“Anche tu potrai essere al centro dello show”

Anno 2020, Crociera Costa Diadema.

Eccovela dal sito delle Crociere Costa (che fa tanto made in Italy, ma appartiene alla Carnival Corporation, che ha sede legale nella superpotenza dei mari, Panama, la cui illuminata legislazione protegge anche i diritti dei lavoratori a bordo): [1]

Costa Diadema

N. Ospiti 4.947

N. Equipaggio 1.253

Lunghezza  m.306

Costa Diadema, varata nel 2014, è l’ultima arrivata nella nostra flotta, è costruita per vivere momenti da sogno tra relax e divertimento con le tantissime attività di bordo, gli scintillanti bar e i ristoranti gourmet e l’area benessere.

Tra le particolarità da non perdere: l’intero ponte dedicato ai bimbi con Castello e Galeone dei pirati e la Terrazza del ponte 5 dove passeggiare e bere un aperitivo al tramonto: una vera chicca per vacanze in perfetto stile italiano.

Scopri gli interni, le cabine a bordo della nostra Ammiraglia sono eleganti, ben arredate e spaziose, contengono fino a cinque ospiti. Di giorno e di sera, avrai l’imbarazzo della scelta su cosa fare: sport, giochi, un grande teatro su tre piani dove si esibiscono artisti internazionali e anche tu potrai essere al centro dello show con Tu sì que Vales… e poi l’Aperol Spritz Bar per un cocktail prima di scatenarti in discoteca, una sala giochi in cui tornare un po’ bambini e una vera birreria tedesca. Non vediamo l’ora di accoglierti a bordo.

Leggete con attenzione le parole: non si potrebbe descrivere meglio l’anima stessa della Civiltà Occidentale, lo scopo ultimo per cui tutto è stato assoggettato all’Umano. Il Cazzeggio, per usare un termine tecnico.

Nell’ottobre del 1347, verso l’inizio del mese, dodici galee genovesi approdarono nel porto di Messina, senza che nessuno sospettasse qualcosa.

Marzo 2020. Leggo sul sito di Repubblica:

E’ arrivata nel porto di Piombino (Livorno) la nave da crociera Costa Diadema, con a bordo 1255 persone tra cui 155 italiani. Il sindaco Francesco Ferrari ha spiegato che alcuni a bordo avrebbero sintomi da Cov2. Lo stesso Ferrari, che ha acconsentito l’attracco su richiesta del ministero delle Infrastrutture è in fase di attracco al porto. La Diadema, lunga 306 metri è la più grande nave mai entrata a Piombino e per questo il tavolo tecnico di stamani dovrà valutare lo spostamento di altre navi già in porto e liberare la banchina più adatta, probabilmente il molo Pecoraro di 275 metri di lunghezza, per l’accosto.

“Non vediamo l’ora di accogliervi a bordo!”

Nota:

[1] Il governo americano sta lanciando una gigantesca operazione per salvare gli speculatori di terra (Airbnb), di aria (le linee appunto aeree) e di mare dalle conseguenze dei loro investimenti azzardati.

Ma sembra che per le ditte panamensi ci sia poco da fare. Come anche per la Royal Caribbean International, altra grande azienda del settore, perché ha sede legale in Liberia.

Ma siamo certi che i contribuenti panamensi e liberiani sapranno fare ciò che gli americani non hanno il coraggio di fare, in difesa dei Nostri Valori.

Print Friendly, PDF & Email
This entry was posted in ambiente, Collasso, società dello spettacolo and tagged , , , . Bookmark the permalink.

95 Responses to “Anche tu potrai essere al centro dello show”

  1. Mirkhond says:

    Con la peste che dilaga stanno ancora a fare crociere?

  2. Mirkhond says:

    EDITORIALE
    FALSE NOTIZIE E VERITÀ NASCOSTE
    Tutte le reti TV ci stanno martellando con messaggi ossessivamente ripetuti: non affidatevi alle fake news, scegliete solo editori seri eccetera. Non è vero che gli animali domestici possono trasmettere il virus agli umani, che stanno sbarcando sulle coste europee barconi di migranti impestati, che ci sono in atto uno o più complotti per indebolire l’Occidente tramite il contagio e via fantasticando. Ci sono in giro anche affabulazioni dettagliate sul complotto tra cinesi e iraniani che userebbero il virus come primo atto di guerra contro gli Stati Uniti e i loro virtuosi alleati o iscritti al loro libro-paga. Queste fiabe sono come quelle del Veglio della Montagna nel medioevo o delle streghe e degli untori nella peste del 1630: sono solo più stupide.
    Però, state in campana. Ci sono due modi di dir bugie. Il primo è raccontar menzogne; il secondo, più sottile e insidioso e forse più pericoloso, è nascondere le verità. C’avete fatto caso – come diceva il vecchio caro Aldo Fabrizi – che non sappiamo quasi nulla di quel che accade (o non accade) in gran parte dell’Asia (con eccezione della Cina e mezza eccezione dell’India), a parte l’Iran dove la gravità della situazione è attribuita tutta al tirannico e retrogrado regime “degli ayatollah”, mentre si tace o si sorvola con disinvoltura sull’ingiustificato, criminale embargo al quale il paese è soggetto ormai da circa un quarantennio e che ha obiettivamente indebolito un paese che tuttavia (a differenza degli USA) dispone di un eccellente sistema sanitario pubblico che sta facendo miracoli di cui nessuno parla? Sappiamo bene che Israele sta cercando il modo di organizzare addirittura un governo di unità nazionale per far fronte al pericolo, e non c’è dubbio che otterrà buoni successi: ma di quel che succede in Palestina, soprattutto nella sovraffollata striscia di Gaza, com’è che nessuno ci dice nulla? A che livello è il contagio nel continente africano (avete notato che il grande problema dei migranti è misteriosamente scomparso?), a che livello in America latina? Qualcosa comincia a trapelare per il Brasile, nonostante Bolsonaro, e anche per il Messico. Che i cubani, che hanno uno dei sistemi sanitari migliori del mondo, ce l’avrebbero fatta, lo sapevamo: ma gli altri?
    Le pandemie, di solito, si portano via una bella fetta dell’umanità del loro tempo. Può sembrare cinico il dirlo, ma le vittime di questa sono ancora troppo poche. O sembrano poche, dal momento che noi ci concentriamo solo sul “nostro Occidente” o poco più, magari trincerandoci dietro l’alibi delle insufficienti notizie che ci pervengono? Eppure i nostri media si vantano di forzare il silenzio delle fonti d’informazione, se e quando vogliono: non sarebbe il caso farlo adesso? Magari potremmo scoprire che al tempo della trionfante democrazia globalizzatrice e globalizzata mai le distanze sociali tra una minoranza di privilegiati e un’immensa massa di diseredati è stata più grande. Il sonno della regione genera mostri, è stato detto. Il sogno della democrazia crea menzogne: questo, nessuno o quasi osa (ancora) ammetterlo.

    https://www.francocardini.it/minima-cardiniana-275-1/

    • Francesco says:

      articolo leggermente fazioso e forzato … “il sonno della ragione del signor Cardini genera articoli mostruosi”

      ma anche tutto il post di Miguel è solo un inno al suo odio per le crociere

      mentre io, che non le amo, se ci fosse gnocca della qualità inserita nella foto pubblicitaria ci farei un pensierino eccome!

      PS godo a pensare che le società con sede legale in certi paesi possano finalmente pagarla! hanno scelto di non essere “assicurati” dalla sede legale in paesi occidentali per pagare meno tasse? e moh sono cazzi loro

      PPS Trump ha messo moltissimi più soldi per i disoccupati e le piccole imprese che per le linee aree

      • Per Francesco

        “ma anche tutto il post di Miguel è solo un inno al suo odio per le crociere”

        Bellissimo.

        Non un inno di odio, bensì un inno all’odio.

        In realtà, è un inno alla Civiltà e ai suoi più profondi Valori.

        Con le Maiuscole.

  3. Mirkhond says:

    Crdo che l’odio di Miguel per le crociere sia dovuto all’impatto ambientale che comportano.

    • Kairobi says:

      @Mirkhond

      // l’odio di Miguel per le crociere sia dovuto a

      mah.. l’impatto è una conseguenza di quanto tutto il “pacchetto-crociera” con ciò che viene prima e ciò che viene dopo sia pessimo.

      Come fosse un punto di convergenza, il ”pacchetto-crociera-annessi&connessi” offre un limpidissimo spaccato della melma in cui sguazziamo, allegramente.

    • Francesco says:

      no, credo che le odi proprio per la loro immane insulsaggine, per la volgarità intrinseca, per la stupidità, perchè repellono al suo essere intimo quanto un gay pride al mio

      poi razionalizza, quando non gli scappa il lirismo odio-poetico

      🙂

  4. Moi says:

    @ MIRKHOND / TUTTI

    … è anche vero che con la Secolarizzazione NON c’è più sentimento religioso , quindi si perde ogni prospettiva ultra-terrena e perfino di terminare naturalmente il processo vitale. Quindi diventa comprensibile un Edonistico Suicidio !

    … tantissmi “Cristiani” più che “crederci” , “ci sperano” … temendo in cuor proprio che abbia ragione la UAAR a dire che “Dio è il Babbo Natale degli Adulti” !

  5. Moi says:

    @ KAIROBI

    Invece a bordo della Crociera credo che il “mood” )come si dice ora( sia più o meno :

    https://www.youtube.com/watch?v=vodSOosJB7I

  6. A Francesco, ho dato qualche risposta scherzosa, ma sulla questione di fondo, non riesco a scherzare.

    Io non ce l’ho con “le crociere”, non sono mai salito su una nave da crociera.

    Semplicemente, credo che siano la manifestazione più tangibile del male dei nostri tempi.

    Un’immensa massa di acciaio, scavato dalle viscere della terra e destinata a diventare ruggine;

    migliaia di piccoli schiavi a fare lavori precari;

    il mare avvelenato dagli scarichi, e il Duomo di Pisa riempito di gente che non sa perché ci si trova;

    e la finta, orribile allegria venduta e comprata da schiavi che fanno lavori inutili;

    e un’ideologia che ha posto il Cliente al centro del pianeta, anzi “al centro dello show”.

    E la cosa più orribile è che è proprio la finta allegria che ci nasconde la natura satanica di tutto ciò.

    E questgo è lo scopo ultimo di tutta la politica e l’economia.

    • Francesco says:

      fare contento il Cliente è satanico? dovresti leggere qualche cronaca di come erano trattati i clienti nei negozi dei paesi comunisti, poi potremo discuterne, che immagino di essere in parte d’accordo con te

      • Io sono stato trattato a pesci in faccia in capitalistissimi ristoranti…

        Le megere dell’Europa orientale erano capaci di nequizie leggendarie, roba che valeva letteralmente il viaggio!

  7. Moi says:

    @ PINO

    un altro termine spregiativo per i SJWs e la loro “Woke” è … “Woko Haram”, che fa il verso a “Boko Haram”, con allusione allo stesso cieco fanatismo !

  8. daouda says:

    Miguel scusa eh che diritto hai di vietare le crociere se non puoi fare altrimenti che dargli risalto. Certo puoi criticare ma quelle girano uguale per il motivo che è conveniente, possono gli và e gli piace.
    Non puoi arrestare niente.

    • Per Daouda

      “Miguel scusa eh che diritto hai di vietare le crociere se non puoi fare altrimenti che dargli risalto.”

      Nel mio decreto del 30 febbraio scorso, non ho vietato le crociere.

      Ho semplicemente ordinato l’arresto di chiunque venda biglietti per le crociere.

      Poi ho dovuto rimetterli tutti in libertà per colpa del coronavirus, dicevano che in carcere non mantenevano le Distanze, perché stavano a spacciare biglietti agli altri carcerati.

    • daouda says:

      Ho capito ma se uno stronzo ha possibilità di far ciò, che sò, di per sè: l’aborto ingiustificato che ormai è random…je devo menà per impedirglelo giust’appunto come te arresteresti et similia.

      Ma te sei na caccola, come me, con la differenza che a me nun frega n cazzo se l’altro abortisce o fà la cresta usuraia, io basta che non l’appoggio, il tuo è un sensibilismo che gli dà forza invece che denunciarli

  9. daouda says:

    ???

  10. Non sono un consumista e opero in telelavoro per un’azienda che in virtù del suo codice Ateco continua allegramente a produrre. Non ho figli e la mia signora lavora ancora più di me. Per questi motivi sto vivendo questo periodo come un osservatore più distaccato del solito.
    So benissimo che molte attività sono in crisi, ma non riesco a essere molto empatico per due motivi, uno abbastanza oggettivo, l’altro assai meno.
    Il motivo abbastanza oggettivo è che non me ne servivo gran che neppure in tempi normali. Quando ho comprato un paio di anfibi ogni cinque anni e una mimetica ogni due, sono grosso modo a posto con gli stracci, tanto per capirci.
    Il motivo personale è che ormai diversi anni fa mi recai a cena con amici da un mio conoscente di antica data, che aveva rilevato un locale nel Chianti e lo aveva rilanciato con moltissimo successo.
    Al momento di pagare il conto gli dissi che si era fatto tardi e che mi ci voleva una bella dormita. Al che quello mi guardò irridente e mi disse testualmente che dal momento che non facevo una sega tutto il giorno, non capiva perché mai avessi sonno.
    Non dissi nulla: gli ho lasciato la certezza che i non pochi euro che gli avevo appena dato per i suoi affettati e i suoi pecorini (roba che richiede lavoro intensissimo e massacrante a qualsiasi ristoratore, come tutti sanno) me li fossi trovati in tasca per caso, e mi sono ben guardato dal farmi rivedere.
    Presente quelle “partite IVA” che per anni ti hanno guardato con sufficienza, prima dalla Golf e poi dal SUV, te e i tuoi discorsi di giustizia sociale buoni per qualche covo di islamonazianarcocomunisti?
    Benissimo: adesso rido io.
    Si arrangino.
    Se hanno fame, per me possono mangiarsi le Timberland.

  11. Moi says:

    “sono ricchi ma anche gentili”

    “sono gentili, perchè sono ricchi”

    [cit.]

    😀

    — reprise —

  12. daouda says:

    Visto che jeri ce stavia la BANDA DER GOBBO cò Tomas Milian a sto punto annetto sta canzona de Venditti nomminata ner firm, vecia maniera:

    https://www.youtube.com/watch?v=3FYbDTQYh8Y

    GRANDE VENDISCHI!

    • daouda says:

      anfatti er gobbo je mette er lassativo ai ricconi che lo pijano in giro li derubbà e li fà sdiarreà perchè LE DEVENO CACA’ LE OSSA MICA SPUTA’ ste merde.

      ma er discorso è che le merde sò drento, fora accanto, supra e sotto de noi ( er monno di mezzo è r monno de la vita normale, l’ipocrisia ), quinni famise na bella purga che c’arientramo tutti.

      DISTACCATO…ma và a morì ammazzato và, te e l’amichi de merda che ciài, traditore.

      Che cazzo te ridi, vedi che je dai importanza, sto cretino cojone , ed io te dò importanza de rimando perchè te vorei fa svejà, che fai coso coso poi sei r pedissequo de la situazione, e nun diteme che nun zò ggeneroso ed altruista diamine de budda

  13. daouda says:

    lo show nostro continua tutti i giorni MM. lo show già semo noi ma se ne rennemo conto DIO santo porca puttana che non è fatto de complicismo ma de combutta reale vera totale.
    Ce dicono individualisti mondo così eppure tutti, se uniformati o no, se concatenati o no, ci relazioniamo.
    Deve brucià tutto, ma te che sei stronzo vuoi solo la fine dell’umano, io voglio la conflagrazione delle galassie tutte inzimbra. Alimenta chi subisce, er dramma è chi invece non subbisce n cazzo e và avanti de suo, non alimenta, fa, non pedissequa ma distingue e crea.
    Questo è r dramma da quanno naschemo tutto è accusi. er sugo pè suicidasse è vano perché troppi farebbero finta

  14. Per Moi

    Buon Trans Day of Visibility!

    Bu Babu e Abu
    @busaodoubledeck
    Non binary people come in every ethnicity and religion
    And muslims come in every gender (they/them) please do not misgender me gracias #TransDayOfVisibility

    twinfools
    @twinfoolz
    ·
    1h
    It’s #TransDayOfVisibility
    and, as a trans cosplayer, I wanted to reflect a bit on how cosplay community has been such a bastion of support for myself as well as countless others. I transitioned a decade ago, so much has improved, but we have so much more work to do
    Flexed biceps

    volumetric shit compressor
    @monokromyist
    ·
    3h
    HAPPY TRANS DAY OF VISIBILITY! remember, on this sacred day of #TDOV2020
    , it is ABSOLUTELY legal to punch out your nearest terf!!!!!! tell them to fucking eat shit!!!!! we will absofuckinglutely celebrate and uplift and support one another and nobody can fucking stop us

    • Moi says:

      … dove l’ hai strolgata ‘sta roba 😉 ?

      • Per Moi

        Su Twitter… aggiungo:

        Libro pubblicato da:
        Red Fightback
        @RedFightback (con ritrattone di Lenin, vestito da cis/etero/novecentesco)

        ☭ Revolutionary Marxist-Leninist party in Britain, struggling against capitalism, imperialism, the climate crisis, and all forms of oppression.

        Marxism and Transgender Liberation: Confronting Transphobia in the British Left
        Di Red Fightback
        Copertina morbida, 120 Pagine
        Marxism and Transgender Liberation: Confronting Transphobia in the British Left
        Prezzo da listino: € 9,60
        Prezzo € 8,16 (IVA esclusa)
        Risparmio: € 1,44 ( 15% )
        Stampa in 3-5 giorni feriali
        Marxism and Transgender Liberation: Confronting Transphobia in the British Left is the response to transphobia that we need in this vital moment in the struggle for transgender liberation. This pamphlet thoroughly exposes the analytical incoherency and moral deficiency within so much of this sup-posed left; their position, which is plainly morally corrupt, is proved to also be analytically impossible.

  15. Sempre per Moi

    “Red Fightback”, il partito trans-leninista:

    We are Red Fightback – a revolutionary Marxist‐Leninist party in Britain that is dedicated to the struggle against capitalism, imperialism, opportunism, the climate crisis, and oppressive structures that sustain and are sustained by class, such as racism, sexism, and ableism.

    Ti spiegano che per diventare membro devi STUDIARE (nella lista obbligatoria c’è anche un translibro del ciscompagno Stalin):

    After you contact us, we will assign you with a sponsor, who will be your guide and mentor through the initial stages of joining Red Fightback. There is an entry reading list that we expect all prospective members to complete once they’ve made contact with us to inquire about joining. That list can be found here. That said, don’t wait to have read all of these before getting in contact with us! We regularly hold educational sessions that are open to prospective members, and attending these will help to progress your membership application.

  16. Infine, caro Moi, un saggio sulla Nuova Frontiera:

    https://daily.jstor.org/the-complicated-issue-of-transableism/

    Health
    The Complicated Issue of Transableism

    Some people born in able bodies feel as if they were meant to have disabilities. How should the medical community be responding?

    By: Ashley P. Taylor
    August 17, 2019

    In the late 1990s, the Scottish surgeon Robert Smith performed elective, above-the-knee amputations on two people. (The hospital he was affiliated with eventually compelled him to stop.) Smith’s patients are just two examples of people who have body integrity identity dysphoria, also known as being transabled: They feel they are disabled people trapped in abled bodies. Some people feel that they are meant to be amputees and will even injure themselves in order to create the desired amputation or make it medically necessary for a surgeon to perform it. Other people feel that they were meant to be blind or deaf.

    Anthropology scholar Jenny L. Davis writes about how transabled people construct their identities. Not all transabled people express what Davis refers to as “impairment needs” in the same way. She writes:

    The term wannabe refers to those who want/need to have a physical impairment. Pretenders act out their impairment-needs by, for example, folding an appendage, inserting ear plugs, wearing opaque contacts, walking on crutches, wheeling themselves in a chair, or wearing neck/leg/back braces. Devotees experience fetishistic attractions toward the physically impaired bodies of others…

    To learn more about how transabled people see themselves, Davis analyzed the introductory statements of twenty-two bloggers on transabled.org, a now-defunct website where transabled people told their stories. The bloggers, Davis found, used narrative to show that being transabled was natural or essential for them, rather than a choice or something learned. Indeed, they wished to avoid the stigma that might come with the notion of choosing disability, a “socially devalued bodily state.”

    If people can choose to reject life-saving treatments, the authors ask, why shouldn’t they be allowed to elect a surgery that will leave them disabled?

    Bloggers also described denying, then surrendering to their transabled identities. By saying that they fought against the notion of being transabled but lost the battle, they further addressed, and dismissed, the criticism that transableism was a choice, Davis suggests.

    Philosophers Tim Bayne (Monash University, in Melbourne, Australia) and Neil Levy (University of Oxford, in England, and Macquarie University, in Sydney, Australia) make the case that transabled people who seek amputations should be allowed to get them from reputable surgeons. They write:

    Given that many patients will go ahead with amputations in any case and risk extensive injury or death in doing so, it might be argued that surgeons should accede 
to the requests, at least of those patients who they (or a competent authority) judge
 are likely to take matters into their own hands.

    They also cite the issue of autonomy. If people can choose to reject life-saving treatments, the authors ask, why shouldn’t they be allowed to elect a surgery that will leave them disabled? If a person can elect to have plastic surgery, which is often used to make the body conform better to social ideals, why shouldn’t people also be allowed to change it in ways that society is less comfortable with? Lastly, they argue that according to the limited data available, people who seek and achieve their desired amputations feel relief from their suffering, a relief that they are unable to get by other means.

  17. Moi says:

    … Riprendiamoci il Pianeta !

    Slogan Umano, che stan mettedo in atto … gli Animali !

    https://www.tgcom24.mediaset.it/2020/video/coronavirus-tutti-sono-in-casa-gli-animali-si-riprendono-la-terra_16572082.shtml

  18. Moi says:

    Coronavirus: wild animals take back world’s empty city streets as people stay indoors

    https://www.scmp.com/news/world/article/3077518/coronavirus-wild-animals-take-back-worlds-empty-city-streets-people-stay

    • Z. says:

      A proposito, ho scoperto che i daini non erano al parcheggio della Coop di S. Lazzaro, ma a Botteghino di Zocca.

      Non credo che i daini circolino abitualmente in paese, ma immagino anche sia meno inusuale avvistarne lì che alla Coop di S. Lazzaro.

      Però sono bellissimi lo stesso.

  19. Moi says:

    Reykjavik, nella capitale islandese pupazzi alle finestre come simbolo per “ridurre le distanze”

    https://www.asalerno.it/oltre-reykjavik-nella-capitale-islandese-pupazzi-alle-finestre-come-simbolo-per-ridurre-le-distanze/

  20. Z. says:

    A proposito di essere al centro dello show, a quanto pare se si mette la mascherina ci si può addossare gli uni agli altri.

    https://www.ilpost.it/2020/03/31/giulio-gallera-distanza-protetti-mascherine/

    Così sostiene Gallera, almeno.

    Del resto, se si vuole riaprire il Paese, come peraltro Renzi chiede esplicitamente, in qualche modo bisognerà rassicurare gli elettori.

    • Francesco says:

      ho visto la foto e in effetti l’unica spiegazione è che ci sia bisogno di ridurre il numero di giornalisti in Lombardia … peccato perchè i politici lombardi stanno facendo meglio di quanto mi aspettassi finora

      • werner says:

        Nel senso che ti aspettavi che facessero disastri, o nel senso che ritieni stiano facendo bene nella situazione difficile in cui si trovano a dover lavorare?

        • Francesco says:

          entrambe le cose

          in attesa di capire cosa è successo in posti come la “mia” Alzano Lombardo e se ci sono stati errori madornali, oltre che tragici

          • werner says:

            Oggi ho letto questo articolo

            https://www.ilpost.it/2020/04/01/disastro-alzano-lombardo-nembro/

            mi sa che gli errori tragici sono stati parecchi e non solo ad Alzano. Per sapere se sono stati anche madornali temo ci vorrà parecchio tempo.

            Ps. Se ci sono delle persone a te care in quelle zone un abbraccio a te e loro.

            • Francesco says:

              grazie

              mi dicono che di quelli che conoscevo io (ero ragazzino) stanno tutti bene ma di quelli amici dei miei genitori già vari sono morti

              e che gli errori sono stati al limite del criminale, nella gestione dell’ospedale

              🙁

  21. Moi says:

    @ MIGUEL

    Carlo Calenda … il Terfo Boomer ! 😉

    https://www.neg.zone/2019/12/23/carlo-calenda/

  22. Moi says:

    11 Marzo (*)

    https://www.youtube.com/watch?v=nInNVyThqG4

    Odifreddi-Cassandra a LineaNotte: avremo milioni di morti?

    ———————

    (*)

    NON so voi, ma io sto perdendo la nozione del tempo … che non ho mai troppo avuto !

  23. Moi says:

    Questo è ” simpatichello ” , come articolo …

    PORNHUB STA SALVANDO IL PIANETA CON “IL PORNO PIÙ ZOZZO DI SEMPRE”

    https://www.neg.zone/2019/09/02/pornhub-pianeta/

  24. Moi says:

    Postumi del International Transgender Day of Visibility :

    https://www.neg.zone/2020/04/01/figlio-trans-storm/

    «SOSTIENI TU* FIGLI* TRANS PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI»
    By Giuseppe La Luna

  25. Moi says:

    CONSIGLIERE LEGHISTA PARAGONA TRANS A ZOOFILI DAVANTI AL PADRE DI UNA RAGAZZA MTF

    https://www.neg.zone/2020/02/24/padre-ragazza-trans/

  26. Moi says:

    @ MIGUEL

    Ocio, perché talvolta (magari senza volerlo, per motivi anagrafici di “Boomer Generation” …) nel MisGendering ci caschi anche te :

    MISGENDERING: ERRARE È UMANO, PERSEVERARE È ROBA DA GIORNALISTI TRANSFOBICI
    By Davide Dummy

    https://www.neg.zone/2020/01/20/misgendering-errare-e-umano-perseverare-e-roba-da-giornalisti-transfobici/

    https://www.neg.zone/2019/08/24/trans-ansa/

  27. Moi says:

    … Cultural Appropriation di Primo Levi ?!

    https://www.neg.zone/2018/12/02/fotografie-segnanti/

    La celebre opera di Primo Levi, simbolo della Memoria, usata dalla pagina Facebook per fare un’ignorante battuta sulla transessualità

  28. Moi says:

    Carletto dei GemBoy nei guai (neppur per la prima volta, credo !) … NON era questione di SE, ma di QUANDO

    https://www.neg.zone/2020/01/02/gem-boy-luxuria-invidiosa-di-lady-oscar-per-la-spada-lei-replica-e-li-blasta/

    https://www.neg.zone/2020/01/04/gem-boy-transfobia/

    … in pratica, NON assimila la nozione che così come solo chi è AfroAmericano può far battute sui Ne(g)ri , solo chi è matematico-insiemisticamente Elemento Appartentente alla Comunità LGBTSPQR può far battute sulla Comunità LGBTSPQR !

    … e io che credevo che volesse scherzare su Lady Oscar (storia suppongo universalmente nota, Francia di Fine Settecento immaginata da Giapponesi di Fine Anni Settanta, almeno in versione anime) !

    • PinoMamet says:

      Sì vabbè, ma come la fanno lunga per una battutaccia!

      Mo’ sembra un dramma…

      Bisogna scusarsi, poi non ci si è scusati abbastanza, poi bisogna fare il dibattito, e poi il dibattito è troppo corto, e poi.. e caspita! era una battuta venuta male, via.

  29. Moi says:

    @ MIGUEL

    RuPaul compares transgender drag queens to doping athletes, doubles down on Drag Race ‘ban’

    https://www.pinknews.co.uk/2018/03/05/rupaul-compares-transgender-drag-queens-to-doping-athletes-doubles-down-on-drag-race-ban/

    PS

    Si noti che Ru Paul, per il “Tradimento” … si becca dello “He” ! … Come uno Stigma di Scomunica !

    😉

  30. Per Moi

    Julia Kaye
    Crown
    @upandoutcomic
    ·
    15h
    it’s #TransDayOfVisibility
    and i love myself so much now that i went n married myself at the end of last year

  31. Per Moi

    Trans Lifeline
    @TransLifeline
    Peer support & crisis hotline for #trans folks.
    Flag of United States
    877-565-8860
    ·
    Mar 17
    Our Hotline services will stay up and are running normally. Staff and volunteers work from home, so we’re able to follow #SocialDistancing & #selfquarantine protocols while showing up for our community to provide #peersupport during this alienating time. #WeSeeUs

  32. Per Moi

    The Gay Space Warrior
    @LoveNeverH8
    · 19h
    Happy Trans Day of Visibility! If anyone wants to donate to a trans person today, I’ve been really struggling to make ends meet this month. Cashapp: $chaoticneutralflame Paypal: http://paypal.me/chaoticneutralflame
    #TDOV
    #weseeus

  33. Moi says:

    @ ZETA

    Lawyer who called judge a ‘gay fat f*g’ says he’s not homophobic and controversy is just ‘political correctness’

    https://www.pinknews.co.uk/2020/03/31/lawyer-homophobia-robert-abrams-judge-phillip-douglass-denver-colorado-political-correctness/

  34. Moi says:

    @ MIGUEL

    Trans journalist reveals why his bottom surgery, which may be cancelled due to coronavirus, is lifesaving

    https://www.pinknews.co.uk/2020/03/31/bottom-surgery-gender-affirming-transgender-coronavirus-tatyana-bellamy-walker/

  35. Però è interessante vedere come cambi velocemente la storia.

    A meno di un anno di distanza da quando si discuteva degli sbarchi dei migranti dall’Africa profonda,

    ecco come si trattano i migranti dai paesi più ricchi 🙂

    Sul Fatto:

    Bisogna smetterla con questi sbarchi dei croceristi, non è accettabile. Le persone devono tornare nei loro Paesi. Devono andare via, e punto, dalle crociere non devono arrivare”. Lo ha detto a margine di una iniziativa l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato, rispondendo a una domanda del Fatto.it relativa allo sbarco a Savona dei 229 passeggeri della nave Costa Luminosa, trasferiti poi in alcuni alberghi di Roma. “Daremo assistenza sulle navi – ha aggiunto – come già abbiamo fatto, facciamo i corridoi sanitari, ma non possono farli scendere dalle navi, portarli a Roma senza sapere quando se ne vanno. Queste persone devono scendere quando hanno già una carta d’imbarco e il piano di volo”

  36. Moi says:

    @ MIGUEL

    WahidaApplebomb iGottaPutYouOn
    @wahidizm
    ·
    19 nov 2017

    Trans women are males. They do not bear children, breastfeed, hail from a divine feminine, house a sacred passage, sacrifice blood, sync w phases, flow in flux w universe.
    They just want the superficial benefits of a social construct but don’t bear the stripes.

  37. Moi says:

    @ MIGUEL

    Un altro termine più “inclusivo” prt Terfe & Terfi 🙂 :

    https://www.youtube.com/watch?=42&v=zlT-Yu8SMKU

    Chromosome Crusaders

  38. Moi says:

    ORBAN OTTIENE UFFICIALMENTE PIENI POTERI

    Coronavirus, Orban ottiene pieni poteri. Condanna Pd-M5s, Salvini e Meloni lo difendono. Fico: ‘Anti-democratico, no a paragoni con Italia’

    https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/03/30/coronavirus-orban-ottiene-pieni-poteri-condanna-pd-m5s-salvini-e-meloni-lo-difendono-fico-anti-democratico-no-a-paragoni-con-italia/5754151/

    … CONTE VA A DECRETI

  39. Moi says:

    @ MIGUEL / LISA / TUTTI/E/*

    Pussy Church of Modern Witchcraft : Sisterhood is Sacred

    https://pussychurchofmodernwitchcraft.com/

    Who may become a member?

    Having reached at least 18 years of age, any Woman who was born female may become a member of the Pussy Church of Modern Witchcraft.

    You do not need to be a Lesbian to be a member, but you must support Lesbians as defined by the PCMW (Lesbian = Female Homosexual) and you must accept that only Lesbians can serve as Trustees in the PCMW.

    [cit.]

    ——————————

    The P*ssy Church (yes, this is real)

    https://www.youtube.com/watch?v=Q_eSZfFUifY

  40. Peucezio says:

    O.T.,
    ma neanche tanto.

    Qualcuno di voi si è dato una spiegazione del fatto che nel resto d’Europa e del mondo, malgrado abbiano cominciato ad attuare restrizioni serie molto più tardi di noi, cominci ad esserci un calo della crescita dei positivi, meno vistoso che da noi, ma quasi con la stessa tempistica?

    • Moi says:

      so di non saperlo … meglio così che cercare chissà che complotti 😉

    • Peucezio says:

      Nessun complotto, vorrei capire a cosa è dovuto.
      Viene in mente il fattore climatico, ma sembra che accada anche nell’emisfero australe.

      • werner says:

        I contagiati “ufficiali”, in questa fase, sono solo un sottoinsieme di quelli “reali”. Per il caso italiano abbiamo enormi indizi che persino i morti siano parecchio sottovalutati.

        https://www.ecodibergamo.it/stories/premium/Cronaca/coronavirus-il-numero-reale-dei-decessiin-bergamasca-4500-in-un-mese_1347415_11/

        Non mi sorprenderei se anche all’estero vi fossero simili sottostime del numero dei casi (e dei morti).

        • PinoMamet says:

          Lo trovo probabile;

          in Italia noi siamo molto burocratici, eppure molti casi non sono registrati ugualmente (ho una casistica aneddotica in proposito);

          in altri paesi hanno molta meno burocrazia, quindi credo che certi “miracoli” siano dovuti al semplice fatto che nessuno conta i contagi.

          • Peucezio says:

            D’accordo, ma è la curva, non il dato assoluto, che non mi torna.

            Hanno cominciato quindi a diminuire i tamponi, perché non stanno dietro ai troppi nuovi contagi? Sarebbe questa la spiegazione?
            Sarà interessante vedere la curva dei decessi (lì, al netto di ciò che dice giustamente Pino, il dato non può essere falsato in modo macroscopico).

    • Mauricius Tarvisii says:

      C’è anche il fatto che le fabbriche sono state aperte fino a mercoledì scorso e molte oggi sono ancora aperte con deroghe o proprio nelle more del provvedimento prefettizio di respingimento della richiesta di deroga.

      • Peucezio says:

        Questo però semmai spiegherebbe il fatto che siamo nel plateau anziché già nel declino.
        Dici che gli altri hanno avuto effetti più rapidi perché da subito hanno chiuso tutte le industrie tranne quelle alimentari?
        A me risulta però che nel resto dell’Europa occidentale per esempio l’industria siderurgica sia ancora attiva (contrariamente che da noi).

    • Roberto says:

      Senza ovviamente nessuna pretesa azzardo un’ipotesi

      Hanno iniziato più tardi ma, vista l’esperienza italiana, prima che fosse drammaticamente tardi. Per dire, qui da noi hanno chiuso tutto in un momento in cui c’erano una quindicina di positivi, e l’hanno potuto fare perché appunto vedevamo benissimo i morti in Lombardia

      (In Francia hanno organizzato delle elezioni in piena bufera, mi aspetto una catastrofe, e per dire, già nella regione confinante non sanno più dove mettere i malati)

      Aggiungo che è molto più facile isolarsi socialmente in posti in cui già la gente non è espansiva come da noi.

      Infine ovvio che l’unico dato che conta è la gente in ospedale, quelli positivi ma non contati chissà quanti sono…

      • Peucezio says:

        Non mi è chiaro però: in che senso questi fattori spiegherebbero la precocità del rallentamento dei contagi all’estero (sempre che si consolidi)?

    • Kairobi says:

      @Peucezio

      // Qualcuno di voi si è dato una spiegazione del fatto che nel resto d’Europa

      mah.. detto in fretta..

      1. Stiamo abbondantemente sovrastimando – non viene controllato nulla e ogni decesso CON coronavirus è assegnato AL coronavirus. (se perchè i numeri non sembrano più essere quelli legati alla terapia intensiva.)

      2. Strutture sanitarie precarie, erose negli anni, creano impossibilità per gli operatori medici di far fronte a una folla che crede di star per morire –

      3. In queste sitazioni sarebbe necessaria, serenità, calma, senso di sicurezza > tutto l’opposto

      4. non si riesce a dare le giuste priorità: gli ospedali hanno di fatto smesso di svolgere il loro servizio.

      5. Clausura in attesa di morte – Solo da noi non si può andare al parco a correre. Oltretutto fatta così, non serve assolutamente a nulla.

      6. Assoluto disastro nella comunicazione da parte dello stato > panico e confusione. Gestione pessima.

      Qualche link, sempre di fretta: https://telegra.ph/CVD-qualche-link-di-fretta-04-02

      • Peucezio says:

        Ma veramente da noi le misure sono più stringenti che altrove.
        In Svizzera puoi fare quel cavolo che vuoi: gli svizzeri sono disciplinati e stanno attenti, ma le scampagnate le fanno eccome.

  41. Moi says:

    … la matematica NON èuna disciplina truffaldina, chi fa calcoli statistici, invece, PUO’ esserlo ! 😉

    • Kairobi says:

      @MOI

      // chi fa calcoli statistici, invece, PUO’ esserlo !

      statisticamente si può dire proprio tutto e il suo contrario, prima ancora di cominciare a truffaldinare.

      La statistica è la scienza del pregiuzio,
      il risultato è attendibile quanto il pregiudicante, a prescindere dal rigore del linguaggio matematico applicato.

  42. Moi says:

    @ MIGUEL

    Sul TERFismo, stavolta in Italiano :

    https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/03/08/8-marzo-triste-notizia-non-ce-niente-da-festeggiare-soprattutto-per-le-donne-trans/5728874/

    Eliana Cocca

    Bioeticista

    DIRITTI
    – 8 MARZO 2020

    8 marzo – Triste notizia: non c’è niente da festeggiare. Soprattutto per le donne trans

    • Moi says:

      Fermi tutti! Dunque, abbiamo chiesto per sessant’anni di non essere giudicate solo per le nostre vagine e la nostra capacità di partorire, bensì per la necessità e l’urgenza delle nostre richieste… e poi? Finiamo col dire che solo chi ha utero e vagina è degna di essere una donna? Facciamo il gioco del patriarcato: discriminare in base al sesso.

      [cit.]

  43. Moi says:

    @ MIGUEL / LISA / TUTTI/E/*

    Una Personaggia 😉 di cui m’incuriosiva la reazione :

    ——————————————————————————-

    Terf: l’esclusione delle donne trans è una questione di classe e di razza (ci rubano il lavoro?)

    Perché le femministe radicali vogliono escludere le trans? Perché le Terf (radfem transescludenti) sono per lo più benestanti, bianche, etero o lesbiche che mostrano di avere non solo un pregiudizio sessista e transofobo ma anche un pregiudizio di classe e di razza. Vado con ordine.

    —— per chi volesse seguirla con ordine, il resto è qui : ———

    https://abbattoimuri.wordpress.com/2019/03/18/terf-lesclusione-delle-donne-trans-e-una-questione-di-classe-e-di-razza-ci-rubano-il-lavoro/

  44. Moi says:

    https://www.youtube.com/watch?v=vNVHiojT14Y

    Giorgia Meloni Remix Islamic Dance

    😉

  45. Moi says:

    La versione Gigi d’Agostino è la prima volta che la sento :

    https://www.youtube.com/watch?v=78Xam9DAnKE

    Io sono Giorgia Ft. Gigi D’agostino – L’ Amour Genitore (Michele Pletto Mix)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *