L’abolizione dell’Occidente

L’Italia è un paese in cui una persona che vi lavora da 21 anni e che non ha commesso alcun reato, può venire svegliato dalla polizia, caricato su un aereo e deportato per aver avuto "comportamenti antioccidentali" e "atteggiamenti insidiosi" sgraditi al Ministero degli Interni; trovandosi costretto a lasciare alle spalle una piccola impresa, la moglie e tre figli minorenni.

E’ successo a Muhammad Kuhayla (Kohaila), imam di una moschea di Torino, bersaglio di una truffaldina trasmissione del laido demagogo Michele Santoro, come ha documentato con grande coraggio e chiarezza Sherif el-Sebaie.

Vi invito a leggere l’articolo che Sherif ha scritto sul suo blog.

Per noi, che siamo cittadini di questo paese, è importante capire come un ministro possa distruggere, con una semplice e arbitraria firma, la vita di un essere umano contro cui non è mai emersa alcuna "prova di rilevanza penale" (Repubblica di stamattina). E lo possa fare esclusivamente in base a opinioni espresse in privato da quell’essere umano, opinioni il cui contenuto rimane segreto anche all’avvocato difensore.

"Abbiamo documentato azioni e parole coerenti con il contenuto antioccidentale dei suoi sermoni", dice misteriosamente il capo della Digos di Torino, Giuseppe Petronzi.

"Occidentale" può significare qualunque cosa, dalla Madonna delle Lacrime di Siracusa a Nietzsche, da Marx a Leopoldo II (il dimenticato sovrano-imprenditore che fece circa dieci milioni di morti saccheggiando il Congo alla fine dell’Ottocento), dalle Winx a Torquemada e Voltaire…

Nella pratica, sappiamo tutti però cosa può intendere il Ministro degli Interni per  "occidentale": un sistema economico basato sull’accumulazione e reinvestimento incessante di capitali, un’alleanza militare tra i paesi benestanti e un ordine culturale basato sul consumo individuale limitato unicamente dai mezzi economici a disposizione.

Con la deportazione di Muhammad Kuhayla, si stabilisce che lo stato può usare tutta la sua violenza contro chi critica anche privatamente tale realtà.

Ma questo vuol dire che il sistema economico, militare e culturale viene posto al di sopra di ogni critica e quindi di ogni possibilità di modifica. E’ questo che intendiamo, quando parliamo della fine dello stato di diritto e della democrazia: paradossalmente, proprio quanto di meglio l’Occidente stesso abbia prodotto.

Per ora, lo stato distingue nettamente in base al caso della nascita: il terrore che in ogni momento può colpire il meteco, risparmia il cittadino, che quindi si sente al sicuro, e anzi gode della privazione del diritto altrui.

Io, grazie a Dio, ho un passaporto italiano. E per questo, rivendico pubblicamente il diritto di provare tutti i "sentimenti antioccidentali" che voglio.

Print Friendly
This entry was posted in Uncategorized and tagged , , . Bookmark the permalink.

49 Responses to L’abolizione dell’Occidente

  1. falecius says:

    Certo, la metti giù veramente dura, ma la definizione di “Occidente” è geniale :)

  2. utente anonimo says:

    Solo un caro saluto…la mia tristezza è grande.

    Imed Mehadheb Metoikos (Tunisia)

  3. utente anonimo says:

    “Occidentale” può significare qualunque cosa, dalla Madonna delle Lacrime di Siracusa a Nietzsche, da Marx a Leopoldo II (il dimenticato sovrano-imprenditore che fece circa dieci milioni di morti saccheggiando il Congo alla fine dell’Ottocento), dalle Winx a Torquemada e Voltaire…

    Non solo!

    Per ognuna di queste cose si può trovare sicuramente e con gran facilità diverse persone disposte a giurare che sono “antioccidentali”, o almeno complici dei guasti (del tramonto?) dell'”Occidente”!

    Mr.XYZ

  4. fmdacenter says:

    10 milioni? credevo qualcuno di meno, di certo fu un tale sterminio che non passò completamente sotto silenzio. il che è tutto dire.

    Ciao

  5. falecius says:

    Francesco: non passò del tutto sotto silenzio. A parte Conrad, un fotografo svedese documentò le atrocità e in Europa, verso il 1907, ci fu una campagna stampa contro Leopoldo e il “saccheggio umanitario” del paese.

    Dieci milioni è naturalmente una stima, anche se piuttosto credibile (alcune dati che visto parlano anche di dodici milioni).

  6. utente anonimo says:

    Il primo antioccidentale degno di rilievo fu l’imperatore Costantino, non perchè imperatore romano d’oriente e come tale ipso facto contrapposto al collega d’occidente, cioè non solo per questo. Antioccidentale fu quando dipinse le insegne del proprio esercito con simboli cristiani, appropriandosi di Dio per far la guerra (tra l’altro ad un collega, non baciato dalla botta di culo della benedizione divina). Per lo meno i predecessori guerrafondai di quella buonanima si affidavano a Giano bifronte, con una faccia per esercito, lodevolissima idea bipartisan..Insomma tra le tante cose negative dell’Occidente, io che occidentale mi sento, bisognerebbe salvare la più o meno recentissima conquista culturale, secondo la quale Dio non presta il proprio nome a nessuno, specialmente per fare la guerra. Tutto ciò non è che un corollario della biblica rivelazione del monte SINAI, prologo ai comandamenti..:> C’est à dire Io! Io, io sono Dio! non tu uomo, Io.

    Tornando a bomba, ops pardon non vorrei che qualcuno tra gli astanti bombaroli si offendesse, non si può sapere che ha detto elle apostrofo iman di Torino e siccome non si può mai sapere il terrorismo ha vinto, nel senso che adesso abbiamo il terrore di tutto ciò che è diverso, per cui anche ciò che non è penalmente rilevante è oggetto di misure di prevenzione e sicurezza di competenza appunto della P.S. in base a testi unici e normative emanati nel deprecato ventennio, dal dubbio gusto e sapore poco occidentale..Si sanno di talebano queste leggi. Purtroppo se non si fa qualcosa si va verso uno stato di polizia, dove come parli ti mandano a calci nel sedere in galera..o no?

    MARCELLUS

  7. utente anonimo says:

    Ma perché sono occidentale? Solo sfiga……mi fa schifo QUESTO occidente e non conosco l’oriente……grazie per la lucina che tieni accesa

    Gianni

  8. Una volta, dopo che da Santoro erano state mandate in onda le traduzioni dei sermoni “antioccidentali” di alcuni imam, chiesi ad una persona che conoscevo, il perchè chi difendeva gli islamici in Italia non pubblicasse (o riprendesse con sottotitoli) quei sermoni degli imam che avevano un pò più di buon senso. Mi fu risposto: “beh, cazzo, perchè quelli dicono di peggio!”

    Quindi direi di non nascondersi dietro un dito. Chi inneggia alla guerra santa da un palco non mi fa paura, perchè so benissimo che LUI non farebbe mai nulla che lo mandasse in galera. Mi fa paura chi lo ascolta, perchè può pensare che il tizio abbia ragione e si può dar da fare in tal senso.

    Non solo. Bisognerebbe anche pensare, ogni tanto, eh, mica tutte le volte, che la misteriosa DIGOS ha le sue buone ragioni per allontanare certa gente. Ragioni che magari sarebbe difficile se non impossibile spiegare a chi, come noi, chiacchiera su un blog.

    Al Capone è stato messo in galera per evasione fiscale. Mi pare che sia stato comunque un buon risultato.

    saluti

    Rubimasco

  9. utente anonimo says:

    vabbé rubimasco però se vedi nel sito di salamelik

    ” La Magistratura aveva comunque già provveduto [ad acquisire una copia della registrazione mandata in onda] e appena due mesi dopo una perizia della Procura di Torino ci informa che il sermone non conteneva “nessun appello alla guerra santa, nessuna apologia di terrorismo e nemmeno istigazione a delinquere”. Anzi, secondo il Perito incaricato vi erano addirittura “inviti a non esacerbare gli aspetti religiosi”.

    mi chiedo invece come mai con tutte le traduzioni del sermone fatte non salti fuori un originale da pubblicare…

    roberto

  10. utente anonimo says:

    Io, grazie a Dio, ho un passaporto italiano. E per questo, rivendico pubblicamente il diritto di provare tutti i “sentimenti antioccidentali” che voglio.

    —-

    Ma certo che puoi: hai un passaporto italiano, appunto.

  11. per Roberto n° 9

    premesso che se mi devo fidare solo di un blog siamo alla frutta….ma comunque il problema non è questo.

    il problema è:

    l’ imam che inneggia alla guerra santa e fa apologia di terrorismo può o non può essere punito?

    e la mia risposta è:

    in quanto imam ,e quindi in una posizione di rilievo, che permette alle sue opinioni di avere peso, commette apologia di reato. E quindi in galera.

    Mettiamo però il caso che questo imam, oltre a parlare, stia per fare MOLTO di più (il capo della digos parla anche di AZIONI, facciamo attenzione). Ovviamente finchè il reato non è compiuto non sussiste nessuna accusa in tribunale. Ma daltronde non ci possiamo neanche permettere che il reato sia compiuto, in questo caso.

    Cosa si fa?

    Esattamente quello che è stato fatto. Punto.

    Facciamo un’ altro esempio.

    Scopriamo che il sig. Goldfinger sta sviluppando piani per svaligiare Fort Knox.

    Fino a qui niente di strano, il sig. Goldfinger può parlare di quello che vuole e sviluppare quello che vuole.

    Se però si scopre che il Sig. Goldfinger non ha solo intenzione di parlare, allora si acchiappa il sig. Goldfinger e si butta fuori dagli USA e ci si assicura che non possa rientrare ne lui ne la formosa miss. Pussy Galore per non parlare del cameriere col suo bel cappello.

    Fino ad adesso il sig. Goldfinger non ha commesso nessun reato. Però Fort Knox è salvo e non abbiamo avuto neanche bisogno di inviare James Bond con il suo bel bicchiere di Martini e la sua oliva.

    Poi è questione di fidarsi un minimo delle autorità o di pensare che il sistema ce l’ ha con chi ha la pelle diversa per l’ unica ragione che il sistema è tanto cattivo.

    Può anche essere, ma può anche non essere. Nel dubbio….

    saluti

    Rubimasco

  12. Rubimasco

    proprio sulla base di un ragionamento simile al tuo sono state istituite nuove fattispecie di reato (270 dal ter in poi) che “abbassano la soglia di punibilità”.

    Per cui se si avesse avuto il minimo sentore che costui stesse preparando qualcosa, o pensando di preparare qualcosa, o avesse contattato qualcuno con questo scopo, allora ci sarebbe stata rilevanza penale.

    Che stando alla procura invece non c’è.

    Insomma è assolutamente certo che Mr. Goldfinger non ha parlato di nessun piano e non sa neanche dove stia di casa Miss Galore, perché altrimenti sarebbe stato arrestato.

    E. (scusate la confusione, sto di fretta)

  13. (e quando dico “minimo sentore” intendo “scaricare filmati”)

    E.

  14. per piccolacellula n°13

    “Insomma è assolutamente certo che Mr. Goldfinger non ha parlato di nessun piano e non sa neanche dove stia di casa Miss Galore, perché altrimenti sarebbe stato arrestato.”

    Quindi il tuo teorema è che il poveretto è stato espulso solo perchè piccolo e nero.

    Bene.

    Significa che chi lo ha espulso non ha bisogno di chiedere il permesso a nessuno.

    Ti pare possibile?

    Se c’è una cosa di cui siamo forniti in Italia, è la burocrazia, e vedrai che per una cosa che è andata sui giornali, come questa, i bravi agenti espulsivi si sono forniti di tutte le loro belle autorizzazioni.

    Diciamo che secondo me, se veramente fosse come tu sostieni il tutto non si reggerebbe in piedi, a meno di non ammettere l’ esistenza di personaggi come superman o l’ uomo ragno che fanno quel cavolo che gli pare senza chiedere nulla a nessuno.

    Secondo me se una persona è stata espulsa c’è una ragione, e non è così banale. Tanto poco banale che non la vengono a raccontare a gente come me o come te.

    saluti e baci

    Rubimasco

  15. JohnZorn says:

    Per quanto mi riguarda vale sempre il motto delle Br: Colpirne uno per educarne 100.

    Avanti un altro.

    JZ

  16. utente anonimo says:

    Ammetto la mia fatica nel seguire notizie come queste. Mi preme solo che siano rispettati fino in fondo i diritti di chiunque, dal musulmano più rispettabile all’imam più fanatico.

    Tutto il resto, i dialoghi sui massimi sistemi occidentale e non-occidentale, mi stanca.

    Da quando quei quattro rimbambiti hanno deciso di schiantarsi sulle torri gemelle non passa giorno senza che qualcuno mi ricordi che faccio parte del mondo “occidentale”. O per dire che fa schifo, o che bisogna difenderlo.

    Chissà, forse dovremmo ringraziare Mohamed Atta and C. per avere allargato i nostri orizzonti identitari dall’ombra del campanile a una buona metà del mondo.

    (Sì, ogni tanto diamo fuoco agli accampamenti dei romeni, ma sono piccoli errori di apprendimento, da un giorno all’altro ci scopriamo occidentali e non è che possiamo essere aggiornatissimi su chi sono tutti i nostri compagni di civiltà).

    Ma è proprio vero che l’dentità non è altro che un impasto di narcisismo e paranoia. Soprattutto paranoia, temo. Ecco perché l’unica speranza sarebbe un Mohamed Atta verde e con le antenne che ci bombardasse tutti indistintamente dal lontano pianeta Ork.

    Val (o’ accidentale)

  17. fmdacenter says:

    Val

    l’hanno già scritto quel film. Si chiama Indepedence Day ed è un bellissimo filmone holliwodiano. Io poi sono un fan di Will Smith.

    Anche Visitor (per chi è vecchio come me) era sulla stessa lunghezza d’onda.

    Ciao

    Francesco

  18. kelebek says:

    Ammuina e barbuti

    [..] L’amico e blogger Rubimasco ha commentato criticamente il mio post di ieri sulla deportazione dall’Italia dell’imam torinese: C’è una terza possibilità, che ha molto a che vedere con il meraviglioso apocrifo del, falso storico e verit& [..]

  19. kelebek says:

    Ammuina e barbuti

    [..] L’amico e blogger Rubimasco ha commentato criticamente il mio post di ieri sulla deportazione dall’Italia dell’imam torinese: C’è una terza possibilità, che ha molto a che vedere con il meraviglioso apocrifo del, falso storico e verit& [..]

  20. kelebek says:

    Ammuina e barbuti

    [..] L’amico e blogger Rubimasco ha commentato criticamente il mio post di ieri sulla deportazione dall’Italia dell’imam torinese: C’è una terza possibilità, che ha molto a che vedere con il meraviglioso apocrifo del, falso storico e verit& [..]

  21. kelebek says:

    Ammuina e barbuti

    [..] L’amico e blogger Rubimasco ha commentato criticamente il mio post di ieri sulla deportazione dall’Italia dell’imam torinese: C’è una terza possibilità, che ha molto a che vedere con il meraviglioso apocrifo del, falso storico e verit& [..]

  22. kelebek says:

    Ammuina e barbuti

    [..] L’amico e blogger Rubimasco ha commentato criticamente il mio post di ieri sulla deportazione dall’Italia dell’imam torinese: C’è una terza possibilità, che ha molto a che vedere con il meraviglioso apocrifo del, falso storico e verit& [..]

  23. kelebek says:

    Ammuina e barbuti

    [..] L’amico e blogger Rubimasco ha commentato criticamente il mio post di ieri sulla deportazione dall’Italia dell’imam torinese: C’è una terza possibilità, che ha molto a che vedere con il meraviglioso apocrifo del, falso storico e verit& [..]

  24. kelebek says:

    Ammuina e barbuti

    [..] L’amico e blogger Rubimasco ha commentato criticamente il mio post di ieri sulla deportazione dall’Italia dell’imam torinese: C’è una terza possibilità, che ha molto a che vedere con il meraviglioso apocrifo del, falso storico e verit& [..]

  25. kelebek says:

    Ammuina e barbuti

    [..] L’amico e blogger Rubimasco ha commentato criticamente il mio post di ieri sulla deportazione dall’Italia dell’imam torinese: C’è una terza possibilità, che ha molto a che vedere con il meraviglioso apocrifo del, falso storico e verit& [..]

  26. kelebek says:

    Ammuina e barbuti

    [..] L’amico e blogger Rubimasco ha commentato criticamente il mio post di ieri sulla deportazione dall’Italia dell’imam torinese: C’è una terza possibilità, che ha molto a che vedere con il meraviglioso apocrifo del, falso storico e verit& [..]

  27. kelebek says:

    Ammuina e barbuti

    [..] L’amico e blogger Rubimasco ha commentato criticamente il mio post di ieri sulla deportazione dall’Italia dell’imam torinese: C’è una terza possibilità, che ha molto a che vedere con il meraviglioso apocrifo del, falso storico e verit& [..]

  28. kelebek says:

    Ammuina e barbuti

    [..] L’amico e blogger Rubimasco ha commentato criticamente il mio post di ieri sulla deportazione dall’Italia dell’imam torinese: C’è una terza possibilità, che ha molto a che vedere con il meraviglioso apocrifo del, falso storico e verit& [..]

  29. kelebek says:

    Ammuina e barbuti

    [..] L’amico e blogger Rubimasco ha commentato criticamente il mio post di ieri sulla deportazione dall’Italia dell’imam torinese: C’è una terza possibilità, che ha molto a che vedere con il meraviglioso apocrifo del, falso storico e verit& [..]

  30. kelebek says:

    Ammuina e barbuti

    [..] L’amico e blogger Rubimasco ha commentato criticamente il mio post di ieri sulla deportazione dall’Italia dell’imam torinese: C’è una terza possibilità, che ha molto a che vedere con il meraviglioso apocrifo del, falso storico e verit& [..]

  31. kelebek says:

    Ammuina e barbuti

    [..] L’amico e blogger Rubimasco ha commentato criticamente il mio post di ieri sulla deportazione dall’Italia dell’imam torinese: C’è una terza possibilità, che ha molto a che vedere con il meraviglioso apocrifo del, falso storico e verit& [..]

  32. kelebek says:

    Ammuina e barbuti

    [..] L’amico e blogger Rubimasco ha commentato criticamente il mio post di ieri sulla deportazione dall’Italia dell’imam torinese: C’è una terza possibilità, che ha molto a che vedere con il meraviglioso apocrifo del, falso storico e verit& [..]

  33. Rubimasco

    Quindi il tuo teorema è che il poveretto è stato espulso solo perchè piccolo e nero.

    Ma per niente.

    Il mio teorema è che è in corso una svolta ideologico-sicuritaria che per ora può prendersela più che altro coi piccoli e neri, poi si vedrà.

    Significa che chi lo ha espulso non ha bisogno di chiedere il permesso a nessuno.

    Ti pare possibile?

    Se c’è una cosa di cui siamo forniti in Italia, è la burocrazia, e vedrai che per una cosa che è andata sui giornali, come questa, i bravi agenti espulsivi si sono forniti di tutte le loro belle autorizzazioni.

    ?

    Certo, si sono fatti una legge che dice che si può espellere la gente per fantomatici “motivi di sicurezza” (a condizione che l’espulsione sia confermata da un giudice, mi pare)…

    Le autorizzazioni mica se le fanno venire dal Padreterno, veh.

    Comunque paradossalmente il meccanismo lo spiega abbastanza chiaramente… Magdi Allam nel Corriere di ieri :)

    Diciamo che secondo me, se veramente fosse come tu sostieni il tutto non si reggerebbe in piedi, a meno di non ammettere l’ esistenza di personaggi come superman o l’ uomo ragno che fanno quel cavolo che gli pare senza chiedere nulla a nessuno.

    Veramente sto dicendo tutto il contrario, cioè che è la stessa burocrazia che sta avendo derive molto preoccupanti, e non due folli isolati che bypassano la burocrazia.

    Secondo me se una persona è stata espulsa c’è una ragione

    Non ci piove.

    e non è così banale. Tanto poco banale che non la vengono a raccontare a gente come me o come te.

    Quindi il tuo “teorema” è che lo Stato ha sempre ragione, e se pare che abbia torto è perché siamo coglioni noi? :)

    Erika

  34. “Quindi il tuo “teorema” è che lo Stato ha sempre ragione, e se pare che abbia torto è perché siamo coglioni noi? :)”

    no, è che bisognerebbe ammettere il fatto che non abbiamo, in questo momento, abbastanza elementi per giudicare.

    saluti

    Rubimasco

  35. fmdacenter says:

    Concordo metodologicamente con Rubimasco: in faccende di terrorismo, come di spie e di mafia, possiamo controllare solo chi sta in cima (il responsabile politico) e dobbiamo fidarci del resto.

    Non si combattono quelle “guerre” se c’è trasparenza di informazioni (intendo che le si perde di brutto).

    Francesco

  36. utente anonimo says:

    Francesco: Non si combattono quelle “guerre” se c’è trasparenza di informazioni

    Quindi siamo in guerra. Con le virgolette, ma in guerra. Devo essermi distratto. In guerra con chi?

    Val

  37. RitvanShehi says:

    >Al Capone è stato messo in galera per evasione fiscale. Mi pare che sia stato comunque un buon risultato. Rubimasco< Già, ma mi pare che gli abbiano fatto un processo pubblico per questo, con tanto di giudice e giuria e appello e controappello, mica lo hanno spedito impacchettato in Italia (da dove provenivano i suoi genitori) o rinchiuso in galera dietro un semplice decreto ministeriale. Inoltre, non mi pare che le altre attività censurabili di Capone avessero esattamente attinenza con manifestazioni di libertà di pensiero…sbagliato:-).
    Trovane un altro, di esempio, per favore, che questo mi pare un boomerang:-).

  38. RitvanShehi says:

    >Per quanto mi riguarda vale sempre il motto delle Br: Colpirne uno per educarne 100. Avanti un altro. JZ< Credo che se per puro caso il Destino cinico e baro facesse di te quell’ “uno” (per qualsiasi faccenda) cambieresti immediatamente opinione. Ma a quel punto sarebbe già troppo tardi. Ma, come più volte detto, è sempre molto comodo e utile fare i gai col culo degli altri.
    Ciao

    Ritvan

    P.S. A ‘sto punto mi gioco la “Hitler card”:-).

    Il terrore non ha mai “educato” nessuno, se applicato dal più debole nei confronti del più forte oppure applicato facendo la faccia feroce di Pulcinella.

    Infatti, le BR se le presero – e giustamente – in saccoccia, essendo più deboli del pur scalcinato Stato italiano. Stato, però, che – per comprensibili motivi – non è abbastanza truce per poter terrorizzare qualcuno solo a colpi di…rimpatri in classe turistica per qualcun altro.

    L’unico metodo risolutivo sarebbe quello di Hitler: camere a gas e forni crematori, soluzione ecosostenibile nonché “finale”:-) :-).

    E poi, una volta eliminato defintivimamente quel milione di barbuti intabarrati “antioccidentali” annidatisi fra noi, i forni crematori si possono facilmente riconvertire in termovalorizzatori e la premiata ditta Jervolino, Bassolino & Co (dove Co sta per “compagni”, eh:-) ) non avrebbe più problemi con la monnezza di Napoli:-) :-) :-). Inoltre, vi si potrebbero gettare – ovviamente dopo opportuna “rigassificazione”, mica siamo dei barbari incivili noi! – i barbuti intabarrati che continueranno ad arrivare sul gommone:-) :-)

  39. RitvanShehi says:

    >Io, grazie a Dio, ho un passaporto italiano. E per questo, rivendico pubblicamente il diritto di provare tutti i “sentimenti antioccidentali” che voglio. kelebek< >Ma certo che puoi: hai un passaporto italiano, appunto. anonimo< Miguel, non dar ascolto all’anonimo, anche se sembra concordare con te: se non ricordo male anche un certo Kassim lo aveva, il passaporto italiano! E ti ricordo anche che tu a volte esci dal territorio del Mulino Bianco in cui il Passaporto Italiano ti proteggerebbe (il condizionale a ‘sto punto mi sembra d’obbligo, visto che il buon Pastore Niemoller c’insegna che si inizia sempre così) e ti avventuri in altri paesi, come traduttore a seguito.
    Miguel avvisato, mezzo salvato!:-). (c’è poco da ridere, ma non posso piangere).

  40. RitvanShehi says:

    >Ecco perché l’unica speranza sarebbe un Mohamed Atta verde e con le antenne che ci bombardasse tutti indistintamente dal lontano pianeta Ork. Val (o’ accidentale)< Permetti che, a scopo scaramantico, mi gratti un momentino dove tu ben sai, fratello?:-). Il buon Magdi Allam e anche la buonanima della Fallaci, se fosse ancora fra di noi, molto probabilmente direbbero all’unisono che il tuo discorso è tipico della sindrome freudianamente autodistruttiva che attanaglia buona parte dell’Occidente:-).

  41. RitvanShehi says:

    >Certo, si sono fatti una legge che dice che si può espellere la gente per fantomatici “motivi di sicurezza” (a condizione che l’espulsione sia confermata da un giudice, mi pare)…Erika< Sì, è così. Ed è stato fatto. Un giudice DONNA a Torino ha convalidato il decreto espulsivo di un imam musulmano firmato da un ministro degli Interni socialista LAICISTA. Il tutto mi somiglia stranamente a una inappellabile sentenza emessa in modo del tutto legale da una giuria di bianchi nei confronti di un negro nell’Alabama degli anni ’50…..O, se preferiamo volare alto intellettualmente:-) al “Processo” di kafkiana memoria.

  42. RitvanShehi says:

    >Secondo me se una persona è stata espulsa c’è una ragione, e non è così banale. Tanto poco banale che non la vengono a raccontare a gente come me o come te. Rubimasco< Famme indovina': il famigerato imam barbuto & intabarrato aveva trovato il modo di sviluppare nei laboratori ultrasegreti di Mr Goldfinger una tecnologia capace di trasformarci tutti in cloni del mullah Omar, pur conservando ognuno di noi esteriormente l’aspetto di prima! Orrripilante! Hanno fatto benissimo ad espellerlo! P.S. x Francesco: Sì, lo so, s’intitola “L’invasione degli ultracorpi”.

  43. utente anonimo says:

    Ritvan 25: il mio passaporto italico mi tranquillizza, pensa un pò.

    Mulino bianco, spero di no.

    Ti dirò di più, trovo in alcuni commenti di Francesco e Ruby elementi di saggezza (semplifico) e non perchè sono il diciassettesimo, ecc. ma perchè è così, nelle opinioni personali, spero ancora COSA libera.

    E penso anche di poter dire che quella delle 30.000, annessi e connessi, sia stata una cattiveria (qui si mulino bianco), che si poteva evitare,pur prestando assistenza e|o altro.

    Comunque colgo il consiglio: prendo il mio passaporto e vado un po’ al mare… si comincia sempre così e non vorrei mai, oltre tutto.

    Ciao a tutti

    F.M

  44. utente anonimo says:

    Sempre per te, da ultimo: se non avessi detto nulla in proposito… in trentamila avrebbero pensato che Mr Protocollo ed io, beh, insomma… capito!?!

    F.M.

  45. RitvanShehi says:

    >Ritvan 25: il mio passaporto italico mi tranquillizza, pensa un pò.

    Ti dirò di più, trovo in alcuni commenti di Francesco e Ruby elementi di saggezza (semplifico) e non perchè sono il diciassettesimo, ecc. ma perchè è così, nelle opinioni personali, spero ancora COSA libera. FM< Ovviamente il passaporto italiano, unito però a una buona dose di gradimento delle idee di Francesco e Ruby in materia di espulsioni facili e dintorni, ti protegge PER IL MOMENTO.
    Si stava parlando, invece, di Miguel, il quale ha solo il passaporto. E, come si è visto dalla vicenda Kassim, quello, da solo, non ti protegge affatto.

    P.S. Abbi pazienza ma del resto, il sedicesimo, il diciasettesimo, i 30 000, i trecento che eran giovani e forti e sono morti….e tutto il cucuzzaro, compreso chi tu sia, non c’ho capito ‘na mazza. Ma se sei il solito troll proteiforme a cui Miguel ci ha intimati di non rispondere, pena la fucilazione, faccio umilmente autocritica bolscevica per averti risposto:-).

  46. kelebek says:

    Per Ritvan n. 31

    Io ho un passaporto italiano e uno messicano.

    Per fortuna, il Messico – con i suoi infiniti orrori che nemmeno vi immaginate – non è il Marocco, nel senso di ossessione con la “caccia al barbuto” :-)

    E poi è un paese complesso, molto complesso.

    Miguel Martinez

  47. RitvanShehi says:

    >Per Ritvan n. 31 Io ho un passaporto italiano e uno messicano. Per fortuna, il Messico – con i suoi infiniti orrori che nemmeno vi immaginate – non è il Marocco, nel senso di ossessione con la “caccia al barbuto” :-) Miguel Martinez< Mi sa che non hai capito. Ho detto che non ti proteggerebbe il tuo passaporto italiano (come purtroppo non ha protetto Kassim), non ho mica detto che il tuo passaporto messicano indurrebbe qualcuno a spedirti in Messico per essere “torchiato”. Ti possono sempre torchiare da qualche altra parte, eh!

  48. A Realistic $250K First Year Income Potential

    Less than four years ago I was driving this beat-up ’94 VW with a rusty muffler. Within two years of creating this system I was making more than my doctor, accountant, and attorney COMBINED… while working less than 40 hours a week FROM HOME! Together with my group of leaders we are now seeking qualified entrepeneurs sharein the incredible results of our system.

    for more information check this site out….

    [url=http://www.dailyinternetcash.info/] make money online scams [/url]

  49. Everyone is good at something. There are many opportunities accessible through the AHBWA Home-Based Work Forum that cater to people with limited or no skills. There are also many opportunities for individuals with specific skills and education.

    [url=http://www.freeworkathomebook.com/] Income Opportunity – Turn your yearly income into your monthly income.[/url]

    [url=http://www.bestfreebookoffer.com/] Internet Marketing Plan – Make $5,000 Per Month In Just 30 Minutes A Day.[/url]

    [url=http://www.thefreemakemoneybook.com/ ] Internet Marketing Course – Free 133-Page Book Reveals Secrets.[/url]

    [url=http://www.myfreemakemoneybook.com/ ] Internet Business Opportunities – Turn your yearly income into your monthly income.[/url]

    [url=http://www.freemakemoneybook.com/ ] Money Making Guide – Make $5,000 Per Month In Just 30 Minutes A Day.[/url]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>