Scoppiare a ridere

Grazie al commentatore Z, scopro un meraviglioso sito di indagatori di false citazioni del Buddha.

E lì scopro una autentica citazione buddhista (almeno la citazione tibetana, con le sue belle consonanti finte che indicano toni, sembra autentica) che spiega quanto ci sia da spiegare, se abbiamo proprio voglio di spiegarlo:

thams cad mnyam rdzogs sgyu ma’i rang bzhin la//
bzang ngan blang dor med pas dgod re bro//

Poiché ogni cosa non è che illusione,
perfetta in ciò che è,
senza alcun rapporto con il bene o con il male,
con l’accettazione o con il rifiuto,
tanto vale scoppiare a ridere!

Tratto dal primo capitolo della Autoliberazione della Grande Perfezione nella Natura della Mente di Longchenpa (1308-1364).

Questa voce è stata pubblicata in monispo, riflessioni sul dominio e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

195 risposte a Scoppiare a ridere

  1. izzaldin scrive:

    http://palermo.repubblica.it/cronaca/2016/12/11/foto/battiato_e_gli_altri_una_villa_a_pizzo_sella_per_i_buddisti_siciliani-153892905/1/#1

    proprio ieri a Palermo ha aperto un nuovo centro buddhista.
    penso i buddhisti siano le persone migliori con cui sia possibile affrontare il tema della morte

  2. Grog scrive:

    I Buddisti siciliani devono essere sul serio dei VERI BUDDISTI infatti
    I BUDDISTI SICILIANI NON VEDONO NON SENTONO NON PARLANO
    E
    SI FANNO ASSOLUTAMENTE I BUDDA LORO.
    Grog! Grog! Grog!

  3. supervice scrive:

    Ci sarebbe da specificare la traduzione di illusione.
    Se fosse qualcosa di inesistente ma solo inventato, ci vedo dei problemi nell’accettazione perché non riesco a fare a meno di cercare un senso, qualunque esso sia.
    Se si parla di illusione nel senso di credere a un qualcosa sapendo però in fondo di non averci sostanzialmente capito una sega, check. Penso che ci si possa ridere, e allo stesso tempo uscirne più forti.

  4. Moi scrive:

    Mi pare che Schopenhauer (influenzato dal Buddhismo quando era ancora pioneristico e NON una moda da Fricchettoni …) paragonasse le “illusioni” dell’ intelletto alle bolle di sapone … in cui la realtà è appunto rappresentata dal sapone.

    Boh, va be’ : c’è il Buddhismo “suggestivo” ch’ è interessante … poi c’è il Buddhismo “speculativo” ch’è palloso, come da Rivelazione 🙂 di Pino _ che frequentò Taiten Fausto Guareschi _ a Tortuga.

  5. CarloGi scrive:

    Perdonate, ma non posso non citare la battuta di un mio amico – alta borghesia, grande città – battuta che forse sfiora una verità sociologica
    “Le ragazze della mia generazione che hanno studiato dalle suore Marcelline, o sono diventate buddiste, o sono diventate buddane”
    Tutto ciò penso non abbia niente a che fare col buddismo, però…

  6. Francesco scrive:

    “tanto vale scoppiare a ridere”

    mi va molto bene per le Grandi Boiate (tipo il Destino del Mondo, la Ricerca del Noumeno, la Sconfitta nel Derby, il Vero Senso della Vita, la Disputa con Ario) ma nelle piccole cose concrete devo trovarci Dio per non essere disperatissimo

    ciao

  7. Mario scrive:

    “C’è la via, ma non v’è alcuno che la percorra” (Buddhaghosa).
    “I took one Draught of Life/I’ll tell you what I paid/Precisely an existence/The market price, they said” (E. Dickinson).
    “Ridi, ridi, che mamma ha fatto i gnocchi” (Dante ALighieri, citato da N. Manfredi).

  8. Grog scrive:

    Pare che per l’Italia si aggiri un tale che si spaccia per FISIOTERAPISTA e che per la modica somma di 400 Euri FICCHI UN DITO IN CULO ALLE PAZIENTI diagnosticando situazioni di infelicità o di felicità sessuale con commenti e suggerimenti del tipo “lei signora è troppo contratta spinga un pochino! Ecco…Ecco si così! Come quando deve fare la cacca”
    Ora a parte il fatto che un molesto UROLOGO con tanto di guanti e lubrificazione, assistente femmina (per far vergognare di più), ha FICCATO UN DITO IN CULO A GROG PER SOLI 150 Euri c’è da chiedersi:
    – 1 se ha seno farsi mettere un dito nel culo al di fuori di pratiche erotiche da porconi;
    – 2 se il dito va lubrificato o meglio bagnato con la saliva;
    – 3 se il dito va lubrificato NATURALMENTE CON LA CACCA;
    – 4 se il dito sporco di cacca va fatto succhiare alla signora e /o al signore.
    Grog! Grog! Grog!

    • Miguel Martinez scrive:

      Per Grog

      “Pare che per l’Italia si aggiri un tale”

      Caro grog, c’è un limite anche ai grog…

      • Francesco scrive:

        no, no, sto giusto cercando di cambiare occupazione!

        😀

      • Grog scrive:

        Caro Miguel anche Grog riconosce che dei limiti ci devono ben essere!
        Altrimenti non si sa dove si va a finire!
        Mi pare che i Romani avessero addirittura una Divinità del limite che chiaramente invitava a non eccedere oltre il …limite.
        Ora la storia del sedicente fisioterapista che DITALINA POSTERIORMENTE LE GENTILI SIGNORE PARE SIA VERA e illustrata in TV da quei perfidoni delle Jene.
        Ciò premesso mi pare che il simpatico Francesco abbia colto in pieno il senso della cosa, chi METTE QUALCHE COSA IN CULO AL PROSSIMO non solo non viene indicato al pubblico ludibrio ma si fa anche pagare profumatamente.
        Baciamo le mani ( se prima non hanno fatto strane attività para mediche e/o erotiche)
        Grog! Grog! Grog!
        P.S.
        Ma i Roventi Messicani non si fanno mettere un dito nel posteriore dall’urologo o dalla gentile signora per fini erotici?

  9. Miguel Martinez scrive:

    OT

    Si discuteva del ruolo degli scienziati nell’analizzare le tendenze del pianeta (e anche dell’assurdità di parlare di cose come le “leggi inesorabili dell’economia”).

    Un esempio.

    Proprio mentre ci si inizia a preoccupare dell’anidride carbonica nell’atmosfera, c’è un’improvviso e potente aumento del metano nell’atmosfera, che ha effetti riscaldanti molto più potenti.

    Certamente dovuto in gran parte sia all’agricoltura/allevamento industriale che ai carburanti fossili, ma la dinamica è stata poco studiata, supera ogni previsione e finora non è stata contrastata.

    https://www.theguardian.com/environment/2016/dec/12/rapid-rise-methane-emissions-10-years-surprises-scientists

    In questo, non c’è certo colpa da parte degli scienziati; il problema è che si è sbucheltato il mondo da cima a capo, senza che nessuno – a parte Leopardi – si fosse posto il dubbio sull’opportunità di farlo.

    • Abd al-Jabbar Ibn Hamdis (già "Andrea") scrive:

      Dato che se ne sta riparlando, riguardo all’impatto delle molecole “pesanti” in atmosfera (e di altri fattori) in termini di riscaldamento globale, vorrei menzionare il punto di vista del prof. Franco Prodi (adesso non posso linkare nulla, ma dovrebbero esserci sue interviste e testimonianze sulla rete). Nel mio piccolo, ritengo che il suo sia il punto di vista esaustivo e pragmatico di una persona senza dubbio competente nello specifico.

    • Francesco scrive:

      Miguel

      ma se il mondo non serve a sbucheltarlo, che cavolo è lì a fare? e se l’uomo non è qui per sbucheltare, che ci stiamo a fare?

      mi fai sentire un folle completo, un disaddatato, proprio non riesco a capire il mondo come lo vedi tu, sono più vicino al sogno del Comunismo di Marx che a te

      finirò alla Casa dei Matti, immagino

      🙂

      • Miguel Martinez scrive:

        Per Francesco sbucheltatore…

        Ti aveva già risposto a suo tempo il buon Theodore Kaczynski:

        “The conservatives are fools: They whine about the decay of traditional values, yet they enthusiastically support technological progress and economic growth. Apparently it never occurs to them that you can’t make rapid, drastic changes in the technology and the economy of a society without causing rapid changes in all other aspects of the society as well, and that such rapid changes inevitably break down traditional values.”
        ― Theodore J. Kaczynski, Industrial Society and Its Future

        • Z. scrive:

          Insomma, a volte il progresso fa saltare tutto per aria, dice Teodoro, e Teodoro se ne intende di esplosioni…

        • Francis scrive:

          Why “apparently”? We do believe that values are totally invunerable to changes in technology and economy and only decay for moral and ideal causes.

          Bye

          Francesco il solito

        • Francesco scrive:

          Caro Miguel

          mi hai quasi fregato con la citazione in inglese! ma non coglie affatto il punto, che è metafisico e non politico.

          L’uomo, nella sua vita terrena, esiste in quanto sbuchelta. E’ uomo e non scimmia da quando ha iniziato a sbucheltare (il fuoco? la pietra scheggiata? non lo saprei dire con certezza).
          Se non lo fa, nega la sua natura. Come un bufalo che non volesse brucare o un fiume che volesse andare verso l’alto.

          Si può sbucheltare bene o male ma non si può non sbucheltare!

          Ciao

          F’ o perplesso

          • Z. scrive:

            Mi duole ammetterlo ma credo che Francis abbia ragione.

          • Peucezio scrive:

            Francesco,
            il punto non è il modificare l’ambiente naturale: l’uomo neolitico l’ha addirittura stravolto.
            Il punto è che si può farlo in modi e in misure diversissime.
            E in ogni caso un mondo “sbucheltato” come lo si fa oggi produce benessere, imborghesimento e quindi divorzi, ateismo, e tutto il resto di quelle cose per le quali normalmente un conservatore non stravede.

            L’impressione è che il conservatore sia un po’ come quelle figure di imprenditori anni ’60 che descrivero alcuni “post” fa, figlio antropologicamente dell’Italia rurale, ma che stava costruendo quella industriale. Il punto è che è stato un epigono: dopo è venuto il ’68 e il suo tipo umano si sta estinguendo.
            L’impressione è che voialtri conservatori (io sono un reazionario, non c’entro) vogliate essere l’ultima generazione di un’umanità decente: dopo di voi il diluvio!

            • Z. scrive:

              Te sei uno di quelli che ordine e disciplina per gli altri, ecco cosa sei Peucè 😀

            • Peucezio scrive:

              Beh, no.
              Non sono ricchione, quindi non sento l’esigenza di sposarmi con un altro uomo.
              Se mi sposassi, vorrei che il matrimonio fosse indissolubile, altrimenti ci si può anche non sposare.
              E così per tutto il resto.
              Poi ci sono compromessi inevitabili.

            • Z. scrive:

              Sai Peucè, nella vita si cambia e non sempre si cambia all’unisono 🙂

        • Peucezio scrive:

          Miguel,
          ma “sbucheltare” l’hai inventato tu?
          Sospettavo fosse un toscanismo vernacolare, ma mettendolo in Google vengono fuori solo pagine da Kelebekler.

  10. Carlo scrive:

    Scusa l’ignoranza Miguel, ma cosa significa “monispo” esattamente?

    • Z. scrive:

      È l’attività unica di una ASD.

      Per la precisione, la polisportiva è una ASD che organizza diverse attività. Se ne organizza una sola – tipicamente, aiutare gli sponsor a evadere il fisco – è detta monisportiva.

    • Moi scrive:

      Senza quel “esattamente”, tu come lo intenderesti ? ;)4

      • Moi scrive:

        a me sembra una parola strolgata combinando “monismo” (NON nel senso Veneto 🙂 …) con “kaleidoskopein” … e con “vispo”.

        • Z. scrive:

          Muà,

          da concittadino a concittadino mi permetto un piccolo consiglio: se vuoi sembrare colto non citare mai, e dico mai, i verbi greci all’infinito.

          Mettili sempre alla prima singolare del presente indicativo.

          😉

  11. Moi scrive:

    Traducendo dal Grogghese 😉 , credo che sia :

    “Mattarella ha messo su Paolo Gentiloni, Discendente di cotanto Ottorino dell’ istorico Patto di 103 anni or sono … o giù di lì .”

  12. Moi scrive:

    Governo Gentiloni, Di Maio: “Nemico di cittadini onesti”. D’Alema: “Se risposta al voto è questa, perdiamo altri 5 punti”

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/12/12/governo-gentiloni-di-maio-nemico-della-democrazia-dalema-se-la-risposta-al-voto-e-questa-perdiamo-altri-5-punti/3254632/

    Asse Minoranza PD // M5S ?!

    • Francesco scrive:

      Moi

      c’è speranza che Renzi usi il prossimo congresso del PD per lo sterminio dei rottami renitenti?

      d’altra parte, cosa ci sta a fare Gentiloni al governo del paese, che idee ha, che piani ha, chi cavolo è Gentiloni???

      ciao

  13. Grog scrive:

    Però il TASSO EROTICO DEL GOVERNO E’ AUMENTATO :
    – vuoi mettere toccare il sedere alla FINOCCHIARO mentre spinge il carrello della spesa?!;
    – vuoi mettere toccarsi di notte sognando la FEDELI?!;
    – vuoi mettere un PASTORE KAZAKO(1) CHE SI INCHIAPPETTA ALFANO?!;
    – vuoi mettere il EMILIANO IL PUGLIESE(2) che si incontra notte tempo con la Madia?!
    E voi gente di poca fede vi lamentate!
    Grog! Grog! Grog!
    (1) Stile Baron Cohen
    (2) Stile Emiliano Zapata detto “Puglia y libertad de chiappar dinero a quei cretini dei nordici!”

  14. Z. scrive:

    L’ANPI ha protestato vivamente perché Tremonti ha presentato un libro durante un evento organizzato da Casapound. Non ho mica capito perché.

    Cioè, manco fosse stato un evento organizzato da Renzi!

  15. Mario scrive:

    Un mio amico, sedeprivazionista di stretta osservanza ma non settario, da tre giorni non fa altro che ascoltare il canone di Pachelbel –equivalente musicale di ciò che architettonicamente è Ferrara– e, in momenti prolungati di trasalimento ontologico, sussurrare al bisnonno di 111 anni: “E’ tutto finito”.

    • Peucezio scrive:

      Quindi le architetture delle città hanno un corrispettivo musicale?

    • Miguel Martinez scrive:

      Per Mario

      “sussurrare al bisnonno di 111 anni:”

      Ha per caso un cognome dalle assonanze sarde?

      • Mario scrive:

        Temo di no. Le assonanze, anche in questo caso, sono iperboree.

      • Miguel Martinez scrive:

        per Mario

        L’unico italiano maschio noto di 111 anni è decisamente sardo.

        Se ne conosci un altro (infatti, non esiste un’anagrafe dei “supercentenari”, cioè quelli al di sopra dei 110 anni, bisogna ricostruirla con le segnalazioni individuali), ti andrebbe di dirmi il nome, anche scrivendomi in privato?

        • izzaldin scrive:

          era chiaramente un’iperbole, non dare eccessivo credito a quello che scrive questo Mario, prendilo con le pinze.

          @Peucezio
          Quindi le architetture delle città hanno un corrispettivo musicale?

          su questo ad esempio ha qualche ragione, non è raro nella storia della musica imbattersi in composizioni ispirate ad opere architettoniche: un esempio su tutti, Ockeghem

          • Peucezio scrive:

            Però c’è una bella differenza fra una composizione musicale ispirata da una città e una che ne sia il corrispettivo musicale.
            L’ispirazione è un fatto imprevedibile, variabile e molto soggettivo.

  16. Mario scrive:

    Quindi le architetture delle città hanno un corrispettivo musicale?

    Direi proprio di sì. Il jazzista Gershwin, un dissoluto, ben rappresenta l’epoca nuiorchese, fatta di ebbre verticalità e titanismi metropolitani.Bob Dylan, quel fesso, costituisce il punto di implosione tra epica folk nordamericana, legata alla provincia, ma non a suburbia, addentellati hippie –la campagna quale luogo eponimo dell’eden perduto– e evasioni cristiano-fondamentaliste (il grattacielo quale estasi autocelebratoria e cattedrale moderna, che va a sostituire la foresta dei simboli).
    Pachelbel, che era protestante, dunque figlio dell’errore che non perdona, conservava in sé memorie inconsapevoli di un passato prossimo di simmetrie, e lo riconvertì in preludi e fughe, secondo un movimento centrifugo tipico della modernità. Di tali simmetrie, ovviamente, esempio massimo è, appunto in prospettiva architettonica, la città di Ferrara: in cui l’apice e l’incipit della decadenza di Occidente quale luogo dell’occaso, scacco e vertigine della storia universale, si toccano con leggiadria, come in un sogno che pare un ricordo, lontano.

    • Z. scrive:

      Tu certe aberrazioni le scrivi solo per provocarmi. Ma sappi che non cadrò vittima delle tue fosche macchinazioni.

    • PinoMamet scrive:

      Mario deve essere l’identità giocosa di Quirino Principe.

      • Mario scrive:

        Uno gnostico, coltissimo, rarefatto musicologo dei miei coglioni; considera il mondo “l’epidermide di Satana”. Finissimo prefatore de “Il signore degli anelli”, di cui, intelligentissimamente, non capì assolutamente nulla: ovvero, forse per mimesi ermetica, cercò di sviare il lettore con una interpretatio volutamente capziosa, ai limiti della provocazione tardosurrealista, ma da destra. Amico della squisita principessa Vicky Alliata di Villafranca, che, nel mentre della sua titanica opera di tradimento del summum opus del principe degli Inklings, accompagnò in una sorta di shopping estenuato, lungo gli oscuri vicoli di una Roma primi anni ’70, ammorbata da tanatologici spasimi pseudorivoluzionari e da torbide messe conciliari.

  17. Mario scrive:

    Vedi cosa succede a non prestare attenzione ai termini. Passa tutto in giudicato, e un giorno dopo vale un’eternità.

    Io forse sarò un mezzo genio, ma tu sei un genio (a parte Dylan). Onore a te!

  18. Moi scrive:

    @ FRANCESCO

    http://www.lanuovabq.it/it/articoli-fedeli-una-fanatica-del-gender-all-istruzionee-adesso-mettiamo-in-salvo-i-nostri-figli-18345.htm

    (Senatrice, Valeria) Fedeli, una fanatica del gender all’Istruzione E adesso mettiamo in salvo i nostri figli

    di Tommaso Scandroglio

    13-12-2016

    … stéi tiùnd ! 😉

    • Peucezio scrive:

      Sì, si lamentano perché questa sarebbe la fotocopia del governo Renzi, mentre gli unici personagig negativi che ha sono quelli che non c’erano nel governo Renzi, Minniti, Gentiloni stesso, la Fedeli.
      Dovevano togliere qualche renziano per far vedere e in cambio hanno raccattato un po’ di monnezza. Di quella fetida, che può inquinare e fare danni.

  19. Moi scrive:

    La nomina di Valeria Fedeli al Miur fa infuriare gli omofobi: «Allarme rosso per l’apostola del gender»

    http://gayburg.blogspot.it/2016/12/la-nomina-di-valeria-fedeli-al-miur-fa.html

    La nomina di Valeria Fedeli al Miur fa infuriare gli omofobi: «Allarme rosso per l’apostola del gender»

    ———————

    … l’ Altra “Campana” , due siti nemici giurati che però si alimentano l’un l’altro come dimostrazione fenomenica del Male Assoluto al proprio “Lettorato” 😉 .

    • habsburgicus scrive:

      come dicevo ieri in pvt, a Peucezio, l’unico risultato del NO é stato passare da due DC ai posti chiave a due marxisti 😀
      bel risultato, non c’é che dire..bravi !
      ah, aggiungo ora la Fedeli..che sarà un Ministro dell’Istruzione molto più anti-cattolico e anti-tradizione della precedente, con tutti i suoi limiti
      ritorno a quanto dissi la sera stessa–
      il NO ha vinto elettoralmente soprattutto con i voti degli scontenti (quasi tutti di dx in senso lato ovvero anti-UE, anti-immigrati, anti-gender, anti-politically correct) e invece segna politicamente la vittoria dell’ala sinistra del PD..in un certo senso il NO ha fatto vincere, entro il PD, l’ala di estrazione marxista [dunque ben più pericolosa] contro l’ala centrista (Renzi)..il bello é che i vincitori neppur ringrazieranno quelli che han loro permesso di andare al potere 😀

      • habsburgicus scrive:

        Renzi in un certo senso stava facendo uscire il PD da Marx e rompendo l’equazione rigida PCI-PDS-DS-PD….
        con il tempo avrebbe potuto fare addirittura qualcosa di buono [se conveniva a lui, é chiaro..il tipo é alieno da afflati ideali :D] un Renzi con Trump (dunque con altro Capo) avrebbe potuto essere un Renzi ben diverso, e migliore, dal Renzi con Obama e Hillary in prospettiva (cioé con la sx genderista al potere là dove si puote :D)
        si, ma a loro non andava bene..e han fatto vincere il NO !
        ora si tengano le cose pessime che avremo
        peccato che ce le terremo anche noi, che vedemmo subito i rischi del NO [pur aborrendo il SI] !

      • Abd al-Jabbar Ibn Hamdis (già "Andrea") scrive:

        ” … il NO ha vinto elettoralmente soprattutto con i voti degli scontenti (quasi tutti di dx …”.

        Be’, se dovessi riferirmi alle persone che conosco, potrei dire l’esatto contrario: un “No” prevalentemente di sinistra (anche interna al PD) con varie gradazioni e sfumature… Ma mi rendo conto che è una questione difficile da determinare, dato che i “No” di destra e di sinistra ovviamente si equivalgono al referendum.

      • Francis scrive:

        marxisti? temo molto peggio, Renzi ha un’anima nera legata alle peggiori perversioni liberal

        su questo hai ragione, i Noisti cattolici sembrano mosche cocchiere che si stupiranno di trovarsi nel didietro pali ancor più grossi che prima del referendum.

        quello che veramente mi rattrista è la provenienza di Renzi e Cirinnà … una ferita sanguinosa

  20. jam scrive:

    …ma quel “tanto vale scoppiare a ridere” non é altro che un modo di dire “ho trovato dio” nonostante le Sua introvabilità nel mondo dell’illusione…la trascendenza divina é irraggiungibile senza una piccola dose di angelicità… pensando a Eckhart, al dio che é “non-essere”, sempre fuori portata se si é di razionalità mondana…

  21. mirkhond scrive:

    Jaaammmm……. 🙂
    Ma dov’eri finita?
    A Shambhala?
    Sono 3 anni e mezzo che mancavi dal blog!

  22. Moi scrive:

    Alla prossima Conferenza del Presidente dell’ Associazione Giuristi per la Vita Avvocato Gianfranco Amato con Concerto di Giuseppe Povia Incorporato … ci sarà quindi un tema in più ! 😉

    A proposito, @ MIGUEL :

    https://www.youtube.com/watch?v=7r1XspdFn5s

    l’intervista a Gianfranco Amato, entusiasta del Messico come Ultimo Baluardo della Ragione Umana Vs la Gnosi Genderista ! … Con Elogio della Classe Dirigente & Cuturale del Messico !

  23. Moi scrive:

    @ FRANCESCO il Batmanologo 😉

    http://gayburg.blogspot.it/2016/11/povia-promuove-i-comizi-di-amato.html

    Gianfranco Amato e Giuseppe Povia fanno ormai coppia come Batman e Robin, solo paiono giocare nella squadra di Spaventapasseri [cit.]

  24. Moi scrive:

    Scusate, ma … ha iniziato Francesco a evocare il Governo Gentiloni, che a parte la Svolta Genderista con Valeria Fedeli alla Pubblica Istruzione … non è, per il resto, che una minestra riscaldata ! 😉

  25. Moi scrive:

    @ FRANCESCO

    Circa l’altra tua domanda … delle due il DopoRenzi sarà invece la Vendetta dei Rottamati nonché delle Rottamate 🙂 !

  26. Mario scrive:

    Fedeli, una putrida, grottesca, terrificante figura da kali-yuga terminale. Fa il paio con Bergoglio, di cui costituisce la versione d’avanspettacolo libertario, solo apparentemente più estrema in teologia morale. Vi do graziosamente una profezia: presto, molto presto, forse addirittura entro la fine del presente ciclo co(s)mico, l’aquila chiazzata e l’uccello del tuono giungeranno dai Territori del Nordovest per contribuire, con le restaurate truppe pontificie, l’imam occulto e l’ultimo Bodhisattva di Occidente, alla defenestrazione rituale di Bergoglio. Inutile aggiungere che un nuovo martello di Thor sarà ricavato dalla fusione del pastorale e dell’anello del putrido argentino. Finis initium est.

    • Moi scrive:

      …. che figata, se lo mettesse in scena Mcihael Bay ! 😉

    • Miguel Martinez scrive:

      Per Mario

      “Fedeli, una putrida, grottesca, terrificante figura da kali-yuga terminale.”

      E’ bella questa tua capacità di donare grandiosità a personaggi infimi, scarti della burocrazia postofissa ridotta a livelli talmente penosi da dedicarsi al sindacalismo, e poi scesi da lì alla politica.

      Ricordano – visto che siamo in tema di confronti teologici – i dannati dei racconti di C.S. Lewis, ormai incapaci di aprire gli occhi di fronte a qualunque forma di bellezza.

  27. Moi scrive:

    Dicono che in Indonesia ce ne sarebbe uno (sempre maschio, di solito son più longeve le … femmine 😉 !) di 147 anni !

    Ha un nome da anime di Toriyama 😉 tipo Goto Mbo-qualcosa.

  28. Moi scrive:

    Ho appena scovato 😉 sempre ion Indonesia una signora che ne avrebbe 157

    Poi c’era anche una Thailandese che avrebbe bloccato l’invecchiamento, e cmq si ritiene che le donne asiatiche “xanthoderme” 😉 siano la categoria di essere umano che tiene botta meglio al decadimento fisico da invecchiamento.

    • Moi scrive:

      Caratteristica che si ritroverebbe fra le donne anziane Amerinde … di fatto Xanthoderme Asiatiche d’OltreBeringia.

    • lanzo scrive:

      In paesi dove non esistono uffici anagrafici e’ facile sparare bufale del genere, la stessa cosa con gli uomini di 25 anni che si fanno passare per minorenni per venire in europa e vengono messi in classi scolastiche con ragazzini e ragazzine di 14-15 anni: Il minorenne NON puo’ essere rimpatriato o espulso, mica fessi. Paghi la mancetta e ti fanno il passaporto autentico su misura (almeno se li levano dalle palle).

      • lanzo scrive:

        Che poi – a pensarci bene – avviene la stessa cosa negli USA, che sotto certi aspetti e’ terzo mondo, dove anche i morti votano, ma non solo:
        Un mio parente mi ha scritto figlio di immigrati mi ha scritto: you could vote in Detroit 19 times in the same precinct and still go in and vote again.

        I personally know people who voted eight times for Obama in Cleveland. They drove around to different polling places and cast provisional ballots at each one, knowing they would be counted.

        Even with 20 million fraudulent votes, Hillary still lost.
        P.S. Pilger non ha una grande considerazione del Guardian… basta sentire le sue interviste sul tubo.

  29. Moi scrive:

    poi, c’è sempre la prova “busso in macchina con l’acqua giazza mentre passa la cometa” 😉 …

    https://www.youtube.com/watch?v=45_b8JW6K94

    (purtroppo si trova solo con voice off Russo)

    tratto da

    https://www.youtube.com/watch?v=7UzSekc0LoQ

  30. Moi scrive:

    @ HABS

    A parte che hai commesso il reato 😉 di dare del MinistrO a una ValeriA anziché a un ValeriO …

    … Chi è l’altr* 😉 Marxista ?!

    • Moi scrive:

      … Anna Finocchiaro ? Ecco, vedi Francesco ? … La Prima Rottamata Vindice !

    • habsburgicus scrive:

      Gentiloni e Miniti
      Minniti un uomo del PCI (oggi PS) puro
      Gentiloni da giovane militò nel Movimento Studentesco che cantava le lodi a Marx, Engels, Lenin, Stalin e Mao..uno degli slogan del movimento Stalin-Beria-Ghepeù, di trockisti non ce m’é più !
      anche la Finocchiaro, di Ikeana memoria, era del PCI, purissima..dunque marxista a 24 carati
      é senza dubbio un gpverno più a sx del precedente
      vero, Alfano agli Esteri..chi se ne fotte degli Esteri in quest’italietta derisa da tutto e tutti ! gli Esteri restano un bel posto a livello personale e anche un passepartout per la premiership ma in sé gli Esteri non contano nulla in quest’Italia
      la stessa Boschi (non marxista) in realtà é stata retrocessa..é vero che potrebbe avere più potee reale (non ci giurerei !) ma era Ministro e si ritrova sottosegretario
      io non avrei accettato
      e un nobile secentesco neppure 😀

  31. Moi scrive:

    SE Getiloni sta su fino a Primavera 2018 … Matteo Salvini fa in tempo a raddoppiare i voti, anche a discapito del M5S ! 😉

  32. Moi scrive:

    GeNtiloni … ben diverso da Gentilini 😉

  33. Moi scrive:

    Pare che la Fedeli abbia mentito sul fatto di avere una Laurea, che in realtà è un Dipolma … ma suquesto sarà informatissimo Zeta !

  34. Moi scrive:

    http://www.repubblica.it/politica/2016/12/13/news/donzelli_fdi_fedeli_a_istruzione_insulto_a_famiglia_-154034736/

    Bufera su Fedeli: “Bugia su laurea”. Lega e FdI: “Lei a Istruzione insulto alle famiglie

    Continuano gli attacchi alla neo ministra, la sua replica: “Diploma, non laurea. E da parte mia sempre attenzioni ai diritti e alla parità di genere”. Lgbt e associazioni gay la difendono: “Impegno contro discriminazioni e bullismo, bene la sua nomina”

  35. Moi scrive:

    Lo staff di Fedeli, riporta il Mattino, “conferma, ma spiega che si è trattato soltanto di un infortunio lessicale su cui ora qualcuno sta speculando”. Infatti, avvertono, nella biografia è specificato che il “diploma di laurea” in questione è stato conseguito all’Unsas,che è una Scuola per assistenti sociali con sede a Milano e non un’università, a riprova, quindi, della buona fede del ministro.

    ——————

    http://www.quotidiano.net/politica/fedeli-ministro-laurea-1.2751263

  36. Moi scrive:

    @ Mirkhond

    http://www.nextquotidiano.it/wp-content/uploads/2016/12/valeria-fedeli-gender-3.png

    Kirghizistan. Approvata riforma su aumento poteri premier e contro matrimoni gay

  37. Moi scrive:

    Se Ottorino Jr 😉 NON passasse al Senato … icché accadrebbe ?

    Ma passa, passa … manca troppo poco al traguardo del vitalizio ! 😉

  38. Moi scrive:

    Don Curzio Nitoglia direbbe che laurea o NON laurea non cambia nulla : Valeria Fedeli è un prodotto fatto e finito nonché altamente funzionale ottenuto dalla Scuola MassoComunista di Francoforte, e di certo non l’unica !

  39. Moi scrive:

    In teoria le MILF dovrebbero avere 3 fasce di età :

    Over 30 : Puma
    Over 40 : Cougar
    Over 50 : Jaguar

  40. Mario scrive:

    su questo ad esempio ha qualche ragione, non è raro nella storia della musica imbattersi in composizioni ispirate ad opere architettoniche:

    No, io non intendevo questo. Volevo dire che ci sono città che costituiscono l’equivalente architettonico di composizioni musicali, perché entrambe si fondano su identici “états d’esprit”; non si tratta semplicemente di ispirazione, concetto peraltro tutto contemporaneo e di ascendenza sentimentalista. L’ebreo che lei cita non mi è noto.

  41. Mario scrive:

    Per una storia di Occidente: i luoghi e i tempi dell’occaso
    Anno 0: età della fontanella—Gerusalemme (duale in ebraico)
    Medioevo: età dell’intelletto agente— Roma: la potenza del diritto e dell’ecumene che tutto sussume
    Rinascimento: età della mente discorsiva—Ferrara: per uno stile iconico-geometrizzante, metafisici portici
    Barocco: età della reazione immaginale— Dresda: futuro topos della catastrofe
    Seconda Modernità: età delle emotività irrisolte— Praga: esprit de finesse liberty, a partire da una danza moldava
    Evo contemporaneo: età del ventre— un jazz con apericena a Malibù, offerto da Scientology

  42. Moi scrive:

    Viva la Fedeli, abbasso la laurea

    http://www.linkiesta.it/it/article/2016/12/14/viva-la-fedeli-abbasso-la-laurea/32703/

    La presunta bugia della neo ministra all’Istruzione non è che la conseguenza di un rapporto malato tra l’Italia e il “pezzo di carta”. Un Paese in cui tutti vogliono essere laureati, ma in cui la laurea non serve a nulla

    di Francesco Cancellato

    • Mauricius Tarvisii scrive:

      “Viva Oscar Giannino!”

      😆

      • Francesco scrive:

        😀

        nessuno che si preoccupa delle idee della tizia e tutti a parlare del titolo di studio?

        • Peucezio scrive:

          Vero.
          D’altronde essere per l’insegnamento dell’ideologia transessuale nelle scuole per insegnarla ai bambini di sei anni fa figo, ma non avere la laurea (peggio ancora se dichiarando di averla) è considerato un crimine grave.
          Si attacca dove si può.

          • Francesco scrive:

            che la facciano i cattolici che si vorrebbero da battaglia è deprimente

            abbiamo già perso con simili condottieri, manco vale lamentarsi della latitanza dei Pastori

  43. Moi scrive:

    @ PINO

    Italia Vintage, dicevi ?

    ————————–

    http://www.linkiesta.it/it/article/2016/12/14/bentornata-prima-repubblica-ce-la-siamo-cercata/32702/

    Bentornata prima Repubblica, ce la siamo cercata
    Il Partito Democratico vuole il ritorno al proporzionale, con cui potrà governare per i prossimi 50 anni. Fuori le opposizioni non alleabili come il M5S, dentro chiunque voglia. Bentornata Italia di 50 anni fa

    di Flavia Perina

    —————————-

    … pronti !

  44. Moi scrive:

    http://www.huffingtonpost.it/2016/12/12/governo-gentiloni_n_13585720.html

    ————————————

    Governo Gentiloni, gara di volgarità a 5 stelle sulla Boschi. Taverna: “Ciliegina su torta di letame” [Gender Solidarity ?! 😉 ].

    D’Ambrosio: “Ci p……o in testa”

  45. Moi scrive:

    Quattordici Mesi e Mezzo di Campagna Elettorale Perenne Senza Esclusione di Colpi ?!

    … Spettacolo Assicurato ! 😉

  46. Moi scrive:

    Una botta di conti :

    Renzi è andato al 40% aggiungendo il proprio 15% al 25% di Bersani … e lo sta perdendo tutto. Ne rimarrà un 5% d’irriducibili, quasi tutti Umarell e Zdàure dell’ EmiliaRomagna.

    Resta un 20% che andrà “distribuito” per protesta fra Lega (a un TG locale c’era una Zdaura del Ferrarese che orgogliosamente rivendicava di esser saltata direttamente da Vasco Errani ad Alan Fabbri …. e Stefano Bonacini “Vade Retro Satana” ! 🙂 ) e M5S !

    • Mario scrive:

      Per Miguel

      Ho tirato a indovinare, anche se mi riferiscono fonti apocrife ma affidabili che vivrebbe ancora un sacerdote “home-aloner” staunitense, di tendenza conclavista, di circa 132 anni. “Si vive solo due volte, e la prima è solo un sogno”, affermò in una recente predica, per poi ritirare pubblicamente l’error in fide. Egli ha dunque veduto, in successione, i pontificati di Leone XIII, con l’autoritativa dottrina sociale cristallizzata in encicliche tanto stentoree quanto disattese, quello sostanzialmente inutile di Benedetto XV, che si riavvicinò al multicosmo degli scismatici orientali, quello del profetico martello dei modernisti San Pio X, dei più deboli Pio XI (primo errore della storia degli editti ecclesiastici: condanna del razzismo nazionalsocialista, secondo un amico già sedeprivazionista, ora con la tessera del partito radicale e, finalmente, un lavoro) e Pio XII — che però col gesto di San Lorenzo, quell’abbraccio colmo di nobiltà e grandezza aria, recuperò ante litteram l’errore fatale della Settimana Santa –, per poi osservare con distacco da sri o rishi gli spiragli aperti dal Concilio nella grande muraglia, e il catastrofico naufragio postconciliare che ha condotto al suo esito più pagliaccesco nella figura di Bergoglio: uno studio di caso esemplare per gastroenterologi.

      • habsburgicus scrive:

        abbastanza d’accordo, nella sostanza (eh, non nei termini) dei giudizi suo Papi…é proprio così e mi fa piacere che vi siano altri che la vedano in modo simile !
        uniche dissonanze
        Benedetto XV non fu inutile, in politica estera fece benissimo opponendosi all’inutile strage (e qui so già che Miguel sarà d’accordo perché é uno dei pochi a capire l’importanza siderale del 1914-1918 da cui tutto discende !), anzi fece MEGLIO di Pio XII in 1939-1945 anche se, non per colpa sua, non ottenne nulla o ben poco; in politica interna invece sbagliò ad abbandonare la politica anti-modernista ma nel contesto dell’epoca lo si poteva capire, chi avrebbe immaginato il Concilio 45 anni dopo ? e comunque Benedetto XV viene DOPO Pio X 😀

        • habsburgicus scrive:

          a dirla tutta, ma questo lo sappiamo oggi, il grande partito anti-modernista [cioé cattolico] che trionfò sotto il pontificato glorioso di Pio X di santa memoria, era divisa in due correnti:
          1.l’ala “pura” antimodernista rigida, secondo alcuni fanatica ma che in soostanza pur con qualche spigolosità aveva ragione nel temere la rinascita dell’idra..essa venne esclusa dal potere nel 1914 e NON lo riavrà mai più ! (Pio XII la trattò discretamente ma il vero potere non lo ebbe neppure sotto di lui, trqanne in casi particolari) é a questa ala che, non so quanto a ragione, amano rifarsi i sedevacantisti, in primis ai mitico Mons. Benigni o al vescovo Mons. Giovanni Volpi, selvaggiamente perseguitato dopo il 1914 e soprattutto il 1919 da chi assunse il potere in Vaticano
          2.la palude centrista, che NON era modernista (sia chiaro ! un punto fondamentale questo) [tranne eccezioni, infiltrati ecc] ma che per quieto vivere, abitudini inveterate e pressapochismo ritenne la lotta vinta e abbassò la guardia dal 1914 in poi, rendendo posibile la ripresa modernista prima all’Estero e dai 1950′ in Italia stessa, fino al Gran Colpo chiamato Concilio quando avverà l’impensabile, cioé il cambio di dottrina della Chiesa cattolica ” orbene fu questa “palude centrista” che ebbe ogni potere sotto Benedetto XV (e perseguitò i “puri”, soprattutto dopo il 1918), ebbe quasi ogni potere sotto Pio XI (tranne vagamente nei primi anni), fu un po’ diminuita sotto Pio XII (il cui cuore batteva vers i “puri”..Mons. Benigni divenuto una non persona e già defunto, tornò a essere onorato) ma in sostanza conservò le posizioni chiave..furono costoro, spesso persone ottime e colte, che provocarono la crisi in 1914-1958, permettendo al modernismo di rialzarsi e irrobustirsi (e fondfersi più tardi con il sinistrismo)..questa “palude” si illuse di avere ogni potere in 1958-1961, gli anni di Tardini Segretario di Stato (ma già dovette subire il Concilio annunciato contro il suo volere in gennaio 1959)..ben presto si vide che non era così..il Vaticano pasò a sinistra e vennero eliminati come i loro vecchi nemici, i “puri” (o “integristi”), tutti uniti sotto l’eticheta ormai ignominiosa di retrogradi !
          io la vedrei così

          • habsburgicus scrive:

            scusate gli errori
            ma sono riflessioni venutemi a getto e che, ritengo, meritavano di essere mese per iscritto al vostro giudizio

            • habsburgicus scrive:

              messe

            • habsburgicus scrive:

              il Card. Merry del Val era il candidato dei “puri” (“integristi”
              fosse giunto al Papato nel 1922, tutto cambiava !
              (nel 1914 era impossibile)
              nel 1922 la “palude” non riuscì ad imporre un suo uomo (Card. Gasparri) ma riuscì a condizionare il Conclave impedendo la riuscita del Card. Merry del Val
              si scelse Ratti, uomo dotto e stimabile, a metà fra “palude” e “puri” (ma più vjcino alla “palude)
              scelse il nome Pio XI e ciò piacque ai “puri”
              mantenne però Gasparri alla Segreteria di Stato (e ciò soddisfece la “palude”)
              fece una politica ambigua, un po’ più a dx del predecessore, ma assolutamente non integrista, dunque i “puri” non godettero ed ebbero anche qualche ceffone
              dopo la more di Merry del Val, fu ancora più a sx
              nei ’30 praticamente fu un Papa da “palude” non da “puri” (e lo si vide già sin dal 1926 nell’Action Française che Pio X risparmiò e Pio XI condannò ! l’abbé Georges de Nantes uno della galassia tradizionalista, sedevacantista n lefebvrista, caso unico però che scrisse un Liber accusationis in Paulum Sextum in cui voleva che Montini dichiarasse eretico se stesso e dunque si autodeponesse :D, racconta che suo padre, un ufficiale di marina esponente di quella Francia cattolica, monarchica e tradizionale esclusa dal potere fin dal 1830, sul letto di morte gridò “no, il Papa sbaglia condannando l’Action Française” ! :D)
              Paceli era però suo Segretario di Stato dal 1930 e Pacelli aveva simpatie per i “puri”..platoniche..nella prassi non si allontanò molto dalla politica della “palude”..anche perché si occupava allora di pplitica estera (il suo campo !) e lì la “palude” si comportò bene, va riconosciuto (vedi mio elogio alla politica estera di Benedetto XV durante la Grande Guerra)
              ma son cose complesse e non facili da discernere..
              più dettagli conosco, più mi convinco di sapere nulla o quasi 😀

            • habsburgicus scrive:

              da leggere
              “né sedevacantista né lefebvrista”

  47. Moi scrive:

    SEGNALAZIONE

    http://gayburg.blogspot.it/2016/12/caserta-giuliana-sgrena-presenta-il-suo.html

    Caserta, Giuliana Sgrena presenta il suo libro “Dio odia le donne”

    parla anche -lei che come reporter ha vissuto in molti Paesi islamici- della sottomissione delle donne musulmane: «È un tabù per la Sinistra, si pensa ancora che denunciare l’oppressione della donna nell’Islam sia cedere il passo al razzismo e alla Destra», motivo per cui molte realtà anche di sinistra hanno boicottato il suo libro.

    Se non altro, Giuliana Sgrena è coerente !

  48. Mario scrive:

    Giuliana Sgrena è coerente

    E io che pensavo fosse solo una mantenuta cogliona!

  49. Moi scrive:

    @ MARIO / MIGUEL (nonché LISA che è la mandante 😉 dell’ interesse, ormai si può spòilerare 🙂 …)

    Ricordi il mito di Titone ?

    ————————————

    La vciàja l’è na brotta [altra parola con le doppie, anche al maschile consonantico “brott” … @ Peucezio] bagaja :

    https://www.youtube.com/watch?v=t1TcDHrkQYg

  50. Moi scrive:

    Blasfemiaaaa !!! … Fatw’a !!! … Fatw’a !!! … Fatw’a !!!

    🙂

    … Sciogliete il Demone Grog dalle Catene e spalancate le Porte degli Inferi mettendolo alla testa dell’ Armata delle Tenebre !!! 😉

    A loro e ai BimbiminKia che li credono gli Origgginali !

    https://www.youtube.com/watch?v=C-S4MgC3KsY

  51. Moi scrive:

    Considerata la ripetitività, NON escludo che i libri da UAAR come quello della Sgrena vengano in realtà “assemblati” con software di calcolo combinatorio in base ai temi inseriti come parole-chiave.

  52. Moi scrive:

    Also Sprach Krozzathustra 😉 … un po’ Groggy Style 😉 :

    “Per chi ha votato No il governo Gentiloni più che copia e incolla è copia e incula”

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/12/14/crozza-per-chi-ha-votato-no-il-governo-gentiloni-piu-che-copia-e-incolla-e-copia-e-incula-2/3258261/

  53. Moi scrive:

    Cmq … Nuova Parolina MaGGGica per il Millantato Credito mantenendo un’ Aura di Superiorità Morale :

    “Infortunio Lessicale” [sic] !

    ——————-

    Extra Bonus, ma “NON per Tutti” 😉 … “Mi attaccano soltanto perché sono una donnaaaaaaaa !!!” 🙂

  54. Moi scrive:

    Frattanto, nella Perfida Albione :

    http://www.ilgiornale.it/news/droga-test-e-controlli-dei-ghisa-fuori-dai-locali.html

    Droga, test e controlli dei ghisa fuori dai locali
    I volontari della Croce rossa distribuiranno consumazioni omaggio a chi risulterà «pulito». La polizia municipale impiegherà unità cinofile

    http://www.bbc.co.uk/newsbeat/article/38070291/club-drug-testing-may-be-useful-says-police-chief

    Club drug testing ‘may be useful’ says police chief

    • roberto scrive:

      la croce rossa inglese offre una pinta di birra a chi esce sobrio da un pub?
      figo e very english
      🙂

      • Z. scrive:

        Geniale!

        Il giorno in cui noialtri UErrini passeremo loro sopra come una landship britannica della Grande guerra piangerò una lacrima per loro.

        Una sola, come Salieru Dei 🙂

        (e se non avete mai sentito parlare di Salieru Dei, googlatelo)

  55. Mario scrive:

    D’altronde essere per l’insegnamento dell’ideologia transessuale nelle scuole per insegnarla ai bambini di sei anni fa figo, ma non avere la laurea (peggio ancora se dichiarando di averla) è considerato un crimine grave.
    Si attacca dove si può.

    Secondo me c’è un accordo non scritto e sottaciuto tra la stampa di regime e questi rifiuti subumani. Parlare della laurea –che ce l’abbia o no, a me che tra l’altro ho dottorato e abilitazione, ma non ho mai appeso niente al muro per una sorta di pudore tradizionale, ma non tradizionalista– è un modo di distogliere l’attenzione dai sordidi ideologumeni della strega in questione, corruttrice dell’innocenza dei piccoli. E questa volta, per quanto io conti meno di zero, non scherzo, porca troia. Qui ci vorrebbero veramente le SS per smantellare questa barbarie.

  56. Mario scrive:

    Vorrei rivelare la disciplina del mio dottorato, ma se lo facessi svelerei la mia reale identità, essa stessa, ad ogni modo, una maschera. Diciamo che sono un “esperto” di realtà assolutamente fuori da ogni riconoscimento sociale; per anni mi sono gloriato di studiare cose assolutamente inutili.
    Il dottorato di ricerca, anche se pagato per una serie di circostanze fortuite che successivamente mi sono state fatte pagare amaramente e con gli interessi, è stato una soddisfazione e al tempo stesso uno degli errori più grandi della mia vita. Forse quello esiziale, dal quale si è prodotta una catena di eventi che è stata l’opposto “per diametrum” della messa in moto della ruota del Dharma. Qui illuminazione e pace per tutti gli esseri senzienti, lì tenebre e stridor di denti. Il Ph.D. mi ha inserito nel sordido circuito elitistico dell’accademia, che addirittura ha successivamente riconosciuto la mia “produzione scientifica” con una abilitazione a professore associato (ancor meno utile del dottorato: carta straccia, di fatto): quindi mi invitano ai Convegni, dove spesso riciclo lo stesso discorsetto, adattandolo all’uditorio, al contesto ed al mio umore (è sempre presente, in ogni mia relazione su qualsiasi argomento, un attacco esplicito o occulto a Bergoglio), mi pagano l’alloggio, il vitto e fors’anche il flixbus, e –“dulcis in fundo”– mi chiamano pure professore (titolo di cui mi vergogno, se non altro per essere associato ai vari lestofanti che appestano l’ambiente suddetto); sono a volte introdotto in questi “salotti buoni”, che in cuor mio aborro, ricolmi di emaciati ripetitori di sfumate contumelie e di quisquilie da perdigiorno. Quando me ne torno al mio alberghetto –di solito una casa religiosa di frati modernisti: io chiedo sempre una camera d’angolo, all’ultimo piano, possibilmente con vista e jacuzzi, ma non vengo mai accontentato in tutte e quattro le richieste–, o dopo un interminabile esame all’università dove regalo 30 a tutti, tiro un sospiro di sollievo, e mi chiedo con sgomento cosa racconteremo al Padre eterno, quando la commedia, finalmente, sarà conchiusa.

    • Miguel Martinez scrive:

      Per Mario

      “Vorrei rivelare la disciplina del mio dottorato, ma se lo facessi svelerei la mia reale identità, essa stessa, ad ogni modo, una maschera.”

      Penso che sia un bene che chi vuole, resti “mascherato” in rete.

      Le cose che dice valgono in questo modo per se stesse, a prescindere dal volto e dalla storia personale.

      Poi, mi farebbe molto piacere conoscere personalmente tutti, ma in carne e ossa e senza nulla scrivere qui.

      Finora, ho conosciuto Izzaldino, Tortuga, Peucezio, Pietro A.

      Mirkhond e Habsburgicus li ho sentiti per telefono.

      Comunque in Oltrarno, ci potremo incontrare tutti, basta che non mi chiedete di attraversare il fiume…

  57. Miguel Martinez scrive:

    Ancora per Mario

    ” o dopo un interminabile esame all’università dove regalo 30 a tutti, tiro un sospiro di sollievo, e mi chiedo con sgomento cosa racconteremo al Padre eterno, quando la commedia, finalmente, sarà conchiusa.”

    Gli racconteremo che ci siamo divertiti, che in fondo è uno dei motivi per cui il Padre eterno ha creato il mondo.

    L’altro motivo, non me lo ricordo.

  58. Mario scrive:

    Quanto dice Miguel sul divertimento ha una sua sostanza (in senso aristotelico). Ho l’impressione che Dio crei il mondo per “divertirsi” e per “far divertire”. Dio gioca e fa giocare i Suoi: il mondo è quindi come un enorme tavolo da gioco in cui ognuno fa la sua mossa, continuamente scegliendo una strategia esistenziale; alcuni ne fanno di prudenti, altri di azzardate, alcuni troppe, altri troppo poche, altri ancora, per tema di errori esiziali che rappresenterebbero piccole catastrofi per interni emotivi, nessuna.
    La conferma di ciò sta nei giochi che i bambini facevano per strada, prima della rivoluzione antropologica: essi hanno profondi significati esoterici, che parrebbero cozzare contro il carattere per definizione ludico dell’atto. Dunque, è ragionevole pensare che Dio, prima del peccato, abbia trasmesso ad Adamo ed Eva questi giochi (ad es. “anello anello”), oltre alle modalità di costruzione delle case (col tetto a punta, come le tende delle gloriose tribù del popolo rosso –che Wakan Tanka le protegga tutte–, come il cappello del mago Merlino), i miti cosmogonici, elementi di liturgia tradizionale, l’arte del fabbro (che è mimetica dell’atto divino di creazione, pure non ex nihilo), certe complesse scale musicali (penso a quella in chiave di sol, per hukulele).
    La scrittura, no: quella è arte sommamente antitradizionale, anche se Gesù una volta scrisse sulle sabbie, ma su ciò che scrisse nessuno ci ha mai capito niente.

  59. Moi scrive:

    E ora salta fuori che VF 😉 non ha neppure “la matura” …

    http://www.iltempo.it/politica/2016/12/15/news/nuova-accusa-per-il-ministro-dell-istruzione-valeria-fedeli-non-ha-nemmeno-la-maturita-1024308/

    Mario Adinolfi :

    “Ah, inutile precisarvi che la Fedeli non ha fatto mai manco la maturità, ma solo i tre anni per fare la maestra. Poi diplomino da assistente sociale, privato. Questo è il nuovo ministro della Pubblica Istruzione che si dichiarava “laureata in Scienze Sociali”. Spero che studenti e docenti a ogni incontro la sotterrino di pernacchie.”

    [cit.]

  60. Mario scrive:

    A me non me ne frega niente che la Fedeli abbia la quinta elementare o che sia una mentitrice. Tutti gli uomini, che sono fondamentalmente delle bestie, mentono, a volte con malizia, a volte per paura; inoltre, Platone parlava con i carrettieri, che non erano laureati (neanche lui lo era). Questo è nulla rispetto a quanto essa conserva nel suo cuore marcio e puteolente. La Fedeli è una strega. Si vede dalla faccia, mostruosamente ferina e ferale per chi ne fissi, ricambiato, gli occhi mefistofelici, per più di sette secondi; e dal fatto che essa costituisce l’avanguardia della del disfacimento in tema di diritti incivili –droga, aborto, divorzio, unioni tra degenerati/e, e via dissolvendo–, scavalcando a sinistra due figure infernali: Vendola e Pannella.
    Ah, dimenticavo due cosette:
    1) Il fascismo è giustizia sociale e nobiltà d’animo;
    2) con o senza laurea, Adinolfi è un coglione.

  61. Mario scrive:

    Stia attenta la Fedeli:
    “Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare” (Mt 18,6).

  62. Moi scrive:

    Mario Adinolfi :

    https://www.youtube.com/watch?v=m-EAavERgh4

    “Cirinnà e Fedeli, senatrici femministe “pelose” ( …NON in quel senso, Grog ! 😉 ) grazie ai mariti.”

  63. Moi scrive:

    *** Quando il Politically Correct è controproducente … per chi vorrebbe difendere ! ***

    “LA ZANZARA” TELEFONA ALLA SIGNORA ROSINA, E’ POLEMICA
    mercoledì 14 dicembre 2016

    http://www.reteveneta.it/googlenews/2016-12-14-PADOVATG-LA-ZANZARA-TELEFONA-ALLA-SIGNORA-ROSINA-E-POLEMICA.html

    https://www.youtube.com/watch?v=xztnSPVrjOQ

    Ha suscitato molte polemiche e l’indignazione dei venetisti la telefonata che la trasmissione La Zanzara ha fatto alla signora Rosina Fracasso, l’anziana di Piacenza d’Adige rapinata a luglio e picchiata al volto persino con un ferro da stiro. L’anziana ha partecipato qualche giorno fa al sit-in di protesta organizzato dagli Indipendentisti a Merlara sotto casa di uno degli aggressori.

    • Moi scrive:

      E digià (!) ho letto da una qualche banda 😉 che “l’ Ebreo David Parenzo odia talmudicamente (!) gli Italiani !” …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.