La nostra terra

E’ autunno profondo.

Apro il cancello del giardino, c’è Sincero, di nome e di fatto.

Muratore in pensione, saggio, profeta, cura il nostro giardino senza essere retribuito, senza essere fermato, e mi fa…

“Foglie, quante foglie…”

Sono settimane che lui le ammucchia, per nutrire la vita di lombrichi.

Poi mi fa, quasi fosse meno importante…

“Ho visto la luce accesa stamattina nella stanzina in fondo!”

“E mi son chiesto perché, son andato a vedere… qualcuno stanotte ci è entrato!”

Insieme scopriamo che qualche misterioso personaggio, di cui identifichiamo le orme fangose, è entrato nel giardino di notte, e ha rubato un telefonino.

Poi Sincero si mette sull’ingresso, e mi parla della fisarmonica.

Lui è nato proprio al confine, tra Toscana ed Emilia, insù verso la Marecchia.

Con voce possente e sguardo estasiato, alza le braccia al cielo:

“Io suono la fisarmonica, e mi trombo la mi’ moglie!

E mentre me la trombo, canto,

Romagna mia, Romagna in fiore

Tu sei la stella, tu sei l’amore

Quando ti penso, vorrei tornare

Dalla mia bella, al casolare!

Questa voce è stata pubblicata in esperienze di Miguel Martinez, Il clan dei fiorentini, Italia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

25 risposte a La nostra terra

  1. PinoMamet scrive:

    La fisarmonica è il contrario di Gesù bambino con la mascherina!

  2. Andrea Di Vita scrive:

    @ Martinez

    “Sincero”

    🙂

    È la persona che abbiamo visto ramazzare le foglie ai Nidiaci?

    Ciao!

    Andrea Di Vita

  3. Francesco scrive:

    Chi è che lascia solo un cellulare la notte? ma siete matti?

    • Miguel Martinez scrive:

      Per Francesco

      “Chi è che lascia solo un cellulare la notte? ma siete matti?”

      Era il cellulare di servizio del Centro Giovani, rimasto nel loro ufficio. Si sono fregati anche il loro computer, a noi niente danni, hanno sdegnato anche un bell’impianto di amplificazione!

  4. Moi scrive:

    C’ è uno spot / video con Reinhold Messner che parla di un grande ghiacciaio ormai sciolto … però gli han dato un doppiatore in Doppiaggese, togliendogli quel bel accento da Sturmtruppen 😉 SudTirolese : va da sé, ho chiuso il video.

  5. tomar scrive:

    C’è poco da scherzare, ragazzi.

    Premesso che non ho nessuna simpatia per l’attuale governo (le circostanze della cui nascita mi sembrarono persino dare un umoristica credibilità alla barzelletta del complotto demo-pluto-giudaico-massonico), sulla questione del punturarsi oppure no dico la mia.
    Che è: non contesto a nessun individuo il diritto a non farsi punturare, purché questo individuo non pretenda al tempo stesso di spacciarsi per cristiano, social-comunista (la mia figliola, per dirne uno), comunitarista o unovaleunista.
    A tale individuo porrei questa semplice questione: le statistiche dicono che un non vaccinato occupa, secondo le classi d’età, da 4 a 8 posti letto in più nelle terapie intensive rispetto a un vaccinato. Cercando di venirgli incontro il più possibile direi dunque al nostro iononmipunturo: mio caro, mettiamo pure che tu, oltre al posto covid che giustamente ti spetta come a tutti gli altri umani, ne occupi non 4 o 8 ma “solo” un altro in più, togliendolo hic et nunc a un altro umano che ne avrebbe bisogno per altre malattie. Dimmi allora caro, tolto il bla bla sul fratello, compagno ecc., in base a quale concezione non risalente all’ancien régime tu ti arroghi il diritto di togliere una speranza di vita anche a un solo tuo fratello, compagno ecc.?
    Dopo la morte, una pandemia è probabilmente l’esperienza umana che più oggettivamente ci affratella: di fronte a questa, “farsi pecore” è la risposta eticamente più alta, non solo la più scientificamente sensata.

    Pecorone punturato

    • Mauricius Tarvisii scrive:

      “in base a quale concezione non risalente all’ancien régime”

      In base alla concezione liberal-consumista: io penso solo a me stesso e faccio il cazzo che voglio. E poi ci saranno i vari teorici che rivestiranno questo mio diritto di libero consumatore di una qualche patina di nobiltà, come è sempre stato.

    • roberto scrive:

      Pecorone punturato,

      Tutto ciò è vero, ma….veramente pensi che dopo ormai un anno ci sia un margine di discussione? Chi doveva essere convinto sarà già stato convinto per gli altri possono pure scendere i santi del paradiso ma non c’è nulla da fare

      Pecorone tripunturato

      • tomar scrive:

        caro tripunturato (io, pur ultrasettantenne, nella Toscana dell’orrido Giani ho potuto far la seconda solo a fine luglio perché prima son passate tutte le consorterie)
        io non ho detto che pretendo di convincere un nonmipunturoperchépensoconlamiatestaecc.
        ma solo che poi non pretenda di spacciarsi con me da cristiano, socialista, comunitarista ecc.

    • Andrea Di Vita scrive:

      @ tomar

      “tripunturato”

      Concordo.

      Ciao!

      Andrea Di Vita

    • Peucezio scrive:

      Tomar,
      “Dopo la morte, una pandemia è probabilmente l’esperienza umana che più oggettivamente ci affratella”

      A me è servita a capire che gli italiani di oggi sono un popolo di merda.
      E semmai potevo avere un qualche senso di fratellanza con questa genia di cagasotto vigliacchi, ipocondriaci, apprensivi, paranoici e misantropi, ora posso averla solo verso le singole persone e verso i nostri antenati.

      • Peucezio scrive:

        Intendiamoci, della genia fanno parte anche i no-vax (non i no-greenpass): in fondo l’essenza è sempre quella: scelgo la salute anziché una vita degna di essere vissuta, come se tutto ciò che mi circonda fosse contaminante.

  6. Miguel Martinez scrive:

    Mi arriva questo (da fonti anti-cloropass), accompagnato da un video di gente tutta mascherata che si insulta ferocemente ma non si capisce perché.

    Ne sapete qualcosa?

    Roma. Pineta Palace hotel 19 Dicembre 2021.
    Assemblea dell’Ordine dei Medici Chirurghi di Roma, il più grande d’Europa.

    Convocata per le ore 10:00, aperta sostanzialmente alle 10:30, finita alle 10:50

    Il presidente il segretario e il tesoriere interrompono l’assemblea e vanno via lasciando tutti i partecipanti dopo avere intascato 119 NO e 83 SI al (contati a mano dalla loro rappresentante quindi passabili di correzione) alla prima votazione sull’approvazione del 18 Aprile.

    114 medici hanno chiesto l’abolizione dell’obbligo “vaccinale” e il rispetto della Costituzione… il Preside Magi scioglie invece l’assemblea con un pretesto, chiama la Polizia e spegne i microfoni. La lettera dei 114 è agli atti.

    Segui il canale
    https://t.me/lacivettabianca

  7. Moi scrive:

    NON capisco :

    Draghi è un’ Emanazione Diretta del Potere Senza Volto [cit.] , NON ha [dal proprio punto di vista] plebaglie del cui voto dover rendere conto … perché NON impone Manu Militari il Vaccino Obbligatorio e NON manda l’ Esercito ad annientare gli Oppositori di Piazza, come farebbe un Erdogan (Anagramma di “Dragone” … è forse un caso ? 😉 …) qualsiasi ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *