Rim Banna, Sara Saray

Sul vecchio blog, avevamo presentato e tradotto Sara Saray, una canzone di Rim Banna, una cantautrice di Nazaret, credo di origini cristiane, che si è dedicata a un grande lavoro di riscoperta della cultura palestinese.

Proprio ieri avevo messo in rete la traduzione di un’altra canzone di Rim Banna – Notte, come ti sei fatta lunga – e mi sono accorti che non funzionava più l’audio sul vecchio post.

A questo punto, ho importato qui la vecchia traduzione, aggiungendo in fondo un link a un video Youtube della canzone.

sepoltura di Lama Hamdan di Beit Hannoun, assassinata all'età quattro anni, il 30 dicembre del 2008

Sara Saray faceva i suoi primi passi sul suolo della Palestina

e la sua risata copriva, copriva il cielo della Palestina

Il cecchino la colse di sorpresa con un colpo alla testa, alla piccola testa di Sara Saray

Togliete la benda agli occhi di Sara, perché possa vedere il volto del suo assassino

ريم بنا – سارة

كانت سارة ساراي تدرج أولى خطواتها على تراب فلسطين

وكانت ضحكتها تغطي تغطي سماء فلستطين

غافلها القناص بطلقة في الراس في رأس سارة الصغير

سارة ساراي

ارفع العصبة عن عيون سارة حتى ترى وجه قاتلها

Questa è una traduzione senza pretese, nel senso che ho scoperto la canzone già nella traduzione inglese di Chris e quindi ho fatto solo un confronto con il testo in lingua araba.

Print Friendly
This entry was posted in mundus imaginalis and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to Rim Banna, Sara Saray

  1. mirkhond says:

    Sara Saray e Lama Hamdan sono due angioletti in più alla corte di Dio, mentre per chi resta sulla terra vi è solo un dolore senza pace…….

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>