Il fascino slovacco dell’Italia

Arrivati in Slovacchia, ricompaiono finalmente i cartelli pubblicitari, dopo la lunga astinenza germanica.

Nella foresta di cartelli, spicca questo:

“Celentano club di superlusso per uomini”.

Non so se il riferimento sia al noto intellettuale milanese, oppure se un proprietario casualmente omonimo sfrutti il suono italiano del proprio cognome.

Fatto sta che c’è un evidente omaggio all’Italia.

Vado a cercarne le ragioni filosofiche sul sito THE ITALIAN TOUCH.

Direte che il sito si poteva pure chiamare “il tocco italiano”, ma concordanze e congiuntivi non se li compra nessuno, quindi l’Italia si meretrizza esclusivamente in English.

Sull’Italian Touch, leggo questa precisazione, su cui i pán di Bratislava potranno riflettere prima di passare al sodo e poi alla cassa:

“Il Made in Italy è un “vettore di senso”, un “motore semiotico” in grado di dar vita ad un universo evocativo che ruota attorno a un sistema di valori base.”

Nello stesso sito, troviamo anche un volto femminile, che non sfigurebbe tra le precarie impiegate del Club Celentano, che ammiccante ci rivolge un invito:

“Presto anche tu potrai far parte del mondo The Italian Touch, torna a trovarci.”

Print Friendly
This entry was posted in esperienze di Miguel Martinez, Italia, società dello spettacolo and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

85 Responses to Il fascino slovacco dell’Italia

  1. Moi says:

    @ IZZALDIN

    Attenzione, storicamente non ci fu una Inquisizione Unica, né “di matrice confessionale” unica :

    http://www.cristianicattolici.net/inquisizione-protestante-storia.html

    … i più però, grazie alla Pubblica Istruzione, pensano di sì.

    Un po’ come la Vulgata Baretti-Brecht-Odifreddi sul Caso Galilei … altra verità ufficiale “a scuola”.

    http://www.uccronline.it/2014/01/10/cinque-verita-sul-caso-galilei/

    … sono forse le due Vulgate Massoniche meglio riuscite. Assieme ai Precolombiani & Conquistadores …

    Aggiungo che i Portoghesi si fanno chiamare “Os Descubridores” … lasciando a intendere un Impero e un Colonialismo meno oppressivi rispetto a “Los Conquistadores” Spagnoli; in pratica, un Proto-PoliticallyCorrect anticipato almeno-almeno a “Os Lusiadas” di Camões. ;)

    • izzaldin says:

      io parlavo dei rituali, non del fatto che i Protestanti abbiano fatto o meno l’inquisizione, lo so bene questo, chiunque abbia sentito parlare delle streghe di Salem lo sa.
      E, a maggior ragione, ciò ci conferma che il “gusto dell’orrido” non è solo protestante ma condiviso da entrambe le confessioni.

      • Moi says:

        he i Protestanti abbiano fatto o meno l’inquisizione, lo so bene questo, chiunque abbia sentito parlare delle streghe di Salem lo sa.

        [cit.]

        Sui “Fan Readers” (o come si chiamano) di Scalfari e Augias qualche dubbio ce l’ avrei … ;)

  2. Moi says:

    @ FRANCESCO

    “Homo Hominis Equalis” [cit.] … Cattocomunista ! “Che vuol ch’ io faccia del suo Latinorum ?” [cit.]

    PS

    Quindi temi meno gli Spettatori del Grande Fratello e della De Filippi (per i quali Paolo Rossi auspica la Rieducazione Forzata nel film-documentario del Liga, di cui incontriamo i “Fans MultiEtnici Adolescenti” nelle interviste … dovrei controllare che non ci fosse già “la Aya” ; -) … sì, proprio lei: Aya Radwan !) rispetto agli Attivisti ?

    Per un cantante “pop” Emiliano, i “Fans MultiEtnici” sono un colpo da maestro a livello di popolarità mediatica-pomozionale …

    @ ROBERTO

    La Scuola dell’ Obbligo in quasi tutta Europa significa ”le Superiori”, se non addirittura “le Medie”; gli è lì che avviene “antropologicamente” e “socio-economicamente” il passaggio da “Scolari” a “Studenti” ! Sempre che non si faccia che, se vuoi laurearti … voti dopo (!) la laurea. ; -)

    D’altronde c’è chi dice studenti, zingari e preti&suore non dovrebbero votare perché consumano senza produrre …

    Invece Garamellini, da quel che si capisce, propone che, per votare, si dovrebbe previamente (!) dimostrare di conoscere i Rudimenti della “Più Bella del Mondo” ; -) e “Nata dalla Resistenza” …

    @ MAURICIUS

    Originariamente la Leva (odiosa Istituzione Massonico-Giacobino-Napoleonica …) avrebbe dovuto essere svolta prima (!) dell’ Università …

    Però è vero anche che, dopo il 1968, è scattata la mentalità di massa che “Studente = Perdigiorno Cannabinoide … Per non parlare dei Fuorisede che addirittura si fanno, da decenni, un vezzo di parlare naturaliter come Checco Zalone nei suoi film …

    • Mauricius Tarvisii says:

      Ma la scarsa formazione della forza lavoro italiana è roba antica…

    • Francesco says:

      x MOI

      preferirei “cristiano”, che l’idea di Uguaglianza tra tutti gli uomini nasce da lì, non
      dagli Illuministi nè dai Comunisti.

      sì. temo molto meno i primi dei secondi. i primi sono redimibili (termine che preferisco rispetto a umanizzabili), i secondi no (e qui tra cristiani ci si divide molto)

      ciao

  3. Moi says:

    Scusate, c’eran post più adatti …

    CMQ vengo subito al topic : io ho pensato invece a quanto sia coglione un popolo che fa un Moloch di una Legge di una Senatrice che, a discapito economico del proprio stesso Paese, ha fatto la fortuna dell’ ex Impero AustroUngarico …

  4. Moi says:

    Fatto sta che c’è un evidente omaggio all’Italia

    … Vorrei vedere: è dal 1958 che regaliamo all’ estero oltre il 50% del nostro potenziale PIL ! … E la classe dirigente che pensa a treni e arei !

    … Vàira, Habsburgicus ?

    • Moi says:

      “aerei” …

    • habsburgicus says:

      verissimo, Moi

      infatti c’è un’altra possibile ragione per il nome italiano del nightclub..
      la possibilità che i “pani” (nella vecchia Polonia pan voleva dire nobile ed è tuttora usato, come “signore” in Ucraina e Bielorussia occidentale) siano al 99 % italiani !

  5. Moi says:

    Primo risultato a cercare il Club Celentano a Bratislava :

    “Salve sperò che questa lista può essere utile a tutti.

    Dopo un po di ricerca li ho messi tutti insieme stampatevela e portatevela con voi cosi fate un po di recensioni di questi locali.

    Potete andare a vedere pure i siti web dei strip club cosi vedete come sono fatti.

    Buon divertimento e buone scopate, e al ritorno recensite i locali bene mi raccomando. Ciao Salvatore. ”

    [cit.]

    da:

    http://www.gnoccatravels.com/viaggiodellagnocca/262/lista-dei-locali-e-dei-night-club-di-bratislava-dove-trovare-belle-ragazze-slovacche/p1

  6. Moi says:

    *** DallaHomePage:

    Con tanti saluti alla Senatrice ;) : ) ***

    “Gnoccatravels è la community dei viaggi della gnocca, un sito web sulla gnocca, pensato per soli uomini, che consente agli iscritti di condividere informazioni sulle gnocche di tutto il mondo: America, Europa, Africa, Asia, Oceania.
    Esistono anche sezioni goliardiche quali compagni di viaggio, oppure ridere di gnocca, dove si può trovare amici con cui condividere il prossimo gnoccatravel o raccontare barzellette sulla gnocca.

    http://www.gnoccatravels.com

    serve per viaggiare informati sulla gnocca di tutto il mondo, con consigli spassionati su dove e come rimorchiare ragazze, ma anche su dove trovare i migliori bordelli, nightclubs, FKK, Sono già in molti tra riviste e siti web che dicono di noi, stiamo diventando sempre più famosi.
    Pubblica la tua recensione sull’ultimo tuo viaggio della gnocca e approfondisci meglio chi siamo.”

  7. Moi says:

    C’è persino qualche pazzoide che vorrebbe andare in Ucraina proprio ora, sperando che con la guerra il prezzo della figa crolli … mah !

    • Moi says:

      Indubbiamente più problematico fra i Califfi attuali …

    • habsburgicus says:

      per un certo tipo d’italiano la fàiga è l’obiettivo primario :D…purché ci sia, poi la guerra non conta :D
      (il bello, si per dire, è che certe vanno, si fanno spennare e magari neppure concludono :D)

  8. Moi says:

    Insomma, più che “filosofiche”, le ragioni dell’ Italian Touch in Slovacchia sono Storiche : Seconda Metà del Novecento …

    • habsburgicus says:

      sembra che il Celentano non sia neanche buon..
      infatti nel sito indicato da Moi uno “recensice” così
      INITIUM
      Molto buono il Kotva con 10-12 gnocche di elevato livello. Deludente l’Evita con 4-6 ragazzze di cui solo due buone. Il Casanova ed il Celentano di livello non eccelso. In definitiva il migliore, tra quelli che ho visitato, sicuramente il Kotva.
      FINIS

      ma che c’avrà ‘sto Kotva ? :D

  9. Neanche a farlo apposta l’uomo nel cartellone a sinistra ricorda vagamente il santone milanese.
    Riguardo ai vettori di senso e ai motori semiotici, che dire? forse la supercazzola ha fatto il suo tempo?

    Ai poster l’ardua sentenza.

  10. Roberto says:

    Infatti, come vi ho detto più volte , oltre le alpi
    Italia = lusso

    Pure se si tratta di ragazze che si occupano di tenere alto il morale dei pán slovacchi, evidentemente

  11. izzaldin says:

    santi numi, che tristezza andare al Celentano.. e poi magari fare la recensione online su prezzi e “offerte”
    chissà da chi è frequentato

  12. habsburgicus says:

    omaggio all’Italia.

    offrissero gratis le signorine del club agli italiani :D
    quello sì che sarebbe un omaggio :D e piacerebbe pure a Moi :D

  13. habsburgicus says:

    Però ammettiamolo……siamo unici ed er mejo :D (u po’ di autoelogio talora fa bene :D)
    Miguel fa un post su un nightclub slovacco, con nome italiano
    E i commenti iniziano con l’Inquisizione !!!
    Credo non ci sia sul web un altro posto simile :D
    Dobbiamo esserne fieri :D

  14. Pietro says:

    Non so quanto sia in tema ma personalmente in TUTTE le frontiere centroasiatiche sono stato accolto con lo stesso siparietto: occhiata al passaporto e poi “Italiano? Toto Cutugno” tranne in quella tra Kazakistan e Russia dove invece mi hanno salutato con “Mafia? Good”. Ho evitato numerose depredazioni elargendo cd masterizzati di Toto Cutugno, Pupo, Ricchi e Poveri, Celentano e Ramazzotti (per dare un tocco intellettuale). Ha funzionato, tranne alla frontiera tra Uzbekistan e Tagikistan dove hanno spulciato ben bene i bagagli. A Milano un russo (quindi uno zeppo di soldi) ha affittato un intero palazzetto del ghiaccio per una festa sui pattini, ospiti i Ricchi e Poveri, in Russia hanno fatto (ri)cantare insieme Al Bano e Romina… Italian touch…

    • roberto says:

      un consiglio: attacca a masterizzare laura pausini, che se tanto mi da tanto tra un po’ arriva pure da quelle parti
      :-) :-) :-)

    • habsburgicus says:

      L’amore per Celentano e per Toto Cutugno, non è cosa recente..
      Nel 1991 a Ruse in Bulgaria, nell’Hotel Riga, suonavano Celentano e “L’Italiano”
      All’Est piacciono ! come mi disse anche il portiere-factotum-maneggione dell’hotel (che aprlava un po’ italiano) quelle figure border-line di epoca keghebista un tempo tipiche del vecchio Est :D

    • habsburgicus says:

      ormai l’han capito tutti :D tranne noi, of course !
      però la vera causa non è ancora individuata..guarda cosa dice un commentatore
      “il governo italiano potrebbe incassare milioni di euro se lo lasciasse fare in italy ma noi abbiamo il papa in compenso le tasse le paghiamo noi quelle ke non pagano loro”
      il papa :D come se fosse quello il problema :D (solito anticlericalismo)…il problema è la sx politicamente corretta !
      (ovviamente il Papa non può, urbi et orbi, chiedere la riapertura delle note case, sarebbe un po’ troppo, no ?..ma tollererebbe :D fu così anche in epoche ben più cattoliche !)
      invece i conciliaristi (o “cattolici adulti” o “cattolici di sinistra” o “cattolici moderni” SI sono un ostacolo alla riapertura, ma sono già compresi nell’accezione sx politically correct :D dove sx non sta per sex. eh :D (dato il tema… :D)

      • Francesco says:

        concordo in pieno

      • roberto says:

        il problema è la sinistra politicamente corretta?

        vorrei giusto farvi notare che prima di renzi (mettiamolo in conto alla SPC) ci sono stati svariati lustri di governi e maggioranze di destra politicamente scorrettissima (e a volte pure delle maggioranze numericamente imbarazzanti), senza che nessuno si sia seriamente preoccupato di riaprire le case chiuse

        poi si vabbé tutto è colpa di donna prassede, del politically correct e del PD….

        • Moi says:

          @ ROBERTO

          Credo che Habsburgicus alluda all’ Egemonia Culturale (non certo scevra di analogie con il “Pietismo” del Protestantesimo) di una Sx_ molto Statalista e poco Liberale_ che ha determinato le scelte etiche (!) successive molto di più della Chiesa, che dopo il Concilio Vaticano II ha smesso perfino di fare la voce grossa …

          http://de.wikipedia.org/wiki/Pietismus

          della Sx: quella roba che De Gasperi, nel 1948 e forte di Elezioni truccate dalla CIA, concesse a Togliatti; nella convinzione che ciò fosse il Male Minore rispetto alla Guerra Civile Armata Comunisti Vs Democristiani. Magari con l’ Italia Teatro di Guerra di uno scontro senza esclusione di colpi USA vs URSS !

          Qualche Italico D.O.C.G. e D.O.P. senz’altro direbbe “magari !” , convinto che nel Deserto PostAtomico a Oceani Prosciugati il prezzo della figa sarebbe crollato ! ; -) : -) ; -) : -)

        • habsburgicus says:

          alluda all’ Egemonia Culturale

          certo, Moi ha colto benissimo la mia opinione
          del resto questo senso di sudditanza, oltre alla pochezza degli individui (questo lo concedo volentierissimo a Roberto :D) ha impedito ai governi delle “destre” (1994; 2001-2006; 2008-nov 2011) di fare alcunché…se non badare un po’ agli interessi personali del loro Líder Máximo..e pure male ! :D

        • Mauricius Tarvisii says:

          poi si vabbé tutto è colpa di donna prassede, del politically correct e del PD….

          Certo, è Verità di Fede (Emilio)!

        • Z. says:

          Habs, veramente agli interessi di Berlusconi hanno badato benissimo. A spese di tutto il resto e coi vostri voti :)

          Z.

          PS: non dimentichiamo di elencare, tra i responsabili, i radical chic, le coop rosse, i magistrati e il Male in persona: Massimo D’Alema :D

      • Quoto! Soprattutto perché se lo stato fosse anche solo lontanamente furbo, sarebbe il primo a ricavarne davvero molti soldi. E senza contare che (davvero!) ci sono le sex workers che vogliono pagare le tasse ma non possono: un caso su tutti? La famosa Efe Bal

        http://www.piuincontri.com/blog/trans-torino-efe-bal-si-batte-per-legalizzare-la-prostituzione/

  15. izzaldin says:

    immagino che il fascino dell’Italia nei paesi ex comunisti dell’ex Europa derivi dal fattore nostalgia.
    Ovvero, quella è la musica che arrivava nei periodi finali del regime, la musica con cui hanno imparato a conoscere il mondo.
    La stessa cosa accade con l’heavy metal: i primi gruppi musicali europei a fare tour oltrecortina già prima del 1989 erano i gruppi metal tipo Iron Maiden etc.
    Un gruppo thrash metal italiano, i Bulldozer, a fine anni ’80 facevano concerti in Polonia di fronte a migliaia di persone.
    Quindi Cutugno da un lato e heavy metal dall’altro sono stati il simbolo di un’apertura culturale verso l’esterno da parte di gente che aveva vissuto in maniera abbastanza chiusa fra i confini nazionali (o del patto di Varsavia).
    Almeno, questa potrebbe essere una spiegazione del fatto che Cutugno, Albano, Minghi siano famosissimi in Russia.
    In questa foto, Vladimir Putin si accompagna alla mitica Ornella Muti!

    http://www.oggi.it/people/vip-e-star/2014/04/08/ornella-muti-a-processo-per-truffa-per-colpa-di-vladimir-putin/

    saluti,
    Izzaldin.

    • PinoMamet says:

      La trovo una tesi interessante, però mi risulta che in Ungheria, per esempio, (e immagino in Germania Est e Cecoslovacchia) producessero ottima musica funk e di rock progressivo, al livello di quella occidentale e nello stesso periodo;
      credo che anche negli altri generi non fossero in realtà così diversi da noi, come gusto e capacità.

      Però producevano anche canzonette melodiche come quelle di tanta produzione italiana, perciò può essere benissimo che Celentano e Al Bano, proprio, gli piacciano ;) o perlomeno piacciano a vasti strati del pubblico dell’est.

      Poi il testo straniero, capito così così o non capito per niente, preso fuori contesto, ha sempre il suo fascino: la distanza gli fa perdere quel poco o molto di trash, giustificandolo con la curiosità, e in ogni caso una canzone magari decente o orecchiabile, che per i “compaesani” dell’autore di turno diventa inascoltabile perché… è di quell’autore, gli stranieri possono invece ascoltarsela tranquillamente.

  16. Per Habsburgicus e Moi

    “certo, Moi ha colto benissimo la mia opinione
    del resto questo senso di sudditanza, oltre alla pochezza degli individui”

    Costanzo Preve aveva lanciato una bella teoria, che spiazza tutti.

    In Italia, abbiamo una cultura di sinistra, un governo di centro e una politica di destra.

    La retorica obbligatoria – secondo Preve (che secondo me sottovaluta la cultura Sanremo-vescovo che benedice stadio, ecc.) – sarebbe tutta di sinistra, democratica, antifascista, antirazzista, ecc.

    Il sistema di governo sarebbe tutto palude democristiana.

    La politica effettivamente realizzata sarebbe tutta a favore degli interessi economicamente forti.

    • Francesco says:

      che in Italia sono ormai inesistenti, compresi quegli imbecilli della mafia … sarebbe la diagnosi di un bel fallimento nazionale (e un successo della cultura e del governo)

    • habsburgicus says:

      @Miguel
      Preve è acuto, come sempre…il che non vuol dire che abbia ragione, semplicemente che la sua teoria è affascinante e plausibile
      Purché “destra” si identifichi con “fautori delle diseguaglianze economiche”…ciò di cui dubito..io credo invece che sia la “sinistra” laica, liberal, stile “Repubblica” ad essere la migliore, e preferita, interprete dei poteri forti (o cosiddetti tali !) e soprattutto anti-popolari

    • Roberto says:

      “(che secondo me sottovaluta la cultura Sanremo-vescovo che benedice stadio, ecc.)”

      Assolutamente d’accordo con te.

    • Roberto says:

      Io credo che la cultura à la repubblica, i radical chic, i politically correct, gli intellettuali gauche caviar, i Nanni Moretti, sono infinitamente minoritari, e per di più spernacchiati e disprezzati ad ogni occasione (e questo blog ne è un esempio).
      Però sono la foglia di fico di una destra che da decenni produce solo personaggi ridicoli che per colpa della loro assoluta mediocrità ed ignavia non riescono ad approfittare di una situazione strafavorevole.

      • Francesco says:

        minoritari rispetto a che?

        l’unica alternativa italiana che mi viene in mente sono i cinepanettoni

        sennò il “pensiero” è unico, per quanto poco tenuto in considerazione

        ma anche chi non li considera sa che “i signori dicono così”

  17. Moi says:

    @ IZZALDIN

    ” Da Lugano a Villach, nelle sex city oltre confine ogni giorno si riversano centinaia di concittadini ”

    http://www.infiltrato.it/sesso-salute/video-shock-in-svizzera-e-austria-i-veri-bordelli-italiani-ecco-come-sono-e-chi-li-frequenta

  18. Moi says:

    @ HABSBURGICUS

    In effetti la Classe Dirigente Italica , neppure in regime di “Larghe Intese”, osa pensare davvero oltre treni e aeroplani … e intanto i “Fàiga Pilgrims” ;) fanno i Frontalieri del PIL a discapito dell’ Italia.

    • habsburgicus says:

      In effetti la regolamentazione del piacere andrebbe fatta…
      Varrebbe da sola una manovra economica :D
      La stragrande maggioranza degli italiani non vuole vivere in castità :D

  19. Moi says:

    “concordanze e congiuntivi non se li compra nessuno, quindi l’Italia si meretrizza esclusivamente in English.”

    [CIT.]

    Acuta osservazione “metalinguistica” ;)

  20. Moi says:

    OT (?) sulla Pausini

    Una cosa che non mi è mai piaciuta è quando lei, Max Pezzali, Zucchero o altri cantano traduzioni in Spagnolo dei propri successi (probabilmente volte all’ Argentina innanzitutto) … così contribuiscono a far credere a Norreni e Anglosassoni che davvero Spagnolo e Italiano siano uguali.

    • PinoMamet says:

      ??

      guarda, penso che i “norreni” lo credano già, comunque ;)

      del resto anch’io, ammetto, stento a trovare le differenze tra lingue e mentalità svedese, norvegese o delle Far Oer… eppure mi dicono che ci sono, eccome se ci sono!
      :D

      in ogni caso, i cantanti italiani cantano le proprie canzoni in spagnolo per un motivo semplicissimo: vendono un sacco in Sud America!

      Mo’ non vorrai mica proibire le cover, eh? ;)

    • Z. says:

      Moi, ma pensi che tutti siano ideologici come te? veramente? :D

      La Lavra canta in spagnolo perché in America Latina ha un mercato enorme, mica per far credere agli Angloosassoni che Umar Lazzaro dica che la UAAR dileggia i Pastafariani secondo i principi di Donna Prassede e altre Moiate del genere :D

      • Moi says:

        Però gli Statunitensi mica si traducono per ilmercato discografico resto del mondo … diverso “peso” egemonico.

  21. Moi says:

    http://notizie.virgilio.it/gallery/adozioni-gay-scontro-luxuria-meloni-.html#2

    Rispetto ai tempi di “mejo fascista che frocio !” [cit.] la polemica si evolve.

    • Francesco says:

      ha una tale considerazione di entrambi i soggetti che ho deciso di ignorare la sceneggiata

      per me si accordano per far parlare di sè … oppure uno paga l’altro

      aveva ragione Silvio a parlare di teatrino

      :)

      • Z. says:

        Non ho mai avuto simpatia per Luxuria, e ora cominciano a darmi ragione in molti. Vedo che continua a dare brutto spettacolo di sé.

        Del resto c’era chi osannava Travaglio – prima che si mettesse al servizio di Casaleggio – solo perché se la prendeva anche con Berlusconi.

        Il quale Berlusconi è il più gran mestierante del teatrino di cui sopra. E la differenza tra amatori e professionisti di lungo corso si vede :D

    • PinoMamet says:

      Devo dire che da parte del signore americano mi stupisce, più ce hl’onestà, la padronanza delle forme dell’italiano “istituzionale”!

      (“l’ammontare… luogo non consentito al traffico.. ottemperare al pagamento… pertanto Vi invio…”)

      in ogni caso complimenti!

      • PinoMamet says:

        errata corrige:
        “più che l’onestà”

      • roberto says:

        mentre il vigile italiano scrive un pazzesco “sostava in divieto di circolazione”.
        mi sa che poteva opporsi a questa multa :-)

        • Z. says:

          A nessuno è venuto il sospetto che possa essere una gag?

          :D

        • PinoMamet says:

          Mi sono immaginato che ci possa essere stata un po’ di ironia da parte dell’americano…
          ma allora la ga sarebbe venuta meglio se avesse mandato l’importo esatto della multa di allora; data la difficile reperibilità negli USA di una banconota da mille lire, avrebbe dovuto mandare almeno il loro valore in dollari approssimato (mezzo dollaro?).

          L’altra ipotesi che mi sono fatto, è che si sia inventato tutto il Comune di Lerici, per invogliare i cittadini smemorati a pagare le multe.

          Però c’è una busta con mittente, per cui… boh!
          ;)

          Ma forse siamo noi italiani che pensiamo sempre male, eh?

        • PinoMamet says:

          Errata corrige:

          ” la gag sarebbe venuta meglio se..”

        • Moi says:

          @ Z

          “Una gag” ?! … Complottistaaaaaaaa !!!!!!!!!!! ;)

        • Z. says:

          Scusa Pino,

          a parte che non è il trasgressore a decidere a gusto suo quanto deve pagare in base al tempo trascorso…

          a parte questo, ti sembra un foglio vecchio di cinquant’anni?

          :)

        • PinoMamet says:

          Mi hai fatto venire il sospetto e ho fatto un controllo.

          A Phoenix in Arizona mi risultano 12 Robert Atherton, di cui uno effettivamente abitante in Meadowbrook Avenue, come quello che compare come mittente della busta

          AZ 88014 pare essere in effetti il “cap” di Phoenix, o un suo equivalente americano ;)

          se è una gag, è assai bene congegnata, non c’è che dire… io voto per la realtà!

          PS
          ehi della Digos, mi assumete?

        • PinoMamet says:

          Errata corrige:
          85014

        • Z. says:

          Boh, io immaginavo fosse uno scherzo…

          Anzi tutto non mi è chiaro con che criterio mille lire sono diventati cinquanta dollari, e ancor più perché quando io mi metto a ravanare tra le mie carte di vent’anni, beh, queste ultime tendono a non essere così ben conservate :D

        • PinoMamet says:

          Secondo me è abbastanza semplice:

          il tizio ha visto una multa di molti anni prima, non ha 1000 mille lire a portata di mano, non ha idea di quale cifra corrisponda a 1000 lire di 50 anni fa, perciò come gesto di buona volontà e di simpatia decide autonomamente di mandare 50 dollari.

          Ammazza quanto la fate difficile voi avvocati! ;)

          La multa dei vigili sembra molto ben conservata anche a me (in realtà qualche piccolo segno di usura c’è) , però che ti posso dire, si vede che il signor Atherton è una persona ordinata :D la avrà infilata da qualche parte nel ’64 e lì è rimasta.

          Io ho carte ancora più antiche e non sono mica a pezzi né particolarmete rovinate…

        • Z. says:

          Siete molto più ordinati di me, allora. Dopo un po’ di tempo le carte che conservo tendono io ad assumere l’aspetto delle pagine del Rocci :D

  22. Moi says:

    @ TUTTI

    (SACRO & PROFANO)

    1

    Chiesa e bicicletta [“forse non tutti sanno che …”] : una storia complicata, tormentata e avvincente :

    http://www.lanuovabq.it/it/articoli-quattro-vescovi-in-bicicletta-ma-non-ce-don-camillo-10207.htm

    aggiungiamo poi il presunto (!) Intervento Diretto della Divina Provvidenza a spingere la bicicletta di Bartali, la cui vittoria al Tour de France avrebbe fermato la Guerra Civile Italiana Comunisti VS Democristiani all’ indomani dell’ Attentato a Togliatti … perché, in fondo, i Comunisti Italiani _ nonostante i loro “Mega Giochi di Ruolo Live” di fare i Russi, i Cinesi o gli Arabi oppure i Tibetani …_ sono pur sempre Italiani e _ direbbe il Giurgillo Albionico _ “perdono le gare sportive come se fossero guerre e le guerre come se fossero gare sportive” .

    [cit; nello specifico Churchill parlava di “Pallone Non-Travestito” [cit.] ; -) ]

    Inoltre, se il “Don Matteo” di Terence Hill è indubbiamente molto “Buonisto-Ecumenico”, non ha potuto fare a meno della bicicletta alla “Don Camillo” per le simpatie di pubblico.

    2

    Le Comunità LGTBTQU, per certi versi, NON sono seconde nemmeno alla UAAR

    http://www.lanuovabq.it/it/articoli-torino-quando-larte-diventa-intollerante-10211.htm

    circa “la fissa” dell’ Anticlericalismo Ottocentesco …

    3

    L’analisi di Roberto D’Agostino del “Fenomeno”, come scrivono i giornalisti di Repubblica e L’Unità; quando c’era, ma torna … torna. Non sarebbe male l’ idea di Daniela Santanchè di comprarsela apposta per dare voce a chiunque voglia criticare duramente il PD “purché da Sinistra “! … Anche perché, in Italia, la Critica alla Sx piace solo se fatta mediante “Sorpassi a Sx”. Soprattutto a Dx. :

    Roberto D’Agostino sul “Fenomeno” :

    http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/carinzia-profumo-squinzia-italiani-arrapati-pelligrinaggio-verso-69145.htm

    L’uso del termine “Pellegrinaggio” , a suo modo, ancora una volta … “Coniuga Tradizione e Modernità”.

    Bazzicando la Mitteleuropa, di “certe robe” tipo il ”Celentano” non ha potuto non accorgersene neppure Miguel Martinez; colà in cerca di tutt’altro, eh … sia ben chiaro ai “Nuovi” fra i Lettori !

    @ PINO (Off Topic ?)

    Eppure nessun cantante anglofono deve “coverarsi” per il mercato Italiano, né d’altrove …al massimo, negli Anni Sessanta qualche Italico traduceva o riformulava. Vedi Celentano (il cantante !) con “Pregherò”, da “Stand By Me”, oppure i Dik-Dik con “Senza Luce” da “A Whiter Shade Of Pale”.

    Quando, a “Una Rotonda Sul Mare”, Gabriele Ansaloni alias Red Ronnie divulgava il Mario Capanna Pensiero sugli Anni Sessanta e sulle “Idee Che Marciarono Sulle Gambe Dei Milioni”; uno dei cliché idealisti meglio riusciti, indubbiamente.

    PS

    1

    “Califfo”, in “Maragliese”, è o era il “Maraglio Tarone” tenuto però in massimo rispetto per “Meriti di Fàiga” … c’è chi ritiene che il truzzissimo motorino “Califfone” (prodotto dalla Brianzola “Atala”, perciò se si diceva “Califfo” / “Califfone” in quel senso “tamarrologico” anche colassù : -) … ) ne derivi il proprio nome commerciale.

    2

    La Pausini, per gli Italiani all’ Estero è una “Italiana” e basta, NON una Romagnola … né dell’ Esarcato né del Papato ; -) … (@ MIRKHOND)

    • PinoMamet says:

      ” Eppure nessun cantante anglofono deve “coverarsi” per il mercato Italiano, né d’altrove …al massimo, negli Anni Sessanta qualche Italico traduceva o riformulava”

      Negli anni ’50, ’60 e anche ’70 gli italiani “coveravano” tantissimo le canzoni inglesi e americane, poi hanno smesso perché abbiamo imparato meglio l’inglese (o fatto finta di);
      e anche, sospetto soprattutto, per motivi di diritti (avranno cominciato a costare troppo).

      “Califfo” era anche il cantante Califano, defunto, ma di cui “non si esclude il ritorno” ;)

  23. mirkhond says:

    La Pausini, per gli Italiani all’ Estero è una “Italiana” e basta, NON una Romagnola … né dell’ Esarcato né del Papato ; -) … (@ MIRKHOND)

    Tanto piacere! :)

  24. Moi says:

    @ TUTTI

    Also Sprach … Roberto D’Agostino : “Presidenta [sic] della Camera mejo della sua parodia” :

    http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/boldrinmeier-fa-concorrenza-giass-presidenta-camera-mejo-74618.htm

    @ HABSBURGICUS (Focus On …)

    http://www.lettera43.it/economia/industria/germania-spopola-il-tour-organizzato-dei-bordelli_4367597519.htm

    Avanti tutta, verso la Bancarotta Volontaria ! … Ma almeno la Coscienza CattoComunista è salva, l’ importante è quello !

    Ma forse han ragione Lorsignori e soprattutto Lorsignore : gli Italiani vivono per i treni e gli aeroplani ! “Chi lo potrà mai dire ?” [cit.]

  25. Moi says:

    @ MIRKHOND

    La Ravennate (va be': Solarolese) Laura Pausini, tuttavia, preferirebbe il Papato all’ Esarcato

    http://video.leggo.it/spettacoli/laura_pausini_da_fiorello_amo_il_papa-18315.shtml

    … purché “al passo coi tempi” ! Per chi non lo sapesse, anche (!) Francesca Pascale è diventata una Teologa (Grata agli LGBTQU e alla “Gender Culture”) per aver detto che l’ Omofobia ce l’ ha messa il Vaticano; Gesù, difatti, non parlò mai di “eterosessualità” nei Vangeli come requisito per essere Cristiani. Chiunque ne tenti un’ esegesi un po’ più elaborata in senso contrario è, ovviamente, un ClericoFascista !

    • Moi says:

      Si noti che per Rosario (solo di nome ;) ) Fiorello “siete pazzi = siete devoti ” …

      in effetti Fiorello fu osannato dalla UAAR per la satira _ ovviamente da fumetto di Sturmtruppen _ sul “Papen Emeriten” allora in …kariken. ;)

    • Z. says:

      Moi,

      — Chiunque ne tenti un’ esegesi un po’ più elaborata in senso contrario è, ovviamente, un ClericoFascista —

      Un po’ come chiunque si azzardi a non apprezzare Pacifici è un nazista, presumo…

      :D

      Comunque la Lavra non è ravennate, è faentina!

    • habsburgicus says:

      chiamarle escort, credo sia un’offesa..per l’ex-Capo del Governo :D
      mi rendo conto che bisogna fare sempre antifascismo :D, ma Benito il successo con le donne ce l’aveva davvero (senza dubbio aiutato dalla sua posizione e dal carisma cose che mandano in visibilio le donne :D) e non aveva bisogno di pagarle..
      mica era un “semplice” Presidente del Consiglio di un sessantennio dopo :D

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>