Monumento ai Taliban caduti inaugurato ieri a Berlino

L’artista olandese, Wouter Mijland, ha inaugurato ieri – 11 settembre – a Berlino il monumento ai Taliban caduti, nella resistenza (anche) contro l’esercito tedesco.

Wouter Mijland dichiara di rispettare i soldati tedeschi in Afghanistan, ma di voler ricordare che i morti non sono da una sola parte; e contesta le fantasie di un complotto islamico per dominare il mondo.

Wouter Mijland si è formato attraverso un gran numero di mestieri, ma soprattutto attraverso la sua esperienza come tecnico forestale in Africa, che gli ha aperto gli occhi, dice, sulla varietà del mondo.

In un comunicato rilasciato giovedì scorso, lui stesso afferma di non sapere se sia legale o no erigere un monumento senza autorizzazione.

E in effetti, la domanda è affascinante; perché – come si vede dalla foto – tutto sta nel nome che si dà al monumento.

monument-fallen-taliban-berlin

Berlino, monumento ai Taliban caduti

Print Friendly
This entry was posted in islam and tagged , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

19 Responses to Monumento ai Taliban caduti inaugurato ieri a Berlino

  1. Preveniamo i commenti di Io Non Sto Con Oriana, specificando che Wouter Mijland vanta il seguente curriculum lavorativo:

    “Born in 1975 in the Netherlands, Wouter Mijland has worked as newspaper boy, greengrocer, lumberjack, outdoor guide, horse logger, carpenter, fence builder, furniture maker, gardener, audio and video software specialist, cook, road and pipeline construction worker, bar keeper, welder, surveyor, farmer, environmental campaigner, wagoner, sawmiller, horseshoer, blacksmith, house painter, contractor, forestry teacher, tractor driver, theater producer, bronze caster, paviour, sculptor, dish washer, translator and language teacher.

    Nowadays Wouter works as a free-lance sustainable forestry specialist (internationally, including Africa) and as an artist, designing and making sculptures, installations, furniture, and performances. Wouter’s career is rather unusual and freakish since he is pretty versatile and on the road a lot.”

    • Ritvan says:

      —Preveniamo i commenti di Io Non Sto Con Oriana…Miguel Martinez—

      Ma ti pare che il buon INSCO farebbe il suo solito commento:-) nei confronti di uno che erige un monumeto ai taliban??!!:-)

  2. mirkhond says:

    Come molte croste dell’arte moderna, il “monumento” in questione si presta a diverse letture….
    Ma in fondo non credo che i Talebani aniconici e iconoclasti, gradirebbero un monumento secondo i canoni classici del figurativo, in cui venisse scolpito un guerriero in turbante e kalashnikov, caduto in battaglia….

    • PinoMamet says:

      Ti dirò, in questo caso la simbologia mi sembra abbastanza chiara:
      palloncini che escono da un canestrodi quelli usati per portare il petrolio/benzina
      (di quelli che si usavano, e forse si usano ancora, sui mezzi militari, tra l’altro).

      Più che altro il fatto che ci siano dei palloncini come parte “strutturale” dell’opera mi fa pensare che Mijland non si aspetti che il suo monumento duri molto…
      oppure che lo riciclerà in qualche modo.

      ciao!

  3. Francesco says:

    L’unico commento che posso fare è che non capisco come mai questo paesi-bassese abbia deciso di fare la sua bravata a Berlino e non nel suo paese. Voleva giustificare a posteriori le invasioni tedesche dei Paesi Bassi? nel caso, c’è riuscito

    Bello il cuoricino in mezzo alla tanica, fa molto “coglione che si fà pubblicità con cose più grandi di lui”.

    Ma magari è solo un fesso in buona fede che si è montato la testa.

    PS sì, questo è il tipo di cose che mi fa incazzare molto, sarò perseguitato dallo spirito di Oriana Fallaci.

    PPS conflitto di interessi!!! WM è traduttore come MM!!!

    :D

  4. roberto says:

    “In un comunicato rilasciato giovedì scorso, lui stesso afferma di non sapere se sia legale o no erigere un monumento senza autorizzazione”

    no, è evidente che in una piazza puoi fare quello che ti pare. stavo giusto pensando di aggiungere ai tritoni di piazza navona il mio faccione…

  5. Buleghin il vecio says:

    Gli olandesi sono una razza di colonialisti, commercianti e furbacchioni, a quanto pare questo non fà eccezzione.

    Perchè non va a farsi un giro per le montagne del Panhsrir?

    • Francesco says:

      col cuoricino stampato sulla maglietta fina e i palloncini ‘taccati allo zaino?

      sì sì sì

    • Ritvan says:

      —Gli olandesi sono una razza di colonialisti, commercianti e furbacchioni. Buleghin il vecio—

      Caro Buleghin, qui il “da che pulpito!” ci sta tutto:-)

      • Buleghin il vecio says:

        Grasie Ritvan! Ti ma ricordà la grandesa de Venesia ostaria!

        Ma il Buleghin non fa monumenti nel paese dei cruchi come l’olandese furbacion!

        Il Buleghin se contenta de uno scopon sientifico con dei can de Mestre che xè fortisimi e gli toca sempre de pagar tute le ombrete!

    • Daouda says:

      Sto coso fà schifo e aridursi ar nome , ossia parlallo invece che solo constatallo, è triste uguale.

  6. Tutto sta nello spirito con cui ha fatto la cosa:

    se soltanto per fare un po’ di rumore e far parlare di sé, bé, é una scemenza che lascia il tempo che trova,

    se é stato anche solo un po’ sincero, allora credo che un qualche valore lo abbia.

  7. Moi says:

    Ma siete sicuri di non esser stati troppo precipitosi a distribuire patenti di “islamofobia” come se piovesse ?

    A me pare un monumento contro la superfcialità dell’ Occidente Frangistano :

    una lapide e quindi la morte, ma la forma a tanica esprime la Reductio Ad Petroleum con la quale chi è di Sx “perché è più fico che essere di Dx” liquida :-) sempre la politica USA, il buco al centro cos’ è, una mela ? … The Big Apple New York ? E i palloncini ? Mah ricordo che da piccolo gli umarell sminuivano sempre gli USA come “Quî ch’ i fân i cumézzi coi balunz’éin”, per indicare così con disprezzo un gusto pacchiano e frivolo; poi i palloncini li sdoganò nel Partitone Uòlter l’ Ammerregano …ma questa è un’ altra storia.

  8. mirkhond says:

    In sostanza un monumento alla tragedia scaturita dalla superficialità?
    A me il buco al centro sembra anche un cuore…

    • Moi says:

      La parte in basso mi sembra non abbastanza puntuta per il cuoricino, perciò ho pensato alla mela; la prospettiva però può ingannare ! … Ma forse è arte fatta apposta per vedere quel che ci vuoi vedere. Forse.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>