Tutoring a ritroso e flipped mentoring (4)

Continuiamo a pubblicare i commenti più interessanti al mio postu sul piano ministeriale per la formazione dei docenti 2016-2019.

Izzaldin scrive:

è sempre di più così
giornalisti online compilano “articoli” che non avranno visualizzazioni;

studenti universitari scrivono tesi di laurea che nessuno leggerà;

insegnanti preparano lezioni che nessuno leggerà per intero;

operatori di call center imparano a memoria discorsi che nessuno ascolterà realmente;

supermercati vendono prodotti che nessuno comprerà, a loro volta imbustati con plastica che non verrà mai scartata;

le macchinette automatiche distribuiscono bastoncini du plastica per mescolare il caffè che nessuno utilizzerà mai.

tutte queste azioni inutili (“gesti inutili” diceva il sapiente) creano posti di lavoro, sprecano fondi europei, inquinano l’ambiente ma non hanno la minima utilità nè soddisfano alcun bisogno.

questo testo è una perla, ma di “azioni inutili”, testi inutili, oggetti inutili è pieno il mondo, anzi forse ormai sono la maggioranza di ciò che viene prodotto.

pensate ai milioni di dollari spesi in sondaggi per le prossime elezioni americani: il loro valore sta nei minuti successivi la pubblicazione, e spesso neanche in quella minuscola frazione di tempo.

nell’epoca dei big data il rumore di fondo ha ormai completamente sovrastata i segnali di senso compiuto, e questo testo burocratese ne è un ottimo esempio.

This entry was posted in Cialtroni e gente strana, riflessioni sul dominio and tagged , , . Bookmark the permalink.

5 Responses to Tutoring a ritroso e flipped mentoring (4)

  1. PinoMamet says:

    Ottimo intervento! c’è da rifletterci in effetti.

  2. Francesco says:

    protesto vivamente! voglio anche la mia replica pubblicata con l’onore della prima pagina!

    😀

  3. Grog says:

    I fiumi di oggi non sono più seri e nemmeno i terremoti, nemmeno un morto!
    Voi che siete miei amici compratevi un giubbotto di salvataggio perché ho scoperto una danza indiana che farà traboccare l’Arno peggio che nel ’66 (*).
    _________________________________________________________________________________
    Aiuhhhh! Aiuhhhh! Aiuhhhh! Aiuhhhh!
    Annega il fiorentino e fallo star giù
    Aiuhhhh! Aiuhhhh! Aiuhhhh! Aiuhhhh!
    Annega il fiorentin piddino aiùh aiùh aiùh
    Aiuhhhh! Aiuhhhh! Aiuhhhh! Aiuhhhh!
    Porta i cadaveri a Pisa uh uh uh
    Aiuhhhh! Aiuhhhh! Aiuhhhh! Aiuhhhh!
    _________________________________________________________________________________
    Grog! Grog! Grog!
    (*) maledizione grogghesca

  4. Grog says:

    Viva RADIO MARIA!
    E’ ora che i CRISTEROS mettano a ferro e fuoco tutto quanto!
    Grog! Grog! Grog!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *