El Ferras, è lutto in Messico

Ieri vi ho raccontato della strage di 35 (ma qualcuno adesso dice 50) persone, abbandonate dopo le dovute torture in mezzo al traffico nella ridente cittadina messicana di Boca del Rio. Diciamo ridente non a caso.

Uno dei morti è stato identificato come Felipe Ferra Gomez, detto El Ferras, un personaggio enormemente popolare per aver raccontato in diretta, con indubbio senso dell’umorismo, la maniera in cui aveva ucciso un proprio amico. Con la famosa battuta finale, o la bevi o la versi, riferita al sangue, che è diventata una sorta di firma nazionale.

Il video, ritenuto muy chistoso, ha ricevuto finora 1.400.000 visite. C’è ovviamente una pagina su Facebook dove i suoi 32.454 amici oggi stanno esprimendo il loro lutto.

El Ferras fu anche eletto Rey del Carneval per il carcere in cui era  rinchiuso, e dove ha potuto esibirsi allegramente tra giornalisti e reginette varie, con una fantasiosa corona in testa (video con 2.193.600 visite). Essendo persone chistosas anche loro, i suoi esecutori hanno presentato la loro fantasiosa composizione stradale con le parole, “qui giace El Ferras con la sua corte reale“.

Non posso linkarvi invece il Baile de el Ferras, la popolarissima disco-ballata dedicata al signore, per il semplice motivo che Youtube lo ha rimosso per violazione dei diritti del suo autore. La legge è legge.

Print Friendly
This entry was posted in Messico and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

3 Responses to El Ferras, è lutto in Messico

  1. Pingback: El Ferras, è lutto in Messico - Kelebek - Webpedia

  2. Moi says:

    *** Chiedo scusa anticipatamente del momentaneo OffTopic ***

    Pino, l’ ultimo post sul blog Paniscus per te è imperdibile ! ;-) :-)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>