Inverno fiorentino

Mi scrive Giovanni.

Se ne avete voglia, vi invito a dare un’occhiata ai post in cui ho raccontato qualcosa di questo particolare personaggio.

Giovanni – la Firenze che non appare su nessun depliant, meridionale grintoso, anarchico, fotografo eccezionale e spesso tragico, badante per anziani moribondi, che se la cavava, ironico e rabbioso, dormendo per strada finché c’era bel tempo, e poi nella sala d’attesa dell’0spedale di Careggi, finché non è arrivato il Covid.

Oggi mi manda un sms

Conosci qualcuno magari un prestito di garage per dormire la notte o posto che non usa anche se da pulire ? Qui la vedo dura ovunque grazie come sempre provo a sopravvivere.

C’è qualcuno che mi legge a Firenze, che abbia un angolo dimenticato, per quest’inverno?

P.S. Da lunedì mattina, la Toscana sarà zona rossa.

E Giovanni mi scrive:

“Con la zona rossa il primo che mi ferma perché sono a giro mi denuncia perché lo meno dovendo io pensare alla sopravvivenza ahahahaha ti rendi conto che due scatole dio scalzo”.

This entry was posted in Il clan dei fiorentini and tagged . Bookmark the permalink.

9 Responses to Inverno fiorentino

  1. Pierluigi Vernetto says:

    mah non so, un 50 euro glieli posso mandare, ma io sto a Zurich non a Firenze…
    come posso contattarlo e mandargli dei soldi?

    • Per Pierluigi

      La mail che vedo è quella tua reale?

      Ti mando un messaggio con il suo Iban, appena lo trovo.

      Ma il vero problema è che non abbiamo bisogno di soldi, o di cibo o di vestiti.

      Abbiamo bisogno di un TETTO.

  2. Pare che a Giovanni abbiano concesso il Reddito di Cittadinanza, ma siccome in tempi recenti ha lavorato, gli danno solo 150 euro.

    Per cui quelli che dormono sulla panchina vicino a lui, ma hanno preso 500 euro, gli ridono un po’ dietro 🙂

  3. massimo says:

    Io lavoro ad intermittenza e quindi non saprei proprio come posso aiutarlo . Sono quelle situazioni nelle quali ti senti legato . Comunque io mi posso informare anche se non sto a Firenze anche se la vedo parecchio dura . Una precisazione : il rosso scatta domenica 15 anche se giorno piu’ o meno cambia poco

    • Per Massimo

      “Io lavoro ad intermittenza e quindi non saprei proprio come posso aiutarlo ”

      Non ti preoccupare, ci sono un paio di lettori del blog che hanno mandato un contributo.

      Il vero problema, ovviamente, è la mancanza di un tetto.

  4. Moi says:

    “Con la zona rossa il primo che mi ferma perché sono a giro mi denuncia perché lo meno dovendo io pensare alla sopravvivenza ahahahaha ti rendi conto che due scatole dio scalzo”.

    ————

    A Bologna, premesso che NON abbiamo generalmente la creatività Toscana rimanendo per lo più su Bestemmie “Classiche” 😉 … l’ ultima parte l’ ho sentita terminare non di rado con “in una valle di chiodi” !

    😉

  5. rossana says:

    @Miguel
    Se mi fai avere Iban qualche spicciolo (quel che posso) glielo mando. Magari si riesce a pagargli un B&B per qualche giorno, in attesa di una soluzione più stabile…

  6. Roberto Massari, di cui vi ho parlato altre volte, mi gira i saluti ai suoi amici di Hugo Blanco Galdos (88 anni).

    E allora vado a vedere la sua straordinaria biografia:

    https://en.wikipedia.org/wiki/Hugo_Blanco_(politician)

    Roba che rischierei di farmi trotskista persino io.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *