Fausto Biloslavo scopre i segreti di Internet

Abbiamo già avuto occasione di parlare qui di Fausto Biloslavo, giornalista di destra. Che, come potete capire dal cognome, appartiene alla vivace schiera dei nazional-tricoloristi triestini. Mentre noi rimpiangiamo amaramente di non conoscere alcuna lingua slava, i biloslavi cercavano di conservare a tutti i costi la propria ignoranza dello sloveno, lanciando campagne contro il bilinguismo.

Fausto Biloslavo si presenta, in genere, come uomo d’azione, o meglio come giornalista embedded ovunque ci siano paracadutisti italiani.

Fausto Biloslavo in Afghanistan

Quando il gioco si fa duro, i giornalisti si fanno accompagnare. Fausto Biloslavo in un luogo pericoloso

Ultimamente, però, Fausto Biloslavo ha scoperto che per fare certi scoop, basta andare su Internet. Tanto, quando scrivi per Il Giornale del Berlusconi minore, nessuno ti fa le pulci.

L’otto giugno del 2010, il sito di Infopal, in lingua italiana, ha fatto sapere al mondo che l’ambasciata turca a Roma aveva ricevuto il giorno prima una delegazione dell’Associazione dei palestinesi in Italia, assieme a due italiani che avevano partecipato alla Gaza Freedom Flotilla.

Nel corso della riunione,

“Hannoun, presidente dell’Api, ha ringraziato il governo turco per il sostegno offerto alla Flotilla e ai viaggiatori deportati da Israele, e ha annunciato l’allestimento della Freedom Flotilla 2, che si comporrà di circa 20 navi e 5000 passeggeri. «Sono già pronte sei navi – ha sottolineato -. Si partirà verso settembre».

Passa quasi un mese – noi traduttori abbiamo i nostri tempi – e la notizia la scopre l’Institute for Counter-Terrorism, un’organizzazione israeliana specializzata nel diffondere nel mondo la paura dei musulmani esplosivi. Siamo al 4 luglio.

Passano ancora quattro giorni, e Fausto Biloslavo scopre la notizia sul sito israeliano. E con un ritardo esatto di un mese, pubblica per Il Giornale un articolo che presenta la vicenda in questi drammatici termini:

Nuova flotta anti-Israele pronta a salpare dall’Italia

L’operazione è stata preparata in gran segreto dai militanti filo Hamas in una riunione all’ambasciata turca di Roma. Gli israeliani, che parlano di una “nuova flottiglia della guerra santa”, puntano il dito contro gli organizzatori italiani

I «pacifisti» a senso unico ci riprovano a mettere in piedi una nuova flottiglia per sbarcare a Gaza. Gli amici italiani di Ha­mas sono in prima linea. Si in­contrano con i diplomatici tur­chi dell’ambasciata a Roma e an­nunciano che sono già pronte sei navi delle 20 previste. L’istitu­to israeliano per l’antiterrori­smo di Herzilya denuncia che si tratta di «una nuova flottiglia del­la guerra santa» pronta a salpare in settembre e punta il dito con­tro gli organizzatori italiani.

Print Friendly
This entry was posted in islamofobia and tagged , , , . Bookmark the permalink.

10 Responses to Fausto Biloslavo scopre i segreti di Internet

  1. Omy says:

    Se non sbaglio questo Biloslavo è lo stesso che nei suoi articoli sul Giornale, riferendosi a Talebani/Resistenza Afghana, li chiama sempre “tagliagole”.

    Un pò come se su un giornale anti-yankee si riferissero sempre ai soldati americani come “spappolaesseriumani” (l’effetto dei bombardamenti aerei…).

  2. Andrea Di Vita says:

    Una domanda. Questa Flotilla non ha nulla a che vedere con la nave che deve partire dalla Libia carica di aiuti per Gaza?

    Ciao!

    Andrea Di Vita

  3. PinoMamet says:

    Tagliagole? Il lessico di Biloslavo mi sembra assomigliare a quello di Tex.

    PS
    C’è un modo per registrare nome o pseudonimo per i commenti, qua? Va bene che il padrone di casa vede l’indirizzo e-mail, e quindi può capire subito eventuali “taroccamenti”, ma se ci fosse un modo più semplice non mi dispiacerebbe.

    • Mi hanno detto – ma è da vedere – che una volta approvato un commento, tutti i commenti di quel commentatore passano.

      Poi vedremo, mal che vada al rientro tutto filerà liscio.

      Miguel Martinez

      • Andrea Di Vita says:

        Confermo. Mi è stato approvato il prmo, poi non mi è stato chietso più nulla.

        Ciao!

        Andrea Di Vita

  4. Peucezio says:

    Piucchealtro vorrei capire come mettere il mio avatar, dato che ho visto che altri sono sono riusciti a metterlo.
    C’è modo di registrarsi in questo sito?

  5. maria says:

    la foto è esilarante e il post pure, quando miguel tira fuori la sua vena ironica ci si diverte davvero:-)))

    maria

  6. PinoMamet says:

    Nella foto con l’elmetto Biloslavo assomiglia in modo impressionante al sergente delle Sturmtruppen… e credo che gli faccia pure piacere! :-)

  7. Pingback: Le donne di Tunisi | Kelebek Blog

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>