Il reato di odio nei confronti dello Stato di Israele e uno tutto nudo a spasso per Corso Trieste

Militia - da non confondere con il movimento cattolico Militia Christi  – è un piccolo movimento romano.

Militia  si fa notare attraverso enormi scritte sui muri e un'intensa vita sociale, che si svolge alla Palestra popolare Primo Carnera  ("popolare" vuol dire che si tratta di un edificio occupato dai militanti della Fiamma Tricolore) e alla Discoteca Kinky Club.

Come succede in ambienti piccoli e piuttosto marginali, i confini con il resto della cosiddetta "Area" neofascista non sono ben definiti.

In fondo, sono decenni che si frequentano le stesse birrerie, che si sparla delle stesse persone, che si affiggono manifesti con più o meno gli stessi contenuti, si dicono le stesse barzellette sugli immigrati, si va alle stesse partite e si fanno più o meno le stesse risse. Nulla di demoniaco, solo uno spreco immane di vita. A differenza dei Nostri Eroi in Afghanistan, questi qui non hanno mai ammazzato nessuno.

Dalla palestra Primo Carnera a Gianni Alemanno, si conoscono tutti. E un gruppo come Militia avrebbe facilmente ottenuto un assessorato o almeno un futuro garantito come portantini all'ospedale per i propri militanti.

Invece, Militia se l'è presa con Alemanno e con la boutique Casa Pound, esempio supremo di antagonismo sostanzialmente filogovernativo.

Ai tempi della strage di Gaza, ha scelto di attaccare uno striscione – tolto dopo pochissimo tempo – con le seguenti parole:

«Alemanno sionista boia, Pacifici è la tua troia»

Che uno dice, si dovesse perdere tempo dietro tutte le sciocchezze che si scrivono sui muri… ma il sindaco non si tocca. La magistratura romana interviene subito e apre un'inchiesta alla ricerca dell'autore di questo non brillante testo.

Il 21 maggio scorso, i Ros fanno una serie di perquisizioni in cui scoprono quanto segue:

"Nel corso delle perquisizioni sono stati trovati e sequestrati mazze da baseball, bastoni e machete; documentazione ideologica di estrema destra; manifesti e strumenti per effettuare murales e striscioni a firma 'Militia'; materiale informatico; una divisa dell'esercito israeliano."

perquisizione sede di Militia a Roma

Un agente dei Ros, debitamente mascherato, porta via materiale di Militia in uno scatolone per "tovaglioli doppio velo"


Che a parte la divisa israeliana, non è certo un granché come bottino. E le intercettazioni? I media riportano  in tutta serietà questo favoloso dialogo sul Primato di Pensiero e Azione:

"De Simone spiega di trovarsi insieme ad un'altra persona con cui stava parlando «di SS e del futuro di Militia a livello ideologico ed esoterico». «…a me non me ne frega un c. del livello ideologico esoterico...». De Simone ribatte che secondo il suo amico «il pensiero viene prima dell'azione (…) esiste un nucleo imprescindibile, infatti adesso stiamo diventando molto più esoterici, ho deciso! (…) perchè (…) l'azione senza il pensiero diventa solo forza bruta…». E Schiavulli: «viva la forza bruta (…) ma io ve sparo in testa a tutti quanti… ve lo dico eh…»."

Militia quindi ha indetto una conferenza stampa, affermando che si stava compilando un dossier su Gianni Alemanno. Che conoscono, ovviamente, da quando erano tutti adolescenti.

E hanno detto una verità elementare: "Alemanno è sceso a compromessi con i sionisti, i palazzinari e il Vaticano per essere eletto."

La magistratura romana sarà pigra, come dicono; ma in certi casi sa agire velocemente.

Pochi giorno dopo la conferenza stampa, è stato arrestato Stefano Schiavulli, dirigente di Militia, con questa straordinaria motivazione:

"è accusato della ricettazione [non furto, ndr] di una divisa militare dell’Esercito israeliano risultata frutto di una rapina – con finalità di discriminazione e di odio razziale e religioso nei confronti dello Stato di Israele – compiuta in Corso Trieste, a Roma, il 17 luglio 2009 da esponenti della stessa organizzazione ai danni di un giovane militante dell’area giovanile della sinistra."

Commenta Paniscus:

"…apprendo solo in questo momento che esista il reato di odio razziale e religioso nei confronti dello Stato di Israele.

Lo Stato di Israele è una razza?

Lo Stato di Israele è una religione?

E potevano dircelo prima, invece di raccontarci che fosse una nazione sovrana con tanto di istituzioni formali."

E mentre riflettiamo sul fatto che almeno per qualche magistrato, l'esercito israeliano è diventato oggetto di culto religioso, cerchiamo di immaginarci esattamente cosa sia successo il 17 luglio 2009 in corso Trieste. Quando un innocente giovane militante di sinistra è stato spogliato della divisa israeliana che indossava per motivi religiosi. Gli avranno almeno lasciato la bandiera rossa per coprirsi?

Ci dispiace per il misterioso Spogliato di Corso Trieste, ma ribadiamo la nostra disponibilità a dare la massima diffusione a un eventuale dossier su Gianni Alemanno. E pure a farlo tradurre in una decina di lingue: la Città Santa, in fondo, è patrimonio dell'umanità.

Print Friendly
This entry was posted in Censura e controllo globale, neofascisti and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

135 Responses to Il reato di odio nei confronti dello Stato di Israele e uno tutto nudo a spasso per Corso Trieste

  1. PinoMamet says:

    Le divise israeliane si trovano in liberissima vendita su Internet, e hanno il loro filone di appassionati tra i praticanti di soft-air e i vari militaristi ammiratori di Israele:

    http://www.zahal.org/

    ciao!

  2. utente anonimo says:

    è accusato della ricettazione [non furto di una divisa militare dell’Esercito israeliano risultata frutto di una rapina – con finalità di discriminazione e di odio razziale e religioso nei confronti dello Stato di Israele – compiuta in Corso Trieste, a Roma, il 17 luglio 2009 da esponenti della stessa organizzazione ai danni di un giovane militante dell’area giovanile della sinistra

    A rigor di sintassi: l'uomo ha comprato la divisa israeliana da qualcuno che ha compiuto una rapina, non per guadagnarci qualcosa, ma per odiare la razza e la religione israeliana. Rapina con finalità di odio razziale e religioso. Geniale.

    Ale

  3. utente anonimo says:

    Secondo me la magistratura à aperto il fascicolo contro Militia non tanto x gli insulti a Alemanno quanto x quelli a Pacifici.
    EMICHO

  4. utente anonimo says:

    C'è un forum dove puoi tranquillamente scrivere: "Bruciamo tutti gli zingari!" ( o i rumeni, a scelta del momento…); "I palestinesi sono subumani" e piacevolezze simili. se descrivi il sedicente "Stato di Israele" come "fogna zionista" vieni "bannato" (secondo la dicitra dell'analfabestiale sedicente amministra/zion).
    —————————————-
    Magari vado fuori tema, ma ricordo due orrori su Unomattina (RAI 1) del 2003, quando lo US attaccò l'Iraq.
    a- lo scemo del villaggio globale Luca Giurato, che, sventolante una bandiera USA alle sue spalle su schermo gigante, disse: "Basterebbe una pallottola a Saddam per chiudere subito la guerra!" (magari l'anormale l'aveva copiata da Bush II, ma almeno quest'ultimo non pigliava i $$$ dai canone-paganti);
    2- qualche mese dopo, la badante roscia di Giurato, tal Paola Saluzzi, disse ridacchiando a proposito del KZ di Guantànamo: "E si lamentano pure! Magari vorrebbero un hotel a 5 stelle, ah, ah!"
    Ora mi chiedo: sti du' pièzzi 'e mm… ànno commesso più reati di tutta la mafia in cento anni. Ma non mi pare che nè i tv-rincojoniti, nè la Digos, nè la magistratura abbian fatto la minima obiezione.
    EMICHO

  5. utente anonimo says:

    Siccome mi pare che il vostro presidente della republica ( il mio è Chavez, con Ahmedinedjad come primo ministro) goda dell'infallibiltà come il papa, mi limito a ricordare questo: tempo fa in visita ufficiale, all'eccellentissimo, molto egregio e graziosissimo Stato D'Israele, costui disse che chi è contro il succitato eccell. nobiliss. Stato d'Israele, è "antisemita".
    Siccome S.A.R.  vostro Presidente è infallibile, eviteremo di farGLI notare due cose:
    1- che chi spara merda su Cuba, Venezuela e Iran, NON è descritto (chissacomè?) anti-hispanico o anti-aryano;
    2- che se "semita" significa al 90 % arabo, al 9% abissino, e al 1% yehudì, ne consegue che "antisemita" è chi ammazza l'arabi ( o i somali).
    P.S. Visto che l'itaglia-ke-raglia è, to the best of my knowledge, l'unica republica monarchica al mondo (visto che conserva come colore ufficiale l'azzurro Savoia), mi sembra giusto chiamare Sua Altezza Reale il vs. presid.

  6. utente anonimo says:

    da EMICHO (vale anche x msg n. 5)

    Postilla: Mendre 'o firmaiuolo tirava i rrecchie a chilli fetendi che stòngheno condro Israele, la nientità zionista teneva in carcere senza processo un pacifista italiano sequestrato dal Shabàk. E chille là se ne stiva zitte-zitte.
    Ovviamente nessuno si ricorda di quel pacifista – tantomeno del suo nome (me compreso).

  7. utente anonimo says:

    Se m'avessero avvertito mi sarei piazzato volentieri a Corso Trieste, magari fuori da quella splendida bottega che vende birre artigianali, a godermi lo spogliarello sorseggiando una Ale.
    La follia che impera in entrambi gli schieramenti è l'unica cosa che rende godibile questo momentaccio, che sarebbe la vita se non si potesse ridere della stupidità altrui. Grazie a te e a Lisa.
    Linkato su faccialibro.

    AnDrEa

  8. utente anonimo says:

    da EMICHO
    Rileggendomi la scritta insultativa di Militia, ò avuto l'impressione che quell'imbecilli abbiano invertito i ruoli tra Alemanno e Pacifici.
    P.S.  se un generale natoista e un funzionario del vostro MAE ànno sparato al TG1 un ignobile "INSORGENTI afghani" ( da: "insurgents") invece di "insorti", mi arrogo il diritto di ciancicare l'italiano come mi pare. Per es. "insultativo".

  9. kelebek says:

    Per AnDrEa

    Un abbraccio (OT!)

    Non c'è scritto che la vittima della rapina fosse un ebreo, ma era un militante di sinistra.

    Quindi posso immaginarmi tutta una serie di ipotesi.

    1) Un giovane musulmano di sinistra, di chiare fattezze arabe, stava per compiere un rito musulmaniaco incendiando una divisa israeliana, e gli skinhead (ormai skinhead per necessità, visto che gli anni passano anche per loro) gli hanno impedito di compiere il suo rito. Questa spiegazione chiarirebbe insieme il dato religioso e quello razziale.

    2) La vittima era un giovane di religione israeliana-di-sinistra.

    3) Schiavulli ha ricettato la divisa, legittimamente rapinata da altri, per puro odio religioso.

    4) Un prete, nel compimento delle sue attività religiose, girava casualmente in divisa militare israeliana ed è stato aggredito e nudificato

    5) Schiavulli si era impossessato della difesa per compiere un rito pagano e antiebraico.

    A voi le altre ipotesi.

    Miguel Martinez

  10. marijam says:

    tempo fa in visita ufficiale, all'eccellentissimo, molto egregio e graziosissimo Stato D'Israele, costui disse che chi è contro il succitato eccell. nobiliss. Stato d'Israele, è "antisemita".

    Era davvero meglio se stava zitto, il nostro presidente per i miei gusti è troppo loquace

  11. Peucezio says:

    #3
    Secondo me la magistratura à aperto il fascicolo contro Militia non tanto x gli insulti a Alemanno quanto x quelli a Pacifici.
    EMICHO

    Ne sono convinto anch'io. E Alemanno viene difeso per il fatto e nella misura in cui si è fatto paladino della causa di Israele e della comunità ebraica romana.

    Per il rersto, ottimo thread di Miguel, come sempre.

  12. utente anonimo says:

    X Miguel N. 9 – da EMICHO
    ————————————-
    Presumo che la roscia "invisa a dio e all'inimichi sui"  si attaccherà al tuo punto n.2 dicendo che non esiste una religione "israeliana" bensì "ebraica".
    In effetti, oltre alla religione ebraica – quella dei Neturei Karta, per es.,  ke propugna la distruzione del Judenstaat –  esiste una religione "israeliana" con tanto di reato di blasfemia (vedi anatema del firmariuolo funiculì-funiculà) se critichi la legalizzazione della tortura, il divieto di meticciato (matrimoni misti), l'apartheid per gli arabi, l'apartheid per mamzerìm e mamzeròt  yehudìm (costretti a sposarsi solo fra loro e a perpetuare la loro "impurità), il divieto di trasfusioni di sangue negro (dei falashà) a Ashke-NAZI , il divieto di rompere la pausa sabatica x soccorrere un goj moribondo e quisquilie simili.

  13. utente anonimo says:

    X quanto riguarda lo "spoglio" a Cso. Trieste (presumo a Roma; in tal caso quartiere nero e non casualmente zionista) di un tizio in divisa militare, mi ricordo che secondo la lex italiciana è reato penale indossare – se non autorizzato – tre elementi simili (x es. cravatta, camicia e fazzoletto)  dello stesso tipo, in quanto si configura come "divisa militare". Forse quel tizio è stato spogliato x ragioni umanitarie: x evitargli una denuncia.
    P.S. X quanto riguarda quell'articolo di C.P. , somebody help me!
    Io lo ricordo solo a memoria ma non so dove ritrovarlo!
    P.S Ovviam. la legge succitata si dovrebbe estendere anche ai farabutti squadristi dei malpingui Porchezio, Calderoli e pizzicagnoli vari.
    EMICHO

  14. utente anonimo says:

    io non so cos'è lo stato di Israele, ma so cosa fa l'esercito di Israele.
    Cose così:
    http://www.youtube.com/watch?v=RlElXOJV4CA

    bisogna iscriversi a youtube e dichiarare di essere maggiorenni per vedere le immagini. Israele è uno stato vietato ai minorenni.
    Giovanni

  15. utente anonimo says:

    X GIOVANNI n. 14 – da EMICHO
    ——————————————-
    Grazie x l'info.
    HUGO CHAVEZ è letteralmente grandioso!
    http://www.youtube.com/watch?v=j62u7agpH3g&feature=related

  16. utente anonimo says:

    Vi ricordate di quando gli stati hispanici venivano chiamati dal mentecatto zionista Holly-Woody Allen  "Banana republix"?
    Bene: CUBA non à mai avuto rapporti con la cloaca zionista (mèmore del fatto ke il puparo del pupazzo Batista era il mafioso biscazziere yehudì SLANSKY) ;  VENEZUELA e BOLIVIA ànno da tempo cacciato l'ambasciatori zionisti; seguìti a ruota da NICARAGUA. Perfino  il moderatissimo BRASIL che non è hispanico ma cmq sudamericano sfida i zionisti.
    I mexicanos della California Occupata, cioè la Voz de Aztlàn publicano questo:
    http://www.aztlan.net/tale_of_two_holocausts.htm
    La serva itaglia nonchè bordello tace e subisce compiacente il bananone zionista.
    Qual è il Banana republic?

  17. utente anonimo says:

    EMICHO (autore di n. 16, mannaggia a me, scordo sempre di firmare!)
    Guardando il video http://www.aztlan.net/tale_of_two_holocausts.htm
     mi viene un conato di vomito, non tanto a vedere Scimione l'Africano che è l'unico scemo a non aver  ancora  capito che la schiavitù dei negri in USA è stata formalmente abolita nel 1865, quanto per i siOnistri di PRC che dicevano: "Ammazza, ahò! Mò che ce stà un negro per presidente, hai da vède come le cose cambieranno!"
    Immemori dei criminali di guerra  Powell e la zannatissima Congolezza Rice.

  18. paniscus says:

    "secondo la lex italiciana è reato penale indossare – se non autorizzato – tre elementi simili (x es. cravatta, camicia e fazzoletto)  dello stesso tipo, in quanto si configura come "divisa militare"."

    ——————–

    Cioè, cioè, elabora meglio: quindi le diffusissime e banalissime tute sportive formate da tre pezzi dello stesso tessuto e colore (maglietta a maniche corte, casacca a maniche lunghe e pantaloni) sono vietate per legge?  :)

    Lisa

  19. utente anonimo says:

    x LISA 18 – da EMICHO
    ——————————
    Non posso discutere la questione perchè appena apro la ricerca "uniformi" il mio PC si blocca x evitare "oscenità" viertata ai minori. Magari il server pensa ai Village People o a giochetti latex S/M. Cerco di fargli capire che son single e adulto, ma evidentem. non basta.
    Mi ricordo di questa cosa che avevo appresa quando facevo il militare. Per questo ò invocato  qualcuno che  riesca a trovare quest'articolo di legge. In effetti hai ragione tu riguardo alle divise sportive.  Ma d'altro canto cantare "Bandiera Rossa" teoricamente è vietato in quanto incitamento all'odio di classe. Se il tuo PC non è bloccato da sti stronzi servers e trovi qualcosa in merito te ne sarei grato.
    Ciao!

  20. utente anonimo says:

    Vorrei segnalare all'anonimo che "Banana Republic" non è un'invenzione del sionista ecc. Woody Allen, bensì ahinoi una triste ma azzeccata definizione di alcuni Paesi dell'America Centrale, dove le compagnie bananiere e le multinazionali della frutta hanno commesso massacri inauditi nonché imposto presidenti burattini per il loro interesse.
    Le repubbliche delle banane sono un crimine contro l'umanità e per questo non dovrebbero essere mai dimenticate.
    Sicuramente Miguel ne sa più di me.

    la timida

  21. marijam says:

    Pino,

    capisco cosa vuoi dire, ma resta il fatto che dopo l'attentato alle torri gemelle ci fu la voce di cui abbiamo detto e tale diceria  durò abbastanza, non penso sia stata l'amplificazione della battuta di un bischero e basta,  tra le tante possibili etnie fu scelta proprio quella,  evidentemente era in un certo senso plausibile, a livello di immaginario, altrimenti non sarebbe stata colta e non si  sarebbe propagata in modo così fulmineo.

    Se io avessi scritto che sulla torri gemelle non c'erano turisti italiani  perchè avvertiti la sera prima ,che so,  dagli eredi di cosa nostra, sarei stata presa certamente per una grullerella:-)
     

  22. PinoMamet says:

    Sì Marijam,

    hai in effetti ragione sulla "consistenza" della voce,
    ma a me viene da collegarla al puro e semplice complottismo anti-israeliano (quello del Mossad che sta dietro a tutto) unito all'immagine che molte organizzazioni ebraiche danno esplicitamente di se stesse come "ponte con Israele" e "difensori degli ebrei fuori da Israele".

    La miscela, tremenda, genera in effetti il luogo comune antisemita degli "ebrei tutti d'accordo tra loro (per metterla nel culo ai non-ebrei)".

    Quanto questo luogo comune sia diffuso fuori dagli ambienti complottisti, non saprei dirlo, e credo onestamente pochissimo.

    Fanno male le organizzazioni ebraiche, paradossalmente, a rafforzarlo!

    Che lo facciano per errore di comunicazione, o per volontà superiore di far giungere nuove leve di "olim" in Israele, non saprei proprio e, di mio, crederei di più alla prima ipotesi, non fosse che per Occam.

  23. PinoMamet says:

    Sul porto di uniformi:

    a me risulta che la legge italiana proibisca l'uso di uniformi, gradi o simboli delle Forze armate e delle Forze dell'ordine italiane a chi non ne faccia parte;

    il che è perfettamente logico (per evitare i vari casi di millantato credito, le rapine con travestimenti da poliziotti o carabiniere ecc.)

    La legge permette tra l'altro l'utilizzo di uniformi italiane non più in uso (anche intere, a quanto mi risulta) private ovviamente di quei simboli che siano ancora vigenti
    (ma su questo si passa sopra con tranquillità, e si vedono moltissimi "re-enactors" con divise di questa o quella guerra mondiale con i loro bei gradi ecc.)

    Qualunque altra uniforme, a quanto risulta a me, è di libero uso.
    Chiedo ai meglio informati.

    Ciao!

  24. E' curioso notare come l'unico elemento su cui destra e sinistra concordino
    e' l'odio incondizionato e fideista verso lo stato di israele,che non e' una razza,
    non e' una religione,ma contiene molti ebrei che sono un popolo ed hanno una
    religione.

  25. kelebek says:

    Per Nibelunga n. 24

    Io ti potrei dire che è esattamente il contrario: il sostegno incondizionato a Israele è qualcosa su cui certa destra e certa sinistra concordano, vedi ad esempio qui.

    In realtà non è nemmeno così.

    Esistono molte destre e molte sinistre, e ne nascono continuamente di nuove, perché la storia cambia. E siccome i temi e i problemi al mondo sono tanti, è ovvio che alcune di queste destre concordino con alcune di queste sinistre su alcune cose, mentre non concordano con altre destre.

    Un caso analogo: riesci a immaginare una comunità più cattolica, conservatrice e contadina degli sloveni del Carso? Bene, sono sempre stati alleati dei comunisti, per motivi legati alle vicissitudini storiche di Trieste.

    E' la storia, ragazza mia

    Miguel Martinez

  26. utente anonimo says:

    ma siamo sicuri che l'ordinanza reciti proprio cosi'? e tu perchè ne hai una copia?
    possiamo visionarla anche noi?

    grazie

  27. utente anonimo says:

    1) RICETTAZIONE è piu' grave di furto

    2) si contesta la ricettazione quando pur dimostrata la provenienza furtiva non si è in grado di provare (trascorsa flagranza) che il detentore sia l'autore del reato.

  28. kelebek says:

    Per n. 26-27

    Firmare sempre i propri commenti, anche con uno pseudonimo qualunque.

    La citazione è da Repubblica.

    Miguel Martinez

  29. kelebek says:

    Per n. 27

    1) RICETTAZIONE è piu' grave di furto

    2) si contesta la ricettazione quando pur dimostrata la provenienza furtiva non si è in grado di provare (trascorsa flagranza) che il detentore sia l'autore del reato.

    Non mi è chiaro il primo concetto; il secondo invece sì.

    Presumo che la ricettazione per essere tale debba essere compiuta con piena coscienza: quando vado dal fruttivendolo e compro le mele, non posso certo essere sicuro che lui non le abbia rubate nell'orto del suo vicino di casa.

    Miguel Martinez

  30. utente anonimo says:

    Ciao Miguel, ricambio l'OT, cioè l'abbraccio.

    C'è da dire che la guerra tra faCisti duri e puri ed ex tali potrebbe presentare sviluppi interessanti:
    http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=106265&sez=HOME_ROMA

    Aspettiamo e vediamo cos'ha realmente di interessante da rivelare Boccacci, se non stira le zampe prima del previsto.

    Comunque 'sta frase è meravigliosa: «Schiavulli è stato arrestato soltanto per una camicetta militare comprata al mercato, del resto il proprietario a cui era stata tolta non lo ha neppure riconosciuto in foto».
    :-)
    Era stata acquistata… ma da qualcun altro si presume. Vabbe', dettagli. Riassumendo, facciamo un'altra ipotesi:
    un tale, "il proprietario", compra una camicia o una giacca coi simboli di tsahal ad una bancarella – magari una di quelle un po' strambe che a rotazione si presentano al vicino mercatino di Via Chiana mischiandosi ai canonici venditori di pentole, asciugamani e cineserie -. Possibile, perché no: di matti feticisti dell'uniforme è piena Roma e non solo. Forse il tipo era un convinto sionista o forse no, direi che non è importante.
    Ora, se la bancarella vendeva articoli militari è facile immaginare quale genere di clientela le ronzasse intorno: d'altronde il quartiere è sempre quello, il tempo passa ma le tonalità del nero vanno sempre di moda a Trieste-Salario. Così un paio di esemplari della specie dei Boccaccini seguono il nostro acquirente, che magari è un 45enne impiegato di banca, che non sa su che pianeta sia l'impegno politico e vota PD per inerzia, il che basterà però agli inquirenti per qualificarlo come "militante di sinistra" tanto per aggiungere un po' di pepe alla vicenda.
    La combricccola si allontana da Via Chiana e dal caos del mercato rionale, svolta su Corso Trieste e appena si presenta l'occasione, in un tratto un po' più appartato scatta il furto, cui seguirà denuncia da parte del derubato.
    Fine dell'intrigo internazionale. Poco intrigante come intrigo, mi rendo conto. Ma naturalmente qualcun altro provvederà a rendere la cosa più interessante. Perché ovviamente se a seguito di una perquisizione alla loro sede (a proposito, su Indymedia qualcuno insinua che l'intervento sia stato deciso per anticipare e prevenire una presunta, prossima incursione da parte dei Pacifici ragazzi della comunità ebraica romana…) 'sti pirla di Militia risultano in possesso di merce rubata, come resistere alla tentazione di costruirci sopra un caso? E se la merce è un pezzo di una divisa israeliana, va da sé che le ragioni non possono che essere l'odio razziale e religioso.
    Lo so, le ipotesi di Miguel sono più interessanti, ma io sono un gretto razionalista occamista. :-)
    Besos

    AnDrEa

  31. kelebek says:

    http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=106265&sez=HOME_ROMA Il leader di Militia minaccia Alemanno:
    la pagherà, nell'armadio ha un cimitero Maurizio Boccacci attacca anche Riccardo Pacifici: «Se a me restano 12 mesi di vita a loro ne rimangono 11»
    ROMA (12 giugno) – Il giorno dopo l'arresto di Stefano Schiavulli, Maurizio Boccacci, leader del movimento fascista Militia, ha tenuto una conferenza stampa tornando ad attaccare e minacciare pesantemente il sindaco Gianni Alemanno e Riccardo Pacifici, il presidente della Comunità ebraica di Roma, da tempo nel mirino dell'organizzazione.


    «Sono malato, ma se ho un anno di vita e mi restano 12 mesi a loro ne rimangono 11», ha detto Boccacci, riferendosi proprio a Pacifici e Alemanno. Il leader di Militia, dal 21 maggio indagato insieme a Schiavulli e ad altri due militanti per apologia del fascismo, diffusione di idee fondate sull'odio razziale e violazione della Legge Mancino, ha sostenuto che Stefano Schiavulli «è innocente ed è solo un ostaggio e vittima di un sequestro. Spero che il pm mandi a casa Stefano entro lunedì o martedì. Aspetto che lui esca per tirare fuori un dossier con prove documentate sul presente di Alemanno e che riguardano il Campidoglio, c'è tutto scritto. Quando la vicenda di Stefano sarà finita al sindaco gliela farò pagare e anzichè mezz'ora durerà un quarto d'ora. Se ognuno ha i suoi scheletri nell'armadio, il sindaco ha un cimitero».

    Il fascismo stile di vita rinnegato da Alemanno. Boccacci, 54 anni, già fondatore di gruppi di estrema destra come il Movimento Politico Occidentale, poi sciolto dalla Legge Mancino, e poi leader di Base Autonoma, ha aggiunto: «Ricordo di Alemanno quando diceva di essere fascista e si comportava da tale. Il fascismo è uno stile di vita e lui anni fa partecipava a scontri e manifestazioni, fino a quando ha rinnegato tutto al congresso di Fiuggi confluendo in Alleanza Nazionale. Lui è una banderuola, lo detesto per questo».

    Secondo Boccacci «Schiavulli è stato arrestato soltanto per una camicetta militare comprata al mercato, del resto il proprietario a cui era stata tolta non lo ha neppure riconosciuto in foto». Quanto al sequestro della palestra popolare sede di Militia, nel quartiere Vigne Nuove, Boccacci ha aggiunto: «Se prima potevano controllarci adesso la nostra aggregazione può essere ovunque e la spinta politica sarà maggiore. Il pensiero buca di più di una pallottola: Militia è la testimonianza di un'idea, diamo fastidio perchè attacchiamo il potere. Prima di morire qualche sassolino me lo tolgo dalla scarpa».

  32. kelebek says:

    Per AnDrEa

    come vedi, ho ripreso l'articolo.

    Devo dire che la tua tesi è quasi convincente.

    Schiavulli era proprio quello che qualche giorno fa aveva tenuto la conferenza stampa in cui minacciava di pubblicare il dossier Alemanno.

    Che probabilmente non conterrà grandi cose – qualche foto del sindaco a braccio teso, qualche rissa o roba del genere; ma in questo contesto dove tutto viene giocato sul simbolico-mediatico, ci sarà da ridere.

    E vogliamo contribuire anche noi al buonumore generale.

    Miguel Martinez

  33. utente anonimo says:

    X MIGUEL n. 25
    da EMICHO
    ————————–
    Tanto x usare anche io il rasoio di Ockham, semplifico e syllogizzzo:
    1- chi è di sinistra è antifascista.
    2- lo stadio supremo del fascismo è lo zionismo.
    3- chi appoggia lo zionismo è un fascista.
    Ergo: come si fa a definire il fascio anorexico Fassino + PD + PRC + IDV come "sinistri"? Quella feccia è la siOnistra e basta.

    —————
    Incidentalm. guardare qui sotto. Pare ke x il pedopornografo Feltri e x la roscia in cartapecora la rabbia saudita sia un paese progressista e feminista rispetto ai machisti iraniani.
    http://www.fiammanirenstein.com/articoli.asp?Categoria=3&Id=2397

  34. utente anonimo says:

    P.S.  al mio n.33
    da  EMICHO
    ——————————————
    Ovviam. ci può sempre esser una "sinistra" della destra fascista: BOMBACCI- finito a P. Loreto; RÖHM, ammazzato dalle SS; l'extracomunitario MONA OVAIA santo patrono di SEL;  ovvero i fans del Football Club isdraeliano ha-PO'EL ("l'operaio) che vanno allo stadio con bandiere rosse e manifesti di Guevara; ovvero gli scribacchini analfabeti a due agoròt al rigo dell' organo clandestino di PRC, "Libera/zion".
    Ma io non li frequenterei.
     

  35. utente anonimo says:

    Sono un lettore abituale e non commento mai (giusto un paio di volte).
    E' completamente o.t. ma appena l'ho visto non ho retto:

    http://www.oddii.org/tuttosuosservatorio/undiscoperlaliberta.html

    Scoperto grazie a una pubblicità indovinate dove….

    http://www.adrianabolchini.com/?p=2477

    Epic moment patrocinati da comuni,provincia di Milano e regione Lombardia…

    Gino

  36. utente anonimo says:

    Per kelebek n.25

    Certamente,come scrivi tu stesso,su alcune tematiche certe destre e certe
    sinistre concordano,per non dire fraternizzano o solidarizzano,camerati e
    compagni a braccetto.Il discorso cui accennavo riguarda pero' il cosiddetto revisionismo storico che sta partorendo,a mio modestissimo avviso,delle bufale gigantesche.Mi spiego meglio:la destra estrema,quella di stampo nazi
    fascista nel vero senso della parola,e' sempre stata anti-sionista e anti-ebraica,
    mentre la sinistra in genere,dal dopoguerra fino a pochi anni or sono,era generalmente nella sua quasi totalita' non ostile allo stato di Israele e alla sua nascita,tanto e' vero che Stalin stesso forni' armi cecoslovacche ai terroristi
    ebrei di Stern e l'Haganah con cui furono compiti diversi attentati nel protettorato inglese di Palestina.La sinistra mondiale in genere era dunque
    sostanzialmente ben disposta verso gli ebrei e israele,al contrario della destra estrema come detto sopra.Il tutto comincio' a cambiare dopo la guerra dei sei
    giorni,in cui lo stato di Israele fu aggredito e non aggressore,che termino' con una schiacciante vittoria militare "sionista".Da allora,da quando cioe' Israele
     occupa dei territori in seguito ad una guerra in cui e' stata aggredita,l'atteggiamento della sinistra e' cominciato a mutare fino al paradosso dei giorni nostri in cui si definisce nazista chi e' filoisraeliano
     o filosionista accostando cosi' due ideologie entrambe nefaste ma di fatto inconciliabili.Su alcuni siti di chiara ispirazione ideologica e di linguaggio marxisti,comedonchisciotte ad esempio,alcuni arrivano a rivalutare la figura storica di Hitler(avete letto bene),cui non si attribuisce piu' la colpa dello scoppio della seconda guerra mondiale,le invasioni di polonia,danimarca,olanda,belgio,jugoslavia,norvegia,unione sovietica,grecia,oltre alle annessioni di austria e Sudeti furono solo delle scelte obbligate per difendersi dal bieco Churcill cui dopo venne in soccorso
    l'ebreo Roosvelt  che furono i due veri criminali della seconda guerra mondiale.Ormai mi aspetto solo di leggere che gli ebrei hanno sterminato sei milioni di tedeschi e che ad Auschwitz le ss erano prigionieri e non carnefici.E tutto questo revisionismo di sinistra perche' avviene?Perche' bisogna dare contro ai due imperi del male di oggi,gli Usa e Israele,per delegittimare il quale si rivalutano pure orribili carnefici come i nazisti.
    Nel suo furore ideologico anti Israele la sinistra sta facendo un grosso favore alla destra che osserva divertita e compiaciuta.Il fatto che Israele oggi si comporti  da persecutore oggi non annulla gli anni dal 1938 al 1945 in cui furono gli ebrei ad essere perseguitati e massacrati su scala ben piu' vasta di quanto lo siano i palestinesi oggi.Ma tra queste due situazioni,come direbbero gli americani,no linkage,ossia non c'e' legame.

  37. utente anonimo says:

    Scusa ho dimenticato la firma nel post precedente:Nibelunga

  38. utente anonimo says:

    scusa Nibelunga, tutta la tua tirata sulla sinistra che rivaluta Hitler deriverebbe dai COMMENTI a un sito che non si dice non dico marxista, ma anche solo di sinistra da nessuna parte? E qualcosa di più concreto, no?

  39. kelebek says:

    Per anonimo n. 38

    Firmare sempre i propri commenti, anche con uno pseudonimo qualunque.

    E come la mettiamo con i commenti filosionisti su Kelebek che dimostrano che anche gli islamonazicomunisti lavorano per il Mossad?

    :-)

    Miguel Martinez

  40. kelebek says:

    Per Gino n. 35

    Direi che non è affatto OT.

    Grazie, qui tifiamo tutti per Ambra Giangreco, di Desio. Qualche didascalia dal suo sito:

    Ambra canta Ciao Paperetta

    Un piacere, un impegno continuo, cresce anche la melodia nel dna

    Non ha ancora 16 anni e già brilla la sua stella

    La serata semifinale di Cesano Maderno

    Ambra Giangreco ospite durante il festival Syntonia con un mixer di canzoni, fra le quali il suo primo disco Frammenti d'eternità.

    Una giovane come tante che ama la musica e si lascia trasportare sull'onda delle melodie

    Grazie di nuovo. Mancava alla nostra collezione.

    Miguel Martinez

  41. marijam says:

    .Il tutto comincio' a cambiare dopo la guerra dei sei
    giorni,in cui lo stato di Israele fu aggredito e non aggressore,che termino' con una schiacciante vittoria militare "sionista".Da allora,da quando cioe' Israele
     occupa dei territori in seguito ad una guerra in cui e' stata aggredita,l'atteggiamento della sinistra e' cominciato a mutare fino al paradosso dei giorni nostri in cui si definisce nazista chi e' filoisraeliano

    nibelunga

    la guerra dei sei giorni segna a mio parere un punto di svolta epocale nel conflitto israelo palestinese, la sinistra o parte di essa cominciò a cambiare non all'indomani della guerra ma nel corso del tempo,  perchè io penso che un'occupazione non possa durare tanto a lungo senza trasformare il paese "vincente" e occupante  in senso negativo 
    .
    In egual modo non esiste giudizio politico che non si trasformi durante gli anni , io per esempio non riesco a comprendere perchè Israele continui a fare nuovi insediamenti,  questo per me  qualifica la sua politica più tutti i discorsi,  le ricostruzioni storiche e i commenti. Ecco perchè da un po' di tempo io  cerco di giudicare  la questione partendo da OGGI e non da IERI . 

    Le etichette poi sono sempre molto stupide se non politicamente maliziose, e lasciano il tempo che trovano.

  42. utente anonimo says:

    "secondo la lex italiciana è reato penale indossare – se non autorizzato – tre elementi simili (x es. cravatta, camicia e fazzoletto)  dello stesso tipo, in quanto si configura come "divisa militare". "

    uh? quando giocavo a basket avevamo tutti tuta (pantalone, giacca) e divisa  (pantaloni, casacca, calzettoni) + borsa uguali
    inoltre facevo l'arbitro e anche li calzettoni+pantaloncini+casacca+ borsa AIA
    senza contare gli scout…
    :-)

    roberto

  43. utente anonimo says:

    X Nibelunga n.36
    da EMICHO
    ————————
    Premetto ke sono marxista rivoluzionario critico (nel senso che in Marx ci son parecchi tratti socialdemocratci che non mi piacciono, x non parlare di Lenin che era s-d in toto).
    Rispondendo a quanto ài scritto, obietto alcune cose:
    1- fino alla presa del potere di Gorbaciòf, la sinistra mondiale è sempre stata contro gli ebrei (non in quanto popolo ma in quanto classe capitalista) e , successivam, antizionista: da Proudhon, al saggio marxiano  "Zur Judenfrage" di Bauer, a Lafargue, a Sorel fino al CCCP ( a parte la parentesi stalinista; ma Stalin era un fascista).
    2- Morto Stalin, la CCCP prese una dirazione decisam. antizionista, fino alla rottura dei rapporti diplomatici col sedicente isdaele. (Leggo,nella sua autobiografia,  i piagnistei di B. Gurion a Eisenhower, quando nel 1956 Bulganin gli scrisse una brutale lettera, che riassumo in: " O sgommate via da Suez o son cazzi vostri! No kidding!")
    4- Anche nel PCI la posizione servilmente israeliana del fascista U.Terracini fu sempre aspram. criticata.
    Il tizio in questione, a maggio 1967, quando già si sentiva puzza del proditorio attacco zionista al Egitto,  volò nella nientià zionista senza "farsi nessuno scrupolo di proclamare il diritto di Israele alla difesa dei suoi confini("così come l'Italia difende il suo confine al Brennero dai terroristi nazisti")" (Leo Levi in "Il Ponte" di Calamandrei; anno XXIII, n. 6, p. 727, del 30-giugno-1967.) Il giudofascista Terracini, non solo definiva terroristi nazisti i Süd-Tiroler, già espropriati della loro terra e della loro lingua dall'Itaglia monarchica, fascista e post – fascista, ma equiparava anche i feddaìn a "terroristi".  Una carogna senza pari, in un paese che di carogne ne produce a milioni.
    5- La II Guerra Imperiale fu provocata dal fascista Beck, su istigazione del filofascista  Churchill, con il massacro della postazione-radio tedesca di Gleiwitz. Il primo massacro di civili durante la II G.I. fu compiuto dalle orde polakke a BYDGOSCCZ il 6 sett. 1939, dove la totalità di polakki di ethnia tedesca furono sbudellati (ca. un migliaio).
    6-Premesso che la HISTORIA non esiste, ma solo la STORIOGRAFIA, Il REVISIONISMO STORICO  ("negazionista") è il metodo base della storiografia; che, per altro, essendo testualità, è soggetta alla retorica, come ogni testo.
    7- Sennò ci sta la dogmatica storiografica (storia come teofania- Dante; come spiritofania -. Hegel; – come israelofania – AA.VV.  (autori vari.)
    8- Tra i dogmi del Nürnberger Prozess (intoccabili, sennò vai in galera) c'era anche l'accusa alla Wehrmacht di aver operato la liquidazione di Katyn. Invece erano stati i sovietici.
    9- caduto un dogma, non capisco gli strepiti hysterici dei zionisti e siOnistri, se cade il dogma dei 6 milioni.
    Manco l'Inquisizione fece tanto casino quando L. Valla scoprì che la donatio Constantini era una balla, distruggendo, così, il mito del potere secolare dei papi.
    10- Se i fascisti sono revisionisti e i comunisti pure, bisogna che ve ne fate una ragione. La scienza non è soggetta all'ideologia. Altrimenti io dovrei rifiutare la teoria della relatività o il vaccino contro la polio (Einstein & Sabin) da un lato; e il principio di indeterminazione (Eisenberg) , dall'altro. O, l'aritmetica, in quanto Pythàgoras mi puzza di proto-scientology.
    11- Io non credo ai miracoli di padre Pijo; a quelli dei Wunderabbi; alla moltiplicazione dei pani e dei pesci; in generale: credo, con Ockham: entia non sunt multiplicanda sine necessitate.
    Non credo alla moltiplicazione da duecentomila a sei milioni.
    12- A meno di voler sbudellare la matematica inventando una costante:
    J =6.000.000  (tipo C=300.000 Km/sec) mi si spieghi questo:
    a) fino al 1992 i defunti J. nei 7 KL cosidetti di "sterminio" erano 6 milioni: 4 mil. a Auschwwitz e 2 mil. negli altri KL. TOT. 6 MIL.
    b) 1992: i morti a Auschwitz vengono ufficialmente ridotti a una milionata; ovviam. anche i due milioni restanti dovrebbero esser ridotti a 500,000. TOT.  matematico = 1,5 milioni, pari al 10% della popolazione J. in Europa di quel tempo. (Yugoslavi, Russi e Polakken ebbero percentuali molto superiori.)
    Tuttavia, data la costante "J", la cifra resta sempre 6 milioni.
    a la cifra totale dei morti J. a 700,000.
    Tuttavia, data la costante "J", la cifra resta sempre 6 milioni.

  44. utente anonimo says:

    Per martinez #40

    Dal sito di Ambra Giangreco risalgo al sito http://www.oddii.org/index.html, partendo dal quale ritrovo Lisistrata in versione pro Geert Wilders

    http://www.oddii.org/2010articoli/sit-inxgeertwilders.html

    Ciao!

    Andrea Di Vita

  45. utente anonimo says:

    ERRATA CORRIGE  al mio n.43 (da EMICHO)

    J.C. Pressac, storico zionista, portò la cifra dei defunti J. a 700.000. Ma ancor oggi la cifra resta 6 milioni.
     

  46. utente anonimo says:

    Per martinez #40

    Questo dovrebbe essere interessante proprio per chi si interessa di islamobobia E Rom (il grassetto è mio)

    […] ha preso la parola Diego Grandi – esperto sull’islam e scrittore, il quale ha presentato un pezzo dal titolo “Integrazione o apartheid? L'islamically correct fa più danno che altro” infatti ha esposto al pubblico presente le sue esperienze dirette con il mondo islamico provenendo lui da un Paese Africano assoggettato all’islam, ha dovuto giocoforza essere testimone delle tremende pulizie etniche attraverso le quali si è affermato l’islam in Africa.  
    Ha poi continuato spiegando quale sia stata l’origine degli zingari che popolano gran parte del mondo occidentale, frutto delle conquiste islamiche in oriente e come mai sono giunti sul nostro territorio e ancora alcuni vivono nell’India, ma della cui presenza non esiste traccia in nessun Paese islamico, cosa che fa riflettere molto sul chi sia veramente razzista, oltre che schiavista.

    http://www.oddii.org/2009articoli/primoconvegnonaz.leoddii24.5.html

    Ciao!

    Andrea Di Vita

  47. utente anonimo says:

    contesto

    Tanto x usare anche io il rasoio di Ockham, semplifico e syllogizzzo:
    1- chi è di sinistra è antifascista.
    2- lo stadio supremo del fascismo è lo zionismo.
    3- chi appoggia lo zionismo è un fascista.

    1) nel senso lato in cui si usa fascismo in Italia (rimando a Eco per i dettagli), larga parte della sinistra è fascista. Oggi più che mai. Che detto senso lato sia un falso storico, non rileva.

    2) falsissimo, conosco un sacco di zii che non sono fascisti … o facevi lo zpiritozo scrivendo apposta? Miguel, è che hanno chiuso l'asilo per le ferie estive?

    3) il sionismo è troppo coraggioso e fanatico per il fascismo, che è militarista da pantofole e guerrafondaio da operetta e la battaglia del grano la fa solo a favore delle cineprese …

    Saluti

    Francesco

  48. marijam says:

    fascista U.Terracini fu sempre aspram. criticata.

    ovvia anche umberto terracini che scontò 11 anni di galera 
     fu fascista e servo di israele, andiamo bene di nulla!!
    Te lo darei io a te il fascismo!!!

    Maria

  49. controlL says:

    Veramente al punto 7, tra le dogmatiche storiografiche, manca quella della storia come successione di modi di produzione, che è appunto quella marxista. Se non ci si crede, è un po’ dura dirsi marxisti, per quanto critici, visto che si ritiene infondato il principio basilare di marx. I miei ricordi scolastici, parecchio annebbiati, però mi rammentano che la storia come storiografia, cioè riflessione sulla storia, era la posizione di croce, non propriamente un marxista, e tanto meno un rivoluzionario.p

  50. RitvanShehi says:

    —–E come la mettiamo con i commenti filosionisti su Kelebek che dimostrano che anche gli islamonazicomunisti lavorano per il Mossad?:-)Miguel Martinez—–

    Beh, a mio immodesto:-) avviso la mettiamo nel senso che Miguel Martinez non teme il confronto sul proprio blog con le idee opposte altrui. Cosa che dovrebbe essere l'ABC non dico della democrazia bensì della più basilare ed elementare civiltà umana. Insomma, Miguel tu sei un UOMO (detto nel senso di Homo sapiens sapiens, a scanso di accuse di bieko maskilismo:-))  cosa che – siempre a mio immodesto:-) avviso – non si può dire di altri gestori di blog "antisionisti".

    P.S. Recentemente sono stato bannato da un blog "antisionista" con queste precise parole (a cui, purtroppo lì non ho potuto replicare):
    "Mi stai sulle ovaie pure te, sei un provocatore. Sei un piccolo uomo pieno di sè. E da questo momento te ne vai affanculo. Va’ a scrivere sui siti dove s’insultano persone perbene. Aria.".
    Ne approfitto per replicare qui (visto che questo è uno di quei siti in cui- secondo la "signora" dalle ovaie delicate e dal linguaggio Oxfordiano:-)- "s'insultano le persone perbene": ovviamente, siccome ogni scarrafone è bell' a mamma suje, la suddetta "signora" si ritiene "persona perbene").
    VAFFANCULO TU, PICCOLA STRONZA ANTISEMITA CHE TI FAI GUIDARE DALLE TUE OVAIE, CHE EVIDENTEMENTE TIENI AL POSTO DEL CERVELLO!

  51. utente anonimo says:

    EMICHO:
    Di Marx accetto:
    1- teoria del plusvalore & logiche conseguenze
    2- dittatura proletaria
    3- Internazionalismo – in parte. A me il concetto di "nazione" implicito nell'inter-Nazionalismo mi sta sulle palle. Io sto per il comunismo planetario e x l'abolizione nelle nazioni.
    4- Incidentalm. w PARAGUAY! Azzurri-Savoia coll'elmo da scippo sull'incinta testa, fuori al primo turno!
    —————————–
    Della dialektika marxiana (tantomeno Engelsiana) non me ne frega niente.

  52. RitvanShehi says:

    —–La II Guerra Imperiale fu provocata dal fascista Beck, su istigazione del filofascista  Churchill, con il massacro della postazione-radio tedesca di Gleiwitz….EMICHO—–

    Cioè, famme capi', fratello, i polacchi avrebbero assaltato la postazione radio tedesca il 31 agosto 1939 e già il 1° settembre – ma che coincidenza!:-) – la Wehrmacht era pronta ad invadere la Polonia e farne un sol boccone della metà di essa (lasciando l'altra metà al compare Baffone, in osservanza di un protocollo segreto ovviamente firmato da Churchill e Beck:-) )
    P.S. Senti, fratello, mi dai il cellulare del tuo fornitore, che deve avere della robba da sballo mooooolto buona?:-)

  53. utente anonimo says:

    X 49.
    EMICHO
    Che la storia sia storiografia è posizione post-modernista.
    Pure il criminale di guerra Einstein à ragione sulla relatività. Che ci posso fare?

  54. utente anonimo says:

    X Maria n.48.
    Da EMICHO
    —————–
    Fratelli coltelli.
    Terracini fece una decina d'anni in galera.
    A Roehm gli andò peggio: fu ammazzato insieme a Gregor Strasser e alle SA che non mi sembrano particolarm. antifascisti.
    Musolino dichiarò guerra a Metaxas che era fascista.
    Il superfascio Beck attaccò la Germania hitleriana.
    Zhabotinsky, uno dei padri fondatori della nientità zionista, era amico di Musolino.
    La biografia ufficiale di Musolino fu scritta dal suo amico giudofascista Ludwig.
    L'amante di Musolino era la giudofascista Sarfatti.
    La stessa struttura e ideologia zionista (razzismo, genocidio, apartheid, Blut u. Boden – a casa degli altri! -) è il perfezionamento del fascismo. E anche il mito dei proletari giudei che emigravano nel '48 in Palestina x far i kibuzìm nazional-socialisti, è roba protofascista. Basta leggersi "La grande proletaria s'è mossa" di G. Pascoli.

  55. utente anonimo says:

    x 52. da EMICHO.
    ———————
    raccontaci la vulgata ufficiale su Gleiwitz, così ci facciamo un po' di risate.
    Cmq, nel dicembre 1936 Weizman, davanti al Commissariato Inglese per la Palestina diceva che il vero problema per i J. non era la germania, dove i J. avevano soldi e potere, ma la Polonia di Beck.
    Non capisco xkè i zionisti devano difendere Beck e la sua Junta Militàr – se non x ragioni di affinità elettive.

  56. RitvanShehi says:

    —-Pure il criminale di guerra Einstein à ragione sulla relatività..EMICHO—

    Capperi, qui bisogna andare più a fondo col revisionismo storico…p.es. dichiarando "criminali di guerra" Leonardo da Vinci, Michelangelo e quant'altri abbiano progettato ordigni bellici!:-):-)

  57. utente anonimo says:

    x 36
    da EMICHO
    ———————
    A proposito delle persecuzioni subite da J. dal 1938 al 1945.
    1- dal 1936 al 1939 i giudoterroristi massacravano (fiancheggiati dll'Inglesi) i Palestinesi durante la Grande Rivolta di ezzedin al qassam. Quindi non erano tanto innocentini. E ciò spiega il fatto che il gran muftì tifasse hitler.
    2- Se la storiografia e i massemerdia non fossero nelle mani del JWC, forse si potrebbe approfondire il discorso sulle deportazioni e spoliazioni dei canadesi e USA-citizens di origine nipponica da parte dei regimi USA e canadese durante la II G. Imperiale.
    P.S. Pare che U.S. abbia rimborsato le vittime. I canadesi sicuramente no.
    Viceversa, fino al 1.sett. 39, i J. di Germania potevano trasferire tutti i loro miliardi in Palestina, dove nacque la Bank Leumì (People's Bank!!!).
    Il che prova l'alleanza strategica nazisti-zionisti nell'occupa/zion della Palestina.

  58. RitvanShehi says:

    —-raccontaci la vulgata ufficiale su Gleiwitz, così ci facciamo un po' di risate.
    Cmq, nel dicembre 1936 Weizman, davanti al Commissariato Inglese per la Palestina diceva che il vero problema per i J. non era la germania, dove i J. avevano soldi e potere, ma la Polonia di Beck.EMICHO—–

    Ah, ecco volevo ben dire io che l'attacco a Gleiwitz era stato organizzato da un commando del Mossad, su ordine di Weizman per poter far invadere poi la pericolosissima e giudeofoba Polonia dalla Germania filogiudaica di Hitler!!!!:-):-):-)
    Che fai, fratello, non ridi? Peccato…..

  59. controlL says:

    La teoria del plusvalore, in marx, è nient’altro che la teoria del sopralavoro applicato al modo di produzione capitalistico, cioè un caso particolare d’una condizione universale. Le sue logiche conseguenze, la rivoluzione e la liberazione d’una nuova società, derivano dall’idea che ogni modo di produzione prepara nel suo grembo il successivo, attraverso lo sviluppo delle sue forze produttive. Senza questo concetto il plusvalore ha altre conseguenze logiche. Per alcuni infatti, certe posizioni anarchiche per esempio, la teoria del plusvalore serve a mostrare l’ingiustizia della società capitalista verso i lavoratori, che dovrebbero avere tutto il plusvalore, cioè non solo il salario, ma anche il profitto. Per questo questa società va abbattuta e sostituita con un'altra che rimedi a quest’ingiustizia. Come vedi, senza la sua dogmatica storica, non c’è posizione marxista, ma altre posizioni.p

  60. RitvanShehi says:

    —–fino al 1.sett. 39, i J. di Germania potevano trasferire tutti i loro miliardi in Palestina, dove nacque la Bank Leumì (People's Bank!!!).
    Il che prova l'alleanza strategica nazisti-zionisti nell'occupa/zion della Palestina.EMICHO
    —–

    Ah, ecco spiegato il perché il Gran Muftì "tifasse Hitler"!!!:-):-)

  61. utente anonimo says:

    x 60.
    Da EMICHO
    —————-
    la ragione x quì (scritto alla zionista) il grande muftì stava x Hitler lò scritta nel mio msg n. 57, punto 1.
    Il riferimento alla  fonda/zion della Bank Leumì è un altro. nE sta nel P.S. del stesso msg.
    Atà meshuge?

  62. RitvanShehi says:

    ——Se la storiografia e i massemerdia non fossero nelle mani del JWC, forse si potrebbe approfondire il discorso sulle deportazioni e spoliazioni dei canadesi e USA-citizens di origine nipponica da parte dei regimi USA e canadese durante la II G. Imperiale.P.S. Pare che U.S. abbia rimborsato le vittime. I canadesi sicuramente no. EMICHO—-

    Beh, malgrado "i massemerdia nelle mani del JWC":-) non c'è nulla da "approfondire". Non ci sono in giro "negazionisti" che sostengano, chessò, che i nippoamericani furono alloggiati in villaggi vacanze, con tanto di piscina riscaldata e bordello a disposizione:-). Ma d'altro canto nei campi di concentramento dei nippoamericani non c'erano né camere a gas e né forni crematori….

  63. utente anonimo says:

    x 58. da EMICHO
    ———————-
    Se vogliamo parlar di barzellette ne so un casino (popolari in Deutschland).
    X es. sai quale fu la vera causa della morte di Hitler? Indovina!
    ………………………………………………………………………
    Se non vuoi passar da tsionì behemà,  spiegaci xkè i libri di storia abbondano di dettagli sull'inizio della I G. imper. (Sarajevo), mentre sorvolano sulla causa della II G. Imper. 
    Come anche sul massacro compiuto dai Polakken a Gleiwitz (x non menzionare quello di 7 gg. dopo a Bydgoszsc).
    E raccontaci quello ke ti ànno insegnato su Gleiwitz. Poi ne possiamo discutere.

  64. utente anonimo says:

    X 62. da EMICHO
    ————————
    Campo di calcio e bordello c'erano a Dora. Più domenica libera e 5 Reichsmark al mese per i prigionieri (regolarmente fregati dai Kapos.) Testimonianza di Rassinier: Le Mensonge d'Ulysse.
    La posta arrivava e partiva dai KL (cf. "L'Agnese va a morire" di Viganò).
    I pacchi della Croce Rossa Internaz. arrivavano ugualmente, anche se in max parte sequestrata dai Kapos J. Cf. Rassinier, op. cit.
    ————–
    Mio zio comunista è finito nel forno crematorio di Prima Porta, RM; due anni fa: x sua volontà. Dio forni crematori se ne trovano ovunque. Ke cè di strano se c'erano anche nei KL?
    —————–
    Gaskammern homicide non ne son mai state trovate. solo quelle x la Entlausung (spidocchiamento di effetti personali, suppellettili etc).
    P.S. Considerato che Franzoni stava x farla franca in assenza dell'arma con cui aveva massacrato il pupo e Stasi è stato scarcerato, sempre per assenza di arma del delitto, non ti par strano che manchino le armi di massacro x duecentomila persone – o 6 fantastiliardi, come dite voi?
    ——————

  65. utente anonimo says:

    Per Ritvan #50

    ''bannato ''

    Benvenuto nel club :-).

    A me è sucesso con it.cultura.ebraismo per avere difeso un articolo dell' Economist (sic!) sulle colonie Israeiane in Cisgiordania.

    Ciao!

    Andrea Di Vita

  66. RitvanShehi says:

    ——la ragione x quì (scritto alla zionista) il grande muftì stava x Hitler lò scritta nel mio msg n. 57, punto 1.
    Il riferimento alla  fonda/zion della Bank Leumì è un altro. nE sta nel P.S. del stesso msg.
    Atà meshuge? EMICHO—–

    Si, lo so, so leggere in italiano (anche qualora scritto un po' a pisello di miglior amico dell'uomo). Però, se zio Adolfo consentiva che – come sta scritto nel tuo preg.mo P.S. –  "fino al 1.sett. 39, i J. di Germania potevano trasferire tutti i loro miliardi in Palestina, dove nacque la Bank Leumì (People's Bank!!!). Il che prova l'alleanza strategica nazisti-zionisti nell'occupa/zion della Palestina." allora delle due l'una: o il Gran Muftì era anche un Gran Pirlone a non capire tale "alleanza strategica nazisti-zionisti" oppure tu ci racconti un sacco di balle.
    P.S. Sei gentilmente pregato di non inviarmi i tuoi saluti (presumo siano tali) in ostrogoto o altra lingua strana che non capisco. Qui la "lingua franca" del blog è l'italiano…al massimo, se proprio ci tieni a far la figura del poliglotta, salutami in albanese (la mia lingua madre)…sai, l'Albania, quel piccolo Paese balcanico A MAGGIORANZA MUSULMANA che, seppur occupato dai tedeschi, chiese e ottenne da Hitler che in Albania non ci fossero rastrellamenti e deportazioni di ebrei e così divenne, pertanto, un rifugio sicuro anche per gli ebrei dei Paesi confinanti occupati dai tedeschi.

  67. RitvanShehi says:

    —–Per Ritvan #50
    ''bannato ''
    Benvenuto nel club :-).
    Ciao!
    Andrea Di Vita
    —–

    Beh, no, quale "benvenuto", io nel "club" ci sto fin dai tempi in cui Magdi Allam si fingeva sui media un giorno "musulmano moderato", un altro solo "amico dei musulmani" e un altro ancora a chi gli chiedeva che religione professasse rispose "mia madre è sepolta in Sacra Terra d'Islam, in Arabia Saudita". Sono stato bannato dal blog che teneva sul Corrierone per aver io fatto un'antologia delle suddette dichiarazioni (con tanto di link) e chiesto gentilmente che facesse un po' di chiarezza.
    P.S. Quella volta, però, un po' me la sono meritata:-). Alla dichiarazione ad minchiam del Magdi Non Ancora Cristiano Allam sulla sua mammina sepolta in quel luogo, non ho resistito e gli ho inviato questa storiella: "Chiesero al mulo: chi è tuo padre? E lui rispose: "Sapete, mio zio materno è il Cavallo di Battaglia del Re":-):-)

  68. PinoMamet says:

    Invoco a gran voce che si torni a scrivere in italiano corrente.

    Così capisco anch'io, non per altro.
    Come seconda opzione, mi van bene greco classico e latino :-)

    PS

    Il traduttore di Google traduce dal greco moderno δεν φέρει come "non orsi"!

    è evidente a questo punto che passa attraverso l'inglese (ci deve stare un "bears" da qualche parte).

    Lo dico a proposito della bizzarra traduzione dal turco segnalata qualche post fa.

    Ciao!!

  69. marijam says:

    Mi associo alla richiesta di pino e se dovesse essere scelta l'opzione da lui indicata lo pregherei  di farmi da mediatore culturale:-)))

  70. RitvanShehi says:

    ——Se vogliamo parlar di barzellette ne so un casino (popolari in Deutschland). X es. sai quale fu la vera causa della morte di Hitler? Indovina! EMICHO—–

    Mah….gli venne forse un colpo apoplettico dalla sfrenata gioia quando gli dissero che i suoi amici sionisti stavano per fondare lo Stato d'Israele?:-)

    ——Se non vuoi passar da tsionì behemà,——
    Ancora con l'ostrogoto, fratello? Ma allora è un vizio il tuo. Comunque, a mio immodesto avviso, meglio passare per sionisti che per nazisti.

    —– spiegaci xkè i libri di storia abbondano di dettagli sull'inizio della I G. imper. (Sarajevo), mentre sorvolano sulla causa della II G. Imper. —
    Non so a quali "libri di storia" tu ti riferisca, magari a quelli editi da Ahmadinejad:-), perché i libri di storia dei Paesi civili "abbondano di dettagli" anche sul "casus belli" della IIGM.

    —-Come anche sul massacro compiuto dai Polakken a Gleiwitz (x non menzionare quello di 7 gg. dopo a Bydgoszsc).E raccontaci quello ke ti ànno insegnato su Gleiwitz. Poi ne possiamo discutere.—–

    Oh, ma perché me lo chiedi, tu lo sai benissimo, fratello, quello che la biekissima propaganda demo-pluto-pippo-paperino-masson-giudaica:-) ha propinato a nosotros poveri ingenui:-), ovvero che il finto attacco fu realizzato dagli stessi nazisti per utilizzarlo come "casus belli" per l'invasione della Polonia.

  71. RitvanShehi says:

    ——Campo di calcio e bordello c'erano a Dora. Più domenica libera e 5 Reichsmark al mese per i prigionieri (regolarmente fregati dai Kapos.) Testimonianza di Rassinier: Le Mensonge d'Ulysse.EMICHO—-

    E la piscina riscaldata dove "i prigionieri" potessero giocare anche a pallamano la neghi? Sci vergogni, cribbio, lei è un negazionista delle comodità che il Glorioso III Reich offriva ai suoi "ospiti"!:-)

  72. RitvanShehi says:

    Errata corrige al mio #71
    Leggasi "pallanuoto" al posto di "pallamano".

  73. kelebek says:

    In effetti, EMICHO avrebbe tutto da guadagnare da un linguaggio un po' più, come dire, accessibile.

    Miguel Martinez

  74. utente anonimo says:

    X ADV 65

    te lo meriti, il bannamento, a difendere l'Economist

    ;D

    Francesco

    PS su emiciclo sparate voi, questo giro lo salto.

  75. utente anonimo says:

    "Mio zio comunista è finito nel forno crematorio di Prima Porta, RM; due anni fa: x sua volontà. Dio forni crematori se ne trovano ovunque. Ke cè di strano se c'erano anche nei KL"

    forse, ma sottolineo forse, due differenze potrebbero magari trovarsi nel fatto che la gente che stava nei KL:
    1. probabilmente non aveva una gran voglia di stare nel KL
    2. immagino che non avessero espresso una chiara volontà di finire in un forno crematorio

    roberto

  76. utente anonimo says:

    Pino,

    – Il traduttore di Google traduce dal greco moderno δεν φέρει come "non orsi"! è evidente a questo punto che passa attraverso l'inglese (ci deve stare un "bears" da qualche parte) –

    Hmm.. la mia istruzione classica è un ricordo sempre più vago e risalente. Ma la seconda parola, a naso, pare effettivamente una terza singolare del presente indicativo del verbo "portare".

    Comunque "non orsi" è bellissimo :-)

    Z.

  77. PinoMamet says:

    Ma certo che significa "non porta"!
    (terza pers. sing. di "portare")

    Stavo cercando aiuto per tradurre (ognuno ha i suoi interessi, c'è chi compra le divise israeliane…) una pagina sui diversi tipi di barche e navi tradizionali greche, dal sito di un modellista ellenico;
    non essendo ovviamente ferrato sul lessico specifico (anche se poi molti termini nautici assomigliano a quelli italiani).

    E scopro così che il traduttore di Google, ben lungi dall'aiutarmi nello specifico, si trova in difficoltà anche nelle parole di uso comune.

    Ciao!!

  78. utente anonimo says:

    Per pinomamet #77

    Beh, io al riguardo ho un conflitto d'interessi perchè mia mogie fa la traduttrice. Pero'  una volta a tradurre dall'inglese in russo e poi viceversa la frase evangelica "the spirit is willing but the flesh is weak." si ottenne in risposta "the vodka is good but the meat is rotten."
    http://en.wikipedia.org/wiki/AI_winter

    Ciao!

    Andrea Di Vita

  79. utente anonimo says:

    x Ritvan etc
    da EMICHO
    —————-
    1- Non sai ki è  Rassinier!
    2-Non sai niente della domenica di sangue di Bydgosccz.
    3-atà lo medabèr ivrìt (ke scambi x ostrogoto).
    4- Non sai niente su Gleiwitz-
    5- Fai battutine ke rifiuterebbero pure nella peggio yeshivà romana.

    Haverì, pozzu perdere tembu cu ttìa?

  80. utente anonimo says:

    Per EMICHO #79

    Finalmente ho trovato uno che ha approfondito la faccenda della domenica di sangue di Bydgoszcz e con cui si possono scambiare opinioni documentate con cognizione di causa. I fatti i Bydgoszcz diedero origine ad una delle operazioni meglio riuscite della propaganda nazista. Quei sempliciotti di Polacchi hanno fatto la fesseria di ammazzare anche qualcuno che non c'entrava nulla, oltre alle solite quinte colonne. E difatti (il corsivo è nel testo, ma il grassetto è mio):

    ''Przełomowym – zdaniem Chincińskiego – opracowaniem udowadniającym pogląd o niemieckiej dywersji w Bydgoszczy jest książka Güntera Schuberta "Bydgoska krwawa niedziela. Śmierć legendy", którą wydano w 1989, a po 14 latach przełożono na język polski. Autor, historyk i dziennikarz, wbrew dotychczasowemu i obowiązującemu stanowisku niemieckiej historiografii dowodzi, że 3 września 1939 w Bydgoszczy doszło do "powstania", przygotowanego przez oddziały dywersantów z III Rzeszy. Akcja była pomyślana i przeprowadzona jako samodzielny czyn Sicherheitsdienst. Schubert ustalił m.in. istnienie tajnego oddziału Rotter Kühl powołanego do „specjalnych zadań Reichsführera SS i wysunął przypuszczenie, że to ów oddział przeprowadził operację w Bydgoszczy. Do dywersantów przerzuconych z Niemiec przez Gdańsk mieli dołączyć niektórzy mieszkańcy Bydgoszczy i utworzyć wraz z nimi kilkuosobowe grupy, które rozlokowano w różnych punktach miasta. Jednocześnie Schubert uważa, że w trakcie dwudniowych walk z dywersantami mogło dojść do przypadków mordowania niewinnych Niemców''

    http://pl.wikipedia.org/wiki/Krwawa_niedziela_(Bydgoszcz)

    Del resto, persino da parte tedesca si ammette che (il corsivo è mio):

    Unstrittig ist, dass in Bromberg geschossen wurde. Strittig ist dagegen, auf wen und ob es sich um deutsche Provokateure oder polnische Partisanen handelte. Eine nicht genau zu ermittelnde Zahl von Deutschen wurde in diesem Zusammenhang ermordet.

    http://de.wikipedia.org/wiki/Bromberger_Blutsonntag

    Insomma, ce n'e' a sufficienza, credo, per concordare con quanto segue:

    German author Peter Aurich gave a number of German civilian deaths in Bydgoszcz as 366 deaths. Hugo Rasmus estimates the number of ethnic German deaths in Bydgoszcz as "at least 415". Two Polish historians – Włodzimierz Jastrzębski and Czesław Madajczyk estimate ethnic German deaths at 103 (Jastrzębski), and about 300 (150 on September 3, the rest in the days after) (Madajczyk).The Polish historians point out that since these losses occurred during actual combat, most of the civilian losses should be attributed to accidents common in urban combat conditions; further they argue that civilian losses might have occurred when the town was attacked by the German airforce. Strafing civilians in the town by Luftwaffe is also confirmed by certain German witness testimonies. The Nazi propaganda, which reinforced the Polish perception of German minority as hostile – and which during the invasion reported (without details) on German minority aiding the forces – has contributed to the misconceptions, as Poles were expecting the German minority to be actively hostile.

    http://en.wikipedia.org/wiki/Bloody_Sunday_(1939)

    Non sei d'accordo?

    Ciao!


    Andrea Di Vita

     

  81. utente anonimo says:

    X ANDREA n.80
    da EMICHO
    ———————
    La mia fonte sul bagno di sangue è ebraica:
    ARNO J. MAYER: "WAHY DID THE HEAVENS NOT DARKEN?", 1990, p. 181:
    " Himmler committed 14 to 16 military units of 120 to 150 men each (le Einsatzgruppen = nota mia) to the Polish campaign. (….) These political soldiers went into Poland with general instructions to (…)  hunt for hostile elemnts among Fremasons, Jews, Communists etc . The roaming SS interned their prey in five detention camps (…) But these early searches and arrests were mild compared to the reckless nonmilitary violence which accompanied and followed the Wehramcht's advance . Facing overwhelming miltary odds and fearing a local fifth column, the Polish auhorities arrested 50,000 ethnic Germans for avacuation inland. In the course of this operation Polish civilians, incensed by the invasion as well as by the invaders' real ans suspected local accomplices, massacred 4,000 to 5,000 German-Poles and plundered many homes and shops. The worst outburst  took place in Bydgosccz/Bromberg on Sunday, September 3, where about 1,000 Germans were killed.Germany instantly portrayed this explosion of murederous but spontaneous poopular rage as an act of deliberate Polish terrorism."
    Mayer non cita la sua fonte. Non menziona nemmeno Gleiwitz. Resta però, insieme al prematuramente defunto  J.C. Pressac, il migliore storico "sterminazionista". Odiato dagli storiografi tsionisti per via della sua tesi, secondo cui Hitler avrebbe sterminato i juden, non in quanto tali ma xkè identificati coi comunisti. Il titolo del libro è la nota litania elevata dal rabbi di Mainz all'arrivo delle truppe del grande Graf Emicho von Leiningen nel 1099.
    ——————————–
    Purtroppo non conosco il polacco, quindi non ho capito la tua citazione. Il polacco, cmq,  no lo voglio manco conoscere. Una lingua dove "Italia" si dice "Wlochy"  e "Roma" "Rzym" la lascio volentieri all'amici dei Kaczinsky Bros.
    ——————————-
    Le fonti tedesche sono poco attendibili x via del terrorismo tsionista del "Thought Police tedesco: il terribile Verfassungsschutz. Al punto che, mentre lo storico di sinistra Rosario Villari poneva a 200,000 le vittime di Dresden, la vulgata tedesca è obbligata a limitarle a qualche migliaio. Se Arno Mayer, viceversa, pone a 36 le vittime di Kristallnacht, la vulgata tedesca deve parlare di centinaia.
    ——————————-
    Cmq grazie x l'info. Penso sia da approfondire insieme alla questione di Gleiwitz.

  82. utente anonimo says:

    EMICHO: re mio post preced.
    Errata corrige!
    Ovviam il titolo del libro di Mayer è: "Why did not etc…"

  83. utente anonimo says:

    X 70.
    Da EMICHO
    —————–
    Ti passo la barzelletta come me là raccontata la mia fonte:
    "Wie hat Hitler den Löffel weggelegt?
    Aus Herzanfall: als er die Gasrechnung gekriegt hat…"
    ———————
    No credo che sia difficile tradurla.
    La mia fonte invece di usare il termine "Witz" (barzelletta) me l'à presentata col suo neologismo "Ausch-WITZ".
    ———————-
    Sebbene la barzelletta sia anti-negazionista, per evitare di esser sequestrato, torturato e suicidato dal Verfassungsschutz, devo esporre la mia fonte:
    Herr Dr. Baruch-Mordechaj Weiss
    Fickenstr. 69
    D-65 435, Schwanz in d. Fotze
    BRD

  84. utente anonimo says:

    Per EMICHO #81

    ''polacco''

    In sostanza parla di uno storico tedesco -e tradotto in polacco anni dopo l'usita del suo libro- che documenta come i fatti di Bydgoszcz siano stati la reazione -sicuramente eccessiva, e che ha finito anche per coinvolgere Polacchi di etnia tedesca che non c'entravano niente- all'azione di provocazione organizzata dai servizi di sicurezza nazisti.

    Ciao!

    Andrea Di Vita

  85. RitvanShehi says:

    —–x Ritvan etc
    da EMICHO
    1- Non sai ki è  Rassinier!
    —–

    Ammesso e non concesso che io non sappia "ki è Rassinier", ti informo, fratello, che – diversamente dai tuoi amati tempi del Glorioso III Reich – oggi esiste un magico congegno:-) chiamato "Google", in cui se digiti "Rassinier" ti appare una lunga sfilza di siti. Da cui seleziono:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Paul_Rassinier
    dove, tra l'altro, è scritto:
    "Paul Rassinier (Bermont, 18 marzo 1906Asnières-sur-Seine, 28 luglio 1967) è stato uno scrittore, politico socialista francese.Anti-nazista combattente della resistenza, fu prigioniero nei campi di concentramento di Buchenwald e Mittelbau-Dora. Giornalista ed editore, ha scritto centinaia di articoli su argomenti politici ed economici, ma è ricordato soprattutto per quelli relativi all'Olocausto, per i quali dai negazionisti stessi è considerato il "padre del revisionismo" (i negazionisti chiamano essi stessi revisionisti, in una sorta di tentativo di mimetismo con la corrente storiografica revisionista)….nella sua esperienza da internato, Rassinier non ebbe alcun contatto con i campi di sterminio nei quali, secondo la storiografia ufficiale, funzionarono le camere a gas."

    ——2-Non sai niente della domenica di sangue di Bydgosccz.—-

    Beh, fratello, siempre ammesso e non concesso come sopra, la Sacra:-) Wiki ci viene ancora in aiuto.
    Da: http://it.wikipedia.org/wiki/Campagna_di_Polonia
    "….il 1º settembre 1939 alle 4:40 del mattino, quando la Luftwaffe attaccò la città polacca di Wieluń, distruggendo il 75% della città e uccidendo circa 1.200 persone ….la maggior parte dei quali civili."
    I polacchi saranno pure cattolici, fratello, ma si sa che il "porgi l'altra guancia" è solo un modo di dire e in certi momenti scatta il "sangue chiama sangue" ovvero Wielun causa Bydgosccz. Qual è il problema?

    —–3-atà lo medabèr ivrìt (ke scambi x ostrogoto).—-

    Io non scambio proprio niente, fratello, sei tu che probabilmente ignori che nel dolce idioma dantesco – con cui pare tu abbia poca dimestichezza – "parlare (o scrivere) ostrogoto" è un modo FIGURATO per dire che stai dicendo/scrivendo roba incomprensibile al tuo interlocutore. Hai capito adesso, fratello, o ti devo fare un disegno a fumetti?:-)

    —-4- Non sai niente su Gleiwitz—–

    So quello che c'è da sapere. leggi e impara anche tu:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Incidente_di_Gleiwitz
    "L' incidente di Gleiwitz si riferisce al finto attacco inscenato contro la stazione radio tedesca di Gleiwitz (l'attuale Gliwice) il 31 agosto 1939.
    Truppe tedesche, travestite con uniformi polacche, attaccarono la stazione e trasmisero un messaggio che invitava la minoranza polacca della Slesia a prendere le armi per rovesciare Adolf Hitler.
    Questo episodio artefatto venne usato come casus belli per lanciare la campagna di Polonia il giorno seguente, dando così il via alla seconda guerra mondiale.
    L'azione, denominata "Operazione Himmler", venne diretta da Alfred Naujocks dietro ordine di Reinhard Heydrich. Oltre a ciò, alcuni prigionieri di un campo di concentramento vennero uccisi e vestiti con uniformi polacche come "prova" dell'attacco, sotto la direzione di Heinrich Müller, il capo della Gestapo, in quella che è conosciuta come "Operazione Cibo in scatola"."

    —-5- Fai battutine ke rifiuterebbero pure nella peggio yeshivà romana.-

    Oh, beh, io non ho mai preteso che le mie battute fossero apprezzate da nazistoidi e roba simile.

    Haverì, pozzu perdere tembu cu ttìa?—-

    Qui, invece, hai ragione: infatti, con me il tuo tempo è totalmente perso, visto che io sono una vittima (o un artefice, a tuo piacimento:-)) della Propaganda Planetaria Demo-Pluto-Pippo-Paperino-Masson-Giudaica….perché, invece, non usi il tuo talento andando nei siti jihadisti (gente completamente immune dalla suddetta propaganda) a spiegar loro pazientemente p.es. che sono dei fessi ad andare in giro con le foto di Hitler, visto che lui era un grande amicone dei perfidi sionisti:-).
     

  86. utente anonimo says:

    X ANDREA (da EMICHO)
    Di tutto il testo in polacco ho capito solo che il libro di Schubert fu scritto nel 1989 e tradotto in lingua polacca 14 anni dopo. (Quel poco di sloveno che so, non aiuta molto quando si impatta sul polacco, mannaggia!)
    Ho cercato,poi, quei due tedeschi – Schubert & Kuehl – su Google ma non ò trovato referenze.
    Hai letto il mio n.81?
    P.S. una curiosità personale: conosci il polacco o è tua moglie che te lo traduce?
    Szecz!
    Steff

  87. utente anonimo says:

    X 85 – da EMICHO
    1- Mi sa che ci siamo scontrati sul forum leghista-fascista-razzista- tsionista "politicainrete.net" , xkè l'invenzione giudo-pluto-paperin-etc è MIA,  caro il mio plagiaro! Come anche "siOnistra", ripresa da alcuni iscritti a quel forum di m….rda.
    ——————————–
    2- io sono comunista rivoluzonario, antidemocratico e antifascista. Mi son stufato ripeterlo. Cmq non mi faccio dare il patentino politico dai zionisti.
    3- Scrivo "zionista" xkè in ivrìt (lingia ebraica) si pronuncia "tsionì". Scrivo anche "mosàd" e "knéset" con un "s", come in ivrìt. Le lingue vanno rispettate, a prescindere dai parlanti.
    4- Prima del bombardamento della Luftwaffe su  London, c'era stato quello
    del RAF su Berlin.
    5- Su Gleiwitz ài trovato più balle che io in Dokufilm della ARD. Mi spiace ma non ciò voglia per raccontarti la versione ufficiale della BRD, cioè di ARD. Casomai Andrea me la chiedesse, sarebbe un altra faccenda.
    6- Ti sconsiglierei di usare wikipedia (specie italiana) come libro sacro. Va bene come bignamino x le elementari; basta vedere la voce "Irgun" , scritta da giudoterroristi, da cui si evince che era un organizzaione para-umanitaria.
    7- Visto ke mi sa di molto rsionista, pensavo ke conoscevi l'ivrìt. X questo l'ò usata in  qlk caso.
    8- Rassinier  stava a Dora, un sottocampo di Buchenwald – ritenuto dai scribakkini tsionisti come Lager  di "sterminio".
    (Secondo i storici tsionisti "seri", viceversa,  i "Vernichtungslager" stavano solo in Polska.)
    Cmq, secondo i buffoni mediatici,  Rassinier  avrebbe dovuto vedere le Gaskammern "omicide" a Dora/Buchenwald – come "testimoniano" tanti "attendibili" testicoli oculari. I
    nvece stranamente in quel KZ non vide un kz.
    Ma non avrebbe visto un kz manco a Ausch-WITZ o a Sobibor, xkè, a meno di esser allucinato o prezzolato, non puoi vedere ciò ke non cè.

  88. hcn says:

    A dir la verità neppure il sedicente wiesel elie,sedicente ebreo,sedicente sopravvissuto,sedicente testimone ,ha mai visto le camere a gas di Auschwitz,benchè affermi di esservi stato internato nella primavera 1944,assieme al padre.
    Infatti nel suo(suo si fa per dire)libro "Notte" (nella prima edizione ) non le cita mai!
    Infatti afferma che gli uomini venivano arsi VIVI in fosse di cremazione all'aperto!
    Neppure levi primo parla di "camere a gas",ma di "camera a gas",che è sempre un arbitrio e sua ipotesi.

  89. utente anonimo says:

    X n. 85 – da EMICHO
    ——————-
    Errata corrige! Al mio punto 7 non ci si capisce un tappo x una serie di misprints.
    Riformulo: "visto che mi sai di tsionista, pensavo ke conoscevi l'ivrìt…." (cioè l'ebraico).
    ————————————————————————————–
    La barzelletta filo-tsionista  te la traduco, sennò te viè il mal di panza x la curiosità:

    "Sai come è schiattato Hitler? Di infarto – quando gli è arrivata la bolletta del gas….". Tipico yddisch humor.
    —————————————–
    Non ò visto siti islamici dove sventola la foto di Hitler. Ma non mi meraviglierebbe. Se Gandhi era amico del brigante assassino Musolino (anti-britannico) , non vedo xkè i Palestinesi dovessero tifare per l'assassini inglesi e andar contro Hitler ke li difendeva.
    —————————————–
     

  90. utente anonimo says:

    da EMICHO
    ——————-
    Il n. 85 mi ha dato uno spunto su un faslo storico.
    Pare che in alcuni paesi arabi circolano  come materiale  argomentativo anti-zionista "I Protocolli dei Saggi di Sion".
    Grave errore! I Protocolli sono evidentemente un  falso forgiato da Theodo Herzl e camerati x sputtanare l'Okhrana.
    Le cose stanno così:
    1- dopo il I congr. dell'internaz. giudia a Basel (1896) , Herzl in riunione segreta disse ai suoi accoliti:

    "Uè cumbà, accà dovimme sputtanà chilli sfaccìm dell'Okhrana!
    Famo accussì: scriviamo un testo in cui io sarei tanto imbecille da tessere le lodi dello zarismo, dicendo che:
    -  l'autocrazia è cosa buona e giusta,
    -  Nicky è nu piezz' e core
    - la democrazia è na chiavica.

    Poi, siccome nu' simme figli 'e 'n drocchia e odiatori del popolo russo vogliamo abbattere il sacro trono, così per cattiveria gratuita.
    La gente penserà: "ammazza quant'è stronzo Zubatov (capo dell'Okhrana) a forgiare ste stronzate che pure un neonato lo capisce che sono più false di un biglietto da 5 rubl'i con la foto di Paperino.!"
    Così sputtaniamo l'Okhrana.
    ——————-
    Dunque, i Protocolli sono un falso.
    Ma non un falso dell'Okhrana.
    Sono un falso documento forgiato dai zionisti x far credere che l'Okhrana avesse forgiato un falso così idiota. Con l'obiettivo di far passare il pericoloso Zubatov x un coglione e farlo cacciare a calcinculo da Stolypin.
    ———————–
    Ora penso che tutti sappiano che Zubatov non era scemo x niente.
    Dopo il 1905 era riuscito a metter su sindacati "gialli" più sinistri di quelli bolshevikì, fregandogli una cifra di iscritti.
    Era perfino riuscito a infilare un suo agente nel CC del POSDR (b) – che fu scoperto solo dopo la rivoluzione d'ottobre, quando i comunisti misero le mani sull'archivi dell'Okhrana.
    Ora vi pare normale che un genio del male come Zubatov, facesse un falso così idiota dove i giudei usano termini come "assassini, fiji de na mignotta, infamoni" riferendosi a se stessi?
    ————————————————–
    Purtroppo il progetto-Herzl andò male.
    - Un po' x l'abuso di vodka,
    - un po' x la cazzoneria verbale e inoffensiva anti-giudia dei russi – tipo il prof. Nilus – primo editore russo dei P.
    - un po' x l'imbecillità cripto-giudia di fascisti come Julius Evola che nella prefazione a "I Protocolli dei Savi di Sion", li ritiene "veri" ( e poi lo scemo si dilunga, facendo l'elenco di giudei "cattivi": Schoenberg, Mahler, Tzara, Lévy-Bruhl, Bergson, Einstein,Wasserman, Doeblin,facendo passare i giudii come una razza di geni;
    alla fine pure gli arabi ànno pensato ke sti falsi Protocolli fossero veri.
    Con grande gioia degli eredi di Herzl.

     

  91. utente anonimo says:

    EMICHO
    X 88.
    ———
    Ho nella mia biblioteca  "La nuit" (1958) della premiata ditta  E. Wiesel/F. Mauriac in norveg. ("Natten") (1970; pagata 5 kroner in una bancarella di Oslo).
    Due  cosette esilaranti in questa simpaticissima Pinocchieide:
    1- Le SS ammazzano tutti i minori di 14 anni. Lui dice che ne ha 16 e quindi si salva. Ma solo provvisoriamente. Un giorno viene intruppato con altri coetanei per esser liquidato nel crematorio a cielo aperto. Avvicinandosi vede lingue di fuoco altissime salire da questo forno. Dei camion pieni di bimbi si avvicinano ai margine del cratere infernale, alzano il pianale e scaricano direttamente il loro carico: "bimbi, neonati! C'è da meravigliarsi che da quel momento non son più riuscito a prender sonno?". 
    Più avanti c'era un altro forno per adulti.
    Improvviso colpo di culo:  arriva un ordine e tutta la sua colonna di "fornicandi" viene rimandata indietro.
    Osservazioni:
    a- a parte quel guitto analfabeta di Benigni e Wiesel, non ò mai sentito dire che i prigionieri venissero buttati vivi nei forni (prima di passare nell Gaskammern – ke non vengono mai citate);

    b- come facevano sti camion a scaricare direttamente i babies nel forno SENZA ESPLODERE a una temperatura minima di 600  gradi/centigradi ?
    2- Dopo averci detto che chi si faceva male veniva subito liquidato, lui si ritrova all'ospedale con una zampa in cancrena (passava i suoi giovani glutei  a qualche SS? Forse, ma non ce lo racconta. Quindi si presume che i malati fossero curati; come successe a suo padre vecchio e malato e a Primo Levi.)
    Cmq, arriva un ordine dei SS: I russi stanno arrivando. Noi evacuiamo il campo. Chi ce la fa a segurirci, venga con noi in Germania. Chi non ce la fa, resti qui in attesa dei russi."
    Ora che avrebbe scelto un normale ragazzotto con una zampa convalescente, un vecchio malato e i russi in arrivo?
    "Papà, aspettiamo qui i russi!"
    Macché! Convinse il padre a marciare verso la Germania.
    Segno che i tedeschi non erano tanto cattivi.
    Il padre morì durante la marcia.
    ————————————-
    P.S.
    1-Conoscendo la Norvegia la cui Knéset di Oslo à dato il Nobél per "pace" ai peggio criminali di guerra zionisti – da Kissinger a Rabin e Perez, a Scimione lAfricano – , non mi meraviglia che anche sto farabutto lo abbia preso. Io gli avrei dato volentieri il Premio "Muenchhausen".
    2- Visto che non riconosco le autorità dell'itaglia-ke-raglia, non mi à nemmeno stupito ke la Knèset romana si sia alzata in standing ovation  x omaggiare sto bandito.

     

  92. utente anonimo says:

    X 88: da EMICHO.
     Mi son letto una ventina di volte la Pinocchiede dello scribacchino part-time P. Levi, ma "camera a gas" non l'ò mai trovata.
    (Fammi sapere dove viene citata.)
    Anche lui di simpatiche barzellette ne racconta in "Se questo è un uomo".
    Ma a differenza di Wiesel gli riconosco un atto di onestà: oppresso dalla cattiva coscienza per aver fatto i $$$ con un pacco di fregnacce – e di un romanzaccio d'appendice come "Se non ora, quando?" –  decise alla fine di autopunirsi. Onore a lui.

  93. utente anonimo says:


    Per EMICHO #86

    Ho letto il tuo post #81. Ho quindi controllato su tre siti diversi di Wikipedia (inglese, tedesco e polacco) per confronto, perchè non mi fidavo di ciascuna fonte singolarmente. Il sito tedesco è molto meno sbilanciato, ovviamente, di quello polacco e inglese a favore dei Polacchi, ma in generale posso concludere  che gli storici delle varie parti convergono ormai verso una soluzione salomonica: eccessi Polacchi a fronte di provocazioni naziste. (Non c'entra nulla tutto questo, naturalmente, coi successivi eccidi di Polacchi da parte nazista).

    In genere, è vero  -anche se sottaciuto- che fino a poco prima del 1 settembre 1939 la Sanacja -giuna militare al governo in Polonia nell'epca post-Pilsudski- civettasse coi nazisti in funzione sopratutto anticecoslovacca: ho visto la riproduzione di un quadro del solito Jerzy Kossak celebrare gli ulani polacchi festeggiati dalla popolazione di Olomouniec (l'odierna Olomoc) passata da Praga a Varsavia a valle della conferenza di Monaco ancora nel 1938. Inoltre la Sanacja persegutio' tacitamente Testimoni di Geova e Polacchi di lingua lituana come il futoro premio Nobel Czeszlaw Milosc, che per questo avrebbe abbracciato il Comunismo. Cio' non toglie nulla al successivo orrore nazista, nè alla triste fine di Rydz-Smigly.

    Il polacco lo leggo abbastanza a livello 'Wprost', mentre ho grosse difficoltà a livello 'Polytika'. (Come se un Polacco leggesse in lingua italiana 'Il Giorno' ma non 'Il Sole24 ore'). Quel poco che ne so l'ho imparato da mia moglie e dai miei frequenti viaggi in Polonia. Ho cominciato 'Solaris' di Lem in lingua originale, ma senza dizionario ne capisco circa il 25%.

    Do zobaczeni!


    Andrea Di Vita

  94. hcn says:

    Sulla persona che si dice "wiesel elie",acclamata in Italia da tutto il parlamento(luogo dove si parla),il ricercatore italiano Carlo Mattogno ha pubblicato una analisi serrata, arrivando ad affermare che wiesel elie (di Montecitorio,per intendersi) NON è Elie Wiesel !
    Questo il link dei tre articoli che trattano il tema:
    http://revisionismo.splinder.com/post/22692764/elie-wiesel-%25C2%25ABil-piu-autorevole-testimone-vivente%25C2%25BB-della-shoah

    In ultimo ,per ridere un pò,….tale sedicente Elie Wiesel è il rappresentante per eccellenza dell'entità sionista di occupazione della Palestina!

  95. utente anonimo says:

    La storia dell'avvoltoio polacco che si mangia Omoloc, la sapevo anche se mi era passata di mente. Grazie x il rinfresco di memoria!
    A. Mayer dice che nel corso del 1939 Beck, da Gdansk, faceva proclami guerrafondai contro la Germania e la Russia.
    O era pazzo o aveva una cambiale in bianco da Churchill.
    Insomma secondo me Beck & Co. dovevano far la parte di Massinissa contro Carthago: provocarli fino a che quelli reagivano; poi sarebbe intervenuta Roma ( rispettivamente: UK).
    Una cosa è certa: le atrocità compitute dai Poski contro comunisti, tedeschi, russi e anche i zhidi son state tutte derubricate.
    Grazie all'infame Stalin, prima, e ai madonnari Walesa &  Wojtila e Kaczinsky Bros.  dopo.

  96. utente anonimo says:

    X 94. da EMICHO
    …………………………
    Carlo M. è un po' di tempo ke non lo vedo, per miei impegni vari. Cmq fu propio lui a farmi osservare ke i mitologici camions ke scaricavano bimbi morti o preferibilm. vivi nel forno a cielo aperto, sarebbero esplos x l'alta temperatura.
    E fu proprio J. Graf a farmi notare il passo in cui il terrorista Wiesel preferisce marciare (a gennaio!!!)  con una  zampa convalescente e un padre moribondo in Germania,  piuttosto ke aspettare l'arrivo dei sovietici.
    Insomma un giudofascista a angolo piatto, inviso a tutti  tranne che agli etilici nipoti di Quisling,a Scimione l'Africano,  ai Pacifici romani, al "Chattamento" itagliano,  e ai Bertinstein di tutte le specie.
    ————————————-
    Grazie a J. G. son venuto a sapere di un altra truffa di un altro che cià magnato parecchio sul shoah-biz è quel giudio ke, dopo 50 anni,  à preteso di essere il famoso pischello che sta a mani alzate con dietro un pupazzo con una divisa che manco è tedesca. ESecondo J.G. sarebbe  uno dei più turpi fotomontaggi mai inventati dai Juden. I sacchi bianchi ke ciànno sulle spalle i suoi compari sarebbero evidenti sacchi di farina. Insomma borsari neri.
    P.S. J.G. grazie alle leggi  democrazioniste helvetiche è dovuto scappare in Russia.
     

  97. utente anonimo says:

    Per emicho #95, 94

    ''Beck''

    Vero. Beck lancio' uno slogan che rimase negli annali delle bufale della propaganda di ogni tempo e paese: 'A Berlino!'. Personalmente ritengo fosse pazzo, data l'immensa sproporzione degli armamenti in campo (specialmente aerei, sottomarini e corazzati) e l'asinino ordine di mobilitazione generale che paralizzo' i trasporti Polacchi esponendo civili e militari alle incursioni aereee naziste. ll suo comportamento non dà l'idea di un piano preordinato con l'Inghilterra. L'aiuto fornito alla Finlandia contro l'URSS non fu mai dato a disposizione della Polonia contro Hitler.

    ''derubricate''

    Falso. Jedwabne è un clamoroso controesempio. Un gruppo di Polacchi brucio' vivi qualche centinaio di Ebrei in un granaio alla periferia del paese di Jedwabne, nella Polonia nordorientale a un centinaio di chilometri da Bialystok, paese che a sua volta era quanto restava di un centro che all'epoca zarista avrebbe dovuto rivaleggiare con Lodz per l'industria tessile ('Jedwabne' vuol dire 'serico'). Il pogrom, avvenuto dopo che i nazist avevano strappato ai Soietici la zona, era una vendetta per il presunto sostegno Ebraico all'aggressione staliniana alla Polonia orientale, successiva a quella nazista alla Polonia occidentale, e fu spontaneo, a fronte della stupore degli stessi nazisti che non se l'aspettavano e che non fecero quindi nemmeno in tempo a sfruttarlo propagandisticamente. Il granaio sorgeva a due passi dal cimitero, diviso in una zona dove sono sepolti i Polacchi fucilati dai nazisti e in un'altra dove sono le tombe vuote di quelli deportati in Siberia. Dopo la guerra il regime sovietico insabbio' tutto. All'epoca del regime sovietico il bisnonno materno di mia moglie si rifiutò pubblicamente di stringere la mano ad uno dei macellai. Ho ripetutamente visitato il paesino nel corso di questi anni.  Quindici anni fa vidi personalmente le lapidi in Ebraico spezzate, provenienti -credo- da un cimitero Ebraico pure distrutto,  nel boschetto adiacente al luogo dove sorgeva il granaio, a duecento metri dal cimitero cristiano attuale. Dopo le rivelazioni di un storico Ebreo Statuinitense che svelo' la storia al mondo, è stato eretto un memoriale che cita esplicitamente il ruolo dei Polacchi colpevoli, a spese del Governo Polacco attuale.

    ''Mattogno''

    Conoscerai certamente la diamnia critica che dell'opera di Mattogno è stata fatta da Valentina PIsanty nella sua opera sule camere a gas.

    Ciao!

    Andrea Di Vita

  98. marijam says:

    emichio
    suppongo che per te siano delle bufale montate ad arte anche le immagini riferite a  montagne di vestiti e oggetti vari e ai mucchi di cadaveri scheletriti che tutti abbiamo visto, e anche supponendo che i numeri come tu affermi non siano veri mi pare abbastanza strano che tu non abbia nulla da ridire sul perché di quei cadaveri, e sul perché siano stati catturati senza che avessero fatto nulla, non erano certamente prigionieri di guerra, non ti pare?

    Riguardo a Primo Levi di cui parli con disprezzo e odio postumo,  sappi che la sua documentazione ha  un valore letterario molto alto, Se questo è un uomo è un libro straordinario anche dal punto di vista estetico, come pure Il sistema periodico e La tregua.

    Eh sì caro emichio puoi dire tutto quello che vuoi su Levi ma quei libri sono molto molto più forti e convincenti delle tue argomentazioni.

  99. hcn says:

    Il librodella pisanty valentina è stato scritto su una tesi ,della pisanty, SOTTO la supervisione di:

    Umberto Eco,
    Patrizia Violi 
    Mauro Wolf.

    Lo “STAFF” di supporto alla pisanty era composto da:

    Furio Colombo,
    Arthur Hertzberg,
    Nadine Fresco,
    Maurice Olender,
    Liliana Picciotto Fargion,
    Adriana Goldstaub
    Marcello Pezzetti del Centro Documentazione Ebraica Contemporanea, Sarah Halperyn del Centre Documentation Juive Contemporaine, Jamie McCarthy
    e
    Kenneth McVay del Nizkor Group,
    i bibliotecari dell'YIVO Center (New York),
    Jeffrey Ross dell'Anti-Defamation League,
    Alastair McEwen,
    Stefano Traini
    e gli amici
    dottori
    e
    dottorandi dell'Istituto di Comunicazione dell'Università di Bologna.

    ————

    Praticamente il “delicato fiore” dell'intellighentia universitaria e non  ,ebraica e non,CONTRO un uomo solo!

    In estrema sintesi:

    7 .000.000.000 di persone, CONTRO….. 1 (UNO)!

    …”sua opera “…!

    Alla veloce replica di Mattogno …il silenzio!

  100. utente anonimo says:

    Per emicho #99

    Perdonami, ma la tua argomentazione proprio non sta in piedi -il che per uno che come te evidentemente si interessa di Storia è notevole.

    Mi spiego con un esempio. La relatività ristretta è oggetto di numerosissimi articoli sulle rivista di Fisica. Solo pochi e screditati personaggi le negano ogni fondamento. Il fatto che a credervi siano in tanti lo consideri un argomento a sfavore? E se non lo è, perchè il numero e le qualifiche dei sostentori della Pisanty sarebbero un argomento a sfavore delle tesi della Pisanty?

    E poi nè tu. nè io, nè Eco, nè Colombo nè gli altri certamente siamo stati ad Auschwitz allora.

    Ma Witold Pilecki, Alfred Wetzler e Rudolf Vrba sì.
    http://en.wikipedia.org/wiki/Witold_Pilecki
    http://en.wikipedia.org/wiki/Alfred_Wetzler
    http://en.wikipedia.org/wiki/Rudolf_Vrba

    E soprattutto, dall'altra parte c'e' stato Oskar Groening:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Oskar_Gr%C3%B6ning
    (Guàrdati sopratutto questo sito, lo troverai interessante.)

    Anche a non voler creder loro, o al rapporto Gerstein, e' notevole che Pilecki sia stato fucilato dagli stessi Staliniani che secondo Mattogno avrebbero contribuito a creare quella che Mattogno stesso chiama la cospirazione propagandistica dell'Olocausto (http://it.wikipedia.org/wiki/Carlo_Mattogno).

    Se persino i Turchi ammettono che qualche massacro di Armeni, via, l'hanno pure fatto (http://en.wikipedia.org/wiki/Negationism), oggi la 'revisione' dell'Olocausto sembra, come dire, improbabile.

    Ora concludo la discussione di quello che ha sritto tu e inizio la descrizione di come la penso io.

    Personalmente, credo che il negazionismo sia una colossale 'teoria del complotto', un po' come quella dei teorici del 'dominio massone sul mondo', e quindi una violazione del rasoio di Ockham e una terrificante perdita di tempo.

    Inoltre, pur considerando il sionismo del 'una terra senza un popolo per un popolo senza una terra' una versione del razzismo, considero l'antisemitismo un'altra versione del razzismo.

    Infine, concordo col giudizio secondo il quale i negazionisti picture a vast shadowy conspiracy that controls and manipulates the institutions of education, culture, the media and government in order to disseminate a pernicious mythology. The purpose of this Holocaust mythology, they assert, is the inculcation of a sense of guilt in the white,Western Christian world. Those who can make others feel guilty have power over them and can make them do their bidding. This power is used to advance an international Jewish agenda centered in the Zionist enterprise of the State of Israel." Introduction: Denial as Anti-Semitism, "Holocaust Denial: An Online Guide to Exposing and Combating Anti-Semitic Propaganda", Anti-Defamation League, 2001. Retrieved June 12, 2007. (http://en.wikipedia.org/wiki/Holocaust_denial)

    Ciao!

    Andrea Di Vita

  101. kelebek says:

    Per andrea n. 100

    Credo che hcn (commento n. 99) ed Emicho siano due persone diverse, che hanno anche idee molto diverse.

    Miguel Martinez

  102. utente anonimo says:

    Per Martinez #101

    Giusto. Mi scuso per la confusione da me fatta fra i destinatari del mio post #100.

    Ciao!

    Andrea Di Vita

  103. hcn says:

    L'elenco dei “supporter” della pisanty valentina è utilizzato SOLAMENTE per evidenziare che :

    …”Le grandi teste del «delicato fiore dell’ etablishment universitario» e NON , volendo colpire il revisionismo restando al riparo dall’eventualità – tutt’altro che aleatoria – di perdere la faccia – cominciarono a mandare in avanscoperta un povero diavolo di studente, che funzionò da capro espiatorio, proponendogli una tesi di dottorato teleguidata. E il povero diavolo, vuoi per ambizioni carrieristiche, vuoi per vassallaggio adulatorio , si trova sempre.

    Questa nuova strategia, inaugurata nel 1996 in Francia da Florent Brayard sotto l’egida di Pierre Vidal-Naquet , è apparsa anche in Italia, con il libro “L’irritante questione delle camere a gas. Logica del negazionismo” di Valentina Pisanty,”… proseguita con altre figure “una tantum”.

    Questa strategia, è conseguenza del vergognoso defilamento degli storici sterminazionisti,dopo la brutta esperienza di hilberg raul al processo di Toronto,con tanto di “spergiuro” dello stesso hilberg.

    Dei segnalati : Witold Pilecki, Alfred Wetzler e Rudolf Vrba ,COSA vuole segnalare ?

    Il disegno dei Krematorium?

    Il numero dei “gasati” VISTI e certificati da Wetzler e Vrba ?

  104. RitvanShehi says:

    —–A. Mayer dice che nel corso del 1939 Beck, da Gdansk, faceva proclami guerrafondai contro la Germania e la Russia.O era pazzo o aveva una cambiale in bianco da Churchill. EMICHO—-

    O Sommo Storico Revisionista, vabbe' il "revisionismo", ma certi fatti non si possono "revisionare" così a cuor leggero: anche i ragazzi delle elementari sanno che nel 1939 Churchill contava 'n c..zo nel Governo di Sua Maestà Britannica (fu nominato Lord dell'Ammiragliato solo dopo lo scoppio della IIGM e nel 1940 divenne Primo Ministro) che era presieduto da Chamberlain, sai, quello che si calò le braghe davanti al Tuo Amatissimo Fuhrer a Monaco nel 1938.

    —–I Protocolli sono evidentemente un  falso forgiato da Theodo Herzl e camerati x sputtanare l'Okhrana…Sono un falso documento forgiato dai zionisti x far credere che l'Okhrana avesse forgiato un falso così idiota. Con l'obiettivo di far passare il pericoloso Zubatov x un coglione e farlo cacciare a calcinculo da Stolypin. —-

    A 'sto punto il rasoio di Ockham – tanto caro a ADV – probabilmente sta rabbrividendo d'orrore:-). Sai che guadagno:-) per i perfidi giudei:-) se Stolypin (o chi per lui) sostituiva uno scagnozzo con un altro (magari peggiore)…..

    —-"visto che mi sai di tsionista, pensavo ke conoscevi l'ivrìt…." (cioè l'ebraico).—-

    No, fratello, come al solito sei malinformato: il Mossad non ci impone la conoscenza dell'ebraico…anzi, gli assegni che manda a nosotros Perfidi Agenti Sionisti Al Servizio Del MegaKomplotto Giudaico:-) sono compilati in  inglese e hanno l'importo in euro, mica in shekel!:-):-)

    —-Mi sa che ci siamo scontrati sul forum leghista-fascista-razzista- tsionista "politicainrete.net" —–

    Come al solito ti sa male, fratello: mai frequentato quel forum.

    —— xkè l'invenzione giudo-pluto-paperin-etc è MIA,  caro il mio plagiaro! Come anche "siOnistra", ripresa da alcuni iscritti a quel forum di m….rda.—–

    L'hai registrata la tua "invenzione", caro il mio MILLANTATORE? No? Peccato, hai voluto fare il "komunista", eh! Comunque, non è "giudo-pluto" (sì, magari anche kung-fu-pluto:-) le bugie hanno le gambe corte e si vede )…ecc.- bensì "demo-pluto…masson-giudaico" e il "copyright" lo detiene il tuo amatissimo DVX.

    —–io sono comunista rivoluzonario, antidemocratico e antifascista. Mi son stufato ripeterlo.—–

    Immagino che i comunisti di tutto il globo terracqueo siano oltremodo fieri di avere fra i loro ranghi uno come te…..

    —–Prima del bombardamento della Luftwaffe su  London, c'era stato quello del RAF su Berlin.—–

    Ma oltre che in Storia il Tuo Sapere è Incommensurabile anche in geografia?! Chi ti ha parlato di "London" (che in italiano si dice "Londra")??!! Io ti ho citato il bombardamento della città POLACCA di
    Wielun. Concorderai con me che fra Wielun e London ci sia una qualche lievissima:-) differenza nella grafia, eh!

    —–Su Gleiwitz ài trovato più balle che io in Dokufilm della ARD. Mi spiace ma non ciò voglia per raccontarti la versione ufficiale della BRD, cioè di ARD. Casomai Andrea me la chiedesse, sarebbe un altra faccenda.—-

    Eh, sì, fra kompagni komunisti rivoluzionari :-) tale cortesia sarebbe d'obbligo:-)

    —-Ti sconsiglierei di usare wikipedia (specie italiana) come libro sacro. Va bene come bignamino x le elementari; basta vedere la voce "Irgun" , scritta da giudoterroristi, da cui si evince che era un organizzaione para-umanitaria.—–

    Non la uso come "libro sacro", verifico sempre le fonti bibliografiche presenti. Ma per confutare uno come te che non sa che nel 1939 Churchill non contava un beneamato c…  basta e avanza un "bignamino delle elementari".

    —–Rassinier  stava a Dora, un sottocampo di Buchenwald – ritenuto dai scribakkini tsionisti come Lager  di "sterminio".
    (Secondo i storici tsionisti "seri", viceversa,  i "Vernichtungslager" stavano solo in Polska.)
    —–

    Difatti, gli storici seri hanno sempre sostenuto che Dora NON fosse un campo di sterminio. Pertanto, sullo sterminio la testimonianza di Rassinier non ha alcun valore.

    —–Cmq, secondo i buffoni mediatici,  Rassinier  avrebbe dovuto vedere le Gaskammern "omicide" a Dora/Buchenwald – come "testimoniano" tanti "attendibili" testicoli oculari. Invece stranamente in quel KZ non vide un kz—–

    E chi ha mai detto che i "buffoni mediatici" e i "testicoli" siano un'esclusiva della tua "parrocchia"?

    ——Ma non avrebbe visto un kz manco a Ausch-WITZ o a Sobibor, xkè, a meno di esser allucinato o prezzolato, non puoi vedere ciò ke non cè.—

    Oh, beh, se lo dici tu, testi…..mone oculare di Churchill che rilascia "cambiali in bianco" ai polacchi nel 1939, come si fa a non crederti sulla parola??!!:-)

    Sieg Heil & Hasta la victoria, siempre!:-)

  105. RitvanShehi says:

    —–Credo che hcn (commento n. 99) ed Emicho siano due persone diverse, che hanno anche idee molto diverse. Miguel Martinez—–

    Magari avranno "idee molto diverse" su quale vino debba esser servito con un certo piatto, non dico di no, ma per quanto riguarda l'argomento "perfidi giudei":-) QUI affrontato credo che le loro idee siano l'una fotocopia dell'altra.

  106. RitvanShehi says:

    Siempre x EMICHO

    Nell'ambito della Tua Storia Revisionata Dell'Universo Parallelo:-), dopo avermi graziosamente illuminato sul vile attacco dei polacchi (ovviamente in possesso della cambiale in bianco di Churchill:-)) alla stazione radio tedesca il 31/09/1939, mi potresti gentilmente informare anche di analoghi attacchi al Pacioso,Pacifico&Pacifista:-) III Reich p.es. da parte di quei noti guerrafondai:-) dei cecoslovacchi, attacchi tali da costringere – sebbene controvoglia e a malincuore:-) – il Pacioso zio Adolfo ad invadere nel marzo 1939 quel che restava (dopo il "regalo" dei Sudeti al III Reich) della Cecoslovacchia?

    P.S. Ah, se preferisci che la domanda ti venga posta da ADV, fai come se io l'avessi posta a lui e lui la stia girando a te:-).

  107. utente anonimo says:

    Per hcn #non poi cosi' raro. 103

    ''SOLAMENTE''

    La tua e' una interpretazione, ma non la sola. Non puo' essere piu' semplicemente che -come avviene anche in temi diversi da quello della Pisanty-  una tesi brillante trova chi la sponsorizza? Il merito premiato e' raro, ma  non poi cosi' raro. Certo se uno crede nel 'complotto giudaico mondiale', allora e' un'altra cosa.

    ''Pilecki''

    Pilecki (il cui diario ho letto integralmente) e gli altri hanno testimoniato che Auschwitz era espressamente strutturato per lo sterminio. Ma la cosa piu' interessante e' che lo sterminio e' stato confermato da Groening, un SS che al momento in cui confesso' la sua presenza ad Auschwitz non era neppure inquisito. Allora o uno postula che si tratta dell'ennesima bugia organizzata dal 'complotto giudaico mondiale' oppure Groening e' una inappuntabile conferma.     

    Come avrai capito, non credo in genere ai complotti, e in particolare non credo al 'complotto giudaico mondiale'.

    Ciao!

    Andrea Di Vita

  108. utente anonimo says:

    Gentile Ritvan
    Winston Churchill, tra il '21 e il 26 occupo' posti di elevatissima responsabilità, quale responsabile delle colonie, primo lord dell'ammiragliato, e ministro dell'economia dal 1925. In quest' ultima veste tuttavia egli elaborò una politica molto impopolare, giocando sul costo del denaro e, nei fatti, impoverendo la popolazione inglese. Fu per questo motivo che dovette dimettersi e stare in disparte, che non significò non contare piu' "una cippa" come lei sostiene, ma sottrarsi allo sfavore di un'opinione pubblica inglese che male aveva vissuto la crisi del '29.

    Quando Chamberlain dichiarò guerra alla Germania, immediatamente Churchill fu nominato nuovamente primo Lord della Marina inglese, in pratica ministro della marina, che in GB era il corpo militare sovvenzionato costantemente e piu' degli altri. In altre parole Churchill era sì uno che potesse firmare una cambiale in bianco sugli avvenimenti a breve termine. La vera dipartita di Churchill avvenne quando perse le elezioni, nel 1945. Da lì in poi le sue affermazioni potrebbero avere un fondamento.
    S.

  109. utente anonimo says:

    a 83 emicho

    L’indirizzo di fantasia che trascrivi puzza di birra, di volgarità, di Stammtisch.

    Fa veramente ridere che (ausgerechnet) un Kanake (come per gli avventori di uno Stammtisch del genere sono senza ombra di dubbio tutti gli Itaker) riporti scodinzolando il brillante Witz in questione.

    Mi sono sempre chiesto fino a che punto gente come te si renda conto di come viene percepita dai suoi “amici” razzisti tedeschi.

    Vabbe’, forse è questione di uno scarso senso di dignità, di un sottile desiderio di subordinazione. Non so.

    E’ una caratteristica generale dei gruppi razzisti, del resto: ogni straniero è sospetto, contaminato e contaminante, marcio. Gli si può riconoscere tutt’al più la funzione di uno zio tom, con il disprezzo supplementare che il razzista tra l’altro prova per questa figura.

    Tu riporti con commovente scodinzolìo, come un devoto cagnolino-suedlaender, le elucubrazioni degli epigoni più rozzi della arroganza bavarese o renana (che si è ribattezzata “germanica”, all’occasione).

  110. hcn says:

    Il “SOLAMENTE” è la mia considerazione.
    Poi c'è la spiegazione.
    La “brillantezza” serve solo per i cretini.
    Qui è una volgare storia di FIFA di bruciarsi le ali come è toccato a hilberg raul,papa dello sterminazionismo, aToronto quando ,messo alle strette nel controinterrogatorio, ha tirato fuori la “trasmissione del pensiero” per giustificare la mancanza di ordine di sterminio(come aveva scritto lui!). ..e commise spergiuro,pure!

    Il Pilecki ha mandato rapporti da Auschwitz al governo polacco in esilio Londra ,tramite la resistenza polacca, posso citare la raccolta dei rapporti, ma le prime notizie (in quei rapporti) sulle camere a gas appaiono nel marzo 1945!
    Quindi che cosa ha visto e trasmesso nel 1943 e 1944 ?

    L'attendibilità di Alfred Wetzler e Rudolf Vrba si può misurare al mm basta guardare il disegno del crematorium che LORO hanno prodotto su descrizione di Filip Muller, sedicente “sonderkommando”!
    NON c'è alcuna corrispondenza col reale!
    PURA fantasia malata.

    Ad ulteriore supporto della tesi della falsità di quanto raccontato dai 2 è il numero dei gasati che avrebbero visto coi loro occhi: 1.750.000 ad Aprile 1944!Cui vanno aggiunti almeno i 430.000 ebrei ungheresi!
    Oggi la cifra ufficiale di F.Piper ,per Auschwitz, è 1.000.000, quella di Pressac 650.000 . Quella dell'ebreo Fritjof Meyer 510.000 (360.000 presunti gasati).

    Il Wetzler ripropinò, con lo pseudonimo di Jozef Lánik ,anche, la storia delle docce a gas:
    «Gli uomini, che si preoccupano ancora del loro bagaglio e d'altra parte si stupiscono della  gentilezza delle SS, fissano improvvisamente il soffitto, dove dalle docce escono minuscoli cristalli. Presto da essi si sviluppa il gas, ora essi lo respirano; potente, velenoso Zyklon»(Jozef Lánik, Was Dante nicht sah. Röderberg-Verlag, Francoforte sul Meno, 1967, pp. 71-72).
    Resta un mistero come un solido ,lo Zyklon B, sia riuscito a passare attraverso i tubi dell'H20 e in particolare dai forellini dei pomi -doccia!
    Io non parlo di complotti,me ne frego.Analizzo ciò che altri “brillanti” hanno scritto.

  111. utente anonimo says:

    Per hcn #110

    Ci sono tre testimoni che, essendoci stati, dicono che di avere visto che ad  Auschwitz c'era lo sterminio organizzato industrialmente. (Sono confermati anche da Groening, che tu non citi, e da moltissima memorialistica posteriore;  ma lasciamo perdere, per chiarezza). Le incoerenze fra tali testimonianze non toccano il fatto fondamentale, anzi, semmai rendono tali testimonanze più credibili. Ovviamente nessuno ha visto l'intero processo di sterminio nelle sue vari fasi dall'interno ed è rimasto vivo per raccontarlo. Ma se tu visiti una grande fabbrica nei suoi vari reparti e un'altra persona fa lo stesso indipendentemente, la probabilità che riportiate esattamente le stesse identiche misure per le stesse attrezzature e gli stessi capannoni è trascurabile. E quei tre non erano certo nelle condizioni di visitatori di una fabbrica; nè i nazisti ci hanno graziosamente lasciato i registri di carico e scarico dei treni. Diverso sarebbe stato se un prigioniero avesse detto che i deportati venivano uccisi col gas e un altro prigioniero avesse detto che erano ospitati in graziosi chalet di legno di betulla. Quanto al Zyklon B, hai mai visto l'aerosol del borotalco spray con i minuti cristalllini di talco portati dal getto?

    Ciao!

    Andrea Di Vita

  112. hcn says:

    Signor Di Vita,

    lei definisce “incoerenze” che il camino dei Krema 2 e 3 siano collocati,nel disegno dei due falsari,al centro dei forni disposti a cerchio,quando in realtà erano IN LINEA e i camini erano ESTERNI allo stabile?

    Lei definisce “incoerenze” il 1.750.000+430.000= 2.180.000 dei “gasati “ ,testimoniati dai 2 falsari,quando in realtà ad Auschwitz entrarono in TOTALE 1.300.000 persone ?

    Quanto allo “spray del borotalco”: lei ignora che lo Zyklon B NON era MICRONIZZATO ,nè trasportato su letto fluido, ignora ,pure,che era un solido in forma GRANULOSA( delle dimensioni del granoturco) oppure su DISCHI di farina fossile o PASTA di legno .

    Quindi rimane in piedi l'idiozia che un solido passi attraverso i fori delle docce!

    Lei ignora ,pure,che il vrba al processo di Toronto fu demolito nel suo controinterrogatorio!

    Vuole che le esibisca alcune sue penose ammissioni?

    Vede ,“eletto” di vita, io le cito fatti,numeri,,lei fa filosofia.

    In ultimo : la "convergenza" di altre "testimonianze" con quella dei due falsari dimostra che anche quei testimoni hanno mentito. Si chiama CORREITA' a casa mia.

  113. utente anonimo says:

    Per hcn #112

    Facciamo così.

    La prossima volta che nevica io La faccio entrare nello stabilimento dell'Ansaldo a Genova. E' circa un terzo dell'area di Auschwitz -e anche meno se si considerano i campi satelliti.

    Lei si fa di corsa e a digiuno -coi cani lupo che l'inseguono, i capireparto che la frustano e trenta chili di pietre sulle spalle- tutto lo stabilimento, capannone dopo capannone.

    Dopo di che la lascio scappare -come preferisce Lei, nascosto nel doppiofondo di un camion o nel bagagliaio di una macchina- fra guardie che sparano e in mezzo ad una folla a piedi nudi nella neve.

    Dopo di che Lei mi fa una bella planimetria in formato A2, quotata e orientata, della disposizione dei capannoni, della disposizione dei macchinari in ciascun capannone e della disposizione delle portinerie e delle guardiole dei guardiani.

    E -già che c'e'- Lei mi dice anche quante sono le persone che quotidianamente lavorano nello stabilimento, quante tonnellate di merci entrano ed escono annualmente, da quali fornitori e per quali clienti.

    Poi controlliamo di quanto ha sbagliato.

    Andrea Di Vita

  114. hcn says:

    Rudolf Vrba fu internato col nome di Walter Rosenberg il 30 giugno 1942, numero di matricola 44070
    Alfred Wetzler fu internato il 13 aprile 1942, numero di matricola 29162, fuggirono da Birkenau il 7 aprile 1944 .
    Quindi 22 e 24 mesi di internamento NON sono una “corsa a digiuno”,avrebbero avuto tutto il tempo di osservare,memorizzare,ripetere correttamente.

    Al processo Zündel del 1985, al quale partecipò come testimone dell'accusa, Vrba confermò di aver avuto frequenti contatti con membri del Sonderkommando, dichiarando di aver redatto lo schema dei crematori II e III di Birkenau contenuto nel loro rapporto  proprio in base a queste informazioni. Filip Müller, l'ex detenuto chiamato in causa da Rudolf Vrba, affermò addirittura di aver consegnato ad Alfred Wetzler, nel 1944, tra altri documenti, «una pianta dei crematori con le camere a gas» !

    Poiché sia la pianta sia la descrizione dei crematori II/III del rapporto Vrba-Wetzler sono pura fantasia, ne consegue che la storia dello sterminio ebraico in camere a gas omicide da essi riferito non proveniva dai detenuti del cosiddetto Sonderkommando . E questa è la prova che tale storia fu creata dal movimento di resistenza del campo, come volgare propaganda, e senza neppure darsi pensiero di interpellare i detenuti che prestavano servizio nei crematori!
    In una deposizione resa da Vrba all’ambasciata israeliana di Londra, per essere presentata al processo Eichmann e che è stata allegata al libro del Vrba , I Cannot Forgive (p. 269), leggiamo:

    “Fui presente all’arrivo di ogni trasporto diretto ad Auschwitz o, se non ero presente, poiché le presenze erano espletate a turno, riuscii ad ottenere le cifre dai miei compagni di lavoro. Così ero in una posizione tale da ottenere cifre piuttosto esatte su quante persone arrivarono ad Auschwitz”.

  115. utente anonimo says:

    Per hcn #114

    ''tale storia fu creata''

    Sarebbe una conclusione plausibile solo se i deportati -inclusi i membri del Sonderkommando- fossero stati liberi di muoversi, ispezionare, esaminare e memorizzare l'intera struttura di Auschwitz. I prigionieri non ispezionavano, ma erano continuamente ispezionati:

    ''The mere fact of neglecting to give information on the whereabouts of a prisoner, not to speak of extending help, is punished by death.''

    http://www.holocaustresearchproject.net/othercamps/auschproto.html

    L'ironia della nostra discussione è che lo stesso Vrba rifiuto' di restare in Israele dopo la guerra perchè vedeva troppi che secondo lui altro non erano che ex-collaborazionisti della Shoah in auge nello stesso Stato d'Israele.

    http://en.wikipedia.org/wiki/Rudolf_Vrba#Controversy

    Per contro, ci sono storici israeliani secondo i quali il rapporto di Vrba ''contains excerpts of conversations of which there is no chance that they are accurate and it has elements of a second-hand story that does not necessarily correspond with reality.''

    http://en.wikipedia.org/wiki/Rudolf_Vrba#Controversy

    Come per tutti i fatti storicamente avvenuti, anche sulle camere a gas le controversie non mancano. Ancora oggi si discute dove (e se) ha sbagliato Napoleone nello schierare le proprie truppe alla battaglia di Waterloo. Ma da qui a dire che la battaglia di Waterloo non è mai avvenuta, ce ne corre.

    Andrea Di Vita

  116. hcn says:

    Lei divaga,cambia le carte,aggiunge sempre nuovi elementi non coerenti.
    Tipica tecnica semitozionista sterminazionista.
    Merce avariata da hasbara.

  117. kelebek says:

    Per hcn n. 116

    Mi diverte l'idea di Andrea semitozionista.

    Vabbene che qui siamo cultori della Superiore Civiltà Altaica. Ariani e semiti ci piacciono al posto loro.

    Miguel Martinez

  118. RitvanShehi says:

    x S. (# 108)

    Gentile S.
    La sua generosa ma temeraria arrampicata sugli specchi per rimediare alla "gaffe" di EMICHO che confondeva Chamberlain con Churchill è davvero commovente. Però, mi sembra che la sua gentile toppa sia addirittura peggiore del buco del caro EMICHO, visto che confondere due primi ministri inglesi del periodo '39-'40 è – per così dire – un peccato veniale, mentre continuare a sostenere che Churchill, il quale come giustamente dice lei, "dovette dimettersi e stare in disparte" (garbato eufemismo per dire "era caduto in disgrazia in seno al proprio partito") potesse "sottoscrivere cambiali" aventi qualche valore all'estero mi sembra proprio una grave non conoscenza delle regole della politica.
    Il fatto che poi, dopo lo scoppio della guerra, il "calabraghe" del 1938 Chamberlain (seppur "pentito", visto che fu lui – e non Churchill – a firmare nel 1939 la famosa "cambiale", ovvero il patto di mutua assistenza con la Polonia in caso di aggressione, ma ormai la "macchia" di Monaco era diventata indelebile) fu sostituito da Churchill non cambia di una virgola il ragionamento, visto che i polacchi nel 1939 mica avevano la palla di vetro:-) per prevederlo.

  119. RitvanShehi says:

    ——Quanto allo “spray del borotalco”: lei (ADV-ndr.) ignora che lo Zyklon B NON era MICRONIZZATO ,nè trasportato su letto fluido, ignora ,pure,che era un solido in forma GRANULOSA( delle dimensioni del granoturco) oppure su DISCHI di farina fossile o PASTA di legno . hcn—-

    Gentile hcn, perdoni ADV, il quale è un fisico, non un chimico e in più pare abbia – diversamente dal sottoscritto – la deplorevole abitudine di non documentarsi bene sulle faccende chimiche.
    Dalla Sacra:-) Wiki (grassetto mio-ndr.):
    http://it.wikipedia.org/wiki/Zyklon_B
    "Lo Zyklon B si presentava in forma di granuli composti di polpa di legno o terra diatomacea. Tali granuli, di colore bluastro, erano impregnati di acido cianidrico, di uno stabilizzatore e di gas lacrimogeno o irritante che aveva lo scopo di segnalare la presenza del gas prima della sua effettiva evaporazione. Una volta estratto dai suoi contenitori ermetici, l'acido cianidrico contenuto nei granuli evaporava ad una temperatura di 26 gradi Celsius." (Fonte:
    Brian Harmon (1994). Technical aspects of the Holocaust: Cyanide, Zyklon-B, and Mass Murder. )

    —–Quindi rimane in piedi l'idiozia che un solido passi attraverso i fori delle docce!—–

    Un solido no, ma – come descritto sopra – un gas SI.

  120. RitvanShehi says:

    ——Quanto allo “spray del borotalco”: lei (ADV-ndr.) ignora che lo Zyklon B NON era MICRONIZZATO ,nè trasportato su letto fluido, ignora ,pure,che era un solido in forma GRANULOSA( delle dimensioni del granoturco) oppure su DISCHI di farina fossile o PASTA di legno . hcn—-

    Gentile hcn, perdoni ADV, il quale è un fisico, non un chimico e in più pare abbia – diversamente dal sottoscritto – la deplorevole abitudine di non documentarsi bene sulle faccende chimiche.
    Dalla Sacra:-) Wiki (grassetto mio-ndr.):
    http://it.wikipedia.org/wiki/Zyklon_B
    "Lo Zyklon B si presentava in forma di granuli composti di polpa di legno o terra diatomacea. Tali granuli, di colore bluastro, erano impregnati di acido cianidrico, di uno stabilizzatore e di gas lacrimogeno o irritante che aveva lo scopo di segnalare la presenza del gas prima della sua effettiva evaporazione. Una volta estratto dai suoi contenitori ermetici, l'acido cianidrico contenuto nei granuli evaporava ad una temperatura di 26 gradi Celsius." (Fonte:
    Brian Harmon (1994). Technical aspects of the Holocaust: Cyanide, Zyklon-B, and Mass Murder. )

    —–Quindi rimane in piedi l'idiozia che un solido passi attraverso i fori delle docce!—–

    Un solido no, ma – come descritto sopra – un gas SI.

  121. utente anonimo says:

    @RitvanShehi #119

    Sul fatto che lo Zyklon B potesse presentarsi allo stato gassoso c'erano ben pochi dubbi. Ora, grazie a lei, nemmeno più quelli.

    RS

  122. hcn says:

    La descrizione del composto Zyklon-B riportata è corretta ,ma parziale. Non sempre era presente “l'avvisatore” di presenza del gas.

    Ferme le “testimonianze” agli atti: NON esiste testimonianza (che io conosca) che descriva l'evaporazione dell'HCN dal supporto inerte in apposito locale ,per venire ,poi, inviata ,tramite i tubi delle docce, nella pretesa “gaskammer”.Se ne conosce lei sarei ben lieto di conoscere la fonte della notizia.

    Quello che lei descrive è il procedimento di introduzione dell'HCN,partendo dallo Zyklon-B,nelle camere a gas di disinfestazione standard ad acido cianidrico con sistema “Degesch-Kreislauf “ ,mai pretese camere a gas omicide.

  123. hcn says:

    Sul fatto che lo Zyklon B potesse presentarsi allo stato gassoso c'erano ben pochi dubbi. Ora, grazie a lei, nemmeno più quelli.

    RS
    @@@

    Lei è pieno di confusione,più che dubbi.
    Tecnicamente lo Zyklon-B NON può presentarsi allo stato gassoso.
    Intende l'HCN,forse.

  124. utente anonimo says:

    @ Hcn #122

    Scusa, ma che ci vuole? Appoggi lo Zyklon B in alloggio che impedisca perdite all'esterno, sovrastante o sottostante la camera piena di decine di migliaia di persone accalcate, le pungoli un attimo di modo che si muovano e aumentino la temperatura e il gioco è fatto, no? Ho scoperto come funzionavano le camere a gas che hanno ucciso decine di milioni di persone!!!!!! Osannatemi!

    RS

  125. RitvanShehi says:

    —–La descrizione del composto Zyklon-B riportata è corretta ,ma parziale. Non sempre era presente “l'avvisatore” di presenza del gas. hcn—-

    Fratello, non ho ritenuto opportuno incollarti tutto quello che c'era sulla Wiki, ma visto che ci tieni – per la serie "voglio farmi del male":-) – ecco cosa scrive in proposito sempre la sullodata voce della Wiki:

    "Il gas fu utilizzato in principio unito con un agente irritante che la stessa società aggiungeva, successivamente per ordine dell'ufficiale Kurt Gerstein, fu eliminato l'irritante. A tale provvedimento la società si oppose, perché il suo brevetto riguardava proprio l'aggiunta di tale irrintante. L'irritante aveva lo scopo di fungere da segnalatore della presenza del gas (che nel suo stato puro è inodore e quindi non risconoscibile) per favorire gli stessi inservienti che dovevano utilizzarlo, ma fu tolto in quanto le stesse SS ritennero che in sua assenza il processo di uccisione era piu veloce."

    Dici che i nazi – da bravi animalisti:-) qual erano – tolsero l'irritante per non far soffrire troppo i poveri pidocchi durante la "disinfestazione standard"?:-) Oppure è più logico pensare che le centinaia di poveri disgraziati portati "a fare la doccia" si potevano ribellare e sfondare le porte appena l'irritante cominciava a farsi sentire?

    —–Ferme le “testimonianze” agli atti: NON esiste testimonianza (che io conosca) che descriva l'evaporazione dell'HCN dal supporto inerte in apposito locale ,per venire ,poi, inviata ,tramite i tubi delle docce, nella pretesa “gaskammer”.Se ne conosce lei sarei ben lieto di conoscere la fonte della notizia.—–

    La fonte è il tuo amico Rudolf Hoss e – indirettamente – l'altro tuo amico Faurisson.
    Sempre la sullodata voce di Wiki ( http://it.wikipedia.org/wiki/Zyklon_B )
    ci informa che:
    "Lo Zyklon B fu inizialmente usato nei campi di concentramento per lo spidocchiamento e il controllo del tifo. Fu sperimentato per la prima volta su 600 prigionieri di guerra russi e 300 ebrei il 3 settembre 1941,  nel campo di Auschwitz….la testimonianza del comandante di Auschwitz Rudolf Hoss,  secondo la quale una squadra speciale (Sonderkommando), costituita da ebrei, metteva in moto un apparecchio di ventilazione ed entrava pochi minuti dopo la gasazione….  prendeva i cadaveri, li portava fuori, e poi verso i forni crematori per incenerirli."
    Come spiega poi la Wiki, tale testimonianza viene contestata dal negazionista Faurisson con cavilli pseudotecnici, ma Faurisson mica dice che tale testimonianza sia inesistente. 

  126. RitvanShehi says:

    —–La descrizione del composto Zyklon-B riportata è corretta ,ma parziale. Non sempre era presente “l'avvisatore” di presenza del gas. hcn—-

    Fratello, non ho ritenuto opportuno incollarti tutto quello che c'era sulla Wiki, ma visto che ci tieni – per la serie "voglio farmi del male":-) – ecco cosa scrive in proposito sempre la sullodata voce della Wiki:

    "Il gas fu utilizzato in principio unito con un agente irritante che la stessa società aggiungeva, successivamente per ordine dell'ufficiale Kurt Gerstein, fu eliminato l'irritante. A tale provvedimento la società si oppose, perché il suo brevetto riguardava proprio l'aggiunta di tale irrintante. L'irritante aveva lo scopo di fungere da segnalatore della presenza del gas (che nel suo stato puro è inodore e quindi non risconoscibile) per favorire gli stessi inservienti che dovevano utilizzarlo, ma fu tolto in quanto le stesse SS ritennero che in sua assenza il processo di uccisione era piu veloce."

    Dici che i nazi – da bravi animalisti:-) qual erano – tolsero l'irritante per non far soffrire troppo i poveri pidocchi durante la "disinfestazione standard"?:-) Oppure è più logico pensare che le centinaia di poveri disgraziati portati "a fare la doccia" si potevano ribellare e sfondare le porte appena l'irritante cominciava a farsi sentire?

    —–Ferme le “testimonianze” agli atti: NON esiste testimonianza (che io conosca) che descriva l'evaporazione dell'HCN dal supporto inerte in apposito locale ,per venire ,poi, inviata ,tramite i tubi delle docce, nella pretesa “gaskammer”.Se ne conosce lei sarei ben lieto di conoscere la fonte della notizia.—–

    La fonte è il tuo amico Rudolf Hoss e – indirettamente – l'altro tuo amico Faurisson.
    Sempre la sullodata voce di Wiki ( http://it.wikipedia.org/wiki/Zyklon_B )
    ci informa che:
    "Lo Zyklon B fu inizialmente usato nei campi di concentramento per lo spidocchiamento e il controllo del tifo. Fu sperimentato per la prima volta su 600 prigionieri di guerra russi e 300 ebrei il 3 settembre 1941,  nel campo di Auschwitz….la testimonianza del comandante di Auschwitz Rudolf Hoss,  secondo la quale una squadra speciale (Sonderkommando), costituita da ebrei, metteva in moto un apparecchio di ventilazione ed entrava pochi minuti dopo la gasazione….  prendeva i cadaveri, li portava fuori, e poi verso i forni crematori per incenerirli."
    Come spiega poi la Wiki, tale testimonianza viene contestata dal negazionista Faurisson con cavilli pseudotecnici, ma Faurisson mica dice che tale testimonianza sia inesistente. 

  127. hcn says:

    x 124
    1)Lei non è mio fratello.
    2)Lei conferma che la precedente descrizione era parziale.
    3)Gerstein: mi sa dire a quale versione (delle 6 esistenti,non concordanti tra loro) si riferisce?
    4)Gerstein: forse a quella dove afferma che nella camera a gas di 20-25 mq entravano   “7-800 persone “?
    5)R. Hoess: si riferisce allo stesso Hoess che testimoniò e firmò che ad Auschwitz ,sotto il suo comando dal 1940 a fine 1943,erano state gasate 2.500.000 persone ed altre 500.000 erano morte in altro modo? (Ad Auschwitz entrarono in tutto 1.300.000 persone!)
    6)R.Hoess : quello che aveva visitato Belzec-Treblinka-Wolzec(!) nel 1941? ( Belzec e Treblinka furono aperti nel 1942. Wolzec NON è mai esistito!)
    7)R. Hoess: stando alle pubblicazioni ufficiali della direzione del museo di Auschwitz i primi prigionieri russi arrivarono  a fine giugno 1941 e furono TUTTI uccisi(così è  scritto nelle pubblicazioni ufficiali).L'arrivo di  russi successivo  è datato OTTOBRE 1941. Come è attendibile la gasazione del 3 Settembre di 600 russi?
    8)Hoess:La testimonianza esiste ed è anche pubblicata in libro! Il problema per gli sterminazionisti è che è inattendibile.Lo stesso Hoess ha scritto che FIRMO' quella “confessione”scritta da ALTRI.Dopo 3 giorni e 3 notti ininterrotti di TORTURA. L'uso su Hoess  della tortura è stato confermato dagli esecutori stessi in un libro, un sottufficiale ebreo inglese .
     

  128. RitvanShehi says:

    —–x 124 Lei non è mio fratello. hcn—–
    Ovviamente non era detto in senso anagrafico, fratello, bensì nel senso della cosiddetta "fratellanza umana", ovvero la comune appartenenza alla specie Homo sapiens sapiens. Comunque, nel caso tu creda di appartenere a qualche altra specie basta dirmelo e ritiro subito il "fratello".

    —–Lei conferma che la precedente descrizione era parziale.—–
    Io confermo che nella descrizione c'era tutto quel che c'era da sapere sul fatto che lo Zyklon B poteva essere usato per sprigionare gas tossico tramite gli impianti delle docce. Se per questo nella mia "precedente descrizione" mancava anche il nome dell'inventore, della ditta che lo produceva e un sacco di altri dettagli: non te la prendere, fratello…Piuttosto, nessun commento da fare sul Grande Spirito Animalista delle SS che non volevano che i pidocchi lacrimassero prima di morire durante la tua cara "disinfestazione standard"?:-)

    ——Gerstein: mi sa dire a quale versione (delle 6 esistenti,non concordanti tra loro) si riferisce?…. forse a quella dove afferma che nella camera a gas di 20-25 mq entravano   “7-800 persone “?—–
    Beh, il buon Gerstein non sarà molto ferrato in geometria, ma del resto ancora oggi c'è gente che giura che durante la sua manifestazione in piazza San Giovanni a Roma c'erano 1 milione di persone:-)

    ——-R. Hoess: si riferisce allo stesso Hoess che testimoniò e firmò che ad Auschwitz ,sotto il suo comando dal 1940 a fine 1943,erano state gasate 2.500.000 persone ed altre 500.000 erano morte in altro modo? (Ad Auschwitz entrarono in tutto 1.300.000 persone!)——
    Si vede che Höss non era molto ferrato in aritmetica.

    ——R.Hoess : quello che aveva visitato Belzec-Treblinka-Wolzec(!) nel 1941? ( Belzec e Treblinka furono aperti nel 1942. Wolzec NON è mai esistito!)—–
    Proprio isso: si vede che la memoria potrebbe giocare brutti scherzi anche ai Superuomini Della Razza Superiore:-)

    ——-R. Hoess: stando alle pubblicazioni ufficiali della direzione del museo di Auschwitz i primi prigionieri russi arrivarono  a fine giugno 1941 e furono TUTTI uccisi(così è  scritto nelle pubblicazioni ufficiali).L'arrivo di  russi successivo  è datato OTTOBRE 1941. Come è attendibile la gasazione del 3 Settembre di 600 russi?—–
    Si vede che anche le "pubblicazioni ufficiali" possono essere a volte pasticciate. Oppure tu credi/non credi alle "pubblicazioni ufficiali" a seconda della tua convenienza?

    —–Hoess:La testimonianza esiste ed è anche pubblicata in libro! Il problema per gli sterminazionisti è che è inattendibile.Lo stesso Hoess ha scritto che FIRMO' quella “confessione”scritta da ALTRI.Dopo 3 giorni e 3 notti ininterrotti di TORTURA. L'uso su Hoess  della tortura è stato confermato dagli esecutori stessi in un libro, un sottufficiale ebreo inglese.—-
    Ah, adesso credi a un ebreo (seppur sottuficiale inglese)??!! Sci vergogni, cribbio!:-)

  129. hcn says:

    Per me fratello è chi nasce dagli stessi genitori.
    La “fratellanza umana” fa il paio con  la “comunità internazionale”,  con “democrazia” , con “antisemitismo”: termini per me  incomprensibili.
    Gerstein era un ingegnere quindi con le misure aveva familiarità.
    Hoess ,sui numeri, riferisce quello che Eichmann gli avrebbe detto, quindi il “ragioniere dell'olocausto per eccellenza” aveva i numeri “giusti”.Sempre secondo la storiografia sterminazionista.
    Ammettendo che la memoria di Hoess avesse  fatto cilecca, ne consegue che  i giudici di Norimberga erano dei perfetti IDIOTI a prendere per buono quelle idiozie e falsità!Non se ne esce!
    Pubblicazioni ufficiali: ben conoscendo il valore delle storie ufficiali cerco di  confrontarle coi dati accertati e verifico le dichiarazioni agli atti.Personalmente NON credo,controllo (una rara concessione a Marx).
    Tortura: l'ebreo citato non è il solo che riferisce di tortura, ci fu anche una commissione(nel 1949) USA che accertò la pratica corrente della tortura in centinaia di casi di imputati.
    Tipica la “confessione” del comandante di  Mauthausen ,Franz Ziereis ,che “confessò” poco prima di morire, che da un milione a un milione e mezzo di persone siano state gassate nel castello di Hartheim presso Linz! OGGI NON lo crede più nessuno! Il revisionismo è passato anche di lì.
    Per maggiori informazioni sui sistemi di “produzione “delle prove con l'utilizzo della tortura ,si può  vedere ai seguenti links: QUI1 QUI2 QUI3

  130. hcn says:

    Per me fratello è chi nasce dagli stessi genitori.
    La “fratellanza umana” fa il paio con  la “comunità internazionale”,  con “democrazia” , con “antisemitismo”: termini per me  incomprensibili.
    Gerstein era un ingegnere quindi con le misure aveva familiarità.
    Hoess ,sui numeri, riferisce quello che Eichmann gli avrebbe detto, quindi il “ragioniere dell'olocausto per eccellenza” aveva i numeri “giusti”.Sempre secondo la storiografia sterminazionista.
    Ammettendo che la memoria di Hoess avesse  fatto cilecca, ne consegue che  i giudici di Norimberga erano dei perfetti IDIOTI a prendere per buono quelle idiozie e falsità!Non se ne esce!
    Pubblicazioni ufficiali: ben conoscendo il valore delle storie ufficiali cerco di  confrontarle coi dati accertati e verifico le dichiarazioni agli atti.Personalmente NON credo,controllo (una rara concessione a Marx).
    Tortura: l'ebreo citato non è il solo che riferisce di tortura, ci fu anche una commissione(nel 1949) USA che accertò la pratica corrente della tortura in centinaia di casi di imputati.
    Tipica la “confessione” del comandante di  Mauthausen ,Franz Ziereis ,che “confessò” poco prima di morire, che da un milione a un milione e mezzo di persone siano state gassate nel castello di Hartheim presso Linz! OGGI NON lo crede più nessuno! Il revisionismo è passato anche di lì.
    Per maggiori informazioni sui sistemi di “produzione “delle prove con l'utilizzo della tortura ,si può  vedere ai seguenti links: QUI1 QUI2 QUI3

  131. utente anonimo says:

    Sorellina , quali testimoni riferiscono numeri attendibili?
    Mi riferisco ovviamente non solo agli ebrei ma anche ai nazisti.
    Grazie

  132. utente anonimo says:

    Sorellina, perchè ti firmi HCN?
    Ti attrae talmente tanto quel veleno con il quale i nazisti sterminavano i "pidocchi" ?
    Perchè tanta passione per un insetticida, tanto da firmarti con il suo nome  ?

  133. utente anonimo says:

    Sorellina, ho sentito dire che qualche volta i solidi diventano liquidi e che poi i liquidi possono diventare gassosi e che questa non è un cosa così difficile?
    Un amico mi ha detto addiruittura che i solidi possono passare direttamente allo stato gassoso.
    Ma è vero o sono tutte fregnacce rilasciate dai chimici sotto tortura ?

  134. utente anonimo says:

    Sorellina,
    ma quando Kurt  Gerstein contattò  l'ambasciatore svedese in Polonia e il nunzio apostolico, dicendo che i nazisti gasavano gli ebrei,   lo fece sotto tortura?

  135. paola scarpa says:

    ….i delattori dello stato ebraico, sembrano tanti solo a forli, e a rifondazione comunista, gruppuscolo di nostalgici di epoche mai esistite veramente che si riuniscono nei bar di bologna…io non capisco mai veramente una cosa…la nazione italia e’ periferia numerica e ideologica , e periferia della periferia,gli ignoranti italiani sono l’ ultimo anello della catena…ma perché pubblicano articoli e giudicano spavaldamente , cose questioni temi gruppi che sono invece la locomotiva del pianeta?culturalmente , economicamente , numericamente…e’ come se il gobbo di notredame, sgridasse tutta la citta’… e poi perché negare l’ olocausto? se odiate gli ebrei fregiatevi del genocidio che consola le anime vostre…o vlete odiarli senza sentire la puzza di cadavere attaccata a voi e senza vedere le vostre mai piene di budella ebree…l’ odio ha un unico vero scopo …uccidere, e se odiate se deprecate ..l’ odore della carne bruciata dovrebbe solo inebriarvi e dovreste visulaizzare uno stato ebraico bombardato d atutta la confederazione araba, con voi in prima linea…non esiste odio che non produca questo, anche solo come visione…e Dio , il famoso unico Dio degli ebrei, se esiste vi sta osservando con occhi di fiamma….e vi riconosce a naso…sapete di odio e di morte …e la Sua sentenza su di voi e’….morte

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>