Nello Rega accusato di simulazione di reato, non lasciamolo solo

Il signor Nello Rega di Potenza è attualmente indagato per simulazione di reato dai pm Domenico Musto e Anna Gloria Piccinini.

Ricordiamo brevemente che Nello Rega dichiara di essere l’unica persona fuori dal Libano a venire regolarmente perseguitata dal movimento sciita libanese Hezbollah, per aver pubblicato presso una minuscola casa editrice la storia di come lui sia stato piantato da una fidanzata libanese.

Inoltre – ma per questo non viene indagato – si è anche dichiarato docente all’Università di Urbino, dove invece negano di conoscerlo.

Noi crediamo a Nello Rega su entrambi i conti (Nello Rega non è certo Francesco Guzzardi).

Quindi lanciamo un appello all’insegna di un concetto elementare: CI FIDIAMO DI NELLO REGA OGGI COME IERI.

Per il testo del messaggio, riprendiamo semplicemente una dichiarazione dell’on. Souad Sbai dello scorso 7 gennaio:

«Esprimo tutta la mia vicinanza e solidarietà all’amico Nello Rega, già da due anni nel mirino di un certo islam radicale per quanto accaduto la scorsa notte. Un grande professionista che ha sempre espresso in modo chiaro e onesto la situazione dell’estremismo islamico nel nostro Paese. Questo e’ l’ennesimo vile gesto condotto da attentatori senza scrupolo. Bisogna che lo Stato tuteli le persone che hanno il coraggio di denunciare, come fatto da Rega, le minacce terroristiche che si profilano sempre più violentemente in Italia».

Invitiamo a firmare questo appello tutti coloro che in passato hanno solidarizzato con Nello Rega, hanno tenuto conferenze assieme a lui, lo hanno invitato a presentare il suo libro, gli hanno regalato le chiavi delle loro città o lo hanno premiato.

Il momento è certo oscuro, ora che Hezbollah sembra essersi impossessato persino della magistratura lucana, nonché degli uffici dell’Università di Urbino. Ma con la Forza della Ragione si può vincere.

Cercando sul sito dello stesso Nello Rega e su Google, stiliamo una lista provvisoria delle persone che hanno solidarizzato in qualche modo con Nello Rega:

nello-rega

Nello Rega

On. Souad Sbai
Vito Santarsiero, Sindaco di Potenza
Valentina Colombo
Alberto Spampinato, direttore di Ossigeno per l’informazione e consigliere della FNSI
Luca Caselli, sindaco di Sassuolo
Claudia Severi, Assessore alla Pari Opportunità del comune di Sassuolo
Gianni Pittella, vicepresidente vicario del Parlamento Europeo
Roberta Angelilli, vicepresidente del Parlamento Europeo
on. Isabella Bertolini
Aldo Cazzullo, Corriere della Sera
Gerardo Mariani, sindaco di Muro Lucano
Luca Zaia
monsignor Guido Mazzotta, docente di Filosofia Teoretica alla Pontificia Universita’ Urbaniana
Enzo Iacopino, presidente dell’Ordine dei Giornalisti
Roberto Natale, presidente della FNSI
Franco Siddi, segretario della FNSI
Vito De Filippo, governatore della Basilicata
on. Renato Farina detto “agente Betulla”
Mimmo Sammartino, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Basilicata
Alfonso Ernesto Navazio, Presidente di Io Amo la Lucania
Alexandre Del Valle
Andrea Morigi
Hamza Boccolini
Gamal Bouchaib
Francesco Bongiorno
Fabio Massimo Parenti
Prof. Nicola Cerverizzo, governatore della 8^ Area del Panathlon International
Attilio Cavallaro, curatore del Premio Internazionale Rosario Angelo Livatino e Antonino Saetta
avvocato Loredana Gemelli
Paolo Sinisgalli della Pro Loco di Gallicchio
i curatori del Premio di Critica Letteraria di Salò
i curatori del Premio per il giornalismo di San Fele – Penisola Sorrentina
i curatori del Premio  “Incostieramalfitana 2010”
i curatori del Premio  “Isis 2010”
Nicola Pagliuca, capogruppo di Forza Italia nella Basilicata
Luigi De Lorenzo sindaco del comune di Aliano

Associazioni giornalisti Cava-Costa d’Amalfi “Lucio Barone”

E poi Rai Uno: chi riconosce le facce in questo video, me lo dica.

Print Friendly
This entry was posted in Cialtroni e gente strana, islamofobia and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

12 Responses to Nello Rega accusato di simulazione di reato, non lasciamolo solo

  1. Pingback: Nello Rega accusato di simulazione di reato, non lasciamolo solo - Kelebek - Webpedia

  2. PinoMamet says:

    Poraccio.
    Tutto ‘sto casino perché è stato mollato dalla fidanzata. Mo’ pure i giudici.
    Però gli suggerisco il titolo per il secondo libro: dopo “Diversi e divisi”, “Cornuto e mazziato”.

  3. Buleghin il vecio says:

    Il Nello Rega la mattina si alza e quarda se c’è la brina
    indi poscia etiam controlla sia carica la colubrina.
    Esce dal porton e cosa fà? Un pensierin ad Hezbollah!
    Il postino poverello gli recapita qualche papello
    dell’islam-comu-fascista movimento mandatogli a memento!
    Dice il terribile papello “se vuoi scopar in Libano devi aver il pisello!”
    Anche la pia islamica libanese vuole che l’uom oltre ad essere cortese
    possa darle un po di felicità! E farle esclamar “ah! ah! ah! ah!”
    Il Nello Rega se ne frega e dice che la libanese è una strega
    che non apprezza la letteratura ma solo una mascolinità sicura!
    Gli arriva un altro terribile papello scritto addirittura da Nashrallah
    che stranamente inizia con “ah! ah! ah! ah!”
    Non è l’urlo del piacere ma una risata di presa per il sedere!
    E continua il papello del santone “così và benone!”
    “noi islamici ignoranti almeno siamo eleganti
    noi i cretini non li ammazziamo ma sol li deriadiamo!
    Nello Rega poveretto urla e strepita e rumor fa con il retto
    afferrata la colubrina fà subito la sua manfrina
    spara un colpo contro l’auto e strepita con un soprassalto
    “colpa dei nazi-comu-islamisti che sono veri anticristi!”
    Saputa la cosa Nashrallah il demonio cosa fà?
    Scrive al Nello “ho parlato con la pulzella che
    m’ha detto che non hai pisello!
    Invece di sbraitar prega Allah che è misericordioso e sa che fà!
    Può darsi che Lui l’altissimo provvederà!”

    • PinoMamet says:

      Nello Rega e Nasrallà…come il signor Bonaventura e Barbariccia (quello di Tofano, non quello di Dante).
      Non resta che trovare un disegnatore ;)

  4. Marcello Teofilatto says:

    Attento, Miguel! Domani qualche giornale titolerà: “Ancora liste di proscrizione su Internet”. Poi non dire che non ti avevo avvertito :-).
    Ciao da Marcello Teofilatto

  5. Buleghin il vecio says:

    La cosa incredibile non è tanto il Nello Rega in se …, il “furbetto del quartierino” che cavalca l’onda c’è sempre ahimé, ma è lo squallore dei sostenitori che senza la minima verifica dei fatti esprimono “solidarietà”.

    Ormai due categorie, con le doverose e poche eccezioni, stanno dimostrando una ciarlateneria che ne farebbe delle stelle in giochi circensi (retro pensiero: farli mangiare dai leoni) e sono i politici ed i loro reggicoda giornalisti.

    Hai serva Italia!

  6. Girando per Google oggi pomeriggio, non vedo una dichiarazione, ma nemmeno una, di solidarietà con Nello Rega Perseguitato dalla Magistratura.

    Al primo Solidale che avvistate, va il premio coerenza Kelebek.

    • Buleghin il vecio says:

      FLASH!:
      Nello Rega invitato a presentare il suo libro “Cornuto e mazziato” all’hotel Phonicya di Beirut con la presentazione eccezzionale di Nashrallah!

  7. Leonardo Pietrafesa says:

    Beh, mancano quelli che lo hanno invitato a tenere un incontro a Tramutola, dove io l’ho contestato:
    Palmiro Sacco – presidente del consiglio provinciale di Potenza
    Ugo Salera – sindaco di Tramutola
    Senza contare la moglie del sindaco che ha anche indossato il famoso burqa per vedere che effetto che fa!

  8. Spero solo che non vada in onda la scena del:
    ma no! sono stato frainteso
    qualcuno scriveva il libro in casa mia senza che me fossi mai accorto!
    e comunque è Hezbollah che mette in giro la voce che io li abbia accusati di chissà cosa!

    Dovesse succedere, tocca ribattezzarlo Negarello.

  9. Pingback: Nello Rega, inquisito per simulazione di reato, trova amici a Firenze | Kelebek Blog

  10. Pingback: Un petardo contro Nello Rega, indagato per simulazione di reato | Kelebek Blog

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>