Basta con le discriminazioni antimessicane nei media italiani!

Come al solito, non ci si fila nessuno, a noi messicani.

boca-del-rio

Problemi di viabilità a Boca del Rio

Ieri pomeriggio, verso le 18, un gruppo di uomini armati e mascherati, alla guida di un corteo di sei mezzi, ha bloccato il traffico sull’arteria principale di Boca del Rio, nei pressi di Veracruz in Messico.

Davanti agli automobilisti, che presumiamo siano stati attenti a non suonare i clacson, il gruppo ha scaricato i contenuti di due camion, per la precisione 35 cadaveri in buono stato (anche se riportavano ampi segni di tortura) e un misto assortito di parti di altre cinque persone.

Tra i cadaveri, quelli di dodici donne.

L’operazione è stata debitamente rivendicata dall’organizzazione Gente Nueva, che afferma – in un comunicato piuttosto lapidario – che le vittime erano degli “zetamierdas“. Il riferimento è agli Zetas, un’organizzazione di ex-membri dei reparti di elite dell’esercito messicano, il Grupo Aeromóvil de Fuerzas Especiales, inseritisi con brillante imprenditorialità nel mercato globale, nello specifico sotto forma del commercio della cocaina con il soverchiante, ma ricco vicino statunitense.

Prima di passare dal settore pubblico a quello privato, diversi attuali membri degli Zetas hanno potuto godere di una formazione direttamente al mitico Fort Benning, negli Stati Uniti. Altri invece provengono dai Kaibiles, i reparti di elite dell’antiterrorismo dello Stato del Guatemala.

La notizia da Boca del Rio non è propriamente allegra, ma quando mai le notizie lo sono? Però è decisamente spettacolare. Da farci almeno un video di successo su Youtube. Anzi, come dicono i media, un video che spopola su Youtube.

Cerchiamo la notizia sul sito del quotidiano Repubblica. Vediamo, vediamo…

Tra le notizie principali non c’è.

C’è, è vero, una rubrica che si chiama Lessico e nuvole, che però già ci dice qualcosa dell’immaginario italiano a proposito del Messico.

Diamo un’occhiata alla lunga colonna a destra:

Clooney marito a sorpresa
nello spot norvegese

Torres, flop da avatar
la parodia del gol mancato

Squalo attacca bodyboard
si cerca campione francese

Corre ma è troppo bella
niente multa per Gisele

Alessia Marcuzzi: con Mia
a spasso nel parco

No, non c’è… aspetta, qualcosa dall’America Latina c’è:

Argentina: scontro sui binari, tutti salvi.

Ah, ecco. Tutti salvi. Almeno è una buona notizia.

P.S. Il lettore Nic ci informa, tra i commenti:

“l’organizzazione Gente Nueva” …in realtà si chiama niente poco di meno che “Grupo Mata-Zetas del Cartel de Jalisco Nueva Generación” e non perderti il video di presentazione del gruppo (by BlogdelNarco!). il comunicato termina persino con “atentamente” [Cordiali saluti]”

Print Friendly
This entry was posted in islam, Messico and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

16 Responses to Basta con le discriminazioni antimessicane nei media italiani!

  1. Pingback: Basta con le discriminazioni antimessicane nei media italiani! - Kelebek - Webpedia

  2. Moi says:

    In effetti è una notizia che stona con l’ immaginario “amichevole e simpatico” del Messico …

  3. valerio says:

    Eppure in Messico ci sono ormai più morti violente che in Libia, senza bombardamenti e senza una “vera” guerra….

    • Moi says:

      Mah … pur essendo invisi agli Stati Uniti, in Europa (o almeno di sicuro in Italia) i Messicani continuano a essere simpatici, con quest’ idea del Paese Accogliente e Festoso …

  4. PinoMamet says:

    Tanto per fare l’avvocato del diavolo (sennò che gusto c’è?)

    va anche detto che i Sigg. Messicani in Italia non sono certo il gruppo di stranieri più numeroso, e certamente non il più visibile;

    non risultaneppure che gruppi di terroristi di estrazione o nascita messicana abbiano rilasciato video bellicosi in cui minacciavano sfraceli contro gli alleati del Grande Satana (da me rappresentato :) );

    infine, per quanto sia da credere senza dubbio che le idee religiose dei Sigg. Messicani possano essere sicuramente variegate ed interessanti, non risulta che alcun gruppo che pretende di parlare a loro voce abbia richiesto, a torto o a ragione, particolari attenzioni a tal proposito da parte del nostro ordinamento giuridico o dei nostri piani regolatori cittadini;

    riteniamo priva di fondamento la pretesa dei Sigg. Messicani di aver subito discriminazioni, e perciò da respingersi la richiesta dei Sigg. Messicani medesimi di non essere più classificati come membri del gruppo “Esotici Turistici”, e contestualmente quella di essere promossi al gruppo “Nemici dell’Occidente”.

    tanto si doveva

    :)

  5. Moi says:

    Avvocato … E come la mettiamo col quasi-niqab unisex messicano ?

    ;-) :-)

    http://www.youtube.com/watch?v=cKohs5ldTfY

    … cosa lo differenzia da quello, per altro solo da femmina, dei Musi Ulmani :-) ?

    • PinoMamet says:

      :)

      Lo differenzia che:
      è indossato sicuramente per volontà individuale;
      è come dici tu unisex;
      non rimanda alla religione, ma allo spettacolo;
      ci fa immediatamente pensare all’Uomo Tigre (che era giapponese, ma vabbè) e quindi ci piace :)

  6. rosanna says:

    un genocidio di piu di 45000 morti ..il poeta Javier Sicilia , anche lui con un figlio appena ventenne morto ammazzato mesi fa, non ha più nè parole nè poesie.
    ringraziamo l\’impero del male ( gli usa) anche in questo caso ….il sistema colonie globoh si è visto dal messico e da tutta l\’america latina cosa preannunciava pe ril resto del mondo , ormai perfettamente \"integrato\" alle sue arcinote esportazioni.
    orwell ha vinto (e mica per nulla infatti i media di tutto il mondo parlano solo di determinati tipi di cadaveri, cosi come per i vivi)

    ps a suo tempo parlavano dei vari squadroni della morte del tipo insaturato in brasile? of course no….uguaglio per tutto il resto dall’uruguay all’argentina…..possono parlare della catastrofe messicana? ma no chiaramente, parlano dei fantomatici ribelli e rivoluzioni scolorate nordafricane, chiaro.

    • Francesco says:

      strano

      io sono uno del partito esterno (a dir tanto) eppure sono al corrente delle sanguinose guerre tra trafficanti di coca in Messico, dei muri al confine con gli USA, delle periodiche polemiche sulla regolarizzazione degli immigratici ispanici ivi residenti (di cui molti sono messicani), del Pirla con la Pipa, delle donne uccise in quella città di confine (c’è pure il film con Jennifer Lopez che gira sulla TV generalista di noi poveracci)

      insomma, il minimo sindacale si sa

      ciao

  7. rosanna says:

    un genocidio di piu di 45000 morti ..il poeta Javier Sicilia , anche lui con un figlio appena ventenne morto ammazzato mesi fa, non ha più nè parole nè poesie.
    ringraziamo l\\\’impero del male ( gli usa) anche in questo caso ….il sistema colonie globoh si è visto dal messico e da tutta l\\\’america latina cosa preannunciava pe ril resto del mondo , ormai perfettamente \\"integrato\\" alle sue arcinote esportazioni.
    orwell ha vinto (e mica per nulla infatti i media di tutto il mondo parlano solo di determinati tipi di cadaveri, cosi come per i vivi)

    ps a suo tempo parlavano dei vari squadroni della morte del tipo insaturato in brasile? of course no….uguaglio per tutto il resto dall\’uruguay all\’argentina…..possono parlare della catastrofe messicana? ma no chiaramente, parlano dei fantomatici ribelli e rivoluzioni scolorate nordafricane, chiaro.

  8. nic says:

    Miguel: “l’organizzazione Gente Nueva” …in realtà si chiama niente poco di meno che “Grupo Mata-Zetas del Cartel de Jalisco Nueva Generación” e non perderti il video di presentazione del gruppo (by BlogdelNarco!): http://www.elespectador.com.co/noticias/elmundo/articulo-287966-crean-mexico-grupo-mata-zetas.

    il comunicato termina persino con “atentamente” jajajajjajajajajajjaa

  9. Pingback: El Ferras, è lutto in Messico | Kelebek Blog

  10. Pingback: Cristiani in fuga, Frattini tace | Kelebek Blog

  11. Benché dei tipi incappucciati non ispirino fiducia devo riconoscere che il loro comunicato è degno di interesse. Immaginare che qualcuno, ad esempio, intraprenda una lotta armata alla mafia invitando la gente a non aver più paura fa un certo effetto. Resta sempre il problema di sapere quali interessi abbiano queste persone e il timore che un giorno di possa dover aver paura di loro.

    http://www.youtube.com/watch?v=-3sjK0MdMdI&feature=player_embedded

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>