Medicine toste

I due cani da penna corrono nel sottobosco, vicino al pino che nasconde nella corteccia, dicono, una discreta quantità di pigre zecche in attesa di un passaggio.

Chiedo al padrone/cacciatore, “ma non prendono mai le zecche?”

“Certo che le prendono, e anche tante!”

“E che fai?”

“Eh, pensa che vivono in casa con noi, stanno sui divani, per questo do loro una pasticca”.

“Dai una pasticca al cane, e le zecche?”

“Muoiono subito. Infatti, non ti fidare di questi rimedi per le zecche che trovi in giro, quelli non fanno niente. Io uso una cosa fortissima, è omeopatica!”

Print Friendly, PDF & Email
This entry was posted in esperienze di Miguel Martinez and tagged , . Bookmark the permalink.

3 Responses to Medicine toste

  1. PinoMamet says:

    Caspita, se l’effetto placebo funziona persino sulle zecche, forse abbiamo sottovalutato la loro intelligenza 😉

    ma forse voleva dire una cosa erboristica? credo che tanti confondano le due cose.

  2. paniscus says:

    Mi viene il dubbio che la parola “zecche” indichi approssimativamente più specie diverse, alcune delle quali attaccano gli umani e altre no, e che hanno in generale cicli vitali molto diversi tra loro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *