Su le manine, si vota!

Oggi mi arriva questo invito, che giro volentieri a tutti. Anche perché scopro qui l’esistenza delle Manine Elettorali.

Anch’io voterò Andrea Rossi!

Print Friendly, PDF & Email
This entry was posted in Cialtroni e gente strana, mundus imaginalis, società dello spettacolo and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

53 Responses to Su le manine, si vota!

  1. Peucezio says:

    Miguel,
    che aspetti a candidarti??
    Veniamo io, Pino, Mirkhond, Habsburgicus e Francesco a distribuire i volantini.
    Z. e Roberto fanno il servizio d’ordine ai tuoi comizi!
    Inoltre, insieme a Mauricius, ti faranno da consulenti legali.
    Moi scriverà i comunicati, coadiuvato da Daouda (così nessuno ci capirà niente e quindi non sapranno come replicare).

    • Per Peucezio

      “Miguel,
      che aspetti a candidarti??”

      Siiih…

      Voi dieci mi fate da amici.

      E mi faccio diecimila nemici, che mi insultano ventiquattr’ore su ventiquattro su Facebook e mi denunciano ai tribunali.

      Se ho la sventura di essere eletto, mi becco l’accusa di aver scatenato io il terremoto ad Amatrice e pure le foto dove si vede che indosso i calzini spaiati.

      E alla fine mi fate fuori voi 🙂

      No, la politica non fa per me, grazie.

      Lasciamola ad Andrea Rossi, che con lui sì che le cose cambieranno.

    • habsburgicus says:

      😀

  2. Ugo Bardi says:

    Più comunemente, i cartoncini con la faccia dei candidati sono detti “santini” o “santini elettorali”. Sono una roba un po’ antidiluviana, ma si usano ancora.

    • Per Ugo

      “Più comunemente, i cartoncini con la faccia dei candidati sono detti “santini” o “santini elettorali”.”

      Ho una collezione spietata da santini (“manine” sarà un tocco laico?) delle ultime elezioni comunali. Purtroppo:

      1) Firenze è un villaggio

      2) i motori di ricerca non perdonano

      3) quindi non posso condiverli con voi.

      Però qui troverete qualche riflessione sui manifesti elettorali di alcuni anni fa: http://kelebeklerblog.com/2009/05/28/facce-da-elezioni-firenze-i-2/ (e post successivi).

      Mi limito a ribadire l’invito a votare Andrea Rossi, l’Uomo del Cambiamento.

    • Moi says:

      anch’ io ho pensato ai “santini laici” … e in effetti con il famigerato voto di scambio non è neanche così improprio paragonarli ! 😉

  3. Ugo Bardi says:

    Comunque, sono d’accordo con il suggerimento di candidare Miguel alle elezioni. Poi, noi commentatori gli facciamo da scorta, vestiti tutti con un completo blu e occhiali scuri

    • Francesco says:

      io sto fighissimo in blu con gli occhiali scuri

      però mi deve ricrescere la barba che l’ultima volto ho dimenticato il pettinino spaziatore e ho fatto un disastro 🙂

      io posso occuparmi anche di brevi commenti sprezzanti sulle proposte economiche degli altri candidati – e di pestaggi purchè in maggioranza

      😀

    • Roberto says:

      Ci sto!

    • PinoMamet says:

      Ci sto!
      Miguel, pensaci seriamente 😉
      Primo comunicato del
      Movimento LeFarfalledettointurco

  4. rossana says:

    Nel caso, potrei occuparmi di organizzarti una opposizione guidata allo scopo di far deragliare ogni accusa su binari morti e indifendibili.
    Mai trascurare di manovrare dietro le quinte ogni possible contestazione, se si vuol vincere.
    Però punterei direttamente al Parlamento Europeo: meno visbilità, incassi sicuri e rimborsi saldati a parte.
    Ti fai una seduta su 5 e svolti, economicamente parlando.
    E’ che sei un idealista Miguel, e pure un romanticone vecchia maniera: il rischio è che finiresti per darti la zappa sui piedi da solo pur di essere intimamente coerente con ciò in cui credi, e per un politico è l’ultima cosa che conti.
    Però, se decidi, ti manovro un’opposizione farlocca utile a distrarre i veri avversari.
    Pensaci…

  5. Z. says:

    Per un attimo ho creduto che avresti votato Andrea Rossi e volevo ringraziarti, visto che io non potrò 😀

  6. Moi says:

    Bèl da mat lo sloganino preconfezionato “Vota il Cambiamento !” …

    Gli “Hooks” sono da attaccare alle maniglie delle porte, tipo “Do Not Disturb” in Hotel ?!

    Mancano tuttavia le boe con bandierine “VOTA ANDREA ROSSI !” al largo di Lampedusa … in attesa di Ius Soli !

  7. Peucezio says:

    Comunque con quel celeste e quella strisciolina tricolore è un’estetica da centrodestra, direi.

  8. Moi says:

    Ah … cos’altro manca ?

    … Le livree degli automezzi, ad esempio.

    Oppure i cosiddetti “camion vela” …

  9. Moi says:

    Questo invece dovrebbe essere il famigerato “Endorsement” Pubblicitario :

    Tempo fa c’era una azienda di sistemi di sicurezza tipo porte e finestre blindate che sfruttava la “fauna da Via Emilia” 😉 con il promo “Sì alle Case Chiuse !” … nel senso di lasciar fuori i ladri. O anche qualche benzinaio che metteva cartelli scritti a mano “ironici” di tipo “per le pompe … di benzina, chiedere al titolare”

  10. Moi says:

    E a canzonette elettorali (non dite che non abbiano anch’ esse la loro importanza, eh !) … com’è messo Andrea Rossi ?

  11. Moi says:

    Quando “Forza Italia” era un’ altra roba, da cantare … Forse 😉 .

    https://www.youtube.com/watch?v=neZwjDnhBho

  12. Moi says:

    Oh … che bello: qui le “manine” vengono chiamate direttamente “santini”

    http://www.centromedia.com/it/products/printing/santini_elettorali.html

  13. Moi says:

    Sempre Gadgets Elettorali :

    quelle Americanate truzzissime, tipo tazze, boccali, felpe (già: Salvini 😉 …) , palloncini, gagliardetti triangolari, cappellini, eccetera … dove sono ?! 😉

    • Francesco says:

      e la versione Andrea Rossi del Monopoly? i Playmobil personalizzati con colori e slogan sui vestiti?

      un bella serie “campagna elettorale” potremmo proporla sul serio, dopo quella sui netturbini ecologici

  14. habsburgicus says:

    @tutti, Francesco in primis visto che lo vedo qui sopra
    idea che mi è balzata in mente…
    e se CPI ottenesse così tanti voti, un exploit diciamo, in modo da togliere la vittoria al centro-destra ? non sarebbe la prima volta che lo scarso senso politico di dx ha conseguenze..ricordiamoci che nel 1996, a livelli ben più bassi, il mancato accordo con Rauti (che volle fare il “puro”) diede la vittoria alle sinistre, con conseguenze incalcolabili..pensiamo a quello che avrebbe potuto fare un governo di dx, in quell’Italia più sana, con un Silvio ancora in pienissima forma, con una AN ancora non degenerata e con un altro Vaticano, pronto a dare supporto..avrebbe magari detto NO al’Euro (e oggi saremmo tutti più ricchi) o, italicamente, avrebbe minacciato di dire NO, strappando dai tedeschi un cambio 1: 1400, 1: 1500 (anziché 1: 1936, 27) rendendoci di nuovo tutti meno poveri !
    non vorrei che la sostanziale benevolenza dei media e della sx verso CPI (qualche contumelia, ma poco) risponda ad un ragionamento machiavellico…
    “lasciamo crescere CPI, tanto i loro potenziali elettori non sono nostri” (sono di Lega, Meloni, FI) e così vinciamo”
    “poi, al potere, tranquilli, se CPI ci dà fastidio lo distruggiamo con le leggi Scelba-Mancino-Fiano, facendolo porre fuorilegge”
    vi è secondo voi questo rischio ?
    che ci darebbe altri 5 anni di sx, forse sotto Renzi, forse sotto qualcuno più a sx
    il peggio sarebbe l’alleanza “sinistrissima” PD-M5-L&U et similia (ala marxista uscita dal PD+SEL ecc), previa epurazione di Renzi, che sarebbe la vittima sacrificale di tale operazione
    non da escludere un inciucio dei poteri forti, Renzi-Berlusconi (fuori L&U e magari qualche altro scissionista dal PD che non digerirebbe; di là, salutati con le spicce, dopo aver dato voti, Meloni e Salvini)
    tornando alla prima domanda, vedo che almeno su fb 😀 CPI é in grande ascesa..non so nel mondo reale 😀
    ma se lo fosse, potrebbe andare come ho detto o lo ritenete molto improbabile ?

    *ci sarebbe la soluzione, per non perdere alcun voto; imbarcare CPI nella coalizione, ma i centristi non vorrebbero, i media strillerebbero e pure CPI, credo, non vorrebbe

    • Per Habs

      “pensiamo a quello che avrebbe potuto fare un governo di dx”

      Temo che tu sia vittima della propaganda antifascista, che attribuisce straordinari ideali (per quanto malvagi) alla destra.

      In realtà, tanti piccoli trafficanti locali avrebbero potuto far carriera, ma sono stati sostituiti da tanti piccoli trafficanti del PD.

      In qualche caso, invece di sbraitare contro il Campo Rom (che tanto non si chiude), c’è qualcuno che sbraita contro il femminicidio (come se i predicozzi potessero influire su mariti gelosi).

      Dammi retta, vota Andrea Rossi che porterà il vero cambiamento.

      • Sempre per Habs

        Però, a livello tattico, il PD, invece di prendersela con Grillo o con Salvini/Berlusconi, se facesse dell’antifascismo l’unico slogan e di CPI l’unico nemico… nessuno si filerebbe più Grillo, Berlusconi e Salvini; alla fine sarebbe una lotta all’ultimo sangue tra un pittoresco gruppetto di coatti romani e l’insieme del vecchio PCI, la vecchia DC, le banche, tutta la rete delle cooperative, tutte le associazioni dei commercianti, le associazioni sportive e (immagino) gli imprenditori d’Italia.

        Però per farlo, dovrebbero dare a CPI tanto spazio, e allo stesso tempo attaccarla dalla mattina alla sera. Tipo, “Caro Vespa, domani ricordati di invitare Casa Pound, poi domani ti denunciamo pubblicamente per averli fatti parlare!”

        Faccio un giretto a casa di Renzi e gli lascio nella buca delle lettere il suggerimento 🙂

        • Z. says:

          Magari fosse così facile 😀

        • habsburgicus says:

          sai che non è una cattiva idea la tua ? 😀 potrebbe funzionare ! ma non l’adotteranno mai….anche qualora il Supremo (o ex-Supremo ?) si degnasse di leggere oculis suis la tua (improbabile) lettera 😀

      • habsburgicus says:

        In realtà, tanti piccoli trafficanti

        vero
        però credo (e qui Francesco da homo oeconomicus é indispensabile !) che chiunque debba ammettere
        1° un cambio 1 a 1936, 27 era folle
        2° con minacce, astuzie, giochi di sponda e altre forme di do ut des [fra l’altro, ma in Italia questo non é posibile, far capire che certe acquisizioni di aziende italiane non sarebbero possibili dicendo NO, ma chissà lo sarebbero dicendo SI alle noste richieste..il tutto i stile “dico e non dico”] era possibile ottenere un cambio 1: 1400 cioé significa che per 1 milione di lire l’italiano passava da 500 E a 700 E….+200 E scusate se é poco !
        3° ammessi 1. e 2. è evidente che un gabinetto di dx [o anche un Craxi, ci fosse ancora stato] era antropologicamente più adatto a fare la dura trattativa che un’accoglianza di DC e di sinistri, proni verso la mitica Europa e pronti ad accettare tutto !
        corollario: se era scritto che la sx dovesse governare l’Italia, e sia ! ma non doveva farlo in quegli anni tragici e fatidici….allora un governo “non di sx” ci avrebbe impedito di essere vittima degli eurocrati..poi, fatta la festa, gabbato lo santo..c’era modo per la sx di (s)governare poi..non sono così cattivo 😀 mi commuovo al pensiero dei faccendieri locali di sx disoccupati e trovo umano che ci si spazio anche per loro, al fine di depredare questa povera e sciagurata Italia 😀 ma ogni cosa a suo tempo
        prima lasciassero la dx ottenere buone condizioni da Bruxelles-Berlino
        poi la sx poteva banchettare dopo 😀
        e invece….andò come andò
        e ce la prendemmo in un luogo che non é educato nominare 😀
        grazie Scalfaro 😀
        il tuo quasi-golpe del dic 1994/gen 1995 ci é costato molto 😀
        se tu avessi fatto il tuo dovere e sciolto le Camere chiedendo al popolo sovrano di esprimersi, il popolo ALLORA (tranne le solite incorreggibili Emilia, Toscana e Umbria) avrebbe plebiscitato il Polo, umiliato Bossi (i duoi candidati sarebbero stati fatti fuori come tordi in tutto il Veneto e nel Bergamasco) e dato una maggioranza enorme a Silvio..che ovviamente avrebbe fatto nulla, tranne una cosa, ci avrebbe difeso MEGLIO in Europa..e in quell’epoca era il plus !
        potevamo ancora salvarci, dopo Dini, nel 1996 ma grazie alle scelte di Rauti andò come andò
        e gioiosamente si accettarono i diktat di Oltralpe
        e ci prendemmo il 1936, 27 !

        • habsburgicus says:

          accozzaglia, pardon
          scusate altri errorini ortografici

        • Z. says:

          Habs,

          nemmeno i più feroci antieuristi che abbia letto se la prendono col tasso di cambio adottato.

          Scalfaro, poi, adempì al suo dovere costituzionale: verificare la sussistenza di una maggioranza (e sciogliere le camere quando Fini ritirò l’appoggio).

          Questo sotto il profilo tecnico.

          L’idea che Berlusconi avrebbe difeso i tuoi interessi in Europa mi sembra bizzarra, e sarei curioso di sapere su cosa sarebbe basata, ma conosco gente con opinioni ancora più bizzarre 🙂

        • Roberto says:

          Habsb,
          Sul punto 1, due articoli, lunghi e complicati ma utili

          L’odioso bagnai sugli effetti di un cambio 1000:1 (quindi devi fare una proporzione per il tuo cambio 1400:1)
          http://goofynomics.blogspot.lu/2016/01/la-conversione-liraeuro-e-tre.html?m=1

          Quest’altro sul perché e percome si è arrivati a quel cambio
          https://www.ilfattoquotidiano.it/2016/01/18/quelli-che-leuro-era-giusto-ma-il-cambio-era-sbagliato/2385235/

          • habsburgicus says:

            quello lo so anch’io…
            anche che i cambi erano fissi già prima
            e infatti bisognava agire prima
            il periodo cruciale era il 1995-1997–in quegli anni occorreva un governo VERO [cioé, nelle particolari condizioni italiche, non di sx]
            diciamo, occorreva dire ai tedeschi (in primis)
            con la “DDR” che vi conveniva, avete fatto cambio 1 a 1, anche se il marco di quella caricatura di Stato (la cosiddetta “DDR”) valeva almeno 10 se no 20 volte meno !
            noi non chiediamo tanto
            ci volete ?
            facciamo i necessari apprezzamenti graduali e concordati per salire a 1: 1400
            non volete ?
            bene
            non entriamo nell’Euro
            bon

            P.S il rischio di problemi per le nostre industrie con un cambio così forte c’era, ma forse il tutto si poteva risolvere con qualche deroga a nostro favore (e con riforme interne in Italia)
            una moneta forte non ha mai fatto male, ad onta degli economisti 😀
            altrimenti, NO Euro
            io semplicemente dico che l’ingresso a 1936, 27 era follia
            non si poteva a 1400 ?
            embé, non si entrava
            ma ci voleva qualcuno al governo che non blaterasse ad ogni istante “ce lo dice l’Europa” !!! e che sapesse mostrare i muscoli ! attenzione non dico che la dx ce l’avrebbe fatta, dico solo che in queste cose era meglio della sx o, se volete, che la sx era il peggio possibile [la sx italiana, chiaro]
            ed ora siamo finiti..per sempre !
            tu no ! parlo di chi rimane in Italia 😀
            e sia, se così era scritto

            • habsburgicus says:

              un appunto
              visto che il tipo, specialmente nel primo articolo, è così supponente 😀 e si crede, a quanto pare, quasi infallibile 😀
              il nefasto trattato di Maastricht (7 Peritios 2303 dei Greci) venne firmato dai bei tomi da lui citati, ma presidente NON era (ancora) Scalfaro
              in feb 1992, Capo Supremo della Nazione era ancora Cossiga (DC)
              Scalfaro verrà eletto solo in mag 1992 ! dopo che Capaci rese impossibile l’elezione di Andreotti che avrebbe rafforzato l’alleanza DC-PSI (i socialisti erano in crisi per i primordi di Tangentopoli, era l’epoca del “mariuolo” Mario Chiesa che fu preso proprio in febbraio..l’ideale sarebbe stato Andreotti Capo dello Stato, Craxi Primo Ministro, Spadolini agli Esteri (per garantire gli USA e altri) e il resto dei Ministeri spartiti fra DC, PSI, PSDI, PRI, PLI)

              • Peucezio says:

                Evidentemente Riina non era d’accordo… 😉

              • Z. says:

                habs,

                che Bagnai sia l’arroganza incarnata – non solo nel primo articolo – è fuori discussione.

                Però su una cosa qui ha ragione, anzi su due:

                1) l’ECU era determinato in base ai tassi di cambio, non alla maniera sovietica del cambio 1 rublo 1 dollaro;

                2) quello che tutti gli antieuristi lamentano è che l’Euro è una moneta troppo apprezzata (e non svalutabile). E attribuiscono all’apprezzamento della moneta buona parte dei problemi economici dell’Italia (talvolta tutti). Tu l’avresti voluta ancora più apprezzata? 🙂

              • Roberto says:

                Ho postato l’articolo dell’odioso bagnai, uno dei guru degli antieuro, proprio perché smonta efficacemente la questione “il cambio era sbagliato”

                Le alternative realistiche erano dentro o fuori, non dentro a condizioni diverse (e bagnai è uno di quelli che ci avrebbe voluti fuori)

    • Mauricius Tarvisii says:

      CPI? Gugol mi dà Centro Per l’Impiego (in Veneto)

    • Z. says:

      habs, nel 1996 la differenza la fece la Lega…

      • Peucezio says:

        Quanto ci è costata la Lega di Bossi…

        • habsburgicus says:

          infatti !
          era l’epoca della “costola della sinistra”
          MdA, da buon leninista, avrò pensato a lui come “utile idiota” 😀

          • Z. says:

            habs,

            non era quello il senso della frase!

            Max intendeva dire che i leghisti erano, in buona parte, fuoriusciti dai partiti di sinistra. La metafora non è strettamente anatomica, è biblica 🙂

            Z.

            PS: per la cronaca, mai stato d’accordo. Secondo me erano più che altro una costola della DC.

    • Francesco says:

      quale vittoria del cdx? mi risulta che si andrà a votare con una porcata di legge quasi perfettamente proporzionale, per cui non ci sarà nessuna vittoria di nessuno

      dopo il voto, se le cose vanno bene ci sarà una grande alleanza con governo Gentiloni-Maroni, se vanno male non ci sarà nessuna maggioranza, se vanno malissimo avremo un governo Di Maio-Salvini-Grasso-Meloni, con acquisti tra i resti dei partiti moderati

      la mia preferita rimane l’ipotesi Troika, con sospensione dei ludi cartacei per un decennio

      PS il tasso di cambio non contò un cazzo, rispetto alla mancanza di riforme culturali, costituzionali, istituzionali, economiche. un tasso peggiore ci avrebbe fatto più male.

      PPS nel 1996 Berlusconi dimostrò di essere incapace all’immane compito di riformare l’Italia e il golpe Scalfaro-Bossi-Dini andò in porto.

  15. Francesco says:

    l’Italia ha smesso di far crescere la produttività del lavoro dagli anni ’80

    pare una roba tecnica per sfigati economisti, è il sintomo centrale di tutti i mali economici del paese, che hanno cause in larga misura non economiche

    🙁

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *