Veronica Lario, Silvio Berlusconi e i misteri di Repubblica

 "Hai sentito, Veronica Lario chiede il divorzio da Silvio Berlusconi", mi dice Fabio, mostrandomi l’articolo su Repubblica.

"Ma qual è la notizia, esattamente?"

"Sì. chiede il divorzio…"

"No, volevo dire, la notizia qual è: ha fatto una conferenza stampa? Ha rilasciato un’intervista?"

"Ma, non so esattamente, credo che abbia rilasciato un’intervista a Repubblica."

Guardiamo insieme l’articolo. E’ pieno di affermazioni e di frasi virgolettate attribuite a Veronica Lario. Eppure non dice mai, "Veronica Lario ha incontrato il nostro giornalista in un bar di Milano".

Non dice, "Veronica Lario ci ha scritto".

Non dice nemmeno, "abbiamo piazzato un microfono spia nel telefonino di Veronica Lario".

E vista l’importanza dell’articolo, non può essere una dimenticanza.

Insomma, anche Fabio, che è una delle persone più lucide che io conosca, ci è cascato e crede che si tratti di un’intervista mentre non lo è.

Ho visto articoli di questo tipo varie volte. Quando i giornalisti hanno avuto dritte da amici nei servizi segreti. Quando si sono impossessati illegalmente di corrispondenza privata. Oppure, come abbiamo visto su questo blog, quando hanno riciclato un articolo scritto da altri tre anni fa, spacciandolo per un proprio scoop.

Repubblica ha quindi usato un trucco. Su questo non c’è dubbio.

Non conoscendo i retroscena, è inutile azzardare ipotesi sul perché: le mie valgono quelle di chiunque altro. Ma è interessante che nessun altro giornale (credo) abbia fatto notare il trucco di Repubblica. All’interno della casta dei mediocrati, non ci si azzanna a vicenda, anche perché probabilmente è un tipo di inganno che usano tutti.

Print Friendly
This entry was posted in giornalisti cialtroni and tagged , , . Bookmark the permalink.

30 Responses to Veronica Lario, Silvio Berlusconi e i misteri di Repubblica

  1. utente anonimo says:

    I virgolettati si riferiscono probabilmente alla lettera aperta di Veronica pubblicata qualche giorno fa da Repubblica. Lettera assai esauriente che fornisce un bel po’ di materiale su cui ricamare.

    Non avendo seguito la vicenda, probabilmente ti è sfuggita…

  2. kelebek says:

    Per n. 2

    1) Grazie, infatti non avevo seguito la vicenda.

    2) Qualcuno può confermare che il virgolettato coincide?

    3) Firmare sempre, anche con uno pseudonimo qualunque, grazie.

    I commenti anonimi in genere li cancello (poi qui è evidente la tua buona fede, quindi ho risparmiato la mannaia!).

    Miguel Martinez

  3. utente anonimo says:

    Ciao Miguel,

    Se quello che sostieni è vero, Silvio sarebbe dovuto uscire dai gangheri, invece non è stato così, mi chiedo il motivo.

    Il Mulo

  4. utente anonimo says:

    Non dice nemmeno, “abbiamo piazzato un microfono spia nel telefonino di Veronica Lario”.

    Scusa ma c’è qualcuno disposto ad ammetterlo?

    Di solito, dico

    F.L

  5. fm_dacenter says:

    credo sia un mal vezzo molto comune nella stampa italiana, forse meno in quella di altri paesi più attenti alla correttezza formale

    quante volte si legge “rivolto ai suoi collaboratori più fidati Silvio (o Massimo o Walter) ha detto ..”? chiaro che non è possibile che ogni volta ci sia una gola profonda.

    peraltro, spesso la fonte è lo stesso soggetto virgolettato, che tramite qualche galoppino fa sapere cosa dire al giornalista senza esporsi direttamente

    ciao

    Francesco

  6. kelebek says:

    Per Francesco n. 6

    “peraltro, spesso la fonte è lo stesso soggetto virgolettato, che tramite qualche galoppino fa sapere cosa dire al giornalista senza esporsi direttamente”

    Concordo.

    Qui, tra i commenti e non nel post, dico la mia personale ipotesi, che vale meno di quella di qualunque casalinga abbia seguito (più di me) queste vicende.

    Veronica Lario ha voluto rendere pubblica la vicenda, concedendo in pratica un’intervista a qualcuno a Repubblica, a patto che non si dicesse nulla di preciso che potesse crearle degli intralci legali nel suo divorzio multimiliardario.

    Per questo, nessuna fonte precisa, semplici affermazioni e citazioni non si sa di cosa, con un impegno tacito da parte della Lario di non sporgere querela.

    Repubblica ci fa lo scoop, i suoi sponsor politici sferrano un colpo tremendo contro Berlusconi e la Veronica guadagna forza contrattuale nei confronti di magistrati e commercialisti.

    Questa non è una difesa di Berlusconi – Berlusconi ha usato metodi analoghi tutta la vita per fregare la gente e la Lario fa benissimo a usare tutte le armi che ha a disposizione.

    Sia chiaro, questa ipotesi è stata formulata da una persona particolarmente ignorante (cioè che non segue la vicenda) e potrebbe essere totalmente sbagliata.

    Semplicemente vorrei che la gente sapesse leggere meglio tra le righe dei media.

    Miguel Martinez

  7. kelebek says:

    Per Il Mulo n. 4

    Il fatto è vero: cioè l’articolo di Repubblica è un… non so come si chiami nel gergo giornalistico, bufala, trucco, falso, finzione?

    Questa è l’unica certezza che abbiamo.

    Fai bene a porti la domanda (ma attenzione all’intimità ammiccante di cambiare il signor Berlusconi “Silvio”!). E fai bene anche a non rispondere. Perché tante volte, spariamo ipotesi a caso, o secondo i nostri pregiudizi personali, senza conoscere realmente i fatti.

    Miguel Martinez

  8. fm_dacenter says:

    “Colpo tremendo” … Silvio si muove, rispetto alla morale “ufficiale”, come facevano i re di Francia, ha ottenuto che il popolo gli accordi piena immunità.

    Mi sa che a separarsi fa quasi un affare, dal punto di vista dell’immagine …

    Ciao

    Francesco

    PS credo di essere l’unico italiano a cui sta molto più a cuore il referendum elettorale che il divorzio di Berlusconi :)

  9. utente anonimo says:

    In ogni caso la signora non ne esce bene.

    Lone Wolf

  10. utente anonimo says:

    @ 10:

    Questo dipende dai punti di vista, dal contesto e dallo stress a cui si è sottoposti.

    Ci uscirebbero senz’altro molto meno bene i piazzatori abusivi di microfoni, i ladri di corrispondenza privata, di macchine fotografiche, di immagini e di vita privata altrui, e i preposti all’utilizzo di informazioni dei servizi impiegati nel discredito delle persone e nell’esternazione delle più varie minaccine.

    Ma non mi pare il caso di questo articolo di Repubblica.

    F.L.

  11. marijam says:

    All’interno della casta dei mediocrati, non ci si azzanna a vicenda, anche perché probabilmente è un tipo di inganno che usano tutti.

    Maria

    anche la televisione che ha usato, mi pare, le stesse modalità.

  12. mi fa specie che un debunker come te, che sull’11 settembre vagheggia di gente che ha le traveggole, quando dice che “c’è qualcosa da chiarire” si esprima con toni da complottista su ‘sta minchiata di Veronica.

    Lei ha fatto all’ANSA dichiarazioni pesanti (le minorenni ecc..) ma questa storia è la solita distrazione di massa con cui NON parlare di problemi molto piu seri, in questo momento, su cui vogliono sviare l’attenzione (per esempio Marchionne che promette ai tedeschi che non toccherà nessun posto di lavoro, ma non fa la stessa promessa agli italiani, perchè,semplicemente, nessuno glielo chiede).

    Tirare fuori i servizi in questo frangente mi pare un pelo fuori luogo.

    cloro

  13. utente anonimo says:

    Cloro,

    – mi fa specie che un debunker come te (…) si esprima con toni da complottista su ‘sta minchiata di Veronica. —

    Non mi pare che Miguel abbia inteso parlare tanto della signora Lario – quanto, piuttosto, dell’obliquità che è tipica dei media in molte circostanze.

    Il discorso si può estendere a qualsiasi tipo di comunicazione di massa per iscritto. Ti è mai capitato di leggere qualcuno che aveva scritto “Tizio ha fatto questo e questo, lo dice Caio” e poi, dopo aver verificato, di accorgerti che Caio aveva detto tutt’altro?

    Z.

  14. kelebek says:

    Per Z n. 14

    Infatti.

    Non esprimo alcun parere sulla vicenda Lario-Berlusconi in sé.

    E’ una vicenda interessante per i risvolti mediatici e sociologici, ma che per il resto non mi interessa affatto.

    Colgo invece l’occasione per notare un meccanismo mediatico – quello dell’articolo senza notizia/fonte – che facilmente sfugge.

    Miguel Martinez

  15. kelebek says:

    Per Cloro n. 13

    Scusami, ma hai letto il post che stai commentando?

    Non ho affatto detto, né insinuato, che i servizi segreti fossero coinvolti in questa faccenda.

    Ho detto semplicemente che in casi analoghi di articoli-senza-fonte, c’era sempre una provenienza in qualche modo scorretta della notizia stessa.

    E ho citato diversi esempi, tra cui anche gli articoli (tipici di gente infima come Magdi Allam, Francobaldo Chiocci e Dimitri Buffa) ispirati da dritte provenienti dalla centrale a suo tempo creata da Pio Pompa.

    Ma ho anche citato casi diversi – furto e plagio ad esempio – che nulla hanno a che vedere con i servizi segreti.

    Per quanto riguarda l’11 settembre, non mi ricordo di aver mai accusato qualche testimone di avere le traveggole. Non mi ricordo nemmeno di aver criticato alcuna testimonianza sull’11 settembre.

    Se mi sbaglio, come è possibile, fammi sapere per favore come e dove.

    Sulla natura irrilevante del divorzio Berlusconi, in confronto ad altri problemi più seri, sono totalmente d’accordo con te.

    Ma credo che al 90% degli italiani, risulti più comprensibile la lite tra i due coniugi che i grandi problemi politici; e quindi inevitabilmente susciterà molto più interesse.

    Miguel Martinez

  16. paniscus says:

    Veronica decorosa

    [..] Ma no, che avevate capito? La , come pure la e la "Veronica spicata", e perfino la , è una pianta erbacea della vecchia famiglia delle , oggi ridistribuita tra le Ma siccome ", ai margini della telenovela nazionale che tanto c [..]

  17. paniscus says:

    Veronica decorosa

    [..] Ma no, che avevate capito? La , come pure la e la "Veronica spicata", e perfino la , è una pianta erbacea della vecchia famiglia delle , oggi ridistribuita tra le Ma siccome ", ai margini della telenovela nazionale che tanto c [..]

  18. Mah, puo’darsi…in effetti l’obliquità, il messaggio trasversale, l’allusione implicita…a volte in effetti certe cose sfuggono…

    :-D

    cloro

  19. utente anonimo says:

    No, in effetti, rileggendo meglio il commento di Miguel sul divorzio di Veronica:

    “Ho visto articoli di questo tipo varie volte. Quando i giornalisti hanno avuto dritte da amici nei servizi segreti. Quando si sono impossessati illegalmente di corrispondenza privata.”

    credo in effetti che ci sia una difficoltà nel mio cervello…come non comprendere appieno parole così chiare e distinte?

    Sara’ l’alzheimer incipiente..ci ho un’età..

    cloro

  20. kelebek says:

    Per Cloro n. 19

    Ok, tutto chiarito!

    :-)

    Miguel Martinez

  21. utente anonimo says:

    Lisa #17

    La Signora Berlusconi si è fatta chiamare sempre con il nome d’arte… anche nel 1994 quando comparve per la prima volta a fianco del marito come moglie del Presidente del Consiglio in un meeting a Napoli con altri capi di stato … penso che i due siano già separati … non sarà da tre anni ma poco ci manca… e capisco sola ora il motivo per cui la Signora Berlusconi abbia mantenuto sempre il nome d’arte Veronica Lario… nell’eventualità di un divorzio… riprendere la vita normale e presentarsi con il suo vero nome… un’ottima lungimiranza visto il massacro mediatico a cui ora è sottoposta … incredibile è bastata una sua foto a seno nudo in una rappresentazione di oltre 20 anni fa per oscurare tutto il porcume del marito e santificarlo… Berlusconi quest’anno compirà 73 anni… liftato non li dimostra… ma psichicamente li dimostra tutti… a tutt’oggi la scienza medica non ha ancora trovato un rimedio efficace contro le ischemie cerebrali… il Premier ne è una dimostrazione… avrà l’immunità parlamentare ma non quella dal decadimento psico-fisico…

    Anna (Eurasia)

  22. Lif1 says:

    Sesso e ipocrisia

    [..] Meglio parlare di veline che far girare veline: dopo la cagnara "matrimonial-berlusconiana" Testo di Lif e Vlad Silvio Berlusconi – Un anno fa considerammo un complotto lo scandalo sessuale riguardante il presidente della Federazione Inter [..]

  23. Lif1 says:

    Sesso e ipocrisia

    [..] Meglio parlare di veline che far girare veline: dopo la cagnara "matrimonial-berlusconiana" Testo di Lif e Vlad Silvio Berlusconi – Un anno fa considerammo un complotto lo scandalo sessuale riguardante il presidente della Federazione Inter [..]

  24. utente anonimo says:

    Alla fine si scoprì che a montare il tutto fu lo stesso Berlusconi (stasera sarà a Porta a Porta per illuminare il popolo sulla vicenda)… un modo molto originale per fare campagna elettorale per le prossime elezioni Europee … ai posteri l’ardua sentenza… anche se non andrò a votare, mi risparmio la fatica tanto il mio voto va sempre al perdente, di tutta questa manfrina sono proprio curiosa di sapere quali saranno le conseguenze politiche (elettorali) …

    Saluti.

    Anna (Eurasia)

  25. marijam says:

    Ieri sera dopo il rituale “buonasera al pubblico di porta a porta” e il saluto al presidente del consiglio, vespa ha aggiunto:

    GRAZIE DI AVER ACCETTATO IL NOSTRO INVITO…

    Ad oggi, perlomeno per l’anno in corso, non riesco a ricordare battuta più esilarante!

  26. paniscus says:

    Anna:

    “Berlusconi quest’anno compirà 73 anni… liftato non li dimostra… ma psichicamente li dimostra tutti… a tutt’oggi la scienza medica non ha ancora trovato un rimedio efficace contro le ischemie cerebrali… il Premier ne è una dimostrazione…

    Io, nel caso, lo manderei a curarsi da quei cialtroni della Florida di cui parlavo un paio di giorni fa sul mio blog, quelli che hanno rovinato decine di bambini e di famiglie per anni, con la piena connivenza delle autorità nostrane…

    Lisa

  27. utente anonimo says:

    Beh, bisogna anche considerare l’intervista alla bella Noemi, che cmq conferma questa relazione abbastanza affettuosa, per non dire intima, con il premier. Ora non si sa se effettivamente ci sia qualcosa di piu’, ma conoscendolo

    personalmente non mi faccio venire grossi dubbi.

    Sembra che quelli di Annozero abbiano anche scoperto che gia’ lo frequentava in Sardegna. Ora non

    mi interessano i Gossip, ci mancherebbe, ma preferirei che il presidente del consiglio si occupasse dei problemi del paese invece delle mignotte/veline o eventuali minorenni che sembra frequenti.

  28. utente anonimo says:

    Lisa:

    ho letto la vicenda del piccolo Francesco e della nonna (successivamente morta), rimasti ustionati nella camera iperbarica in Florida sul tuo blog e la lettera dei Genitori Tosti… credimi leggere queste cose per me è sempre tremendo… la mia primogenita è morta per colpa di un balordo alla guida del proprio mezzo… quest’anno avrebbe compiuto 26 anni (aveva due anni quando è morta)… i più per comodità la chiamano fatalità… io invece lo chiamo pressapochismo… ormai ci affidiamo totalmente alla tecnologia che ci mette nella condizione di farci sentire dei deus ex machina e ad una scienza medica “cialtrona” che specula sulla sofferenza. Ma caso strano a gente come Berlusconi e a quelli come lui che gli ruotano intorno questi “incidenti” capitano rarissimamente. Cara Lisa sapessi “per quel che penso dovrei stare in galera” come scriveva Dorothy Parker.

    Un abbraccio e complimenti per il tuo blog.

    Anna (Eurasia)

  29. utente anonimo says:

    perché stiamo discutendo di schifezze? e per di più ipotetiche?

    m5tp

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>