Salviamo i Nidiaci – quartiere San Frediano, Oltrarno, Firenze

Portiamo anche qui l‘appello lanciato dal Comitato Oltrarno Futuro per salvare il giardino e la ludoteca Umberto Nidiaci, unico spazio verde del quartiere San Frediano (Oltrarno, Firenze): incombe il pericolo che venga trasformato in una residence privata con parcheggio.

Print Friendly
This entry was posted in Il clan dei fiorentini and tagged , , , . Bookmark the permalink.

3 Responses to Salviamo i Nidiaci – quartiere San Frediano, Oltrarno, Firenze

  1. utente anonimo says:

    Madre Teresa credeva veramente nella fede cattolica? Era 'cristianista'? E se sì, cominciamo  tutti a credere veramente come Lei credeva e a comportarci sul serio così come Lei si è comportata, proprio sulla base di ciò che assolutamente credeva essere la Verità… Per esempio, cominciamo a dire DAI TETTI" e a tutti che l'aborto procurato (legale o clandestino che sia) non è MAI un diritto, ma è SEMPRE un omicidio di un essere umano INNOCENTE. Non le sembra, Kelebek, che  potremmo incominciare tutti a dire così per assomigliare 'un pochino' alla Beata Teresa di Calcutta?!? Questa sì, sarebbe una critica radicale e decisiva per ribaltare le sorti di una "inciviltà illumunistico-planetaria", che cambia il delitto in diritto… e che per questa INGIUSTIZIA FONDAMENTALE  – e fin tanto che durerà – non potrà mai costruire una società 'migliore' nel senso di 'più giusta'!. Ma se avremo il coraggio di  dire questo saremo  messi per sempre alla gogna mediatica e dovremo rispondere di 'attentato' al pensiero dominante e corretto…  
    Su questa base POI si potranno fare tutte le altre più o meno giuste battaglie culturali, sociali e politiche; altrimenti si continuerà a nascondere la più grande e tragica ipocrisia (la prima che dovrebbe essere 'smascherata'!) con i più grandi discorsi intellettuali, che anche nel migliore dei casi non riescono e non riusciranno mai ad 'interpretare' infallibilmente il mondo. Figuriamoci poi  la pretesa di volerlo anche 'cambiare'! Grazie per l'attenzione!
    Un ammiratore di Teresa di Calcutta,

  2. utente anonimo says:

    The 9/11 truth is out on the internet
    This is the truth: The WTC was destroyed by 3 underground thermo-nuclear explosions.  They were detonated by the US government which used this as an excuse to lead the US and its allies into invading Afghanistan and Iraq. All these wars and deaths were based on a lie.

    Goebbels: “If you tell a lie big enough and keep repeating it, people will eventually come to believe it.”

    Will you help to tell the truth to the world?
    http://www.mathaba.net/news/?x=625926

    http://www.911-truth.net/
    Be sure to watch the 26 part video there.  
    #4 is on the built-in nuclear demolition scheme of the WTC
    http://www.911-truth.net/911_WTC_nuclear_demolition_Dimitri_Khalezov_part04.mp4
    #14 in on Building 7, which collapsed even though no plane hit it.
    http://www.911-truth.net/911_WTC_nuclear_demolition_Dimitri_Khalezov_part14.mp4
    #24/25 is on the chronic radiation sickness of the WTC responders
    http://www.911-truth.net/911_WTC_nuclear_demolition_Dimitri_Khalezov_part24.mp4
    http://www.911-truth.net/911_WTC_nuclear_demolition_Dimitri_Khalezov_part25.mp4

    http://www.youtube.com/watch?v=sNh1Isb20tw&feature=player_embedded

    http://careandwashingofthebrain.blogspot.com/2011/05/911-comparing-building-implosions.html

    http://www.veteranstoday.com/2011/07/11/inside-job-more-proof-of-911-duplicity/

  3. utente anonimo says:

    All'ammiratore di Madre Teresa di Calcutta,
    vattene affanculo te e tutto l'ospedale delle suore del dolore

    Al signor Martinez/Kelebek
    Le consiglio di installare un antispam
    e un filtro di moderazione commenti,
    perchè ora che si è trasferito su un altro blog
    c'è il rischio che i commenti di questo si riempano
    di spam pubblicitario, link complottisti e cialtroni religiosi

    John Blacksad

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>