Restauriamo la monarchia

Del signor Emanuele Filiberto Savoia avevamo già parlato qui, nel suo ruolo di "ambasciatore di pace" per la setta miliardaria del reverendo Moon.

Adesso apprendiamo di questa nuova iniziativa del signor Emanuele Filiberto Savoia, "italiano da collezione".

A questo punto, come perfetto rappresentante dei nostri tempi e del nostro paese, non possiamo che proporre di restaurare la monarchia e di incoronare il signor Emanuele Filiberto Savoia re d’Italia.

Print Friendly
This entry was posted in Cialtroni e gente strana, società dello spettacolo and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

10 Responses to Restauriamo la monarchia

  1. utente anonimo says:

    “non possiamo che proporre di restaurare la monarchia e di incoronare il signor Emanuele Filiberto Savoia re d’Italia.”

    perfettamente d’accordo (a condizione di restauraure contestualmente la ghigliottina)

    roberto

  2. controlL says:

    d’accordissimi. ma devono essere i borbone. In subordine, almeno nei territori dell’ex regno delle due sicilie.p

  3. irSardina says:

    Penso che i lavori di restauro andranno per le lunghe… Intanto si potrebbe procedere con le perizie tecniche e iniziare a dare qualche sguardo ai campionari… :-)

    Però più che un restauro opterei per un OGM! :-)

    Sardina

  4. utente anonimo says:

    Appoggio la mozione di Roberto e quella di controlL. Ma aggiungerei la restaurazione dell’impero austro-ungarico al nord.

    lady D

  5. KlausDieter says:

    Però per mostrare la sua buona volontà e far dimenticare gli errori paterni, il giovanotto dovrebbe prima spararsi in una gamba e dissanguare un pochino in ricordo della roulette russa con le barche che il suo vecchio amava fare (anche se ora che ci siamo riportati i Savoiardi in casa non sta bene ricordare che Savoia sr. ha accoppato un ragazzo giocando alla cavolo col fucile)… Che titolo potremmo dargli? Re dei sottaceti?

  6. Ma ci rendiamo conto di dove e´ precipitata l´Italia? Ma e´possibile

    che in Italia, alla munnezza di Silvio Berlusxuxluxkloni ci si abitua

    sempre in un secondo, e che nessuno abbia piu´ormai una scossa di

    dignita´e urli che qs e´una putrida vergogna? Che solo noi italiani

    all´estero abbiamo dei sussulti un po´di qs tipo ( o quasi; grazie al

    Cielo, qualche italiano che al massonazimafioso Silvio Berlusconi inveisce vi

    e´ancora, ma sempre meno, sempre drammatissimamente meno, porca

    put…., oops, porca Mara Carf…., ooops, porca dittatura

    ma..f..ascista Berlusconiana).

    Il suinazista di Arcorleone ha detto oggi ” in Rai presto faccie

    nuove”. E´il padrone di una

    lurida fasciocamorrista maccartistissima societa´sorta su megariciclaggio di

    danaro assassino, ossia Ma..f..ininvest ( i cui veri

    padroni, ufficialmente, ancora non si conoscono; non si conoscono;

    pazzeschissimo!!!; uno dittatura l´Italia, ma non si sa´chi e´ il vero

    azionista del wc su cui ci siede e da cui comanda; certo, qsiasi

    persona per bene sa´ benissimo che detti “padroni” son killer delle

    mafie di mezzo pianeta Terra, ma in Italia, ormai, qs cosa, che

    scioccherebbe mostruosissimamente in tutto il resto del mondo

    occidentale, ma non solo, non scuote piu´nessuno; ci si e´abituati,

    come puzzonissimo solito; ricordatevi pero´che esiste un gran

    detto, che mi han detto piace tantissimo pure al sempre

    piu´promettente Obama Barack, che io sospinsi da inizio 2007 e

    Berlusconi solo da ora, in quanto da sempre e´viscidissimo

    codardissimo ” verme coi potenti e mafioso coi deboli”; google Bettino

    Craxi, Bush junior e Obama Barack a proposito; questo detto e´:

    “business call business ánd shit call shit”), che, ripulito detto

    denaro ( si fa´per

    dire) omicida, e´divenuto, praticamente, unico competitore della Rai.

    E ora, scrofone Silvio Berlusconi, proprietario dell`unico concorrente

    della Rai, IMPORRA´pure faccie nuove nella Rai stessa, ossia nel suo

    finto, da lui, infiltratissimo, corrottissimo, via massonerie fasciste

    varie, rivale. E ossia “bis”, dette faccie di melma saranno le sue

    solite zoc.ole che gli girano attorno e i suoi soliti prostituticchi

    che gli si piegano difronte. Questo e´ un Augusto Pinochet, ne piu ne

    meno, e´ora di urlarlo, Silvio Berlusconi e´una diarrea nazifascista,

    anzi, nazifascismoderna come Augusto Pinochet. Meglio dire: Pinochet

    era molto meglio di Berlusconi in quanto non si univa alla camorra e

    alla ndrangheta, Berlusconi e´ un liquame diarreico stra colmo di

    batteri mortali putridi di Pinochet e Riina, che schifooooo. ” I media

    non rappresentano l´Italia”. Vuole una Pravda filo ndranghetara e

    fascista piegata a quel famoso numero di gradi come puntualmente fa´di

    fronte a lui, notoriamente, Giulio Tremonti ( e non solo, si dice,

    metafisicamente parlando; voci della City di Londra, di chi, Giulio

    Tremonti, conosce benissimo).

    Vuole solo gente venduta, svertebrata, immorale, senza valori e

    decerebrata, li col

    taccuino che scriva solo quello che gli detta lui, ma Italia, ti rendi

    conto che stai sprofondando in un letamaio dittatoriale puzzone

    lurido, ti rendi conto o no? Che sia rivoluzione, rivoluzione, SI, non

    armata, rivoluzione etica, ma rivoluzione, all´arembaggiooooo. E basta

    massone trafficone

    trasversalone Massimo D´Alema e suoi incappucciati compari della sua

    area, spessissimo corrottissimi, non solo nell´anima satanista massona

    loro, ma anche in cotanto di portafoglio ( vedi probabilmente un certo

    “king of pizzini” di Loggia trasversalissima), da Berlusconi stesso. Ma

    come fa´ Massimo D´Alema a dire “Berlusconi rimarra´fino al 2013″? Quando lo

    stesso ha delle fattezze cosi´nazifascismoderne, disoneste, false,

    codarde, maccartiste, filocamorristiche e porche? Se gia´l´opposizione

    ( spessissimo infiltratissima e steccatissima da Berlusconi, basta che

    date un occhiata al sito di un prostituticchio idiota stipendiato in

    nero in Svizzera da Giuliano Ferrara, ossia il letamaio puzzone di

    Francesco Costa, http://www.francescocosta.net, semidirgente del Pd; e

    davvero ci viene da dire ” Italia rotola pure nella me..a, meglio

    scappare tutti via”) si rassegna all´idea di stare sotto dittatura e

    avalla, garantisce, direi addirittura protegge la durata di detto

    luridissimo regime ma..f..ascista, tutta la nazione potra´solo

    sprofondare sempre piu´nella fogna. Pd rigirato completamente, faccie

    nuove e inca..atissime ovunque, INCA..ATISSSIME OVUNQUE, enormi casini

    ( non violenti) , proteste, sabotaggi, che nessuno guardi piu´reti

    Ma..f..inivest, che nessuno metta soldi nei suoi mega riciclatori di

    danaro mafioso monnezzari finanziari. Basta vedere il Milan, fede

    calcististica o meno. Boposb, Boicottiamo il porco Silvio Berlusconi.

    Avanti, un mare

    di Palavobis, grandissimi girotondi, vera e propria rivoluzione,

    avantiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

    Michele Nista

  7. utente anonimo says:

    …i fascisti storicamente hanno affossato l’unico stato che avrebbe potuto essere possibile…quello monarchico…

    invece oggi si accontentano di uno stato ologramma…

    ben ritorni lo stato italiano sotto forma monarchica sarà sempre bentornato…

  8. Qui ci vuole una nuova rivoluzione, una nuova Mani Pulite che faccia fuori tutti i porci ma..f..ascisti Berlusxuxluxklones, o Italia finita.

    E’ ufficiale, in quanto a liberta’ di stampa, Italia, vicinissima a Birmania e Zimbabwe…Iamm beee

    Michele Nista

  9. MORGAN, EMANUELE FILIBERTO E ITALIA, AMORE MIO

    [..] DI MIGUEL MARTINEZ kelebek.splinder.com/ Tempo fa, si parlava qui del caso di Rignano Flaminio. Un gruppo di maestrine e bidelle di un piccolo paese, letteralmente demonizzate da un giorno all’altro: accusate cioè di aver ripetutamente fat [..]

  10. D”accordo, la monarchia sotto certi aspetti è migliore della democrazia, se così si vuol chiamare, anche se di democrazia in Italia ce ne ben poca, si sono persi molti valori e la politica è diventata solo strumento per i propri tornaconti personali dei politici.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>