Quanto sono grandi le basi militari statunitensi?

La mappa la riconoscete sicuramente: si tratta di tutte le regioni dell’Italia settentrionale.

Complessivamente, coprono circa 120,400 chilometri quadrati.

Quasi esattamente la stessa superficie – 120,191 chilometri quadrati – occupata (e sigillata) in tutto il mondo da basi militari statunitensi.

Da sola, una di queste basi – il White Sands Missile Range nel New Mexico (9,307 km2) – è grande quasi esattamente quanto la regione Marche (9,366 km2).

Fonte: Nick Turse, The Complex. How the Military Invades Our Everyday Lives, Faber and Faber, London, 2008, p. 55.

Print Friendly
This entry was posted in Storia, imperi e domini, urbanistica, USA and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

18 Responses to Quanto sono grandi le basi militari statunitensi?

  1. Francesco says:

    mi verrebbe da dire: non possiamo fare cambio? cioè, noi gli diamo le Marche e loro di danno White Sands

    anzi, meglio, noi gli diamo tutta la Calabria e loro ci danno White Sands

    così abbiamo anche una buona scusa per dare l’indipendenza alla Sicilia!

    come vedi, Miguel, ci sono più modi di guardare alle cose

    ciao

    :)

    • Peucezio says:

      Tanto White Sands non ce lo danno neanche se gli diamo l’Italia tutta intera.

    • PinoMamet says:

      Peucezio, invece mi sa che accetterebbero.
      In fondo nel cambio ci guadagnano loro, e di un bel po’.

      Io a White Sands non sono mai stato, ma da quello che vedo su Wikipedia, è sostanzialmente una striscia di deserto abbastanza grande per permettere di spararci missili (che l’Italia non ha), di farci atterrare lo Shuttle (che l’Italia non ha) e di fare test con bombe atomiche (che l’Italia non ha).
      A noi non serve a un cazzo e scommetto che non è neanche il massimo della salute; in compenso, gli USA possono destinare all’uopo qualche altra striscia di deserto.

      Invece, i Bronzi di Riace (tanto per citare le cose più famose) gli USa se li sognano.

      Come vedi, Francesco, ci sono modi diversi di guardare alle cose… ;)

      • Francesco says:

        una striscia di deserto … fammi pensare cosa non c’è in una strisca di deserto … una classe politica ben nota alle cronache? una serie di ASL che il mondo internazionale della ragioneria ci invidia? una delle 4 mafie nazionali?
        insomma, ci sono molti modi di guadagnare, uno è sbolognare le perdite ad altri
        e rebus sic stantibus i Bronzi di Riace non hanno molto da vivere …

        a me mancherebbe solo Gennaro Gattuso (tanto lavora a Milano) e la cucina locale (ma i cuochi e i le merci viaggiano)

        e poi veder atterrare lo Shuttle deve essere bello

        ciao

      • PinoMamet says:

        Mi sa che non hai capito.

        La Calabria è amministrata male;
        invece a White Sands non c’è niente cazzo da amministrare, perchè è una cazzo di striscia di deserto, e quel poco che c’è possono benissimo spostarlo in un’altra cazzo di striscia di deserto
        (te piacerebbe che ci mettono il logo della Regione Lombardia, sullo Shuttle!)

      • Francesco says:

        se fossi così ottimista da pensare che la Calabria è amministrata male, spererei in un cambio di amministrazione

        invece è, ai miei occhi, un buco nero senza rimedio

        meglio Sabbie Bianche, magari a scavare c’è qualcosa, in ogni caso ci possiamo fare qualche discarica e centrale nucleare

        PS non sarebbe male un graffitino Padania Lives sulla fiancata dello Shuttle … basta che non esploda in mondovisione!

  2. daouda says:

    Embè?

  3. Per daouda

    Ti sei giocato il commento del giorno.

    Adesso devi aspettare la mezzanotte.

  4. chavo says:

    Miguel, se dovessi capitare in zona Pordenone ti consiglio di gironzolare un po’ per Aviano: un’esperienza antropologicamente assai interessante :)

  5. Karakitap says:

    Nel conteggio è compresa anche la ormai semi-mitica Area 51?

    Certo, è inquietante vedere che le strutture militari di uno stato occupino una superficie superiore a quella di molti stati del globo (è stato fatto l’esempio del Nord Italia, ma si poteva anche dire che le basi USA sono più estese del Portogallo o della Svizzera o dell’Austria o dell’Ungheria) ma non ci vedo nulla di male (anche l’URSS aveva “città nascoste” o qualcosa del genere che ufficialmente non esistevano) un impero, ogni impero, ha bisogno di burro e cannoni, e se anche dovesse mancare il primo, dei secondi non si può fare a meno, se si vuole restare tali.
    Ciao

    • Francesco says:

      un impero senza burro è già morto

    • Peucezio says:

      Ma come riescono a controllare che non entri nessuno lungo un confine così vasto?

      • Francesco says:

        se uno vuol entrare in un poligono per armi atomiche, mi sa che sono un pò cazzi suoi

        se gli va bene, esce l’Uomo Sabbia o Hulk

        per le basi vere e proprie, ci stanno il filo spinato e le guardie

  6. Lasciate in pace daouda, è in riposo fino a mezzanotte.

  7. Marziano says:

    >Agli stupidi terrestri .
    <Da Marziano inferocito.
    Ne abbiamo tasche piene vostri primitivi veicoli spazzatura spaziale stop.
    Ingiungiamo smettere immediatamente stop.
    Caso contrario ridurre terra vetro fuso con arma BZAZZZ stop.
    Beep! Beep!

  8. Moi says:

    Ma è vero che ad Aviano i Casapoundini ingaggiano delle gran risse con i Marines nei bar e nelle discoteche ?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>