Tutto normale

Oggi, il Comitato Popolare contro l’Assedio a Gaza – organizzazione che raggruppa palestinesi di tutte le tendenze, evitando di prendere posizione nel conflitto tra Hamas e al-Fath – lancia una protesta contro l’embargo che ha trasformato Gaza nel più grande campo di concentramento del mondo.

Dalle 10 di stamattina, si formerà una catena umana pacifica lungo la frontiera, da Eretz a Rafah, senza avvicinarsi al Muro.

L’esercito israeliano ha deciso di chiudere le frontiere (che erano già praticamente chiuse da mesi) e il ministro della difesa ha detto che i suoi soldati "spareranno alle gambe" se i prigionieri dovessero comunque cercare di evadere.

Tutto normale.

Questa voce è stata pubblicata in Israele Palestina Canaan e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.