Ottantamila anni di resistenza europea, dalla grotta di Fuyan all’Invicibile di Savona

Finalmente anche la scienza ufficiale riconosce che l’Europa resiste da ottantamila anni contro l’invasione afroasiatica.

Ancora oggi come allora, gli invasori che credono di trovare vittoria facile, incontreranno sulle loro strada figure come quelle di Rinaldo Costa e Andrea Invincibile di Savona, che hanno compiuto ieri il gesto supremo in difesa della nostra eredità.

savona

Rinaldo Costa ha anche un profilo su Badoo (“l’ideale per conoscere ragazze e ragazzi nella tua zona”) che ci pone una splendida – direi filosofica – domanda:

Dove si trova Rinaldo Costa in questo momento?
Guarda quanto è vicino a te!

costa-badoo

Print Friendly, PDF & Email
This entry was posted in Cialtroni e gente strana, migrazioni, Terrorismo realtà e mistificazione and tagged , , , . Bookmark the permalink.

46 Responses to Ottantamila anni di resistenza europea, dalla grotta di Fuyan all’Invicibile di Savona

  1. MOI says:

    Isole “Mauricius” è la prima volta che lo leggo così, avevo sempre visto “MauriTius” …

    • Mauricius Tarvisii says:

      E’ una lezione più rara del nome 😀

      Però in effetti il nome ufficiale è Mauritius (en)/Maurice (fr)

  2. Ho trovato che l’Aspirante Invaditrice attribuita sia a “Mauricius” che alla “Mauritania”, nientemeno.

    • Mauricius Tarvisii says:

      Salterà fuori che era di St-Moritz

    • MOI says:

      Un giornalista di prima mano avrà scritto “Mauritiana”, un secondo per errore “Mauritana” … ma se quello che ha sbagliato è più popolare “avrà ragione”.

      Forse (!) è andata così, tipo gli “Iraneni” 🙂 e gli “Iraqiani” 🙂 … no ? 😉

    • Z. says:

      Mauritania, Mauritania… si fa presto a dire Mauritania!

      Ma si intende qui l’omonimo Stato-Nazione o la costa mediterranea dell’Algeria?

      (la quale in realtà si chiama Mauretania, ma non sottilizziamo troppo!)

    • MOI says:

      S’, però a quel che ho visto usano la “c” in”Mauricius” le lingue Slave per esprimere “Mauriz’ius” …

    • Z. says:

      Muà, Muà, t’an sté mai attent!

      https://it.wikipedia.org/wiki/Mauretania

      La Mauretania (da non confondersi con l’attuale stato di Mauritania) era il nome di una regione del Nordafrica, che fu un regno e quindi una provincia romana, divisa tra Mauretania Tingitana e Mauretania Cesariense.

      https://it.wikipedia.org/wiki/Mauritania

      La Mauritania (in arabo: الجمهورية الإسلامية الموريتانية‎, Al-Jumhūriyya al-Islāmiyya al-Mawrītāniyya, in francese République Islamique de Mauritanie) è uno Stato dell’Africa Occidentale che confina con il Marocco a nord, l’Oceano Atlantico ad ovest, il Senegal a sud ovest, il Mali al sud e ad est e l’Algeria a nord-est.

      🙂

  3. MOI says:

    Credevo che fosse una roba di “nome riciclato”, tipo la “Macedonia” postJugoslavia e la “Macedonia” di Alessandro Magno …

  4. MOI says:

    … e che si chiamassero entrambe “Mauritania” con la I …

    • Z. says:

      Lo credeva anche il traduttore italiano della saga di Effinger. Ma a sua discolpa va detto che trent’anni fa non c’era Google a disposizione 🙂

      • PinoMamet says:

        Però leggo che il nome Mauritania è stato dato dai francesi, sostanzialmente a cazzo, utilizzando una variante (mi pare attestata) di quello dell’antica Mauretania, che però territorialmente non c’azzeccava…

        in un certo qual modo il legame c’è: gli abitanti della Mauretania erano i Mauri, popolo verosimilmente di lingua berbera, da cui prendono nome i Mori, termine che indica poi un po’ tutti gli abitanti dell’Africa settentrionale/musulmana;
        e in Mauritania vivono appunto berberi, arabizzati o meno, e altre etnie di fede musulmana…

        ok, è più o meno come chiamare Polonia l’Ucraina, ma un qualche vago legame c’è 😉

    • habsburgicus says:

      e più o meno è così…”Mauretania” antica in italiano è spesso Mauritania..comunque l’origine è quella, si può sottilizzare ma non ne vale la pena
      i francesi, e non solo, davano nomi alla buona..l’attuale Mali era chiamato Sudan (Soudan), donde la Federazione senegal-sudanese del 1960, finita subito….del resto anche i non-francesi…Ghana pare sia scorretto per quella posizione, forse pure Benin (ex-Dahomey), il Congo dei portoghesi (con Re cristiani da fine XV secolo) era soprattutto Angola di oggi (e ne resta traccia in toponomastica) e la stessa Etiopia in antichità indicava altro, probabilmente il Sudan o parte di esso

      • Mauricius Tarvisii says:

        Sì, non so perché l’Etiopia moderna abbia importato dall’Europa questo nome. Eppure non è un paese nato dalle divisioni amministrative coloniali.

      • PinoMamet says:

        Beh Sudan (Bilad- as-Sudan, paese dei neri) era per gli arabi un po’ tutta l’Africa sotto il Sahara, i francesi utilizzando il nome un po’ per il Mali non hanno commesso una scorrettezza filologica di quanto abbiano fatto gli inglesi utilizzandolo per il Sudan 😉

        poi per altri paesi (l’Impero del Ghana credo arrivasse fino alla Mauritania, appunto) bisogna fare i conti con l’enorme variabilità di confini nel territorio africano (dove sono sempre stati volatili e di difficile definizione), e forse anche con un certo spaesamento dei colonizzatori di fronte alle particolarità della storia africana, alle incertezze dei testimoni e alle difficoltà linguistiche.

        Invece stupisce anche me che l’Etiopia abbia adottato il nome dei colonizzatori, non mancando certo di una tradizione colta propria…

        • MOI says:

          Ma non era attestato fin dall’Antichità il Latino Aethiopia/Greco Αἰθιοπία ?!

          • Mauricius Tarvisii says:

            Sì, ma intendeva l’Africa Subsahariana, come Sudan.

            Però leggo sulla Wiki che in effetti gli etiopi rivendicano il nome come proprio, dandogli un’etimologia biblica.

          • Francesco says:

            scusa ma da qualche parte sarà dovuta provenire la Regina di Saba, no?

            e nella Bibbia è tutto un fiorire di carovane dall’Etipia cariche di ogni ben di Dio che vanno a Gerusalemme (manco fosse la California!)

            😀

          • Francesco says:

            EtiOpia, scusate, prima di scoprire qualche strana provincia malgascia che si chiama davvero Etipia

            😉

  5. MOI says:

    https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/3/37/Selassie_on_Time_Magazine_cover_1930.jpg

    Hailé Selassié , Negus d’Etiopia, Uomo dell’Anno 1930 del “Time” …

    e apparteneva alla Chiesa Ortodossa Etiope

    https://it.wikipedia.org/wiki/Chiesa_ortodossa_etiope

    cioè, in pratica funo al 1959 (sarebbe morto nel 1973) era ancora Copto ;), no ?

  6. MOI says:

    Insomma, il Cristianesimo Africano è sempre più in crisi, sempre più minacciato … ma ha una lunga Storia (destinata purtroppo all’oblìo …) di tutto rispetto.

    • mirkhond says:

      In Abissinia la locale Chiesa Copta annovera tra i 40 e i 45.000.000 di fedeli.
      Dunque non mi sembra tanto destinata all’oblìo.
      Che ci fu invece nell’Aethipia/Nubia/Nord Sudan, islamizzato e arabizzato tra XIV e XVI secolo.

  7. mirkhond says:

    E’ morto nel 1975 e per Chiesa Ortodossa Abissina, si intende una chiesa COPTA, che dal 1959 divenne autocefala con un proprio patriarca abissino, mentre fino a quella data era retta dal un vescovo egiziano, mantenendo idealmente il legame col Patriarcato COPTO di Alessandria d’Egitto.

    • MOI says:

      Ah, sì è vero : 1975 … ma fu deposto un anno prima.

      Poi la sua anima è diventata culto dei Rastafariani, con la R 😉 …

  8. MOI says:

    Ma infatti non ho ben capito da dove verrebbe l’ idea di “Nome dei Colonizzatori”…

  9. mirkhond says:

    Il nome Etiopia è la forma grecizzata di Kush, termine noto anche nella Bibbia e avente il significato di “Paese dalle Facce Bruciate”, cioè nere.
    Da notarsi che tale nome indicava in epoca achemenide anche il Khuzistan iraniano, allora Elam, sempre con lo stesso significato.
    E difatti nel poema greco Ilioupersis, datato dagli studiosi intorno al V secolo a.C., quando si parla di Memnone re degli Etiopi, giunto in soccorso di Troia, si intende proprio l’Elam (Khuj in Persiano antico).

  10. MOI says:

    I Nuba furono resi famosi da dei servizi fotografici di Leni Riefenstahl … ricordo anche le ironie sulla “Crucca Nazista a caccia di Negroni” 😉 …

    Popolo “atletico” 🙂 , da cacciatori-guerrieri …

    Dalle foto, le donne assomigliano un po’ tutte a Grace Jones, che però è Jamaicana.

    • Z. says:

      Moi,

      — I Nuba furono resi famosi da dei servizi fotografici di Leni Riefenstahl … ricordo anche le ironie sulla “Crucca Nazista a caccia di Negroni” —

      Ricordi anche i pettegolezzi italiani degli anni Trenta? Miseriaccia Muà, ti facevo più giovane, invece devi averne almeno una novantina 😀

      • MOI says:

        Leni Riefenstahl è morta a 101 anni, nel 2003 …

        • MOI says:

          In un certo senso, per Leni Riefenstahl, le foto dei Nuba (frequentati negli Anni Sessanta e Settanta) sono state “catartiche” dei documentari sul Nazismo … dal “Trionfo della Volontà” [cit.] al Buon Selvaggio di Ritorno.

  11. MOI says:

    Un punto a favore del Blondy

    😉

    Ho il libro fotografico della Riefenstahl … ed è notevole l’ allora “avanguardia” 🙂 delle loro modificazioni corporee rispetto alle Tribù Tamarre 😉 Post Cristiane Secolarizzate odierne !

  12. Si noti nella screenshot di Badoo: Rinaldo Costa 51 anni, zero i suoi interessi…!

  13. Grog says:

    Osteria ma INVINCIBILE gha due orece che neanche dumbo!
    Deve eser stato cativo gia da picolo che la MAESTRA VECIA MANIERA lo ciapava per le orece e lo faseva rotear come un mona intorno a la catedra!
    Grog! Grog! Grog!

  14. Francesco says:

    non so cosa hanno fatto ma sembrano due caratteristi di qualsiasi film in cui ci siano dei cattivi …

  15. Lanzo says:

    Rimango parecchio confuso sia dal pezzo madre – che non ho capito dove vorrebbe andare a parare – posso solo azzardare: il figlio era un bieco razzista in quanto aveva il sospetto che l’eredita’ sarebbe andata ad una cittadina extracomunitaria e quindi ha tentato di fare sopprimere il padre. Se e’ questo il succo, credo lo avrebbe fatto anche se la badante o convivente fosse stata Celtica. Ma se e’ come immagini te allora avrebbe dovuto far sopprimere la Mauriziana. Penso abbia optato per il tagliare la testa al toro e magari non correre il rischio di premorire – vivendo in precarieta’ – al padre che avrebbe potuto arrivare ai 100. Succede.
    Poi il commento di Francesco ? Non sai cos’hanno fatto ? Basta leggersi gli allegati del pezzo di Mr. Martinez.

    • “e e’ questo il succo, credo lo avrebbe fatto anche se la badante o convivente fosse stata Celtica.”

      Di questo, sono sicuro anch’io.

    • Francesco says:

      x Lanzo

      manco mi interessano i dettagli, notavo solo che i “cattivi” di una storia vera (…) hanno esattamente l’aspetto dei cattivi delle storie finte!

      Ciao

  16. habsburgicus says:

    360 anni fa
    20/10/1655: Unione di Kėdainiai fra Lituania (che ruppe i legami con Polonia; voluta soprattutto dai calvinisti Radziwiłł) e Svezia, preparata già da dichiarazione del 17/8/1655..effimera…altrimenti sarebbe stata la rovina del Cattolicesimo nell’area

  17. Lanzo says:

    Il commento di Hasburgicus – 20/10/15 3.17 pm – sul tentato parricidio, e’ semplicemente sublime.

  18. Lanzo says:

    @ Francesco
    Se la polizia ti viene ad arrestare alle 4 della mattina e poi ti da’ una “ripassatina’ in camera di sicurezza per ammorbidirti, anche se fossi Don Matteo (Terence Hill) non ne usciresti tanto bene.
    A confronto l’acidificatrice di Milano insieme al compagno culturista ex candidato (FI) sembrano due agnellini – forse perche’ erano di famiglia benestante e quindi – non si sa mai -.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *