Mentitori e complici di strage

La Flaica Cub, piccolo sindacato autonomo del commercio, distribuisce un volantino che invita i consumatori – che fino a prova contraria hanno libertà di scelta negli acquisti – a non acquistare prodotti con il codice a barre che inizi per 729.

 

729.gif

Prodotti, cioè, che provengono da un paese mediorientale che in questi giorni sta massacrando la propria popolazione autoctona. Le truppe di quel paese mediorientale hanno appena assassinato oltre 40 bambini.

Mentendo e sapendo di mentire, una certa Renata Mambelli scrive su Repubblica che la Flaica Cub propone invece il “boicottagio dei negozi ebrei”.

A questa menzogna, il sindacato risponde:

OMR0000 4 LAV,POL TXT Omniroma-BIOCOTTAGGIO EBREI, FLAICA-CUB: «NON ESISTE LISTA NEGOZI» (OMNIROMA) Roma, 08 gen – In relazione alla notizia sul boicottaggio dei saldi nei negozi della comunità israeliana a Roma, si legge in una nota del sindacato Flaica-Cub Roma a firma del segretario provinciale Giancarlo Desiderati, precisiamo che «non è mai stata nominata nei nostri comunicati la comunità ebraica Romana, a cui esprimiamo tutta la nostra solidarietà per le sofferenze che ha subito nel passato e che riconosciamo quale composta da cittadini e lavoratori onesti. Non esiste né sarà diffusa nessuna lista dei negozi in cui non comprare perché della comunità israeliana. Condanniamo a prescindere qualunque forma di antisemitismo di destra e di sinistra e siamo per l’integrazione completa di tutte le etnie culturali. Quello che proponiamo con la nostra iniziativa è il boicottaggio finale di Israele perché chiunque usi mezzi militari contro civili inermi, sia palestinese che israeliano, commette un crimine contro la vita umana e per questo và boicottato anche nella parte economica per impedire con questi soldi di continuare ad acquistare altri armi da guerra». red 081237 gen 09

Mentendo e sapendo di mentire, il sindaco di Roma Gianni Alemanno dichiara:

OMR0000 4 POL TXT Omniroma-BOICOTTAGGIO EBREI, ALEMANNO: COSÌ SI ARRIVÒ A LEGGI RAZZIALI (OMNIROMA) Roma, 08 gen – «Nell’esprimere una condanna quanto mai ferma e intransigente sull’ipotesi di boicottaggio dei negozi di proprietà di ebrei, ricordo agli ideatori di questa pessima trovata che analoghe iniziative sono già state prese nella seconda metà degli anni ’30 del secolo scorso e che hanno fatto da prodromo alle Leggi Razziali. Per ribadire la vicinanza mia personale e dell’intera città alla Comunità ebraica, mi recherò, insieme al presidente della Comunità, Riccardo Pacifici, nei negozi di via del Corso e delle altre vie centrali di Roma». Lo afferma in una nota il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. L’appuntamento è alle 13 in via del Corso angolo via della Croce. red 081135 gen 09

Gianni Alemanno, nella compagnia ormai inseparabile di Riccardo Pacifici, è pure andato in un “negozio ebraico” di Roma a comprarsi una camicia e una cravatta.

Riccardo Pacifici ha approfittato del giretto tra lo smog di Roma con il suo amico per spiegare quanto avviene nel Medio Oriente:

 “L’Italia e Roma vogliono combattere il terrorismo e dare libertà al popolo palestinese – ha proseguito Pacifici – che è soggiogato da una tirannia islamica che vuole la sharia. Israele ha il diritto di difendersi”.

Visto che a voler liberare il popolo palestinese dalla “tirannia islamica” è il presidente della Comunità ebraica di Roma, nonché “l’Italia e Roma”, mi sembrerebbe che il primo a fare confusione tra ebrei e Israele sia Riccardo Pacifici, esattamente al contrario della Flaica Cub.

Mentendo e sapendo di mentire, il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti dichiara:

OMR0000 4 POL TXT Omniroma-BOICOTTAGGIO EBREI, ZINGARETTI: «PROPOSTA INFAME» (OMNIROMA) Roma, 08 gen – «Voglio esprimere alla comunità ebraica di Roma la mia solidarietà per l’infame proposta di boicottare i negozi ebrei collegandoli alla vicenda di Gaza. Questa ha un innegabile sapore antisemita che ricorda le pagine più buie della nostra storia e va condannata senza reticenza». Lo dichiara in una nota il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti: «Questa mattina mi recherò alle ore 11.45 al ghetto per sottolineare ai commercianti la vicinanza mia e di tutta l’amministrazione provinciale alla comunità ebraica». red 081031 gen 09

Mentendo e sapendo di mentire, Dino Gasperini, delegato del sindaco per il centro storico, dichiara:

OMR0000 4 POL TXT Omniroma-BOICOTTAGGIO EBREI, GASPERINI: «INDECENTE E INTOLLERABILE» (OMNIROMA) Roma, 08 gen – «Incomprensibile, inaccettabile, indecente e intollerabile. Esprimo la mia più ferma condanna per questa assurdità e la mia piena solidarietà alla Comunità Ebraica di Roma. Ho parlato col Presidente della Comunità Ebraica al quale ho rinnovato tutta la mia vicinanza ed il mio sostegno. Sarò’ alle 13 in via del Corso insieme al sindaco Alemanno». Lo dichiara in una nota Dino Gasperini, delegato del sinaco per il centro storico, commentando la proposta di boicottaggio dei negozi ebrei avanzata da un sindacato. red 081200 gen 09

Mentendo e sapendo di mentire, il presidente del Consiglio comunale, Marco Pomarici dichiara:

OMR0000 4 POL TXT Omniroma-BOICOTTAGGIO EBREI, POMARICI: ABERRAZIONE NON PASSI SOTTO SILENZIO (OMNIROMA) Roma, 08 gen – «Alle 13 mi recherò in visita e farò acquisti nei negozi che qualcuno vorrebbe invece boicottare. Le provocazioni dovrebbero lasciare il tempo che trovano ma in questo caso siamo di fronte ad un’aberrazione che non può passare sotto silenzio, sopratutto perché rischia di inasprire ulteriormente il clima, esponendo la comunità ebraica, alla quale va tutta la mia solidarietà, a ritorsioni che pensavamo fossero sepolte dalla storia». Lo dichiara in una nota il presidente del Consiglio comunale, Marco Pomarici. red 081228 gen 09

Mentendo e sapendo di mentire, Piergiorgio Benvenuti, esponente di An-Pdl e presidente del circolo Marconi di Alleanza Nazionale, dichiara:

OMR0000 4 POL TXT Omniroma-BOICOTTAGGIO EBREI, BENVENUTI (AN): «SOLIDARIETÀ A NEGOZIANTI» (OMNIROMA) Roma, 08 gen – «Esprimo a nome del Circolo Territoriale AN Marconi la piena solidarietà alla comunità ebraica di Roma per le ignobili ed infami parole pronunciate contro i commercianti romani di religione ebraica e l’idea di boicottarli, collegandoli alla vicenda di Gaza». Lo dichiara in una nota Piergiorgio Benvenuti, esponente di An-Pdl e presidente dello storico circolo. «L’idea di boicottare tutti i negozi romani gestiti da commercianti di religione ebraica – prosegue Benvenuti – avanzata pubblicamente dalla Flaica-Uniti-Cub, sindacato autonomo del commercio, rappresenta una innegabile quanto ignobile politica antisemita da condannare con la massima fermezza». «Esprimeremo – conclude Benvenuti – questo pomeriggio la vicinanza di tutti gli iscritti del Circolo, attraverso i dirigenti dal sottoscritto, il vice presidente vicario Davide Di Porto, il segretario giovanile di An Marconi, Fabio Ficosecco, la nostra vicinanza ai commercianti del quartiere Marconi colpiti moralmente da tali ignobili ed infami parole». red 081213 gen 09

Francesco Storace forse non mente, ma approfitta:

POL S43 QBXL GAZA:NEGOZI EBREI;STORACE,SEGRETARIO SINDACATO SPONSOR PD (ANSA) – ROMA, 8 GEN – Il segretario del sindacato Flaica Cub che ha proposto di boicottare i negozi ebrei, «a 15 giorni dal voto delle elezioni comunali del 2006 partecipò a una manifestazione a Casal Bertone a favore del candidato con i »Verdi per Veltroni« Luigi Di Cesare e del candidato al municipio Andrea Mosetti». Lo ha detto il segretario nazionale e capogruppo in Campidoglio de La Destra Francesco Storace.(ANSA). KXS 08-GEN-09 19:53 NNN

Mentendo e sapendo di mentire, il ministro per le Politiche Europee, Andrea Ronchi dichiara:

POL S0A S41 QBXL GAZA: BOICOTTAGGIO NEGOZIO EBREI; RONCHI, IDEA DA BRIVIDI (ANSA) – ROMA, 8 GEN – «Desidero esprimere la mia personale vicinanza alla comunità ebraica romana di fronte alla gravissima proposta di boicottare i negozi ebrei collegandoli alla vicenda di Gaza». Lo dichiara il ministro per le Politiche Europee, Andrea Ronchi. «L’idea di stilare vere e proprie liste degli esercizi commerciali - afferma Ronchi – fa venire i brividi e non può che suscitare sdegno e assoluta condanna in tutti coloro che conservano memoria della storia del Novecento. Non è certo alimentando l’odio – conclude il ministro – che si può pensare di offrire un contributo a favore della pace».(ANSA). COM-KWF 08-GEN-09 12:33 NNN

Mentendo e sapendo di mentire, Gianni Sammarco, deputato Pdl e commissario Fi Roma dichiara:

OMR0000 4 POL TXT Omniroma-BOICOTTAGGIO EBREI, SAMMARCO (FI): «AFFERMAZIONI PERICOLOSE» (OMNIROMA) Roma, 08 gen – «Chi ha proposto il boicottaggio dei negozi ebrei non è nemmeno troppo originale, dal momento che qualcuno già lo mise in atto la notte tra il 9 e 10 novembre 1938, la famigerata ‘notte dei cristallì, durante la quale circa 7.500 negozi di ebrei vennero devastati in tutta la Germania dalla barbarie nazista. La pericolosità e l’indecenza di certe affermazioni è lampante. A nome di Fi di Roma sono vicino a tutti i commercianti di religione ebraica e all’intera comunità». Lo dichiara in una nota Gianni Sammarco, deputato Pdl e commissario Fi Roma. red 081249 gen 09

E a proposito di boicottaggi, c’è anche l’assessore capitolino alle Risorse Umane Enrico Cavallari che invita gli iscritti al sindacato ad allontanarsene:

OMR0000 4 POL TXT Omniroma-BOICOTTAGGIO EBREI, CAVALLARI: ISCRITTI LASCINO FLAICA-UNITI-CUB (OMNIROMA) Roma, 08 gen – «Invito tutti gli iscritti al sindacato autonomo Flaica-Uniti-Cub ad allontanarsi dalla sigla sindacale». Lo dichiara l’assessore capitolino alle Risorse Umane Enrico Cavallari in una nota «in seguito alle dichiarazioni del segretario provinciale Giancarlo Desiderati». «Come Comune di Roma – aggiunge Cavallari – anche noi prenderemo le distanze da chi dovrebbe difendere i lavoratori, in questo caso commercianti, e invece li strumentalizza alimentando odio tra le persone. Le dichiarazioni di Desiderati sono gravissime e assolutamente inaccettabili tanto per la comunità ebraica, alla quale va la mia solidarietà, quanto per la società civile tutta». red 081556 gen 09

Intanto, ci informano che Alessandro Ruben e la solita presenzialista islamofoba Isabella Bertolini hanno presentato un’interrogazione al governo.

Mai sia poi che la sinistra si faccia superare a destra:

“Protestano anche Cgil, Cisl e Uil di Roma che giudicano l’iniziativa «meschina e spregevole». E la Cgil di Roma ha annunciato di aver dato mandato ai legali di procedere con una denuncia per istigazione all’odio razziale.”

Giusto per essere chiari.

Le schifezze umane di cui sopra non sono necessariamente cannibali che desiderano vedere i bambini massacrati.

Molto più semplicemente, sono dei compari di Alberto Sordi, che in questo caso credono tutti alla vecchia idea antisemita che gli ebrei dominino il mondo e possiedano tesori illimitati.

Per cui si sbracciano per farsi vedere come potenziali lustrascarpe, reggimoccolo e lucidamissile per i Savi di Sion. Senza rendersi conto che magari hanno a che fare con banalissimi negozianti romani che contano meno di loro.

Il loro tentativo di prostituirsi ai presunti Savi di Sion si fonda sul seguente volantino della Flaica Cub, che ci onoriamo di ospitare su questo blog, in tutto il suo demoniaco antisemitismo:

“FERMIAMO IL MASSACRO DEL POPOLO PALESTINESE. Il massacro compiuto da Israele, che sta provocando centinaia di vittime civili tra la popolazione, tra cui donne e bambini, è un pessimo segnale per il mondo intero: sta a dimostrare che l’arroganza e la certezza dell’impunità da parte del governo di Tel Aviv non si fermano davanti a nessuna barbarie. Se si vuole finalmente arrivare ad una vera pace in Medio Oriente non si può continuare a negare giustizia, libertà e diritti per il popolo palestinese. Comunicato Stampa: “Saldi sporchi di sangue”

Un piccolo gesto contro la politica dei massacri a Gaza!!! Cari consumatori e cittadini, vi chiediamo con una mano sul cuore di dare un contributo affinchè il genocidio a Gaza si fermi. Non ci sono molte cose da dire, le immagini e il numero di bambini morti parlano da soli!!! Non vogliamo forzare nessuno, ma oggi sentiamo il dovere morale di indicare una strada per protestare contro il governo israeliano e contro la sua politica militare di massacri. Non acquistate prodotti che iniziano con il codice a barre 729, quella merce è stata fabbricata in Israele. Fermiamo il massacro di Gaza… STOP ai bombardamenti subito!!!”

Print Friendly
This entry was posted in giornalisti cialtroni, Israele Palestina Canaan and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

12 Responses to Mentitori e complici di strage

  1. roseau says:

    Occhio….Bertolini e Ruben hanno presentato addirittura una interrogazione parlamentare al Governo

    :D

  2. kelebek says:

    Grazie, aggiornato al volo!

    Miguel

  3. utente anonimo says:

    – Gianni Alemanno, nella compagnia ormai inseparabile di Riccardo Pacifici, è pure andato in un “negozio ebraico” di Roma a comprarsi una camicia e una cravatta. —

    …e magari erano pure “made in China”.

    Rock & Troll

  4. utente anonimo says:

    Made in China?

    Chissà Bossi e Tremonti, se scoprono una cosa del genere…

    K.

  5. kelebek says:

    Per K. n. 4

    Battuta prontamente rubata e riciclata in un post successivo.

    Grazie!

    Miguel Martinez

  6. utente anonimo says:

    Faccio girare ;-)

    Lady D

  7. utente anonimo says:

    il signor Pacifici continuerà a girare con il signor Alemanno anche dopo che verrà votata dai camerati di quest’ultimo la proposta di legge che equiparerà i repubblichini (ovvero quelli che aiutavano i nazisti a catturare gli ebrei) ai deportati?

    http://www.repubblica.it/2009/01/sezioni/politica/proposta-rsi/proposta-rsi/proposta-rsi.html

    Se lo farà, non osi MAI PIU’ parlare di antisemitismo, quest’essere immondo che insulta la memoria degli 8000 ebrei sterminati dai nonni di quelli con cui va a braccetto

    giovanni

  8. kelebek says:

    Per Giovanni n. 7

    Il signor Pacifici chiamerà l’ambasciata d’Israele e si informerà se la Repubblica Sociale Italiana è attualmente in conflitto con lo Stato d’Israele.

    L’ambasciata israeliana si consulterà con la CIA per vedere se l’RSI è un gruppo islamico sulla lista nera, se i suoi dirigenti possono salire sugli aerei e se ci sono esponenti dell’RSI attualmente detenuti a Guantanamo.

    Dopo accurate indagini, l’ambasciata israeliana telefonerà a Pacifici e gli dirà che non c’è problema.

    Miguel Martinez

  9. mariak says:

    Miguel,

    sembrerebbe però che l’invito sia stato modificato; a quanto leggo su repubblica quello originario si riferiva anche ai commercianti ebrei, cosa poi corretta.

    Una cosa ben diversa, perchè un conto è boicottare prodotti israeliani, cosa che personalmente non condivido perchè si colpisce l’intera popolazione , e un’altra è invitare a non comprare nei negozi dei commercianti ebrei di roma, e non solo per motivi storici, ma perchè non sono queste persone a essere in guerra contro i palestinesi.

  10. Anche questa notiziola di Repubblica è interessante, però…

    Giusto per smentire certe chiacchiere antisemite e antilaziali:

    «Ecco sindaco, questo glielo regalano i commercianti», lo accolgono alla Mondadori di via del Corso, donandogli “Viva Israele” di Magdi Allam. Poi tutti in fila in due camicerie: «Per il sindaco una 39, “m”», dice la commessa porgendogli due camicie, una bianca e una azzurra.

  11. utente anonimo says:

    «Ci siamo accorti» insiste «che nessuno sapeva di preciso quali erano i negozi i cui proprietari hanno rapporti con Tel Aviv, e perciò abbiamo pensato di mettere giù una lista, perché noi, attraverso i nostri iscritti, li conosciamo. Però ci sono delle difficoltà, un primo elenco è già lungo più di tre pagine. E allora abbiamo pensato che forse è meglio dare le indicazioni riguardo alle strade: non comprate in quella strada perché la maggior parte di quei negozi è di proprietà di ebrei. Forse faremo prima a dire in quali strade si può comprare».

    Ma è stata smentita anche quest’intervista? Nel post tu scrivi che la giornalista mente sapendo di mentire, ma qui c’è un virgolettato. Desiderati ha detto quelle parole?

    http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/01/08/gaza-proposta-shock-da-un-sindacato-boicottiamo.html

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>