Regalo elettorale

Non scrivo da diverse settimane, ma immagino che i commentatori vorranno dire qualcosa sulle elezioni, e quindi apro – più che un post – un porta-commenti.

Print Friendly
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

212 Responses to Regalo elettorale

  1. Lo spoglio delle elezioni amministrative deve ancora iniziare.

    Per le europee, pare che almeno a Firenze il tentativo propagandistico di riallineare gli “occidentalisti” su posizioni antieuropeiste sia andato piuttosto male.

  2. habsburgicus says:

    in Italia, risultati brutti…nessuno superava il 40 % dall’arcaico 1958..quando c’era ancora Pio XII :D
    l’arroganza del PD non avrà limiti..riuscira l’Italia a sopravvivere ? :D ai posteri l’ardua sentenza :D
    per fortuna, buone notizie da Francia e Inghilterra
    è inutile..gli italiani sono troppo pecoroni..se l’UE dovrà crollare, crollerà per volontà di Parigi e Londra…SOLO allora, l’Italia si accoderà..a partire da coloro che oggi idolatrano Bruxelles :D
    purtroppo la Le Pen e Farage faranno soprattutto i LORO interessi (éd è anche giusto :D) e neppure pensano all’Italia (se non con il tipico disprezzo anglo-francese..ahimè, apparentemente “meritato”)…però chissà, forse alcune delle loro azioni, si riverberanno positivamente anche su di noi

    • PinoMamet says:

      …è un modo di vedere le cose.

      Io penso invece che tutti questi voti li abbia presi Renzi, e non il PD.
      Ci fosse stato Letta, avrebbero gridato al miracolo se prendevano il 20.

      Perché il freddo, lesso, ingessato, antipatichetto Letta era la coppia appena appena zuccherata del freddissimo, cadaverico, antipaticissimo Monti, e delle sue politiche di austerità ad usum culonae inchiavabilis.

      Non si tratta solo di appeal personale (che Renzi ha: e non tutt’Italia vive in Oltrarno…) ma anche dell’idea, che è riuscito a trasmettere, di debole ma presente (che è già qualcosa) opposizione all’austerità a tutti i costi, e di un ancora più vago, ma a lungo desiderato, “facciamoci rispettare in Europa”.

      Per cui ha tagliato l’erba sotto i piedi di Grillo: mica tutti quelli che han votato Grillo alla passate elezione erano i famosi e ormai proverbiali “grillini”, i trinariciuti del nuovo millennio; molti lo hanno votato, credo, perché l’alternativa era Berlusconi o un PD vecchio, rigorista, e che non sembrava neanche più di sinistra.
      Renzi almeno, un pochino, riesce a sembrarlo .

      Quindi, tutt’assieme, mi pare vinca l’euroscetticismo e l’anti-austerismo :D , in gradazioni e sfumature diverse secondo i paesi d’Europa, ovunque tranne in Germania, sola contro tutti come al solito.

      Ceterum censeo Merkelam fanculandam esse.

      • Peucezio says:

        Concordo pienamente.
        Ciò che queste elezioni insegnano è la costante antropologica italiana, per cui vince quello “simpatico”.
        Ha funzionato con Berlusconi (che però dietro aveva della sostanza, nel senso di una proiezione geopolitica parzialmente autonoma e di respiro, anche se perseguita poi in modo velleitario ed estremamente esitante) e ora funziona pari pari con Renzi, che è pure giovane, ma che, ora come ora, pare appitattito sul servilismo più totale ai padroni e padronici mondiali.
        Ma rispetto alla classe dirigente vetero-piddina, che ne aveva fatto un credo da cui non avrebbe mai deviato di un millimetro, Renzi è un istrione innamorato di sé stesso e molto ambizioso, per il quale l’asservimento è solo uno strumento come un altro: se poco poco l’autonomia e l’interesse nazionale, per qualche curiosa combinazione politica, venissero a coincidere con il suo appagamento narcisistico, non esiterebbe a perseguirli.
        In questo senso è meno dannoso di quegli altri, che avevano fatto dell’asservimento dell’Italia una religione.

  3. rossana says:

    scrive Hasburgicus che “nessuno superava il 40 % dall’arcaico 1958..quando c’era ancora Pio XII “.
    Appunto.
    E che lo prenda l’attuale Pd di Renzi, proprio nel bel mezzo di una valanga di arresti e inquisiti fra partito e coop, a me puzza.
    Come mi puzzano altre due cose:
    – la distanza di 20 punti dal M5S, che fino a venerdì sera era temuto dal Pd più dello spread (e dei comunisti russofoni in Ucraina): capivo fino a una improbabile distanza di 8-10, perfino 12 punti. 20 è un campanello che mi suona stonato
    – le proporzione esatte che ripropongono le larghe intese di Pd*FI+Ncd+Lega (che si dichiara anti euro annusando il vento pre elettorale per posizionarsi meglio e infatti recupera)
    Non mi torna perché chi nel 2013 aveva votato 5S in fuga dal Pd, al più ha votato Tsipras o si è astenuto, non torna a votare Pd perché c’é Renzi: non ci sta come logica.
    Così come avrei capito il 41% se allo stesso tempo FI scendeva sotto il 5/6%, andando a confluire gli ex forzisti nell’unico partito in cui hanno seconda casa.
    Ma se FI tiene con il 16% (quasi il 17), il Pd da lì al più recupera un 5% (e sono generosa, perché più probabile lo spostamento vs Ncd che vs il Pd), e Tsipras si ferma a fatica sopra quota 4%, i conti sballano.
    Un travaso di quasi 3 milioni di voti dal M5S al Pd? Fatico a crederlo ma passi. E l’astensionismo ha colpito solo i 5S?
    Ma dai…
    Non tornano non tornano non tornano…

    • mirkhond says:

      Pensi a dei brogli?
      Cosa non assurda, se pensiamo a quanta gente si è confusa con quelle schede ieri ai seggi….
      Come sentito di persona dagli stessi scrutatori quando sono andato a votare….

    • habsburgicus says:

      E l’astensionismo ha colpito solo i 5S?

      forse no Rossana, ma non ha colpito lo “zoccolo duro” del PD
      gli astenuti sono quasi sempre persone che mai voterebbero PD…invece l’elettore “storico” del PCI/PDS/DS/PD, in Emilia, Toscana, Umbria, Genova, Torino vota sempre, in ogni circostanza..l’obbedienza al Partito è perinde ac cadaver fenomeno strano al giorno d’oggi (ai tempi di Togliatti forse lo si poteva capire), ma interessante…forse un giorno qualcuno riuscirà a spiegarmelo (anche se Miguel parlando di unione dei 3 clientelismi ci è andato vicino) al momento mi sembra più difficile da comprendere che, diciamo, decifrare l’ancora indecifrata lineare A cretese :D
      la forte astensione, diciamo rispetto al 1963, fa poi alzare (e di molto) le percentuali;
      dunque secondo me il grande risultato del PD deriva da
      1.voto “marxista” ideologico nelle regioni rosse (+Torino, Genova), che non è umanamente scalfibile..quelli voterebbe il candidato del Partito anche se dicesse di voler sodomizzare tutti i militanti :D
      2.ex-forzaitalioti, specialmente al Nord
      3.tutti, o quasi, i pochi montiani
      4.tutti quelli “lauriani” (da Achille Lauro) che si sono fatti comprare dagli 80 euro..il vecchio Giuda si è accontentato di 30 :D..denarii però, e bisognerebbe fare la conversione :D
      concordo con te però che qualcosa puzza, perché il M5S sembrava più forte
      (forse è solo un risultato della campagna “terroristica” contro Grillo degli ultimi giorni..il sindaco grillino che nega il cibo ai bimbi poveri, ecc
      forse qui ci facciamo dell’Italia un’idea più alta di quella che è veramente..cioé un paese in cui il popolino crede a tutto :D)

      • rossana says:

        Concordo sullo zoccolo duro che voterebbe anche lo stupro collettivo della propria madre se è il partito a chiederlo, e ci stanno pure l’astensionismo e ogni altra tua considerazione ma comunque i conti non tornano lo stesso.
        Non tornano perché nemmeno i 5S sono da meno per quanto riguarda il voto compatto (in questo Pd e M5S hanno un sistema organizzativo e propulsivo capillare molto simile) e pur considerando che molti siano i 5S del 2013 che hanno cambiato idea, vero è che a questa tornata molti erano quelli che pubblicamente hanno preso posizione dichiarando che avrebbero votato, magari senza troppa convinzione, 5S per il solo giusto di far tremare il Pd.
        Diciamo che gli astenuti ex 5S 2013 erano di più dei nuovi votanti 5S?
        Ok, ma il Pd supera ogni più rosea previsione dello stesso Pd, il quale sino a sabato temeva l’ondata di piena dei 5S (e se lo temevano loro, sondaggi privati alla mano, ci sarà ben stata una ragione no?)
        Possiamo metterla in ogni modo possibile (e credimi che lo sto facendo da stanotte) ma comunque non si giustifica quel salto quantico di 20 punti di distanza e di una crescita di quasi 3 milioni di voti solo al Pd.
        L’astensionismo ha colpito solo i 5S?
        D’accordo, mettiamola per buona, ma a meno che il Pd non sia andato a tirar su voti fin dentro all’inferno pur di farcela, o ne sarebbe capace, rimane che se la Lista per Tsipras è nata è nata da una costola di delusi del Pd e di Sel (che già ieri sera alle 21, cioè ancor prima della chiusura seggi, dichiarava che comunque si sarebbero alleati con Schultz e non con la gauche europea, tanto per dire come si sono mangiati pure quei voti).
        Non ho risposte, ovvio, ma una domanda insistente sì: da dove spunta questo strano successo elettorale dele larghe intese che va, guarda caso, a consacrare le larghe intese di cui Renzi aveva estremo bisogno per portare avanti a passo di carica le riforme che il paese, a stare alle piazze che l’hanno contestato fino a venerdì sera, non vogliono?
        Lascio lì la domanda perché è probabile non avrà mai una risposta così come non l’ha avuta il referendum del 1946 che ancora si aggira sulle nostre teste

    • Mauricius Tarvisii says:

      Ti ricordi le elezioni del 2006, quelle dei 25000 voti? Anche allora ci fu un enorme scarto tra exit poll e voto. Si tratta dell’elettorato conservatore, che non risponde ai sondaggi e che prima votava DC, poi Berlusconi, ora Renzi

  4. Alcune riflessioni condivisibili:

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/05/26/europee-il-2014-sta-a-renzi-come-il-1994-a-berlusconi/1000772/

    Vedo una grande vittoria del PD, nessuna sconfitta del M5S; o meglio, il M5S ha sicuramente perso rispetto alle millanterie del suo capo.

    E’ la prima volta nella storia italiana che un movimento senza potere riesce ad arrivare al secondo posto e restarci addirittura per due anni.

    Renzi o PD?

    Sicuramente l’immagine Renzi – Renzi è l’oppositore-per-bene che tanti italiani sognano, la persona che “spazza via il vecchiume” e “fa le cose”, ma va a messa e rispetta i carabinieri. E Pino Mamet ha colto anche la capacità di Renzi di giocare a fare il “quasi” ribelle e il patriota nei confronti del capitalismo tedesco.

    Sul piano invece organizzativo…

    credo che la risposta sia piuttosto, un giro di imprenditori che utilizza Renzi, che a sua volta utilizza il PD, che a sua volta utilizza la sterminata rete potere che il PCI ha costruito negli anni.

    E questa rete, come ho sottolineato altrove, si è fusa da una parte con la vecchia rete democristiana, dall’altra con quella che potremmo chiamare “borghese-massonica”, cioè i giri di potere imprenditoriale e locale, quando non propriamente mafioso.

    Infatti, come dicevo, è la prima volta che c’è all’opposizione qualcuno senza alcun potere.

    • rossana says:

      “che a sua volta utilizza il PD, che a sua volta utilizza la sterminata rete potere che il PCI ha costruito negli anni.”
      fra le notizie che giravano ieri ce n’è stata una che andrebbe indagata a fondo: a Roma ben 1.200 autisti dell’Atac erano assenti (senza sostituto) perché impegnati a vario titolo ai seggi (scutinatore, presidente di lista, etc).
      1.200, tutti provenienti dall’Atac, con mezzi fermi per assenza di personale con cui sostituirli.
      Quando i comuni convocano le commissioni per organizzare i seggi, di solito verificano se i candidati sono idonei al ruolo, prima di accettarli. Com’é che non è venuto a nessuno il dubbio che forse c’era qualcosa di strano in quella massiccia presenza di autisti Atac? E’ normale?

      • izzaldin says:

        A Palermo succede ogni anno la stessa cosa.. il giorno delle elezioni tutti i dipendenti AMAT fanno gli scrutatori.

    • Francesco says:

      il pessimo Scanzi si contraddice pesantemente: il 17% preso da Berlusconi, rimasto senza partito, senza soldi, senza slogan, è semplicemente strepitoso

      peccato che se lo porterà nella tomba ma dimostra che esiste un fottuto popolo di CDX (mi è difficile definirlo in modo più preciso) che creperà prima di tradire se stesso

      oh, mi attendo che crepi, non avendo nessuno che possa guidarlo al governo, come sarebbe naturale per chi è maggioranza

      oggi, con voti persi dietro alla Lega degli slogan anti-euro e anti-immigrati, altri al caldino nel ventre molle dell’NDC, altri ancora finiti al supposto nuovismo renziano, ha solo da aspettare che i conti della contabilità creativa di Renzi tornino a galla

    • giovanni says:

      “un movimento senza potere riesce ad arrivare al secondo posto e restarci addirittura per due anni.”
      ehm… l’M5S l’anno scorso era il PRIMO partito in assoluto, e quest’anno è secondo, quindi ancora 2 anni non li ha fatti da primo o secondo.

  5. habsburgicus says:

    Io penso invece che tutti questi voti li abbia presi Renzi, e non il PD.
    Ci fosse stato Letta, avrebbero gridato al miracolo se prendevano il 20.

    su questo non c’è dubbio Pino…
    dicevo PD, ma pensavo a Renzi :D

    (e pensare che Letta era molto meglio..appunto per questo l’hanno fatto fuori :D ormai l’Italia è american/berlusconizzata..conta l’immagine..e Renzi è giovane, belloccio, telegenico..in più ha una buona parlantina..dunque vittoria assicurata :D per lui..per l’Italia è una sconfitta !)

    • Francesco says:

      cosa aveva di buono Letta?

      Monti capisco, ma Letta?

      ciao

      • PinoMamet says:

        Io mi chiedo cosa avessero di diverso…

        di buono?
        Hmmm, credo che non avevano l’abitudine di picchiare cuccioli e bambini, o erano molto discreti nel farlo :D

        • Francesco says:

          Monti era, mutatis mutandis, le SS italiane.

          Letta era una specie di boy scout messo a guidare una nave da crociera in mezza Venezia, bendato.

          Monti era un progetto di adeguamento dell’Italia a certi standard europei, non del tutto disprezzabili.

          Letta cosa era?

      • habsburgicus says:

        Monti è pessimo :D
        Letta era (relativamente) serio, (relativamente) civilizzato, (relativamente) massonizzato, (relativamente) “cattolico”, (relativamente) prudente in politica estera, (relativamente) attento agli interessi nazionali (non un mero lacché)..certo, in altre epoche, un incubo :D ma in questi tristissimi tempi di desolazione (che non eguali nella Storia) forse il meglio che ci poteva passare il conv.. pardon la Loggia :D l’attuale è di molto peggio, come fu il predecessore…

        • Francesco says:

          sai che non ho visto nessuna di queste qualità di Letta durante il suo governo?

          mi è sembrato un re travicello agli ordini di qualsiasi ras di quartiere italico (dai sindacati alla ANM a qualsiasi altra lobby), nullo in politica estera (ma questo è normale da quando non c’è più Andreotti), privo di qualsivoglia idea in campo istituzionale o economico

          “tempo perso” dovrebbe essere il suo nome di battaglia

  6. Per Habsburgicus

    “1.voto “marxista” ideologico nelle regioni rosse (+Torino, Genova), che non è umanamente scalfibile..quelli voterebbe il candidato del Partito anche se dicesse di voler sodomizzare tutti i militanti :D”

    Nel mio angolo poco rappresentativo di mondo, direi che l’80% delle persone che conosco ha votato PCI-PD in qualche periodo della loro vita. La metà ha smesso di farlo, e vota quindi per liste civiche, M5S o “estrema sinistra” di vario tipo; l’altra metà continua a votare PD, per complessi legami di convenienza e amicizia, e con nessun amore per Renzi.

    E anche perché Renzi e Grillo si sono fatti campagna elettorale a vicenda: il “pazzo con la bava alla bocca che vuole distruggere l’economia”, il “nuovo Hitler”, ha inveito incessantemente contro il “bimbominkia dei poteri forti” e viceversa.

    E qui risorge tutta la “serietà” del vecchio PCI contro le “fughe in avanti” e il “populismo”.

    Infatti, Renzi non poteva attaccare i propri alleati al governo di Forza Italia, e Grillo si presta bene come spauracchio.

    • rossana says:

      “Nel mio angolo poco rappresentativo di mondo, direi che l’80% delle persone che conosco ha votato PCI-PD in qualche periodo della loro vita. La metà ha smesso di farlo, e vota quindi per liste civiche, M5S o “estrema sinistra” di vario tipo; l’altra metà continua a votare PD, per complessi legami di convenienza e amicizia, e con nessun amore per Renzi.”

      Il tuo angolo poco rappresentativo di mondo è più o meno lo stesso che ho io.
      Ieri, ai seggi, c’era il deserto con qualche votante random a ben distanziato e anche i vecchi compagni piddini erano presenti e vigili ma non in forze (e ben presenti erano anche i vigili sostenitori del M5S).
      E questo torna con l’astensionismo ma fa a pugni con quel 20% di distacco dei 5S…

      • izzaldin says:

        @rossana
        Secondo me non c’è da stupirsi dei 3 milioni di voti in meno di Grillo.
        Non c’è da stupirsi semplicemente perchè erano “troppi” quelli delle ultime politiche.
        Molta gente (soprattutto elettori storici di sinistra) li votò per protesta.
        Ora quegli elettori sono tornati a votare Tsipras o Pd.
        In più, i grillini NoEuro si sono buttati su Salvini, il cui 6% nazionale è un botto di voti secondo me.
        (a Roma 27mila voti e in Sicilia più di 10mila alla Lega)
        Mettici pure che andando a stringere la mano a Vespa e usando lo strambo Casaleggio hanno perso pure i voti dei fan del comico.
        Non ci vedo nulla di strano, erano saliti troppo alle ultime politiche, e il 21% è comunque un signor risultato.

        • rossana says:

          Fatte tutte le tare che rammenti, stiamo a un dato colossale: 41% c.a.
          E a farmi venire dubbi è un fatto quantomeno strano: solo due giorni prima era lo stesso Renzi a temere la valanga 5S.
          In più, da un sondaggio rudimentale fra parenti, conoscenti e colleghi, qualcuno si è astenuto, qualcuno ha poi scelto Tsipras ma NESSUNO e’ tornato a votare il Pd.
          Ho fatto poco fa due conti a spanne e, per quel che vale, la somma di tutte le percentuali (comprese schede bianche, nulle, etc) anziché 100 da 105,37.
          Magari non è un “broglio”, ma indice di una certa elesticità nel fare le percentuali sì.
          E dato che su quei numeri misuriamo il quoziente di “democrazia”, ammesso significhi ancora qualcosa, mi stupisce parecchio che se i conti non tornano nessuno se ne dia pensiero.
          Cmq, dato che non risolverò mai il quesito accetto il taroccamento voti per buono, ma non mi si racconti la storia del paese che poi in massa, davanti alla scheda in cabina, cambia voto e sceglie Renzi.
          Forse è questo a rendere facile far fesso questo paese: anziché provare a capire queste svolte colossali delle intenzioni di voto preferiamo risolvere puntualmente tutto con un semplici “italiani coglioni”.
          Non ci credo, non più.
          Pacifica la coscienza ma rimane aperta la questione: perché succede solo in Italia che vincano tutti i partiti che stanno ora al governo?
          Sarà ben strano o no, viste le piazze e sentiti i fischi nelle piazze all’indirizzo dello stesso governo solo la scorsa settimana

        • Moi says:

          Tranqua Rossana … prima o poi arriverà Z come un Deus Ex Machina a spiegarci la Transumanza dei Voti !

        • Francesco says:

          veramente Scelta Civica e NCD fanno schifo alle urne

          ha stravinto il signor Renzi perchè ha dato speranza (non so come) a chi si sente di SX come a chi si sente di DX

          credo che quando dovrà stringere, portare a casa qualcosa, potrebbe deludere molti, per ora gli va bene

          anche io, mi avesse dato in cambio l’Italicum, l’avrei votato

          ciao

        • giovanni says:

          “da un sondaggio rudimentale fra parenti, conoscenti e colleghi, ”
          ti svelo un segreto: gli italiani MENTONO, sempre, comunque, e dovunque. E anche i tuoi parenti, conoscenti e colleghi sono italiani. E’ chiaro che a questo giro NESSUNO di chi votava PD fino a 6 anni fa (ricordo che Veltroni ha preso più voti di Renzi), e che molto probabilmente l’anno scorso andava in giro dicendo peste e corna del PD e che non l’avrebbe votato mai più, poteva ammettere che gli bastavano gli 80 euro o le promesse farlocche di Renzi per tornare all’ovile di corsa, perchè si sarebbe sputtanato troppo a rimangiarsi pubblicamente le sue invettive contro il PD in così poco tempo.
          E sulla somma delle percentuali, è quella dei voti validi chedeve essere 100%, bianche e nulle si contano a parte. Certo che se ne capisci così poco di come funziona il voto, per forza devi credere ai complotti.
          Però dovresti spiegare perchè il 40% di Renzi (con l’affluenza al minimo storico) è sospetto, e il 25% dal nulla di Grillo l’anno scorso (con un’affluenza molto più alta), è assolutamente normale.

        • Francesco says:

          OMDAG

  7. Tanto per giocare….

    con il passaggio dal sistema proporzionale puro ai sistemi attuali, c’è stato un cambiamento radicale nella maniera in cui la gente vota.

    Immaginate per un attimo come si sarebbe votato, se per poter votare, si dovesse fare un giorno al mese di volontariato sociale di qualche tipo.

    Non dico mica solo aiutare gli immigrati o i clochard; magari anche fare ronde contro i clandestini, o restaurare crocifissi nelle scuole, insomma fare una qualche attività, magari pessima, però che vada oltre la sfera individuale.

    L’importante è che non sia un’attività obbligatoria, come pagare le tasse, ma una libera scelta, da cui deriva la possibilità di votare.

    • Francesco says:

      sottoscrivo pienamente la tua proposta: chi vuole votare deve partecipare alla vita comunitaria anche con un impegno diretto

      io posso strappare manifesti elettorali abusivi dai muri?

    • Mauricius Tarvisii says:

      Donare sangue va bene, oppure devo per forza subire lo stress di avere a che fare con orde di sconosciuti?

    • Peucezio says:

      Secondo me dovrebbe essere il contrario.
      Per partecipare a qualunque titolo alla vita collettiva, anche nel senso di poter utilizzare una strada pubblica per camminare, dovrebbe essere obbligatorio andare a votare, fosse pure per lasciare la scheda bianca o per pulircisi il sedere prima di consegnarla al presidente di seggio.

  8. Arrivati i primi risultati per il Comune di Firenze, dagli ospedali dove votano le anziane cattoliche che guardano Vespa e gli anziani che sperano sempre che torni Stalin…

    70,42% per Nardella :-)

    • Francesco says:

      non è che in Oltrarno siete un pò sbagliati?

      PS te lo scrivo da una Milano che è la nuova Stalingrado d’Italia, figurati tu a chi fa credito la ricca borghesia del centro

  9. Francesco says:

    diciamo che ho vinto le elezioni europee mentre in Italia è andata così così

    nel senso che sono insensibile al fascino di Renzi e quindi non mi sono affatto reso conto che qualcuno potesse votarlo … tanto meno il 40% del 60% di italiani votanti alle Europee, compresa, immagino, una buona quota di ex-berlusconiani che vedono in Renzi qualcosa di buono, che io non vedo affatto

    mi va benino il risultato di NCD … partito micragnoso a elettorato quasi solo meridionale che certifica che i moderati di servizio al CSX non interessano a nessuno che non ne ricavi un posto di ministro

    mi colpisce l’estinzione dei montiani …

    SE si voterà per l’Italia col proporzionale ci sarà da ridere assai

    PS fosse che fosse la volta buona che Silvio capisce di essere troppo vecchio? non troppo in galera, quello fa curriculum, è proprio troppo vecchio

    ciao a tutti

  10. Per Francesco

    “io posso strappare manifesti elettorali abusivi dai muri?”

    Certo, mi sembra una forma molto diretta di impegno volontario.

    L’importante è distinguere tra chi comunque, in un modo o in un altro, sente che è importante esserci, e chi al seggio ci capita per sbaglio. Non ho dubbio che tu rientri nella prima categoria.

    • Francesco says:

      sono persino riuscito a trovare tre preferenze da dare …

      per la gioia di molti, direi che il “sistema di potere” ciellino è morto e sepolto con la scelta di appoggiare Letta e poi Renzi

      coglioni, politicamente parlando

      saluti

  11. Ho assistito al comizio finale sia di Grillo che di Renzi/Nardella.

    Più o meno la stessa quantità di persone, con la differenza che Nardella ha elogiato il pubblico “arrivato da tutta la Toscana e dalle regioni limitrofe” con “quello spirito di volontariato che da sempre ci caratterizza”.

    Altra grande differenza: tra i grillini, nessuno distribuiva santini, tra i piddini lo facevano in tanti.

    Tra i nardellorenziani, mi ha colpito soprattutto un Rom di mezza età, piuttosto malconcio, con una scatolina di cartone in mano, da cui distribuiva i santini di un signore che conosco: fiero di essere nato e cresciuto nel PCI, è proprietario di ben tre ristoranti e in privato si lamenta perché i suoi dipendenti votano tutti M5S.

    Poi c’erano gli umarell drappeggiati con la bandiera del PD ed erano tra i pochi ad applaudire con un certo entusiasmo.

    • izzaldin says:

      E invece del comizio di Grillo cosa ti ha colpito?

      oggi al bar ho assistito ad una conversazione elettorale: l’operaio (in pausa pranzo col maglione sporco di calce) aveva votato Grillo e non si capacitava della sconfitta. La barista e il pensionato si erano astenuti

      vorrei infine fare una menzione speciale ai veri e propri EROI che a Palermo e a Napoli hanno votato per la Lega: quasi quattromila a Palermo e più di settemila a Napoli.

      http://elezioni.interno.it/europee/scrutini/20140525/E5190550000.htm

      al link sopra potete divertirvi a spulciare il voto provincia per provincia.

      saluti,
      izzaldin

      • PinoMamet says:

        La Stampa aveva (probabilmente c’è ancora online) la mappa dell’Italia con tutti i dati provincia per provincia e comune per comune;

        vista comune per comune la trovo uno specchio abbastanza fedele della composizione dell’Italia attuale, una grossa macchia “rossa” (virgoletto apposta) renziana, con un’isola verde in provincia di Sondrio e sparse isolette verdi in Lombardia, appena più grandi nel Veneto prealpino;
        una specie di cintura azzurra da Napoli al Molise, frammentata, e isole azzurre in altri centri del Sud;
        anche il giallo grillino appare prevalentemente concentrato al centro Sud, da Roma a Palermo passando per Cagliari.

        • mirkhond says:

          In provincia di Parma ha vinto renzy?

        • Mauricius Tarvisii says:

          Su interno.it ci sono tutti i risultati ufficiosi, volendo. Ahimè, ormai non ho più un secondo per leggermeli :-(

        • PinoMamet says:

          ” In provincia di Parma ha vinto renzy?”

          Sì, Renzy su tutta la linea, e le percentuali sono, numerino in su per numerino in giù, in linea con quelle nazionali.

    • paniscus says:

      Poi c’erano gli umarell drappeggiati con la bandiera del PD ed erano tra i pochi ad applaudire con un certo entusiasmo.
      ————————————-

      A parte la parola umarell (che richiederebbe una certa cultura generale e una certa esperienza di osservazione sociale matura), è la stessa cosa che mi ha fatto notare un mio alunno neomaggiorenne al primo voto, che era rimasto sconcertato proprio da questa visione…

      L.

      • Moi says:

        Be’, dopo il successo di Danilo Masotti, “Umarell” è un termine ha travalicato Po e Appennino ;)

        A proposito, l’ Umarellologo ;) e “a friend” (giusto perché in English evitano il “gender bug” meglio) di Miguel sul dialetto :

        http://www.youtube.com/watch?v=qLQu6RilXeQ

        “spurch” mi sa di troppo italianizzato, sarebbe più corretto “malnétt” … ma in senso figurato credo che si dica in un altro modo ancora che al momento mi sfugge.

        Va be’, sul Francese Napoleonico è storico-glottologicamente discutibile ;)

  12. mirkhond says:

    A Palermo chi ha ottenuto più voti?

  13. mirkhond says:

    “vorrei infine fare una menzione speciale ai veri e propri EROI che a Palermo e a Napoli hanno votato per la Lega: quasi quattromila a Palermo e più di settemila a Napoli.”

    EROI in senso ironico? ;)

    • izzaldin says:

      haha naturalmente! :)

      Penso sia imputabile alla battaglia Noeuro, i più oltranzisti noeuristi siculi e campani avranno pensato che Salvini è l’unico che portava avanti la loro lotta.

      Poi c’è da almeno un ventennio una certa nascosta invidia da Roma in giù per un movimento come la Lega.

      A Palermo ha vinto il PD e secondo arrivò Grillo, ma con percentuali meno pesanti, tipo 33 a 26 invece che 40 a 21. Si pensava che la Sicilia fosse il granaio di voti che fu alle ultime politiche ma così non è stato, nonostante il trend superiore rispetto a quello nazionale. Alle regionali 2012 furono il primo partito n Sicilia, e il loro leader regionale Cancelleri diceva nelle ultime settimane “siamo la nuova DC”… evidentemente si sovrastimava.
      Al sud Alfano poi ha raccolto quello che gli serviva per andare a Bruxelles. Inoltre Silviuccio gode di un numero maggiore di sostenitori in Sicilia visto che ha collezionato il 21, oltre la media nazionale.

      Anche Tsipras (venuto a Palermo in campagna elettorale) ha fatto a Palermo un risultato superiore alla media nazionale.

      saluti

  14. Moi says:

    @ MIGUEL & FRANCESCO

    Il vostro “Diritto di Accesso al Suffragio Universale Previo Volontariato“, che (finalmente !) vi accomuna non sembra male; ma … sono previsti “punteggi” del voto, che possano crescere come calare ? Ogni quanto va rinnovato ? Possibilità di Sospensione / Espulsione dal Suffragio Universale per cattiva / buona condotta ? Ovvio che dovrebbe essere un Volontariato compatibile con le potenzialità di ognuno : mettere un Calciante a fare torte di mele e una Vecchina a fare “Sorveglianza / Sicurezza” NON sarebbe molto sensato !

    ITALIA

    Concodo (suppongo) con Pino : Renzie ha sfruttato magistralmente l’ Effetto Novità Gggiovane … ancora con Letta saremmo nella più ottimistica (per il PD) delle ipotesi al testa-a-testa Grillo VS Letta. Anzi, probabile “piallatura” per Letta. Ma vederte: il Fantasma di Letta tornerà presto a infestare le Tasche degli Italiani con la TASI …

    PS

    Grillo forse sconta le conseguenze elettorali per aver urtato le coscienze antispeciste evocando la vivisezione per Dudù … troppo tardi ha cercato di rimediare … spostando l’ auspicio su Silvio, roba che avrebbe fatto molto meno scalpore in un’ epoca “neocàtara” come questa !

    GERMANIA + BELGIO
    Come accennavo nel post delle aquile-polli d’ haute-couture

    http://www.polisblog.it/post/233773/elezioni-europee-2014-germania-neonazisti-npd-andranno-a-bruxelles

    con tanto di attentato di probabile (!) matrice Antisemita “laica” :

    http://video.sky.it/news/mondo/sparatoria_museo_ebraico_bruxelles_bilancio_sale_a_4_morti/v200402.vid

    … visto il luogo.

    FRANCIA

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/05/26/elezioni-europee-2014-francia-marine-le-pen-al-25-disfatta-per-i-socialisti/1000488/

    Una che ce l’ ha fatta a vincere senza (!!!) appoggiarsi al Quotarosismo-Boldrinismo-Senonoraquandismo-Popoloviolismo [*] … una Grande Vittoria Culturale per il Femminismo Veramente Vero, ergo per la Sinistra Veramente Vera ! ; -)

    PAESI BASSI

    http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/speciali_elezioni2014/2014/05/26/olanda-eurofobi-wilders-meglio-che-in-proiezioni_be83af08-6094-4965-8c69-cb0cccdc3a6f.html

    Come un ipotetico “Partito dei Pellerossa negli USA” ; -) , Geert Wilders “al ténn bòta” … un’ Importante Pagina di Resistenza-Resilienza (adesso va di gran moda dire “Resilienza”…) per l’ AutoDetrminazione dei Popoli Veramente Vera, ergo per la Sinistra Veramente Vera ! ; -)

    GRECIA / TSIPRAS

    (Ipotesi _ senza troppe pretese _ sull’ inaspettata disfatta del Listone Tsipras in Italia !)

    *** Sintesi = Tsipras doveva prenere le distanze dalla Boldrini … per questo “da noi” gli è andata male ! ***

    ** Analisi NON scevra di Wishful Thinking, solitamente sono freddo e razionale, quasi anafettivo verso i fatti … **

    Lista Tsipras ? … Doveva sfondare-trionfare anche in Italia (come in Grecia è puntualmente accaduto), e invece … credo che abbia volato troppo alto: fra Candidature Radical VIP e sostegno da parte di Vendola : Colui che _ a serio rischio di un’ irreparabile “Damnatio Memoriae”_ ha consegnato in Italia la Camera a Laura Boldrini !

    Sì, insomma: Tsipras come Icaro, e dire che un Greco ‘sta storia dovrebbe saperla meglio di De Crescenzo.

    Fra le candidature Radical VIP di Tsipras c’erano _ mi risulta _ Moni Ovadia, Ivano Marescotti e Sergio Staino ! I primi due li ho seguiti e li stimo, come artisti. Il terzo un po’ meno … credo che abbia avuto un crollo verticale con la fine degli Anni ’80 e primi Anni ’90 !

    _______________________

    [*]Espressione di conio ad opera di Annalisa Chirico, quindi NON “Maschilista” … al massimo di una “Donna Che Odia Sé Stessa”, quindi. Se proprio, ma … se proprio-proprio, eh !

    Rif* Annalisa Chirico OFF TOPIC solo in apparenza :

    http://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/11609923/Pro-porno-e-pro-prostituzione-.html

    La prostituzione come base etica del NeoLiberismo, e in teoria ‘ste Europee dovevano essere un Referendum sul NeoLibersimo Bank$t€ri$tiKo della Trojka :

    http://www.massimolizzi.it/2014/05/annalisa-chirico-paola-bacchiddu-tutti-puttane-moralismo-neoliberista.html

    … discorso ben meno banale delle ridanciane apparenze ! Anche in URSS, difatti, si riteneva (v.di libro “Siamo Tutti Puttane”) che il Capitalismo avesse la stessa natura etica della Prostituzione. “Do ut (la) des” ; -) . Paradossalmente è considerato molto più grave prostituire il corpo che l’ anima / la mente. Annalisa Chirico attribuisce questa mentalità al Monotesimo. Di cui l’ ipocrisia è sempre stata la resistenza culturale pagana ! Discorsi interessanti, che per fortuna li fa una donna perché con il Politically Correct imperante, se li facesse un “maschio” (si vedono le virgolette di “gender culture” ?) sarebbe invece soltanto beceraggine.

    Invece una donna può dire senza troppo scandalo che prostituirsi (nel corpo come nella mente) significa prendere un ascensore di Darwinismo Sociale …

  15. Moi says:

    @ MIGUEL & FRANCESCO

    Il vostro “Diritto di Accesso al Suffragio Universale Previo Volontariato“, che (finalmente !) vi accomuna non sembra male; ma … sono previsti “punteggi” del voto, che possano crescere come calare ? Ogni quanto va rinnovato ? Possibilità di Sospensione / Espulsione dal Suffragio Universale per cattiva / buona condotta ? Ovvio che dovrebbe essere un Volontariato compatibile con le potenzialità di ognuno : mettere un Calciante a fare torte di mele e una Vecchina a fare “Sorveglianza / Sicurezza” NON sarebbe molto sensato !

    ITALIA

    Concodo (suppongo) con Pino : Renzie ha sfruttato magistralmente l’ Effetto Novità Gggiovane … ancora con Letta saremmo nella più ottimistica (per il PD) delle ipotesi al testa-a-testa Grillo VS Letta. Anzi, probabile “piallatura” per Letta. Ma vederte: il Fantasma di Letta tornerà presto a infestare le Tasche degli Italiani con la TASI …

    PS

    Grillo forse sconta le conseguenze elettorali per aver urtato le coscienze antispeciste evocando la vivisezione per Dudù … troppo tardi ha cercato di rimediare … spostando l’ auspicio su Silvio, roba che avrebbe fatto molto meno scalpore in un’ epoca “neocàtara” come questa !

    GERMANIA + BELGIO
    Come accennavo nel post delle aquile-polli d’ haute-couture

    http://www.polisblog.it/post/233773/elezioni-europee-2014-germania-neonazisti-npd-andranno-a-bruxelles

    con tanto di attentato di probabile (!) matrice Antisemita “laica” :

    http://video.sky.it/news/mondo/sparatoria_museo_ebraico_bruxelles_bilancio_sale_a_4_morti/v200402.vid

    … visto il luogo.

    FRANCIA

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/05/26/elezioni-europee-2014-francia-marine-le-pen-al-25-disfatta-per-i-socialisti/1000488/

    Una che ce l’ ha fatta a vincere senza (!!!) appoggiarsi al Quotarosismo-Boldrinismo-Senonoraquandismo-Popoloviolismo [*] … una Grande Vittoria Culturale per il Femminismo Veramente Vero, ergo per la Sinistra Veramente Vera ! ; -)

    PAESI BASSI

    http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/speciali_elezioni2014/2014/05/26/olanda-eurofobi-wilders-meglio-che-in-proiezioni_be83af08-6094-4965-8c69-cb0cccdc3a6f.html

    Come un ipotetico “Partito dei Pellerossa negli USA” ; -) , Geert Wilders “al ténn bòta” … un’ Importante Pagina di Resistenza-Resilienza (adesso va di gran moda dire “Resilienza”…) per l’ AutoDetrminazione dei Popoli Veramente Vera, ergo per la Sinistra Veramente Vera ! ; -)

    GRECIA / TSIPRAS

    (Ipotesi _ senza troppe pretese _ sull’ inaspettata disfatta del Listone Tsipras in Italia !)

    *** Sintesi = Tsipras doveva prenere le distanze dalla Boldrini … per questo “da noi” gli è andata male ! ***

    ** Analisi NON scevra di Wishful Thinking, solitamente sono freddo e razionale, quasi anafettivo verso i fatti … **

    Lista Tsipras ? … Doveva sfondare-trionfare anche in Italia (come in Grecia è puntualmente accaduto), e invece … credo che abbia volato troppo alto: fra Candidature Radical VIP e sostegno da parte di Vendola : Colui che _ a serio rischio di un’ irreparabile “Damnatio Memoriae”_ ha consegnato in Italia la Camera a Laura Boldrini !

    Sì, insomma: Tsipras come Icaro, e dire che un Greco ‘sta storia dovrebbe saperla meglio di De Crescenzo.

    Fra le candidature Radical VIP di Tsipras c’erano _ mi risulta _ Moni Ovadia, Ivano Marescotti e Sergio Staino ! I primi due li ho seguiti e li stimo, come artisti. Il terzo un po’ meno … credo che abbia avuto un crollo verticale con la fine degli Anni ’80 e primi Anni ’90 !

    _______________________

  16. mirkhond says:

    Ha superato il 4%?

  17. Moi says:

    [*]

    “Quotarosismo-Boldrinismo-Senonoraquandismo-Popoloviolismo”

    Espressione di conio ad opera di Annalisa Chirico, quindi NON “Maschilista” … al massimo di una “Donna Che Odia Sé Stessa”, quindi. Se proprio, ma … se proprio-proprio, eh !

    Rif* Annalisa Chirico OFF TOPIC solo in apparenza :

    http://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/11609923/Pro-porno-e-pro-prostituzione-.html

    La prostituzione come base etica del NeoLiberismo, e in teoria ‘ste Europee dovevano essere un Referendum sul NeoLibersimo Bank$t€ri$tiKo della Trojka :

    http://www.massimolizzi.it/2014/05/annalisa-chirico-paola-bacchiddu-tutti-puttane-moralismo-neoliberista.html

    … discorso ben meno banale delle ridanciane apparenze ! Anche in URSS, difatti, si riteneva (v.di libro “Siamo Tutti Puttane”) che il Capitalismo avesse la stessa natura etica della Prostituzione. “Do ut (la) des” ; -) . Paradossalmente è considerato molto più grave prostituire il corpo che l’ anima / la mente. Annalisa Chirico attribuisce questa mentalità al Monotesimo. Di cui l’ ipocrisia è sempre stata la resistenza culturale pagana ! Discorsi interessanti, che per fortuna li fa una donna perché con il Politically Correct imperante, se li facesse un “maschio” (si vedono le virgolette di “gender culture” ?) sarebbe invece soltanto beceraggine.

    Invece una donna può dire senza troppo scandalo che prostituirsi (nel corpo come nella mente) significa prendere un ascensore di Darwinismo Sociale …
    Reply

  18. mirkhond says:

    Queste elezioni faranno felice Zanardo…..
    Il suo odiat Grillo non l’ha spuntata…. :)

  19. Moi says:

    GB / UK / PERFIDA ALBIONE ;)

    Anche l’ UKIP di Nigel Farage è andato meglio delle aspettative :

    http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-05-26/gran-bretagna-trionfa-ukip-farage-pronto-l-uscita-unione-europea-000028.shtml

    PS

    Ma esiste qualcuno che conosca qualcunaltro ;) :) che sia stato sondaggiato ?

  20. Moi says:

    Prima roba che caratterizza un Paese di Dx : certezza della rapida e inesorabile pena quando si commettono reati.

    In Italia NON mi pare proprio …

    • Moi says:

      Altra roba che caratterizza la DX : Senso dello Stato, del Popolo e della Nazione … in Italia trionfano Familismo Amorale, Corporativismi e Localismi !

      • Mauricius Tarvisii says:

        Non ho detto che è un paese fascista, ho detto che è un paese di destra “mediterranea”. Percezione del pubblico come nemico, della legge come ingerenza, del bene della famiglia che viene prima del resto, di qualche chiacchiera sulle radici cristiane…

    • giovanni says:

      no, quello che rende un paese di destra è l’ossessione securitaria, che porta ad avere un arcipelago gulag molto più grande di quanto Stalin si sia mai sognato, quello degli USA, con 1 cittadino su 100 in galera, e altri due con forme alternative di limitazione della libertà.
      “chi baratta la libertà per la sicurezza, non merita nè l’una nè l’altra” (Franklin, che evidentemente aveva ben capito la natura consustanzialmente sociopatica dell’idea americana di libertà)

  21. mirkhond says:

    “prima o poi arriverà Z come un Deus Ex Machina a spiegarci la Transumanza dei Voti !”

    Ovviamente schernendo a destra e a manca :) chi vede kombloddi dappertutto ;)!

  22. Moi says:

    Su Tsipras,

    il punto è chi _ ad esempio, situazione diffusa in Italia_ rischia di vedersi pignorata l’unica casa frutto di inenarrabili sacrifici “parentali” … di chi ha villoni dappertutto e loda il Pauperismo, generalmente NON si fida. Anche se ne trova davvero incantevole la poetica …

  23. Per Mirkhond, Rossana, Mauricius…

    Credo che la vittoria del PD a Treviso spieghi tutto.

    Le elezioni in Italia non vengono mai decise dal gran spreco di carta in piazza.

    Vengono decise in altri luoghi, secondo vari interessi di potere.

    Usiamo questa parola potere, con la minuscola, non in senso grillino-complottistico, ma in senso concreto: il “potere” è tanto quello del miliardario quanto quello dell’operaio che sciopera; o anche nostro, che comunque riusciamo a volte a costringere l’Amministrazione ad ascoltarci.

    Prima di Tangentopoli, circa il 95% dei tanti che andavano a votare, votavano per un partito che garantiva qualche forma di potere.

    Ripeto, includo anche il “potere” di non dover lavorare in nero in fabbrica, garantito dal PCI, che è pur sempre un interesse che si deve difendere. Solo che da lì nasce l’interesse della Coop, del Monte dei Paschi di Siena, e tanto altro, perché il confine non è mai netto; e la macchina del PCI è stata molto grossa.

    Restava un 5% circa di “idealisti”, di solito neofascisti ed estremisti di sinistra – e nemmeno tutti, visto che c’era gente tipo La Russa padre (ormai nonno presumo defunto…) che viveva a Milano e ogni cinque anni tornava un mese a Catania per farsi rieleggere dal giro giusto; e Massari ha pubblicato un bel libro sui Forchettoni rossi che svela le miserie dell’estrema sinistra.

    Credo che si potesse parlare in passato di tre grandi giri di potere – quello “comunista”, quello “clericale” e quello “massonico”: utilizzo quest’ultimo termine nell’improprio senso toscano, che indica le cene tra ricchi, gli appalti decisi tra una portata e l’altra, e il magistrato amico dello speculatore immobiliare che con un sorriso garantisce che un’inchiesta verrà insabbiata… chiedo scusa ai tanti onesti massoni che conosco.

    Questi poteri convivevano, ma sempre in nicchie diverse.

    La genialità del renzismo consiste nell’averli unificati tutti per la prima volta, almeno dai tempi del fascismo.

    Ciellini, Unicoop, Ferragamo, Cosa Nostra, tutto fa TAV, nelle sue mille forme.

    La cosa incredibile è che ci sia un 20% di italiani – a parte ogni giudizio sul loro ispiratore – che non ci stanno.

    Dal 5% al 20% è un bel progresso, direi.

    • izzaldin says:

      Scusa Miguel ma leggere che chi vota Grillo “non ci sta” non mi convince del tutto.
      Stiamo parlando di un elettorato diverso da quello di un tempo e che hai descritto così bene.
      Stiamo parlando di gente che ha votato Lega, Berlusconi e Pd per anni, e che ora si butta su Grillo.
      Io conosco decine di persone che votano Grillo, molte delle quali godono della massima stima da parte mia.
      Ma stiamo parlando di un movimento che restituisce i suoi soldi… alle piccole e medie imprese!
      un movimento il cui ispiratore frequenta il forum Ambrosetti e crea Think Tank con imprenditori veneti et similia.

      http://sisalviamolitalia.it/ttg-si-salviamo-litalia/

      (forse ora si sono tolti dall’elenco, ma rimangono comunque vari parlamentari a 5 stelle)

      Grillo da Vespa, a precisa domanda, ha detto che lui è a favore del precariato e del lavoro flessibile. Lo ha detto in maniera esplicita e inequivocabile.

      Parliamo di gente, il Think Tank, che mi ricorda da vicino gli imprenditori che tante volte hai raccontato di aver incontrato per lavoro.

      Il ricchissimo ristoratore PD con lo zingaro che gli fa campagna elettorale, beh, ne esistono molti omologhi che votano 5 stelle, come al link sopra.

      Capisco che vuoi dire, vivendo tu a Firenze, ma io li vedo identici agli altri.

      Magari chi vota Magdi Allam o Vannoni o Borghezio o Fabrizio Bracconeri fa parte di quel 5% di cui parli, non certo gli imprenditori che tramite Grillo cercano un referente politico/parlamentare.

      Mi dirai: in Valsusa il Movimento prende una marea di voti.
      Certo, si tratta di quel movimentismo, quella galassia di realtà locali che diede vita al Movimento 5 stelle e che piano piano fa posto ai nuovi arrivati.

      Boh, non so se mi sono spiegato. Odio Renzi e penso che moltissimi che votano 5 stelle siano sinceramente stanchi dello status quo. Ma sono speranze confuse e malriposte. Prova ne sia il fatto che molti della base volevano trattare col PD e magari farci un governo.

      Tu dici che “non ci stanno”, esattamente come a suo tempo gli elettori di Di Pietro, Bossi, Leoluca Orlando o Pannella. Niente di diverso da altre offerte parlamentari.

      La retorica che portò Di Pietro al 12% è la stessa di Grillo. La stessa nel senso che sono gli stessi strateghi e content-manager che creano le parole d’ordine oggi di Grillo e ieri di Di Pietro. Solo che nessuno direbbe mai che gli elettori di Di Pietro “non ci stanno”. Sarò eccessivamente diffidente, ma non credo alla “rivolta morale” contro i poteri forti.

  24. Moi says:

    Enrico Berlinguer, Papa Giovanni XXIII, Yoda (No, no: nessun omonimo Terrestre!) … un trio improbabile ?

    http://video.repubblica.it/dossier/elezioni-europee-2014/m5s-casaleggio-cita-giovanni-xxiii-berlinguer-e-star-wars/166972/165459

    … Lui dice di no ! ;)

  25. PinoMamet says:

    Postata oggi da un amico toscano sul social network:

    amici comunisti che state festeggiando, ma lo sapete che Renzi di sinistra non c’ha manco lo scappellamento?

    ;)

  26. Moi says:

    Dubito che Z stia festeggiando all’aperto … qui tira uno “squasso” che sembra il set di Noah ;)

  27. Moi says:

    @ MIGUEL

    Credo di non aver colto bene : la TAV torna a essere materia di programmi di partito ?!

  28. per Izzaldin

    “Scusa Miguel ma leggere che chi vota Grillo “non ci sta” non mi convince del tutto.”

    Innanzitutto, di 5stellisti, ne conosco pochissimi. Il M5S ha preso molto meno voti a Firenze che altrove, e qui ci sono tanti altri modi per dimostrare “dissenso”.

    Tra l’altro, la candidata a sindaco del M5S è l’unica che io mi sia perso, per motivi che non vi sto a spiegare: una mamma che proviene dal benemeritissimo Movimento di Lotta per la Casa, del lungocapelluto Lorenzo la cui famiglia risale a chissà quanti secoli fa.

    Mentre Nardella ha aspettato oltre un’ora prima di farsi vedere al suo comizio, i grillini hanno cominciato puntualmente, per cui ho perso la prima parte.

    Comunque, ho sentito Alessandro Latini, che è davvero straordinario come capacità di comunicare in maniera chiara, limpida e condivisibile; e ho sentito Beppe Grillo.

    Beppe Grillo non mi è piaciuto per niente, e non ho capito cosa volesse dire dopo un’ora di invettive.

    Però questo non vuol dire che Grillo abbia messo in piedi un sistema di potere: di questo si parlava, non della validità del suo programma.

  29. Per Izzaldin

    “Capisco che vuoi dire, vivendo tu a Firenze, ma io li vedo identici agli altri.”

    La tua critica è fondata; e comunque a me del movimento grillino, me ne importa il giusto, e certamente non lo voto.

    Detto questo, ci sono alcune cose che sosteneva Alessandro Latini (che a mio avviso vale molti Beppegrilli messi insieme) e che condivido.

    Considerate sempre il mio punto di vista, che di Euro non ci capisco niente, ma di Oltrarno sì.

    Uno, i “programmi” sono sciocchezze che nessun partito ha mai realizzato, e quindi se ne può fare anche a meno. Basta pensare al programma sicuramente serissimo del PCI, poniamo, nel 1970, e ciò che è attualmente il PD.

    Due, che il vero problema è spesso la semplice onestà delle persone. Cosa che da sola avrebbe risolto il 90% dei problemi dell’Oltrarno.

    Tre, che chi sta nelle istituzioni deve rispondere ogni giorno a chi lo ha votato, e prepararsi a sparire, perché il vero potere non deve risiedere nei delegati, ma nei deleganti.

  30. Credo che dobbiamo rovesciare la maniera in cui guardiamo agli “eletti”.

    Alcuni sono brave persone, la maggior parte fa un certo ribrezzo, e questo a prescindere dallo schieramento in cui sono stati eletti, e quindi destra e sinistra e tutto il resto hanno valore molto relativo.

    Ma il loro compito è fare ciò che decidiamo noi, le persone che loro hanno voluto “rappresentare”.

    Quindi, dobbiamo mantenere i rapporti con la maggioranza trasversale di delinquenti e la minoranza di persone perbene, ogni giorno per cinque anni, tampinandoli, invitandoli a cena, guardandoli storto sotto casa, insegnando loro tutte le cose che non sanno, minacciandoli con azioni legali, abbracciandoli.

    Insomma, le elezioni sono solo un momento del nostro rapporto con le istituzioni.

  31. izzaldin says:

    Credo di aver capito.
    Questo Alessandro Latini (che non ho il piacere di conoscere) sarà sicuramente tra le persone degne di stima che popolano il movimento 5 stelle. e ce ne sono tante, mica sono tutti dei dementi come spesso la stampa vuol far credere.

    “Quindi, dobbiamo mantenere i rapporti con la maggioranza trasversale di delinquenti e la minoranza di persone perbene, ogni giorno per cinque anni, tampinandoli, invitandoli a cena, guardandoli storto sotto casa, insegnando loro tutte le cose che non sanno, minacciandoli con azioni legali, abbracciandoli.”

    d’accordissimo. Pino potrà confermare che a Parma dopo il caos della precedente amministrazione, fu proprio la cittadinanza a “stare addosso” agli eletti e ad assediare il sindaco (Vignali mi pare) e a costringerlo alle dimissioni, cui poi seguì l’elezione di un sindaco a 5 stelle. Ora leggo che a Parma il PD ha raddoppiato i consensi e m5s li ha quasi dimezzati alle europee. Segno che la democrazia sembra funzionare.

    “Due, che il vero problema è spesso la semplice onestà delle persone. Cosa che da sola avrebbe risolto il 90% dei problemi dell’Oltrarno.”

    su questo sono meno d’accordo, perchè spesso in Italia (e soprattuto nel M5S) si confonde “onestà” con “legalità”. è legale il mercato del lavoro flessibile, quindi Grillo lo accetta. è legale (purtroppo) che la holding Amore e Psiche privi di uno spazio verde il quartiere Oltrarno. Non è “onesto” ma è “legale”.
    Grillo è Notav, ma invocò l’arresto per chi tirava sassi contro la polizia a difesa dei cantieri.

    Questo è il limite secondo me di questo movimento. Ed è un peccato, perchè l’energia di gente come Latini o altri rischia di andare sprecata.
    speriamo di no.
    Dopo queste elezioni secondo me dovrebbero cercare di capire”che fare” (cit.).
    Se rimanere dentro il Movimento (un po’ come Ingrao nel PCI) e cercare di raddrizzarne le non poche storture, o cercare altrove un luogo dove praticare la politica in modo virtuoso.
    chissà.

  32. Moi says:

    Che fine ha fatto la polemica sui parlamentari Italiani che lo diverranno anche Europei ?

    Tipo Alessandra Moretti, che evidentemente aveva ragione: i problemi veri degli Italiani NON 7 miliardi e mezzo di euri alle banche, sono gli insulti sessisti alla Boldrini; NON è la corruzione sistematica e sistemica, è sentir dire “pompini” in Parlamento; e così via … allora è vero : la Crisi NON esiste !

  33. Moi says:

    http://www.huffingtonpost.it/2014/04/09/europee-pd-uomini-contro-renzi_n_5116970.html

    chissà se anche Z è fra i “Maschietti del PD” [sic] in rivolta …

  34. Moi says:

    Comunque se a Silvione piacevano le giovani, perfino “teen” … Matteino sembra prediligere le “MILF” (di fatto coetanee di 5 anni in più o 1o in meno…) . Tutto speculare.

    • Moi says:

      Per la precisione (a meno che non si voglia fare solo filologia antichissima), in “Net English” / “Web English” / “AngloKal” la fascia di età di Maria Elena Boschi dovrebbe essere quella delle “Puma”; la fascia di età di Alessandra Moretti quella delle “Cougar”; la fascia di età di Roberta Pinotti quella delle “Jaguar” … Le allusioni sono agli atteggiamenti sessuo-predatorii che le donne mature devono (!) avere verso uomini più giovani,visto che le convenzioni sociali di “gender behavior” _ u cum s’ciàmel_ stanno all’ opposto.

      • Moi says:

        Fra le giornaliste,

        Giulia Innocenzi (di “AnnoUno”, Pupilla di Sant’Oro) : Puma;

        Myrta Merlino (Antica Pupilla di Gianni Minoli a”Mixer” … dal 2 Giugno in prima serata su La7 con “L’Aria Che Tira [Stasera]”) : “Cougar”;

        Lilli Gruber (universalmente nota, oramai …) : “Jaguar”

        • Francesco says:

          siamo seri: Lilli Gruber è al sicuro dalle tentazioni di qualsiasi maschio sano di mente

          per il resto, apprezzo i gusti di Renzi

      • Moi says:

        Vabe’ Roberta Pinotti anche almeno 10 anni + di Renzi … il quale tuttavia NON sarebbe sufficientemene giovane come suo “ToyBoy” … termine la cui prima attestazione filologica mi risulta risalire al 1987 :

        http://www.youtube.com/watch?v=be7rBgc-OEE

        oggi Costei (NO Spoiler !) sarebbe una “Pedofilessa” … certo, con mola più comprensione mediatica in quanto donna ! Ma al diretto interessato NON sembra affatto dispiacere … checché ne dica la Vècia Zia Prassede ;) !

        Altrimenti detto : se volete fare del “Gender Victimism” prendetevela con gli Umarell della Umma !

        • Moi says:

          Anche se a immigrare si vedono soprattutto Umma Boys & Umma Girls … non sempre secolarizzati, ergo psico-umarell e psico-zdàure !

        • Moi says:

          “molta” più comprensione mediatica E.C. … sappiamo chi dirige il Politically Correct

          http://www.youtube.com/watch?v=upPXpYMnC48

          (NO Spoiler)

        • paniscus says:

          Vabe’ Roberta Pinotti anche almeno 10 anni + di Renzi … il quale tuttavia NON sarebbe sufficientemene giovane come suo “ToyBoy”
          ——————————————————

          Io credevo sinceramente che avesse sbagliato desinenza e che avesse intenzione di nominare ministro il quasi omonimo Roberto Pinotti, noto ambasciatore ufficiale degli ufi in Italia :)

  35. Moi says:

    Stando all’ ultima vulgata, Grillo ha perso perché i tanti (demograficamente) vecchi egoisti pensionati o prossimi alla pensione gli han votato contro, fregandosene dei pochi (demograficamente) giovani che devono mantenerli finché non schiattano.

    • Francesco says:

      mah, la demografia italiana era nota anche prima che si votasse

      cosa poi abbia Grillo da offrire ai giovani lo sanno solo loro

      PS abbasso Alfano, sempre

      :)

    • lanzo says:

      A mia sembra sia proprio il contrario, i vecchi pensionati (spernacchiati da Grillo, che non ha voluto capire che il serbatoio di voti e’ proprio quello) sono quelli – lasciatemi passare l’espressione melodrammatica, che si levano il pane dalla bocca per mantenere figli e nipoti disoccupati, sono loro che forniscono l’assegno di cittadinanza e quasi tutti hanno pensioni modeste.

  36. Moi says:

    *** Un commento (vero !) dal Blog di Grillo all’ ultimo post ***

    Purtroppo nel pd c’e di tutto compresi i serpenti mafiosi riciclati e trasformisti di forza italia ….era da immaginare che avrebbero vinto. Ma Beppe è un Messia ,non esiste Messia non perseguitato e screditato è l eterna lotta tra il bene e il male . il male ha il sopravvento nell immediato ma col tempo soccombe e di solito in maniera cruenta……..cosi sia

    [sic]

  37. Moi says:

    Comunque il voto di scambio (che nell’indigenza non si può rimproverare chi l’accetta) NON è prerogativa dei Democristiani :

    http://salamelik.blogspot.com/2011/11/legitto-e-la-chicken-democracy.html

    … è una roba “ecumenica”, diciamo pure ! ;)

  38. Per Izzaldin

    “su questo sono meno d’accordo, perchè spesso in Italia (e soprattuto nel M5S) si confonde “onestà” con “legalità”.

    Certo, ma io mi riferivo a un’altra cosa.

    Qui chi comanda agisce sempre nella nebbia.

    Vieni a sapere quello che succederà da interviste sui giornali, contraddette il giorno dopo da altre dichiarazioni.

    Quando provi a chiedere ai diretti interessati, non ti rispondono.

    Nessuno ti fa accedere ai documenti. Ti dicono che faranno azioni legali, poi scopri che gli uffici legali non sanno nulla, e comunque non hanno i documenti.

    Non esiste un’anagrafe dei beni pubblici, per cui non sai nemmeno cosa devi difendere.

  39. Francesco says:

    Ora, Renzi ha tirato fuori l’Italicum

    che farà anche schifo ma rende di nuovo sensato l’esercizio del diritto di voto alle Politiche

    quindi mi sta comprando con un certo successo, anche se aspetto di avere il gatto nel sacco prima di esultare e pagare

    ciao

    • paniscus says:

      I gatti NON DEVONO essere rinchiusi nei sacchi.

      L.

      • Francesco says:

        dici che era un orso?

        insomma, va bene anche “vedere cammello, pagare cammello” o come si dice

        qui non si fa credito, ecco!

        ciao

        • PinoMamet says:

          Quelli dalla mia parte della scrivania ;), preferiscono “dare soldi, vedere cammello”;

          c’e n’è fin troppi che si fan dare il cammello, lo portano via, e poi i soldi non li vedi mai…

      • Mauricius Tarvisii says:

        Solo nelle scatole sigillate ;-)

      • lanzo says:

        Io sapevo: Non dire 4 se non lo hai nel sacco, ma ci sono dotte opinioni pro e contro.
        C’e’ di peggio, gli inglesi dicono, c’e’ piu’ di un modo per spellare/scuoiare un gatto. Che in pratica non ha senso, se devi scuoiare un gatto, lepre, coniglio fino al porcellino d’india et cetera… il modo e’ uno solo.
        La pelle dei gatti veniva fatta passare come “lapin” per i baveri dei cappotti d’antan…
        Si potrebbe invece applicare, per estensione, al sovvertimento di nazioni non allineate falsi autoattentati, intervento diretto per RTP (diritto a proteggere) , rivoluzioni colorate, esportazione di democrazia “liberazione e liberta’ ai poveri sudditi torturati dal perfido tiranno incarnazione di Hitler” e potremmo andare avanti !

  40. izzaldin says:

    Mirkhond, una curiosità..
    ho visto che a Bari si candidò a sindaco tale Lillino Laudisa, della lista Movimento Insorgenza Civile + Movimento Duosiciliano…
    Lo conosci?

    saluti

    • mirkhond says:

      Proprio vicino a casa mia c’era una sezione col nome e simbolo di “Lillino” Ladisa, ma non ne so di più.
      Però posso aggiungere che il circolo in questione è un circolo di malavitosi, che da qualche anno hanno messo il Giglio borbonico come stemma! :)

  41. Moi says:

    Ma Z deve ancora smaltire la sbornia dei festeggiamenti per la Vittoria PD con percentuali da DC Anni ’50 ?!

    • Francesco says:

      Z è un purista, si starà domandando che partito è mai questo PD al 41%

      Legga Alimonte e scoprirà che è il solito PD-PCI di sempre con in più i voti di Scelta Civica

      :)

  42. Moi says:

    @ MIGUEL

    Ma anche in Toscana è molto presente la Cooperativa come Anello di Congiunzione Partito-Loggia ?

    http://www.ilgiornale.it/news/interni/grande-torta-delle-coop-rosse-scandali-e-soldi-dagli-amici-1018108.html

    • Moi says:

      Poche figure rattristano come Giuliano Poletti … ovvero Peppone Asservito alla TroiKa !!!

      • Moi says:

        Mi chiedo perché Pino & Z tacciano su Poletti … con il loro “Silenzio Assordante” [cit.] !

        * MCA, per l’appunto, era in lista con Fratelli d’ Italia …

  43. Tortuga says:

    Un ciaissimo a tutti ragazzi!
    Miguel non scrive da un po’, io sto facendo un restiling grafico del mio angolino, voi parlate di politica, io … non sono andata a votare :)

  44. Guido says:

    Da ogni punto di vista il presente è senza via d’uscita.
    Virtù di non poco conto. Chi si ostina a sperare non trova
    alcun appiglio, mentre chi propone soluzioni si ritrova puntualmente
    smentito. Si dà ormai per scontato che le cose
    possano solo peggiorare. Sotto le apparenze di un’ostentata
    normalità, la nostra epoca ha raggiunto il livello di consapevolezza
    dei primi punk: «Il futuro non ha più avvenire».

    La sfera della rappresentazione politica è implosa. Destra
    e sinistra esprimono lo stesso nulla, messo in scena
    con aria da squalo o verginella, mentre le loro primedonne
    confezionano discorsi in base alle ultime trovate di marketing.
    Chi va ancora a votare sembra voler far saltare le urne
    a forza di voto di protesta. È lecito sospettare che in realtà
    si continui a votare contro il voto stesso. Ciò che si presenta
    non è nemmeno lontanamente all’altezza della situazione.

    Da: http://www.contra-versus.net/uploads/6/7/3/6/6736569/linsurrezione_che_viene_contra-versus.pdf

  45. maura says:

    la dc, comunque, prendeva il 40% del 90% degli elettori. Renzi, il 40% del 58% degli elettori, poco più della metà. Cioè, Renzi prende più o meno sempre gli stessi voti. Sono gli altri, Grillo in testa, che non sono riusciti a convincere chi non vota più che votare era una buona idea. E secondo me, perché mancavano loro gli argomenti.

    maura

    • PinoMamet says:

      C’è del vero, credo, ma la cosa è un po’ più sfumata: alle passate elezioni politiche l’affluenza non è cerco stata del 90% (credo intorno al 75);

      in ogni caso, anche se i voti per il PD (alle passate elezioni Renzi non c’era) fossero rimasti gli stessi numericamente,resta da notare che la cartina dei voti divisi per provincia e per comune mostrava la vittoria del PD praticamente ovunque, anche dove prima si votava FI o Lega, quindi è evidente che si tratta di moltissimi voti “nuovi”, catalizzati proprio da Renzi.

      Perciò si può dire che Renzi sia risultato convincente anche per i non tradizionali votanti PD, mentre Grillo non ha superato lo zoccolo duro dei “grillini” convinti.

      • Francesco says:

        beh, non è detto, se Renzi avesse tenuto i suoi voti e aggiunto quelli di Scelta Civica, per vincere ovunque gli sarebbe bastato che gli avversari si dividessero e perdessero comunque molti voti

        ci vorrebbe una cartina che confronti i voti assoluti avuti nelle due elezioni dal PD

        PS ma come fanno gli elettori ex-PCI a votare uno che quasi votavo anch’io? che ci prenda tutti e due per il culo?

        • PinoMamet says:

          Anche così Renzi supera di un buon 10% la somma di PD + Scelta Civica alle politiche…

          e poi, per dirla tutta, Scelta Civica è un partito che non esiste, con zero radicamento sul territorio, qualunque territorio, zero tradizione di votanti, che in campagna elettorale non si è quasi visto, e appeal mediatico sottozero.

          Ma soprattutto, era un partito fondato su un’immagine speculare e opposta a quella di Renzi:
          “è ora di rigore a tutti i costi, la-Merkel-ha-sempre-ragione, sarà una pentitenza dura e la pagherete ( sottolineo la seconda persona plur.) tutta, responsabilità responsabilità responsabilità” vs. “è ora di ripresa, dai adesso risolvo tutti i problemi con la bacchetta magica, vi regalo 80 euro e ci metto su una mountain bike, siamo orgogliosi di essere italiani”.

          Sicuramente molti avranno abbandonato l’impopolare Scelta Civica (per la quale propongo la damnatio memoriae) con un sospiro di sollievo, ma mi chiedo se la massa (se si può chiamare massa) degli sceltacivici abbia poi votato per Renzi o si sia astenuta.
          Non ce li vedo né come renziani, né tantomeno come grillini, ma manco berlusconiani: sono degli antipopulisti, e queste erano le elezioni dei populisti.

          No, io credo che Renzi abbia preso una buonissima percentuale di Piddini “dormienti”, dispersi tra non votanti, e gente che votava altri partiti “per forza”
          (forzaitalici che odiavano le puttane di Berlusca, sceltacivici-per-forza che odiavano la faccia da stronzo di Monti&Fornero, grillini-per-caso che odiavano le sparate alla cazzo del Gran Capo e trovavano inquietante la sua eminenza grigia…)

  46. Moi says:

    @ LISA

    1) In effetti i Pianeti degli UFI sono ”Estero”, se non altro per i Terrestri meno Cosmopoliti …
    2) “Non dire gatto finché non l’ hai nel sacco” non l’ ho mai capita … cioè, so che per fame nel Secondo Dopoguerra i gatti venivano mangiati dai “Cristiani” (come s’intendeva allora, in maniera discutibile …) ; nelle epoche “non di eccessiva fame”, tuttavia, credo che alla gente convenisse di più lasciare i gatti in vita per far loro cacciare i topi (altro che rincoglionirne lo Spirito Felino a pappine e croccantini, oh !) che NON per invece mangiarseli.

    @ MAURICIUS

    Quello che tu chiami “Destra Mediterranea”, Cazzullo e Severgnini lo chiamano “Meridionalismo di Maniera” … il primo rimpiangendo la Augusta Taurina Felix Sine Terronibus ; -) : -) ; il secondo trasognando che la Lomabrdia facesse parte del British Commonwealth !

    Però mi rendo conto che con te e con Andrea c’è un gap generazionale comunicativo: per voi Comunisti e Democristiani sono dei Nefelim ;) di cui siete a conoscenza per vasta cultura … per molti vostri coetanei non sono neppure mai esistiti. Per questo ragionate di Dx e Sx in termini “quasi Anglossassoni”, in cui il “Liberismo Economico”
    è un Moloch Indiscusso … resta il discrimine di “Liberalismo Etico”, su “Coppie di Fatto”, “Laicità e Multiculturalismo” (accoppiata trasudante contraddizioni …) e poco più.

    D’altronde è un lungo processo storico, già negli Anni Cinquanta i Massoni Italici PLI & PRI definivano sprezzantemente “Indigeni” i Partti Italiani senza equivalente nelle Massocrazie Totalitarie Anglosassoni.

    @ FRANCESCO

    … Ma neppure Travaglio che ha definito il PD di Renzi come Nuova DC di De Gasperi ti rincuora ?

    • Francesco says:

      quante stronzate che scrive Travaglio!

      uno che prima di nominare De Gasperi dovrebbe darsi fuoco, due volte, per essere sicuri

      a me, Renzi pare troppo di vecchia sinistra, nei fatti

  47. mirkhond says:

    Cazzullo vuole la botte piena e la moglie ubriaca nello stesso tempo.
    Da un lato ci ODIA, dall’altro però sputa merda sui Borbone e difende l’unitarismo a guida piemontese!
    Una bella contraddizione!

  48. mirkhond says:

    Moi

    Che ne pensi del discorso di Salvini di oggi?

    • Moi says:

      Me lo son perso … davvero, lo ignoro.

      Bisognerebbe a mio avviso che Renzi “facesse Programma di Governo” dell’ Abrogazione delle Leggi Fornero, Merlin e Mancino.

      • Moi says:

        che apunto sono 3 dei 5 referendum leghisti … infirmabili in quasi tutta Italia.

      • habsburgicus says:

        dai, Moi, tu che sei sempre così acuto, non avere un attacco di ingenuità totale :D
        la 3° è impossibile per DEFINIZIONE..le forze che hanno voluto Renzi e che lo controllano VOLLERO, VOLLERO, FORTISSIMAMENTE VOLLERO quella legge..anzi, per quanto orribile sia il solo pensarlo (per la libertà di opinione) vi è un forte rischio di inasprimento selvaggio :D
        la 2° è impossibile perché il PD (e le sinistre oltre il PD, e le gerarchie conciliari) non vogliono..del resto è una legge la cui abolizione riguarderebbe il popolino (che ovviamente LORO disprezzano..chissà le risate che si sono fatti di quel 41 % che li ha votati :D)…lorsignori, se vogliono distrazioni “piccanti” (con i soldi che “guadagnano” o “usurpano”, fate voi :D) trovano escorts a iosa (e di qualità ottima :D)..con solo l’imbarazzo della sceltà..in molti, specialmente a “sinistra”, poi hanno anche “gusti” particolari :D contenti loro !
        per la 1° qualche minima possibilità c’è (lo ammetto)…ma credo che i circoli internazionali glielo impediscano

  49. Moi says:

    A quanto pare è una realtà il Quadrumvirato dell’ Europa dei Popoli : Geert, Matteo, Nigel e Marine … il più virile ;) :) dei 4 ! ;)

  50. Moi says:

    Ancora non si vede Z … ma a che bagordi s’è dato per festeggiare la Vittoria del PD ?!?!

    ;)

  51. Moi says:

    Fattore … R ! ;)

    http://www.zonalocale.it/2014/03/12/massimo-cacciari-la-mia-generazione-politica-ha-fallito-/9230

    Massimo Cacciari: “La mia generazione politica ha fallito”

  52. Moi says:

    @ HABSBURGICUS

    Ma della probabile Natura Boldrinoide (NON dimentichiamolo MAI : tozzi di pane ai negretti in braghini e canotta bioequosolidalkilomterozero VS 7,5 miliardi d’euri pubblici alle banche in tailleur haute couture avec le cul d’autrui) di Tsipras … che ne pensi ?

  53. Moi says:

    I Segni della Possessione …

    http://www.youtube.com/watch?v=OAWax2RSuEI

    A colloquio con Padre Amorth

  54. Moi says:

    Maria Elena Boschi in versione Bwanessa Muzunga “Bona” ;) , stramezzo i cinni del Paese della Kyenge :

    http://video.corriere.it/bimbi-congo-gioia-maria-elena-boschi-mi-hanno-fatto-treccine/07844c14-e64d-11e3-b776-3f9b9706b923

  55. Moi says:

    Polemica della Stola di Pelliccia Archiviata …

  56. Moi says:

    SEGNALAZIONE

    1)

    Maldive : Il Paradiso Schizofrenico

    http://www.lanuovabq.it/it/articoli-maldive-il-paradiso-schizofrenico-9328.htm

    … ne avevo già sentito parlare in ‘sti terimini (benché senza tanti “ricami” ideologico-religiosi) da gente che c’è stata, essendo le Maldive meta Esotico-Nuzial-Nazional-Popolare !

    2) Iniziativa a … Firenze.

    http://firenze.repubblica.it/cronaca/2014/05/21/news/una_petizione_per_creare_un_giardino_dedicato_a_andreea_cristina-86780157/

  57. Moi says:

    @ PINO

    Nachum Shifren …

    http://www.youtube.com/watch?v=soUo6Sho1wg

    … lo conoscevi, questo singolare “Surfing Rabbi” ?

    http://ecx.images-amazon.com/images/I/41N3ATBXBTL._SL500_AA300_.jpg

    Chi l’ avrebbe mai detto che i Beach Boys fossero Talmud ?! ; -) : -)

    “Rabbi Nachum Shifren (born c. 1951), also known as the surfing rabbi, is an Orthodox Lubavitcher Chassidic rabbi and accomplished surfer. Active in conservative politics, Shifren was the candidate in 2010 of the California Republican Party in the California state senate’s 26th district”

    http://en.wikipedia.org/wiki/Nachum_Shifren

    [cit.]

    http://www.thejc.com/files/imagecache/body_landscape/edl-rabbis.JPG

    Impegnato politicamente contro il “Razzismo Democratico” e l’ “Antisemitismo Antirazzista” , come li classifica Fiamma Nirenstein ! Insomma : NON dovrebbe essere un “Ebreo Che Odia Sé Stesso” … anche se la English Defence League mi pare che un recente passato antisemita ce lo abbia avuto, no ?

    In gni caso, di noti lo spelling “DefenCe” anziché “DefenSe” … che in effetti fa più “British” English !

    PS

    Mi pare che l’aspetto delle Sinistre Boldrinoidi che si rivela “Satanico”, come dite voi Monoteisti , stia nei giri di denaro … sull’ abbigliamento si può pure soprassedere. NON dovrebbe far piacere a un EuroScettico Incazzato di Sx “Greco Dentro”. Insomma, Rabbi … il Decreto IMU – Bank Italia è stato una roba di rara nefandezza, da Faraoni che piglian per il culo !

    • PinoMamet says:

      Non lo conoscevo, se ne impara sempre una.

      Comunque non c’è niente nella halachah contro il surf :)

      Boldrini: a me non staparticolarmente simpatica, lo sai, ma mica mi ci infarto! ;)

  58. Moi says:

    “In ogni caso” E.C.

  59. Moi says:

    Ma Z è ancora imbrescato ;) da Lunedì sera, sotto sbornia da festeggiamenti ?!

  60. Alla vigilia delle elezioni, sono andato a vedere il comizio di Renzi e Nardella.

    I due hanno ringraziato i presenti, “arrivati da tutta la Toscana e dalle regioni limitrofe”, per riempire la piazza.

    Nel corso del comizio, Renzi ha esaltato gli 80 euro che avrebbe regalato agli italiani, “un libro per un insegnante, una cena fuori per una donna”.

    Questo volantino spiega in maniera precisa da dove vengono quegli 80 euro.

    Almeno Achille Lauro le scarpe che regalava, le pagava con i soldi suoi.

    Leggete attentamente.

    *********
    GLI 80 EURO DEL BONUS RENZI

    UN BOCCONE AVVELENATO

    L’elemosina pre-elettorale si scarica su Lavoratori e Cittadini

    Il bonus Renzi è appena arrivato a una parte di lavoratori e già stanno emergendo le conseguenze di questa elargizione truffaldina che dà con una mano e toglie con l’altra.

    Il decreto 66 di aprile 2014 che stanzia il bonus, prevede “variazioni di bilancio compensative” per coprire la spesa aggiuntiva.

    Fra queste la razionalizzazione/riduzione delle spese per acquisti beni e SERVIZI da parte dell’amministrazione pubblica

    In particolare all’art 8 questa riduzione di spesa è quantificata in 2100 milioni di euro per il 2014 e per gli anni successivi, almeno fino al 2018, se i pronostici di Renzi sulla durata del governo saranno giusti.

    Secondo l’art 8 del decreto: “ Le amministrazioni pubbliche.. sono autorizzate a ridurre gli importi dei contratti in essere, aventi per oggetto acquisto o fornitura di beni e servizi, nella misura del 5%, per tutta la durata residua dei contratti medesimi: Le parti hanno facoltà di rinegoziare il contenuto dei contratti, in funzione della suddetta riduzione”

    In quale modo verrà attuata la riduzione di spesa?

    Nel caso che aziende e cooperative appaltatrici non intendano operare tale riduzione possono recedere senza penali dal contratto e le amministrazioni hanno facoltà di stipulare nuovi contratti, anche tramite affidamento diretto, saltando le normali procedure di gara: quindi piena liberà di scegliersi le aziende o coop che aggradano e che più tagliano e competono con il massimo ribasso economico.

    Questi appalti riguardano beni e SERVIZI essenziali, quali: pulizie, mense, portierato, servizi sociali e sanitari, servizi di assistenza per bambini, anziani e disabili; che negli anni sempre più sono stati esternalizzati dalle pubbliche amministrazioni (scuole, comuni, regioni, università,ASL, enti previdenziali..).

    Su questi già si sono riversati in questi anni i tagli previsti dalla spending review, l’ultimo con l’8% di risparmio sui servizi appaltati.

    Anche i lavoratori premiati con gli 80 euro, subiranno peggiori condizioni di accesso e di qualità dei servizi e in molti casi peggiori condizioni di lavoro.

    SPUTIAMO IL BOCCONE AVVELENATO degli 80 EURO
    UN COSTO PAGATO DAI LAVORATORI: Riduzioni di orario, perdita di posti di lavoro, massima flessibilità, cassa integrazione e perdita di diritti.
    UN COSTO PAGATO DAI CITTADINI: Che usufruiscono di servizi sempre più carenti e di peggiore qualità.

    non cadiamo nella trappola: i diritti e le condizioni di lavoro non si barattano !

    Firenze 29 5 2014

    Confederazione Unitaria di Base

    Sede nazionale Milano, viale Lombardi 20 tel 0270631804 fax 0270602409

    Sede Toscana Firenze, via Guelfa 148r tel+fax 055494858 cubsanita.firenze@libero.it

  61. Mauricius Tarvisii says:

    @ Roberto

    Eccone un altro di farneticante per il quale l’Europa mette lacci e lacciuoli sulla pesca (non si può nemmeno più spolpare lo stock ittico, che vergoNNia!), ma si “gira dall’altra parte” quando un povero bimbo annega!
    http://www.repubblica.it/economia/2014/06/01/news/renzi_al_festival_dell_economia_non_esiste_formula_magica_serve_sguardo_d_insieme-87795100/?ref=HREA-1

    Notare che la retorica piddina ormai fa sempre più riferimento ai poveri bimbi, dopo il caso emblematico della bufala di Pomezia rimpallata su tutti i media nazionali.

    • PinoMamet says:

      Beh, aldilà della retorica sui poveri bimbi, non ci vedo nulla di così sbagliato nel chiedere che l’Unione Europea intervenga in maniera unitaria nei confronti dell’immigrazione.

      E con tutto il male che si può dire di Renzi, non mi pare il tipo da dire (né che la sostanza del suo discorso fosse) “basta vincoli dell’Europa cattiva, facciamo quel cazzo che ci pare”;
      piuttosto “va bene un po’ di vincolini però dai, su, ci sono anche cose più importanti, poi ce la possiamo fare, tutti insieme, la Merkel è brava ma noi siamo un grande paese, bla bla bla…”

      • Mauricius Tarvisii says:

        Come è stato più volte ripetuto, l’UE ha alcune competenze, quelle di Frontex per intenderci, solo che se vuoi una collaborazione devi essere più preciso: presenti un piano, dei progetti, indichi COSA chiedi all’UE, in che modo vuoi proporre il coordinamento…
        Queste cose l’Italia non le ha mai fatte, si è limitata dire “l’Europa intervenga in nostro aiuto”, ma niente di più. Che avrebbe dovuto fare l’Unione? Commissariare i nostri ministeri degli Esteri, dell’Interno e della Difesa?

      • PinoMamet says:

        L’Unione Europea per bocca della Malmstrom o come si chiama dice che l’Italia non ha fatto richieste, Angelino Alfano dice invece di averle fatte.

        • Roberto says:

          Alfano però non dice cosa vuole, dice che ha chiesto qualcosa ma non si sa cosa. Ciò detto non vorrei sembrare pessimista ma temo che chiedere aiuto all’Europa con un parlamento imbottito da euroscettici non sarà cosa facile (immagino che la risposta dell’ukip sarà “e a noi che ce ne fotte? Problema vostro”…e sono curioso di sapere che ne pensano i pentastellati)

  62. Moi says:

    @ MAURICIUS

    Certe richieste richiedono un linguaggio diplomatico che “dice quel che non dice e non dice quel che dice” … mica si può mandare Gentilini dalla Malmstorm ;) :) !

    • Mauricius Tarvisii says:

      Non stiamo parlando di richieste “politiche”, stiamo parlando di un bel libro compilato dai tecnici del ministero in cui si scrive “vogliamo A, B, C, D, che richiederà tali risorse, in tali tempi, in tali luoghi. Il coordinamento sarà operato da X, ecc”.

      Poi se Alfano ha mandato la richiesta, magari ha la ricevuta della raccomandata, no? E magari c’è scritto che la tariffa è quella per i plichi abbondanti…

      • PinoMamet says:

        Io da qualche parte le richieste le lessi.
        Mo’ non stateme a chiedere di preciso cosa (più risorse per Frontex e altro) fate qualcosa pure voi, oh!
        ;)

        Che poi io non mi fido ciecamente di Alfano, ma a dire manco quello che dice la Malmstrom lo prendo per Vangelo…

      • PinoMamet says:

        Un po’ di numeri trovati con brevissima ricerca:

        http://economia.panorama.it/numeri/quanto-costa-immigrazione-italia

        chi ne ha di migliori, li metta.

        L’Italia risulta il quarto paese per numero di richieste di asilo, ma, contrariamente a quanto si crede, percentualmente quello che ne rifiuta di meno.

        Inoltre il budget europeo stanziato all’Italia per l’immigrazione risulta piuttosto esiguo rispetto a quanto speso dall’Italia complessivamente.

        Da notare anche (nella risposta di Alfano alla Malmstrom, facilmente reperibile con una googlata con le richieste che lui assicura essere state presentate regolarmente in tutti i vertici europei) en passant che la sede di Frontex è a Varsavia, per motivi che ignoro, non certo vicino al “fronte” più caldo dell’immigrazione, e forse anche un segno di dove sia rivolta prevalentemente l’attenzione german.. europea.

        • Roberto says:

          Credo che la sede di frontex sia stata scelta perché all’epoca quello era il fronte caldo (e l’Italia aveva appena fatto una battaglia infinita per avere l’agenzia per la sicurezza alimentare a Parma, ricorderai forse le polemiche con i finlandesi che mangiano renna del nostro buffone di arcore)

          Francamente non so a cosa servirebbe spendere i soldi per cambiare la sede di frontex, ma è sicuramente perché sono un esserino privo di fantasia

  63. Pietro says:

    Grazie Miguel per lo spazio
    visto che sono in fase di pigrizia esistenziale mi limito a linkare un mio pensiero pre ed uno post elezioni:
    http://farfalleetrincee.wordpress.com/2014/05/06/matteo-renzi-laltra-meta-del-cielo/
    http://farfalleetrincee.wordpress.com/2014/05/27/bisogna-saper-vincere-il-pd-ha-perso/
    scusate lo spam, ma e’ come se avessi commentato :)

    • Moi says:

      @ PIETRO

      Penso che la politica intesa come “Tifo da Stadio” sia un Male con la maiuscola, per l’Italia ! … Purtroppo però, siccome al peggio ‘unn c’è mai limite, superare questa mentalità in Italia implica l’ inquietante profilarsi all’ orizzonte politico di un futuro “Argentino”; non certo in senso di “Papa Francesco” naturalmente.

      Stavo inoltre pensando che il Matteo Renzi “Cattolico sì, ma che ho giurato sulla Costituzione, mica sulla Bibbia come un Predicatore dell’Alabama, oh !” [cit.] abbia avuto ulteriore fortuna politica con questo Papa; Bergoglio / Francesco sta difatti riscuotendo simpatie politiche “Umanistiche” che per un Pontefice in Italia e in Europa non si vedevano da prima dell’ Epopea Napoleonica !

      • Pietro says:

        Come mi e’ capitato di affermare durante una discussione con un amico PD (che poneva tra i meriti del governo l’avvenenza di un ministro): “il grande merito di Renzi e’ lo sdoganamento della figa a sinistra”. Per il resto Renzi e’ vecchio vecchio vecchio.

        • MOI says:

          Forse definire, come ha detto Travaglio, il PD di Renzi come “la nuova DC di De Gasperi” (con inevitabile “Update” ;) su LGBTQUismo e Boldrinismo-Popoloviolismo-Senonoraquandismo-Quotarosismo … ) forse, per la maggioranza degli Italiani, è quanto di “più meglio” ;) si possa propagandisticamente dirgli.

        • mirkhond says:

          Fu Paolo Cirino Pomicino uno dei primi a definire renzy un democristiano!
          E, da parte sua ovviamente, in senso positivo! :)

        • Francesco says:

          a occhio e croce, Renzi sta De Gasperi come io sto a Bill Russel

          e fidatevi se vi dico che tra noi due non c’era partita

          :(

  64. Moi says:

    @ TUTTI

    Saprete già senz’altro della recita parrocchiale del 1996 in cui Matteino interpreta Silvione … ‘unn c’è i’ (f)filmato homplet’o ?

    • habsburgicus says:

      purtroppo lorsignori se ne fregano…gli assenti hanno sempre torto :D anche se si astenesse il 95 %, il 5 % votante (s)deciderebbe per tutti :D

      a comunità di villaggio preindustriale e preborghese l’assemblea dei capifamiglia decideva assolutamente tutto ciò che riguardava il villaggio:

      vero !!! leggevo ieri sulla “Gazzetta Piemontese” dell’estate 1798, di un ‘assemblea tenuta a Loano (minacciata dai giacobini liguri) in cui le donne–sì, le donne (alla faccia dei luoghi comuni femministi secondo cui la storia dell’emancipazione femminile inizierebbe dalla Kuliscioff o giù di lì :D) avevano votato, a stragrande maggioranza, un indirizzo di fedeltà a S.M il Re di Sardegna nostro Signore [Carlo Emanuele IV..molto schivo..nei suoi editti pubblicati nella Gazzetta non ho masi trovato il suo nome; anche il 12/10/1798 allorché ricevette le lettere di richiamo del citadino Ginguené e accolse le credenziale del successore, cittadino Aymar, si parla solo dei Sovrani, non si fa il nome] e manifestato il vivo desiderio di rimanere sotto l’augusta dinastia sabauda
      P.S: la Gazzetta Nazionale Piemontese (giacobina), che inizia il 9/8/1800 (c’è anche la data giacobina) ha in testa vistosi simboli massonici..quello è ciò che piace a me :D apprezzo sempre chi si dichiara apertamente e ci mette il viso !
      P.S: se vi interessa, cercatela..é in linea, da qualche parte..l’ho trovata per caso (non ci sono tutti gli anni)

      • roberto says:

        “gli assenti hanno sempre torto anche se si astenesse il 95 %, il 5 % votante (s)deciderebbe per tutti ”

        come si dovrebbe fare per tener conto degli assenti?

        per i referendum c’è il quorum (ed in effetti 9 volte su 10 sono soldi gettati dalla finestra)
        ma per un parlamento?
        si prosegue la legislatura finché non si arriva a percentuali decenti di elettori?
        niente parlamento e decide tutto il duce o il politburo a seconda dei gusti?
        voto obbligatorio come nel ridente granducato (ma certo non risolvi il problema di schede bianche o nulle)?

        poi, aldilà del problema numerico, politicamente come fai a sapere cosa pensano gli assenti?
        sondaggi à gogo?
        democrazia in rete alla grillo? (e di quelli che non votano nella Nuova Democrazia Internettiana come ne tieni conto?)

        • habsburgicus says:

          si prosegue la legislatura finché non si arriva a percentuali decenti di elettori?
          niente parlamento e decide tutto il duce o il politburo a seconda dei gusti?

          in Bielorussia era così, nel 1995..si fecero diversi turni a vuoto..finché Łukašenka (presidente dal 1994) nel 1996 ne approfittò per papparsi tutto il potere :D (sciolse il Viarchoŭni Saviet=Soviet Supremo presieduto da Siamon Šarecki, varò una nuova Costituzione…e c’è ancora adesso, sempre più potente :D)

        • roberto says:

          grazie dell’informazione, non lo sapevo, ma…..è una buona idea?

        • habsburgicus says:

          ne dubito :D

  65. mirkhond says:

    Il fenomeno sanfedista infatti non fu solo napoletano, ma presente in tutti gli stati italiani, e in Piemonte nel 1799 la popolazione aiutò le truppe austro-russe di Suvorov contro i Francesi.
    Hai mai sentito parlare di Branda Lucioni?

    • habsburgicus says:

      certo..”brandalucioni” divenne pure un sostantivo :D
      in quel caso però siamo ancora nel 1798, non c’era ancora il sanfedismo..
      i giacobini liguri (aizzati dai francesi e da rinnegati piemontesi) davano fastidi di “bassa intensità”, diciamo così, cercando di papparsi la sabauda Loano..e appoggiando scorrerie sovversive nell’Alessandrino
      il Regio governo non poteva fare molto…perché c’era sempre la Francia giacobina, infida..che impose un’amnistia e il 3/7/1798 ottenne la fortezza di Torino
      poi il 9/12/1798 i francesi deposero la Monarchia..
      e nel 1799 all’approssimarsi di Suvorov il popolo insorse..ma questo, dopo

  66. Moi says:

    2 Giugno : 8 Marzo bis … “Madri della Repubblica”. Liberare i Marò.

    http://video.repubblica.it/edizione/roma/2-giugno-boldrini-e-anche-la-festa-delle-donne/167806/166293

    … ciatzione di Kennedy incorporata. Chi dissentire osa dissentire, adesso ?!

  67. Moi says:

    “Chi osa dissentire”

  68. Moi says:

    NON sono iscritto a Feisbuch ;) , perciò più di tanto non posso vedere ma ugualmente segnalo il Gruppo ADFC :

    https://www.facebook.com/AdessoFuoriDaiCoglioni

    … da un punto di vista dell’ immaginario e del simbolico è stupendo !

  69. roberto says:

    questa è interessante per Moi, Mirkhond, Habsburgicus e tutti quelli che si interessano al grande complotto massonico:

    http://www.theguardian.com/business/2013/dec/04/goldman-sachs-warns-london-exit-britain-eu?CMP=twt_gu

    1. cameron dice che scelgono juncker GB esce dell’UE
    2. Goldman sachs dice che se GB esce dall’UE loro se ne vanno a parigi o francoforte

    sono i massoni al salvataggio del massone lussemburghese o degli affaristi che pensano al loro portafoglio?

    ciao

  70. Per Habsburgicus

    “ecco ciò che dice un sito tradizionalista sul Concilio e sulle (presunte) influenze dei “fratelli””

    Il grande errore di simili analisi consiste nell’incredibile idealismo che si attribuisce alle persone in grado di determinare la storia.

    Pensare a generazioni di altruisti, che credono davvero in Lucifero, con fede che non vacilla mai, che a lui subordinano i propri interessi personali, che riescono a trasmettere questa fede ai propri discendenti, che non litigano mai con i propri alleati, secolo dopo secolo.

    Fa guardare con un certo ottimismo il genere umano, insomma.

    • Peucezio says:

      Mah, non lo so, in genere sono molto più efficienti i credenti dei pragmatici, perché un idealista motivato è capace di smuovere le montagne molto più di un furbastro menefreghista.
      Solo che i credenti sono molti di meno, per questo non sembrano dare il segno alla società.
      Ma anche questo oggi è molto meno vero di una volta: in società non più di sussistenza la gente, almeno i giovani, crede di vivere di virtualità pura, crede che il cibo gli si materializzi nel piatto per opera dello spirito santo, per cui dà molta più importanza al verbo moralista politicamente corretto e buonista che è un po’ la poltiglia ideologica in cui siamo immersi oggi, che non alle esigenze pratiche di vita.
      E tutto questo non è un bene, perché i mostri sono sempre stati prodotti dalla fede che non vacilla mai, non dagli opportunistelli che tirano a campare o al massimo a godersi un po’ la vita.

    • habsburgicus says:

      @Miguel
      Il grande errore di simili analisi consiste nell’incredibile idealismo che si attribuisce alle persone in grado di determinare la storia

      c’è del vero in quello che tu dici…ed è ciò che in definitiva mi rende scettico su tali ricostruzioni (pur accettandone le basi documentarie quando dimostrate vere, o almeno verosimili)..
      ma un sano scetticismo ed una visione della complessità del fenomeno storico (che io, ad esempio, ho sempre ammesso…e penso che tu non avrai difficoltà a riconoscerlo) non deve farci accantonare tanti elementi fattuali (quando ci sono) e aderire a posizioni (adottate anche qui, da uno in particolare :D) che si vorrebbero “anticomplottiste” ma sono solamente “astoriche” e, talora dei PURI falsi storici..ma mi pare che questo tu lo dica, dunque con accenti diversi siamo più d’accordo di quanto, forse, possa apparire a prima vista (e molte presunte “divergenze” sono terminologiche, e non di sostanza)

  71. Ma questo racconto, con i suoi meravigliosi eroi massonici che si oppongono a un ammasso pecoresco di cattolici venduti o comunque vili, non deve nemmeno diventare una scusa per quella forma di anticomplottismo che fa finta che viviamo nel migliore dei mondi possibili.

    Guardiamo agli arresti di oggi a Venezia.

    Ecco, questo complotto trasversale tra politici di destra e di sinistra e imprenditori non è un bizzarro caso di corruzione, è la norma stessa, è la normalità del sistema in cui viviamo.

    L’eccezionalità sta in qualche disattenzione alla forma, per cui si sono lasciati incastrare da regole che loro stessi hanno approvato.

    • Moi says:

      Tuttavia c’è una Sinistra che dopo aver proclamato ad ogni piè sospinto d’ogni spron battutto (bel cliché … vero ?) la propria Superiorità Morale … a livello d’ immagine desta piùindognazione.

  72. Per Moi

    “https://www.facebook.com/AdessoFuoriDaiCoglioni”

    Bellissimo! Però dietro tutte queste forme demenziali, c’è un fatto vero: in larga maggioranza, e con le dovute eccezioni, i politici sono davvero parassiti inutili, e la gente che si organizza da sola potrebbe fare meglio di loro.

    E non mi riferisco solo ai politici palesemente corrotti.

    Il problema è che AFDC mette il carro davanti ai buoi, cioè urla su come buttare fuori i politici, anziché lavorare su come sostituirli.

  73. Per Moi

    “Tuttavia c’è una Sinistra che dopo aver proclamato ad ogni piè sospinto d’ogni spron battutto (bel cliché … vero ?) la propria Superiorità Morale … a livello d’ immagine desta piùindognazione.”

    Non ho seguito la questione Mose, per cui la mia riflessione riguarda più le Grandi Opere Inutili (GOI) in generale.

    Il problema non è la Destra o la Sinistra, il problema sono immense opere, decise dall’alto, in cui i politici – eletti con i soldi di grandi imprese – hanno in mano i permessi, mentre gigantesche imprese hanno la possibilità di fare guadagni spropositati, anche in base a regolamenti scritti dai loro avvocati e commercialisti.

    • habsburgicus says:

      @Miguel
      ottima la tua sigla..GOI..in effetti è adattissima..anche per l’altro significato che tu sai :D
      chapeau !
      (il 28 giugno per il centenario dei ciò che portò al Grande Massacro ti aspettiamo con un grande articolo :D)

  74. Moi says:

    A proposito di Grandi Opere … che ne pensi delle polemiche sui Mondiali di Pallonate in Brasile ?

  75. Sulla questione dei soldi…

    Stavamo guardando le spese (dichiarate) per la campagna elettorale delle varie liste, che erano tante, per quella cosa priva di ogni potere che è il Quartiere 1 – un piccolo villaggio dove tutti conoscono tutti, l’accumulo più mostruoso di monumenti del pianeta e 15 milioni di turisti, di cui parecchi ubriachi, secondo i punti di vista.

    Il nostro consigliere eletto (peraltro senza aver dovuto fare alcuna campagna elettorale o spendere nulla, ma è un’altra storia) mi spulcia i preventivi:

    100 euro questa lista, 150 euro quella, la bellezza di 250 euro Forza Italia visto che rappresentano i ricchi… e il PD, 28.000 euro.

  76. Per Habsburgicus

    “ottima la tua sigla..GOI..in effetti è adattissima..anche per l’altro significato che tu sai :D”

    In realtà, la sigla non l’ho affatto inventata io. Però è vero che a Firenze, quando si dice “massoneria”, si intende proprio questo.

    Quando un fiorentino vede un grandioso cantiere che sorge in un luogo dove è vietato aprire una finestra, o vede chiudere un unico pub piccolino per il rumore che fa la notte accanto a tre enormi locali molto più rumorosi che nessuno tocca, o vede che a un’incredibile imbecille il cui unico merito consiste nell’aver scritto un articolo sulla Nazione, assegnano la gestione delle due più grandi mostre dell’anno…

    ecco, il fiorentino dice, “è massoneria!”

    Poi per me il Massone del Quartiere è un simpatico vecchietto con la barba che gira su un motorino scassato, e ha aperto il Museo del Simbolismo Massonico (praticamente l’unico museo del nostro rione, peraltro).

    • habsburgicus says:

      a un’incredibile imbecille il cui unico merito consiste nell’aver scritto un articolo sulla Nazione, assegnano la gestione delle due più grandi mostre

      è più o meno quello che, con altro stile (e forse lasciandomi un po’ trasportare la mano, ma sempre ironicamente :D) avevo da qualche parte scritto io, anche se mi riferivo all’Italia in generale (e non a Firenze in particolare)…se (ri)controlli, lo vedi :D
      ma colui che ha il nick della città il cui vescovo si arrese ai Longobardi nel 569 d.C e che è simile ad una città austriaca sino al 1918, si è scandalizzato :D…né si è degnato di spiegarci come si fanno le nomine, si assegnino gli appalti argomento che, a sentir lui, conosce molto bene :D…peccato, avremmo potuto erudirci :D…però forse è un argomento delicato :D..segreto di Stato :D e dunque…nada

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>