore aggressività coercitiva verso chiunque osi non pensarla come loro. Sono i vecchi tiranni del ghetto, gli eterni camaleonti scampati a tutte le intemperie, coloro che negli anni Venti e Trenta lodavano Mussolini, che corsero subito ad accaparrarsi cariche di prestigio politico in seno al regime fascista. Sono gli stessi che fuggirono in Svizzera quando i nazisti occuparono l’Italia, rincasando dopo la guerra giusto in tempo per inaugurare mausolei alla memoria degli ebrei sterminati, tradotti nel lager tutti sullo stesso carro e sotto la stessa bandiera.

Oggi la Comunità ebraica europea è diventata un feudo di queste persone, più amanti dell’intrallazzo politico di quanto mai lo siano stati dell’Ebraismo, un efficace biglietto da visita di fronte al quale nessun politico europeo può levar sospiro dinanzi ai pronipoti piangenti delle vittime della Shoa, col dito perennemente puntato verso l’intera società umana, che deve chinare il capo e dire soltanto: perdono, pietà!"

Ariel S. Levi di Gualdo, Erbe amare. Il secolo del sionismo, Bonanno editore, 2007, ISBN 887796332-8, pp. 118-119.

Nota:

[1] C’è un piccolo errore nel nome del partito. Il libro offre diverse di queste imprecisioni minori, essendo stato chiaramente scritto di getto; e possiamo essere sicuri che qualche attento esegeta farà le pulci a tutte, pur di screditare il libro. Non sarebbe la prima volta.

Print Friendly
This entry was posted in Israele Palestina Canaan and tagged . Bookmark the permalink.

100 Responses to Erbe amare

  1. iperhomo says:

    Dall’indirizzo “http://www.lavocedifiore.org/SPIP/article.php3?id_article=2536″ riporto questo «botta e risposta». Sul conto di “Ariel Levi di Gualdo, per esteso – commenta un certo Sachin – Ariel Stefano Levi di Gualdo, come indica il suo tipicissimo nome cattolico, [che] non è “ebreo” di primo grado, per così dire”, ancora Sachin aggiunge quanto segue.

    Discutibili, inesatte, pericolose e assolutamente fastidiose sono invece le posizioni che avrebbe espresso nel suo testo a proposito del Talmud e delle cosiddette frasi anticristiane in esso contenute. Le posizioni anticristiane contenute in “tradizioni talmudiche” sono già state studiate da Rav Di Segni nel famoso “Il Vangelo del Ghetto”, a cui si può tranquillamente rimandare. Che siano contenute o meno accenni, allusioni, sarcasmi contro la dottrina cristiana non è un fatto effettivamente rilevante per un testo immenso, composto di migliaia e migliaia di pagine, stratificate in diverse epoche, scritto in modo non dogmatico, con una straordinaria apertura alla discussione a alla polemica: chi scrive del Talmud facendo di qualche riga un verità assoluta, non conosce una riga del Talmud stesso. Non risulta, del resto, che Ariel Stefano Levi di Gualdo sia in grado di accedere autonomamente e di prima mai ai testi talmudici, non avendo mai avuto un’autentica formazione ebraica e non possedendo né l’ebraico né tantomeno l’aramaico.

    E così risponde al suddetto Sachin Giampaolo Ghilardi.

    Al di là che questionare sulle origini religiose dell’autore, pur negando a detta revoca il valore di argomento, non si leggono smentite a quanto da questi sostenuto. Il fatto che il Talmud sia un testo esteso e dalla difficile ermeneutica non smentisce una iota di quanto scritto nel libro in oggetto. Parimenti non si vede dove stia la pretesa ambiguità dell’autore, a meno di dire che la conversione religiosa sia segno di ambivalenza, affermazione ben più discutibile, inesatta, pericolosa e fastidiosa di quanto si vorrebbe fossero le posizioni dell’autore a proposito di quanto detto sul Talmud. Gli epiteti ingiuriosi rivolti a Cristo e Sua Madre non saranno un fatto rivelante per chi in Essi non crede, certo rilevano per chi è cristiano. E’ curioso osservare come si cerchi di ovviare ad un fatto documentato, quale la presenza di insulti alla fede cristiana, pretendendo di ridicolizzare chi li rende noti in quanto che non-esperto di lingua ebraica. Si potrebbe far notare allo stesso modo ai solerti rabbini richiedenti l’espunzione della preghiera del venerdì santo che, se conoscessero il latino, saprebbero come per-fidis significhi letteralmente contro la fede, dunque non credenti il Verbo cristiano, cosa che esattamente descrive la loro condizione, e non banalmente “perfidi”. Nessuno però si attarda a pretendere una minima conoscenza del latino da parte di costoro per squalificarne le richieste, come invece usa fare il solerte S. nel proprio commento.

    Mi scuso per la lunghezza del copincollato, ma l’ho trovato troppo interessante per non proporlo nel salotto di Miguel.

    Ciao. Ipo

  2. fmdacenter says:

    Cosa è la Comunità Ebraica?

    saluti

    Francesco

  3. utente anonimo says:

    Martinez

    a me non stupisce affatto l’esistenza di “ebrei” antisionisti o di “odiatori di se stessi” e quindi non stupirà mai l’esistenza di ebrei pacifisti o estremisti finanche ebrei espansionisti.

    Il mondo ebraico della diaspora – come tutte le comunità democratiche – ed anche il mondo israeliano è un sistema democratico, in continua evoluzione ed aperto ad ogni dibattito interno.

    Stupisce, invece, la totale assenza nel mondo islamico di voci ugualmente e parimenti “pacifiste” “aperte al dialogo con il prossmo”, tolleranti…. e via dicendo.

    Martin Mystere

  4. orsolele says:

    interessante davvero….

    giorni fa ho avuto modo di leggere dei documenti che parlavano dell’Unione delle Comunità Israelitiche Italiane, che almeno fino al ’36 collaborarono attivamente di concerto con il governo fascista in numerose iniziative…una su tutte per la vicenda dei falascia in etipia…(se non erro)…

    a presto Miguel

    orso

  5. utente anonimo says:

    peccato che poi quel governo privò tutti gli ebrei dei diritti civili e politici, cittadinanza inclusa… al pari dei falasha :-)

    ma sicuramente trattavasi di na manovra dei vertici sionisti mondiali

    :-)

    Martin Mystere

  6. utente anonimo says:

    L’ho sempre detto che un ministro degli esteri, quale era fini per l’Italia, che in 2 anni di incarica ci va 6 volte in israel, è uno impiegato del sionismo internazionale, più che un funzionario che deve tutelare gli interessi della propria naziona e patria.

    E poi, è interessante il fatto che politicanti alla Fini, per farsi perdonare il loro passato razzista e fascista, tengono tanto alla “benedizione” dei sionisti per poter entrare nel governo del loro stesso paese, ed accettino a sottomettersi alla condizione da loro posto per questo cioé, diventare servo dei sionisti e contemporaneamente anti islamici.

    Bisogna essere dei bigotti fascisti e razzisti per negare tutto questo.

    E poi ci lamentiamo perché la politica in Italia è corrotta.

    reza

  7. utente anonimo says:

    reza vede ebrei e sionisti dappertutto, se non è razzismo questo ditemi voi

    stessa reza stessa razza

  8. un’analisi davvero interessante.

  9. utente anonimo says:

    “denuncia il dirottamento della comunità ebraica da parte delle lobby sioniste”

    trovo sempre riduttiva questa idea che l’umanità sia composta da un branco di pecore prive dii giudizio che seguono inconsapevoli il pastore di turno.

    salvo ovviamente pochi illuminati che non sono pecore perché essi hanno capito tutto

    roberto

  10. utente anonimo says:

    Bello questo post Miguel. Davvero brutta questa storia. Poi ci immergiamo in discussioni iper lunghe sui lager, diciamo più che altro che i nazisti erano riusciti a vederci abbastanza lontano. (Ovviamente non voglio essere offensivo, ma la verità è verità)

    Nico ex Aquilatricolore

    http://www.sentimentoitaliano.blogspot.com

    ciao

  11. RitvanShehi says:

    >Stupisce, invece, la totale assenza nel mondo islamico di voci ugualmente e parimenti “pacifiste” “aperte al dialogo con il prossmo”, tolleranti…. e via dicendo. Martin Mystere< Come “totale assenza nel mondo islamico”??!! E Magdi Allam?:-)

  12. RitvanShehi says:

    >Cosa è la Comunità Ebraica? saluti

    Francesco < Sarebbe più esatto parlare di “comunità ebraiche”. Vedi:
    http://www.ucei.it/comunita/ComunitaEbraiche.asp

    Ciao

    Ritvan

  13. RitvanShehi says:

    L’episodio della sedia, descritto da Levi di Gualdo, dimostra che i trinariciuti e i voltagabbana non hanno razza, etnia, nazionalità, religione o fede politica e sono trasversali all’umanità.

    Provo la stessa nausea quando qualcuno di mia conoscenza degli ex agitprop del regime comunista albanese tenta di farmi prediche sul liberalismo, la società aperta, i diritti umani e roba simile.

  14. kelebek says:

    Per Ritvan n. 12

    Mentre leggevo il libro, ho pensato continuamente a te :-)

    C’è una somiglianza straordinaria nelle idee di fondo.

    Infatti, l’ho chiamato un “liberale” per farmi capire nel post, ma qui nei commenti posso dire che l’autore è un ritvanista.

    Questo non vuol dire che vi trovereste necessariamente d’accordo su ogni tema, ovviamente: i liberali spigolosi che ce l’hanno con i comunisti, ma non sono nemmeno dei conformisti berlusconiani, sono molto individualisti!

    Miguel Martinez

  15. kelebek says:

    Per Nico n. 10

    E’ mia abitudine ragionare pacatamente su tutto, quindi ti rispondo dicendo che c’è un abbaglio di fondo.

    I nazisti, come certi sionisti (non tutti), ritenevano che gli ebrei fossero irrimediabilmente diversi dal resto dell’umanità, quindi Raus!.

    Levi di Gualdo ritiene che gli ebrei siano fatti della stessa pasta dei non ebrei. Nelle sue critiche più argute, dice che gli ebrei sono cialtroni come i gentili, perché la base umana è uguale.

    Quindi il suo è un libro assolutamente antinazista.

    Miguel Martinez

  16. kelebek says:

    Per Francesco e Ritvan,

    assolutamente d’accordo che l’espressione “le comunità” al plurale sia meglio.

    Vedrò di correggerla, grazie del suggerimento.

    Miguel Martinez

  17. ma allora quale di queste comunità si becca l’8 per mille?

  18. kelebek says:

    Per roberto n. 9

    Credo che il discorso sia molto più complicato.

    Se dico che gli italiani si fanno dirottare da Prodi, Veltroni e Berlusconi, non vuol dire che tutti gli italiani siano deficienti tranne loro due, e che gli italiani andrebbero da un’altra parte, se non fossero stati “ingannati”.

    Gli italiani trovano tutta una serie di soddisfazioni nel seguire Prodi, Veltroni e Berlusconi.

    Il rapporto tra manipolatori e manipolati è sempre molto ambiguo.

    L’importante è distinguere tra sionismo ed ebraismo, e qui Levi di Gualdo – le cui idee di fondo sono ben diverse dalle mie – aiuta a ritrovare il buon senso.

    Miguel Martinez

  19. kelebek says:

    Per Barbara n. 17

    In Italia, un’unica organizzazione prende l’otto per mille. La stessa organizzazione che, a dire di Levi di Gualdo, conclude spesso i suoi incontri con il canto dell’inno nazionale di un paese mediorientale.

    Questo è un fatto, ma è cosa ben diversa dal considerare gli ebrei europei come un ente monolitico.

    Miguel Martinez

  20. kelebek says:

    Per Martin Mystere n. 3

    Il mondo arabo fa di meglio per la Causa Occidentale.

    E’ pieno di amici dell’Occidente, dai livelli più alti: censori, spie, torturatori, massacratori e anche di semplici miei colleghi interpreti che assistono agli “interrogatori” da parte di agenti statunitensi.

    Dovrebbe essere un paradiso per quelli che la pensano come te.

    Ieri, ad esempio, a Baghdad hanno sterminato la famiglia di un antimperialista iracheno in esilio.

    Miguel Martinez

  21. RitvanShehi says:

    >ma allora quale di queste comunità si becca l’8 per mille?BarbaraLattanzi< L’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (o “in Italia”, che dir si voglia), in virtù dell’intesa raggiunta con lo Stato Italiano.
    Siempre: http://www.ucei.it/comunita/ComunitaEbraiche.asp

  22. RitvanShehi says:

    >Per Ritvan n. 12 Mentre leggevo il libro, ho pensato continuamente a te :-) Miguel Martinez<
    Eh, anch’io – a prescindere da idee politiche e simili – mi son sentito subito in sintonia con quello che scriveva quell’uomo nel pezzo da te riportato. Mi piacerebbe conoscerlo. Credo che intanto mi comprerò il libro.

    >C’è una somiglianza straordinaria nelle idee di fondo.

    Infatti, l’ho chiamato un “liberale” per farmi capire nel post, ma qui nei commenti posso dire che l’autore è un ritvanista.<
    Beh, noi “liberali veri” siamo pochi ma buoni:-).

    >Questo non vuol dire che vi trovereste necessariamente d’accordo su ogni tema, ovviamente: i liberali spigolosi che ce l’hanno con i comunisti, ma non sono nemmeno dei conformisti berlusconiani, sono molto individualisti!<
    Ma no, è il solito “luogo comune”:-). Non so per gli altri, ma personalmente son sempre pronto a far “comunella” con altra gente, a due inderogabili condizioni:

    a) che ci sia un obiettivo (o più obiettivi) chiaro, preciso e condivisibile;

    b) che ci sia all’interno rispetto delle regole democratiche, trasparenza e moralità politica.

    Facile da dirsi:-). Comunque, in Albania ho fatto parte della dirigenza di un’ONG che rispettava quasi pienamente questi criteri. Infatti, nessun organismo internazionale di quelli che distribuivano dollari a pioggia in albania ci ha mai finanziati o aiutati in alcun modo:-).

    P.S. Ricordo di aver letto sui giornali una frase da un’intervista di un romanziere cinese contemporaneo abbastanza famoso (di cui non mi sovviene il nome) e che mi sento di condividere in toto (vabbè, cambiando i riferimenti nazionali, naturalmente):”Mi sento molto più vicino a un sudamericano perbene che a un cinese poco raccomandabile”.

  23. utente anonimo says:

    Post 10 “diciamo più che altro che i nazisti erano riusciti a vederci abbastanza lontano. (Ovviamente non voglio essere offensivo, ma la verità è verità)”

    ecco un altro, che confonde liertà di pensiero con fregnaccia libera… ed è anche più razzista di reza: infatti scrivono le stesse identiche cose

    Martin Mystere

  24. utente anonimo says:

    Per favore non mi prendete per quello che non sono. E’ ovvio che ho spinto tanto e ho esagerato apposta il mio commento, ma è anche vero che questa gente qui mi sta sempre più sul c per le schifezze che mi tocca sentire sul loro conto. Non mi sento tanto razzista, più che altro non sono un razzista biologico. Dipende dalle situazioni in cui mi trovo, ed è anche ovvio che non capisco cosa centra la libertà di pensiero ecc ecc ecc. Diciamo più che altro, Martyn, che siamo abituati a giudicare senza conoscere la persona.

    Miguel facciamo che uso il nome che ho da sempre usato, ma non qui nei blog. Da ora in poi sono Nico, non scordarlo;)

    Nico di http://www.sentimentoitaliano.blogspot.com

    ciao

    N.B: se non lo avevi capito sono Aquila

  25. utente anonimo says:

    “ma è anche vero che questa gente qui mi sta sempre più sul c per le schifezze che mi tocca sentire sul loro conto.” “. Non mi sento tanto razzista, più che altro non sono un razzista biologico.”

    Vediamo di capirci :

    razzismo biologico? mA GLI EBREI sono una razza o una religione? E gli ebrei convertiti?

    “questa gente”? sul loro conto?

    Ma ti rendi conto? il tuo discorso porta ad affermare che i tuoi criteri valgono per tutti gli ebrei indistintamente. Colpa o colpe collettive? ogni singolo ebreo è colpevole (se di colpe si tratta) per la condotta di israele?

    Temo che la tua difesa confermi le accuse

    Martin Mystere

  26. RitvanShehi says:

    Martin, lascia perdere l’Aquila che è meglio:-), altrimenti ti rovescerà addosso tanti di quei luoghi comuni sugli ebrei che ti piglierà un infarto:-) e rimpiangerai reza, che almeno se la prende solo con i “sionisti”:-)))).

  27. utente anonimo says:

    Hai ragione ritvan

    purtroppo hai ragione

    :-)

    Martin Mystere

  28. dantem says:

    La politica in Italia è corrotta perché non esiste una politica pulita. Esiste solo qualche sporadico onesto che ogni tanto prova a fare le pulizie :-) invano e suo malgrado.

    La speranza è che un pensiero sprigioni più energia di una bomba nucleare. Che banalità.

    Sul resto non mi esprimo, da buon “pericolo per l’occidente” leggo passi di Douglas Reed tra una Naomi Klein e un Thierry Meyssan, per carità…!

    Per Fini e Compagni dico solo che certa gente si può allontanare dal fascismo solo a parole, il nodo da sciogliere è che non è fascista chi si proclama tale o antifascista chi lo aborre, ma chi continua a fare di tutta l’erba un fascio :-)))

    Quindi ci metto dentro anche gli ecologisti, i vegan per principio, quelli della lega antifumo globale e tanti altri.

    Vabbè, vado a ordinare il libro, Grazie Miguel.

  29. utente anonimo says:

    Ovviamente hai ragione nel dire che non si può generalizzare su tutto e tutti. Sinceramente, però, con quello che vedo non mi danno un’idea bella. Tutto qui. Si sono presi l’onore di essere le uniche vittime del novecento, si sono presi l’onore di essere i capi del mondo, si prendono l’onore di far quello che vogliono e a me non piace. Poi, nel bel mezzo della mia ignoranza, parlo di ebrei sena fare distinzioni, ma sicuramente hai ragione a dirmi che non si deve generalizzare su tutto.

    Nico http://www.sentimentoitaliano.blogspot.com

    ciao

    N.B: Carissimo dottore, non preoccuparti che non rompo più come un tempo ;)

  30. fmdacenter says:

    Ma il problema dei visori notturni non me lo volete risolvere? Che, aben vedere, se i palestinesi usano della “libertà” a Gaza per armarsi e “”resistere””, è difficile dar torto ad Israele se vuole controllare le frontiere.

    E’ vero anche il contrario, ma non solo quello.

    Francesco

  31. fmdacenter says:

    x Miguel: ho palesemente sbagliato post, mi faresti un favore a spostare il mio commento precedente

    Grazie

    Francesco

  32. utente anonimo says:

    Nico

    dedico il mio tempo ad un esaltato per volta… cercando di spiegargli (aimè inutilmente) dove sbaglia.

    Attualmente sono occupato con reza, che credevo il peggiore di tutti, ma come mi ha fatto notare Ritvan, sbagliavo.

    mettiti in fila.

    Martin Mystere

  33. utente anonimo says:

    No, ho già passato un anno con gente che si crede superiore. Ora lascio perdere. Se hai voglia di fare una discussione ci troviamo da un’altra parte, ma ricorda di tenere giù quell’aria da superiore. Non credo di riuscirmi a spiegare tanto tramite commenti via blog, infatti chissà cosa hai capito di me.

    Nico

  34. utente anonimo says:

    Nico

    non mi credo superiore

    le manie di superiorità le lascio ai nazisti tuoi pari.

    Al massimo reputo te inferiore… alla “razza” umana, ma questo è un altro discorso.

    Cosa ho capito di te? quello che ha capito ritvan! :-)

    M Mystere

  35. utente anonimo says:

    Per Miguel #post 20

    “Ieri, ad esempio, a Baghdad hanno sterminato la famiglia di un antimperialista iracheno in esilio.

    Miguel Martinez”

    beh solo oggi quella famiglia è resuscitata; al massimo possiamo dire che le notizie sulla loro morte erano un pochino esagerate :-)

    Martin Mystere

    Ps a meno che repubblica non menta (come per i sondaggi su berlusconi:-))

  36. utente anonimo says:
  37. utente anonimo says:

    E il Dottore cos’ha capito di me?

    Nico

  38. utente anonimo says:

    che belle le sfide impari. Stiamo assistendo ad una guerra fra i 100 kg di muscoli di martino ed il 10 grammi di cervello di Nico.

  39. utente anonimo says:

    Mettiamo le cose in charo.

    Allora,rileggendo i commenti precedenti ho notato che avete fatto una gran confusione sul mio conto. Meglio fare pertanto un paio di precisazioni: allora innanzitutto chi ha mai detto di essere nazista?perché mi mettete in bocca parole che non ho mai detto? lo trovo alquanto squallido,quindi vi pregherei di non rifarlo. Perché ho detto la mia, che non si tratta altro che di un sentore,di una sensazione

    (forse anche sbagliata,per l’amor del cielo,non pretendo d’aver categoricamente ragione!) mi avete subito catalogato come si fa con le “razze” (dato che siamo in tema uso questo termine). Perché uno non può avere una sua opinione senza dover per forza essere piazzato in una categoria che a lui non si addice per nulla? Lo trovo ridicolo, soprattutto se fatto da persone che hanno una certa cultura come voi.

    Ancora una cosa: sto notando che gli ultimi messaggi sono ricchi di provocazioni e mancanze di rispetto. Dato che io ho solamente esposto le mie idee senza aver mai offeso nessuno, pregherei che anche voi faceste altrettanto, grazie!

    ciao

  40. utente anonimo says:

    Il commento 39, ovviamente, l’ho scritto io.

    Nico

  41. RitvanShehi says:

    >in compenso è stato “molto italiano”

    M Mystere< Totò fa proseliti pure a Bagdad:-)

  42. RitvanShehi says:

    >Ovviamente hai ragione nel dire che non si può generalizzare su tutto e tutti. Sinceramente, però, con quello che vedo non mi danno un’idea bella.Tutto qui. Nico<
    E che vedresti di così orripilante nel popolo ebraico??

    >Si sono presi l’onore di essere le uniche vittime del novecento,<
    1. Essere vittima non è un onore, è una disgrazia.

    2. Non si son presi un bel nulla: essere vittime è stato loro imposto.

    3. Non ho sentito nessun ebreo dire che gli ebrei siano stati l’unico popolo ad essere vittima del novecento. Se tu conosci qualcuno che lo abbia detto, non hai che segnalarlo qui.

    4. Fra i popoli vittime di persecuzioni nel ‘900 gli ebrei risultano – per numero di vittime rapportato alla popolazione e per crudeltà e infamia della persecuzione – al primo posto, in assoluto. Non è un’opinione, è un fatto. Che ti piaccia o meno.

    >si sono presi l’onore di essere i capi del mondo,<
    Muahahahahahahaha, ancora ai Protocolli dei Savi di Sion, tu?:-)

    >si prendono l’onore di far quello che vogliono<
    Insidiano per caso anche le nostre donne?:-)

    >e a me non piace.<
    E ‘sticazzi! C’è gente che ha paura di essere rapita dagli alieni e c’è gente che crede di essere insidiata dagli ebrei (o dagli albanesi, dai musulmani, dai rumeni e così via) Ma che si curino, perbacco!:-).

    >Poi, nel bel mezzo della mia ignoranza,<
    Sì, bella scusa l’ignoranza. Ohè, ci si rimedia con lo studo, sai, basta applicarsi un pochino, mica è inguaribile!

    >parlo di ebrei senza fare distinzioni,<
    E che distinzioni vorresti fare, sentiamo…quali sarebbero, secondo te, gli “ebreibuoni”?(credo siano l’equivalente dei “musulmani moderati” o “extracomunitari onesti” per qualcun altro:-) ).

    >ma sicuramente hai ragione a dirmi che non si deve generalizzare su tutto.<
    Questo è poco ma sicuro. E soprattutto non si deve generalizzare sugli ebrei: sai, in genere:-) sono piuttosto permalosetti e non te la mandano mica a dire.

    >N.B: Carissimo dottore, non preoccuparti che non rompo più come un tempo ;)<
    Si vede che stai crescendo:-).

    Ciao

  43. RitvanShehi says:

    >E il Dottore cos’ha capito di me?

    Nico< Ho capito che dovresti curare un po’ di più quello che scrivi. Altrimenti finisci nella poco onorevole categoria dei “chiagne e fotti”:-), lamentandoti di essere stato frainteso, poi insultato, insomma fai la figura del Berlusconi coi giornalisti:-).
    Voglio dire che se scrivi (#10) “Poi ci immergiamo in discussioni iper lunghe sui lager, diciamo più che altro che i nazisti erano riusciti a vederci abbastanza lontano. (Ovviamente non voglio essere offensivo, ma la verità è verità)” non ti lamentare poi se qualcuno ti dà del “nazista”. Perché di tutte le schifezze fatte dal nazismo (dittatura, guerre, ecc.) nessun paese, chi più, chi meno è stato immune nel corso della storia: ma lo sterminio pianificato e freddamente eseguito di milioni di propri cittadini esemplari e innocenti, solo perché di “altra razza inferiore e pericolosa”, quello è il “marchio del Male” e tu proprio quello mi vai a lodare??!! Ma se ti piace tanto Hitler, benedetto figliuolo, dì almeno che costruì buone autostrade, che era vegetariano:-) e roba simile, non mi fare l’apologia dello sterminio degli ebrei, ekkkekkkakkio!

    Ciao

  44. utente anonimo says:

    Ciao Ritvan

    in effetti è strano dover spiegare a qualcuno che parla di controllo ebraico sul mondo perchè viene preso per un nazista :=0

    Ciao

    Francesco

    troppo pigro per loggarsi

  45. utente anonimo says:

    Letto il libro di Susan Nathan (Shalom frayello arabo).

    Una riflessione: quando la societa’ israeliana, malata della sindrome dell’annientamento, sostiene che se si concedesse una mano agli arabi, essi si prenderebbero poi tutto il braccio, li invaderebbero e infine li butterebbero a mare, essa non ha tutti i torti. Ma la migliore riprova che i loro peggiori timori sono fondati non risiede negli arabi e nella loro presunta indole impura, ma in loro stessi e nel fenomeno storico Israele. Se, cioe, e’ stato possibile che un popolo “X” abbia potuto invadere la terra di un altro popolo “Y”, sopraffarlo e depredarlo dei suoi beni sotto lo sguardo praticamente indifferente del pianeta, questo fenomeno, tuttora in svolgimento, potrebbe ripetersi domani, a parti invertite e sempre senza che la comunita’ internazionale muova un dito. Se il vento cambiasse, gli israeliani quotidianamente constatano che le peggiori ingiustizie potrebbero abbattersi sulla vittima di turno nel silenzio quasi generale.

    E quanto piu’ forte e’ questo timore, tanto piu’ brutale si fa la repressione e questa escalation di violenza rafforza ulteriormente il panico. Non e’ una giustificazione degli ebrei, questa, ma la constatazione che quella societa’ e’ colpita da una malattia psichiatrica e che la madre delle violenze e’ sempre l’indiffrenza.

    Agostino

  46. utente anonimo says:

    “abbia potuto invadere la terra di un altro popolo “Y”, sopraffarlo e depredarlo dei suoi beni ”

    anche le parole possono essere “malate”

    e queste lo sono.

    Invadere? c’è stato un esercito invasore? e dove? su quale territorio? Lo chiedo perchè quando si parla di israele e palestina si tende sempre a confondere le cose, ivi compreso il territorio di cui si parla. Parliamo di gaza/cisgiordania o del territorio israeliano (ante 67)???

    e, poi, è un dato di fatto che i palestinesi abbiano oggi molto di più di quanto non avessero nel 1948: basti contare il numero di università palestinesi

    di scuole, di lavoratori. paradossalmente i palestinesi ricevono da israele più opportunità di lavoro che da tutti i paesi arabi cicostanti… per non parlare delle strutture, ospedali inclusi. pensare che la mamma di arraffat dovette partorire in egitto!!!!

    Secondo uno studio del non proprio sionista ONU… la qualità di vita dei palestinesi “occupati” è mediamente più alta dei palestinesi “ospiti” negli altri paesi arabi e comunque di quella degli arabi stessi

    Martin Mystere

  47. utente anonimo says:

    Si, bravo Ritvan. Come al solito hai capito tutto e tu e gli altri sono merde;) Comunque chiudiamo qui la discussione che ho già capito come va a finire. Nessuno capisce l’ironia, tutti zitti, ligi e attenti in quello che si dice. Altrimenti vieni massacrato da persone che credono di aver capito tutto, ma non hanno capito nulla.

    Nico

  48. utente anonimo says:

    gli altri non sappiamo

    TU SI!

  49. utente anonimo says:

    Nico invece non ha capito nulla e tutti capiscono che non ci capisce una cippa!

  50. utente anonimo says:

    Anonimo:

    1- Firmati almeno con un nick, abbi solamente quel coraggio li.

    2- Con quei ragionamenti ti rendi ridicolo.

    Ah, poi sono io quello che non capisce mai nulla. tsè.

    Nico

  51. utente anonimo says:

    “Con quei ragionamenti ti rendi ridicolo.”

    Nico

    gli unici ragionamenti ridicoli sono i tuoi qui. E sono buono…

    ma leggi quello che scrivi?

    Martin Mystere

  52. utente anonimo says:

    Certo Martyn, sono ridicolo dopo che tutti i miei commenti sono stati strumentalizzati da tutti. Allora è ovvio che capisci quel che vuoi. Che capite quello che volete. Per coglione ci passo io, quando nemmeno conosci veramente quello che penso io. Quello che gira nella mia testa. Riflettici, invece di fare sempre e solo il sapientone;)

    Nico

  53. utente anonimo says:

    In claris non fit interpretatio… dicevano i latini

    c’è poco da capire e da interpretare nelle frasi di chi arriva ad affermare che i nazisti c’avevano visto bene!

    A me le tue idee (ed uso un eufemismo) poco interessano.

    Quanto alla figura da “coglione” – per usare le tue stesse consapevoli parole, mi sembra di capire che ormai ci sei abituato.

    Martin Mystere

    Ps l’unica alternativa, ovvero che sei stato frainteso da tutti, è altrettanto spiacevole: hai ottime idee ma non sai esprimerle; infatti tutti capiscono il contrario. Nulla di male, se non fosse che sembri tenerci tanto a rendere partecipe il mondo intero della tua genialità incompresa o, peggio ancora, della tua estrema ignoranza.

    Martin Mystere

  54. utente anonimo says:

    No, sono solo abituato a parlare con gente che sa sempre rigirarsi la frittata quando vuole. Fraintendersi capita in blog, chat ecc. La cosa più schifosa, però, è se uno fraintende l’altro con un vile sentito dire.

    Nico

  55. utente anonimo says:

    Scusaci, allora ti offro la possibilità di spiegarci meglio cosa significasse la tua frase ” i nazisti erano riusciti a vederci abbastanza lontano”

    Tu fai lo sforzo di essere più chiaro e “tricolore” (leggasi: usa l’italiano) ed io parimenti cercherò di essere meno prevenuto. Ok?

    Martin Mystere

    Ps ma poi devi fare in modo che la spiegazione sia conforme ad altre frasi sul genere “è anche vero che questa gente qui mi sta sempre più sul c per le schifezze che mi tocca sentire sul loro conto.”

    perchè, sai, ad una lettura superficial e girafrittate… sembrerebbe proprio una generalizzazione razzista. magari sbagliamo noi o magari hai ragione tu ed il mio vicino di casa ebreo è in realà uno schifoso e pericoloso dominatore del mondo in incognito.

  56. utente anonimo says:

    Martinez invece non ha rovato il modo di raccontarci la sua versione sulla famiglia (del giornalista) prima morta e poi resuscitata-

    martin Mystere

  57. utente anonimo says:

    Ps però del “vile” dallo a qualcun altro

    :-)

    Martin Mystere

  58. utente anonimo says:

    Vedo che continui a stracapire…mi sembra di averlo detto già un paio di volte, ma vedo che non è servito. Quella frase era solo per fare ironia/iperbole, per esprimere un mio sentore, ovviamente esagerato. Io parlo per quel che conosco personalmente, generalizzare mi sembra ingiusto. Ho letto un paio di cose su banche, finanza, ed ebrei (NON TUTTI QUELLI ESISTENTI AL MONDO). Poi cosa vedo? Gente che è stanca di girare il mondo e si crea uno stato a discapito di altri. IMPERIALISMO. Ora cosa dovrei pensare? Che non tutti hanno colpe, ma sono molto affaristi e doppiogiochisti. Tutto questo ragionamento è una mia idea, non pretendo che tu la rispetti. Più che altro puoi dire cosa ne pensi, lasciando da parte l’essere nazista. CHE IN ME NON PERSISTE.

    Nico

  59. utente anonimo says:

    Nico

    Iniziamo a ragionare

    “Ho letto un paio di cose su banche, finanza, ed ebrei ”

    non lo metto in dubbio: un paio, al massimo. Senza contare che non è dato capire su quali fonti e, soprattutto con quali basi culturali

    “Poi cosa vedo? ”

    io direi cosa interpreti della realtà fenomenica che vedi, ma qusto è un altro discorso

    “Gente che è stanca di girare il mondo e si crea uno stato a discapito di altri.”

    si, e dove? Questo discorso mi interessa. Io – correggmi se sbaglio – credevo che israele fosse uno stato e palestina fosse un altro stato con due TERRITORI distinti e separati (GEOGREAFICAMENTE intendo) e che entrambi non esistessero prima del 1948

    o ti risulta il contrario? Mi interessa davvero capire le tue “idee”

    Poi, già che ci siamo si potrebbe anche discettare su quanti stati siano nati sulla carta fra il 1900 ed oggi. Sapevi (sicuramente no) che il kwait e la giordania sono nati esattamente come israele?

    sapevi che la giordania è stato il frutto di una donazione inglese ad una famiglia ashemita che di fatto governa su un popolo (palestinesi) diverso?

    e la moldavia?

    IMPERIALISMO

  60. utente anonimo says:

    “Tutto questo ragionamento è una mia idea, non pretendo che tu la rispetti. Più che altro puoi dire cosa ne pensi, lasciando da parte l’essere nazista. CHE IN ME NON PERSISTE. ”

    vedi tutte le idee sono rispettabili a patto che siano logiche, documentate e si fondino su elementi certi.

    Poi esistono idee meno rispettabili ma cio’ non di meno libere.

    Infine esistono le fregnacce che non si basano su fatti ma su due o tre letture anzi “un paio”

    Ecco se ti fa più piacere non relego più le tue idee nel nazismo (anche se ci rientrerebbero a pieno titolo) ma nel l’ambito delle fregnaccia.

    Martin Mystere

  61. RitvanShehi says:

    >Quella frase era solo per fare ironia/iperbole, per esprimere un mio sentore, ovviamente esagerato. Nico< Sì, vabbè, adesso abbiamo capito o emulo di Berlusconi:-), però, la prossima volta che ti venisse il ghiribizzo di fare del sottile umorismo alla Ahmadinejad sui forni crematori di Hitler, per cortesia avvisaci prima, cosi non ci prende un colpo. Ecco, per esempio, potresti adottare il metodo che si usa nei copioni teatrali: prima di esibirti nel tuo pezzo “ironico”, scrivi fra parentesi “(con tono ironico)”:-)
    T’è capi’?

    Ciao

  62. utente anonimo says:

    Ritvan avevi proprio ragione: questo è peggio di reza!

    M Mystere

  63. RitvanShehi says:

    >Ritvan avevi proprio ragione: questo è peggio di reza! M Mystere< Ma no, non lo dicevo in quel senso: è solo molto giovane, non dà la dovuta importanza alle parole e, inoltre, non ha ancora acquisito una sufficiente capacità dissimulatoria:-).

  64. utente anonimo says:

    Già, non riesce a nascondere i propri pensieri reali

    magari dipende dal fatto che non si rende conto della gravità (ed anche della falsità) di quello che dice.

    E’ il solito cretino che, dopo aver letto uno o due autori (blondet?) e senza avere studi (anche minimi) alle spalle, crede di avere la verità rivelata.

    Sono anche convinto che spesso si chieda come mai tutti gli altri non riescono a vedere le cose chiare come le vede lui.

    Vero nico? te lo chiedi mai?

    Martin Mystere

  65. utente anonimo says:

    Ho già capito che con voi non si farà mai un discorso normale, perchè uno quando lo mettete in croce ci resta finchè non muore punto dal vostro veleno che portate nel cuore verso chi ha il coraggio di esprimere idee che non sono nella vostra testa. Visto che con voi non si arriva ad una conclusione, per un motivo o per l’altro, ditemi più che altro chi minkia è sto reza.

    Nico

  66. x Nico

    in effetti, questo è un blog per gladiatori. qua si gioca duro e sporco. i permalosi dovrebbero stare alla larga. :-)

    ciao a tutti!

  67. utente anonimo says:

    Si, appunto. Non ci metto tanto, pure io, a prendermela con il primo che capita. Soprattutto se mi accanisco dopo aver sentito da altri chissà che cosa.

    Nico

  68. direi che bisogna prenderla sempre con ironia, in questa maniera si può rispondere a tutti e non ci si offende. in fondo è solo un blog. martin è uno caliente

  69. utente anonimo says:

    Infatti, è quello che dico sin dall’inizio.

    Nico

  70. utente anonimo says:

    Barbara nico non ha ben capito il senso della tua frase

  71. Pazienza, non è né il primo né l’ultimo qua!!

  72. RitvanShehi says:

    >Visto che con voi non si arriva ad una conclusione, per un motivo o per l’altro, ditemi più che altro chi minkia è sto reza.

    Nico< E’ uno che vede la mano degli eb..pardon:-), dei “sionisti” dietro ogni porcata che succede nel Medio Oriente e dietro ogni fallimento della politica espansionistica del suo amato Iran. Però, siccome lui è iraniano e l’Iran contende a Israele l’egemonia nel MO, la cosa non mi stupisce più di tanto e, pertanto non me ne scandalizzo, come, invece fa il buon Mystere.
    Invece, tu, caro il mio impregnato di italico patriottismo ci vorresti cortesemente illustrare quale male gli ebrei (tout court, senza “pardon sionisti”:-)) abbiano fatto alla tua amata Italia, tanto da starti sui cosiddetti? Illustrarcelo con le carte, eh, mica con panzane da bar sport. Grazie.

  73. utente anonimo says:

    Ritvan, non capisco cosa possa c’entrare l’Italia anche perchè in Italia la causa sionista esiste relativamente e viene appoggiata a distanza. Ti do comunque questo link, vediamo se ti risveglia qualcosa in te. http://it.wikipedia.org/wiki/Nuovo_Ordine_Mondiale

    Nico

  74. RitvanShehi says:

    >Ritvan, non capisco cosa possa c’entrare l’Italia anche perchè in Italia la causa sionista esiste relativamente e viene appoggiata a distanza. Nico<
    Appunto:-)

    >Ti do comunque questo link, vediamo se ti risveglia qualcosa in te. http://it.wikipedia.org/wiki/Nuovo_Ordine_Mondiale< Affascinante. Fra le ipotesi più accreditate:-) su chi sia a muovere i fili del Nuovo Ordine Mondiale c’è quella degli extraterrestri (detti anche “alieni”). Non sarebbe meglio prendersela con loro, invece che con gli ebrei? Ah, già, dimenticavo, è perché l’esistenza degli ebrei è stata provata:-) Ciao

  75. utente anonimo says:

    Io la prova te l’ho data, poi ognuno crede a quel che vuole. Parlavo con un altro tipo e mi diceva che se fai una lunga ricerca sui menbri del congresso americano la maggior parte sono ebrei. Facendo un breve ragionamento: l’America se va male l’economia è in grado di bloccare anche quella del mondo. L’America qui, l’America di la. L’amore per governare il mondo sempre ci sarà… per questi qua!!!

    Nico

  76. utente anonimo says:

    e questa sarebbe la prova?

    nico a questo punto non devi più rispondermi sul perchè hai interrotto gli studi dopo le elementari… è ovvio

    perchè anche le medie ti risultavano troppo difficili

    martin Mystere

  77. utente anonimo says:

    Ritvan questo è così cretino da credere per davvero che un gruppo di persone governino il mondo solo in base al loro legame religioso?

    Se così fosse i protestanti dominano il mondo visto che i wasp sono la maggioranza al congresso.

    brutta accopppiata l’analfabestismo con la stupidità, anco più grave se accompagnata dalla presunzione

    Conosco analfabeti intelligenti ed intelligentissimi

    qui ne abbiamo conosciuto uno stupido e presntuoso,, che crede di avere la verità in mano

    Se è stupido un decimo di quello che sembra c’è da chiedersi come faccia ad imboccarsi da solo.

    Martin Mystere

    Ps Nico dicci, tu il chupachups hai imparato subito a succhiarlo o, prima, hai cercato di aspirarlo dalla cannuccia per 10 giorni?

  78. utente anonimo says:

    Mi viene da pensare ad un conoscente ebreo…

    non è stato molto fortunato nella sua vita. Una casa modesta, un lavoro mediocre. Un omini grigio tutto sommato.

    Un giorno l’ho incontrato mentre leggeva alcuni opuscoli estremisti (gente che scrive le stesse fregnacce di Nico)

    gli ho chiesto se non soffrisse nel leggere simile immondizia e, mi ha risposto sorridendo:, perchè mai? li leggo quando sono triste e mi tiro su l morale, scoprendo che sono ricco, potente e domino il mondo!!!

    Martin Mystere

  79. utente anonimo says:

    Martyn, è dall’inizio che tu non fai altro che offendere la mia persona. Se sei una persona rispettosa e non maleducata, non è il tuo caso comunque si può sempre cambiare, la smetti. Altrimenti te ne freghi di me e non rispondi nemmeno. Mi dai del nazista quando poi sei tu che vieni qui ad offendere e a voler in tutti i modi mettermi nella testa quel che vuoi tu. Per poi non parlare del fatto che mi metti in bocca parole mai dette. Comunque, credo che siamo arrivati oltre. Tu arrivi solo al personale e al vile sentito dire da qualcuno contro di me. Qundi basta!

    Nico

  80. utente anonimo says:

    son più volte che parli di “vile sentito”

    ma procediamo per gradi

    io non ti ho messo in bocca niente che TU NON ABBIA SCRITTO, senza fornirci, come da mia specifica richiesta, una valida interpretazione

    hai scritto (e non detto) delle cose che IN ITALIANO hanno un significato preciso.

    Delle due l’una o non conosci la lingua italiana

    o adesso ti rimangi quanto scritto che è li e ci resta a futura memoria.

    Se vupoi sei sempre in tempo a fornirci spiegazioni esaurienti atte a dimostrarci che in tanti si è frainteso il tuo “pensiero”

    Comunque se per te è una vergogna od una offesa scrivere che hai smesso gli studi… allora ti chiedo scusa per aver espresso una constatazione.

    martin Mystere

  81. utente anonimo says:

    Vedi come sei. Il cretino datomi in un qualche commento dove lo metti? Per mettermi in bocca cose mai dette da me intendo solo una cosa: io non ho scritto che tutti gli ebrei sono uguali, e tu mi hai tirato fuori una discussione tra te e un ebreo normalissimo ( da quel che ho capito). Per il resto io non mi rimangio tutto, ripeto solamente che il mio primo commento era ironico – ovviamente, non penso in positivo all’olocausto. Per il resto lo credo sul serio, ma non do colpa solo agli ebrei (e ripeto non cito tutto il popolo ebreo) perchè sotto sotto non ci sono solo loro.

    Nico

  82. utente anonimo says:

    Stiamo migliorando

    non pensi positivo circa l’olocausto ma ancora non ci spieghi il ragionamento della finanza ebraica che controlla il parlamento usa e, perchè, quando parli di ebrei scrivi “questa gente” al plurale rendendo cosi’ distrubuite e genealizzate le responsabilità (eventuali) di alcuni

    No i conti non tornano.

    Più scrivi e più mi confermi la mia idea iniziale: ho a che fare con un cretino… o vorresti limitare la mia libertà di pensiero e parola? :-)

    M Mystere

    Ps guarda che se hai smesso gli studi per dover lavorare non ti devi vergognare affatto

    anche se, leggendoti, sarei propenso ad altra ipotesi.

  83. utente anonimo says:

    perchè sotto sotto non ci sono solo loro.

    in italiano significa: soto sotto OLTRE agli ebrei ci sono altri colpevoli

    ma i principali sono loro :-)

    Chi è n cretino? è uno che non capisce quando smettere di srivere fregnacce e che più cerca di difendersi più conferma le “accuse” ; questo accade perchè è così cretino da non capire la valenza di quanto ripete.

    M Mystere

  84. utente anonimo says:

    ripeto. aveva ragione ritvan

  85. utente anonimo says:

    Un esempio della finanza è questo: il petrolio. Il petrolio è valutato in petroldollari, i dollari sono presenti nelle banche europee. L’europa è sottoscacco degli USA sia dal punto di vista ideologico, militare ed economico. Gli Usa sono molto attaccati ad Israele e questo spiega il fatto dei consiglieri di Bush e i membri del congresso. Adesso io ti posso pure raccontare del marito di mia zia che è ebreo. Quello è ricco, quello crede di essere superiore a molte persone, quello è tutto e di più. Ovviamente non generalizziamo, non tutti sono così, ma sanno il fatto proprio.

    Nico

  86. utente anonimo says:

    Interessantissimo

    e questi dotti studi di economia dove li avresti fatti?

    Hai mai preso in mano un testo(vero) di economia? Non credo.

    Posso chiederti, senza ironia, cosa fai nella vita per campare e, soprattutto, quanti anni hai?

    m Mystere

  87. mariak says:

    Segnalo che nel sito del Piccolo Zaccheo si parla del libro

    Erbe amare.

    Si può leggere la lunghissima stroncatura di un anonimo ,S., e la risposta dell’autore.

  88. utente anonimo says:

    nico (85)

    il tuo post è…..

    incredibile!

    mi piacerebbe sul serio commentare parola per parola, ma ti limito a cercare su google “dollari riserve cina”, avrai delle sorprese

    :-)

    roberto

  89. utente anonimo says:

    ah ma vedo che questa discussione esilarante si protrae da un po.

    ti lascio volentieri a martin mystere, ma c’è una cosa che mi piacerebbe sapere da te nico:

    se è vero che i perfidi ebr… ehm sionisti si “sono presi l’onore di essere i capi del mondo”, com’è che non riescono a starsene in santa pace nemmeno in quel buchetto polveroso a sud del libano?

    roberto

  90. utente anonimo says:

    Chissà perchè Roberto. Forse perchè le persone a cui gli è stato preso quel pezzo di terra non ci sta e lo rivuole indietro.

    Nico

  91. utente anonimo says:

    beh, questo è chiaro.

    ma se i tizi che prendono la terra “comandano il mondo” come tu sostieni, dovrebbe essere facile per i Pdroni del mondo scacciare i quattro beduini che abitano lo stesso buchetto polveroso, non ti pare?

    roberto

  92. utente anonimo says:

    Non è assolutamente facile. Questi “padroni”, come li chiami tu, possiedono pure l’esercito più potente del mondo arricchito grazie agli Usa, ma le armi sono le stesse, gli uomini sono gli stessi. Non è che possiedono armi così potenti e sovrannaturali che solo loro possono utilizzare. E poi non credi che da quando sia iniziata quella guerra è passato troppo tempo? Secondo me, c’è qualcosa sotto. Le finte tregue, gli attacchi che durano giorni e poi l’invasione si è già spenta. Tutto è mirato ad un unico obiettivo. Ovviamente questo è un mio pensiero, ma quel che hai detto tu è vero: in due e due quattro per gli israeliani non sarebbe difficile farli fuori quei 4 beduini. E invece non lo fanno. Il perchè non lo so, ma non è una cosa tanto realistica questa. Come la guerra in Iraq, tutta una bufala mirata ad un qualcosa pianificato da molto tempo.

    Nico

  93. utente anonimo says:

    nico alla prossima festa ti porto con me: ho degli amici che non credono che nel 2000 esista ancora un deficiente simile

  94. utente anonimo says:

    Va bene, ma la prossima volta abbi almeno quel coraggio di firmarti ;)

    Nico

  95. utente anonimo says:

    Ah anonimo, ultima cosa. Alla prossima festa non piangere se poi la tipa non torna più a casa con te, ma si è trovato un altro ;)

    Nico

  96. utente anonimo says:

    Nico ti lascio mentre scrivi fregnacce e ti ritrovo a scrivere fregnacce, fra una litigata e l’altra.

    Non volevo violare la tua intimità nel chiederti età e professione/lavoro: era giusto per capire con chi avessi a che fare… se con un ragazzotto analfabeta o con uno sfigato totale.

    Martin Mystere

  97. utente anonimo says:

    Martin, non ti ho risposto perchè chiedi sempre quelle invece di ribattere. Tutto qui. E poi che cazzo ti rispondo se devo prendere solo degli insulti.

    Nico

  98. utente anonimo says:

    ribattere?

    Io quanto dovevo scrivere ho scritto. Hai postato una cagata che se esposta ad un esame di economia ti avrebbe garantito una sonora bocciatura con tanto di calcio in culo. E’ ovvio che ti chieda quali studi hai dietro: devo capire se sei un pessimo studente o se non hai frequentato affatto.

    la tua pseudocultura i basa su due o tre nozioncine imparate a pappagallo da persone ove possibile ancora più ignoranti di te.

    Dai, adesso lasciaci parlare fra persone serie, fatti un giretto e vatti a leggere il corriere dello sport

    sempre non ti risulti troppo difficile anche quello

    Martin Mystere

  99. utente anonimo says:

    E tu chi sei per dirmi questo? Quale qualifiche hai per dirmi questo? Dai smettiamola.

    Nico

  100. utente anonimo says:

    Nico

    cerchiamo di capirci una volta per tutte

    Tu arrivi qui e ci fornisci una teoria “economica”

    è ovvio che ti chieda delle credenziali al riguardo. Tu accetteresti delle medicine da un idraulico o consigli su come riparare un lavandino da un medico?

    Se non riesci a capire neppure questo è inutile proseguire.

    Martin Mystere

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>