Ovunque e da nessuna parte

Anche se non ha ancora casa, Dacia Valent è da stamattina di nuovo ovunque:

http://www.verbavalent.com/

Cominciate a preoccuparvi… 

farc_guerrillera

Print Friendly
This entry was posted in Questo blog and tagged . Bookmark the permalink.

30 Responses to Ovunque e da nessuna parte

  1. utente anonimo says:

    visto…

    è già roba vecchia

    ancora una volta parla del “ragazzone con seri problemi abitativi” (così lo ebbe a definire in un passato dal contrappasso alquanto profetico)

    ancora una volta della povera Lia

    =======

    L’unica cosa nuova è già vecchia… ma dobbiamo capire: è stata fori dal giro per svariati giorni!

    La lista gaza è di destra. Non a caso – e nessuno mi ha smentito – ho indicato come fra i promotori ed i firmatari compaiano alcuni nomi della destra eversiva. Non ci sarebbe nulla di male se non fosse che la memoria del caso “saldalo” fosse ancora fresca.

    Martin Mystere

  2. kelebek says:

    Per Martin Mystere,

    dici semplicemente il falso, per cui ti smentisco subito.

    Allego la lista dei promotori. A parte Cardini, nessuno è di “destra”; e dire che Cardini è “eversivo” è un’imbecillità.

    Se poi, in un appello che ha raccolto oltre 2.300 firme, qualcuno è di destra, me ne sbatto (o se preferisci, me ne frego), come se ne dovrebbe sbattere qualunque persona che non sia un troglodita.

    Il prossimo commento bugiardo di questo tipo sarà cancellato.

    PROMOTORI DELL’APPELLO PER GAZA

    :: Gianni Vattimo – Filosofo ed ex parlamentare europeo

    :: Danilo Zolo – Universita’ di Firenze

    :: Margherita Hack – Astrofisica

    :: Edoardo Sanguineti – Poeta, Universita’ di Genova

    :: Gilad Atzmon – Musicista

    :: Franco Cardini – Universita’ di Firenze

    :: Mara De Paulis – Scrittrice, Premio Calvino

    :: Lucio Manisco – Giornalista, gia’ parlamentare europeo

    :: Costanzo Preve – Filosofo, Torino

    :: Giulio Girardi – Filosofo e teologo della Liberazione

    :: Giovanni Franzoni – Comunita’ Cristiane di Base

    :: Domenico Losurdo – Universita’ di Urbino

    :: Marino Badiale – Universita’ di Torino

    :: Aldo Bernardini – Universita’ di Teramo

    :: Piero Fumarola – Universita’ di Lecce

    :: Giovanni Bacciardi – Universita’ di Firenze

    :: Giovanni Invitto – Universita’ di Lecce

    :: Alessandra Persichetti – Universita’ di Siena

    :: Bruno Antonio Bellerate – Universita’ Roma tre

    :: Rodolfo Calpini – Universita’ La Sapienza, Roma

    :: Ferruccio Andolfi – Universita’ di Parma

    :: Roberto Giammanco – Scrittore e americanista

    :: Gianfranco La Grassa – Economista

    :: M. Alighiero Manacorda – Storico dell’educazione

    :: Alessandra Kersevan – Ricercatrice storica, Udine

    :: Nuccia Pelazza – Insegnante, Milano

    :: Stefania Campetti – Archeologa

    :: Carlo Oliva – Pubblicista

    :: Gabriella Solaro – I.N.S. del Mov. di Liberazione in Italia

    :: Giuseppe Zambon – Editore

    :: Bruno Caruso – Pittore

    :: Vainer Burani – Avvocato, Reggio Emilia

    :: Ugo Giannangeli – Avvocato, Milano

    :: Giuseppe Pelazza – Avvocato, Milano

    :: Hamza Roberto Piccardo – Direttore http://www.islam-online.it

    :: Nella Ginatempo, Movimento contro la guerra, Roma

    :: Mary Rizzo – blog Peacepalestine

    :: Tusio De Iuliis – Presidente Ass. “Aiutiamoli a Vivere”

    :: Cesare Allara – Com. Sol. Palestina, Torino

    :: Angela Lano – Giornalista Infopal, http://www.infopal.it

    :: Umar Andrea Lazzaro – Coll. http://www.islam-online.it, Genova

    :: Marco Ferrando – Partito Comunista dei Lavoratori

    :: Leonardo Mazzei – Portavoce Comitati Iraq Libero

    :: Mara Malavenda – Slai Cobas, Napoli

    :: Moreno Pasquinelli – Campo Antimperialista

    :: Marco Riformetti – Laboratorio Marxista

    :: Maria Ingrosso – Colletivo Iqbal Masih, Lecce

    :: Antonio Colazzo – L.u.p.o. Osimo (Ancona)

    :: Gian Marco Martignoni – Segreteria provinciale Cgil, Varese

    :: Luciano Giannoni – Consigliere provinciale Prc, Livorno

    :: Dacia Valent – Islamic Anti-Defamation League

    :: Pietro Vangeli – Segretario nazionale Partito dei Carc

    :: Ascanio Bernardeschi – Prc Volterra (PI)

    :: Fabio Faina – Capogruppo Pdci al Cons. comunale di Perugia

    :: Roberto Massari – Editore, Utopia Rossa

    :: Fausto Schiavetto – Soccorso Popolare

    :: Luca Baldelli – Consigliere provinciale Prc, Perugia

    Miguel Martinez

  3. kelebek says:

    Estraggo dalla lista dei promotori qualche dato e qualche sigla.

    Gianni Vattimo – ex parlamentare europeo di quale partito di destra?

    :: Edoardo Sanguineti – Poeta, Universita’ di Genova esattamente in che senso sarebbe di destra?

    :: Lucio Manisco – Giornalista, gia’ parlamentare europeo di quale partito di destra?

    :: Costanzo Preve uno dei massimi esperti di quel filosofo di destra che si chiamava Karl Marx

    :: Giulio Girardi – Filosofo e teologo della Liberazione che è notoriamente di destra

    :: Giovanni Franzoni – Comunita’ Cristiane di Base sono forse di destra?

    :: Domenico Losurdo membro di quel partito di destra che si chiama Rifondazione

    :: Gianfranco La Grassa noto in tutta Italia come economista marxista

    :: Alessandra Kersevan studiosa della resistenza antifascista slovena

    :: Gabriella Solaro – I.N.S. del Mov. di Liberazione in Italia, cioè quei terroristi di destra che si chiamavano partigiani

    :: Bruno Caruso uno dei più noti artisti dell’estrema sinistra italiana

    Marco Ferrando, fondatore del partito di destra chiamato Partito Comunista dei Lavoratori

    Marco Riformetti di un gruppo dal nome evidentemente di estrema destra (Laboratorio Marxista)

    ecc. ecc. (mi sono stancato).

    Miguel Martinez

  4. kelebek says:

    Ancora, per precisare meglio il discorso.

    Su 57 nomi, abbiamo uno “di destra”, quello di Franco Cardini.

    Dire che nell’appello per Gaza c’è una persona di destra è quindi un’affermazione corretta.

    Dire che per tale motivo, l’appello stesso è “di destra”, significa invece presupporre un potere fantastico, per cui una sola persona di destra sarebbe strutturalmente talmente intelligente e abile da rendere 56 persone suoi succubi.

    Questo è l’errore radicale del complottismo antifascista, esattamente come è l’errore radicale del complottismo antiebraico (che teorizza che un solo ebreo sia in grado di fare quello che vuole a migliaia di poveri goyim).

    Miguel Martinez

  5. utente anonimo says:

    Effettivamente i nomi della destra eversiva compaiono solo fra firmatari e non nei promotori, ma martino del mistero non mi sembra affatto un antifascista.

    Vedo che è tornata la Valent e mi domando e chiedo come mai con tutti i guai, giudiziari, affettivi, abitativi, si preoccupi così tanto del suo blog. Dicono che oltre al sequestro penale adesso penda anche una procedura di sfratto per morosità e finita locazione per violazione delle regole contrattuali.

    Sbirulino

  6. daciavalent says:

    Mizzica, ma quante cose di me si sanno in giro, neh?

    Da oggi mi firmerò “l’ombelico del mondo”…

    Dacia Valent

    p.s.: Miguel, grazie per la citazione. Spero di non procurarti ulteriori problemi….

  7. paniscus says:

    Dire che per tale motivo, l’appello stesso è “di destra”, significa invece presupporre un potere fantastico, per cui una sola persona di destra sarebbe strutturalmente talmente intelligente e abile da rendere 56 persone suoi succubi.

    No, è che evidentemente esiste la curiosa teoria biologica per cui quelli di destra si riproducano per contatto e contaminazione, come i prioni.

    Considerati evidentemente troppo sfigati per moltiplicarsi per riproduzione sessuata, come gli organismi complessi, o troppo diabolicamente metamorfici per riprodursi per scissione come i batteri, “quelli di destra” perpetuerebbero quindi la propria genìa semplicemente venendo a contatto con un qualsiasi soggetto normale e rendendo istantaneamente di destra anche lui.

    Tale modalità riproduttiva, osservata scientificamente negli anni ottanta, appunto, per i prioni, era stata accertata in precedenza soltanto per i vampiri. Una rispettabile proteina senza DNA se ne va in giro bella e normale per i fatti suoi, ma ecco che si avvicina la sua diabolica controparte mutata, la sfiora appena, e zac!… diventi un prione pure tu! Un intero elenco di firmatari di un testo qualunque diventa di destra in blocco non appena vi si affacci sopra un solo soggetto di destra che sia uno. Morso di Dracula per tutti, e via.

    Seguirà approfondimento monografico sugli annali della Specola fiorentina, dal titolo “I prioni sono di destra, i retrovirus sono di sinistra: le infiltrazioni della mucca pazza negli schemi di contagio dell’AIDS

    LIsa

  8. daciavalent says:

    Comento strepitoso Paniscus, davvero. Copiato e incollato da me come update al mio post.

    La classe, CRIBBIO, è classe.

    Dacia Valent

  9. utente anonimo says:

    Devo correggere le mie affermazioni, evidentemente errate.

    Fra i promotori solo uno è di destra e non è eversivo.

    Fra i firmatari compainono svaritai nomi legati alla destra eversiva. L’appello tuttavia parte da un server di proprietà (e non di UNO solo dei soci) di na persona già arrestata per fatti legati all’eversione nera e stranamente collegata a i vari estremisti sopra ricordati.

    ==========

    E’ inquietante la strana trasversalità che lega la destra eversiva con la sinistra e non solo per la banale considerazione che “gli opposti” si toccano…

    come ci ricoda la recente intervista della Morgantini che pur di attaccare israele si fa ospitare da una rivista della destra neonazista.

    C’è un perchè in questa trasversalità antiusa antiisraele: la destra non perdona agli usa di aver vinto la II guerra mondiale in danno della germania e la sinitra perchè gli usa hanno salvato l’occidente dal comunismo.

    E’ la rabbia e l’unione degli sconfitti dalla storia :-)

    fra tutte le idoelogie solo DUE sono sopravvissute ai loro ideatori ed alla loro realizzazione: la rivoluzione americana ed il sionismo.

    Il resto è fuffa.

    Martin Mystere

  10. orsolele says:

    è tornata allora…

    vado a salutarla…

    a presto miguel

    orso

  11. falecius says:

    martin Mystere n.9: dimentichi il kemalismo turco :)

  12. utente anonimo says:

    Falecius, come sempre ti dimostri estremamente preciso e preparato :-)

    Martin M.

  13. kelebek says:

    Per Martin Mystere,

    NO.

    La proprietaria del server è stata brevemente in carcere con l’accusa di aver fornito assistenza a un cittadino turco, regolarmente residente in Italia e militante nel Fronte Popolare Rivoluzionario (DHKC), movimento di estrema sinistra.

    Quindi l’affermazione

    “na persona già arrestata per fatti legati all’eversione nera”

    è di nuovo perfettamente falsa.

    Resta quindi unicamente Franco Cardini, e definire Franco Cardini un “eversivo” di destra è una pura e semplice menzogna.

    Miguel Martinez

  14. kelebek says:

    Senza nemmeno scomodare i diretti interessati, ecco la voce di Wikipedia sul DHKC:

    http://en.wikipedia.org/wiki/Revolutionary_People's_Liberation_Party-Front

    E’ una voce sicuramente molto ostile; ma in base a cosa si può definire un movimento del genere “eversione nera“?

    Miguel Martinez

  15. utente anonimo says:

    magari per i suoi fortissimi legami, giudizialmente provati, con noti esponenti dell’eversione nera?

    M-.Mystere

  16. kelebek says:

    Per M. Mystere n. 15

    Elencami per cortesia i legami “giudizialmente provati”, per giunta “fortissimi”, tra il DHKC e quella che tu chiami “eversione nera” (presumibilmente italiana), oppure chiedi scusa.

    Miguel Martinez

  17. utente anonimo says:

    facciamo così: chiedo scusa e terminiamo una discussione peraltro inutile: non è certo l’identità dei promotori di una lista che ne determina ipso facto la sua validità o inutilità.

    M. Mystere

  18. kelebek says:

    Per M. Mystere,

    Ti ringrazio e accetto senz’altro le tue scuse.

    Il problema non era tanto il tuo intervento, quanto la necessità di rendere assolutamente chiara la falsità delle accuse strumentalmente lanciate da alcune persone contro questo appello.

    Tu, in passato, hai criticato i contenuti dell’appello, e questo è perfettamente legittimo.

    Adesso, invece, mi hai fornito, involontariamente, la scusa di chiarire fatti specifici, che per me come per te sarebbero irrilevanti, ma su cui alcune persone si sono fissate.

    Spero quindi che i tuoi interventi abbiano aiutato tutti a togliere di mezzo gli elementi di falsificazione in questa storia.

    Miguel Martinez

  19. Martin, il tuo comm. 9 mi fa pensare a come uno stesso concetto possa cambiare valenza se detto con parole diverse.

    io per esempio direi che viene chiamato “centro” il gruppo politico che rappresenta l’ideologia dominante, destra e sinistra sono i portatori di valori che non rientrano negli interessi della classe dominante (tali interessi possono cambiare di volta in volta, un tempo erano rappresentati da un regime fascista).

    in effetti ho detto la stessa cosa che hai affermato tu al 9, ma probabilmente suona in maniera diversa.

    ciao

  20. upuaut says:

    Era ora!

    Bentornata, Dacia. :)

  21. Già, forse avevo dimenticato di salutare Dacia. Ciao!!

  22. RitvanShehi says:

    Bentornata Dacia!

    P.S. x “Sbirulino” (#5)

    La procedura di sfratto da parte del Coraggioso ed Esemplare Cittadino Padrone Di Casa che ha Eroicamente Denunciato lo Scempio della Legge Bossi-Fini nella Sua Amata Casa è solo il lapalissiano passo successivo della montatura, nonché l’obiettivo finale della stessa. E vedrai che – anche grazie alla preziosa assistenza legale di avvocati come il Taormina – l’ignobile impresa di sbattere definitivamente fuori una famiglia di inquilini CHE PAGA REGOLARMENTE L’AFFITTO si concluderà con successo e in tempi lampo. Purtroppo.

  23. RitvanShehi says:

    >..fra tutte le idoelogie solo DUE sono sopravvissute ai loro ideatori ed alla loro realizzazione: la rivoluzione americana ed il sionismo.Martin Mystere< La rivoluzione americana non è un’ideologia. Sia essa che quella francese furono influenzate (in diversa misura) dall’illuminismo e dal liberalismo, queste sì ideologie.
    In futuro puoi distinguere ciò che è ideologia da ciò che non lo è semplicemente facendo attenzione alla presenza o meno del suffiso “ismo”:-).

  24. utente anonimo says:

    Ritvan

    sbirulino, che sembra ben informato, parla di sfratto PER MOROSITà che non è proprio il caso di “una famiglia di inquilini CHE PAGA REGOLARMENTE L’AFFITTO”

    Comunque io ero convinto che dacia fosse proprietaria dell’appartamento, almeno così ebbe a farmi credere in alcune email dove parlava di “comproprietà fra lei e la banca”

    Misteri della rete.

    Martin Mystere

  25. RitvanShehi says:

    >Ritvan sbirulino, che sembra ben informato, parla di sfratto PER MOROSITà che non è proprio il caso di “una famiglia di inquilini CHE PAGA REGOLARMENTE L’AFFITTO”. Martin Mystere<
    Lo so cosa significa in italiano “morosità”, grazie. Era proprio per ribadire che anche in questo caso, fra le pieghe della legislazione italica si troverà il modo di sfrattare definitivamente Dacia e famiglia per “morosità”, come già fatto per il sequestro giudiziario dell’appartamento. Oh, certo, come ci ricordi sempre tu, alla Dacia sarà sempre consentito di “agire in giudizio” per dimostrare di non esser stata mai morosa, e probabilmente dopo 10-15 anni:-) lo dimostrerà pure. Ma siamo sicuri che a quel tempo l’appartamento in questione sarà ancora in piedi e non sarà demolito dal Nuovo Piano regolatore?:-)

    >Comunque io ero convinto che dacia fosse proprietaria dell’appartamento, almeno così ebbe a farmi credere in alcune email dove parlava di “comproprietà fra lei e la banca”.Misteri della rete. <
    Mi spiace ma non ho accesso alla tua email:-). Comunque, il fatto che la Dacia sia in affitto in quell’appartamento è stato assodato tempo fa, no?

  26. utente anonimo says:

    dacia è stata sfrattata anche dal suo sito, che prima non era intestato a lei.

    La ex-proprietaria ha preso le distanze perchè adesso è amica e collaboratrice della pollastrini.

    Ma com’è che così tanta gente la sfratta e la tiene a distanza?

    Non sarà il caso di selezionare meglio le amicizie?

    Oppure.. non sarà il caso di comportarsi un po’ meglio?

  27. un problema sistemico direi… forse esogeno

  28. Eccoci.

    Dicevo, quello che trovo particolarmente buffo è come Lia accusi il Campo, contemporaneamente, di (a) esibizionismo, in quanto avrebbe promosso quest’appello solo per un opportunistico tornaconto di visibilità politica utile a “vivacchiare” facendosi notare, e di (b) tramare nell’ombra, poiché non apparirebbe chiaramente (?) tra i promotori, avendola addirittura costretta a fare un whois del sito per scoprirne la presenza – il tutto per ingannare subdolamente le brave persone evitando di esporsi.

    Della serie il Campo si comporta male perché si fa notare troppo, e inoltre perché si nasconde.

    Ma, mi viene in mente ora, probabilmente le due accuse non sono speculari, ma complementari in quanto riferite a target diversi: prima il Campo irretisce subdolamente cinquanta intellettuali della sinistra italiana, dopodiché, confidenzialmente, fa sapere della sua impresa all’intero suo movimento/ambiente/loggia massonica, ricevendo incondizionata ammirazione per la sua diabolicità (essendo quello, si sa, il nostro criterio di merito).

    L’altra cosa buffa è come i puristi di sinistra siano così poco di sinistra da essere incapaci, leggendo un appello, di capire se sia di sinistra o meno, e abbiano invece bisogno di controllare uno per uno i firmatari e i loro parenti e conoscenti.

    Se di destra e sinistra vogliamo parlare, preferisco i fenomenologi di sinistra, che almeno ci hanno la sinistra metafisica e non quella personal-mafiosa, che è una sinistra molto più dignitosa.

    Bello il post di Dacia, soprattutto la storia del camion d’aiuti.

    Erika

  29. utente anonimo says:

    Uno dei piu’ prezzolati e schifosi complici di Banca Mafiolanum Camorranum Mediolanum e’ il riciclatore di cash della Ndrangheta milanese, Paolo Barrai di Mercato Libero, uno cacciato a calci in faccia da Citibank, in quanto nella stessa creava conti fittizi a favore dei criminalissimi Ennio Doris e Giorgio Pirovano di Banca Mediolanum, per far fare loro enormi dividend washing sul 1,99 per cento della Generali ( 1.99 pc, ovviamente, per fraudolentemente, direi, anzi, malavitosissimamente, evitare costosissime opa), nel 1999. Operazione per la quale, gli stessi mafiosi in cravatta Ennio Doris e Giorgio Pirovano di Banca CosaNostranum, StefanoBontadanum Mediolanum, sfiorarono la galera ( salvati da che? da primo scudo maiale e fiscale di Tremonti, o che caso, ooooo). E’ ora di fare una rivoluzione calientissima in Italia, e’ ora di far finire malissimo tutti i Berluscones. Frank Di Cerbo ( parente di chi caccio’ a sberle in faccia, ladrone Paolo Barrai, da Citibank)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>