Papa Francesco si dichiara l’Anticristo

Flammas eius Lucifer matutinus invéniat
ille, inquam, Lucifer, qui nescit occásum
Christus Fílius tuus,
qui, regréssus ab ínferis, humáno géneri serénus illúxit,
et vivit et regnat in sæcula sæculórum.

Questa voce è stata pubblicata in mundus imaginalis e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

94 risposte a Papa Francesco si dichiara l’Anticristo

  1. Francesco scrive:

    Va bene che è comunista (e pazienza), pauperista (e ripazienza) e pacifista (e qui già mi girano) ma pure l’Anticristo, non esageriamo!

    🙂

  2. mirkhond scrive:

    Moi, un pensierino per te:

    https://youtu.be/Nvslk79ljvM

  3. Mauricius Tarvisii scrive:

    Mi pare che Blondy ci avesse già messo sulla strada giusta, allora.

    • mirkhond scrive:

      Tutto questo odio verso Bergoglio, non riesco a capirlo, se non alla solita luce dell’ossessione patologica verso tutto ciò che sa di “comunismo” (orroreee!!!!).
      E questi settari fanatici protestanti, mi rafforzano nel profondo senso di estraneità che provo verso la loro cultura.

      • Miguel Martinez scrive:

        “Tutto questo odio verso Bergoglio, non riesco a capirlo”

        Non c’entra l’anticomunismo, mica sanno delle idee sociali di Bergoglio.

        Conoscono invece piuttosto bene la figura dell’Anticristo come viene descritto nel Libro delle Rivelazioni/Apocalisse.

        L’Anticristo non è “il cattivo”, ma è colui che pretende di parlare in nome di Dio, che scimmiotta il Cristo, e chi lo fa più del Papa?

        • mirkhond scrive:

          Che santa cosa faceva la Chiesa Cattolica quando proibiva la lettura personalizzata e individualista della Bibbia.

          • Miguel Martinez scrive:

            “la lettura personalizzata e individualista della Bibbia”

            però permetteva quella ritagliata su misura dei preti 🙂

            Qualcuno deve pur leggere la Bibbia.

          • mirkhond scrive:

            Naturalmente.
            L’importante è che non finisca in mano a pazzi fanatici, con le conseguenze che anche tu hai riportato. 🙂

          • Mauricius Tarvisii scrive:

            “la lettura personalizzata e individualista della Bibbia”
            però permetteva quella ritagliata su misura dei preti 🙂
            Qualcuno deve pur leggere la Bibbia.

            Attenzione: non era proibita la lettura e l’interpretazione della Bibbia. Più semplicemente, la letture e interpretazione avevano (e hanno) carattere collettivo: ognuno la legge e interpreta come riesce, ma è dal confronto di posizioni che si giunge ad una sintesi che riceve poi il crisma dell’ufficialità.

        • Miguel Martinez scrive:

          Aggiungo che nel sistema profetico statunitense, l’anticomunismo non gioca un ruolo fondamentale. Spesso si parla del ruolo negativo, negli Ultimi Tempi, della Russia, ma questo prescinde abbastanza dai cambiamenti politici, dallo zar al comunismo a Putin.

          • mirkhond scrive:

            Da dostoevskjiano, comprenderai bene quanto possa sentirmi estraneo a tale religiosità “appalachiana”……. 🙂

  4. Mauricius Tarvisii scrive:

    Di quel canto Mozart (l’Exultet) disse che avebbe rinunciato a tutta la propria musica se lo avesse potuto comporre.

    • Miguel Martinez scrive:

      Calcola che nel Kentucky, non sanno chi sia Mozart, mentre hanno le idee molto chiare su chi sia Lucifero.

      E’ il problema dei Battisti Universalisti, un gruppo di selvaggi arrampicato su per i monti dell’Appalachia, che credono nella predestinazione calvinista, dove Dio avrebbe predestinato tutti alla salvezza. Per cui le persone normali li additano come “no hellers”.

      Non si sa quanti siano, perché si rifiutano di rispondere ai censimenti.

      Sempre a proposito di cosa significa “spirito protestante”.

      • Francesco scrive:

        scusa ma allora gli hellers chi sono? e come si nasce in uno dei due gruppi?

        🙂

        PS meglio sapere di Lucifero e ignorare Mozart che il contrario, ma meglio ancora conoscere entrambi

        • Miguel Martinez scrive:

          “scusa ma allora gli hellers chi sono? ”

          Le persone normali che sanno che l’inferno esiste e che hanno riconosciuto Gesù Cristo come loro salvatore.
          Glory Hallelujah!

          • Francesco scrive:

            ah

            io avevo capito che i normali erano quelli che non sarebbero andati all’inferno, i no hellers

            e gli altri, destinati al fuoco eterno, erano gli hellers

            rimane il problema di come entrare nel gruppo giusto, però: loro come fanno?

            Glory Glory Hallelujah, che sta sempre bene!

            • Miguel Martinez scrive:

              No, “No Hellers” significa la gente bizzarra che non crede all’inferno. Peggio per loro, perché ci andranno di sicuro, ma se è così va bene che sia così perché è Dio che decide e non certo noi.

          • Francesco scrive:

            OK, tutto molto bello e logico. Sono anche d’accordo con loro in larga misura.

            Il problema è come fanno a sapere di non finirci anche loro, all’inferno, in compagnia di tutti quegli abitanti di Boston e San Francisco

            🙂

            • Miguel Martinez scrive:

              “Il problema è come fanno a sapere di non finirci anche loro, all’inferno”

              perché hanno accettato Gesù Cristo come loro salvatore personale. Pentiti e fallo pure tu e non fare domande inutili (seguono citazioni bibliche varie).

          • Francesco scrive:

            >> No, “No Hellers” significa la gente bizzarra che non crede all’inferno.

            Z, ti conoscono fin sui Monti Appalachi!

            😀

          • habsburgicus scrive:

            è quello che rende distanti ‘ste sette, direi folli 😀 e perniciose
            invece i puritani, quelli veri, del New England d’antan, che amavano la cultura, la razionalità e avevano conoscenze classiche (pur infettate dall’eresia e dall’antiromanismo, che non sottovaluto) li sento più vicini a me
            quello è un mondo con cui, magari con reciproca diffidenza (all’inizio), si può/poteva interagire
            con questa gente [che è poi l’America che elegge i Bush jr, dunque non sono ininfluenti], ebbra di fanatismo, no !

            su Versailles
            si, il fattore linguistico è importante..come lo fu già il passaggio nel secondo XVII secolo (compltato a Utrecht in 1713) dal latino al francese
            vi è un altro aspetto importante a Ve4sailles–per la prima volta, in un’occasione importante, non comparve la formula “in nome della Santissima e indivisibile Trinità” ancora presente a Vienna 1815 e in diversi trattati successivi, specialmente sino a c.a 1866
            ciò era un segno, triste, della scristianizzaazione dell’Europa [non fu però il primo caso, mi pare; il primo importante, sì]

          • Francesco scrive:

            scusa Has ma i tuoi amici puritani del niu ingland credevano mica anche loro nella predestinazione?

            la cui sostanza è quella dei montanari appallacchiati, alla fine

            e i musulmani come si pongono sulla questione della salvezza eterna, che hanno anche loro?

            ciao

          • Francesco scrive:

            <<< perché hanno accettato Gesù Cristo come loro salvatore personale. Pentiti e fallo pure tu e non fare domande inutili (seguono citazioni bibliche varie).

            pentiti? accetta Gesù? sono azioni, opere, è solo la Fede che salva! cattolico!

      • Z. scrive:

        Miguel,

        — Calcola che nel Kentucky, non sanno chi sia Mozart, mentre hanno le idee molto chiare su chi sia Lucifero —

        Cioè non sanno chi sia uno dei musicisti più importanti della storia, ma hanno le idee molto chiare su chi sia qualcuno che non esiste.

        Andiamo bene.

        🙂

  5. mirkhond scrive:

    “Peggio per loro, perché ci andranno di sicuro, ma se è così va bene che sia così perché è Dio che decide e non certo noi.”

    E se Dio decide che Zanardo va in Paradiso, anche se dice di non crederci? 🙂

    • Miguel Martinez scrive:

      “E se Dio decide che Zanardo va in Paradiso, anche se dice di non crederci? ”

      Trovami il versetto biblico che lo dice, e ne riparliamo 🙂

    • Z. scrive:

      mirkhond,

      — E se Dio decide che Zanardo va in Paradiso, anche se dice di non crederci? —

      In astratto è effettivamente una questione interessante: se anche Dio esiste, siamo proprio sicuri di sapere come ragiona e come prende le sue decisioni?

      In concreto l’idea di conoscere il famoso funzionario egiziano della barzelletta non mi dispiacerebbe. Però penso anche che non esistano persone così orrende da meritare una punizione come la vita eterna.

      • Francesco scrive:

        >> In astratto è effettivamente una questione interessante: se anche Dio esiste, siamo proprio sicuri di sapere come ragiona e come prende le sue decisioni?

        non è che non ci ha mai pensato nessuno, negli ultimi 3.000 anni, a questo problema, interessante quanto concreto

        • Z. scrive:

          Ci mancherebbe che non ci avessero pensato!

          Voglio dire, questo problema molto concreto non lo è, visto che Dio non esiste. Ma interessante lo è senza dubbio 😀

  6. mirkhond scrive:

    Non c’è però nemmeno il versetto biblico che NON lo dice! 😉

    • Francesco scrive:

      Oggi il Duca spaccca! dottorato ad honorem maximum in teologia per questa osservazione

      • mirkhond scrive:

        In prima elementare, la maestra mi chiamava Zì Prev’t! 🙂
        E la cosa mi irritava particolarmente…… 🙂

        • Francesco scrive:

          io ho corso il rischio di fare il prete, per almeno una settimana direi

          verso la seconda media

          🙂

          • mirkhond scrive:

            Io da ragazzino, a 13, e poi a 15 anni, volevo farmi monaco “basiliano” ritirandomi in una spelonca della Cappadocia….. 😉

          • Francesco scrive:

            mah, io a differenza tua non ho mai avuto troppa passione per l’isolamento totale

            mi piace farmi i fatti miei ma non necessariamente a 20 km dall’essere umano più vicino

  7. mirkhond scrive:

    Cioè in nessun versetto biblico è scritto che Zanardo de Traverariis da Ravenna ;), sarà dannato per l’eternità.
    Grazie a Dio! 🙂

  8. mirkhond scrive:

    de Traversariis

  9. PinoMamet scrive:

    Però ammazza quanto sono pirla questi, eh? Non gli viene in mente che lucifero significa semplicemente “portatore di luce”?
    Credono che sia proprio il nome di persona del diavolo?? e sanno anche l’indirizzo e il codice fiscale?

    Da notare che il testo latino, a scanso di equivoci (e a prova di idioti, come si diceva delle vecchie procedure delle naja) specifica:
    “ille, inquam, Lucifer…
    Christus Filius tuus…”

    come a dire, non fatevi strane idee, stiamo usando il termine nel significato etimologico, connesso alla luce (“qui nescit occasum”).

    Se è per questo, nel semplice significato di “stella del mattino” (contrapposto a Espero, anche se poi è sempre lo stesso astro: il pianeta Venere, di fatto) si trova in un sacco di componimenti greci pagani
    Vo a memoria (scusate la tastiera latina):
    “Eous àngele, xaire, faèsfore, kai taxys elthois
    esperos hen apageis lathrios authis agon”
    (Messaggero dell’aurora, salve, o portatore di luce!
    e possa tu tornare presto, come Espero, riportandomi furtivo colei che ora mi porti via”
    cioè l’amata, che l’amante lascia appunto furtivamente all’arrivo dell’aurora;
    la x la ho usata per la Chi).

  10. Grog scrive:

    Questo xè un papa TANGHERO che non si sa se bala il tango o sia proprio tanghero!
    Assume giovani troie calabresi che va a SPIFERAR TUTO AI GIORNALISTI e monsignori culatton PEDOFILI che li sta sempre apostati fuori dei asili nido con le caramele per inchiapetar i tosi!
    RIDATECI EL CRUCO CHE ALMEN XERA SERIO
    Grog!
    Grog!
    Grog!

    • Mauricius Tarvisii scrive:

      Voi atei ci speravate: stava effettivamente per mandare tutto a puttane il Pastore Tedesco tanto caro ai leghisti (veneti in primis). Avete perso ancora, mi dispiace (per niente)! 😀

      • Z. scrive:

        Veramente a me papa Francesco piace, e così alla maggior parte degli atei che conosco!

        • Mauricius Tarvisii scrive:

          Ma hai letto come rosicano i commentatori del FQ? Io uso loro come campione statistico di certi ambienti 😀

          • Z. scrive:

            Guarda, io voglio credere che il FQ e i suoi commentatori non siano un buon campione non dico per l’ateo o l’italiano medio, ma neppure per il grillino medio!

            Tu però fai bene a frequentarli, in modo da vedere cosa hai rischiato inciampando in quel turpe abisso.

            Ce semo capiti.

            😉 😉

          • Mauricius Tarvisii scrive:

            non dico per l’ateo o l’italiano medio

            Per l’anticlericale medio quello e il gruppo di FB dell’UAAR (mi pare che sia chiuso, adesso, ma non ho informazioni fresche: mi bannarono quando capirono che non ero dei loro 😀 ) credo che siano buoni campioni.

          • Z. scrive:

            Mah, secondo me quello che circola online e quello che c’è nel mondo reale sono quasi sempre due cose diverse.

            C’è moltissima gente che critica la Chiesa, in modo radicale ed eccessivo finché vuoi, senza per questo fare certi discorsi che si vedono solo online…

            Non bisogna mai, mai confondere la realtà coi videogames 🙂

      • PinoMamet scrive:

        “dai loro frutti li riconoscerete”:

        papa Benedetto, spannometricamente, allontanò dalla Chiesa molti cattolici convinti;

        papa Francesco li ha riavvicinati, ha riscaldato i tiepidi, e sta simpatico anche ai non cattolici.

        Invece sta sulle balle a qualche vescovo ciellino, e, per rispetto al nostro Francesco, dirò: pazienza;

        ma anche a parecchi corrotti, e a molti xenofobi, il che è un altro motivo per trovarlo simpatico, e un’ottima cartina di tornasole.

        • mirkhond scrive:

          Concordo pienamente con Pino!

        • Francesco scrive:

          Papa Benedetto XVI allontanò dalla Chiesa dei cattolici? non lo sapevo

          di chi stai parlando?

          ciao

          • Mauricius Tarvisii scrive:

            A me veniva da nascondermi ogni volta che apriva bocca

          • Z. scrive:

            Verrebbe piuttosto da chiedere di chi non stai parlando? 🙂

            Poi certo, essere Papa non è mai cosa facile e forse non è mai stato così difficile come oggi, ma B16 sembrava proprio un pesce in bicicletta.

          • PinoMamet scrive:

            “Papa Benedetto XVI allontanò dalla Chiesa dei cattolici? non lo sapevo

            di chi stai parlando? ”

            Di molti cattolici conosciuti da me, che avevano di fronte a Benedetto la stessa reazione descritta da Mauricius, e che ogni volta si sentivano in dovere di scusarsi più o meno come quel ragazzo marocchino, che incontrai una volta al bar insieme a un italiano convertito all’Islam.
            L’italiano convertito concionava tutto pomposo e voleva farci credere che non credesse all’evoluzione, perché magari, parole sue, “è la scimmia che discende dall’uomo”.

            Il ragazzo marocchino, tutto imbarazzato, ci guardava arrossendo e a un certo punto lo interruppe per dirci, “no, no, guardate che l’Islam non crede mica quello che dice lui!!”

            Ecco, molti cattolici da me conosciuti, sotto Ratzinger, si sentivano esattamente come quel ragazzo.

            Non in riferimento all’evoluzione, certo, ma alle pantofole rosse e agli atteggiamenti di chiusura, di tolleranza verso gli “atei devoti” (che sono atei davvero, ma devoti per niente) e di leggero fastidio verso il cattolicesimo impegnato e sociale, alla totale mancanza di empatia (che ahimè, è un dato umano, e forse se ne rammaricava Ratzinger stesso) e all’atmosfera di “pace armata”, che poi vuol dire guerra, verso altre religioni.

          • paniscus scrive:

            Ma se Ratzinger, invece di provare a fare il papa senza evidentemente esserne capace, avesse continuato (anche a titolo di prete o di vescovo di livello alto, quale era comunque), a occuparsi a tempo pieno delle vere passioni della sua vita che gli erano umanamente più congeniali, ossia la musica sacra e i gatti…

            …non sarebbe stato molto meglio per lui, per la chiesa e per i fedeli tutti?

            L.

          • Francesco scrive:

            a quanto pare sono molto fortunato, a non conoscere cattolici della vostra risma

            e non scherzo

            😉

          • Francesco scrive:

            >> alle pantofole rosse e agli atteggiamenti di chiusura, di tolleranza verso gli “atei devoti” (che sono atei davvero, ma devoti per niente) e di leggero fastidio verso il cattolicesimo impegnato e sociale, alla totale mancanza di empatia (che ahimè, è un dato umano, e forse se ne rammaricava Ratzinger stesso) e all’atmosfera di “pace armata”, che poi vuol dire guerra, verso altre religioni.

            il ritratto del perfetto Pontefice, al netto delle imprecisioni

            capisco meglio il mio affetto filiale per B16

        • mirkhond scrive:

          Anche di Gesù dicevano che era belzebù e faceva i miracoli in nome di belzebù.

  11. mirkhond scrive:

    “In astratto è effettivamente una questione interessante: se anche Dio esiste, siamo proprio sicuri di sapere come ragiona e come prende le sue decisioni?”

    Certamente.
    Però se E’ AMORE, perché dovrebbe destinare qualcuno alla dannazione?

    • Z. scrive:

      A volte, parlando con persone diverse e più intelligenti di me, mi sono accorto che guardavano le cose da una prospettiva assai diversa dalla mia. Chi dice che la prospettiva da cui Lui guarda le cose debba anche solo assomigliare alla mia?

      Voglio dire, quid iuris se concetti come “salvezza” o “dannazione” fossero concetti che Lui nemmeno considera?

      • mirkhond scrive:

        Se crediamo che Si SIA Incarnato e Abbia dato la Sua Vita per salvarci dal Peccato Originale, e poi Risorgendo, preannunciandoci la Vita Eterna, possiamo dedurne che la Sua è una logica di Amore.
        Logica in cui Zanardo ha un ruolo, anche se non ne è consapevole….. 😉

        • Z. scrive:

          Questa è la tua prospettiva, oltre che – immagino con qualche variante – quella di oltre due miliardi di altri fedeli.

          Ma siamo sicuri che la Sua prospettiva sia la stessa? E se Lui guardasse le cose da un punto di vista così diverso dal nostro che ora neppure riusciamo a immaginarlo?

          • mirkhond scrive:

            Che non Sia come noi, si comprende, ma nello stesso tempo Incarnandosi Si E’ Reso Accessibile a noi……

          • mirkhond scrive:

            Dio E’ il Mistero dei Misteri.
            Ma se abbiamo fede, sappiamo che in Cristo Lui Si E’ Rivelato.
            Come dice il Vangelo di Giovanni?
            Dio nessuno Lo conosceva.
            Lui, Gesù Ce lo HA Rivelato……..

          • Z. scrive:

            Certo, questa è la vostra prospettiva. Ma esistono miliardi di monoteisti, e molti hanno una prospettiva diversa. E se aveste tutti torto, e io con voi, ed esistesse effettivamente un dio ma completamente diverso?

            Non puoi non averci pensato nemmeno una volta!

          • Francesco scrive:

            Z

            il tuo ragionamento non farebbe una grinza se Dio non avesse mai parlato all’uomo

            eppure lo ha fatto e quindi non regge, a meno che non pensi che Lui abbia problemi di comunicazione

      • PinoMamet scrive:

        https: //www.youtube.com/watch?v=gLyLGeus6lU

  12. habsburgicus scrive:

    @Miguel
    Qualcuno deve pur leggere la Bibbia.

    (tornando ad un discorso già fatto, a proposito delle teorie di Valli, e anche altrove)
    e se avesse avuto ragione Marcione ? 😀
    anche il dotto Harnack parlò di un “peso” (l’A.T)
    non tutti sanno poi che Vidkun Quisling, P.M norvegese 1/2/1942-maggio 1945, portato al plotone di esecuzione dai “sinistri” dopo la vittoria alleata, si chiese se Lutero non avesse fatto male a salvare l’Antico Testamento e se non avesse dovuto liberarci da quel (presunto) fardello…e ritenne la Riforma incompleta…ed era figlio di un pastore luterano, religiosissimo e pio 😀

    • habsburgicus scrive:

      forse si sarebbe dovuto collegare il Cristianesimo alla religione di Roma..”creando” un “Vangelo dei Romani” in cui si salvasse TUTTO dalla Passine in poi ma si “inserisse” il tutto nella tradizione romana…magari umanizzando il vecchio Giove in una sorta di profeta 😀 (o Re, riprendendo Euhemerus)..o anche l’Antico Testamento ma introducendo una ROTTURA sotto forma di profezia ex post !
      Mirkhond ci scomunica tutti 😀

      • habsburgicus scrive:

        Passione

        • habsburgicus scrive:

          o, in alternativa, stabilire la differenza di grado
          cioè tutto come oggi
          ma A.T ridotto a semplice “opera pia”
          e salvare il carattere sacro solo a N.T

      • mirkhond scrive:

        A questo punto restavano pagani e basta.
        Al massimo recuperando Gesù come uno degli dèi del pantheon romano.
        Come fece l’imperatore Alessandro Severo (222-235 d.C.) che aggiunse le statue di Abramo (visto come una divinità) e di Cristo stesso, nel pantheon, sperando in tal modo di assorbire sincretisticamente nella religione pagana romana, le due fedi abramitiche inossidabilmente monoteiste e inassimilabili.
        Lo stesso clero pagano pare che avesse tentato di dissuadere il creativo imperatore da un proposito irrealizzabile.
        Morto Severo, il successore, il rozzo centurione balcanico Massimino il Trace (235-238 d.C.) riprese la persecuzione anticristiana, colpendo soprattutto il clero (e ponendo involontariamente fine al primo scisma della chiesa di Roma, riconciliando i due papi rivali Ippolito e Ponziano, morti martiri.).

      • Mauricius Tarvisii scrive:

        Non male come distopia 😀

    • PinoMamet scrive:

      “anche il dotto Harnack parlò di un “peso” (l’A.T)”

      Vabbè, ma continua a sfuggirmi il perché sarebbe un peso.

      La Chiesa si ritiene tenuta a sacrificare buoi, capre e colombe il tal giorno dell’anno?
      Pagare le decime su prodotti vegetali minuziosamente catalogati? Praticare l’anno sabbatico, non accendere fuochi di sabato (e altre 38 attività), evitare di mescolare lana e lino, evitare di cuocere insieme carne e sangue, proibire il porcello gradito ai palati europei?

      Niente di tutto questo. Non pratica neppure la circoncisione, che sarebbe proprio la cosa più basilare ed essenziale dell’Antico Testamento.

      E allora, mi chiedo, cosa c’è di “peso”?

      Il dover nominare qualche profeta mediorientale?
      Perché, alla fine, tutto il ruolo dell’Antico Testamento per il Cristianesimo, se ci pensi, si riduce a quello:
      c’è stata una profezia rivolta a un popolo strano, pieno di fissazioni sue e un parecchio testone, che gli diceva che al suo interno sarebbe nato un Salvatore che avrebbe salvato tutti .

      Minchia, se anche questo è un peso, conveniva davvero farsi una religione del tutto nuova, lasciando perdere Gesù completamente.

      • Miguel Martinez scrive:

        OT

        Eccone un altro:

        “Spari a Colorado Springs: tre morti, nove feriti, 150 persone bloccate per ore. Preso il killer
        Polizia e vigili del fuoco nell’area del consultorio di Colorado Springs dove un uomo armato ha ferito 11 persone

        Un uomo armato si era barricato nella clinica della Planned Parenthood specializzata in controlli delle nascite. Assalto della polizia, catturato. Forse è un militante dell’estremismo fondamentalista di destra, probabilmente legato al Ku Klux Klan”

        Notare come oggi siano tutti “estremisti di destra” oppure “islamisti”, due etichette molto discutibili.

        Saranno vent’anni che nessuno “di sinistra” fa qualcosa di interessante. Non dico mica sparare alla gente; dico qualunque cosa di interessante.

      • Mauricius Tarvisii scrive:

        E allora, mi chiedo, cosa c’è di “peso”?

        Sono possibili due risposte.
        La prima, quella che ti darebbe il citato collaborazionista danese: parla di ebrei.
        La seconda, quella che ti darebbe il cattolico che ha qualche vaga idea di cosa sia la Bibbia medio: ci sono passi che ad un orecchio moderno suonano molto stonati. Tipo il Salmo 136/137:
        7 Ricordati, Signore, dei figli di Edom,
        che nel giorno di Gerusalemme,
        dicevano: «Distruggete, distruggete
        anche le sue fondamenta».
        8 Figlia di Babilonia devastatrice,
        beato chi ti renderà quanto ci hai fatto.
        9 Beato chi afferrerà i tuoi piccoli
        e li sbatterà contro la pietra*.

        * Che in effetti è un modo molto rapido per uccidere un lattante o comunque un bambino piccolo: lo si prende per i piedi e lo si usa come una clava contro un muro per sfondargli la testa. Ecco, il libro sacro che inneggia ad una simile pratica può apparire un peso a qualcuno.

        • PinoMamet scrive:

          Capisco, ma non si faceva prima a espungere il Salmo stesso?

          (In realtà penso che, volendo, il Canone cristiano, per il suo messaggio, farebbe benissimo a meno dei libri storici, più che dei Salmi che comunque sono letti in modo simbolico-profetico)

          Oppure fare semplicemente come fa la Chiesa mi sembra la soluzione più pratica:
          cioè, leggere il tutto mettendolo in una prospettiva storica
          (della serie: “so’ ragazzi…”)
          quello della Rivelazione ancora incompleta.

          Per un buon decennio, o più, è andato di gran moda parlare della capacità interpretativa ebraica nell’ermeneutica biblica, che avrebbe spianato la strada a tante cose, dalla psicanalisi al computer…

          beh, credo che non sia da sottovalutare invece la lettura cattolica della Bibbia come precorritrice e propeduetica alla filologia, all’antropologia ecc.

        • habsburgicus scrive:

          citato collaborazionista danese:

          forse norvegese, Mauricius 😀 (fra l’altro, nei limiti di uno con quelle idee, non era molto anti-“eletti” ed era privo del tutto di antimassonismo, donde le critiche di Berlino durante la guerra; era invece molto anti-bolscevico e già scrisse, quando era ancora “democratico” un famoso libro Russlang og vi, Russia e noi, in cui paventava l’orrore del bolscevismo che lui testimoniò di persona quando era giovane addetto militare norvegese durante la rivoluzione bolsvcevica; più tardi sarà Moinistro della Guerra norvegese in quota laburista (si !) e allora appresr, o disse di aver appreso, vari intrighi nefandi bolscevichi contro il popolo e lo Stato di Norvegia; fu ciò che lo portò a seguire un tale, molto più “meridionale” di lui 😀 visto come unico nemico autentico del marxismo; è non è un caso che si recò in Germania in dic 1939, forse volle essere “rassicurato” personalmente da AH sul carattere strumentale del Patto tedesco-sovietico che, in sé, VK non poteva desiderare)

        • Miguel Martinez scrive:

          ” ci sono passi che ad un orecchio moderno suonano molto stonati. Tipo il Salmo 136/137:”

          Ma perché una religione dovrebbe essere “buona”?

          Perché non può volere massacri, vendette e altre amenità?

          E perché Dio stesso non se ne può compiacere?

          • PinoMamet scrive:

            Sicuramente una religione può volere massacri e credere in divinità feroci, solo che il Cristianesimo crede il contrario… 😉

        • habsburgicus scrive:

          concordo con la spiegazione n° 2 di Mauricius, aggiungendo che passi del genere (o anche molto più espliciti) soprattutto da Gemesi a 2 Re, ce ne sono non pochi
          la spiegazione migliore, su questo forse la diede il già citato Valli
          l’A.T è una bomba a orologeria..finché si adotta la posizione della Chiesa (saggia.lo ammette pure Pino e mi fa piacere), nessun problema [in teoria, dico io e non solo, sarebbe pure la migliore in assoluto]
          ma vi è il rischio che qualcuno lo prenda sul serio..donde Lutero, Calvino e, giù giù per li rami, ‘ste sette di fanatici ignoranti..pericolosissime
          perché nella loro lettura c’è tutta la giustificazionr di crimini orrendi..che in effetti gli USA (e prima GB, così Mirkhond sarà contento) hanno fatto in gran copia..purtroppo
          probabilmente alcuni si saranno chiesti “non era meglio eliminare tutto ciò alla radice ?”..altre spiegazioni mi paiono più difficile da ammettere, ma in ‘sto mondo tutto è possibile

  13. mirkhond scrive:

    Marcione, come tutti gli eretici, scelse ciò che gli faceva comodo, scartando ciò che non gli piaceva.
    Certamente la lettura del Vecchio Testamento poneva fin da allora dei problemi, come conciliare la durezza del Padre con la misericordia del Figlio.
    Però ci sono parole del Figlio che, lette alla lettera sono ancora più dure di quelle del Padre, tipo la condanna alla Geenna (gli inferi) solo per aver DESIDERATO di fare l’amore con la donna di un altro, o sull’illiceità del divorzio, eccetto per “fornicazione” (termine che da sempre divide le varie teologie cristiane sul significato da dare a questo termine, dall’adulterio per i Nestoriani, all’incesto per i Cattolici).
    E’ molto più difficile e faticoso un lavoro esegetico che richiede tempo, riflessione, pazienza, l’assistenza dello Spirito stesso nel discernere ciò che proviene da Dio, da ciò che è frutto di “precetti” di uomini e legato a tempi e situazioni in cui essi vissero.
    Marcione scelse la via più facile e SBAGLIATA.
    Lo stesso avrebbe fatto Lutero, ripudiando la Vulgata, basata sulla Settanta, per recuperare la Bibbia farisaica di Aquila, POSTERIORE al 70 d.C., oltre che a dichiarare arbitrariamente apocrifi alcuni testi della Vulgata, considerati CANONICI, e persino alcune lettere degli Apostoli.

  14. Salvate il Cristo dalla Chiesa cattolica!
    Propongo la lettura di questo testo, scaricabile gratuitamente per cinque giorni.
    https://www.amazon.it/dp/B073K313NT/
    Non facciamoci illusioni! L’Italia è destinata al fallimento e ormai anche se si bloccassero le migrazioni, i costi per quelli che sono già sul territorio sono sostenibili soltanto aumentando il debito pubblico e questo non può continuare per sempre.
    Almeno cerchiamo di capire i motivi che ci hanno portato a questo punto.

  15. Roberto Delpopolo scrive:

    Ma come fa ad essere comunista? Viaggia su di una jeep tedesca. Inoltre la jeep significa “fuori strada”. Ma è da un pezzo che la guidano al Vaticano. Caso mai è un culto. Io ho l’impressione che sia un trasformista e che comunque si è gettato ultimamente nella servitù di imprese militarizzate antimafia. Egli è più che altro un ricercatore di fama mediatica con il tipico vizio del fanatismo mediatico e compulsione al controllo. I giornalisti lo fanno famoso e dunque sono loro che gli danno potere. Lui era al potere ed è arrivato l’ISIS, lui era al potere e sono arrivati gli immigrati clandestini. Qualcosa non va. Attenzione perchè i pelle di banana sono culto. I dispetti contro la sua parte della Chiesa sono una soluzione. Senza una reazione appropriata arrivano gli antagonisti e la brutta profezia che conosciamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.