Gli attentati di cui non si sente mai parlare

Ieri  Berlino ha festeggiato il suo sesto attentato antislamico dell’anno, questa volta una molotov contro il centro islamico della comunità iraniana a Tempelhof.

Print Friendly
This entry was posted in islam and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

6 Responses to Gli attentati di cui non si sente mai parlare

  1. Riccardo Giuliani says:

    Dovrebbero farne 95, tanto per ribadire le loro radici cristiane (perché il bello è che ognuno ha le proprie).

  2. Bo Duke says:

    Per un globalista come lei Martinez dovrebbe essere musica per le sue orecchie se le religioni si combattono tra di loro.

  3. Per Bo Duke

    Non sapevo di essere un globalista, grazie dell’informazione. Poi magari mi spieghi cosa vuol dire.

    Vedo che hai delle informazioni che mi mancavano sull’attentato di Berlino: non sapevo che ci fosse una pista religiosa. Quale?

  4. Moi says:

    Miguel, potrebbe andar molto peggio :

    Geert Wilders, se ben ricordi il video del suo monito in USA in cui parla direttamente in Inglese (per cui niente interpreti in malafede a cui passare la proverbiale patata bollente) , ha detto espressamente che ” l’ immigrazione islamica è un’ antica strategia di guerra congegnata e collaudata da Muhammad in persona con il nome di Hijra ” [sic].

    Perciò non meravigliamoci troppo se un giorno, con Geert Wilders premier, mettere bombe nelle moschee olandesi divenisse “Atto di Resistenza Norreno-Giudeo-Cristiana all’ Islamizzazione” … sarebbe tuttavia interessante poter vedere e capire quanta dell’ Islamofobia Nordica sia realmente “genuina” e quanta invece non sia l’ onda lunga di una “Mediterraneofobia” ben più consolidata e capillare.

  5. Moi says:

    Un ottimo esempio, direi, di ” Mediterraneofobia ” :

    http://www.youtube.com/watch?v=mztZ7cpM19c

    … notare che tanti “Pagliacci di Pasta” [sic] comprensibilmente indignati e offesi da questo spot, tuttavia, sarebbero pronti a spellarsi le mani dagli applausi se Geert Wilders tenesse un comizio in Italia parlando direttamente in Italiano … degli “Islamici” naturalmente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>