Caso Nello Rega: un messaggio misterioso

Come è stato già raccontato qui in vari post, il signor Nello Rega, giornalista di Potenza e autore di un libretto  in cui racconta di come sia stato piantato da una fidanzata libanese, è attualmente l’unico nemico contro cui il movimento politico libanese Hezbollah conduca azioni militari. Almeno secondo lo
stesso Nello Rega, e noi gli crediamo.

Abbiamo posto ai nostri lettori anche un piccolo dubbio che ci era sorto, riguardo al lavoro effettivamente svolto da Nello Rega. Che in un’intervista dichiara di essere docente di Diritti dell’Uomo presso la Facoltà di Giurisprudenza di Urbino; mentre il coordinatore didattico della stessa facoltà ha dichiarato di non sapere chi sia Nello Rega. Noi a Nello Rega ci crediamo più che a un semplice coordinatore didattico, ma speravamo di ricevere qualche chiarimento da Nello Rega.

L’altro giorno, un nostro amico che abita in un paese molto lontano ha ricevuto uno strano messaggio, a quanto pare proveniente dallo studio legale di Carmina Malaspina, Elisa Artusio ed Elena Fornatto di Piossasco. Su Internet, il falso e la truffa sono sempre in agguato, ed è quantomeno improbabile che uno studio di Piossasco (nel profondo settentrione) rappresenti un signore di Potenza.[1]

Il testo è in lingua inglese, ma il nostro amico che abita in un paese lontano non è riuscito a capirne il senso; e quindi l’ha girato a noi.

Per la comodità dei nostri lettori, vi presentiamo sia l’originale (in fondo al post), sia un nostro tentativo di traduzione verso l’italiano, nella speranza che qualche lettore possa aiutarci a capire cosa vogliano i suoi autori. Sempre che non si tratti del prodotto di un generatore automatico di spam.

Ecco la nostra fedele traduzione dall’inglese:

“Vi scrivo per conto del dott. Nello Rega.

Per pochi giorni in apparenza, sul sito VS, articoli molto diffamatori che contengono espressioni intese a far ammalare il mio cliente, in quanto il decoro, la dignità, la moralità, la personalità dell’argomento che risultano nell’esonerarli dal non aver alcun diritto di criticare.

Infatti il suddetto dott. Rega ha già fatto ammalare le competenti autorità presentando un avviso di cessazione di causa legale.

Solo per contenere il danno, vi invito a essere diffidenti e volendo rimuovere immediatamente gli oggetti dal sito in questione, il venir meno del mio cliente proteggerà i diritti del sito in qualunque tribunale competente senza preavviso e pagherà cariche aggiuntive verso la vostra prestazione.

Cordiali saluti

Avvocato Carmina Malaspina”

Non abbiamo contatti con alcun sito VS: da una ricerca veloce su Google, troviamo che VS è normalmente la sigla di Vojska Srbije, l’esercito serbo,che in effetti ha un sito.

Chiediamo scusa a Nello Rega se in un primo momento, vedendo quella che sembrava la lettera di un avvocato, avevamo pensato a qualche minaccia di censura.

L’idea ci è subito passata, però, leggendo il testo, ma soprattutto ricordando che Nello Rega non può censurare nessuno: è stato infatti premiato più volte come campione della libertà di espressione in Italia.

Sentite le bellissime parole con cui Alberto Spampinato, direttore di Ossigeno per l’informazione e consigliere della FNSI (Federazione Nazionale della Stampa Italiana), elogia proprio Nello Rega, su Narcomafie. Riferendosi alle minacce di censura contro Nello Rega per ciò che lui ha scritto, Spampinato dice:

“Queste cose accadono sotto i nostri occhi, ma non riusciamo a credere che accadano e tantomeno a trarne delle conseguenze. Dovremmo accettare una semplice verità: le parole sono pietre, come ci ha insegnato Carlo Levi, e perciò rischia molto chiunque scagli parole, tanto più se acuminate, contro fanatici, criminali, prepotenti. Essi reagiscono con tanta violenza perché sanno meglio di noi che le parole di verità, la forza dei fatti, sono potenti, penetrano il muro di falsità e di ipocrisia che protegge i loro inconffessabili interessi. Le parole di verità possono abbattere quel muro. Cerchiamo di ricordarlo, e non lasciamo solo chi lancia parole così potenti. L’intifada delle parole-pietre merita di essere incoraggiata da tutti noi.”

Cogliamo l’occasione per ricordare a Nello Rega che lui è il benvenuto tra i commentatori di questo blog. Un suo intervento sarebbe prezioso per sciogliere quei piccoli dubbi riguardanti l’Università di Urbino.

Per concludere, ecco il testo originale del misterioso messaggio che ci è pervenuto:

Piossasco, 12 april 2011

Spettabile
Kelebeklerblog
C/o RespectMyPrivacy, LLC
PO BOX 484
COCOA
FL, 32923-0484
US

Nello Rega/Kelebeklerblog

I am writing on behalf of Dr. Nello Rega. A few days appearing on V.s. site highly defamatory articles that contain expressions for affecting my client since the decorum, dignity, morality, personality of the subject resulting in exonerating them of having no right to criticize.

For the foregoing Dr. Rega has already affected the competent judicial authority by filing notice of termination lawsuit. Only to contain the damage, I invite you to distrust and Wanting to immediately remove items from the site in question, failing my client will protect its rights on any competent court without further notice and pay additional charges at your load.

Yours sincerely

Lawyer Carmina Malaspina

Nota:

[1] E’ vero però che Nello Rega ha presentato il proprio libro, Diversi e divisi, persino a Piossasco, il 7 novembre del 2010, come testimonia questa foto.

nello-rega-piossasco

Nello Rega incontra la popolazione indigena di Piossasco

Print Friendly
This entry was posted in islam and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

17 Responses to Caso Nello Rega: un messaggio misterioso

  1. roberto says:

    divertente.
    guardando tre secondi su google risulta che l’avvocato carmina malaspina esiste sul serio ed è iscritta all’ordine degli avvocati di pinerolo (e difensore civico del comune di piossasco)

  2. Per Roberto

    “avvocato carmina malaspina esiste sul serio”

    Esiste anche la Banca Popolare di Sondrio, che mi scrive regolarmente chiedendomi di fornire loro i miei dati e la mia password… cerdo che sia prassi normale per chi fa spam e phishing, usare nomi che esistono realmente.

    Ma vediamo, intanto aspettiamo che Nello Rega intervenga personalmente, per chiarire sia questa questione che quella della docenza all’Università di Urbino.

  3. Leonardo Pietrafesa says:

    Conoscendo il tipo la lettera è VERA. Io sono il fondatore del gruppo Facebook “smascheriamo Nello Rega” e ho già ricevuto minacce dal Rega di procedimenti legali. A questo punto mi aspetto arrivino da un momento all’altro. La ragione per la quale si sia rivolto a quell’avvocato? Facile, DI SICURO PERCHE’ NON LO PAGA! Grande mangiasbafo Nello!

  4. Per Leonardo

    “ho già ricevuto minacce dal Rega di procedimenti legali”

    Ma questo testo non è certamente una minaccia di procedimenti legali: “exonerating them of having no right to criticize.” non è una frase chiarissima, ma in inglese può significare solo che solleva il sito VS dal non avere il diritto di critica; che se la volgiamo al positivo, significa che Nello Rega “permette di criticare”, presumibilmente proprio lui – sempre che vogliamo intendere che gli articoli usciti sul misterioso sito VS parlino di lui.

    Termination lawsuit potrebbe significare qualcosa come una causa per l’eliminazione fisica di qualcuno, ma – a parte che negli Stati Uniti non è prevista la pena di morte per ciò che si scrive – non credo proprio che Nello Rega vorrebbe per gli altri ciò che combatte nel proprio caso. Per questo ho tradotto, un po’ liberamente, “avviso di cessazione di causa legale”.

    E la frase, “my client will protect its rights” è inequivocabile: it può riferirsi solo al sito VS e a nient’altro. Fidatevi, è il mio mestiere.

  5. Riassumendo
    Lo studio legale Malaspina di Piossaco (Italia) scrive a Miguel Martinez residente a Firenze (Italia) per conto di Nello Rega di Potenza (Italia). E scrive in inglese.
    Sì, tutto regolare.

    • No, non hanno scritto a Miguel Martinez, ma al proprietario del sito, che appunto abita in un paese lontano. E’ stato il proprietario del sito a girarmi il messaggio. Lui conosce abbastanza bene l’inglese, ma voleva un chiarimento sul significato del messaggio da un madrelingua; e avrebbe anche potuto non girarmelo.

      E’ abbastanza normale che scrivano in inglese, visto che la sede legale del sito si trova negli Stati Uniti.

  6. Peucezio says:

    So pochissimo di inglese, ma a occhio mi dà di lettera in inglese scritta da un italiano che ne sa ancora meno di me.
    Non saprei dire se è un goffo modo di esprimere la propria subalternità al mondo anglosassone o di dare una ridicola parvenza di internazionalità e autorevolezza alla lettera.
    Non mi è chiaro se l’impagabile “V.s. site”, nell’intento dell’estensore del testo, volesse dire “il vostro sito” o “il sito della Vostra Signoria”. :-)

    • Francesco says:

      concordo con quel “impagabile” per l’espressione V.s. site che è stupendo qualsiasi cosa voglia dire

      io voto per “il sito di vostra signoria”

      ciao

  7. Peucezio says:

    Aggiungerei, ma facilmente eri già giunto di tuo a tale conclusione, che probabilmente è la traduzione in inglese di un testo italiano fatta dal traduttore di Google.

  8. Marcello Teofilatto says:

    Non è che tra qualche anno ce lo ritroviamo vicedirettore del “Corriere della sera”?
    Saluti da Marcello Teofilatto

  9. Z. says:

    Miguel,

    per ragioni di cortesia credo faresti bene a mandare una mail all’Avv. Malaspina, informandola che qualcuno si sta spacciando per lei scrivendo cose molto strambe…

    Tipo “at your load” come traduzione inglese di “a Vostro esclusivo carico” :-)

    Z.

  10. paniscus says:

    Solo per contenere il danno, vi invito a essere diffidenti e volendo rimuovere immediatamente gli oggetti dal sito in questione, il venir meno del mio cliente proteggerà i diritti del sito in qualunque tribunale competente senza preavviso
    —————

    Cioè, questa avvocata porta sfiga ai propri stessi clienti?

    Eccezionale. Una pubblicità strepitosa per lo studio.

    Lisa

  11. PinoMamet says:

    Dunque, su un sito sarebbero apparsi articoli volti a far ammalare il Nello Rega?
    E questo, per qualche motivo, ha fatto ammalare “le autorità competenti?”

    Ma allora ho capito cosa si cela dietro la misteriosa sigla V.S.:

    il sito non può che essere Voodoo Shop http://www.voodooshop.com/

    :)

  12. Dorian says:

    Andando a vedere sul sacro wordreference per me hanno preso il significato medico di affect “interessare” e l’hanno buttato lì.
    In effetti Nello Rega è molto interessante e penso abbia interessato anche le attività competenti del caso.
    Il sito di V.s. contiene articoli che vengono richiamati “for affecting my client”. Insomma gli articoli hanno “interessato” Nello Rega. Quindi questo messaggio è un complimento. E tu che vai a pensare male.

  13. enrico sighinolfi aka vcas says:

    :D

    credo che verrò molto volentieri a testimoniare in favore di Pietrafesa. Anzi spero di dividere la cella con lui, visto che in quanto senza palle, sono notoriamente bisessuale oltre che amico di Osama…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>