Il ministro francese spiega perché gli indigènes non devono protestare. E un raduno Rossobruno in nome della Patria

In Francia, il sabato è trascorso, come dicono i resoconti della polizia, senza incidenti.

Un immenso schieramento di polizia ha impedito qualunque manifestazione pacifica, e siccome nessuno voleva fare una manifestazione violenta, la cosa è finita lì.

La polizia ha fermato tutte le donne che indossavano un foulard nella zona del Trocadéro a Parigi, arrestandone una piuttosto vivace, che si è permessa di dire pubblicamente, «J’emmerde la laïcité»: in Francia, la bestemmia è davvero reato, pare.

La polizia francese mentre porta via due pericolose signore

A Marseille, il ministro degli interni, Manuel Valls, ha spiegato a Le Parisien i concetti di bastone e carota:

«Questo è un avvertimento a tutti coloro che vorrebbero manifestare e sfidare la Repubblica. Il disturbo all’ordine pubblico, il riferimento alle multe e alle pene carcerarie che ne potrebbero conseguire, gli appelli alla calma delle autorità religiose, tutto ciò contribuisce a ridurre il rischio che le persone si riuniscano».

Ricordiamo che l’espressione “autorità religiose”, nel caso francese, si riferisce alle autorità religiose islamiche. Le quali, nella laica Francia, esattamente come in Arabia Saudita, devono il proprio posto e stipendio proprio al governo. Insomma, non hanno altra funzione che appellare alla “calma”.

A JDD, invece, Manuel Valls ha spiegato perché ogni manifestazione andava proibita:

«Il divieto era totalmente giustificato da motivi di ordine pubblico [..]. Chi avrebbe potuto tollerare manifestazioni in cui si istiga all’odio attraverso slogan razzisti e antisemiti, con individui pericolosi e donne totalmente velate?»

Insomma, a differenza delle eleganti vignette di Charlie Hebdo, una folla di boeurs in piena spontaneità avrebbe fatto fare una figuraccia alla Francia. E le figuracce, per legge, si fanno pagare con il carcere.

Intanto, per sabato 10 novembre, gli islamofobi di Résistance Républicaine, che unisce trasversalmente laicisti di sinistra e razzisti di destra, organizza una “Marche contre le fascisme islamiste“:

“Tutti uniti, quali che siano le nostre divergenze etiche, politiche, ideologiche, quali che siano le nostre prese di posizione sul liberalismo, il comunismo, l’aborto, il matrimonio omosessuale, la Repubblica, la monarchia, il bonapartismo, la rivoluzione, l’illuminismo, il regionalismo, il giacobinismo.

Tutti i patroti si devono unire contro il fascismo del 21esimo secolo, l’islamismo”.

Chi se Manuel Valls avrà qualcosa da ridire su questa marcia congiunta tra femministe militanti, cattolici antiabortisti, monarchici e atei. Nonché nostalgici di Napoleone, che evidentemente ne esisteranno pure di quelli.

Print Friendly
This entry was posted in islam, islamofobia and tagged , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

63 Responses to Il ministro francese spiega perché gli indigènes non devono protestare. E un raduno Rossobruno in nome della Patria

  1. mirkhond says:

    E questa sarebbe la terra della democrazia e dei diritti umani…
    Oppure è la terra del troio-pedo-femminismo più abietto?
    Che non abbia ragione celentano quando dice che è un problema di sesso?

  2. Pietro says:

    Interessante come l’islamismo sia di fatto entrato nel gioco del destra-sinistra, segno che ormai conta DAVVERO, anche in termini di voti. Mi interesse sapere come da parte islamica sia visto questo tentativo di “integrazione”, come avvenuto con qualunque fenomeno contestatorio. Lessi un articolo molto bello ai tempi delle banlieues scoppiettanti che sosteneva i beurs si siano ribellati perche’ VOGLIONO essere integrati ma a modo loro. Come il sostenere la nazionale francese per la presenza di Zidane che e’ algerino…
    La dittatura dell’uguaglianza sta rivelando tutte le sue pecche, e la sinistra rischia di essere piu’ razzista della destra, che nell’odio riconosce un’identita’…

    • Andrea Boari says:

      Assolutamente si.

      Gli islamofobi più accaniti sono di sinistra, ed appartengono alla sinistra tradizionale.

      Ovviamente non prendono mai posizioni esplicite, ma praticano l’islamofobia in un cupo e nevrotico silenzio.

      I loro allievi del terzo mondo, si sono trasformati da baldi adepti della rivoluzione mondiale, in osceni e truculenti reazionari.

      Velano e rinchiudono le donne, marciano per se stessi e non per gli altri, non difendono i diritti di tutti , ma solo i loro.
      Invocano Dio in tutte le occasioni… si offendono per qualche innocua vignetta.
      Si adoperano in tumulti e rivolte che ricordano i rigurgiti reazionari di Fra-Diavolo e del cardinale Ruffo. Forse non hanno nemmeno troppo rispetto per l’ontologia del lavoro.

      Inoltre i tradizionalisti di sinistra disprezzano la sinistra multiculturale, pacifista e terzomondista, cazzegiante e paracula, che protegge i loro ex adepti degenerati e che sostiene nientemeno, che tutti i valori e le società sono uguali e che non esiste un metro comune di giudizio.
      Il pensiero debole.

      Insomme non esiste la ragione universale, ma solo il costume e l’abitudine.

      Chi è più occidentalista di un comunista.

      L’internazionalismo proletario era l’occidentalizzazione del mondo. Finita la vecchia Sovietskij Soiuz , il terzo mondo ha svelato il suo volto, quello vero.

      Ma che vuoi fare il mondo desta sempre delle sorprese…

      • giovanni says:

        che cumulo abominevole di stronzate. La feccia integralista islamica è stata voluta, cresciuta, nutrita e armata dal capitalismo USA in combutta coi sauditi. I “freedom fighters” erano feccia armata DA REAGAN, non dalla sinistra. La sinistra supportava il governo comunista afghano, che al contrario dei trogloditi amati e armati dall’occidente faceva andare le donne all’università in jeans.

        • Andrea B. says:

          Nessun problema,
          rimango al piano oggettivo dei processi;
          i riferimenti soggettivi, le censure della coscienza sono ombre o “cumuli” che lasciano il tempo che trovano…

          Il mondo è un pochino più complicato.
          Un’enorme forza come islamismo, non nasce perchè nei cenacoli della CIA qualcuno se ne è servito.
          L’Agenzia è così onnipotente che non ha neppure un agente in grado di parlare un arabo fluente.

          L’Islamismo è un fatto oggettivo, connesso all’attivazione politica delle masse arabe.
          Non può nascere per la volontà di qualcuno.
          La rivoluzione comunista in Russia nasce perchè l’Alto comando tedesco ha finanziato Lenin?
          In un certo siamo tutti innocenti e colpevoli assieme. Siamo fatti e siamo agiti da forze che tutti concorriamo a produrre, sulle quali proviamo ad incidere.
          Quello che accade “la cosa storica” è l’opera inconscia di tutti e di nessuno.

  3. Tortuga says:

    Bene, ma perché non documentiamo invece le costanti prese di posizione pubblicate sui quotidiani e sui canali televisivi in favore della Palestina?
    O forse i palestinesi non sono più musulmani oggi?

    • Pietro says:

      I palestinesi sono lontani, posso fare click e dimenticarli, come Israele…

      • Tortuga says:

        Penso piuttosto che si documenti solo ciò che si vuole, con gli stessi metodi, modi e criteri che si criticano nella documentazioni altrui.

        Dubito che se andassi a vivere in Qatar o in Arabia Saudita sarei trattata come lo sono i musulmani in Francia.

        • Pietro says:

          Si certo. Ovviamente “fanno sapere” solo quello che vogliono ma per non rifare gli errori sovietici devono anche andare anche incontro al percepito, quindi l’immigrato lo trovi sul bus, il palestinese no…
          Il dubbio successivo rientra nei se e nei ma che rischiano di spostare il campo della discussione al di sopra delle nuvole… :)

        • Tortuga says:

          Non troverai il palestinese sul bus, ma sono posizioni comunque sollecitate, richieste e che rappresentano la presenza musulmana in Francia.

          Per il secondo punto vorresti dire che in Qatar o in Saudi Arabia potrei scendere in piazza a manifestare per la laicità e dire “j’emmerde la Sharia” e sarei semplicemente cortesemente riaccompagnata a casa?

          Suvvia!

        • Mauricius Tarvisii says:

          Ok, ma appunto questa è la differenza tra un paese democratico e pluralista ed uno che non lo è: il poter esprimere le proprie opinioni liberamente anche se sono contro l’opinione dominante.

        • maria says:

          Dubito che se andassi a vivere in Qatar o in Arabia Saudita sarei trattata come lo sono i musulmani in Francia

          maria
          dubito anch’io cara tortuga

    • PinoMamet says:

      ” Bene, ma perché non documentiamo invece le costanti prese di posizione pubblicate sui quotidiani e sui canali televisivi in favore della Palestina?
      O forse i palestinesi non sono più musulmani oggi?”

      Ehm… lo sai che non ho capito cosa vuoi dire?

      Mi sembra (ma forse ho capito male io, cioé) che tu prenda questo come un blog “filoislamico” e… “antifrancese”.
      Francamente non trovo che sia né l’una cosa né, ovviamente, l’altra.

      Poi che nella televisione francese ci siano, come dici, continue prese di posizione a favore della Palestina… beh, che c’entra?
      Inoltre, no, i palestinesi non sono solo musulmani, ma anche cristiani, atei, e persino ebrei! ;)

      ciao!

      • Peucezio says:

        Antifrancese no di certo, ma un po’ filoislamico lo è, no…? :-)
        Non è necessariamente un difetto.

    • Andrea Boari says:

      Perchè non cambi il leggermente il tema … ci sono persone vessate che non sono musulmane… oppure musulmani vessati da altri musulmani… oppure non musulmani vessati da musulmani… si sono anche i casi dei marziani che vessano i musulmani. … pare che emigrino anche lì.

  4. Kattivik says:

    - Sur le mares de Paris il_y_a beaucoups des puttains…mille lires la main, cinqcent lires le pompin!
    Sous le pont de la Senne se fa la piss en remenbrant Paris!
    Sur le vois de la patrie on fait a cul nu la cacà en rembembrant la republique!
    Liberté, Egalité et un bon bidet! Pour se nettoyer la bouche du cul de la fraternité par tous les enculées!
    – Sur le mares de Paris il_y_a beaucoups des puttains…mille lires la main, cinqcent lires le pompin!
    En rembembrant un pais emmerdé de sa fausse laicité qui merite le bidet!
    En rembembrant un pais puttain que as vendù le cul aux anglo-americains!
    En rembembrant un pais puttain qui avant chasse ses juifs au velò et aprés sur se fis islamiques lui fait la popò!
    – Sur le mares de Paris il_y_a beaucoups des puttains…mille lires la main, cinqcent lires le pompin!
    La la la la ….la la la la…la la la c’est la France puttain qui se tien a la main et rève de se fair enculer par le boches … mais ils sont riches!
    La la la la ….la la la la…la la la c’est la France puttain qui massacre les Algerièns et se moque de ses prinçips universaux
    La la la la ….la la la la…la la la c’est la France puttain qui seul et bon a rien si non etre…….salope et puttain!

  5. Pierluigi says:

    certo che di gente con le idee confuse ce n’e’ davvero tanta

  6. Pietro says:

    @Miguel: ma sei sicuro che siano rosso-bruni? Di solito loro parlano di superamento dell’antifascismo, non di raduni in nome di quello. Oddio, esistono anche rosso-bruni finiti nell’antifascismo, di solito finiscono in ambienti stalinisti che non hanno l’antifascismo come priorita’. Poi ci sono neri islamici ma e’ un’altra storia… :)

  7. roberto says:

    Miguel,
    ma parli della stessa résistence répubblicaine dell’apéro saucissonnade? sei sicuro che ci sia del “rosso” da qualche parte nelle loro teste? a me sembrano brunibrunibrunibruni

    • Pietro says:

      Mi sa che stiamo parlando di rossobruni diversi. Io intendo i nazionalcomunisti, sempre generalizzando che quegli ambienti sono peggio degli anarchici, due persone quattro posizioni…

  8. Pietro says:

    @Tortuga: il mio discorso era incentrato sul non confondere posizioni ideologiche con posizioni dettate dal quotidano… Posso essere il piu’ grande antiproibizionista del mondo ma se vivo sopra uno squat di punkabbestia la mia posizione vacilla… A me preme distinguere tra chi parla di antirazzismo, islam, repressione da una scrivania e chi lo vive… L’ideologia non sempre regge alla pratica!
    Riguardo al secondo punto volevo solo dire che basare un discorso sui se e sui ma e’ solo artificio retorico, come i leghisti che dicono “voglio vedere se io vado la’ come rispettano il crocefisso”, che puo’ non essere sbagliato ma sicuramente e’ infondato (non basandosi sull’esperienza)

    • Tortuga says:

      “non confondere posizioni ideologiche con posizioni dettate dal quotidano”

      In un certo senso anche il mio, poiché la ruralità implica una scarsissima inclinazione verso gli ideologismi che sono più attribuiti che reali.

  9. Pietro says:

    Infatti il leghista medio delle valli dice “basta che lavori” e vede meglio i senegalesi dei meridionali.

    • Tortuga says:

      non credo proprio che i francesi conoscano nulla di paragonabile al “leghista medio”, se poi per te “rurale” è sinonimo di leghista e, questo è il tuo mondo, non concepisci nulla e vuoi vedere tutto il resto del mondo attraverso le lenti del tuo, è un altro discorso.

  10. Pietro says:

    Ma io ti stavo dando ragione!!! Guarda te come si e’ trattati per appoggiare le tesi di qualcuno… Mi sa che sei un po’ troppo sulla difensiva, sara’ colpa del post precedente!

  11. jam says:

    ..ogni anno ha i suoi divieti, ad esempio nel giugno 2010 erano les manifs aperitivi ad essere vietate:
    un giornale francese scrive: selon nos informations l’apéritif géant ” saucisson et pinard” à la Goutte d’Or (quartiere parigino 18 arrondissement) contre “l’islamisation” lancé sur facebook par “Bloc identitaire et risposte laïque”, n’aura pas lieu. La manifestation sera interdite par la préfecture de police ecc.. ecc…
    bye

  12. mirkhond says:

    I loro allievi del terzo mondo, si sono trasformati da baldi adepti della rivoluzione mondiale, in osceni e truculenti reazionari.

    Velano e rinchiudono le donne, marciano per se stessi e non per gli altri, non difendono i diritti di tutti , ma solo i loro.
    Invocano Dio in tutte le occasioni… si offendono per qualche innocua vignetta.
    Si adoperano in tumulti e rivolte che ricordano i rigurgiti reazionari di Fra-Diavolo e del cardinale Ruffo. Forse non hanno nemmeno troppo rispetto per l’ontologia del lavoro.

    Magari fosse vero!
    I reazionari nel senso di retrogradi rigurgitanti stanno solo in Afghanistan, il resto è sceneggiata costruita dal giornalismo occidentale, per creare un nemico “identitario” da sostituire al defunto spettro del comunismo.
    Comunismo però, che nei paesi dove aveva il potere non pare che fosse poi tanto per il libertinaggio, e anzi neppure alieno da nazionalismi e razzismi, vedasi la Romania post 1945 che espulse 700.000 Tedeschi della Taransilvania e vessò pesantemente gli Ungheresi. Vedasi la Bulgaria comunista che CONTINUO’ la precedente politica monarchica di pesanti vessazioni/assimilazioni forzate/espulsioni della propria cospicua minoranza musulmana, turca e pomaka.
    Vedasi ancora la Serbia nella Jugoslavia di Tito, negli anni in cui era governata da Rankovic’ nel 1944-1966, come trattava amorevolmente la MAGGIORANZA albanese muSSulmana del Kosovo….
    Magari ci fosse davvero quella “restaurazione” a cui hanno alluso per troppo tempo tanti tromboni del marxismo accademico italiano….

    • Andrea Boari says:

      La sceneggiata del giornalismo occidentale;
      è intesa a dimostrare che i Muslims sono dei selvaggi arcaici , delle cose prive di umani sentimenti e quindi passibili di bombardamenti.

      In effetti sono stato in Arabia Saudita e ho scoperto al contrario che le signore non solo non sono velate, ma normalmente fanno shopping in bikini.
      Inoltre la stampa prezzolata, ci ha nascosto per secoli che sono piuttosto le donne ad avere molti mariti e non gli uomini ad avere molte mogli; inoltre tutti i Corani venduti in occidente sono falsificati dalla Cia che ha preferito dare del Corano un’immagine arcaica, mentre invece è una specie di dichiarazione dei diritti universali estesa anche agli omesssuali.

      Non nascondo tuttavia che condivido il succo del tuo discorso, ma non esagerare con i quantificatori.

      • Ritvan says:

        —-La sceneggiata del giornalismo occidentale;
        è intesa a dimostrare che i Muslims sono dei selvaggi arcaici , delle cose prive di umani sentimenti e quindi passibili di bombardamenti. Andrea Boari —
        Già, proprio così.

        —-In effetti sono stato in Arabia Saudita e ho scoperto al contrario che le signore non solo non sono velate, ma normalmente fanno shopping in bikini.—-
        Oh, beh, potevi fermarti un pochino prima, chessò in una colonia di ebrei ortodossi israeliani o andare un po’ più lontano, in un villaggio amish degli USA e vedere le loro donne che fanno shopping in bikini:-)…dici che bisogna bombardare le colonie degli ebrei ortodossi israeliani, nonché i villaggi amish degli USA?:-)

        —Inoltre la stampa prezzolata, ci ha nascosto per secoli che sono piuttosto le donne ad avere molti mariti e non gli uomini ad avere molte mogli;—
        Faccio poco umilmente:-) presente che prima dei recentissimi test di paternità solo la madre era certa…dici che il buon Allah doveva permettere che un bambino fosse definito “di padre ignoto” oppure che doveva insegnare agli arabi del VII secolo d.C. ad eseguire un test del DNA?:-)

        —inoltre tutti i Corani venduti in occidente sono falsificati dalla Cia che ha preferito dare del Corano un’immagine arcaica,—
        Ti avevo detto di “sbreznevizzarti” un pochino, kompagnero, ma mi sa che stai esagerando, eh!:-)

        —-mentre invece è una specie di dichiarazione dei diritti universali estesa anche agli omesssuali.—-
        Eh, già, secondo te il buon Allah che aveva addirittura incenerito Sodoma e Gomorra, all’improvviso, nel VII secolo d.C. doveva dire:”massì, cari fedeli, prendetelo pure nel culo, dobbiamo essere moderni, cribbio!”:-)

        • Andrea B. says:

          Rispondo a Ritvan
          che è una simpatica glossatrice ed una vera specialista in ermeneutica, anche biblica;

          Premetto: nei post del MisFattoquotidiano a cui partecipo spesso, sono censurato e gravemente sospetto di Islamofilia;
          Gli utenti del MisFatto sono tutti azionisti intransigenti, illuministi, razionalisti astratti e non amano la puzza del popolo. Figuriamoci del popolo straniero, un pò tradizionalista e talvolta male in arnese.
          Loro sostengono che i muslims sono molto reazionari e medioevali, mentre io sostengo, che se un pochino è vero, è anche vero ognuno ha i suoi tempi , le sue differenze le sue peculiarità. Ognuno a diritto di vivere nel tempo che gli è proprio. ..

          Detto questo: adoro Breznev, come adoravo l’impero del male. Purtroppo non c’è più.
          Ma mi consolo con riascoltando l’Internazionale.
          E’ sempre una cosa meravigliosa, forse per te un pò troppo occidentale. Ma io sono retrò.
          Da bambino volevo fare l’agente del KGB (Komitet Gosudarstvennoy Bezarosnastiy)
          Gli ebrei ortodossi, mi inquietano e mi intristiscono; come tutti i fondamentalisti, hanno qualcosa di meccanico, automatico e di prevedibile.
          Sono quattro gatti, faticosamente sopportati dal resto degli israeliti e credo non molto graditi dagli indigeni palestinesi.
          Gli Amish sono deliziosi, coltivano un tempo passato non rompono i coglioni a nessuno e per andarli a visitare occorre rompere i coglioni a loro.

          Detto questo credo che tu non abbia compreso nulla di quello che ho scritto ora ed in passato.
          Se leggi qualcosa mettici un pò di attenzione; non partire in quarta alla prima parola sospetta.

          Tuttavia hai una vitalità che ti rende simpatica

        • Andrea Boari says:

          Tieni ben ferma la prima riga Ritvan,
          poi tieni ben ferma l’ultima.
          Non farti distrarre dai particolari.

          Alla fine il senso cambia… è molto più innocuo di quello che pensi.

        • Ritvan says:

          —Tieni ben ferma la prima riga Ritvan, poi tieni ben ferma l’ultima. Andrea Boari—
          Fatto (e passo anch’io al “tu”, kompagnero). Poi me lo dici tu quando posso liberarle, eh?:-)

          —Non farti distrarre dai particolari.—
          Fratello, ma tu non sai che il Diavolo si nasconde nei dettagli?!

          —Alla fine il senso cambia… è molto più innocuo di quello che pensi.—
          Ma com’è umaaaaano lei!(voce di Fantozzi:-) )…Scherzi a parte, ma l’hai letto il Corano, su cui discetti con tanta sicumera? O ti fidi delle “recensioni” che ne fa chessò, un Magdi ExMusulmano Allam?

        • Tortuga says:

          @Ritty

          Io non sono mica riuscita ad andare oltre il terzo capitolo + qualcuno degli ultimi.

          Senza offesa, è un testo pesante da leggere, e si fa veramente fatica a sentirsi in qualche modo coinvolti o a ricavarne qualcosa.

        • Ritvan says:

          —@Ritty Io non sono mica riuscita ad andare oltre il terzo capitolo + qualcuno degli ultimi. Tortuga—
          Mica è obbligatorio leggerlo, eh…basta che poi, dopo NON averlo letto, non ci si metta a pontificarvi sopra, come il nostro kompagno “non tecnico” a cui rivolgevo la domanda.
          —-Senza offesa, è un testo pesante da leggere,—
          Nessuna offesa…del resto è la Parola di Dio, mica la collana “Harmony”:-)
          —-e si fa veramente fatica a sentirsi in qualche modo coinvolti o a ricavarne qualcosa.—-
          Dipende anche dalle capacità “ricettive”, credo….in ogni caso non è indispensabile andare in estasi mistica:-) mentre lo leggi, basta un minimo d’attenzione e capisci tutto.

        • Tortuga says:

          -basta che poi, dopo NON averlo letto, non ci si metta a pontificarvi sopra – Ritvan –

          E’ enormemente più semplice e comodo – in caso di necessità di chiarificazioni su questioni islamiche – chiedere al mio Mullah di fiducia ;-)

        • Ritvan says:

          —E’ enormemente più semplice e comodo – in caso di necessità di chiarificazioni su questioni islamiche – chiedere al mio Mullah di fiducia :-)
          Che sarei poi io:-). Concordo…però, non tutti sono obbligati ad avere fiducia nel mullah:-) Ritvan…

        • Tortuga says:

          - Che sarei poi io:-) –
          Siempre!

        • Roberto says:

          “non tutti sono obbligati ad avere fiducia nel mullah”

          …perchè come direbbe il mullah lui stesso medesimi, sempre di comune mortale si tratta e non del buon dio in persona, giusto?

        • Ritvan says:

          —-…perchè come direbbe il mullah lui stesso medesimi, sempre di comune mortale si tratta e non del buon dio in persona, giusto? Roberto—

          Ciusto!:-)

  13. Per Pietro

    “ma sei sicuro che siano rosso-bruni? “

    Rosso uguale Charlie Hebdo, parte integrante della sinistra francese, compresa quella governativa.

    Bruno uguale Borghezio.

    Borghezio + CharlieHebdo = rossobruno.

  14. Per Giovanni

    “La feccia integralista islamica è stata voluta, cresciuta, nutrita e armata dal capitalismo USA in combutta coi sauditi. I “freedom fighters” erano feccia armata DA REAGAN, non dalla sinistra. La sinistra supportava il governo comunista afghano, che al contrario dei trogloditi amati e armati dall’occidente faceva andare le donne all’università in jeans.”

    Non sono d’accordo sulla semplificazione, i movimenti islamisti sono stati molto vari e anche in conflitto tra di loro, in particolare c’è un abisso tra quelli legati al governo saudita e quelli legati all’asse Iraq-Libano-Iran.

    Comunque è vero che da nessuna parte, la sinistra (inteso come partiti comunisti occidentali o sovietici) ha sostenuto movimenti islamisti ai tempi della guerra fredda.

    Ha sostenuto semmai gli antenati dei governi “laici” che si stanno abbattendo adesso nei paesi arabi.

  15. Per Andrea Boari

    “In effetti sono stato in Arabia Saudita e ho scoperto al contrario che le signore non solo non sono velate, ma normalmente fanno shopping in bikini.”

    Io dico che in Francia, è normale che la polizia fermi le donne per strada in base al modo in cui sono vestite e le multi.

    Tu mi rispondi ironizzando sull’Arabia Saudita.

    Ora, non mi risulta che una sola delle donne multate sia cittadina saudita o abbia anche simpatia per il governo saudita.

    • Andrea B. says:

      Per Miguel

      se leggi il post più attentamente, noterai che era solo una garbata beffa, relativa all’utente che sostiene che la “stampa prezzolata” deforma tutto.

      L’Arabia Saudita è una parodia accidentale.

      Si attribuisce a persone, in fondo dotate dei nostri medesimi sentimenti e dubbi, una propensione radicale alla menzogna ed al dolo.

      Se da un lato nel tuo blog meritoriamente contrasti “la reificazione” dello straniero, soprattutto se è musulmano in quanto dotato di una maggiore “marcatura”, non si deve comunque reificare il resto del panorama umano.

      La questione attiene hai quantificatori del discorso logico.

      Penso che l’essenzialismo non va applicato a nessuno.

  16. Moi says:

    @ MIGUEL

    Ma Borghezio non era Verde ? … Colore conteso dai Leghisti a Musulmani Tradizionalisti e a Ecologisti.

    @ ANDREA

    Guarda che se “le signore” sono escort “noleggiate” :-) da qualche SuperSceiccone possono fare quel che vogliono come Principessine da Le Mille e Una Notte :-)

    • Pietro says:

      Borghezio non e’ l’ultimo pirla… lo fa! Alle spalle ha una militanza in ambiente belli “spessi”…

    • Andrea B. says:

      Per Moi

      ragazze marocchine, mi hanno spiegato che le super velate in divisa islamica
      normalmente sono molto più lascive ed esigenti delle non velate o parziamente velate.
      Del resto si ritiene che il corpo della donna vada controllato accuratamente dai maschi di famiglia, per il disordine sociale che può indurre.

      Così almeno mi hanno detto…ma mi pare una esagerazione.

      • Ritvan says:

        —-ragazze marocchine, mi hanno spiegato che le super velate in divisa islamica normalmente sono molto più lascive ed esigenti delle non velate o parziamente velate. Andrea B.—

        O che per caso frequenti anche tu – come quell’altro B.:-) – una certa ragazza marocchina di nome Ruby Rubacuori?!:-)

        • Andrea Boari says:

          x Ritvan

          Comunista, molto bacchettone.
          Morale: borghese fine 800.
          Peccati capitali: solo accidia.

          Esegesi coranica: nessuna.

          Che il Corano sia la parola di Dio e che l’assunto sia solo un’opinione, non richiede conoscenze specifiche.

          Magdi Cristino Allam …da muslin laico, a cristiano bigotto.
          Sorte tristissima.
          Eri qualcuno, ora non sei nessuno.

          Pare che Cristiano Allam che sia un copto infiltrato per diffamare l’Islam.
          Quindi da copto (nato), è diventato musulmano (laico e quindi finto), per poi diventare cattolico (bigotto) e da cattolico potrebbe diventere ebreo (ortodosso) ed infine zoroastriano (laico).
          C’ è sicuramente un piano antislamico, per ricostituire l’antica Persia Sasanide.

          Il diavolo è nascosto nei dettagli. Concordo.
          Ma se lo cerchi con troppa ostinazione, finisci per trovare quello che non c’è.

          Scusami per il tu, egregia glossatrice.
          Il tuo spirito è sempre contagioso.

          AB

        • PinoMamet says:

          ” Pare che Cristiano Allam che sia un copto infiltrato per diffamare l’Islam.”

          Non credo sia copto, ma so troppo troppo poco per poterlo dire con certezza. Penso che se fosse stato copto veramente lo avrebbe detto senza troppi problemi già quando faceva “quello di sinistra”: e perché avrebbe dovuto farsene? Da copto poteva parlare legittimamente dei problemi egiziani, nord africani e medio-orientali.

          Mi sembra invece probabile che venisse da una famiglia forse di origine cristiana (probabilmente copta?) o comunque con legami e simpatie con il cristianesimo, visto che comunque ha studiato “dai preti”, ma magari formalmente musulmana.
          Il problema è che poi in Italia ha voluto fare il “musulmano moderato” (mentre forse i musulmani già gli stavano sulle balle) e il ruolo non si addiceva troppo a un simpatizzante cattolico… perciò a lungo ha fatto passare sotto silenzio le sue autentiche simpatie.

          Niente di spionistico, insomma (non ci credo alla mafia copta che infiltra i suoi uomini chissà per che scopi ;) ) ma semplice e umano arrabbattarsi a campare.

          In questo caso il suo (decisamente troppo) spettacolare battesimo sarebbe stato la legittima conclusione di un percorso interiore, per quanto contrastato- o dissimulato, a voler essere maligni- esteriormente; se invece fosse stato già battezzato copto o cattolico, il battesimo a Roma in altri secoli gli sarebbe valso un processo da parte dell’Inquisizione ;)

        • Ritvan says:

          —x Ritvan
          Comunista, molto bacchettone. Andrea B.—
          Io anticomunismo…non anticomunisTA, sai fra i comunisti ci sono anche tante brave persone…peccato che quando il comunismo va al potere di solito fanno una brutta fine ad opera dell’immancabile fetentissimo dittatore rosso.
          —Morale: borghese fine 800.—
          Io morale albanese inizio ‘900.
          —Peccati capitali: solo accidia.—
          Qui mi appello alla privacy:-)
          —Esegesi coranica: nessuna.—
          Appunto, come vagamente:-) si sospettava: esimersi dal parlarne a vanvera, allora?
          Io, invece, esegesi coranica discreta (modestamente parlando:-) ).
          —-Che il Corano sia la parola di Dio e che l’assunto sia solo un’opinione, non richiede conoscenze specifiche.—
          Una “opinione” condivisa da circa 1 miliardo e mezzo di musulmani de ‘sto monno.
          —-Magdi Cristino Allam …da muslin laico, a cristiano bigotto.—
          Mah, ti dirò…ai tempi in cui il suddetto “muslim laico” teneva un blog sul sito del Corsera (blog in cui scorrazzavano loschi figuri inneggianti al sionismo e insultanti l’islam) mi sono divertito a cercare in rete le risposte che il suddetto aveva dato alle interviste in cui gli si chiedeva se fosse musulmano. In una rispondeva “Sì, lo sono” in un’altra “Preferisco definirmi “amico dei musulmani” ” e in un’altra ancora “Mia madre è sepolta in Arabia Saudita, terra sacra all’islam”. Quando gli ho chiesto la ragione di tali discrepanze, mi ha fatto un pippone incomprensibile e poi mi ha bannato, quel gran figlio di ….una sepolta in sacra terra d’islam!:-)
          —Sorte tristissima. Eri qualcuno, ora non sei nessuno.–
          Mmmm…io ci andrei piano con la commiserazione, credo che lui sia molto ben pagato.
          —-Pare che Cristiano Allam che sia un copto infiltrato per diffamare l’Islam.—
          No, non era copto, la madre era stata davvero musulmana e il padre – almeno quello ufficiale -pure.
          —Quindi da copto (nato), è diventato musulmano (laico e quindi finto), per poi diventare cattolico (bigotto) e da cattolico potrebbe diventere ebreo (ortodosso) ed infine zoroastriano (laico).—
          Beh, un po’ “ebreo” lo è già diventato, visto che ha scritto un libro intitolato “Viva Israele”:-)
          —-C’ è sicuramente un piano antislamico, per ricostituire l’antica Persia Sasanide.—
          :-)
          —-Il diavolo è nascosto nei dettagli. Concordo.
          Ma se lo cerchi con troppa ostinazione, finisci per trovare quello che non c’è.—
          Nessuna ostinazione.
          —-Scusami per il tu, egregia glossatrice.—-
          Come già detto (anche da altri) masculo sogno, aaah!:-). E, siempre come ti è stato detto, qui è meglio il “tu”.
          —-Il tuo spirito è sempre contagioso.—
          Grazie. Lo spirito lo ritengo un antidoto assai efficace contro il rischio di fanatismi di qualunque genere.

        • Pietro says:

          Quella di islamico ha forse giusto l’I-Phone

  17. p says:

    basta non essere antifascisti e per la democrazia e tutto s’accomoda. non finirai mai tra certa merda.p

  18. per Andrea

    “Nessun problema,
    rimango al piano oggettivo dei processi;”

    1) visto che hai cambiato una parte del tuo indirizzo, il sito ti ha bloccato per un attimo, adesso dovrebbe essere apposto.

    2) sono sostanzialmente d’accordo con la tua analisi, solo che la farei ancora più complessa :-)

    a) non credo all’esistenza delle “masse”, ma a tanti attori diversi, più o meno forti, che fanno la storia

    b) ci sono momenti particolari, in cui basta un piccolo spostamento in un senso o nell’altro, per cambiare molte cose. L’esempio per me più clamoroso è quando la flotta bizantina, costruita con enormi investimenti, stava per prendere Cartagine dai Vandali – e quindi riconquistare la provincia più fertile dell’Africa, che avrebbe permesso di pagare per molto tempo gli eserciti e quindi tenere in piedi per un bel po’ l’impero romano.

    Un vento contrario permise ai Vandali di incendiare la flotta bizantina, rendendo impossibile la ricostruzione dell’impero.

    E’ ovvio che i fattori in ballo erano tanti, ma la storia sarebbe stata abbastanza diversa senza quel vento.

    • Andrea Boari says:

      x Miguel
      Rammento l’episodio.
      Mi pare che la flotta fosse dell’impero d’Occidente (importa poco).
      Poco prima – mi pare ai Campi Catalaunici – la vittoria spettò alla coalizione dei Goti e dei Romani; ma l’Impero cadde lo stesso.

      Dopo Canne, i Romani prevalsero gradualmente sui Cartaginesi.
      Avevano più risorse umane spendibili.
      Erano universalisti, i Fenici non lo erano.

      Il termine masse non l’ho usato. Preferisco l’espressione “forze oggettive” che condizionano e fanno essere in modo e non in un altro.

      Quando penso ai processi storici, li immagino come il gioco del parallelogramma delle forze, molto più complicato, lo rammenti?
      Lo abbiamo studiato alle scuole Medie.
      La direzione finale è prodotta dalla composizione delle forze in corso. Chi è consapevole dell’orizzonte che si apre, accelera verso il possibile e rinuncia all’impossibile.

      Serena notte.

  19. Andrea Boari says:

    x Ritvan

    Comunista, molto bacchettone.
    Morale: borghese fine 800.
    Peccati capitali: solo accidia.

    Esegesi coranica: nessuna.

    Che il Corano sia la parola di Dio e che l’assunto sia solo un’opinione, non richiede conoscenze specifiche.

    Magdi Cristino Allam …da muslim laico, a cristiano bigotto.
    Sorte tristissima.
    Eri qualcuno, ora non sei nessuno.

    Il diavolo è nascosto nei dettagli. Concordo.
    Ma se lo cerchi con troppa ostinazione, finisci per trovare quello che non c’è.

    Scusami per il tu, egregia glossatrice.
    Ma il tuo spirito, libero e disinvolto, è contagioso.

    AB

    • PinoMamet says:

      Mmmm non so se stai ancora scherzando (non lo capisco bene, sono rimbambito io) ma:
      -il tu è molto meglio del lei, nei blog;
      -Ritvan è masculo!! (se ti riferisci a lui)

      • Ritvan says:

        —Ritvan è masculo!! Pino Mamet—
        Confermo.

        • Andrea Boari says:

          Sono dislessico nella scrittura , ma anche nella lettura.
          Inverto facilmente il maschile con il femminile e viceversa.

          Capiterà in altre occasioni, non badateci.

  20. Moi says:

    Ho provato a scrivere “Ritvana” in Google … come nome Albanese femminile esiste ! Ma NON è lo stesso che “Ritvan” … in alcune lingue “Andrea” è femminile e “Andreas” con “S” è maschile !

    • Andrea Boari says:

      X Moi

      maschio,
      comunista,
      dubbia virilità,
      favorito da un nome
      dalla terminazione ambigua.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>