Attacco al Cairo

Sto cercando di cogliere il senso delle notizie che provengono in queste ore dal Cairo.

Sta succedendo qualcosa di molto grave, ma in qualche modo di non ufficiale: sia l’esercito che il Ministero degli Interni prende le distanze dagli attacchi ai manifestanti – però hanno permesso l’assalto.

33

Una signora politicamente molto scorretta che sfida le squadre di Mubarak

Sembra che siano stati mobilitati i tanti dipendenti delle imprese statali, che ovviamente sono fortemente legati alle reti imprenditoriali vicine a Hosni Mubarak.

Se sia il Partito Nazionale Democratico, o l’esercito, o amici di Hosni Mubarak in rotta con l’esercito che magari sta cercando altre vie, o la polizia, o frazioni dell’esercito contro altre…   e quindi, è un ultimo gesto disperato di una fazione sconfitta, oppure il primo atto di un grande contrattacco? Oppure, l’esercito si appresta a salvare l’Egitto dagli “opposti estremisti”?

Comunque, hanno evidentemente atteso un certo calo di tensione, dopo tanti giorni di manifestazioni; e anche la sacrosanta paura che tanti egiziani avranno per il proprio futuro economico.

P.S. La tattica sembra piuttosto chiara: sia al Cairo che ad Alessandria, pare che i seguaci di Mubarak si dichiarino difensori dell’onore di Mubarak offeso dalla prepotenza di Obama – sfruttano cioè proprio uno dei meccanismi dell’opposizione.

Alcuni amici arabi mi dicevano, “guarda che se Obama critica Mubarak, gli fa un favore incredibile nel renderlo popolare con gli egiziani“.

L’esercito, dopo aver permesso le violenze, si dichiara “neutrale” e quindi pronto a imporre la propria superiore autorità. Confermando, per ora, la mia ipotesi sugli “opposti estremismi”.

Intanto il nuovo vice di Mubarak – suo torturatore personale da decenni – il signor ‘Umar Suleyman, dice che sarà lieto di trattare con le  opposizioni. Una volta che siano finite tutte le manifestazioni.

Print Friendly
This entry was posted in islam and tagged , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Attacco al Cairo

  1. Pingback: Qual’è il giudizio legale relativo alla partecipazione all’attuale rivoluzione in Egitto? « AmatAllah (il blog-biblioteca di Umm Usama)

  2. Francesco says:

    Mi viene da chiedere perchè non fanno un bel Governo di Unità Nazionale contro Obama, allora.

    E per che il giochino di dare la colpa agli stranieri sia vecchio come il mondo, funziona sempre alla grande.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>