L’ineffabile Matteo Renzi – promemoria

Un anno fa, il 17 dicembre del 2011, il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, commentò in questo modo sulla sua pagina Facebook la manifestazione che aveva seguito l’uccisione di due senegalesi nella città da lui amministrata.

“Una bellissima manifestazione. Più di ventimila persone per dire no al razzismo in un corteo multicolore e sereno che ha attraversato la città. Dopo il consiglio comunale straordinario un’altra bella prova. E per Firenze, oggi, la gioia di un appuntamento storico: l’apertura delle prime sale dei nuovi Uffizi. Otto nuove sale, con un blu magnifico, che segnano l’inizio della parte visibile dei Grandi Uffizi. Ora, per chiudere in bellezza, bisognerebbe che qualcuno all’Artemio Franchi…”

C’è chi nasce con il bicchiere mezzo pieno.

Print Friendly
This entry was posted in Il clan dei fiorentini, Sinistre e comunisti and tagged , , . Bookmark the permalink.

56 Responses to L’ineffabile Matteo Renzi – promemoria

  1. izzaldin says:

    Terrificante, privo di umanità, mostruoso.
    La nota finale sulla Fiorentina è davvero vomitevole, è un comunicato grottesco, sembra scritto apposta da Miguel o da iononstoconoriana per deridere il sindaco.
    Nella città di Firenze Matteo Renzi ha vinto le primarie contro Bersani, giusto?
    Quindi ai fiorentini (oltrarno a parte) piace questo modo di governare e di comunicare, giusto?
    mah..
    saluti,
    izzaldin

  2. Z says:

    OT, ma sempre a proposito di chiudere in bellezza (l’articolo, stavolta, e si spera pure un ciclo della vita politica italiana):

    http://www.repubblica.it/politica/2012/12/16/news/berlusconi_monologo_a_canale_5_la_d_urso_fa_da_spalla_il_web_si_scatena-48891452/

    Fantastici Merdana e Facciadamorto in chiusura di articolo mentre litigano rinfacciandosi a vicenda di essere dei domestici del padrone :D

    Ed effettivamente hanno ragione entrambi, anche se il peggiore dei due si salverà.

    Z.

    • Francesco says:

      sono stupito di come l’ennesimo discesa in campo di Berlusconi stia innervosendo la Sinistra Doc

      ad oggi è l’unica cosa che mi spingerebbe a votarlo (ok, anche Ingroia sta dandosi molto da fare per non farmi restare a casa)

      fare finta di niente non gli riesce proprio? forse hanno paura che qualcuno gli rubi il posto di cagnetto da guardia?

      PS a oggi vince ancora Astensione

    • roberto says:

      francesco,
      hai scritto “è l’unica cosa che mi spingerebbe a votarlo” in riferimento ad almeno 15 cose
      :-)

      • Francesco says:

        così tante? e nessuna di queste è Silvio Berlusconi? però, notevole

        allora, faccio a mente

        1) Ilda Boccassini
        2) Ingroia
        3) Fabio Fazio e Luciana Litizzetto su RAI3
        4) Bruno Tabacci
        5) la nota lobby finanziario-editoriale
        6) l’Economist

        mi sono fermato a 6, chi manca?

        ciao

        • Mauricius Tarvisii says:

          Ma Tabacci non stava con Lui, una volta? Non dirmi che nel 2001 hai votato i komunisti per antipatia verso Tabacci! :-D

        • Z says:

          Francesco,

          — così tante? —

          In questo mese, Francè. Da quando ti leggo l’avrai scritto almeno un centinaio di volte, ma robelux si riferiva solo al mese di dicembre.

          Ma tu non hai bisogno di turarti il naso, perché per te quell’odore è Chanel no. 5.

          :D

          Z.

          PS: ma la “sinistra DOC” innervosita sarebbe, nel caso di specie, Mentana? se sì, la grappa la porto da casa perché a Sesto la fanno cattiva; se no, che c’entra con quello che avevo scritto io? :D

        • Manca una considerazione finale all’elenco.
          C’è da credere che sia stato stilato da un individuo che non soltanto si è separato da del denaro per acquistare un apparecchio televisivo, ma che oltre ad esserselo preso in casa ritiene addirittura costruttivo dedicargli del tempo.
          Mi vergognerei di meno se mi diagnosticassero qualche ributtante malattia venerea.

        • Francesco says:

          1) Mentana è UN portavoce popolare della Sinistra DOC, non si può sempre premere sull’acceleratore a mille con le Litizzetto e i Travaglio non sanno stare al loro posto.

          2) Insisto che dovrei (a oggi non ci riesco) turarmi eccome il naso. Lo Chanel nr. 5 erano Ronnie e Maggie, non certo Silvio.

          3) Tabacci prima era uno di noi antipatico, poi ha tradito e si distingue per zelo. E antipatia.

          4) per l’amico Z. chi è per te la sinistra docche? nella mia geografia, da Riccardi in poi è tutto Sinistra.

          Ciao

        • Francesco says:

          x Iononsto eccetera eccetera

          in effetti ho investito una cifra mostruosa in un apparecchio televisivo e vi dedico alcun tempo (di solito la sera, con al fianco la moglie addormentata)

          su quanto questo sia costruttivo ho i miei dubbi, in effetti ho una pigna di libri da leggere

          malattie veneree, invece, niente

          saluti

        • Z says:

          1) Mentana ha portato la voce di Berlusconi per anni, come giustamente Sallusti gli fa notare; cosa sia la “Sinistra DOC” invece non ne ho idea. E quanto al popolare, direi che la popolarità di Mentana a sinistra non supera di molto quella di Cicchitto e Gasparri.

          2) Non è l’impressione che dai, onestamente. Ragioni per votare Berlusconi ne trovi spesso e tante. Ma è anche vero che non ti manca il sacrosanto gusto per la provocazione, e c’è ancora un paio di mesi prima del voto.

          3) Tabacci a me pare una persona seria, affidabile e onesta. Penso che se la destra italiana fosse stata quella di Maggie anziché quella di Cosentino, Batman e Ruby Mubarak, Tabacci sarebbe ancora nel partito dove militava. Poi posso sbagliarmi.

          4) Credo che il DOC si addica soprattutto agli champagne francesi, e io come sai preferisco la birra. Insomma, il DOC non è il mio campo. Quanto a Riccardi, mi pare sia un cattolico progressista, ma non so praticamente niente di lui (oltre alle due righe che ho letto su wiki).

          Z.

        • Francesco says:

          Non so nulla di Tabacci tranne quello che ho letto in alcune sue (recenti) interviste.

          E ho vomitato.

          PS credo tu abbia una visione leggermente angelicata del mondo che ruotava intorno a Maggie (e Ronnie).
          Quelli a cui Mentana fa schifo sono i duri&puri&ingenui. Robetta che la Sinistra Vera (quella che mira al potere) sa usare con un’abilità che io invidio molto.
          Ragioni per votare Berlusconi ce ne sono, molte. Ma oggi sono di più quelle per non votarlo. Solo che lui è solo e vecchio e fatica a produrne quanto l’ampio schieramento dei suoi avversari (mai uno che mi dia una ragione per essere CON lui e non contro, purtroppo).

          PPS un cattolico progressista è di sinistra o no, secondo te? sono assai curioso

        • roberto says:

          “un cattolico progressista è di sinistra o no”

          beh prodi e bindi stanno nel PD (stava per prodi).

        • PinoMamet says:

          Allora, confermo che nessuna persona “di sinistra” che io conosca si è mai sognata di pensare che Mentana fosse, appunto, “di sinistra”.

          Lo è naturalmente per Berlusconi, per il quale “sono tutti comunisti”, ma le finte paranoie di un furbastro matricolato contano fino a là…

        • Francesco says:

          Mah, qui sembra che uno che lavora a Canale 5 non possa essere di sinistra.

          Mentana è sicuramente persona di sinistra come idee, anche se non un comunista. Direi un liberal all’americana.

          Non condivide l’idea (criminale) che liberare l’Italia da Berlusconi sia un obbligo morale per ogni persona per bene, non solo per tutti quelli di sinistra.

          Ma questo va a suo onore.

          PS ricordo che liberare l’Italia da Berlusconi è inutile. Restiamo sempre noi italiani :D

        • PinoMamet says:

          Non è che uno che lavora a Canale 5 non possa essere di sinistra.

          Sono sicuro che a Canale 5 lavoreranno molte persone di sinistra tra operatori, scenografi, elettricisti, addetti alle mense, impiegati ecc., e forse addirittura qualcuno nelle redazioni e probabilmente qualche “autore”.
          Ma questo non fa certo di Canale 5 una rete “di sinistra”, e sicuramente il TG5 diretto da Mentana non era un TG “di sinistra”, e credo che solo Berlusconi nei suoi deliri potesse immaginarlo.

          Mentana sarà un liberal all’americana, non voglio discutere, ma da lì a essere di sinistra… mo’ sta a vedere che Obama è di sinistra!

          Quanto a Berlusconi, credo che ne pensi ciò che ne pensano tutti, sia quelli che lo adorano sia quelli che lo odiano, cioè che è un ricchissimo furbissimo sporchissimo immondo figlio di puttana, uno gigantesco stronzo da maneggiare con cautela, uno che non stai super attento te lo schiaffa in culo in un attimo.

        • Francesco says:

          Vabbè, la sinistra non comprende Mentana e Obama

          posso sapere dove inizia?

          grazie

          PS non vorrei scoprire di essere in posizioni politiche diverse da quelle che credo, potrebbe essere uno choc :)

        • roberto says:

          “PS ricordo che liberare l’Italia da Berlusconi è inutile. Restiamo sempre noi italiani ”

          questo non è certo un buon motivo per votare berlusconi, ma è sacrosanto! :-)

          mentana è chiaramente di sinistra come lo è renzi quindi, vediamo un po’, qualcuno che vuole essere di sinistra ma che sotto sotto è di destra, ma che comunque è accolto dalla grande famiglia PDina, ma che starebbe bene con i PDLlini…italiani insomma

        • PinoMamet says:

          Concordo con Roberto!

        • Z says:

          Comunque su una cosa debbo dar ragione a Francesco: deformare in modo scurrile il nome di qualcuno è un atteggiamento offensivo (oltre che grillista).

          Debbo quindi scusarmene con Miguel – e soprattutto, nel caso ci legga, con Mentana stesso.

          E’ stato detto che fare giustizia è rimettere le cose al loro posto, e per quanto possibile spero di averlo fatto.

          Detto questo, non è sempre facile collocare qualcuno a destra o a sinistra, almeno in Italia. Ad esempio, Francesco mi aveva appena convinto che Riccardi fosse un esponente della sinistra moderata cattolica quando Riccardi stesso si premura di smentirci entrambi, candidandosi per un partito alternativo a destra e sinistra assieme.

          Z.

        • Francesco says:

          ehm, Z, non vorrei stupirti ma proprio la candidatura di Riccardi e del tizio della ACLI marchia quella posizione come “centristi di servizio (e leggeressima correzione)” della Sinistra DOC

          tanto di servizio da schifare i voti di Fini, che pure potrebbero servire e sono di certo anti-Berlusconi, ma non hanno il bollino del “progressista di sangue limpido”

          insomma, servi zelanti pure troppo

          ci sarà un motivo se nessun voto di destra è attratto da questo centro

  3. Marcello Teofilatto says:

    Bicchiere mezzo pieno… di un liquore scadente, direi.
    Ciao da Marcello

  4. nic says:

    “Gli effetti della cocaina (potente stimolante del Sistema Nervoso Centrale) interferiscono con il sistema di riassorbimento della dopamina, che è il “messaggero chimico” associato con il movimento e il piacere. L’’accumulo di dopamina nel cervello determina uno stimolo continuo per i neuroni recettori di questo ormone, fatto questo che determina l’’euforia distintiva dei cocainomani.”

    O è quello o, peggio ancora, è neobuddista.

  5. Pingback: L’ineffabile Matteo Renzi – promemoria | Informare per Resistere

  6. Per Izzaldin

    “Quindi ai fiorentini (oltrarno a parte) piace questo modo di governare e di comunicare, giusto?”

    Certo.

    Se qualcuno ha voglia di fare uno studio approfondito della psiche italiana e/o fiorentina in particolare, dovrebbe prendersi una settimana per studiare seriamente questa fantastica sequenza, le foto che Renzi posta su Flickr:

    http://www.flickr.com/photos/matteorenzi/

    C’è una capacità geniale di esserci in maniera informale, con i jeans e quel sorrisino da finto ebete che incanta le nonne, ogni volta che un prete benedice qualcosa, che un gruppo di maratoneti corre, che un macellaio sgozza un porco, che un gruppo di pensionati divora un piatto di pastasciutta, che un imprenditore si fa pubblicità regalando qualche gingillo alla città, che una schiera di poetesse pensionate fanno far rima a cuore e amore, che un branco di giovani imprenditori agogna medagliette d’oro…

    Mussolini e Berlusconi a confronto erano dilettanti, perché ci mettevano troppo di personale, Renzi è invece solo un sorriso onnipresente.

  7. PinoMamet says:

    Se con tutte le manifestazioni, inaugurazioni, tagli di nastri, commemorazioni, scambi di gagliardetti e partite benefiche a cui va, non trova il tempo per farsi vedere per parlare con voi antiparcheggisti dell’Oltrarno…. evidentemente lo fa apposta!

    Uno dice, però, al posto del sindaco mettete direttamente un cartonato da spedire alle manifestazioni, al limite una statua di cera. Potete farla anche più bella (suggerisco il modello “bella figa”, di gran moda durante il passato governo) e costa meno.

  8. Stamattina…

    SCUOLA: CORTEO STUDENTI FIRENZE, SINDACO RENZI CONTESTATO
    Contestazioni e offese al sindaco Matteo Renzi, questa mattina in piazza della Signoria a Firenze, da parte di un gruppo di studenti riuniti per un corteo organizzato dalla Rete dei collettivi fiorentini. Renzi stava uscendo da un bar quando è stato avvicinato da alcuni giovani che hanno cominciato ad offenderlo. Renzi, dopo aver cercato senza successo di dialogare con i ragazzi, si é allontanato rientrando in Palazzo Vecchio. Il corteo, composto da un centinaio di studenti medi, attraversa il centro della città gridando slogan contro la crisi economica, contro le forze dell’ordine e contro il sindaco. Durante la manifestazione, che è partita da piazza della Signoria e dovrebbe concludersi in piazza Pitti, sono stati accesi alcuni fumogeni. (ANSA).

  9. La giacchetta di Renzi…

    http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/universita/2012/19-dicembre-2012/protesta-collettivi-insulti-sindaco-renzi-2113229390257.shtml

    La protesta dei Collettivi
    Insulti a Renzi, fumogeno nel presepe
    Uno studente ha alzato la cerniera del giubbotto del sindaco, provando a chiudere l’ultimo bottone. Immediata la reazione di Renzi: «Toglimi le mani di dosso»

    Insulti al sindaco Renzi pochi minuti prima della partenza del corteo di una cinquantina di studenti della rete dei Collettivi. In piazza della Signoria una decina di studenti hanno accerchiato il sindaco sotto al bar Rivoire. Tutto è successo in pochi minuti: prima un breve confronto, poi sono volati insulti dai presenti. Ad un certo momento uno studente si è avvicinato a Renzi, gli ha alzato la cerniera del giubbotto, provando a chiudere l’ultimo bottone: «Ti sistemo la giacchetta», gli ha detto. Immediata la reazione di Renzi: «Toglimi le mani di dosso». E qui che allora il sindaco ha deciso di andare via tra alcuni insulti pesanti degli studenti. Il ragazzo che lo ha strattonato spiega che non voleva essere un gesto violento e non si aspettava la reazione del sindaco.

    Il corteo è poi proseguito in piazza Duomo dove i ragazzi hanno gettato un fumogeno all’interno del presepe natalizio, di fronte al sagrato. La paglia ha rischiato di prendere fuoco, immediato l’intervento delle forze dell’ordine. «L’espressione di ogni forma di dissenso deve rimanere sempre nei limiti del confronto civile. Per questo, pur comprendendo il malessere e la delusione degli studenti, non è assolutamente tollerabile l’aggressione verbale di cui è stato fatto oggetto questa mattina il Sindaco di Firenze», dice il presidente della Provincia di Firenze Andrea Barducci.
    Gaetano Cervone
    stampa | chiudi

    • Francesco says:

      perchè chiamarli ragazzi e non stronzi? in caso di descrizione sintetica mi parrebbe opportuno limitarsi al termine che illustra il carattere fondamentale

  10. Per Francesco

    “perchè chiamarli ragazzi e non stronzi?”

    Ah già, il Ragazzo è Matteo l’Amico.

    Evidentemente, non fa lo stesso effetto accattivante su tutti.

    • Francesco says:

      e chi ha parlato di Renzi?

      in questa situazione la sua persona è del tutto indifferente e irrilevante

      figurati se qualcuno può pensare di comportarsi legittimamente in quel modo, in un regime di democrazia

      idem per i poliziotti: SE le ruspe avranno permessi e bollini e certificati, non vedo alcun diritto di opporsi, nè di lamentarsi se la scelta dell’opposione fisica viene gestita con modi non oxfordiani

      mica voglio rischiare di vedere i lavori della moschea di Milano bloccati da energumeni neri o verdi … quando il Sindaco Macario si deciderà a dare il permesso

      il potere di veto sta uccidendo questo paese

      ciao

  11. Comunque, se un giorno Matteo l’Amico manda qui le sue ruspe a scavare la Grande Buca, sono certo che i poliziotti non si permetteranno di toccarmi la cerniera della giacca.

    Sono mica irrispettosi, a differenza degli studenti.

    • maria says:

      dirò di più, il giorno, e dio non voglia, che ci dovessimo trovare in piazza a cercare di impedire in extremis la buca, sono certa che in caso di graffio a una macchina o a un insulto verbale, salterebbero su tutti a dire, guardate come sono antidemocratici, e se qualcuno facesse anche una spennellata non proprio ortodossa su qualche muro qualcuno fregandosi le mani tirerebbe in ballo in ballo anche il terrorismo!

      Speriamo bene, intanto repubblica dà notizia di un prete bischero che in oltrarno ha fatto un presepe indicando una serie di nomi che lui ritiene infami, una cosa ridicola ovviamente, che il giornale però riporta, ma poi mai riporta, o poco o nulla, che centinaia di cittadini da mesi lavorano democraticamente e legittimamente contro un progetto inutile, costoso e superato. Evidentente la notiziola di un prete un po’ tocco in oltrarno è più importante di scelte urbanistiche irreversibili e ripeto del tutto inutili che lascerebbe tracce ben più nefaste.
      In fondo a befana i presepi si smontano, no?

      • Francesco says:

        adesso ti lamenti perchè Repubblica è un giornalaccio? noi sarà almeno vent’anni che lo diciamo!

        PS quanto è bischero quel prete, il silenzio ci vuole per fronteggiare certi figuri, il silenzio e la preghiera.

        • maria says:

          francesco,
          la preghiera non so, il silenzio di sicuro.
          maria

        • Francesco says:

          Io parlavo di Odifreddi e Hack, naturalmente, come loschi figuri da fronteggiare.

          PS se voi potete opporvi “nei modi necessari” alla buca e i no-TAV alla superbuca, i leghisti possono sparare ai neri e agli arabi? o almeno bruciare i campi rom e le moschee? o almeno almeno opporsi “nei modi necessari” alla loro edificazione? sennò non capisco il principio in gioco

        • PinoMamet says:

          Macchè loschi figuri…

          Odifreddi è semplicemente un campione dello sport preferito dagli italiani, pontificare su argomenti che non si conoscono.

          Nel suo caso c’è l’aggravante di non aver ben compreso l’idea che la matematica sia la fondazione di tutte le scienze, che lui interpreta grosso modo così:
          “so risolvere le equazioni, ergo posso parlare di storia della Chiesa…”

          Non ricordo invece le dichiarazioni sull’argomento della Hack, sospetto che qualche cazzatina o cazzatona se la sia lasciata scappare ma più che altro per foga e/o senilità, e vabbè, non tutti possiamo essere perfetti, e a fare la gara delle cazzate non è che i cattolici italiani ci facciano ‘sta figurona…

          il prete è un semplice pirlone, fosse stato un prete come si deve avrebbe messo Odifreddi e Hack vestiti da pastorelli, come di prammatica, vino e tarallucci e caso risolto;
          cavolo, il cattolicesimo è una cosa seria, a fare gli estremisti sono buoni tutti invece…

        • Francesco says:

          Occasione
          Natalizia
          di Accordo
          con Pino

        • PinoMamet says:

          :D

  12. E sono sicuro che se gli stessi poliziotti mi diranno qualcosa di poco gentile, il presidente della provincia proclamerà che “non è assolutamente tollerabile l’aggressione verbale di cui è stato fatto oggetto questa mattina il manifestante Miguel Martinez».

  13. Peucezio says:

    Tanti quei deficienti sono i Renzi del futuro. In peggio.

  14. Z says:

    Cosa direbbe Renzi dell’apertura di 1000 sale da poker?

    http://www.gioconews.it/tornei-live/poker-live-aams-precisa-alla-stampa-generalista-sulle-1-000-sale-da-gioco-31817.html

    Da notare che tutti i servizi hanno mostrato immagini di videopoker e slot machines, mentre la notizia parla di poker dal vivo. La differenza che passa è superiore a quella che passa tra un videogioco di corse per console e un GP di Formula 1, ed è un accostamento offensivo per chi ama il poker propriamente detto.

    Ma soprattutto: è vero che esiste il rischio che la criminalità organizzata faccia uso di sale dove si gioca a poker dal vivo per riciclare capitali sporchi? C’è qualcuno che mi sappia illuminare al riguardo?

    Z.

  15. Per Francesco

    “i leghisti possono sparare ai neri e agli arabi? o almeno bruciare i campi rom e le moschee?”

    Perché i neri sono amici personali di un sindaco che si deve ripagare la campagna elettorale regalando loro suolo pubblico e facendosi dare pure una tangente dalla popolazione?

    In tal caso, il paragone potrebbe reggere, altrimenti direi di no.

    • Francesco says:

      Miguel

      qui mi fa parlare (ORRORE) di legalità!

      l’amicizia personale non c’entra nulla, se la Firenze Buchi ha i permessi ha il diritto di fare il buco e voi non avete il diritto di opporvi con la forza. se non ha i permessi, dovete andare dal giudice.

      idem per la moschea (ahimè, puramente teorica)

      se la buttiamo in politica, aveva ragione Hitler a farla con le SA e SS, che erano utili per diremere le dispute in quel modo

  16. Moi says:

    @ Maria

    Scusa, ma … tornando a Quel Prete UAAR-Reagente :-) : perché vorresti lasciare la Logica del “Chi Tace Acconsente, Chi NON Reagisce Si Arrende” in monopolio ai Musulmani ?!

    Poi, nel merito, per me la “Bischerata” è avere fatto un Calderone di personaggi così diversi: li avesse almeno categorizzati e classificati come fanno Gnocchi&Palmaro; i quali hanno, in effetti, un po’ troppo il Pallino CattoLepantino per l” Islam ….del tipo temere che un futuro Papa di Stampo PostConciliare riconosca pubblicamente la Superiorità dell’ Islam con un’apposita Enciclica di Auto-Certificazione di Dhimmitudine.

    Ciononstante (!) NON sono stupidi: anzi, hanno una notevole propensione ai neologismi per una tassonomia AntiLaicista e AntiPostConcilare tutta loro !

  17. Moi says:

    A proposito di Matteo Renzi: per chi volesse assestargli una Reductio ad Hitlerum fra capo e collo, segnalo che c’è stata la polemica da parte del PCL su certi “Calcianti” del “Calcio Storico Fiorentino”, che esibivano tatuaggi neonazifascisti … ma in realtà NON credo che Renzi avrebbe potuto far molto, anche volendolo.

    • Moi says:

      … anche perché da sempre i Calcianti sono Energumeni (che avrebbero fatto la gioia di Cesare Lombroso in termini di “Atavismo Culturale”) iperfisicati, tatuati, aggressivi e rissosi per il gusto stesso di essere così.

  18. Per Moi

    “certi “Calcianti” del “Calcio Storico Fiorentino”, che esibivano tatuaggi neonazifascisti”

    In effetti, costituiscono un mondo affascinante, sopratttutto quest’anno che i “nostri” bianchi di Santo Spirito hanno vinto per la prima volta da decenni. Interessanti anche le tremende donne del loro giro.

    Sono anche un po’ preoccupanti – non perché io abbia nulla contro la categoria degli Energumeni, ma perché buona parte di loro campa lavorando per altri, che hanno meno fisicità, ma anche più cattiveria.

    Inoltre, è un mondo estremamente chiuso: come vi ho detto, ogni volta che esco di casa, incontro almeno cinque persone che conosco, e con cui ci si saluta calorosamente.

    Bene, alla festa di vittoria dei Bianchi, ho visto tante facce vagamente note, ma quasi nessuno che mi salutasse, perché non interagiscono con gli altri.

    • Moi says:

      Mi pare che ci sia anche la polemica “da Destra” :-) che il Calcio Storico NON dovrebbe essere una cosa “Globalizzata e MultiEtnica” per Energumeni di ogni Cultura e Origine Etnica (ce n’è difatti anche di “Extra” :-) oltre che NON-Toscani) , ma addirittura essere riservato ai soli Energumeni Fiorentini.

      Va be’, il requisito “Energumeno” è irrinunciabile per motivi”tecnici” :-)

  19. Per Moi

    “Mi pare che ci sia anche la polemica “da Destra” :-) che il Calcio Storico NON dovrebbe essere una cosa “Globalizzata e MultiEtnica””

    Ma credo che in certe comunità conti di più il fatto di “dimostrarsi uno dei nostri nei fatti” che astrazioni etniche.

    E se un buttafuori nero ha salvato un suo compagno bianco da un pestaggio, diventa anche lui uno dei Nostri senza troppi problemi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>