Chiedono l’indirizzo di un cittadino italiano per ucciderlo

Ewa Jasiewicz, giovane volontaria polacca dell’International Solidarity Movement (ISM), che ha avuto il coraggio di restare a Gaza per aiutare i feriti.

Il sito sionista Stop the ISM – messo in piedi da un certo Lee Kaplan [1] – ne pubblica la foto con questa spiegazione:

"A picture of Ewa is below. If you know of her exact location, please email us at info@StoptheISM.com so we can target  and take her out once and for all."

In alternativa, sempre se volete farla uccidere, potete telefonare direttamente all‘esercito israeliano:

"ALERT THE IDF MILITARY TO TARGET ISM

Number to call if you can pinpoint the locations of Hamas with their ISM members with them. From the US call  011-972-2-5839749. From other countries drop the 011."

eva-jasiewicz

Il sito presenta anche la foto del cittadino italiano, Vittorio Arrigoni.

Con questa precisazione, sostanzialmente corretta:

"WE DOUBT THE ITALIAN GOVERNMENT WOULD BE OVERLY CONCERNED BY THIS RECIVIDVIST ANARCHIST FOR HAMAS AND THE ISM AND HOPE HE BECOMES A TARGET FOR PERMANENT REMOVAL."

Il sito di Stop the ISM, forse per rendere più chiaro il messaggio, sottolinea come un sostenitore dell’ISM – Riad Hamad, un palestinese residente negli Stati Uniti – che era in lite con David Horowitz di Front Page Magazine,  fosse stato trovato morto con le mani legate dietro la schiena.

[1] Lee Kaplan scrive per Front Page Magazine di David Horowitz – molto apprezzato negli ambienti della néoconnarderie italica – e dirige l’ufficio di comunicazioni di qualcosa che si chiama The United America Committee.

P.S. Il signore che invita a uccidere un cittadino italiano si autodefinisce così su Front Page Magazine:

"Lee Kaplan is an undercover investigative journalist and a contributor to Front Page Magazine. He is also a regular columnist for the Israel National News and Canada Free Press and a senior intelligence analyst and communications director for the Northeast Intelligence Network. He heads the organizations Defending America for Knowledge and Action (DAFKA) and Stop the ISM. He has been interviewed on over one hundred nationally and internationally syndicated radio shows and been a guest on Fox Cable TV’s Dayside with Linda Vester and Bill O’Reilly’s The Factor. He is a guest every Tuesday on the Jim Kirkwood Show on Utah’s K-Talk Radio am630. He is currently working on a book about America’s colleges in the War on Terror and the International Solidarity Movement."

Print Friendly
This entry was posted in Israele Palestina Canaan and tagged , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

10 Responses to Chiedono l’indirizzo di un cittadino italiano per ucciderlo

  1. utente anonimo says:

    Chi spreca pallottole per un nulla così trasparente ?

  2. kelebek says:

    Qualcuno che spreca ditate su una tastiera, presumo.

    Miguel Martinez (che a differenza di te, si firma)

  3. utente anonimo says:

    Gentaglia simile è un’istigazione a diventare “antisemiti”.

    C.

  4. utente anonimo says:

    la cosa piu interessante è la didscalia della foto :

    “As with any good subversive, Ewa changes her haircolor frequently”

    forse le vogliono consigliare un parrucchiere migliore

    liar

  5. utente anonimo says:

    Fascisti Israeliani? Tutto il mondo e’ paese.

    C’e’ un libro che dice che son stati loro a mettere la bomba a Bologna, mah!

    Non ci si capisce una mazza!

  6. utente anonimo says:

    semplicemente grazie Miguel.

  7. utente anonimo says:

    Scusa ma con tutto il rispetto, pensi davvero che l’esercito Israeliano o il Mossad abbiano un piano strategico per far fuori due emeriti sconosciuti (ai piu’) come Arrigoni o la Ewa? Pensi che spenderebbero qualche milione di dollari in bombe o manderebbero un gruppo di commando per eliminarli? Mi sembra si stia un po’ scadendo nel ridicolo.

    Raffaele

    Raffaele

  8. kelebek says:

    Per Raffaele n. 8

    Non ho idea, non avendo accesso agli uffici dell’esercito israeliano.

    Noto solo che un attivissimo e non marginale militante sionista, Lee Kaplan, chiede che venga ucciso un cittadino italiano.

    Miguel Martinez

  9. Tlaxcala says:

    Da leggere oggi

    [..] Su Kelebek Chiedono l’indirizzo di un cittadino italiano per ucciderlo di Miguel Martinez Ewa Jasiewicz, giovane volontaria polacca dell’International Solidarity Movement (ISM), che ha avuto il coraggio di restare a Gaza per aiutare i feriti. Il si [..]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>