Un petardo contro Nello Rega, indagato per simulazione di reato

Nello Rega, di cui abbiamo parlato più volte qui, è un giornalista di Potenza che tempo fa pubblicò un libretto in cui raccontava di come fosse stato piantato da una fidanzata libanese.

Nello Rega in seguito sostiene di essere stato oggetto di una lunga ma fallimentare successione di attacchi da parte del movimento Hezbollah, organizzazione assai efficiente e che non ha mai compiuto azioni militari fuori dal territorio libanese (a parte quelle contro Nello Rega, ovviamente).

Per questi attacchi, la procura di Potenza ha aperto un’inchiesta contro lo stesso Nello Rega, per simulazione di reato.

L’altra notte, verso le tre, Nello Rega era nella sua casa di Roma, quando sul pianerottolo è scoppiato un grosso petardo. Su questo fatto, Nello Rega ha rilasciato un’intervista al sito di destra, Questa è la
sinistra
:

“Tu eri nell’appartamento?
Sì, e ho avuto molta paura. Ero ancora sveglio, seduto sul divano, stavo leggendo. La botta è stata forte, ha divelto la porta blindata, poi ho visto del gran fumo, che è rimasto in casa per un bel po’. Persino il signore che abita sotto il mio appartamento è stato svegliato, e davanti al suo ha trovato cocci e pezzi di terra di un mio vaso, che quindi è stato catapultato sino al piano di sotto. Questo solo per far capire la potenza dello scoppio.”

Un botto così forte, quindi, da essere sentito persino al piano di sotto.

“Hanno lasciato un biglietto di rivendicazione?
Sì, c’era anche il biglietto, con scritto “Sappiamo dove sei. Morirai. Sei uno sporco maiale”. E se sono arrivati fino al pianerottolo di casa mia, significa che sanno veramente dove sono.”

Curiosamente, nell’intervista Nello Rega non aggiunge la precisa rivendicazione di cui parlano le agenzie stampa:

“Sul luogo dell’esplosione è stata trovata una lettera di ingiurie e minacce firmata Hezbollah.”

Il motivo per cui Nello Rega evita di citare Hezbollah è forse da ricercare nell’identificazione, da parte sua, di una nuova e sconvolgente pista:

“Nello, cosa sta succedendo?
Il quadro è abbastanza chiaro, vogliono delegittimarmi. Prima mi hanno mandato l’avviso di garanzia, poi mi hanno levato la scorta, ora l’attentato. Hanno fatto esplodere un ordigno artigianale davanti alla porta blindata del mio appartamento, danneggiando non solo la porta ma persino alcuni oggetti dentro casa.”

Il coraggioso j’accuse di Nello Rega indica inequivocabilmente un’unica mano dietro l’avviso di garanzia, la decisione di togliere la scorta e l’attentato. Insomma, se le sue parole sono citate correttamente, o Hezbollah è mandante dell’avviso di garanzia, o la procura di Potenza è mandante del petardo. In un caso o nell’altro, c’è decisamente del marcio in Lucania.

Ad Adro, vinosa cittadina in provincia di Brescia, le cose vanno meglio. Presso la sede del “municipio de Ader”, infatti, la signora Federica Epis, vivace Giovane Padana, ha organizzato lo scorso 6 ottobre (ma ce ne siamo accorti solo adesso) un incontro con Nello Rega invitando il popolo a recarsi presso la sede civica, nei seguenti creativi termini.

Precisiamo solo che:

1) non ci sembra molto elegante da parte della signora Epis sostenere che il signor Nello Rega avrebbe “subìto” personalmente gli orrori della legge islamica: se è circonciso sarà un fatto suo.

2) se tutti gli ottomila abitanti di Adro che non sono andati a sentire Nello Rega sono musulmani – come afferma la signora Epis – vuol dire che la giovinetta farebbe bene a mettersi un burqa, e pure alla svelta.

Incontro con l’autore: NELLO REGA

…e chi non viene è musulmano!!!!

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

►►►►►►►►►►►►►►► Popolo padano non mancare!

►►►►►►►►DONNE Padane non mancate!

►►►►►►►►►► Si racconta dell’esperienza diretta di un uomo (l’autore Nello Rega) che in prima persona ha vissuto – o per meglio dire SUBÌTO – l’orrore della LEGGE ISLAMICA che per i Paesi musulmani è la Legge dello Stato.

█ PER COMBATTERE CULTURALMENTE CONTRO CHI ANCORA OGGI PRATICA L’INFIBULAZIONE!

█ PER COMBATTERE CONTRO CHI ANCORA OGGI RITIENE CHE LA DONNA SIA UNA PROPRIETÀ E NON UN ESSERE UMANO!

█ PER COMBATTERE CONTRO CHI, ANCORA OGGI, IMPRIGIONA LE DONNE CON IL BURKA, UNA TORTURA CHE NOI ESSERI UMANI NON RISERVEREMMO NEMMENO AL NOSTRO CANE! E se anche ci venisse in mente di farlo saremmo denunciati per maltrattamento di animali… ma ci rendiamo conto con che gente abbiamo a che fare????

█ PER COMBATTERE E CONTRASTARE FERMAMENTE TUTTO CIÒ, BISOGNA CONOSCERE I FATTI…

ESSERCI QUINDI È UN OBBLIGO MORALE, UN IMPEGNO CIVILE! PERCHÈ SOLO SE CONOSCI IL NEMICO PUOI SCONFIGGERLO.

►►►►►►►►► QUALE NEMICO???

IL NEMICO DELLA CIVILTÀ, IL NEMICO DELLA LIBERTÀ, IL NEMICO DEL BENE COMUNE, IL NEMICO DELLE DONNE È L’ISLAM!

►►►►►► PER LORO IL NEMICO (il cristiano) È DA UCCIDERE, SGOZZARE COME UN MAIALE! NOI AL CONTRARIO SIAMO ABITUATI A PERDONARE IL NOSTRO “FRATELLO UOMO”… NOI PERDONIAMO, PORGIAMO L’ALTRA GUANCIA….

ATTENZIONE GENTE PADANA, ATTENZIONE NON MANCATE.

Print Friendly
This entry was posted in Cialtroni e gente strana, islam and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

50 Responses to Un petardo contro Nello Rega, indagato per simulazione di reato

  1. Pingback: Un petardo contro Nello Rega, indagato per simulazione di reato - Kelebek - Webpedia

  2. mirkhond says:

    NOI PERDONIAMO, PORGIAMO L’ALTRA GUANCIA….

    Beh, dal tono acceso della signora, non si direbbe proprio….

  3. Buleghin il vecio says:

    Ma perché non lo vendiamo (Nello Rega) al circo di Mosca?!

  4. Moi says:

    http://www.questaelasinistraitaliana.org/2011/i-razzisti-non-siamo-noi/

    Non so se l’ha scritto Nello Rega o la Redazione di QELSI, ove “I” sta per Italiana, stacci più attento, Miguel :-) , all’ individuazione del Nemico Preferito … fatto sta che compare sotto la foto di Nello Rega.

    • PinoMamet says:

      Certo che l’articolo arriva a spettacolari livelli di stupidità, chiunque lo abbia scritto.

  5. PER COMBATTERE CONTRO CHI ANCORA OGGI RITIENE CHE LA DONNA SIA UNA PROPRIETÀ E NON UN ESSERE UMANO!

    Credo che la nostra non abbia mai fatto caso alle pubblicità.
    Inoltre è interessante notare come non ci sia stato un invito pubblico a esponenti della Chiesa; forse per evitare di correre il rischio di imparare seduta stante cosa sia il perdono, o forse perché la Chiesa malvagia non dà il sacerdozio alle donne e quindi in fondo in fondo le discrimina.

    Donne! è arrivato l’islamino! arrota coltelli, gole, unghie! Donne, non abbiate timore!

  6. izzaldin says:

    scusate l’OT, ma sto impazzendo, e credo che qualche utente possa aiutarmi:
    qualcuno si ricorda il nome di un libro uscito di recente che parla dell’infiltrazione dei movimenti per i diritti dei gay nei paesi musulmani? una specie di Orientalismo di Smith ma sul mondo gay e i paesi islamici. Nello Rega sicuramente l’avra letto e glossato.
    Qualcuno si ricorda il titolo? credo sia uscito solo in inglese, e credo di avenre sentito parlare in queste pagine.
    grazie, scusate l’irruzione, saluti,
    izzaldin.

    • Buleghin il vecio says:

      Il fenomeno dei culattoni desgrasiatamente il ghà già infiltra i paesi musulmani ostaria!
      La propaganda LBT ocidental la dise sempre che israele è libertaria coi culaton! E lo credo ben! I srailiani meton l’afare e i palestinesi poareti mete el dedrio fino da 1948!

      In quanto a le done le dovaria star ben site, cucinar, alevar i tosi e non rompere i maroni con le loro ciacole! Ci si dovrebbe dar il permeso da andar in Chiesa o in Moschea una volta la setimana solo se il Prete o l’Iman non li xè dei porcon!

      • Peucezio says:

        La propaganda LBT ocidental la dise sempre che israele è libertaria coi culaton! E lo credo ben! I srailiani meton l’afare e i palestinesi poareti mete el dedrio fino da 1948!

        :-D
        Verissimo!

        • Moi says:

          In realtà adesso si chiama LGBTQ … tutte le fine-estati a Bologna c’è _ a livello propagandistico di Feste e Festival del PD_ il gioco delle parte di loro che chiedono al PD di far valere i loro diritti senza sottomettersi alle Ingerenze del Vaticano, il PD generalmente risponde(va) che farà il possibile ma … senza i voti cattolici che sono più dei voti LGBTQ Berlusconi non si batte(va) !

          Lesbian Gay Bisexual Transexual / Transegender Queer

          Poi va be’, c’ è sempre qualche proposta di termini come M per Metrosexual o I per Intersexual.

          —–
          Francamnte non saprei decifrare tutto :

          Lesbian, Bisexual e Gay si sa …

          Transexual è il ricorso anche alla chirurgia estetica nonché all’ assunzione di ormoni femminilizzanti, in pratica all’ opposto (!) dei culturisti maschi che si ipertrofizzano a livello muscolare e delle culturiste femmine che si defemminilizzano, vedi appiattimento seno, voce troppo profonda e muscoli più di un uomo normale anche atletico. Il transessualismo _che può prevedere cambio estetico (!) ma non funzionale (!) di sesso _ che femminilizza implica infatti assotigliarsi del pomo d’adamo, voce più acuta ecc …

          Transgender invece è in pratica solo travestitismo, trucco, depilazione … senza ricorso a mezzi scientifici chirurgici e ormonali.

          Metrosexual , Intersexual , Queer o altro non lo so, o meglio non mi è chiaro netto, credevo che Transgender inglobasse il tutto.

        • Moi says:

          Poi va be’ ormai è già da tempo nella Storia d’Italia _oltre alla Pornostar Ungherese Ilona Staller con pesnione da parlmentare_ le baruffe di Vladimir Luxuria con Elisabetta Gardini sull’ uso del bagno delle donne in parlamento, con Alessandra Mussolini su “mejo fascista che frocio”, e poi trova offensivo l’ uso del “lui” in terza persona perché vuole il “lei” in terza persona come una donna “biologica” nonché non accetta
          di farsi chiamare “Onorevole Vladimiro Guadagno”.

        • Moi says:

          Ecco, in quel caso la “Coscienza di Genere” ha il sopravvento non solo sulla “Coscienza di Classe”, ma anche sul “verdetto natale” del DNA …

  7. Per Izzaldino

    “qualcuno si ricorda il nome di un libro uscito di recente che parla dell’infiltrazione dei movimenti per i diritti dei gay nei paesi musulmani?”

    Credo che ne avesse parlato Moi, e volevo chiedergli anch’io di nuovo il titolo del libro, che avevo comunque già incrociato da qualche parte in rete.

    Credo che sia uno studioso, di origine araba ma residente negli Stati Uniti, che afferma che la “persona omosessuale” (distinta dal fatto che ci possono essere rapporti affettivi o anche fisici tra persone dello stesso sesso) sarebbe una sorta di costruzione ideologica, del tutto occidentale e recente. Non so quanto abbia ragione, ma certamente si tratta di una tesi interessante.

  8. Per Mirkhond

    Beh, anche quella che distingue tra “noi esseri umani” e loro musulmani è una chicca:

    PER COMBATTERE CONTRO CHI, ANCORA OGGI, IMPRIGIONA LE DONNE CON IL BURKA, UNA TORTURA CHE NOI ESSERI UMANI NON RISERVEREMMO NEMMENO AL NOSTRO CANE!

  9. chavo says:

    Altro che l’atomica iraniana, è il petardo libanese il vero pericolo per l’Occidente. :D

    Chavo

    p.s: l’immagine di un padano che tenta di mettere il burqa al proprio cane e viene denunciato dall’ENPA non ha prezzo!

    • Moi says:

      Una volta avevo letto in una specie di forum leghista il paragone dell’ attaccamento delle donne musulmane al proprio “velo” a quello dei cani da guardia per la propria catena al collo !

  10. Moi says:

    http://books.google.it/books?id=TMnMC1vlxVMC&printsec=frontcover&dq=desiring+arabs&hl=it&sa=X&ei=ByMLT9mUG82VOv29kPUF&ved=0CDIQ6AEwAA#v=onepage&q=desiring%20arabs&f=false

    Dovrebbe essere “Desiring Arabs” di Joseph Massad, ma mi pare che ne parlò per primo Mirkhond … il discorso è che se il “comportamento”, il “rapporto sessuale” (!) omosessuale può essere effettivamente universale, non altrettanto si può dire della “persona omosessuale”, NON l’ ho letto, ma non credo affatto che la “persona omosessuale” sia un’ invenzione dell’ Occidente. Posso tuttavia credere senza difficoltà che per certi popoli la commistione e la confusione dei sessi (il “genere” di Kinsey) sia più o meno tabù che non per altri.

    • mirkhond says:

      Su wikipedia in inglese, c’era tempo fa, non saprei ora, una voce relativa all’omosessualità e alla pederastia nel Mondo Islamico, soprattutto quello di tradizione turco-iranica tra IX e XIX secolo.
      Articolo impietoso che coinvolgeva tra l’altro anche la confraternita sufi dei Qalandar, perseguitati dai governi musulmani proprio per queste pratiche.
      Soltanto negli ambienti del deserto arabico, e a partire da teologi sunniti rigoristi come Ibn Taymiyya (1262-1332), si sarebbe conservata una forte avversione a queste pratiche, in linea del resto con due hadith attribuiti al Profeta e che condannano le pratiche omosessuali, soprattutto verso i ragazzini.
      ciao

  11. Claudio Martini says:

    Oh, io adoro le femministe padane

    • Buleghin il vecio says:

      Perfetamente d’acordo par una volta almeno a pato che stian in silensio e se limita a mugolar de piaser durante il raporto sesual!

    • Moi says:

      Si tramanda che quando non c’era internet (il fatto risalirebbe agli anni ’70) e certe scritte-slogan potevano propagandarsi solo sui muri ci fu un caso memorabile a Ferrara:

      “Le Donne di Ferrara chiedono l’ Apertua a Sinistra” … cui fece seguito un becero “Agli Uomini di Ferrara l’ Apertura sta bene al Centro, dov’ è sempre stata !”

      Non so come verificarne la verità storica (oddio forse bisognerebbe avere molto tempo da perdere a rumigare gli archivi di qualche caserma di carabinieri o commissariato di polizia) ma lo ritengo verosimile.

  12. Val says:

    Vabbuò, Miguel, ormai è come sparare -tanto per stare in tema religioso – sulla Croce Rossa. Ormai il buon Rega non se lo caga più nessuno, se mi passi il francesismo. O no?

  13. Moi says:

    Al Medio Oriente, ma NON al Maghreb e alla Persia pre-Islamiche, viene attribuita (a partire dagli Ebrei) la massima rigidità mentale e la massima sessuofobia, ma non ho mai capito quale ne sarebbe il motivo, poi non so nemmeno se, ad esempio, esistano zone del mondo di tradizione sessuofobica ancora più forte ma … di cui nessuno si è mai preoccupato perché si tratta di popoli “ai margini” della Storia.

    Cmq sì, è una materia complessa … fra l’ altro NON è esclusiva della specie umana !

    http://www.nabu.it/index.php/Dettagli-del-libro-cercato/items/54.html

    c’ è un libro intero , vedi sopra, al riguardo del naturalista Michael Miersch e coinvolge altri comportamenti sessuali non-procreativi fini a sé stessi, che una certa vulgata religiosa vorrebbe esclusivamente umani.

  14. Per Val

    “Ormai il buon Rega non se lo caga più nessuno, se mi passi il francesismo. O no?”

    Per fortuna, non è proprio così:

    “OSSIGENO – Roma, 12 dic 2011 – La segreteria e il direttivo dell’Associazione Stampa Romana esprimono profonda solidarietà al collega Nello Rega indagato dalla procura di Potenza per simulazione di reato. Si ricorda che il collega Rega, fino a prova contraria, è stato vittima di minacce, oltre che di un attentato, occorso il 7 gennaio scorso, quando egli denunciò che la sua autovettura fu oggetto di colpi d’arma da fuoco. A seguito del provvedimento della procura di Potenza, dal 31 ottobre 2011 è stata revocata la scorta e ciò potrebbe comportare un serio rischio per la sua incolumità personale. Nel pieno rispetto dell’autonomia dei magistrati che indagano, si chiede di fare immediatamente chiarezza sui fatti contestati a Nello Rega al quale va la solidarietà di Stampa romana.”

    http://www.ossigenoinformazione.it/?p=2196

  15. Che poi la sacrosanta affermazione dell’innocenza di Nello Rega “fino a prova contraria” ci presenta il curioso paradosso della diffamazione.

    Se io dico che Obama è stato inviato dagli extraterrestri per diffondere la peste bubbonica, vuol dire che:

    1) io sono innocente finché non vengo condannato per diffamazione

    2) se sono innocente, vuol dire che dico la verità

    3) e quindi Obama è veramente stato stato inviato dagli extraterrestri per diffondere la peste bubbonica

    Lo stesso vale per l’affermazione di Nello Rega, secondo cui Hezbollah avrebbe un fronte militare attivo in Basilicata (e Roma) – l’unico aperto in tutto il mondo – e tutti gli esperti mondiali di questioni libanesi hanno torto e dicono il falso.

    Noi, come abbiamo più volte detto, crediamo a Nello Rega e non agli esperti mondiali, ma quello è un altro discorso.

    • Buleghin il vecio says:

      Se guardi bene al ruolo dei “giornalisti” che spingono per l’odio religioso e/o etnico e affiancano il blocco occidentale nelle guerre di aggressione…quasi quasi godi come un mandrillo quando ne accoppano qualcuno ance se non è propriamente un atteggiamento cristiano.
      Il sito “ossigeno” difende i giornalisti a prescindere, se un giornalista in bolletta scippasse una povera vecchietta causandole la rottura del femore il sito “ossigeno” in nome della libertà di stampa scriverebbe “aggressiva vecchiaccia befana aggredisce povero giornalista per impedirgio di acquisire i mezzi di sussistenza”.

    • Peucezio says:

      Se quelli che scrivono i comunicati di codeste associazioni avessero studiato un po’ Aristotele e i meccanismi del sillogismo… :-)

      Miguel, io però non ho ancora capito, quando pubblichi cose coem questa della signora Epis, se è più in te la ripulsa o il divertimento, ma propendo sempre più per la seconda ipotesi: secondo me ti sei fatto un sacco di risate leggendola (che è poi l’effetto che ha fatto anche a me). Sbaglio?

  16. izzaldin says:

    grazie a tutti, gentilissimi come sempre!
    saluti,
    izzaldin

  17. Moi says:

    @MIRKHOND / TUTTI

    In realtà andrebbe distinto “omosessualità” come “condizione umana” e “Omosessualismo*” come “rivendicazione politica”, sì insomma : GayPride ecc … la cui fenomenologia cerca di seguire il modello del “Femminismo” .

    ___
    * E’ un termine storico ormai usato solo paradossalmente da chi è contro di esso; in effetti, essendo la “Causa Omosessuale” emersa con il Crollo delle Ideologie del 1989, il suffisso “ismo” e “ista” non piace più come prima di quel periodo, perciò i diretti interessati e relativi simpatizzanti lo evitano.

    Il discorso è ovviamente complesso, è venuta meno la diatriba di Mario Mieli sulle sovrapposizioni e contraddizioni tra la “Coscienza di Classe” e _aggiunta alla quale Marx non pensò mai_ e la “Coscienza di Genere”. In questo modo _ per dirla con la formula di Miguel_ il PostMarxismo cominciava a “mandare in soffitta” i Diritti dei Lavoratori per accogliere i Diritti dei Cittadini-Consumatori.

  18. Moi says:

    Mario Mieli emerse già negli Anni ’70, all’epoca sembrava “Marxista Eretico” per il PCI ma … in realtà era un Precursore del passaggio dal Marxismo FiloURSS al Pensiero Liberal USA che in meno di vent’anni sarebbe avvenuto.

  19. Per Moi

    “In realtà andrebbe distinto “omosessualità” come “condizione umana” e “Omosessualismo*” come “rivendicazione politica”, sì insomma : GayPride ecc … la cui fenomenologia cerca di seguire il modello del “Femminismo” .”

    In genere, “omosessualismo” mi sembra che venga adoperato solo da certe frange cattoliche, con una precisa logica:

    1) l’uomo è naturalmente cristiano (non “spontaneamente”, ho detto “naturalmente”)

    2) se devia dalla sua natura cristiana, lo fa peccando

    3) il peccato è sempre associato a scelte coscienti, e quindi a idee/ideologie

    4) ciò che porta l’uomo a deviare dalla natura sessuale assegnatagli da Dio è quindi una precisa ideologia, “l’omosessualismo”.

    Per più o meno lo stesso motivo, la polemica cattolica se l’è sempre presa con ideologie astratte, esistenti o meno: l’illuminismo, lo gnosticismo, il marxismo, la misteriosa “ideologia della morte”, ecc.

    Premesso questo, non escludo che si potrebbe usare il termine “omosessualismo” in parallelo a “femminismo”, se cerchiamo di analizzare appunto la costruzione della “identità omosessuale”.

    • Moi says:

      Ciò su cui i 3 monoteismi concordano al massimo della tolleranza dottrinale però è che “un uomo che giace con un altro uomo” lo può anche fare come “Vizio Privato”, mai (!) però come “Pubblica Virtù”.

      La Contestazione Giovanile, questa sì una prerogativa dell’ Occidente ha fatto di tutto per abbattere il dualismo suddetto. Perciò mi sembra che Massad (ma per affermarlo dovrei leggerne molte più cose) ciurli un po’ … non mi addentro nell’ abuso (!) della taqiya, dal cui appunto ABUSO è il Corano stesso a mettere in guardia i Musulmani ! … Anche se fra i Fondamentalisti Islamici tale abuso è presente, considerando “Minaccia alla Sopravvivenza dell’ Islam” qualunque idea moderna !

    • Peucezio says:

      Resta il fatto che l’omosessualità esiste da sempre, da millenni prima che a qualcuno saltasse in mente di rivendicarla come un diritto e a qualcun altro di bollare come ideologica tale rivendicazione (e in effetti ideologica la rivendicazione lo è, ma la tendenza e l’atto non lo sono affatto).

  20. corrado (qualc1) says:

    No, povera Fede! Ho qualche sospetto su chi possa averti segnalato la notizia… vero PinoMamet? In realtà io la conosco di persona (o meglio, la conoscevo: non la vedo da anni, ormai) ed è una persona gradevolissima, a parte le sue punte di qualunquismo che comprenderei a stento in un novantenne bigotto, scoreggione e ignorante e mai in una sorridente e affabile studentessa di beni culturali.

  21. Per Corrado

    “No, povera Fede! Ho qualche sospetto su chi possa averti segnalato la notizia… vero PinoMamet?”

    No, veramente ci sono arrivato da un link al mio blog dal sito Di-Wan, che non conoscevo.

    Sia chiaro che se segnalo certi testi, diciamo così pittoreschi, è per il loro valore umoristico, non certamente perché io consideri mostri i loro autori o chieda la censura di alcunché.

    Conosco un numero sufficiente di leghisti per rendermi conto che, se chiudono la bocca, sono spesso meglio della media.

  22. Moi says:

    http://www.urbandictionary.com/define.php?term=homosexualism

    @ Miguel leggi punto 2, ho cercato in Inglese apposta perché non dovrebbe essere una lingua molto “popolare” fra i Cattolici …

  23. roseau says:

    qualc1: sono stata io a segnalare la notizia. contento?
    anche se non è vero, almeno la smetterai di vedere pettegolezzi e “soffiate” nei confronti di ex-frequentanti l’università di Parma. O devo ricordare a tutti quando segnalasti un mio vecchio blog a Davide Astori? O quando mettesti in giro il fatto che fossi contemporaneamente una spia del Mossad, un’aderente alla massoneria e un’agente iraniana sotto copertura. passa meno tempo sui siti complottistici e studia. prenditi ‘sta cazzo di laurea triennale in quell’istituto che partorisce un gran numero di cialtroni/disadattati l’anno e cercati un’occupazione diversa dal censire ogni cazzata che internet filtra.

    • corrado (qualc1) says:

      Mi dichiaro in parte colpevole solo per quel che riguarda l'”accusa” di essere affiliata alla massoneria: ma solo perché molti non sapevano il tuo nome e “la Massona” era il tuo soprannome perché parlavi spesso (e non sempre male) dell’argomento.

      «O devo ricordare a tutti quando segnalasti un mio vecchio blog a Davide Astori?»
      Io non parlai mai con Astori di Eroici Livori. Ricordo solo che un mio amico arrivò in chiostro con la pagina stampata di quel blog e tutti capimmo subito chi ne era l’autrice.

      «cercati un’occupazione diversa dal censire ogni cazzata che internet filtra.»
      …ma Marco Pasqua e Dimitri Buffa ci campano, perché io non posso?!
      Eugenio (Scalfari), Maghdi, Ferruccio… pigliatemi :_(
      (…e almeno per Maghdi e Dimitri ho qualche speranza che possano leggere questo appello)

  24. Per Roseau, Corrado, Pino Mamet…

    Vedo che la mitica Federica Epis sta entrando a far parte in pianta stabile della nostra cerchia, anche più di Nello Rega. Deve avere un certo che, visto che gode della simpatia di ben tre persone diversissime tra di loro e certamente non leghiste.

    Quindi se passa da queste parti, benvenüda.

  25. Per Roseau

    “O quando mettesti in giro il fatto che fossi contemporaneamente una spia del Mossad, un’aderente alla massoneria e un’agente iraniana sotto copertura”.

    Il bello è che certe entrate, non devi nemmeno denunciarle al fisco.

  26. roseau says:

    Corrado:
    Io non parlai mai con Astori di Eroici Livori. Ricordo solo che un mio amico arrivò in chiostro con la pagina stampata di quel blog e tutti capimmo subito chi ne era l’autrice.

    Fantastico. Fa piacere, a distanza di sette anni, sapere che ci sono (stati) diversi perdigiorno all’unipr. Invoco il diritto all’oblio e la liberta di parola.

  27. roseau says:

    Corrado:
    Io non parlai mai con Astori di Eroici Livori. Ricordo solo che un mio amico arrivò in chiostro con la pagina stampata di quel blog e tutti capimmo subito chi ne era l’autrice.

    Fantastico. Fa piacere, a distanza di sette anni, sapere che ci sono (stati) diversi perdigiorno all’unipr. D’altronde, sempre meglio che preparare una tesi. Invoco il diritto all’oblio (dopo sette anni, visto che sei archivista lo dovresti sapere, si ottiene de facto) e la libertà di parola.

  28. maria says:

    Ecco, in quel caso la “Coscienza di Genere” ha il sopravvento non solo sulla “Coscienza di Classe”, ma anche sul “verdetto natale” del DNA …

    maria
    la coscienza di genere non ha il sopravvento su quella di classe, sarebbe più corretto dire che quest’ultima non la ingloba meccanicamente come molti a sinistra pensavano o pensano. E’ qualcosa di specifico che non si spiega con la dialettica di stampo marxista. E’ una peculiarità che soltanto il femminismo novecentesco ha mostrato e rivendicato contro ogni ideologia o sistema di pensiero precedenti.

  29. Moi says:

    http://www.youtube.com/watch?v=Uwt1ZiAkQUs

    Le (Dis)Avventure di Nello Rega ad Acireale (Catania) … nell’ “Eterno Presente” [cit.] :-) ;-)

  30. Pingback: Salvate il soldato Nello | Ferri Vecchi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>