Tre giornate contro le tecnoscienze

29, 30, 31 luglio, presso Altradimora vicino ad Alessandria, gli amici (miei, non necessariamente vostri) di Resistenze al Nanomondo invitano a un incontro sulle cose davvero importanti che stanno succedendo ai nostri tempi, di cui pestilenza, guerra e carestia sono soltanto le manifestazioni esteriori.

“Contro l’attacco ai corpi tutti, per l’indisponibilità e inviolabilità del vivente, contro l’attacco alla dimensione del sacro e al senso stesso di umanità, allo spirito più profondo di quello che significa restare umani.

Per lottare e resistere, nell’unione di spiriti liberi.”

Quelli che camminano a testa bassa per non vedere, o che sono contenti di vivere il suicidio dell’umanità, o che a ogni messaggio di terrore si ritirano spaventati, si rilassino: nessuno vi ha invitati.

Tanto siamo solo feicniuse, a voi che ve ne importa?

Agli altri, quelli che come canta Lila Downs…

“Arbol de mi sangre
Arbol de mis hijos
Arbol de la vida
Arbol de mi Dios”

ecco a voi il programma

per partecipare, scrivete direttamente a Resistenze al Nanomondo, ma se siete lettori di questo blog, mi farebbe piacere ricevere un messaggio anch’io (scrivendo a udra, che in antico indoeuropeo è la radice di parole diverse come “idraulica, sudore e lontra”, spirulino, seguito dalle enigmatiche sigle pm punto me).

Disclaimer. Per ogni cliente che riesco ad abbindolare per il convegno, mi awardano con dieci Like sul mio canale di TikTok.

Con mille, vinco un paio di occhialini che mi danno accesso diretto al Metaverso, così non mi vedete più.

Questa voce è stata pubblicata in ambiente, Censura e controllo globale, ciberdominio, esperienze di Miguel Martinez, resistere sul territorio e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Tre giornate contro le tecnoscienze

  1. daouda scrive:

    Elettricità, macchine a vapore, internetto, telegrafi, tv et cetera…

    • Andrea Di Vita scrive:

      @ daouda

      “elettricità”

      Esatto. Chi dice di diffidare della tecnologia di solito diffida di quella che non usa.

      Ciao!

      Andrea Di Vita

      • Francesco scrive:

        Sarebbe da fessi NON diffidare delle tecnologie che più usiamo!

        • Andrea Di Vita scrive:

          @ Francesco

          “diffidare”

          Al tempo.

          Se so come si usa un coltello sto attento a usarlo senza farmi male, giocarci impropriamente ecc. Non penso che me l’abbia messo subdolamente in mano la lobby dei venditori di cerotti.

          Col nucleare, invece… 🙁

          Ciao!

          Andrea Di Vita

  2. Moi scrive:

    @ MAURICIUS / TUTT* 😉

    https://www.youtube.com/watch?v=yZRM0taHu4o

    ALPINI, GENTILINI (!) :

    «ACCUSE ORCHESTRATE. APPREZZAMENTI ALLE DONNE? DEVONO ESSERNE ONORATE

    13/05/2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.