L’Università Telematica Guglielmo Marconi e Amway

Tempo fa, avevo scritto un articolo, in cui parlavo delle attività politiche e religiose del sistema di vendite denominato Amway .

Ieri mi arriva una comunicazione. Credo di fare cosa gradita ai mittenti pubblicandola senza censure, perché costituisce una rettifica da parte di un’esponente di Amway o di un’istituzione vicina ad Amway:

caro Miguel il tuo modo di vedere e riportare le cose è veramente vergogoso…se lo riferisci ad un’azienda seria ed etica come Amway, tu dici:
 
"Cosa aspettate, stupidi, a diventare ricchi? Questa è la filosofia fondante del Multi Level Marketing (Mlm) o struttura di vendita piramidale. Nell’adorazione del profitto ad ogni costo, facile e senza rischi"…

 
…ed è già una stupidaggine perchè noi non facciamo consumismo ma consumerismo, noi portiamo vantaggi sia in termini economici ma sopratutto di qualità di valori condivisi…l’adorazione del profitto non esiste nella nostra filosofia, noi lavoriamo seguendo uno spirito di collaborazione e di squadra basato su un sistema estremamente meritocratico. Tale spirito può essere capito ed apprezzato esclusivamente da persone di cultura e sensibilità particolare, mi dispiace che tu non abbia queste caratteristiche. Avresti potuto dare una chance al tuo cinismo ed alla tua illusione di conoscenza…però ricorda un 40 % è genetico  e un altro 60% è ambientale..quindi se ne hai voglia e vuoi cambiare…per migliorare…chiamami, sarà un piacere aiutarti ad amare di più te stesso e gli altri…ps.ti do una dritta…chiedi…credi…ricevi.
 

Dr.ssa  Bruna Barracchia
Comunicazione e Relazioni Esterne
Università Telematica "Guglielmo Marconi"

Via Plinio, 44 – 00193  Roma
Tel. 06 37725 537  Fax 06 37725 544
www.unimarconi.it

I lettori immagino saranno colpiti dalla maniera piuttosto informale con cui si esprime la portavoce di un’università riconosciuta dallo stato, un faro quindi della Sinergia Tra Pubblico e Privato.

Trattandosi però di un’università telematica, è lecito ipotizzare che si tratti di una sana forma di compensazione per la mancanza di contatti umani diretti.

Però il comunicato – se così lo possiamo chiamare – presenta anche altri risvolti interessanti.

Primo, la frase cui risponde la responsabile dell’Università Guglielmo Marconi semplicemente non si trova sul mio sito e non l’ho scritta io. Si trova invece su altri siti, ed è tratta da un articolo del grande e compianto amico Riccardo Mancini.

Ora, l’Università Guglielmo Marconi, sul suo sito dichiara:

"L’Università, accanto alla sua attività didattica, svolge un’intensa attività di ricerca che coinvolge i suoi docenti, le sue pubblicazioni e riviste scientifiche, i suoi laboratori, i suoi Dottorati e Assegni di ricerca, e i suoi gruppi di ricerca impegnati nei progetti a livello nazionale ed europeo con particolare riguardo all’area dell’energia e dell’ambiente, oltre che al settore delle applicazioni delle tecnologie."

Mentre le acute riflessioni della portavoce universitaria in materia di genetica e ambiente rivelano profondi studi, evidentemente c’è ancora qualche imperfezione nel campo della ricerca informatica.

Altra questione. Il comunicato in difesa di Amway è firmato a nome della prima "università telematica" o virtuale a essere pubblicamente riconosciuta in Italia, in base alla riforma Moratti.

L’Università Telematica Guglielmo Marconi offre una vasta gamma di teletitoli; di particolare interesse sono i Corsi di Alta Formazione in "Aromaterapia – Gemmoterapia – Fitoterapia" "Fiori di Bach e Psicologia Emozionale", "Bioterapie Diatesiche Costituzionali",  "Discipline Olistiche, Analogiche e della Naturopatia" "Omeopatia" e "Comunicazione Ipnotica" (quest’ultimo comprende anche un "indirizzo manageriale" a 2.000 euro).

La teleuniversità si trova in un conflitto di non facile comprensione con qualcosa che si chiama Università Popolare San Tommaso. L’Università San Tommaso sembra mediare la convalida italiana di lauree in odontoiatria conseguite in Romania, da intraprendenti italiani cosmopoliti. Ma siccome viviamo nel migliore dei mondi possibili, si chiama "outplacement".

Applicando la cultura della Sinergia e della Flessibilità, pare che la Guglielmo Marconi avesse commissionato la San Tommaso a realizzare e gestire, in termini logistici e organizzativi, qualcosa che chiamano un "Campus Universitario".

Insomma, la San Tommaso – forte della sua indubbia conoscenza dei sistemi educativi dell’Europa Orientale – pare che avrebbe dovuto occuparsi dei bassi aspetti pratici dell’università, mentre la Guglielmo Marconi avrebbe avuto l’onore di erogare i titoli. La San Tommaso sostiene di aver concretamente istituito "segreterie organizzative" e allestito "sedi secondarie per lezioni ed esami".

Ora, pare che a un certo punto la Guglielmo Marconi abbia fatto saltare gli accordi (malignamente, l’accusa sostiene che sarebbe stato perché il personale del San Tommaso era troppo rigoroso). Comunque, la San Tommaso definisce l’Università Guglielmo Marconi una "catena di montaggio per dottori".

L’accusa è espressa in un italiano ancora più informale di quello della dr.ssa Barracchia  e in ogni caso si rifà a una concezione arcaica e poco liberale del mercato degli studi.

La teleuniversità Guglielmo Marconi sembra proporsi anche il superamento delle storiche fratture della politica italiana.

Infatti, a quanto ci riferiscono i media, il teleateneo Marconi sarebbe un’emanazione dell’Anfe – Associazione nazionale famiglie emigrati – del senatore Learco Saporito, un anziano signore che ha fatto un bel gesto di riconciliazione, passando dalla Democrazia Cristiana ad Alleanza Nazionale.

Invece nel Comitato Tecnico Organizzatore dell’Ateneo Guglielmo Marconi troviamo Giuseppe Gambale, già parlamentare dei Democratici, molto noto sia come esponente del centrosinistra napoletano, sia per il pittoresco fatto di essere il baby pensionato più giovane d’Italia  (8.455 euro lordi al mese). Come precisa Wikipedia, l’onorevole Gambale "è attualmente in stato di custodia cautelare nell’ambito della tangentopoli napoletana, con l’accusa di corruzione, turbativa d’asta, abuso d’ufficio e associazione a delinquere".

Scrive Repubblica:

"Learco Saporito, settantenne senatore di An, è invece presidente dell´Anfe, l´associazione delle famiglie degli emigrati. E nel 2004, anche l´Anfe ha deciso di fondare una sua università, la Guglielmo Marconi, con Saporito elevato a prof ordinario di Diritto pubblico: proprio nei giorni in cui Ciampi esortava a far largo ai giovani nelle università. La Marconi è una delle 14 università telematiche in Italia: ha un centro di teledidattica, con sede in Prati, e uffici decentrati. Tecnologie avanzate, qualche tutor in loco e molta indulgenza nei giorni d´esame, fanno il resto."

L’Ateneo Guglielmo Marconi è assai rigoroso nella selezione del personale docente. Pare che l’Ateneo – dopo aver bandito ben trenta concorsi – sia riuscito ad assumere finora un solo altro professore, oltre al Saporito.

Mentre si cercano docenti all’altezza, il lavoro fondamentale è quindi in mano a tutor, come questo signore (tra l’altro attivo nell’Anfe) che ha inserito nel suo curriculum il proprio lavoro  (di sei mesi) presso la Guglielmo Marconi.

Ma torniamo al messaggio/comunicato inviatoci.

I casi sono due.

O si tratta di una comunicazione della dr.ssa Barracchia, che per darsi autorevolezza ha voluto usare il nome dell’Università Telematica Guglielmo Marconi.

Oppure, si tratta di una comunicazione dell’Università Telematica Guglielmo Marconi che tramite la sua portavoce, si identifica con Amway.

Nel primo caso, saremmo felici di pubblicare le scuse (non a noi, ovviamente, ma all’Università) della dr.ssa Barracchia.

Nel secondo caso, saremmo interessati a capire meglio perché l’Università Telematica Guglielmo Marconi si identifica in maniera così solidale con Amway.

Aggiornamento, 10 settembre

La dr.ssa Bruna Barracchia, molto gentilmente ha scritto precisando:

In riferimento all’email da lei ricevuta (per errore) proveniente

dall’indirizzo b.barracchia@unimarconi.it le comunico che  la mia
replica alle sue affermazione è basata su una valutazione di carattere
esclusivamente personale e pertanto non addebitabili a nessun titolo e
per nessuna ragione all’università in oggetto La provenienza dal sito
dell’Università è dovuta al fatto che per risponderle tempestivamente
non mi sono accorta che stavo utilizzando l’indirizzo suddetto. Quindi
la invito e diffido a non pubblicare né  associare le mie affermazioni
personali all’Università e all’ufficio di appartenenza perché sono le
ripeto solo le affermazioni personali in qualità di lettrice del suo
sito.
 Le chiedo cortesemente di eliminare dal suo sito qualsiasi
riferimento non autorizzato all’Università in oggetto.
Grazie cordiali
saluti
Bruna Barracchia

Pertanto, la dr.ssa Bruna Barracchia è sia portavoce di Amway, sia portavoce dell’Università Telematica Guglielmo Marconi, ma i due ruoli sono indipendenti l’uno dall’altro.

Print Friendly
This entry was posted in Movimenti gruppi e sette and tagged , , . Bookmark the permalink.

15 Responses to L’Università Telematica Guglielmo Marconi e Amway

  1. controlL says:

    Abbia pietà illustrissima dottorecchia barracchia. In questi giorni mi sento più imbecille del solito. Più leggo e meno capisco. Mi rendo conto che dirsi comunista è come dirsi imbecille per definizione, per antonomasia, oserei dire, se capissi cosa significa; ma che significa “consumerismo”? Sa, già io ho la balzana idea che “consumismo” si addice a una società comunista ed è assurdo se definisce una società capitalista, ma “consumerismo” m’è proprio ostico da mandar giù. M’illumini, se ce la faccio a sostenere la sua luce, cosa di cui dubito; ma sia paziente, ci provi almeno. Faccia come voleva seneca che facesse nerone dei suoi sudditi: essere con loro come volesse che gli dei fossero con lui. Non è proprio il principio “ama il prossimo tuo come te stesso”, specie se è imbecille come me, ma è pur sempre qualcosa più del disprezzo.

    Quanto a tutto sto “dottorando” più o meno conseguito regolarmente, sono basito. La soluzione c’è già in una società capitalista; non c’è bisogno di rivoluzionare nulla: si tolga corso legale ai titoli di studio. Dopo di che liberi chiunque di prendersi la laurea dove gli pare e piace.

    p

  2. utente anonimo says:

    p,

    – La soluzione c’è già in una società capitalista; non c’è bisogno di rivoluzionare nulla: si tolga corso legale ai titoli di studio. —

    Ecco, giusto questo ci manca e poi siamo a posto ;-)

    Z.

  3. Fonderia.

    Peschereccio.

    Solfatara.

    Filanda.

    Cantiere edile.

    Ovile.

    Cantiere navale.

    Sfilacciatura.

    Cava.

    Miniera.

    Porcilaja.

    Segheria.

    Risaia.

    Poi vedrai se gli passa, la voglia di fare gli offesi…!

  4. utente anonimo says:

    Dev’essere stata davvero traumatica la tua pur brevissima esperienza da bracciante agricolo: la vuoi infliggere pressoché a chiunque ;-)

    Z.

  5. Pressappoco. In particolare agli addetti a vendere il fumo del cosiddetto “terziario avanzato”: un paio di mesetti -o anche di secoli- di vita alla Ivan Denisovic farebbero bene sia a loro che a chi gli tiene bordone.

  6. utente anonimo says:

    Ma apposta loro lavorano nel “terziario avanzato”: per non correre il rischio di passare vicino ad una fonderia. Mica per altro ;-)

    Z.

  7. mariak says:

    Mi colpisce anche anche la quantificazione tra quanto si ritiene innato e quanto acquisito, 40 % a fronte di un altrettanto preciso 60%

    O brava barracchia!!

  8. utente anonimo says:

    In effetti la citazione ad minchiam di percentuali è un tratto distintivo degli esperti da bar :-)

    Z.

  9. paniscus says:

    “Mi colpisce anche anche la quantificazione tra quanto si ritiene innato e quanto acquisito, 40 % a fronte di un altrettanto preciso 60%”

    Be’, mi pare cuGGina stretta della ben nota affermazione secondo cui “noi usiamo solo il 10% del nostro cervello”…

    “Sì, ok, può essere, ma perché parli al plurale?”

    Lisa

  10. Aggiornamento:

    Salina.

    Cantiere stradale.

    Trincea.

    Cementificio.

    Mietitura.

    Sterro.

    Risaia.

    Petrolchimico.

    Poi vedrai se gli passa, la voglia di fare gli offesi. Ma aggiornato.

  11. Scusatemi: ho auspicato per due volte consecutive la risaia come destino per questi infaticabili lavoratori-slash-trici. Pace; vuol dire che se la meritano.

  12. Ritvanarium says:

    x NonStoConOriana:

    perché “porcilaJa” ma “risaIa” ?

    by DavidRitvanarium

  13. …Così, tanto per fare!

  14. utente anonimo says:

    credo che questo post sia ingiustificatamente negativo nei confronti delle università telematiche che sono tantissime e di vario tipo. Io sono iscritto ad UNISU, frequento Economia e mi trovo benissimo…gli esami si svolgono tradizionalmente in modalità frontale, ma si ha la possibilità di seguire le lezioni 24/24h tramite una piattaforma e-learning e in più i titoli sono riconosciuti dal MIUR!

  15. Anonymous says:

    Salve, ho letto l'articolo ma non ho trovato on line né i corsi da te descritti né questa fantomatica università Popolare San Tommaso.

    Cordialmente,

    uno studente della Marconi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>