Facce da elezioni, Firenze (III)

Alla prima parte

Se vi interessa il tenebroso tema delle elezioni a Firenze, non mancate in questi giorni di dare un’occhiata al blog di Io non sto con Oriana

Ieri mattina sono riuscito a scattare questa (pessima) foto di un immigrato nero mentre contribuiva al degrado di Firenze, facendo un lavoro con ogni probabilità abusivo.

attacchino

Per la precisione, stava attaccando una fila di manifesti (d’accordo, negli spazi consentiti) per un convegno di Achille Totaro e Stefano Alessandri contro "Immigrazione, abusivismo e degrado".

alessandri-totaro

Achille Totaro è il figlio di un carabiniere pugliese, che a quanto pare non ha fatto un giorno di lavoro in vita sua: è noto a Firenze per aver fatto lo studente all’università per una quindicina di anni. Uscendone ormai pelato, senza laurea ma con il titolo di senatore della Repubblica, grazie al proprio ruolo di portaborse di Maurizio Gasparri, il portaborse di Gianfranco Fini, l’ex-portaborse di Giorgio Almirante.

"Fino a tanto che il Senato resta in piedi, io non vi temo,
finché Popolo vi siede con quel suo grugno scemo!"

Aristofane, I Cavalieri

Stefano Alessandri è l’attuale portaborse di Totaro, nonché candidato al consiglio comunale di Firenze. Sui propri volantini, Alessandri indica un’unica attività vagamente assimilabile a un lavoro: un anno di servizio di leva svolto nella Polizia di Stato.

Non ho sottomano, invece, il curriculum lavorativo del giovane che attaccava i manifesti per lui, ma ho la sensazione che sarebbe un po’ più fitto.

(Continua…)

Print Friendly
This entry was posted in Il clan dei fiorentini, Italia and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

15 Responses to Facce da elezioni, Firenze (III)

  1. fm_dacenter says:

    qualunquista!

    fascista!

    diffusore di luoghi comuni!

    sei pronto per candidarti con Berlusconi!

    :D

    Francesco

    PS Senato ad Atene? mica me lo ricordo

    PPS nonostante mi annoi molto questa serie di post, sono d’accordo con questo in particolare.

  2. rigirandola says:

    :D

    già temo che sia un pò piu’ di una sensazione….

  3. …Quello di Atene credo si chiamasse boulè o qualcosa del genere.

  4. utente anonimo says:

    A me invece questa serie di post piace un sacco :-)

    Z.

  5. RitvanShehi says:

    >…Quello di Atene credo si chiamasse boulè o qualcosa del genere. NonStoConOriana< Chiamato pure “Consiglio dei Cinquecento”. Le sue funzioni erano analoghe a quelle del Senato Romano, (da qui probabilmente la scelta del traduttore dell’opera di Aristofane di chiamarlo “Senato”).
    http://it.wikipedia.org/wiki/Bul%C3%A8

  6. utente anonimo says:

    Apparentemente non c’entra nulla, ma leggetevi un po’ questo breve pezzo de ‘La Repubblica’. E’ la frase finale quella che mi ha spinto a postare qui :-)

    http://franceschini.blogautore.repubblica.it/2009/05/29/?ref=hpsbsx

    Ciao!

    Andrea Di Vita

  7. kelebek says:

    Per Andrea n. 6

    Gerusalemme città degli specchi è un bellissimo libro (con qualche errore fattuale qua e là, ma splendido nelle riflessioni generali).

    Miguel Martinez

  8. marijam says:

    ot, ma fino a un certo punto

    La lega nord di milano è sul piede di guerra, a milano ci sarebbero troppi luoghi di massaggi gestiti da persone tutt’altro che lombarde, ma pensate un po’ asiatiche!

    Matteo Salvini ha fatto una dichiarazione minacciosa lasciando intendere che c’è qualcosa sotto e che la lega non si lascerà ingannare da chi pensa di nascondersi dietro a dei massaggi.

    Fino a qui nulla di nuovo, la solita paranoia demenziale e stronza, quello che “stupisce” è lo spazio, diversi minuti, che il tg 5 ha dato a questa specie di notizia. Oh c’è stata anche l’intervista di un’italiana ovviamente preoccupata.

    Siamo alla farsa!!

    .

  9. utente anonimo says:

    Sono uno studente torinese capitato qui per caso cercando informazioni su Scientology, e sono rimasto assai soddisfatto da ciò che ho trovato.

    Ottimo blog e ottimi interventi sulla politica di questo povero paese, complimenti davvero. E complimenti pure per le citazioni dal caro vecchio Aristofane!

    Black Dog

  10. …Come sarebbe a dire, Marijam; vorresti dire che hai una televisione in casa?!

  11. Il caso è grave, Marijam; se poi paghi anche il canone, temo non ci sia proprio speranza!

  12. blatante says:

    Matteo Salvini

    come se fosse la prova ontologica della decadenza di Milano PERO’ ad oggi la Lega non prende voti a Milano :)

    bravi noi!

    Francesco

  13. marijam says:

    non mi posso pronunciare, ma….

  14. http://ulivo

    [..] Facce da elezioni, Firenze (III) Alla prima parte Ieri mattina sono riuscito a scattare questa (pessima) foto di un immigrato nero mentre contribuiva al degrado di Firenze, facendo un lavoro con ogni probabilità abusivo. Per la precisio [..]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>