Silvio Berlusconi e la Jeune-Fille (I)

"Ce bidet, tu ne peux pas savoir combien de paires de fesses il a accueillies !"

Silvio Berlusconi, indicando a Jacques Chirac le sale da bagno della sua villa.

Sto guardando la fotogalleria di Barbara Montereale, di mestiere "ragazza immagine", reduce da una ben retribuita vacanza nella villa di Berlusconi.

La fotogalleria di Barbara Montereale si trova, guardacaso, su Repubblica, il quotidiano antiberlusconiano cui la Jeune-Fille sta raccontando le proprie imprese. Lo scambio è interessante: Barbara Montereale inguaia ulteriormente Silvio Berlusconi e in cambio riceve una pubblicità di valore inestimabile per la sua futura carriera appunto di ragazza immagine.

L’agricoltura attende paziente la restituzione delle braccia di Barbara Montereale

La scena di Silvio Berlusconi che barcolla assieme alle sue veline, billionairine, letterine e altre troie, è oggettivamente affascinante.

Ogni volta che Silvio Berlusconi è stato accusato di tremende (e reali) nefandezze, è aumentata la sua popolarità. Stavolta, invece, è accusato di essersi divertito con un schiera di adulte ampiamente consenzienti. I tentativi di trovare qualcosa di irregolare, dal punto di vista giuridico o politico, nel comportamento di Silvio Berlusconi in questo caso sanno di arrampicate sugli specchi.

Eppure gli antiberlusconiani fanno benissimo a insistere su questo tasto.

Non so se perderà il governo, ma certamente sappiamo già l’unica cosa che si ricorderà di Berlusconi nei prossimi mille anni: e non dovrebbe essere un problema da poco per chi è così fissato con la propria immagine.

Silvio Berlusconi ha tutte le ragioni nel dire che si tratta di fango. Ma il fango ha un suo fascino. Infatti, Berlusconi non è oggetto di un attacco moralistico, che in Italia non coinvolgerebbe quasi nessuno: le prime a perdonarlo sarebbero le tante nonne che guardano Rete Quattro e ritengono che i maschi, poveretti, siano deboli da quel punto di vista.

Il guaio per Berlusconi è un altro: mentre il Lodo Alfano è del tutto incomprensibile (provate ad andare oltre pagina 5 di uno dei tomi di Travaglio), le storie di sesso sono immediatamente comprensibili e quindi di enorme interesse per tutti. Anche chi dice che Berlusconi ha fatto benissimo a riempire il suo Jacuzzi di insaponatrici pugliesi, comunque ci sta pensando.

Gli elementi fondamentali biologici hanno una forza straordinaria, a prescindere da ogni giudizio etico: il caso Mills scompare di fronte al  pensiero del  bidet berlusconiano. Ma scomparirebbe anche se venissimo a sapere che Berlusconi si mangia le cavallette vive, o uccide i gatti a colpi di stivale. Perché sangue, sesso e cibo sono cose che capiamo tutti.

(Continua…)

Print Friendly
This entry was posted in Italia, società dello spettacolo and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

9 Responses to Silvio Berlusconi e la Jeune-Fille (I)

  1. roseau says:

    Mietitura. Fienagione. Cura delle bufale.

  2. paniscus says:

    Ma guarda, spingiamoci perfino all’agricoltura biodinamica: mi sembra che l’attributo più adatto sia il CORNO DI LETAME.

    http://www.resnaturalis.it/?p=247

    Eterizzato e astralizzato, però, eh.

    Lisa

  3. utente anonimo says:

    tutte cose VERE bella Roseau, come te.

    Sono Timido

  4. utente anonimo says:

    In realtà Berlusconi i gatti li uccide per sacrificarli. Gatti neri. Fa parte del complotto satanista-mondialista.

    O pensate che in questo mondo sia possibile mantenere il potere senza vendere l’anima al capro del sabba?

    Rock & Troll

  5. Roseau, ci aggiungo la famigerata lizzatura ché l’altra volta me ne son dimenticato e Paniscus me l’ha fatto notare.

    Si tratta di un lavoro eccezionalmente ingrato: guidare blocchi di marmo da cava verso valle, usando cordame e legnacci.

    In secondo luogo ho qui la magnifica gatta, una siamese di gran razza, che ho adottato da un paio d’anni. Vorrebbe far sapere che non gradisce un Primo Ministro che ammazza i gatti a colpi di stivale. Nemmeno di clark o di anfibio, dice lei!

  6. roseau says:

    @NScO: orrore….. La mia gatta soriana anzi Syriana non può rilasciare dichiarazioni in merito ora, perché dorme.

    Ma credo che gli strapperebbe volentieri a graffi quella chioma di bambola che si è fatto impiantare.

  7. utente anonimo says:

    La serie di articoli sarà sicuramente spassosa quanto intelligente. Tuttavia, in questi giorni nel blog di Miguel avrei letto volentieri qualcosa sull’Iran…

    satyajit

  8. kelebek says:

    Per Satyajit n. 7

    Grazie… per quanto riguarda l’Iran, hai ragione. Non ho avuto il tempo di fare ricerche originali sul tema, purtroppo, e mi sembra inutile “dire la mia”.

    Miguel Martinez

  9. utente anonimo says:

    complimenti, l’articolo sembra scritto da Ghedini. Direi che sarebbe stato difficile costruire una difesa migliore.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>