Archivi tag: geometri

Storia segreta dell’Inghilterra

Mi è venuto di scrivere di getto una storia segreta dell’Inghilterra, senza controllare alcuna fonte prima di attaccarmi alla tastiera. Una roba assolutamente approssimativa, e contestabile. I proprietari terrieri, i Privanti, a Runnymede, sotto il tasso, fanno riconoscere la loro … Continua a leggere

Pubblicato in mundus imaginalis, Storia, imperi e domini | Contrassegnato , , , , | 342 commenti

“Mentre l’Inghilterra s’incendia, un giardino e un inferno”

Ebenezer Elliott (1781-1849), figlio malaticcio di un predicatore calvinista dello Yorkshire inglese, operaio nella piccola fonderia del padre, autodidatta,  avrebbe messo al mondo anche lui tredici figli.  Elliott cresce vicino alle rive del Don (ogni paese ha il Don che … Continua a leggere

Pubblicato in ambiente, mundus imaginalis, Storia, imperi e domini | Contrassegnato , , , , , | 390 commenti

“Sulla terra, comune a tutti prima, come la luce del sole o l’aria, il geometra tracciò con cura lunghi confini”

Circa duecento anni fa, oppure l’altro ieri, mi sono diplomato al liceo classico. Mi rendo conto solo adesso di quante cose straordinarie mi sfuggirono allora. Oggi do un’occhiata al blog del mio amico irlandese Caoimhghin Ó Croidheáin. Poi se ci … Continua a leggere

Pubblicato in ambiente, mundus imaginalis | Contrassegnato , , | 86 commenti

Archoglioni

Il signor Melnichenko, giovane carbonaio russo, uno di quelli che Fanno Girare l’Economia del pianeta, è proprietario del più grande yacht del mondo. Si è dimenticato di pagare la somma di 15 milioni di euro alla ditta tedesca che gliel’ha … Continua a leggere

Pubblicato in società dello spettacolo, urbanistica | Contrassegnato , , , | 74 commenti

Il paesaggio della città espansa di Donald Trump

Guardiamo questa doppia mappa: La mappa illustra i due Stati Uniti: quello che ha votato per Trump in alto, quello che ha votato per Hillary Clinton sotto. I Rossi, a differenza dell’Italia, sono i repubblicani; gli Azzurri invece sono i … Continua a leggere

Pubblicato in riflessioni sul dominio, Storia, imperi e domini, urbanistica, USA | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 120 commenti

You tyrants of England

Nell’Inizio c’è tutto. Ogni tanto, è bello mettere il dito su un foglio di carta e dire, “questo è il momento più importante della storia!”, oppure “qui inizia il mondo in cui viviamo!” E se ponessimo il Grande Inizio in … Continua a leggere

Pubblicato in mundus imaginalis | Contrassegnato , , , , | 818 commenti

Anatomia di uno sfratto

1787, il Congresso degli Stati Uniti, in pieno rispetto di tutte le formalità, varò la legge detta la Northwest Ordinance, che tra l’altro prevedeva il rispetto di “property, rights, and liberty” degli indiani d’America – in un unico articolo della … Continua a leggere

Pubblicato in Il clan dei fiorentini, imprenditori, migrazioni, resistere sul territorio, riflessioni sul dominio, urbanistica | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 1.316 commenti

27 gennaio, per ricordare l’invenzione del genocidio

27 gennaio, 1825. Il presidente degli Stati Uniti, James Monroe, grande proprietario di schiavi [1] – lo stesso che aveva affermato il dominio della nascente Repubblica sull’intero continente con la sua famosa “dottrina” – invia al Senato degli Stati Uniti … Continua a leggere

Pubblicato in migrazioni, riflessioni sul dominio, Storia, imperi e domini, USA | Contrassegnato , , , , , , , , | 12 commenti