Perché non mi trovi su Facebook

Ci sono mille motivi per per usare Duckduckgo invece di Google, non avere lo smartphone, non essere accesibili su Whatsapp e non stare su Facebook: il primo sono quelli che ti dicono, “ma è uno strumento neutrale, dipende solo dall’uso che ne fai”. Io sono tra quelli che ne farebbero un pessimo uso.

Ma un motivo molto più importante lo spiegò Nezami, contemporaneo, all’incirca di Federico Barbarossa, che visse tra i monti del Caucaso e scrisse cinque immense opere epiche.

Una di queste opere racconta dell’amore tra il re persiano, Khosrow e la principessa d’Armenia Širin (sì, una donna sovrana che fa anche una vita avventurosa senza mai perdere la propria dignità).

Tradotta integralmente, per ora, soltanto in lingua russa, azera e italiana: quest’ultima traduzione è opera di Daniela Meneghini, che ha dedicato la sua vita a Nezami.

Šāpur è il nadim di Re Khosrow; cioè il compagno di bevute e anche il saggio consigliere.

Interrogato da Širin, dirà di sé:

Sono un uomo che ha visto molte cose, molto bene e molto male; delle cose elevate e delle bassezze del mondo, Dio non mi ha tenuto nulla di segreto; tu posa il tuo sguardo sull’universo, dalla Luna ai Pesci, e interrogami poiché io ho notizia di qualsiasi cosa: infatti ho attraversato il mondo, paese dopo paese, dai confini d’Oriente alle terre d’Occidente”.

E già qui, c’è un insegnamento importante, che la saggezza non si trova in un libro, in un curriculum, in un’ideologia, ma nel saper guardare, sempre con curiosità, l’insieme delle cose.

L’opera è anche un complesso gioco linguistico – Šāpur è di mestiere pittore, Širin è l’oggetto del suo ritratto, e la Cina è il luogo supremo dell’arte. Così, quando lei vede lui:

چو نقش چین در آن نقاش چین دید

cu naqsh-e cin dar ān naqqāsh-e cin did

leggo la traduzione di Daniela,

Alla vista del pittore cinese, quell’effige d’oriente…”

Ma mi viene la curiosità di decifrare l’originale e trovo:

“quando lei, dipinto cinese, vide lui, pittore cinese…”

La traduzione di Daniela è ovviamente la migliore possibile; ma colpisce come ogni verso nasconda altre cose ancora, che nessun traduttore può tirar fuori: il doppio rimando alla Cina, ma anche al fatto che il ritratto di lei sia opera di lui; però tutta l’opera ruota attorno ai ritratti che Šāpur dipinge, e quindi in un altro senso ancora, lei è un suo ritratto.

L’arte e la saggezza permettono a Šāpur di dare un consiglio fondamentale all’impetuoso e spesso confusionario Khosrow, e anche a me e a te a tutti coloro che regalano il proprio cuore a gratis al signor Zuckerberg:

È il cuore il tuo più intimo confidente, il cuore di un estraneo ti resta comunque estraneo e se non vuoi che ti rubino il grano, non lasciare uno sconosciuto da solo in casa tua!

Racconta i tuoi segreti al tuo miglior amico pensando che questi sia il tuo peggior nemico, e non raccontare cose delicate davanti al tuo rivale e neppure davanti al tuo compagno più intimo!

Non importa che l’amico sia sapiente oppure ignorante, tu non lasciare ricchezze a qualcuno che non ti porti affetto.

دل آن محرم بود کز خانه باشد
دل بیگانه هم بیگانه باشد
چو برده نخواهی دانه خویش
مهل بیگانه را در خانه خویش
چنان گو راز خود با بهترین دوست
که پنداری که دشمن‌تر کسی اوست
مگو ناگفتنی در پیش اغیار
نه با اغیار با محرم‌ترین یار
اگر نادان و گر دانا بود یار
بضاعت را به کس بی‌مهر مگذار

Print Friendly, PDF & Email
This entry was posted in mundus imaginalis, società dello spettacolo and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

130 Responses to Perché non mi trovi su Facebook

  1. Simone B. says:

    Il consiglio di Šāpur è giusto e tanto. Anche io, nella mia piccolezza ed a forza di prender colpi dalla vita ero/sono arrivato alle medesime conclusioni; aggiungo che per non farsi rubare il grano non bisogna lasciar da solo in casa neanche un conoscente fidato.

    ——-

    Sono sorpreso. Pensavo che una persona come te, così attenta all’ambiente, usasse come motore di ricerca Ecosia.

    Io non lo uso perché son scettico e non credo facciano quanto promettono.

    • Per Simone

      “Io non lo uso perché son scettico e non credo facciano quanto promettono.”

      Io sono scettico (nel senso di dubbioso e diffidente, non nel senso di gridare alla bufala criminale) su tutto il concetto di “compensazione” di CO2.

  2. habsburgicus says:

    Širin (forse anche, e financo meglio, Šīrīn) era cristiana…
    e spinse Khusrow II Parvēz* a dare libertà ai cristiani e a favorire i monofisiti (lei era giacobita), contro i nestoriani (più forti) e i calcedoniani (più sospetti)..lo stesso Patriarca calcedoniano di Gerusalemme, preso prigioniero dopo il drammatico sacco della Città Santa del 614 d.C, che vide le violenze ebraiche contro i cristiani (poi fermate per ordine di Khusrow II) e di cui resta il racconto di Antioco lo stratega giuntoci in georgiano, avrebbe apostatato Calcedonia…un cronista siro tardo scrisse con giubilo che “il ricordo di Calcedonia scomparve da tutto l’Oriente”
    l’Impero sasanide era sulla via della costantinizzazione..occorre solo che sorgesse un “figlio di buona donna” (perché tale, ad onta della retorica, fu Costantino, dai :D) che scelta una versione di cristianesimo (probabilmente una non-calcedonia per differenziarsi da Costantinopoli) avrebbe accettato, e presto imposto, la Croce in tutto l’Oriente…la stessa Cina era vicina 😀 (stele di Xi’an, 635 d.C)
    ma sorse Maometto..e dove si venerò Ahura Mazda e avrebbe potuto essere adorato Cristo,vi si recita oggi il Corano !

    *591-feb 628 d.C; tutti sanno che gli successe Kavāδ II Šīrōē, che regnò solo 6 mesi, poi il caos, dapprima il generale Šahrvarāz (628-630 d.C, colui che restituì ad Eraclio la “Vera Croce” fausto avvenimento commemorato proprio in questi giorni, il 14 settembre o come direbbero gli egiziani il 17 di Thoth) poi financo una donna, Bōrān, un’altra donna Āzarmeduxt ecc, fino a Yazdgard III, 632-651 d.C, l’ultimo Sovrano sasanide, da cui parte l’Era dei parsi (16/6/632 d.C) di cui anche esiste una versione x+20, che parte dalla sua morte (anno 1 p.Y=652/653 d.C, cioè anno 21 Y)

    • mirkhond says:

      (lei era giacobita)

      Ma non era armena?

    • Mauricius Tarvisii says:

      Ma perché i sasanidi si sarebbero dovuti convertire? Lo zoroastrismo era una religione fortissima, a differenza del paganesimo nell’Impero Romano, che ormai aveva del tutto perso l’adesione della classe dirigente (che o aveva aderito ad altri culti, oppure aveva abbracciato sistemi filosofico-religiosi come il neoplatonismo). Tanto è vero che l’Islam ci avrebbe messo secoli ad imporsi…

      • mirkhond says:

        Concordo con Maurizio.
        Inoltre, ammessa pure l’eventuale conversione dell’Iran al Cristianesimo, sia pure non calcedoniano, ma nestoriano o monofisita, è da vedere se questo avrebbe aperto la strada alla conversione della Cina, dove i Cristianesimo nel migliore dei casi è sempre stato tollerato a fasi alterne, perlopiù imposte da esigenze politiche legate a pressioni di potentati non cinesi, come gli Uighuri nell’VIII-IX secolo dopo Cristo o i Mongoli nel XIII-XIV secolo, ma alla fine perseguitato perché sentito estraneo alla Cina e appunto legato a potenze straniere.

        • PinoMamet says:

          Sulla Persia la vedo come voi, sulla Cina non so, perché in effetti anche il Buddhismo vi è giunto da religione straniera e a tratti perseguitato, ma poi- seppur profondamente sinizzato e permeato di idee confuciane, taoiste e di “religione tradizionale” cinese- vi ha abbastanza prosperato.
          Però, in effetti, anche il Buddhismo, per quanto a sua volta abbia influenzato molto la mentalità cinese e le idee delle altre religioni presenti, è sempre stato visto come una cosa un po’ estranea e un po’ da popolani
          (i missionari cattolici dapprima si presentarono in forme e abiti buddhistizzanti, forti dell’esperienza giapponese, poi, capita l’antifona, preferirono presentarsi come bravi possibili funzionari confuciane).

          • mirkhond says:

            Si, ma infatti si parlava del Cristianesimo, non del Buddhismo e del Manicheismo (quest’ultimo sopravvisse in Cina, più a lungo che altrove, pare almeno fino al XIV secolo, e finendo per colorarsi di buddhismo e dar vita a sette segrete che, forse, potrebbero essere una delle componenti di base della futura mafia cinese).

          • PinoMamet says:

            Grazie a Mirkhond scopro la storia del Manicheismo cinese e della sua profonda sinizzazione, per cui la religione sopravvive “travestita” con termini, teorie e leggende di impronta taoista e buddhista;

            e mi chiedo se sarebbe successa la stessa cosa al Cristianesimo cinese, se avesse attecchito più a lungo (immagino di sì..)

      • mirkhond says:

        Non solo ci avrebbe messo secoli, ma alla fine non potè affermarsi se non dopo aver assorbito quanto più Iran possibile, tanto da dar vita ad una civiltà islamica impregnata di cultura iranica e la cui lingua, il Farsi assieme alla sua civiltà sarebbe a sua volta diventata il canale che avrebbe portato i popoli turchi a diventare a loro volta musulmani.
        Dando vita ad una civiltà che seppure dominata da turchi, era di cultura iranica in una vastissima area dalla Bosnia al Bengala.

    • paniscus says:

      “l’Impero sasanide era sulla via della costantinizzazione..occorre solo che sorgesse un “figlio di buona donna” (perché tale, ad onta della retorica, fu Costantino, dai ”
      —————–

      Premettendo che della vita privata e dei costumi sessuali della signora Elena io non so un tubo di nulla, e non voglio fare illazioni pecorecce non dimostrate…

      …però devo ammettere che è abbastanza pretestuosa questa identificazione automatica tra “donna di bassa condizione sociale” e “donna di facili costumi”, con relativo automatismo sulla denigrazione e il disprezzo.

      Nessuno nega che Costantino fosse figlio di una ragazza di origine popolana, accompagnatasi in fretta e furia con l’ufficiale militare romano di passaggio.

      Ma per quale motivo questo debba essere un motivo razionale per disprezzare tutta la famiglia, non lo capisco, anche perché di altri motivi molto più validi per parlarne male con cognizione di causa, ce ne sarebbero eccome.

      La madre era una gonza svaporata che si fece fregare sistematicamente da qualsiasi venditore di fuffa che andava a spacciarle finte reliquie della croce di Cristo, e lei ci cascava come un baccalà (probabilmente era analfabeta, o maldestramente semialfabetizzata da adulta, ma anche moltissimi personaggi di famiglie altolocate dell’epoca erano ignoranti come capre, quindi questo è poco rilevante)…

      …e il figlio era uno psicopatico arrogante e violento che non si fece scrupolo di massacrare mogli, figli, amici e parenti, salvo poi piagnucolare con la scusa del pentimento cristiano, anche se poi non sappiamo nemmeno se si fosse davvero fatto cristiano o no.

      Di fronte a un quadro penoso come questo, c’è ancora qualcuno che considera più importante la legittimità o la nobiltà della nascita?

      • Z. says:

        Forse Habs per figlio di buona donna intendeva proprio:

        uno psicopatico arrogante e violento che non si fece scrupolo di massacrare mogli, figli, amici e parenti, salvo poi piagnucolare con la scusa del pentimento cristiano, anche se poi non sappiamo nemmeno se si fosse davvero fatto cristiano o no

        del resto, quando si dice “partire in quarta” non si intende davvero con la quarta innestata (non sarebbe peraltro una partenza delle migliori) 🙂

        • Mauricius Tarvisii says:

          Mi pare che derivi dalla scherma.

          • PinoMamet says:

            La quarta è in effetti la posizione della mano a palmo in su (supinazione della mano), che dovrebbe essere anche la più efficiente per effettuare le stoccate.

            Credo che sempre dal mondo schermistico o delle arti marziali europee (non lo virgoletto perché “arti marziali” è in effetti un termine europeo e pure antico…) derivino espressioni come “essere ai ferri corti” (combattere col pugnale e il coltello dopo aver esaurito le altre armi) o “essere alle prese” (cioè essere arrivati alla fase della lotta corpo a corpo), “prendere in controtempo”, “manrovescio” e forse altre che non mi sovvengono.

          • Z. says:

            E’ un’interpretazione interessante, che non conoscevo!

            La maggior parte delle fonti qualificate che ho letto online lo ricollegano alle marce, però.

          • PinoMamet says:

            Bisognerebbe vedere quando è apparsa per la prima volta…
            è un po’ una delle mie curiosità, mi piacerebbe fare una lista delle “prime occorrenze” delle espressioni, modi di dire, frasi fatte ecc; aiuterebbe anche a dissipare tanti miti.

            Quasi a proposito, ricordo una discussione, su un antico forum statunitense, sull’origine della superstizione sul cappello sul letto.
            Quasi tutti pensavano che fosse legata ai cowboy, non ricordo il perché.
            Gli feci notare che la stessa superstizione esisteva in Europa, quindi i cowboy non dovevano averci parte…
            risposta non giunse.

            Ho idea che su queste cose del cazzo, e anche su molte non del cazzo, gli italiani siano molto meno nazionalisti e permalosi di tanti altri popoli.

            • Z. says:

              Non credevo fosse problematica, l’origine della superstizione del cappello sul letto…

              • Moi says:

                Che io sappia è perché dopo la morte di qualcuno se ne faceva l’ inventario della “vestiario” (come si diceva qui) da passare a parenti giovani più prossimi (più o meno) della stessa taglia … il copricapo simbolicamente ci colpisce di più, specie se un po’ personalizzato: sineddoche (o icché l’è) della testa, quindi della mente e della faccia.

                Un po’ come l’ elmetto d’ un soldato caduto sulla croce o lapide tombale, in linea di principio.

              • Z. says:

                A me risulta, invece, che dipenda dall’abitudine del medico di appoggiare il proprio cappello sul letto del malato…

                In effetti, l’unico a cui ho visto farlo era proprio un medico.

              • Moi says:

                … il cappello come copricapo borghese era roba da da ottantenni degli Anni Ottanta !

              • Moi says:

                e cmq le superstizioni in Emilia Romagna almeno “urbana” sono rarefattissime ! Al contrario, al Sud c’è ancora gente giovane (!) che crede ad esempio che regalare scarpe porti sfiga a chi le riceve !

              • Moi says:

                boh … la scena descritta da Zeta mi fa molto “Medico di Paese” in un film ambientato nell’ Ottocento, con medico manubrio-baffuto che porta in un borsone-valigetta lo stetoscopio, lo sfigmomanometro a pompetta con la lancetta (oggi sostituito dal “macchinino” 😉 elettronico della pressione) , i vasetti con le sanguisughe, il purgante presunto miracoloso & altri amenicoli …

              • PinoMamet says:

                Mia madre è stata da poco a giocare al lotto e ha sentito (me lo ha riportato) una signor lamentarsi del fatto che un’altra signora le porterebbe sfiga e che ogni volta che la vede tocca corni e amuleti vari, come nel racconto di Pirandello/sceneggiato con Totò…

                non so se si trattasse di emiliani, comunque, ed è difficile dirlo ormai

                (nella casa protetta dove stava prima un mio zio c’era una responsabile/animatrice, sui 50/60 anni, che alternava tranquillamente il dialetto locale con uno meridionale, credo campano, a seconda del vecchietto con cui aveva a che fare…)

              • PinoMamet says:

                Comunque anche gli emiliani sono superstiziosi, fìdati 😉

        • habsburgicus says:

          @Z
          è così…io per te sono quasi un libro aperto 😀

      • Moi says:

        @ LISA

        Metto qui perché è passato troppo tempo dal commento su “La Donna Bionica” e andrebbe disperso …

        SE ben ricordo, la sigla “Bambola Bambina” (che ho scoperto essere di Jimmy Fontana e soprattutto la ‘unn c’ entrava una fava con il “telefilm”, come si diceva allora …) fu trasmessa per pochissimo tempoper venire presto rimpiazzata dalla “Opening” originale ch’ era solo strumentale.

        Inoltre c’eraanche un cane (!) bionico, Max … con super velocità e super elevazione nelle zampe e super potenza nelle mascelle.

        Ma è un ricordo sostanzialmente vaghissimo …

        • Moi says:

          Steve Austin invece non l’ ho sostanzialmente mai cagato … per dirla in “Nerdese” contemporaneo 😉 , Lui era molto più “Larry Stu” di quanto Jamie Sommers fosse “Mary Sue” !

        • PinoMamet says:

          Ah, non c’entra, ma ho poi visto il film di Tarantino.
          Divertente, anche se molto “slegato”, dispersivo, specie la prima parte.

          Comunque Bruce Lee fa una figura assai migliore di quanto dice sua figlia: è vero che appare come un vanesio (e un po’ in effetti lo era), ma afferma in effetti di ammirare Mohamed Ali (come nella realtà) e lo scontro amichevole col personaggio di Brad Pitt viene interrotto durante un sostanziale pareggio;
          appare anche in brevi flashback dove allena Sharon Tate (interpretata da Margot Robbie) per un ruolo in un film, sempre come nella realtà, a quanto pare.

      • habsburgicus says:

        “figlio di buona donna”

        @Lisa/Paniscus
        intendevo tutt’altro
        Z lo ha capito..devo dire che in questo non sbaglia mai, mi sa interpretare praticamente sempre, anche se finora ho avuto il piacere di vederlo una volta sola 😀
        intendevo, un uomo arrogante, duro, ipocrita, all’occorrenza spietato…….come fu il Costantino della storia, diverso da quello della vulgata ! un Costantino che fu grande per quel che fece ma, diciamolo, non deve essere stato una persona raccomandabile né piacevole

      • mirkhond says:

        Si fece battezzare in punto di morte da un vescovo ariano.
        Comunque, a partire dal 312 d.C., la sua simpatia andò indubbiamente al Cristianesimo.

      • Ovviamente: altrimenti noi maschilisti cosa ci stiamo a fare…!

        [Ora metto di nuovo il capino sotto il bordo della trincea…]

  3. PinoMamet says:

    Sono fighi i contatti tra Persia e Cina, nei libri in adozione nelle scuole di qua i regni Persiani fanno una breve comparsata in alcuni periodi storici, ma sempre in chiave “occidentale” (le “Guerre Persiane”, raccontate rigorosamente dal parzialissimo punto di vista greco, e secoli dopo i Parti e il loro secolare attrito con l’Impero romano);

    d’altra parte, l’influenza cinese sull’arte persiana è ben nota e innegabile, mentre i persiani appaiono con una certa frequenza nella letteratura e folklore cinese e persino giapponese, per derivazione;
    i mongoli e manciù adottano tra gli altri (e qui immagino che Hbas saprà essere esasustivo!) alfabeti di derivazione aramaica;
    la medicina persiana influenza quella indiana e cinese… e così via.

    • habsburgicus says:

      i mongoli e manciù adottano tra gli altri (e qui immagino che Hbas saprà essere esasustivo!) alfabeti di derivazione aramaica;

      verissimo
      l’origine aramaica è certa e non discussa (fra le persone serie, eh….il “crank” che denuncia oscuri complotti e propone teorie strane si trova sempre 😀 😀 :D)
      mi pare che Henning e i più hanno questa derivazione
      aramaico-sogdiano
      sogdiano-uiguro antico (Old Uyghur)
      uiguro-mongolo
      mongolo-manciù del 1599
      manciù del 1599-manciù “classico” del 1632

      • Moi says:

        Stranamente mi pare che qua non si sia mai trattata la Lingua Aymara … che

        _ Trigger Alert, che qui si va sul pesissimo ! _

        secondo certi studiosi sarebbe l’ idioma vivente più simile a quello parlato dagli “Esperimenti Adam & Hawah Afar”, prova ne sarebbe che gli “Aymaraofoni” imparano lingue straniere con un’ incredibile efficacia intrinseca alla propria stessa
        struttura linguistica.

        • habsburgicus says:

          ignoravo completamente che i boliviani di lingua aymara avessero tale predisposizione per le lingue straniere !.
          non posso che dire, citando Solone (floruit 594/593 a.C) γηράσκω δ’αιεί πολλὰ διδασκόμενος

          • Mauricius Tarvisii says:

            Prima mi assicurerei sull’attendibilità della notizia:

            – la fuffa sull’Aymara la lessi anni fa in un romanzetto pesantemente debitore delle peggiori teorie pseudostoriche (come tutti quelli della stessa autrice)
            – se linko “Esperimenti Adam & Hawah Afar” mi viene fuori Biglino

          • PinoMamet says:

            E che esperimenti sarebbero??

            comunque se si trattasse di scoprire qual è la prima lingua parlata dall’uomo, l’idea la ebbe già un faraone egiziano, ci informa Erodoto, e dal suo esperimento con neonati tenuti lontani da altre influenze linguistiche sarebbe uscito come risultato il tracio (se ricordo bene).

            Naturalmente è una favola, una diceria da prendere con tutte le dovute pinze…. e tale credo sia anche quella dell’Aymara 😉

            (come quelle, messa in circolazione da uno scrittore italiano innamorato del Messico, di un popolo indigeno di laggiù che parlerebbe tibetano… i Peul che parlerebbero dravidico… i Dogon che sarebbero arrivati dalle stelle e così via)

            • Moi says:

              C’è chi sostiene che il linguaggio umano si pre-imposti già in fase fetale …

              • Moi says:

                … influenzato da suoni (di qualsiasi tipo, proprio un fattodi armonie e ritmi) esterni al grembo: percepiti ma ovviamete non intellegibili

              • Mauricius Tarvisii says:

                Se così fosse, il neonato dato in adozione ad una famiglia che parla una lingua diversa dovrebbe parlare la lingua della famiglia di origine. Non so perché, ma mi pare inverosimile…

              • PinoMamet says:

                Mmm posso arrivare a credere che certi suoni o toni di voce possano risultare più gradevoli o “famigliari” di altri, anche a distanza di anni- perché no?

                Ma non certo che si impari una lingua nel grembo materno…

              • Moi says:

                Sta di fattoche il feto può udire e “registrare” suoni (ripeto: “suoni”, non “fonemi” !) esterni, seppur con dei limiti.

  4. habsburgicus says:

    anche il kharosthi in India nord-occidentale (cioé Kabul, AFG e PAK :D) è sicuramente di origine aramaica..solo uno, diecsi uno :D, la nega
    invece la questione della derivazione del brahmi (da cui in definitiva derivano tutti gli alfabeti indiani e indianizzati del S.E Asia, khmer, thai, lao ecc) è spinosa, dal pochissimo che so
    Halévy 1887 e Buhler 1895 (pur divergendo in molto) lo fanno derivare dall’aramaico e fuori India è “ortodossia” o lo era, prima del 1960
    la storiografia indù invece parte in quarta quando sente ‘ste cose..lo vede come un complotto dei colonialisti contro l’India, un ignobile tentativo di privare gli indiani delle loro radici e, in genere, sostiene la tesi dell’autoctonia del brahmi !
    fuori India, i più tendono ancora oggi ad ammettere una certa influenza aramaica, ma nulla è deciso

    • PinoMamet says:

      I nazionalisti indiani, come si direbbe dalle mie parti, “i-én quél”, sono qualcosa 😉 (non necessariamente in senso positivo… 😉 )

      da quello che ho capito, da quelle parti, forse anche per il trauma della divisione col Pakistan, sono molto restii ad accettare ufficialmente idee (anche innegabili, come quella del gruppo linguistico indo-europeo! o comunque dell’arrivo degli “Arii” da fuori) che possano essere divisive dell’unità di una nazione così diversa
      (e in cui i movimenti secessionisti non mancano di certo)

      diciamo che hanno alcuni argomenti su cui particolarmente “triggherabili”, come direbbe il nostro Moi 😉

      una cosa che mi colpì al tempo della vicenda dei “due marò” nei commenti indiani ai giornali indiani (in inglese, “madrelingua” per moltissimi indiani… a sentir loro) è stata per esempio la loro prontezza quasi automatica a leggere la vicenda in chiave colonialista, che invece era un argomento lontanissimo dal passare per il cervello a qualunque italiano, anche il più guerrafondaio dei destrorsi.

      • PinoMamet says:

        Che poi, ahimè, i più legati al colonialismo mi sembrano proprio loro…
        nel senso di complessati
        (“vogliono riprendersi i marinai= si considerano superiori perché sono bianchi= ma io gli faccio vedere che parlo inglese meglio di loro!” non scherzo, il tono e gli argomenti erano più o meno questi…)

        del resto, sono stati in effetti colonizzati… ma mica dall’Italia…

        • habsburgicus says:

          infatti

        • Moi says:

          … che poi molti fra gli Indiani & Dintorni se li sottoponessimo a “sbiancamenticutanei alla Michael Jackson” otterremo degli Italiani ! 😉

        • Moi says:

          … che poi molti fra gli Indiani & Dintorni se li sottoponessimo a “sbiancamenticutanei alla Michael Jackson” otterremo degli Italiani ! 😉

        • PinoMamet says:

          Ma alcuni anche senza sbiancamento… non sono frequenti, ma da me, dove ce ne sono tanti, capita diverse volte di incontrare qualcuno che scopri che è indiano solo quando senti il nome.
          Insieme a moltissimi “medi” e qualcuno decisamente scuro.

  5. PinoMamet says:

    Cose che non c’entrano:

    “cu” (scritto- correggimi Miguel- con la “c” palatale che in arabo manca) è “cum” latino? Può essere?

    “did” è in questo caso il verbo vedere? collegabile in qualche modo a video, vidi, oida, ecc., o non c’entra nulla?

  6. Francesco says:

    Mig

    non è che sei un pò paranoico e proietti questo anche su Internet?

    😀

  7. Moi says:

    … Macché Sassani e Sassonidi 😉 ! … Icché dite del Colpo di Teatro di Renzi che ha fondato Italia Viva Nuovo Soggetto Politico CattoLibbberal ?! 😉

    • Moi says:

      … Prima Scissione via U’òzzapp 😉 della Storia , fra l’altro ! 😉

      • Moi says:

        @ Z

        Chissà se “staltranno” faran Festa PD al Parco Nord e Festa Italia Viva in Fiera … o il contrario ! 😉

        • Z. says:

          Beh, quest’anno la Festa provinciale a Bologna mi risulta sia andata decisamente bene, quindi – anche alla luce dell’esperienza a dir poco deludente dello scorso anno – presumo si ripeterà il prossimo anno nella stessa sede.

          Non credo che Renzi avrà abbastanza volontari per un festival.

          • Moi says:

            … ma di finanziatori con dei gran baiocchi per ingaggiare dei privati (da quasi 20 anni ci sono dei privati alle Feste …) , sì … volendolo !

  8. Moi says:

    Va be’ , scusate … siete così presi a parlar di “rusco” 😉 e clima !

  9. Moi says:

    Perché non mi trovi su Facebook

    ———-

    … Ce lo spiega un Poeta Persiano di otto secoli e sblisga 😉 fa !

  10. Moi says:

    scusate i refusi

  11. Mauricius Tarvisii says:

    Temo che tutta questa democrazia ci sia sfuggita di mano

    http://www.europarl.europa.eu/doceo/document/TA-9-2019-0021_IT.html

    • habsburgicus says:

      é abbastanza giusto…
      ho solo letto le prime parole 😀 ora leggo meglio, e ti dico

      • habsburgicus says:

        A, non c’è questione, è lapalissiano
        B vero anche se ammetto che per chi vive di sinistrismo può non essere facile da digerire
        C innegabile
        D manco Z lo nega
        E sacrosanto ! se è vero (sottolineo SE) basta ciò da solo a riabilitare un poco l’Europa
        F vero, anche se mi rendo che per i sinistri italiani l’unica ideologia da vietare è quella dell’austriaco e del romagnolo, arbitrariamente estesa a comprendere il “comunista padano” e gli antigenderisti
        H e J confido che tutti siano d’accordo
        J vero
        K purtroppo vero (anche se ci sono dietro antiputinismi non cristallini che deploro)
        L vero
        M vero in teoria; in I ci andrei prudente perché gli unici a essere arbitrariamente colpiti sarebbero pacifiche persone non di sx, dunque su questo punto faccio riserve, ma non nel merito, solo su un’eventuale applicazione in I
        continua

        • habsburgicus says:

          1 chiaro
          2 vero
          tutto il resto accettabile (il 7, in I, però si presterebbe al silenziamento dei già deboli..in sé lo condivido, sia chiaro)
          in conclusioni
          non perfetto
          ma impossibile di più..e in I, rebus sic stantibus, impossibile anche di meno 😀
          brava Europa (qunno ce vvo’ ce vvo’) !

          • Moi says:

            21

            CORTOCIRCUITO !

            • Mauricius Tarvisii says:

              Moi, pensaci: non potrete mai sterminare tutti i froci e i negri, perché ne saltano fuori sempre di nuovo, e questo l’Europa lo ha capito. Per il resto, sovranisti ed attuale maggioranza europea sono del tutto compatti su tutti gli altri temi.

              • Moi says:

                Come ha detto giustamente Peucezio … te Maurì hai seri problemi cognitivi ! Il CortoCircuito è come cazzo fai a far coesistere da “consumatori” culture arcaiche con le avanguardie di gente che stravolge come un calzino ogni ABC antropologico.

              • Mauricius Tarvisii says:

                Io non lo so, ma non potendo sterminare negri e froci mi pare che il problema non sia semplicemente evitabile.

              • Moi says:

                Fabio Volo VS Ariana Grande, in confronto alle Risorse da Accòiere con la Soros Fleet , è un “Mangina” … intelligenti pauca ! … Nevvero, Habs ? 😉

              • daouda says:

                guarda che essere frogi ( e fra i negri ce ne sono e parecchi ) è cosa diversa dai negri.

                Non puoi metterli insiemee comunque ti sei scordato i cinesi

        • Mauricius Tarvisii says:

          B, ha spianato la strada quanto Monaco, che però non è citata. Sarà una curiosa dimenticanza o un’invenzione del sinistrismo?
          D, anche questo è vero. Solo che mi chiedo quanto fossero legate ai sovietici le dittature in Grecia, Spagna e Portogallo. Ma sarà una curiosa dimenticanza anche questa.

          Passando all’articolato, leggo questa perla:

          2. sottolinea che la Seconda guerra mondiale, il conflitto più devastante della storia d’Europa, è iniziata come conseguenza immediata del famigerato trattato di non aggressione nazi-sovietico del 23 agosto 1939, noto anche come patto Molotov-Ribbentrop, e dei suoi protocolli segreti, in base ai quali due regimi totalitari, CHE AVEVANO IN COMUNE L’OBIETTIVO DI CONQUISTARE IL MONDO, hanno diviso l’Europa in due zone d’influenza;

          15. sostiene che la Russia rimane la più grande vittima del totalitarismo comunista e che il suo sviluppo in uno Stato democratico continuerà a essere ostacolato fintantoché il governo, l’élite politica e la propaganda politica continueranno a insabbiare i crimini del regime comunista e ad esaltare il regime totalitario sovietico; invita pertanto la società russa a confrontarsi con il suo tragico passato;

          Questa mi sa di gratuita. In che modo questo asserito insabbiamento ostacolerebbe lo sviluppo democratico?

          16. è profondamente preoccupato per gli sforzi dell’attuale leadership russa volti a distorcere i fatti storici e a insabbiare i crimini commessi dal regime totalitario sovietico; considera tali sforzi una componente pericolosa della guerra di informazione condotta contro l’Europa democratica allo scopo di dividere l’Europa e invita pertanto la Commissione a contrastare risolutamente tali sforzi;

          Questa è da neuropsichiatria. Cioè secondo il Parlamento Europeo i russi vogliono presentarci Stalin come un santo per dividere l’Europa? E dividerla tra chi, di grazia? C’è ancora lo spettro comunista?

          • Z. says:

            Come dicevo, che Hitler intendesse “conquistare il mondo” sembra più una frase sensazionalista che altro, presa dal trailer di un film di supereroi. Che Stalin intendesse conquistare il mondo, invece, non credo che sia mai stato seriamente sostenuto da nessuno.

            Anche su Monaco è difficile darti torto: il documento dimentica tutte le strette di mano tra Hitler e le democrazie occidentali, susseguitesi per anni, e dimentica anche che Stalin era l’unica voce contraria. Ma soprattutto, dimentica che fu questa aperta accondiscendenza verso Hitler e il nazismo a portare dritto dritto verso il patto Molotov-Ribbentrop.

            Mi sembra un manifesto ideologico imbarazzante e sgangherato, di cui peraltro mi sfugge del tutto l’utilità.

            • PinoMamet says:

              “di cui peraltro mi sfugge del tutto l’utilità”

              OMDAZ

              riassunta tutta la fuffa e le semplificazioni discutibili e meno, salta fuori che…. Hitler e Stalin erano molto cattivi.

            • Roberto says:

              « Mi sembra un manifesto ideologico imbarazzante e sgangherato, di cui peraltro mi sfugge del tutto l’utilità”

              Nulla da aggiungere

              • Francesco says:

                io di utilità ne vedo a bizzeffe

                sarà perchè abito nella rossa Milano e leggo il Manifesto

              • Z. says:

                cioè, a tuo avviso?

              • Francesco says:

                ricordare cosa sono state e dove hanno portato le alternative storiche alla democrazia liberale, e che sono state giustificate con Grandissime Cause

                giusto per togliere acqua ai Salvini, ai Grillo, ai Di Matteo (e alla Greta, mi sa)

    • Francesco says:

      ho letto solo l’articolo-travaso di bile dei compagnucci del Manifesto e compensa ogni difetto del pallosissimo e lunghissimo documento del PE

      e mi riabilita in larga misura il PSE!

      😀

  12. Moi says:

    Segnalazione :

    http://www.affaritaliani.it/entertainment/il-migrante-che-accoltella-i-passanti-adam-arriva-il-fumetto-anti-invasione-625675.html

    Migrante che accoltella i passanti. Arriva Adam, il fumetto anti-invasione
    Tutti già ne parlano, ma nessuno l’ha letto, perchè il libro uscirà solo il 30 settembre in edicola.

    • Moi says:

      Scandalizzarsi è legittimo … ma farlo senza riflettere sull’ipocrisia applicativa e silenzio selettivo dei Media Main Stream è inutile !

  13. Moi says:

    http://www.milanotoday.it/cronaca/nuova-vita-kabobo.html

    il “vero” Adam …

    ———————–

    Ah, Justin Trudeau, Primo Ministro Canadese … una volta faceva ‘ste cose :

    https://www.agi.it/estero/blackface_scuse_trudeau-6216340/news/2019-09-20/

    • PinoMamet says:

      Onestamente doversi scusare per un costume di carnevale mi sembra davvero troppo… va bene essere anti-razzisti, e lo siamo tutti, ma se qualche scemo si “trigghera” perché io mi travesto da sceicco, da samurai o da Super Mario (=italiano), beh… cazzi suoi!

      “Il mondo è fatto per i normali”, dice saggiamente la suocera di un mio amico (in dialetto).

    • PinoMamet says:

      Naturalmente Trudeau è un politico e il suo scopo è minimizzare i casini, quindi vai con le scuse di rito e bona lè.

      • Moi says:

        Super Mario (=italiano)
        ————–

        L’ Italiano è il primo in assoluto a prender per il culo sé stesso …

  14. Moi says:

    Ah, giusto … a Dicembre , sotto l’ Albero 😉 , l’ Italia troverà pure il Nuovo Soggetto Politico di Calenda, giusto ?

  15. habsburgicus says:

    Questa mi sa di gratuita. In che modo questo asserito insabbiamento ostacolerebbe lo sviluppo democratico?

    allo stesso modo che, ne converrai, un’esaltazione italica di Benito Mussolini dopo il 1945 (o il 1946) avrebbe ostacolato lo sviluppo della democrazia italiana..o no ? 😀

    • Mauricius Tarvisii says:

      Mi pare che i crimini del fascismo (ante 8 settembre) siano stati sempre taciuti. Etiopia, Dalmazia, ecc. sono stati argomenti ignorati per decenni senza troppo nocumento.

      • Francesco says:

        “senza troppo nocumento” mi pare una illazione aggratisse e pure sbagliata

        anche se pure la premessa puzza di falso … mai passato per un Corso Matteotti? o letto una geremiade sulle Leggi Razziali?

  16. supervice says:

    A. Non vero, molto peggio la Prima
    B. Firmato perché le potenze occidentali preferivano Hitler alla rivoluzione d’ottobre
    C. Vero manco per la mentula, Hitler avrebbe comunque invaso il Lebensraum
    D. Vero grazie al piano Marshall, e soprattutto alle basi militari sparsi ovunque in Europa
    E. Si parla di volontà di potenza, quella degli USA, giustamente, non è inferiore a quella di Hitler
    F. La Storia la scrive chi vince.
    Mi fermo perché penso sia ovvio che ci stiamo, tra noi, e che ci stanno prendendo grandemente per il culo.

  17. Moi says:

    SE Marco Carrai, il Talent Scout di Renzi, sarà lui “cacciar fuori la pilla”… la Festa di Italia Viva “staltranno” può prendersi tutti i padiglioni del Fiera District … nevvero, Miguel ? 😉

  18. Moi says:

    Dialogo fra un Mangiatore di Carne (conferenziere) e un Vegano (spettatore) …

    https://www.youtube.com/watch?v=nyLiUC0rP48

    • Moi says:

      Mangiatore di Carne che se ho ben capito è uno che segue le Apparizioni Mariane MA (!) secondo lui si tratta di fenomeno ufologico d’ una Femmina Anunnaki Benevolente per l’ Umanità !

      PS

      … Bibbia e Vegani ?

      Nella Bibbia [il Samuele “main stream” Masoretico , eh … ] si narra di un Sacerdote Furbastro “armato” di Sacro Forchettone che fa una brutta fine per essersi tenuto i pezzi di ciccia migliori a danno di Hashem …

  19. habsburgicus says:

    oggi 23 settembre, 2081 anni fa, nella volsca Velitae (Velletri) nasceva colui che sarà noto come il “divino Augusto”
    vero, allora non c’era un calendario giuliano, ma non stiamo a vedere il tutto 😀
    secondo una tradizione, gli aruspici profetarono che in quell’anno (691 A.U.C, M. Tullio C. Antonio coss., cioé 63 a.C) sarebbe nato un uomo che avrebbe regnato sui Romani: l’ultra-conservatore Nigidio Figulo avrebbe allora proposto che si uccidessero tutti i bimbi nati in quell’anno (il sistema “erodico” pare fosse diffuso nell’Antichità !) per sventare tale grave pericolo per la Res publica, ma fu canzonato (en passant, avessero deciso di uccidere gli infanti nati a Roma, ci sarebbe stato egualmente un orribile massacro, ma lui sarebbe venuto alla luce lo stesso………a Velletri !)
    e C. Octavius nacque ! e la Repubblica, anche per mano sua, morì ! 😀
    vivendo sino al 19 agosto del 14 d.C (XIV Kal. Sept. Sex. Pompeio Sex. Appuleio coss.), rivestendo allora la sua XXXVII trib. pot. (dal 26 giugno 23 a.C, rinnovata annualmente)
    per uno di quegli strani “messaggi” che la Storia si compiace talora di darci, Sex. Pompeius e Sex. Appuleius furono fra le ultimissime coppie consolari che durarono in carica un anno intero, secondo la prassi della Repubblica Romana (ne conosco solo un’altra posteriore, nel 20 d.C…e non possiamo, forse, esserne certi, poiché le fonti di età proto-tiberiana scarseggiano e chissà che ci sia stato un suffetto a fine anno, rimasto ignoto ai posteri e, giova crederlo, ai contemporanei alike :D)….era già raro, dopo il 2 a.C, che UNO solo dei consoli durasse un anno intero* (non conosco casi posteriori a Claudio, credo Faustus Sulla nel 52 d.C), figuriamoci tutti e due..questa, della durata di consoli, è la più efficace manifestazione “visiva” e simbolica del passaggio dalla libera Repubblica al Principato..è come se la Storia avesse voluto far morire nell’anno in cui defunse Augusto anche, de facto, la vecchia prassi consolare repubblicana !

    *in età tarda, in un mondo diverso (siamo nel Basso Impero) i consoli tornarono a durare un anno….ma era cambiato tutto..e comunque, nel IV secolo d.C e forse pure nel V secolo d.C, i consoli suffetti c’erano ancora, semplicemente non erano più considerati..mi spiego con un esempio..ancora nel III secolo d.C, al crepuscolo dell’Impero pagano, se tu ottenevi un consolato suffetto e poi, per volere di Cesare, un consolato ordinario (al 1 gennaio) spesso legato alla prefettura dell’Urbe, ti dichiaravi orgogliosamente bis consul (attenzione, da Settimio Severo in poi non tutti i bis consul furono veramente DUE VOLTE consoli, suffetti o ordinarii poco importa adesso, in quanto per abuso alcuni iniziarono a contare gli ornamenta consularia concessi da Cesare o l’adlectio inter consulares decretata dal Senato su desiderio di Cesare come un consolato effettivo ! eresia per la vera Roma !)..ultimo caso a me noto é nel 301 d.C, in età tetrarchica, mi pare si chiamasse Flavius Titianus….nel IV e ad inizio V secolo, tu eri fatto console suffetto giovanissimo, ben presto solo quindicenne e nessuno lo ricordava ! era una formalità, che si faceva ma non aveva alcun significato pratico..se poi, cosa MOLTO difficile, ottenevi il consolato “vero”, questo era giocoforza ordinario, durava un anno e lo contavi come “primo consolato”..Zenone (474-475; 476-491 d.C) abolì de iure all’Est i suffetti, creando gli ex-consules, all’Ovest non so, forse già scomparvero prima e non avevano comunque la minima importanza (ai tempi di Symmachuis c’erano, nei 390′, ed erano dati ai fanciulli dei potentes come prima tappa del cursus honorum post-costantiniano diverso da quello “classico”)

  20. mirkhond says:

    A proposito di Erode

    Sabato scorso, il nuovo ciclo della trasmissione Ulisse di Alberto Angela, era dedicato alla Gerusalemme dei tempi di Gesù.
    Si è anche accennato alla Strage degli Innocenti, che pur adattandosi al carattere tirannico di Erode, però non trova riscontri al di fuori dei Vangeli.
    Lo storico ebreo Robert Eisenman, aggiungiamo noi, sostiene che gli innocenti in questione sarebbero i figli dello stesso Erode, giustiziati ad opera del tirannico padre che vedeva congiure dappertutto, volte a detronizzarlo.
    Che ne pensi?

    • PinoMamet says:

      Non ne ho idea e lascio a rispondere a Habs

      però noto che una famosa canzone sefardita, partendo suppongo da un midrash, parla di una strage di innocenti pianificata dal “rey Nimròd” per evitare la nascita di Abramo;

      nella Bibbia non se ne trova traccia, e sospetto una ri-ebraizzazione della strage degli innocenti dei Vangeli, basata anche sull’assonanza Erode-Nimrod.

    • habsburgicus says:

      a me sembra strano….
      anche perché sappiamo già di (diversi) figli di Erode messi a morte dal crudele tiranno, tanto che Augusto avrebbe detto che era meglio nascere maiale che figlio di Erode 😀
      mica poteva averne centinaia, dai 😀

    • Per Moi

      “Genitori snaturati che resteranno impuniti … colpa della UE ?!”

      In un paese di 60 milioni di abitanti, nove bambini morti per abbandono in auto in 21 anni: un caso ogni 2 anni e 4 mesi.

      Quanti morti (anche bambini) nello stesso periodo per la mancanza di un dispositivo che impedisca all’automobile di superare la velocità massima permessa in un determinato tratto?

      O un dispositivo che impedisca di fare video mentre si guida? https://www.ragusanews.com/2019/07/14/cronaca/stava-postando-un-video-su-facebook-il-padre-bimbo-morto-in-autostrada/100534

      • Z. says:

        Benaltrismo a parte, non esiste neppure un dispositivo che impedisca di assassinare i propri familiari, ma non mi sembra un argomento significativo.

        Piuttosto, non vedo il nesso tra UE e seggiolini, ma il sovranista di provincia immagino sia di bocca buona.

        • Per Z

          “Benaltrismo a parte, non esiste neppure un dispositivo che impedisca di assassinare i propri familiari, ma non mi sembra un argomento significativo.”

          Il mio era un commento ironico.

      • Roberto says:

        Non so cosa dica la ue, per me buttare al macero tutti i sediolini non conformi al sistema presuntamente salva vita è da criminali (e immagina essere un genitore che ne ha appena comprato uno, sei obbligato a comprarne un altro….)
        Poi bisogna vedere come funziona (da lì il presuntamente)

        Io, da genitore al quale è successo di scordarsi un bambino ((fortunatamente senza nessuna conseguenza se non arrivare tardi al lavoro), consiglio di mettere dietro portafoglio o cellulare o borsetta….semplice economico e a prova di cervello fulminato

  21. Tornando in tema…

    Snapchat ha brevettato

    tiny.cc/chg9cz

    un metodo per identificare le emozioni delle persone, attraverso gli smartphone che stanno usando.

    La nuova frontiera consiste nel sorvegliare le emozioni usando la telecamera dei telefonini, per vedere come si interagisce con ciò che si vede sullo schermo.

    • Moi says:

      E dovrei meravigliarmi SE facessero davvero (!) i microchip sottocutanei per persone al posto dei documenti … già (!) esistenti per cani e gatti ?! … Infondo sarebbe anche più comodo, e non prenderesti più multe perché hai scordato la patente !

      • Moi says:

        … c’è una pubblicità con il cucciolo che fa gli occhioni dolci e il “fumetto” che ti ricorda che, se lo perdi, lo ritroverai subito ! E funziona benissimo ! … Perché riproposta tal quale ma solo con un bambino al posto d ‘un cucciolo dovrebbe fallire ?!

      • Z. says:

        Moi… secondo me ce la farebbero lo stesso, la multa 🙂

        • Z. says:

          (intendo, già oggi non sarebbe sufficiente um documento di identità, almeno in Italia? Dalle generalità è un attimo risalire alle abilitazioni alla guida…)

      • daouda says:

        Mpoi la differenza fra me e te , su una delle cose, è che tu fai come fosse na novità che certe favole sò state scritte.
        Tipo er chip come marchio.
        Cioè proprio non capisco che cazzo ne scrivi a ffà, come se fosse certo sicuro imperocché ma comunque…questo stai a ddi.

        Ora visto che sei un cojone cretino, il problema non è quello, che sbaji er modo ma armeno ce piji, r probblema semmai romi er cazzo.
        Te sei come quello che invoja li scemi a fasse male, stipendiato, e viene sgozzato lui stesso.
        Da ateo pio è un discorso che gira contro la liberal sinistra collettivista.
        Poi apparite come altre persone in tanti luoghi, anche vivi scrivo eh.
        MM invece è proprio un utile idiota anche se da qualche parte mi ricordo che negai asserendo TE.

        Vizio de sta scena a quanto pare.

  22. daouda says:

    Caro MM

    è troppo comodo parlare contro smart mercedes benz foni, oppure faccia da fesso, instrapentagramma, tinder pé frogi, cos’altro…second life, youtube, cos’altro, what’sappo od altro ancora.

    LO HAI UN CONTO IN BANCA CO LA CARTA DE CREDITO PE’ COMPRA’ DIGITALMENTE ED ANCHE ONLINE?
    Questa è la domanda, merda!

  23. izzaldin says:

    bellissimo post, grazie!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *