Riccardo Pacifici e il trucco degli aiuti a Gaza: la conferma

Ieri abbiamo riportato una notizia che si può riassumere in questi termini.

L’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane  (UCEI) ha annunciato, con comunicati stampa, che sta per donare medicinali alle vittime dell’attacco a Gaza, per un valore di 200.000 euro a quelle palestinesi, di 100.000 a quelle israeliane.

Sulla mailing list Mafrum per tutti, che riunisce la diaspora tripolina, c’è stato un furibondo attacco contro l’attuale direzione dell’UCEI: i nativi palestinesi si bombardano, non si curano, sostengono i tripolini.

Sulla stessa mailing list, Riccardo Pacifici – presidente della Comunità ebraica romana – ha riempito i suoi interlocutori di una serie di pittoreschi insulti e minacce, e ha spiegato che tutta l’operazione era un puro e semplice trucco mediatico, finalizzato a sostenere la guerra israeliana e concordato con l’ambasciata d’Israele, e che comunque l’UCEI, pur incassando i meriti per la generosa donazione, non avrebbe in realtà speso un euro.

Trattandosi di una lista con un migliaio di iscritti, la notizia è presto diventata pubblica ed è stata ripresa dal Manifesto.

Per tutta la giornata, le fonti sioniste (loquaci commentatori di questo blog compresi) hanno taciuto.

Oggi il sito della comunità ebraica di Milano cerca di limitare i danni, presentando una propria versione dei fatti.

L’articolo aggiunge qualche particolare, presenta in maggior dettaglio la tesi dei critici di Pacifici e cerca di sorvolare sul punto cruciale. Che è l’ammissione, anzi il vanto, da parte di Pacifici, che tutta l’operazione era sostanzialmente una truffa.

Comunque l’articolo, a firma di Ester Moscati, fornisce la conferma certa dell’autenticità di quanto rivelato ieri dal Manifesto.  STRONZOOOOOOOO compreso, ma quello è un dettaglio.

Print Friendly
This entry was posted in Israele Palestina Canaan and tagged , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

5 Responses to Riccardo Pacifici e il trucco degli aiuti a Gaza: la conferma

  1. utente anonimo says:

    Se sono io il “loquace commentatore” che invochi (fonte? sionista?) non ho votato ne’ a livello cittadino ne a livello nazionale l’attuale dirigenza comunitaria, che ritengo essere inevitabile riflesso della decadenza morale, civile e politica del nostro paese. Per converso – visto che tutte le volte che in un blog si parla di berlusconi io non mi sento chiamata in causa a “commentare” o a “prendere le distanza”, ti rovescio completamente la domanda. Per quale motivo sarei dovuta accorrere qui a commentare, a prendere le distanze, o a difendere gente di destra, che non ho mai votato e che non conto di votare in nessun futuro?

    rosalux

  2. kelebek says:

    Per Rosalux n. 1

    Dai, c’era solo una leggera ironia da parte mia, visti i tuoi incessanti interventi. E’ ovvio che tu non avevi alcun dovere di dire qualcosa.

    Miguel Martinez

  3. utente anonimo says:

    forse perchè che ti piaccia o meno rappresenta l’intera comunità e quello che fa vi coinvolge anche se non lo volete?

  4. zialaura says:

    La politica sostiene Israele …

    [..] …. mentre nelle piazze si manifesta contro i massacri di Gaza ( *nota per i più giovani ) – Ugo Zatterin fu una figura storica del giornalismo Rai: primo commentatore politico del telegiornale, autore di inchieste e di documentari, mode [..]

  5. Ulisse9 says:

    Rieccomi. Italia, giustizia e politica.

    [..] Il Lodo Alfano è stato dichiarato incostituzionale. Solo il presidente della repubblica non se ne era accorto. Ghedini si è già messo al lavoro per proporre altri Lodi. Vedremo cosa riuscirà ad inventarsi. Confermata, in [..]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>