Il delitto perfetto

La foto che ho scattato oggi ritrae il muro del Commissariato di Pubblica Sicurezza Oltrarno, a Firenze.

Con una telecamera (in alto a sinistra) che punta direttamente su una bicicletta.

Da cui qualcuno ha rubato le ruote.

Non ho idea quale sia la morale, però ci deve essere.

commissariato-bicicletta

Print Friendly
This entry was posted in Italia and tagged , , , . Bookmark the permalink.

9 Responses to Il delitto perfetto

  1. roberto says:

    facile, con tutti i tagli alle forze dell’ordine la telecamera è rotta e non ci sono i soldi per ripararla. governo ladro!
    :-)

  2. Josi says:

    …e i tagli alle forze dell’ordine sono così forti che, della bicicletta parcheggiata in zona di rimozione, sono riusciti a rimuovere solo le ruote !

  3. Io sarei ancora più squisitamente semplice e prosaico: diciamo pure che le telecamerine non servono a una sega!

    • Andrea Di Vita says:

      Per Riccardo Venturi

      ”sega”

      Parlo da ufficiale in congedo ex responsabile della sicurezza di una polveriera. Le telecamerine servono finchè a) c’e’ qualcuno davanti al monito cui sono collegate b) questo qualcuno non si mette a fare altro distratto dalla monotonia del proprio incarico. Un modo per evitare la monotonia è automatizzare il controllo, ma allora quest’ultimo perde della flessibilità necessaria. (L’introduzione di reti neurali nel sistema di controllo non si è rivelata risolutiva). E’ il dilemma di Echelon: un sistema davvero in grado di monitorare tutti gli e-mail del mondo programmato per dare l’allarme ogni volta che compare la parola ‘terrorismo’ in qualunque lingua darebbe tanti e poi tanti falsi allarmi da risultare inutilizzabile.

      Ciao!

      Andrea Di Vita

      P.S. Come va la schiena (ho letto dei dolori sul suo blog)
      P.S. Sono quel Di Vita che ti scrisse mesi fa chiedendole se il testo della tua hmepage fosse stato scritto in una lingua inventata. Per un guaio al PC ho perso traccia del nostro scambio epistolare di allora. Per caso potresti rimandamene copia? Se la risposta è sì ti mando il mio e-mail tramite il tuo sito.

  4. Questo post va copiato e incollato a mani basse, nella maniera più vile ed esplicita, all’insegna della più totale impunità e della più completa faccia tosta.

  5. maria says:

    e pensare che io quando passavo da quella bella piazzetta mi dicevo sempre, se abitassi qui perlomeno per la bicicletta starei tranquilla:-)
    maria

  6. karakitap says:

    Evidentemente l’istinto di rubare supera tutto, chissà se l’autore del gesto non s’è sentito ancora più realizzato nell’operare pensando di essere ripreso.
    Salutoni, Karakitap

  7. Mario says:

    se mettete la bici in divieto di sosta non lamentatevi poi ….

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>