Nello Rega, una firma di prestigio e abiti di rilievo

03/11/2011

(ANSA) – POTENZA, 3 NOV – Si è avvalso della facoltà di non rispondere il giornalista di Televideo Rai Nello Rega - indagato per simulazione di reato dalla Procura della Repubblica di Potenza in relazione ad un attentato e ad altri atti intimidatori subiti – a suo dire – dopo la pubblicazione del libro “Diversi e divisi”, sulla convivenza fra cristiani e islamici.

L’appello a sostegno di Nello Rega, promosso dal Rettore dell’Istituto di Parapsicologia e Astrologia, la signora Adriana Bolchini Gaigher, continua a riscuotere successo. E siccome anche noi abbiamo fatto il possibile per sostenere l’iniziativa sin dagli esordi, ci fa piacere annunciarlo.

In tre giorni, le firme sono diventate ben 28: l’obiettivo di 1000 firme è praticamente a portata di mano.

L’appello è condito anche da commenti, scritti nel particolare linguaggio di chi è così saldamente cosciente delle proprie radici italiane da non aver bisogno di pignolerie ortografiche e grammaticali.

Così, Cesare Del scrive, epigraficamente, “Contro i islamici, per l’europa bianca“; Abate Vincenzo chiosa “LA VERITA’ TRINFERA’, HO FIDUCIA IN NELLO“.

L’appello rappresenta una larga parte del semplice popolo italiano che lavora; ma è arrivata anche la prima firma di prestigio, quella della professoressa Elena Quidello, che presenta anche un’interessante proposta di censura planetaria:

“E’ora che l’occidente prenda coscienza dei segreti che questo meraviglioso universo sta rivelando tramite la scienza nuova. Nell’ambito di questo nuovo illuminismo abbiamo il dovere di pretendere che una commissione dell’ONU proclami fuorilegge tutti quei testi religiosi nei quali risultino evidenti gli inviti alla violenza,quella stessa violenza che taluni musulmani soggiogati dall’ anacronistico e vile comando del profeta(?), intendono riversare su Nello Rega e sulla sua libertà di parola.”

La signora Elena Quidello, che sulla propria pagina del Libro dei Ceffi si dichiara appassionata dei “gioielli di Symbolsmundi” [1], è una ex-docente di lingua inglese.

Il 25 luglio del 2010 ha accompagnato con la propria narrazione il Gruppo Sbandieratori e Musici di Oria, Rione di San Basilio, in una manifestazione organizzata dalla Pro Loco di Pulsano: “Saranno circa 200 i partecipanti in abiti medievali tutti assolutamente di grande rilievo“.

elena-quidello

La professoressa Elena Quidello

Sempre a Pulsano, assieme a Shoes for You, Elena Quidello ha presentato la “sfilata di alta moda della nuova collezione “Donna” dello stilista Gianfranco Sasso“, una sfilata intervallata con un “assolo poetico” del poeta Antonio Nuzzo.

Nel mese di agosto, nel corso dell’evento denominato Il Tacco di Bacco, a Taranto, ha presentato Fiori di luce, il primo romanzo di Angelica Laterza, già consulente presso uno studio commerciale di Martina Franca.

Elena Quidello rende certamente più prestigiosa la petizione, e questo fatto speriamo sia di stimolo a chi non ha ancora firmato, pur avendo fatto di tutto in questi anni per diffondere la fama di Nello Rega in Italia.

A titolo di promemoria, segnaliamo i nomi di:

On. Souad Sbai, segretario dell’ODDII
Vito Santarsiero, Sindaco di Potenza
Valentina Colombo, arabista e moglie dell’on. Magdi Cristiano Allam
Alberto Spampinato, direttore di Ossigeno per l’informazione e consigliere della FNSI
Luca Caselli, sindaco di Sassuolo, che ha consegnato le chiavi della città a Nello Rega
Gianni Pittella, vicepresidente vicario del Parlamento Europeo
Roberta Angelilli, vicepresidente del Parlamento Europeo
on. Isabella Bertolini
Aldo Cazzullo, Corriere della Sera
Gerardo Mariani, sindaco di Muro Lucano
Luca Zaia, presidente della Regione Veneto e autore della prefazione al libro di Nello Rega
monsignor Guido Mazzotta, docente di Filosofia Teoretica alla Pontificia Universita’ Urbaniana
Enzo Iacopino, presidente dell’Ordine dei Giornalisti
Roberto Natale, presidente della FNSI
Franco Siddi, segretario della FNSI
Vito De Filippo, governatore della Basilicata
on. Renato Farina detto “agente Betulla”
Mimmo Sammartino, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Basilicata
Alfonso Ernesto Navazio, Presidente di Io Amo la Lucania
Alexandre Del Valle
Andrea Morigi
Mario Razzanelli, Lega Nord Toscana
Antonio Gambetta Vianna, Lega Nord Toscana
Gianluca Lazzeri, Lega Nord Toscana
Dario Locci, Lega Nord Toscana
Marco Cordone, Lega Nord Toscana
Hamza Boccolini
Gamal Bouchaib
Francesco Bongiorno
Fabio Massimo Parenti
Prof. Nicola Cerverizzo, governatore della 8^ Area del Panathlon International
Attilio Cavallaro, curatore del Premio Internazionale Rosario Angelo Livatino e Antonino Saetta
avvocato Loredana Gemelli
Paolo Sinisgalli della Pro Loco di Gallicchio
i curatori del Premio di Critica Letteraria di Salò
i curatori del Premio per il giornalismo di San Fele – Penisola Sorrentina
i curatori del Premio  “Incostieramalfitana 2010”
i curatori del Premio  “Isis 2010”
Nicola Pagliuca, capogruppo di Forza Italia nella Basilicata
Luigi De Lorenzo sindaco del comune di Aliano
Palmiro Sacco, presidente del consiglio provinciale di Potenza
Ugo Salera, sindaco di Tramutola

Come noterete, manca il nome di Claudia Severi, Assessore alla Pari Opportunità del comune di Sassuolo, che ha avuto il coraggio di dichiarare pubblicamente la propria solidarietà a Nello Rega.

Nota:

[1] Symbolsmundi, ardito accostamento anglo-latino, spiega così la propria mission:

questi simboli che ritroviamo ancora oggi disegnati con la calce sui caratteristici coni dei tetti dei trulli, sono legati a diverse tradizioni di origine magico-pagana e derivano dal mondo primitivo e sono riproposti oggi in chiave moderna e attuale”.

Symbolsmundi ci fa conoscere anche uno dei “segreti che questo meraviglioso universo sta rivelando tramite la scienza nuova“, per ripetere la bella frase della professoressa Quidello, e precisamente riguardo all’origine del Sole:

“Il Sole nasce in seno alla cultura dell’antico popolo dei Celti all’interno dell’albero della vita”.

Più vicina alla vecchia ortodossia scientifica l’affermazione successiva, riguardante la funzione concreta del Sole: “Rappresenta una potente fonte di energia“.

Da dilettanti di storia, ci arrendiamo semplicemente di fronte alla “cultura cèdrone“, che secondo Symbolsmundi ispirerebbe il simbolo della Croce Cosmica Salvezza Universale Albero della Vita. Si arrende anche Google.

I gioielli di Symbolsmundi – indossati nel catalogo da appariscenti modelli – hanno anche funzioni pratiche: chi indossa il pendente d’argento I Tre Mondi “riceve il beneficio della coscienza del bene e del male” ed è presumibilmente la fonte della nuova scienza della signora Quidello.

I latinisti sono invitati a chiudere un occhio sul nome del gioiello Sole Cristi.

Print Friendly
This entry was posted in Cialtroni e gente strana, islam, islamofobia and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

33 Responses to Nello Rega, una firma di prestigio e abiti di rilievo

  1. PinoMamet says:

    L’idea di usare i simboli disegnati sul tetto dei trulli per piccole opere di oreficeria o bigiotteria non è neanche male, e decisamente meglio di altre cazzate da orefici di cui si vedeva la pubblicità in TV gli anni scorsi
    (impagabili i nomi di una di quelle, ma non voglio fare nomi perché mi dicono abbia la querela facile… ma ricorderete l’ambientazione veneta)

    la realizzazione però è potentemente tamarra, secondo me.

    tra l’altro nel catalogo mi sembra che i gioielli siano brutalmente photoshoppati su immagini di modelli e modelle pre-esistenti;
    non vorrei pensare male, ma non è che ci troviamo di fronte a una “simulazione di catalogo”?

    Che ne so, hanno preso un qualunque catalogo di biancheria e costumi da bagno e ci hanno ritagliato sopra i loro gioielli?
    L’impressione è quella.

    • PinoMamet says:

      Mi correggo: in alcune immagini la modella e il gioiello sembrano fotografati insieme (in altre proprio no).

    • Moi says:

      @ PINO

      Non ho capito a chi alludi, cmq un simbolo religioso del Veneto dal significato particolarissimo è il pentacolo con vertice rivolto verso l’alto e disegnato di tre quarti …

  2. Il Libro dei Ceffi ha l’indubbio e prezioso merito di sciorinare coram populo quella mediocrità assoluta che pare costituire un requisito informale dei candidati all’autoschedatura.
    Si resta sinceramente senza parole davanti alla marea montante di milioni di individui che ritengono indispensabile far sapere a tutti quanto sia buona la birra fredda o quanto sia bello dormire fino a tardi la domenica.
    L’unicità irripetibile di ogni essere umano, valorizzata davvero nel migliore dei modi…!

  3. PinoMamet says:

    Apprendo dal catalogo che sui tetti dei trulli si trovano
    “croci, candelieri… stelle di David, svastiche”

    ce n’è per tutti i gusti, direi. La mezzaluna, non pervenuta.

  4. Pingback: Nello Rega, una firma di prestigio e abiti di rilievo - Kelebek - Webpedia

  5. per PinoMamet

    “tra l’altro nel catalogo mi sembra che i gioielli siano brutalmente photoshoppati su immagini di modelli e modelle pre-esistenti;
    non vorrei pensare male, ma non è che ci troviamo di fronte a una “simulazione di catalogo”?”

    In effetti, c’è una certa contraddizione tra:

    1) artigiano pugliese

    2) un certo numero di modelli dall’aria abbastanza ebete da sembrare professionisti, e palesemente statunitensi (e poco pugliesi).

    Interessante… se qualcuno più esperto di me volesse cercare in giro, per risalire alle (eventuali) fonti delle immagini.

  6. Symbolsmundi ha anche una curiosa collezione di foto su Badoo http://badoo.com/0257169425/

  7. Francesco says:

    e coi islamici bianchi come facciamo?

    li teniamo nell’Europa bianca o li cacciamo da quella no islamica?

    mi pare un dilemma irresulovibile terribile

    :(

    • Z. says:

      Li mandiamo in parte in Bosnia, in parte in Albania e in parte in Turchia.

      Il tutto suddividendoli in ragione direttamente proporzionale alla popolazione dei tre paesi.

      Z.

  8. BINGO!

    symbolsmundi:

    http://www.flickr.com/photos/gioielli-portafortuna/4126955275/in/photostream/

    istockphoto:

    http://www.istockphoto.com/stock-photo-10411532-close-up-portrait-of-sexy-caucasian-young-woman.php

    ecc. ecc. ecc.

    Mica è un reato, ovviamente. Solo che le facce e i corpi da surfer di plastica californiani, con gli antichi abitanti dei trulli, non so quanto ci azzecchino.

  9. serse says:

    Scusate, chiedo ai commentatori più assidui di me:
    ma ‘sto Nello Rega che gli ha fatto a Miguel? Deve avergliela combinata grossa, immagino. :-)
    serse

  10. Per Serse

    “ma ‘sto Nello Rega che gli ha fatto a Miguel?”

    Assolutamente nulla. E’ il contesto che è affascinante.

  11. Da un’ora circa, c’è un firmatario – salvo omonimie – ancora più famoso della professoressa Quidello.

    Un certo Emanuele Etzi, che – risalvo omonimie – potrebbe essere questo signore qui:

    http://www.wloski.ang.pl/forum/pomoc-jezykowa-tlumaczenia/199057

    Sul banco degli imputati ci sono Emanuele Etzi, cagliaritano, 39 anni, caporale del corpo della Croce Rossa e all’epoca dei fatti impegnato nell’operazione Antica Babilonia con l’esercito italiano (era stato arrestato proprio in Iraq dalla polizia militare), Alberto Fanunza, 34 anni di Selargius, ex maresciallo dell’esercito. Ad Alberto Fanunza, invece, gli inquirenti contestano la ricettazione. La truffa avrebbe fruttato circa 300.000 euro, la mente del raggiro sarebbe stata la coppia Mulargia-Deligia che chiedeva ad Angius, titolare di un negozio di elettrodomestici a Pirri, di falsificare i documenti che si procurava al Sert. False buste-paga, falsi codici fiscali, false bollette dell’Enel servivano per convincere le società finanziarie a concedere il prestito che veniva usato per acquistare automobili, soprattutto Citroen e Honda: venivano pagavati i primi due bollettini e poi più nulla. Intanto le auto venivano rivendute a basso costo: una macchina da ventimila euro veniva piazzata a ottomila euro.

    Si potrebbe pensare – salvo omonimie – che Emanuele Etzi sostenga Nello Rega per un comprensibile rigetto nei confronti dei soprusi della magistratura, ma traspare anche un elemento ideologico.

    Infatti, c’è un certo Emanuele Etzi sul libro dei Ceffi http://it-it.facebook.com/people/Emanuele-Etzi/100000210152032 che nella vita apprezza quanto segue:

    “MIA NONNA ACTIVITY, Mossad, 9 reggimento folgore, Brigata Paracadutisti “Folgore”, “Medaglia d’oro al valor militare” per i 6 eroi di Kabul, Ispettorato Provinciale Pionieri C.R.I. Ferrara, G.I.S- per i fan del gruppo intervento speciale dell’arma dei carabinieri, Le frasi di Mussolini, CORPO MILITARE CRI, arsenio lupin, Regione Abruzzo, CROCE ROSSA ITALIANA – CORPO MILITARE XIIº Centro Palermo, NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE, Militari E Medici in Missione, Jessie J Chile…e 88 in più”

  12. serse says:

    Lo so Miguel, voleva essere una battuta.
    Visto “l’accanimento terapeutico” mi era venuta in ente la barzelletta di Gigi Proietti:
    … ar cavagliere nero NUN JE DEVI CACA’ ER CAxxO!!!

  13. Alessandra says:

    No vabbe’, ma tra i firmatari ci sono proprio tutti… Pure Del Valle, che onore. E Morigi. Ho sbagliato tutto.

  14. Buleghin il vecio says:

    Basta con il REGA NELLO Martinez!

    REGANELLO
    NELLOREGA
    GARENELLO
    GARELONEL
    NELLOGARE
    LONELGARE

    • PinoMamet says:

      Manca il
      Geranello : vecchio geranio

      anche gli altri che citi sono curiosi

      Reganello: strumento per misurare la pasta
      Gare Lonel: attore americano degli anni ’40
      Nellogare: detto di cosa o persona in atto di annegare, ma che sta ancora a galla;
      Lonelgare: arcaico per “essere vaghi, non affermare né negare”
      anche: contrazione di “l’ho nel gare”, volgare dialettale per “mi trovo in una situazione spiacevole” :)

      preso dalla foga, stavo anche commentando “Nellorega” scrivendo (ve lo giuro) “Nello Rega, amico di infanzia di Elio citato nel primo album di Elio e le Store Tese”;
      poi mi sono accorto che un tale che si chiama così esiste davvero :)

      • In un commento ad un post precedente accennavo a Negarello!
        Ritengo probabile che si vada nella direzione di cui al nuovo nome: essersi avvalso della facoltà di non rispondere mi infonde nuove certezze.

        (Forza Elio!)

  15. Dai bei vecchi tempi in cui la solidarietà era ancora un valore:

    “GIORNALISTI: ASR,INCONTRO CON PREFETTO ROMA PER SICUREZZA REGA

    27/11/2009

    GIORNALISTI: ASR,INCONTRO CON PREFETTO ROMA PER SICUREZZA REGA
    (AGI) – Roma, 27 nov. – L’Associazione Stampa Romana chiede un incontro al Prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro per conoscere quali provvedimenti urgenti intenda mettere in atto per garantire l’incolumita’ del giornalista Nello Rega, in forza alla testata Televideo Rai, nuovamente vittima oggi di una intimidazione: nella sua auto stamani ha trovato la testa mozzata di un agnello. E meno di una settimana fa gli era arrivata a casa una busta con dentro due proiettili. Rega, autore del libro ‘Diversi e divisi’, un romanzo sulla convivenza tra cristiani e islamici, ha gia’ piu’ volte denunciato di aver subito minacce da parte di gruppi che si presume siano collegati all’estremismo islamico a Potenza – come oggi – ma anche a Roma. “Non e’ tollerabile – sostiene l’ASR – che lo Stato continui a dare l’impressione di non essere al suo fianco e di non fare il possibile per metterlo al riparo dalle minacce”. L’Associazione Stampa Romana, d’intesa con la Fnsi, sollecitera’ quindi anche il ministero dell’Interno “affinche’ a Nello Rega venga assicurata la sicurezza e l’incolumita’ fisica su tutto il territorio nazionale”. Ma – aggiunge il comunicato del sindacato romano della stampa – “anche i giornalisti possono e devono fare la loro parte. Per questo l’Asr lancia un appello a tutti gli organi di informazione a raccontare questi episodi affinche’ si crei la ’scorta mediatica’ per il giornalista di Televideo e per tutti i colleghi vittime di minacce e intimidazioni”.”

  16. Moi says:

    Il film preferito di Lady / Matrona ;-) Quidello :

    http://www.youtube.com/watch?v=SiBe1h2Qleg

    classico immaginario (!) del Buddhismo (specie in versione Tibethana) come Oriente Buono e Lontano, mentre l’ Islam sarebbe l’ Oriente Cattivo e Vicino.

    • Moi says:

      Nel film non credo che ci siano dei Musulmani (anche se in Cina ne esiste una minoranza, che cmq NON scimmiotta gli Arabi, relativamente numerosa) … era discorso in generale.

  17. Moi says:

    Il video è oramai “storico” :-) ma mostra molto bene una cosa su cui chiederei lumi:

    http://www.youtube.com/watch?v=xUxlBHBHg50

    avete visto bene le illustrazioni del libro, no ? Ma sono di Amos Luzzato ?

    … Lo stile “naif” è cmq simile !

  18. Moi says:

    http://www.diversiedivisi.it/sezione/discussioni/

    Poi va be’ … il paradosso dell’andare nella “Tana del Lupo” in Libano, avrà mica voluto emulare i Montanisti ?!

  19. amal taher says:

    ciao miguel,vorrei sapere una cosa ma (l’amici) del signor rega conoscono il libano? o forse il signor NELLO REGA è l’unico che stato con una donna libanese sciita? un po di informazione non fa male:) .vediamo un po….
    primo…in libano ci sono 18 religione ,la magioranza sono i cristiani e i musulmani.il punto è che si sposano tra di loro da anni e non hanno avuto problemi.
    secondo , NAKOURA è un piccola paesino ci sono quasi 4000 abitanti musulmani sciiti che ha nominata il singor NELLO REGA nell suo libro e anche il paese della ragazza libanese,a nakoura ci sono anche il CASCO BLU sono misto tra italiani, francese.,ec… ci sono tanti di questi militare che sono sposati delle donne libanese musulmane sciiti alcuni di questi militari sono tornati a casa con le loro famiglie(musulmana) e alcuni sono remasti a nakoura e in tanti altri posti in libano e vivono con le loro famglie una vita tranquilla . la mia domanda perchè tutti questi persone non sono stati minaciati o seguiti ?
    se mi ricordo bene il libro parla di una storia d’amore non di religione e pulitica .

  20. john petrucci says:

    Ho letto per curiosità le firme (ben 36..) e trovo alcune spiegazioni assolutamente esilaranti:

    – “7089081
    Adriana Bolchini
    La vita e la libertà di pensiero e di parola sono diritti inalienabili da chiunque”

    Si confermo, non credo che questi diritti siano vendibili da chiunque…ma altri possono farlo?e sopratutto perché dovrebbe riguardare Rega? Mah…

    -“7090447
    Alessandro Mazzucco
    Perche’ non e’ mai stato convocato ed ascoltato ,nonostante le continue richieste da parte sua ? E’ un comportamento inaccettabile da parte degli inquirenti,potrebbe accadere a chiunque………………….

    Veramente lui non voleva essere convocato, ma voleva andare a riferire solo la sua versione senza possibilità di rispondere a domande precise.
    Tanto è vero che alla prima richiesta ufficiale si è avvalso della facoltà di non rispondere……..

    -“7091084
    16014
    Alessandra Poggi
    E’ una situazione incredibile, qui in ballo c’è tutto il modo di vivere del nostro Paese…ora sulla “pelle” di Rega ma potrebbe veramente capitare a ognuno…

    Ora, se prendete il commento con firma postato sopra vedrete due simpatiche coincidenze:
    1-Tutti e due si chiamano Alessandro
    2-Tutti e due sono convinti che quello capitato a Rega possa succedere a tutti….
    Ora che possa succedere a tutti di avere una scorta no, non credo.
    Come credo che realmente siano la stessa persona.

    “7091240
    40026
    Filippo Paterna
    Sono convinto che Nello sia una persona seria ed onesta ,ma comunque a parte ogni discorso sulla onestà o sul “chi” abbia effettuato le minacce , nelle more di qualunque indagine non si può mettere a rischio la vita umana! Forza Nello !!

    Lui è convinto sull’onestà del Nello ma poi mette da parte i discorsi sull’onestà….evviva!!!!!

    “7116928
    Seyyed Morteza Bakhtiair
    Non crediamo all’imputazione per simulazione di reato, e contro la palese ingiustizia perpetrata, proponiamo una Corte imparziale http://www.justice.ir/Portal/Home/

    Una corte imparziale?ma dove siamo, ad un gioco a premi?
    Magari , se fosse possibile, si potrebbe scegliere che so, un parente di Rega come giudice?????

    “7118746
    Dalai Lama
    Schiere di monaci tibetani sono pronte ad immolarsi per questo Campione della Democrazia, della Libertà e dei Diritti Umani!

    ahahhaahah bellissimo ed ironico!!!!!!!!!!Grande!

    “7122425
    Dario Magri & Ariom Tonti (trilateral, Aspen, Bilderberg Etc)
    Manderemo in default la repubblica delle banane se oserà attentare alla libertà del Nostro!

    Ultimo:
    Coppia massonica che minaccia crisi economica da logge p2 se solo si oserà togliere la libertà del Mostro(ops, nostro).
    Si poteva fare di più dai….

  21. Pingback: Nello Rega, inquisito per simulazione di reato, trova amici a Firenze | Kelebek Blog

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>