A Qamışlo, mi dicono…

Questo video, in lingua curda, ci parla di Qamışlo, nel nordest di quella che un tempo era la Siria.

Le immagini sono tratte dal film, Kaplumbağalarda Uçar, “Le tartarughe possono volare”, ambientato in un campo  profughi curdo al confine tra l’Iraq e la Turchia, ai tempi in cui stava per iniziare la sciagurata invasione del 2003.

Il film inizia con la stessa scena del video, dove la dilberun termine persiano che potremmo tradurre letteralmente come “rubacuori”, ma con sfumature più tragiche –  si lancia nel vuoto.

Ecco quel che sono riuscito a decifrare delle parole, dai sottotitoli (ma non fidatevi troppo).

A Qamışlo, mi dicono
c’era una una dilber innamorata
che aveva smarrito il senno
per questa malattia della bella
nessuno trova la cura

la storia è lunga assai
la mano del chirurgo è il paziente
ma sotto le sue unghie è tutta terra

Mi dicono che a Diyarbakır
giorno e notte scorresse il sangue

Print Friendly
This entry was posted in mundus imaginalis, Turchia and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

31 Responses to A Qamışlo, mi dicono…

  1. Grog says:

    TEMA _ VAI SERENO

    _________________Erdogan vai sereno!
    Alla fine della fiera sono pochi quelli che ti odiano, peccato che tu non possa nasconderti nemmeno nello spazio perché quei malnati dei Russi con lo spazio hanno una certa dimestichezza.

    _________________Renzi vai sereno!
    Sui matrimoni gay te lo hanno messo in culo, ma data la materia era un rischio prevedibile essere sodomizzati a tradimento, i 5 stelle non hanno fatto altro che il proprio dovere, non capisco gli strilli degli LGBT che di fronte ad una messa in culo così elegante dovrebbero scappellarsi.

    _________________Sofri vai sereno!
    Accoppare commissari di PS rende a distanza di tempo, se non hai potuto sistemare tua moglie hai almeno sistemato tua nuora.

    G

      • “Cio’ Mona, tì ghà da star en campana con i 5 Gradi de la Scala de Lapus :”

        Manca il sesto grado: quello per cui non esistono “i gay”, “i froci”, “gli omosessuali”.

        Io personalmente mi offenderei a essere definito “eterosessuale”: mica sto sempre a pensare al sesso e non tendo a saltare addosso alle signore per strada.

        Ieri stavo sistemando la mia rubrica, 1.300 nomi finora… bene, tra quei nomi non figura forse nemmeno una persona che io consideri “omosessuale” e anche pochissimi “eterosessuali” – se proprio ci devo pensare, posso dedurre che Tizia nella sua vita privata sarà “eterosessuale” perché ha un bambino, ma i miei rapporti con lei non di definiscono sessualmente.

        • PinoMamet says:

          Forse correrò il rischio di quelli che vogliono vere troppe cose in una canzonetta, ma direi che quella di Checco Zalone
          (“gli uomini sessuali sono gente tale e quale come noi… noi normali!”)
          dica tutto sulla questione e sui i gradi di questo Lapus (ma chi è?)

    • Mauricius Tarvisii says:

      Sui matrimoni gay te lo hanno messo in culo

      Ti sbagli. Renzi ha affondato la legge con un colpo gobbo da manuale e, grazie a Grillo, ora saranno i grillini a sembrare i responsabili.

      • Z. says:

        Uhm… è uno dei tre esiti che vedo possibili (legge affondata, destra trionfante, Renzi la passa quasi liscia e grillini umiliati).

        Il secondo è: legge approvata, destra bastonata, Renzi trionfante, grillini che la passano quasi liscia.

        Il terzo è: Renzi stralcia la SA, destra trionfante, il PD fa una brutta figura, i grillini se la cavano.

        Comunque non avresti tutti i torti, nel senso che quel voltafaccia peggiora la posizione del M5S e migliora quella del PD, comunque vada a finire. Del resto se lo meritano: se si decide di bluffare lo si deve fare fino alla fine, e se avessero bluffato fino alla fine saremmo in una situazione esattamente capovolta.

        • Mauricius Tarvisii says:

          Fossi Renzi farei la prima: tanto ormai le parti sono assegnate, quindi lui in un colpo solo
          – evita di spaccare la maggioranza e di far arrabbiare Alfano
          – non dovrà trovare la copertura finanziaria per la legge
          – può presentarsi come l’eroe dei diritti civili
          – sputtana i grillini (che infatti già calano nei sondaggi)

          Solo un avallo grillino del canguro può valere così tanto.

          • Z. says:

            1) farlo deliberatamente secondo me è rischioso. Più di una volta PD e M5S avrebbero potuto farsi scherzetti col voto segreto, ma non l’hanno fatto. Si potrebbe venire a sapere e dopo sarebbero guai;
            2) ma ci sarebbe un aggravio finanziario così drammatico?
            3) beh, eroe dei diritti civili non credo. Se la caverebbe meglio dei grillini, ma comunque resta cosa nota che nel PD ci sono correnti che farebbero volentieri a meno della riforma;
            4) quello ormai è inevitabile, credo, a meno che il governo non decide di stralciare la SA.

            Lascerei perdere i sondaggi, comunque. Una rilevazione che ha un margine di errore dichiarato del 3% e che pretende di rilevare variazioni dello 0,5% non è una rilevazione da prendere sul serio. Come usare una bilancia che pesa al chilo per pesare la pasta da mettere sul fuoco :)

          • Mauricius Tarvisii says:

            1) Tanto al voto non si arriverà mai. Meno si vota sulla Cirinnà e meglio è per il governo. Se non si vota affatto terno al lotto.
            2) Minimo, ma come si dice in tempi di crisi “so’ soldi”
            3) I vari portavoce delle rappresentanze LGBT ormai osannano la maggioranza PD.
            4) Sì, lo credo anch’io. Quindi non lo faranno.

          • Z. says:

            Ci sono leader LGBT che hanno cambiato verso e hanno iniziato a osannare Renzi? davvero? dove l’hai letto?

            Se è così sta andando ancora meglio del previsto!

          • Mauricius Tarvisii says:

            Sì, la Cirinnà ha postato su Facebook una lettera adorante che dice di aver ricevuto.

          • Z. says:

            Beh, una lettera che Cirinnà dice di aver ricevuto non significa che il movimento LGBT inneggi al PD, e men che meno a Renzi. Anche perché la Cirinnà non ha mancato di criticare anche il suo partito, e specialmente la parte più invisa al movimento suddetto.

            Peraltro, è di oggi la notizia dell’apertura di Renzi a NCD:

            http://www.repubblica.it/politica/2016/02/21/news/unioni_civili_governo_amministrative_al_via_l_assemblea_del_pd-133893176/?ref=HREA-1

            Vedremo cosa faranno i grillini. Anche se, dopo le risposte di Airola a Concia – e soprattutto dopo le dichiarazioni del leader degli Afterhours Paola Taverna sui complotti per farli governare a Roma – sta pian piano venendo anche a me il sospetto che Grillo stia facendo il possibile per perderle, queste elezioni!

          • Mauricius Tarvisii says:

            La minaccia della fiducia serve ad affossare la legge una volta per tutte. Almeno, la Cirinnà così com’è, perché i grillini non possono votare la fiducia se non si vogliono definitivamente sputtanare.
            E il bello è che a suggerire la fiducia è stato proprio Dibba :D

            (Intanto è arrivato l’endorsement di Eretica al PD: altri attivisti pro-lgbtecc. prendono posizione. Davvero, non ne ho trovato uno solo che su facebook o sul proprio blog abbia capito come stanno le cose)

          • Z. says:

            Mah, secondo me Eretica non ha torto (a proposito, ti starai mica innamorando?) salvo per una cosa che dirò alla fine, e onestamente mi sembra anche che non ci sia tutto questo codice Enigma da decifrare.

            Ipersintetizzando: i grillini hanno fatto marcia indietro all’ultimo sperando che questo creasse problemi al PD, invece i problemi se li sono creati da soli (chi è causa del suo mal).

            Ma non credo che la portata della vicenda sarà epocale.

            L’errore, caso mai, è di chi credeva che ai grillini importasse qualcosa delle coppie gay. Se qualcuno ci aveva davvero creduto aveva torto allora, se vuoi (chi è causa del suo mal – II).

          • Mauricius Tarvisii says:

            I grillini dicono no al canguro: se lo accettassero questa volta non potrebbero più protestarci contro.

          • Z. says:

            I grillini, come del resto gli altri politici, ne dicono tante. Se volessero potrebbero benissimo uscirne con una delle tante giravolte già viste.

            Sennonché a loro questa legge non interessa – non che siano contrari, semplicemente per loro è irrilevante – e ormai se ne sono accorti un po’ tutti.

            Ma ripeto, dubito che questo singolo incidente avrà un esito determinante sui consensi per il M5S.

          • Mauricius Tarvisii says:

            Dai, cerchiamo di essere obiettivi almeno qui.
            I grillini la legge la volevano votare compatti. Poi è arrivato Grillo che ha detto la sua, ma è stato molto criticato (incredibilmente) dai suoi stessi parlamentari che hanno comunque fatto capire che la legge l’avrebbero votata compatti.
            Poi è arrivato Renzi che ha imposto il canguro: qui i grillini hanno detto (coerentemente: loro sostengono l’illegittimità del canguro) che loro il canguro lo avrebbero votato, ma che la legge la volevano lo stesso e pretendevano una votazione ad oltranza (quindi la legge la volevano proprio!).
            Alla fine la discussione è stata rinviata perché il PD ha fatto capire che la legge va approvata insieme al canguro. Insomma, magari i grillini non vogliono la legge a qualunque costo, ma il PD mi pare che voglia unicamente il canguro.

          • Z. says:

            Cerco di essere il più obiettivo che posso, credimi. Non voglio dire che mi risulta facile, e neppure che ci riesco. Ma per quanto possibile ci provo.

            Obiettivamente, ad esempio, io non mi sognerei di dire che i renziani farebbero cose bellissime se solo non ci fosse Renzi. Sicché non posso condividere l’apologia dei grillini che farebbero tanto meglio se non ci fosse il cattivissimo Grillo.

            Peraltro, i grillini erano compatti perché era sempre stato detto loro che la linea del movimento era sì ai matrimoni gay. Ora, credo siamo d’accordo che alla CA dei matrimoni gay non interessi granché: e infatti era una linea pensata unicamente per concorrere contro il PD. Il che è del tutto legittimo, capiamoci: anzi, per molti versi è la politica. Ma se loro non l’avevano capito è un problema loro, non certo mio.

            Poi improvvisamente Grillo ha iniziato a pensare che poteva convenire posizionarsi diversamente, e ha imposto un dietro-front a Di Maio e al direttorio. Di nuovo questo non è un problema mio, ma loro.

            La tua osservazione sul canguro è condivisibile. Ma francamente non mi risulta che la coerenza sia mai stata un ostacolo per il M5S, quando esigenze politiche dettavano altrimenti. Prima del Cirinnà, hanno cambiato idea – o dato ad intedere di aver cambiato idea – su più di un principio: elezioni locali, interviste in TV, partecipazione ai talk-show, vincolo di mandato. La stessa trasparenza è richiesta diversamente ai parlamentari, a seconda di quanto eseguono velocemente le direttive dei vertici.

            Quindi, per quanto mi riguarda hanno tutto il diritto di difendere il diritto di Giovanardi a presentare 500 o anche 500.000 emendamenti identici. Ma accettino le conseguenze della loro decisione, decisione che alcuni apprezzeranno e altri no. Che poi è quello che succede in politica: si prendono decisioni e se ne gestiscono le conseguenze.

            In altre parole: sono d’accordo che stavolta la posizione del M5S sia scomoda. Succede. Altre volte ad esserlo è quella del PD, e anche questo succede. Succede spesso ai partiti con milioni e milioni di elettori. E per come la vedo io non è un complotto di Renzi, non è una cattiveria di Grillo e non è colpa del movimento LGBT – è la politica.

            Che secondo me, alla fine della fiera, non sarà così severa con il M5S come i grillini temono, e non premierà così tanto il PD come molti di loro sperano.

          • Mauricius Tarvisii says:

            Grillo sicuramente porta regolarmente a destra la linea politica dei grillini, che mediamente sono abbastanza di sinistra. Infatti ci sono stati interventi sorprendentemente infuocati dopo la piroetta del Caro Leader (leggere per esempio quello di Chiara Di Benedetto, ma non solo), che sono stati risparmiati solo dai membri del Direttorio che devono pur sempre salvare le apparenze (ma confermando il proprio sì incondizionato alla Cirinnà).

            Approvare il canguro ora significa che il PD potrà in ogni momento rinfacciare questo precedente: non sarebbe solo inopportuno questo salto della quaglia, ma sarebbe addirittura politicamente suicida. Dunque in questo caso la coerenza è obbligatoria, quindi si fa – come si dice – di necessità virtù. Ma prendersela con la virtù di qualcuno mi pare osceno persino nel degradatissimo dibattito politico dei nostri tempi.

            Non c’è nessun complotto di Renzi. C’è solo un’astuta mossa politica che ha trovato terreno particolarmente fertile (forse persino oltre le più rosee aspettative di Renzi) nella deficienza umana, aiutata dal servilismo dei media. Nulla di nuovo sotto il sole.

          • Z. says:

            Non riesco appassionarmi alla sofferenza dei grillini di fronte all’ordine di scuderia. Sapevano, o dovevano sapere, per chi e perché sono stati eletti.

            Quanto alla virtù, in parte condivido il tuo punto di vista: c’è una loro presa di posizione passata che ora li condiziona, o concorre a condizionarli. Allo stesso è comprensibile che G&C si interroghino su quale sia la migliore strategia per indebolire il loro avversario principale: invocare la coerenza sul canguro può essere una decisione proficua e può non esserlo.

            In ogni caso la politica funziona spesso così. Ci sono spesso momenti difficili in cui, qualsiasi decisione prenderai, finirai per scontentare qualcuno.

            Vale anche per il PD. Se il PD farà approvare il Cirinnà così com’è gli alleati si risentiranno e ai teodem la cosa non piacerà; se non lo farà sarà inevitabile rinfacciare a Renzi le divisioni interne, e sospettare che le stesse abbiano condotto al desiderio di affossare il ddl (a proposito: se è di iniziativa parlamentare perché si parla di ddl?) per ragioni di opportunità interna. Non serve prendersela coi giornali o col supposto popolo bue: è la politica, funziona così e temo tocchi accettarlo.

  2. Peucezio says:

    “_________________Renzi vai sereno!
    Sui matrimoni gay te lo hanno messo in culo, ma data la materia era un rischio prevedibile essere sodomizzati a tradimento, i 5 stelle non hanno fatto altro che il proprio dovere, non capisco gli strilli degli LGBT che di fronte ad una messa in culo così elegante dovrebbero scappellarsi.”

    :-D
    Questo mi ricorda uno scambio di battute cui assistetti una volta fra un giovane omosessuale torinese (che aveva un atteggiamento di forte ostentazione) e un signore cilentano che lo sfotticchiava, parlandogli del valore di Dio, patria e famiglia. Lui non trovò di meglio da obiettare se non che la famiglia è una grossa inc..ata, suscitando la prevedibile risposta dell’altro.

  3. Peucezio says:

    Per inciso: ma come siamo arrivati a questo tema sodomitico a partire dal post di Miguel??

  4. Moi says:

    A proposito di etnie pittoresche (specie @ HABSBURGICUS) :

    Eva Klotz, ex consigliere dell’Alto Adige: “La mia pensione da 946mila euro? Non è un regalo, quei soldi mi spettano”

    http://www.huffingtonpost.it/2016/02/16/eva-klotz-pensione-trentino_n_9241156.html

    Eva Klotz : Weinen und Ficken für Südtirol ;) !

  5. Grog says:

    Io saprei cosa fare agli AUSTRIACACCI che si fanno i cavolacci loro senza interpellare i vicini.
    Bene, GLI REGALO IL SUD TIROL TUTTI ABITANTI COMPRESI, cosi quando guardo una gara di sci non sento più “è in partenza l’italiano HIRCAZZOFER” oppure “l’italiana VAGINHOFF”, se li becchino tutti e paghino loro le pensioni e se non ci stanno fior di ATTENTATI! Così imparano ad avere nomi così del cazzo, gli italiani in SUD TIROL non sono veneti ma al 90% molestissimi terroni, si azzuffino con i crucchi a facciano a coltellate ” TU STRUNZO TUA SORELA PUTANAZZA!” nelle Gasthouse!
    Yollalalà yyyyyyyyyy!
    Grog! Grog! Grog! Grog! Grog! Grog! Grog!

  6. Moi says:

    Per esser Curdi, mi sembrano un po’ Tzigani ;) … la cinna poi ha un visino molto da Ziganella ;) : sembra Dijana Pavlovic !

  7. Mauricius Tarvisii says:

    Un utente di Roma Fa Schifo segnala questa stravagante presenza sul Colle Oppio.

    https://1.bp.blogspot.com/-pS-OBi-saOE/VsUU1q04tzI/AAAAAAABhZI/-nsAm59S73I/s1600/DSC_8341.JPG

    Non fermatevi solo alla cosa più appariscente, però.

  8. Moi says:

    @ GROG

    http://www.youtube.com/watch?v=FDLrK7vl1dI

    L’alpino Gentilini in azione romantica
    Il vice sindaco di Treviso Giancarlo Gentilini da dimostrazione di come un vero alpino rende omaggio alla belle donne…..

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>