Nota di servizio

Torno da due giorni di lavoro fuori (a fare da interprete per un convegno sul tema, decisamente inquietante, del morbo di Alzheimer).

Trovo il blog intasato dai commenti di alcuni troll, o meglio di un troll e mezzo: ho dovuto cancellare 120 tra trollate e risposte a trollate.

Nerd

"Trollus blogensis" ripreso nel suo habitat naturale
mentre si appresta alla ricerca di cibo

I commenti a questo blog sono sempre stati di altissimo livello, e costituiscono praticamente un forum, che spazia su mille temi diversi.

Esistono blog qualitativamente migliori del mio, dove però i commenti sono più poveri, quindi il merito non è sicuramente mio.

E’ probabilmente un caso felice, dovuto alla presenza sin dall’inizio di alcuni commentatori: cito "p", Aurora, Ritvan, roberto, Reza, Francesco, Cocco (chiedo scusa se dimentico qualche nome), più tanti altri che si sono aggiunti in seguito.

Per mantenere questo livello, i commenti devono essere liberi: non può esistere dibattito, se per rispondere bisogna sempre aspettare la mia approvazione.

Il troll e mezzo approfitta di questa libertà, per infilarsi in ogni istante in cui io sono assente dal computer, per cercare di sfasciare il forum.

Mi riferisco solo ai troll, non a persone che fanno interventi anche accesi, come A12 o Davide Ritvanarium: la differenza sta nella finalità puramente distruttiva.

Non intendo affatto moderare i commenti, però è necessario prendere qualche contromisura:

1) I commentatori storici, almeni, facciano il log su splinder, in modo che sia impossibile per il troll e mezzo rubarne l’identità.

So che è una rottura, come andare dal dentista, ma poi non ci si deve pensare più. Cito Falecius:

- Andare sulla home page di www.splinder.com
– cliccare sulla grossa scritta "Iscriviti!" in alto a sinistra
– inserire i propri dati nel form
– cliccare su "crea account" in basso a sinistra
– Controllare la posta e seguire le istruzioni inviate da Splinder via mail (che se non ricordo male sono facilissime)

Maria giustamente segnala che il nick di "Maria" è già stato preso, e anche altri incontreranno lo stesso problema; ma non importa il nome con cui vi loggate, potete continuare a firmarvi come prima in fondo al commento (come faccio io, che scrivo sempre "Miguel Martinez").

Avvisatemi per posta elettronica, poi, così posso essere sicuro della vostra identità e posso cancellare subito i fake.

2) Non rispondete ai troll, nemmeno se vi viene in mente una bella battuta.

3) Non chiedete a me di fare pulizia: se ci sono i troll, vuol dire che io in quel momento non sono collegato al computer.

4) Andate avanti tranquillamente con le discussioni, avendo l’accortezza di non citare il numero di post a cui rispondete se ci sono delle trollate in mezzo, perché quando le cancellerò, i numeri ovviamente cambieranno. Magari citate un brano del commento a cui state rispondendo: ricordatevi che potete mettere il brano citato in corsivo.

5) Quando qualcuno che non si è loggato sembra offendervi, prima di rispondere in modo aggressivo, riflettete un attimo se può essere un fake.

Print Friendly
This entry was posted in Questo blog and tagged . Bookmark the permalink.

50 Responses to Nota di servizio

  1. RitvanShehi says:

    Miguel, posso dissentire lievemente dal quinto punto del tuo “quinqualogo antitroll”?

    >Quando qualcuno che non si è loggato sembra offendervi,<
    “Sembra” o è così?

    >prima di rispondere in modo aggressivo, riflettete un attimo se può essere un fake.<
    Abbi pazienza, Miguel, ma che differenza fa? Se uno è un fallocefalo, che sia “originale” oppure fake, non mi sembra che ci voglia lunga meditazione prima di dirgli che è un fallocefalo a prescindere. O che adottiamo due pesi e due misure?:-)

    Ciao

  2. utente anonimo says:

    divertente la categoria d’appartenenza assegnata a questo post “cialtroni”!

    Mi dispiace MM… qualcuno in tua assenza s’è divertito assai. Anche se qualche risata o sfogo d’ira non hanno fatto di certo male: in questo periodo di comici cha fanno politica o antipolitica un po’ di tregua ci voleva per smuovere il clima… Troppo pacifico!

    Ora si torni alla normalità ma, con alcuni soggetti che navigano in questo sito prevedo che il titolare stesso; debba metterci molta santa pazienza. In compenso un effetto marcatamente positivo si è innescato, ossia molti abituali frequentatori, per avere migliore credibilità, hanno sentito la necessità di ricorrere alla registrazione su splinder (tranne me ovviamente). Splinder, forse, ne gioisce per questo.

    Cell

  3. kelebek says:

    Per Ritvan n. 1

    No, mi riferisco a una cosa semplice.

    Poniamo che io apro questo blog, e mi trovo un commento dove c’è scritto, senza alcun apparente motivo:

    “Martinez sei un maiale

    Ritvan Shehi”

    Ora, prima di rispondere, “Maiale ci sarai tu!”, devo chiedermi un attimo, “ma non è che questo è un troll, e non è il vero Ritvan?”

    Cose simili sono successo più volte, con insulti apparentemente firmati da frequentatori abituali di questo blog, che erano in realtà trollate.

    Miguel Martinez

  4. controlL says:

    p come prova e comep

  5. cammagno says:

    Suggerimento per Miguel

    Se non vuoi che si sballino i numeri dei commenti, non potresti, invece che cancellare i commenti dei troll, cancellarne solo il contenuto lasciandoli vuoti come “segnaposto”?



    Massimo

  6. RitvanShehi says:

    >”Martinez sei un maiale Ritvan Shehi”….

    Ora, prima di rispondere, “Maiale ci sarai tu!”, devo chiedermi un attimo, “ma non è che questo è un troll, e non è il vero Ritvan?”MM< Beh, è chiaro che non sono io: io semmai ti direi “Miguel, sei un maiale”:-)
    Scherzi a parte, ribadisco la differenza concettuale fra me e te: io credo che anche il più infimo, infame e sfigato dei troglioni abbia diritto alla sua sacrosanta risposta “Maiale sarai tu”. Poi, sul fatto di rincarare anche estendendo – com’è logica conseguenza della prima affermazione – l’appartenenza suina a sua madre, sorella, ascendenti, discendenti e collaterali vari, ci sono diverse scuole di pensiero:-).

    Ciao

  7. benvenuti su internet.

  8. RitvanShehi says:

    Vabbè, Miguel, a parte il razzismo del troglione che hai cancellato insieme alla mia risposta, ma la questione di fondo sollevata dal fallocefalo resta:

    Il tuo punto 5 è dovuto a timore che la persona a cui il troglione ha rubato il nome possa offendersi dalla risposta, oppure al principio “don’t feed the trolls”?

    Dacci la tua “interpretazione autentica”, please!

    Ciao

  9. kelebek says:

    Per Ritvan

    Non so se ci siamo capiti.

    Ripartiamo con la sequenza, cambiando i nomi.

    Maria non ha niente contro Aurora, Aurora non ha niente contro Maria.

    Improvvisamente, compare un messaggio: “Maria fai schifo”, firmato Aurora.

    Maria, prima di rispondere, “Aurora, schifo ci farai tu!”, dovrebbe prendere in considerazione la possibilità che NON si tratti della vera, solita Aurora, che non ha mai detto nulla contro Maria.

    E’ più chiaro così?

    Miguel Martinez

  10. RitvanShehi says:

    x Miguel (#10)

    >E’ più chiaro così? Miguel Martinez<
    No.

  11. utente anonimo says:

    Signori, ecco l’indirizzo IP di “Castruccio”:

    89.97.35.66

    A breve, anche NOME e COGNOME e INDIRIZZO… restate collegati…

    -JamesBond007

  12. RitvanShehi says:

    >Signori, ecco l’indirizzo IP di “Castruccio”:

    89.97.35.66< E che ci facciamo, stufato ai cavoli?:-) >A breve, anche NOME e COGNOME e INDIRIZZO… restate collegati…

    -JamesBond007< Questo sarebbe già meglio.

  13. utente anonimo says:

    Comunque Klonenburg,( ho coniato per lui un bellissimo pseudonimo), può continuare a scrivere anche senza loggarsi. Le sue frasette sono identificabili perché , a mio parere, semplici e spiritose, senza i soliti crassi, ormai decisamente noiosi, insulti . Mi ha divertito anche che abbia scritto , dopo le numerose smentite ai commenti falsi :

    ” Smettetela con “non è mio , è tuo, è suo”. Li avete voluti ? Teneteveli. Troppi vizi .”

    Se non si vuole alimentare i troll, appunto, basta non rispondere alle provocazioni.

    Aurora.

  14. utente anonimo says:

    Kel, io ” fai schifo” non l’ ho mai detto a nessuno in vita mia. Troppo banale.

    Aurora.

  15. utente anonimo says:

    CREDO CHE QUELLO SOTTO (se miguel non l’ha già cancellato) NON SIA UN CASO DI TROLLING VERO E PROPRIO.

    QUI SI TRATTA DI QUALCUNO CHE ODIA RITVAN, A QUANTO PARE PER QUESTIONI PERSONALI CHE NON HANNO ALCUNA ATTINENZA CON IL TEMA DEL POST O CON LE MATERIE TRATTATE DA KELEBEK. RITVAN, INTERAGENDO CON IL TALE, CREA SOLO UN ECCESSIVO SCOMPENSO ALL’INTERNO DEL BLOG, E QUESTO É L’ERRORE SUPERFICIALE CHE DETERMINA IL COLLASSO STESSO DELL’INTERA DISCUSSIONE, CHE SI VEDE INVASA DI COMMENTI DENIGRATORI OFF TOPIC INTRISI PER LO PIÚ DA UNA SOSTANZIALE VIRTUALE SCHERMAGLIA, ASSAI ACCESA, TRA ALCUNI ABITUALI FREQUENTATORI DELLO STESSO, ATTIRATI NEL TRANELLO.

    LO SCOPO PRIORITARIO DEL TROLL É PROVOCARE RITVAN, E CODESTO RIESCE APRIORISTICAMENTE NEL SUO FINE. QUESTO ACCADE PERCHÉ RITVAN É UN SOGGETTO IN POSSESSO DI UNA PSICHE FRAGILE PERCHÉ REAGISCE A SITUAZIONI NON COMPLESSE A CUI IL SUO INCONSCIO DOVREBBE PROCESSARE SENZA ALCUNA DIFFICOLTÁ. LA CONTRO-REAZIONE DI RITVAN AVVIENE IN MODO IRRAZIONALE TALE, DA CREARE UNA SORTA DI CENSURA DELLA RAGIONE, ACCENTUANDO IN LUI UNO STATO DI IRRASCIBILITÁ COMPULSIVA CHE SPROFONDA IN PARTICOLAREGGIANTI CARATTERISTICHE VENDICATIVE CHE FANNO DI ESSO UN SOGGETTO NON IDONEO A SPECIFICHE ATTIVITÁ DI NATURA SOCIALE.

    DATEVI UN APPUNTAMENTO E UCCIDETEVI PER IL BENE DELLA COLLETTIVITÁ.

    metadone: (credo che in questi casi una dose sia curativa)

    Cell

  16. utente anonimo says:

    Maria, ovviamente siamo tutti d’accordo che un fake tipo quello citato da Kel, non potrebbe essere né mio né di nessun altro commentatore abituale del blog .

    Tu sei l’esempio perfetto, perché davvero anche il minimo insulto nei tuoi riguardi sarebbe palesemente ingiusto. Anzi, ti dico che pure la definizione di ” Kompagna”, è per me assolutamente ingiustificata.

    Hai semplicemente sensibilità per i problemi sociali, per i più deboli, e si vede da come accogli e accetti tutti, o quasi tutti.

    Aurora.

  17. Ritvan, a me sembra semplice: se Miguel chiede di non rispondere ai troll, non c’e’ da aprire un dibattito sulla questione: questo e’ il suo blog e quindi ai troll non si risponde, quantomeno per rispetto nei suoi confronti, oltre che per il salutare e sempre valido principio “don’t feed the trolls” che tu stesso hai citato. Per te puo’ essere pure sbagliato, ma questo e’ il blog di Miguel.

    uppe

  18. Mi sono fatto il log su splinder, peccato che non accetta il mio intero nick “curiousitalianman” :-)

    C.

  19. controlL says:

    Tanto per sollevare un po’ l’umore con una risata, lo scheletro fuori dell’armadio della sinistra, piero fassino, ha minacciato elezioni (silvio ad portas, insomma) se dovesse cadere questo governo. Mamma mia, che “paiura”.p

  20. rezarez says:

    @Miguel

    Sinceramente non credo che “il trolldi turno” abbia agitato il tuo blog, più di quanto fa ritvan, per il quale tutti i commenti devono passare per la su aprovazione, altrimenti sono “castronerie”

    Sul razzismo poi, ritvan è il più razzista (almeno nei miei confronti) che abbia mai incontrato su questo blog.

    Il suo modo di intervenire , come precisa qualcuno, è schizofrenetico perciò, secondo me questo tizio ha dei seri problemi, ed è per questo motivo che distrugge con tutta la forza ogni possibilità di discutere civilmente sul tuo blog, specialmente quando entro io.

    Direbbe lui che lui è più civile di me?

    E allora come è diversi frequentatori del tuo blog(mi piacerebbe che si faccessero avanti personalmente) negli incontri privati dicono la stessa cosa di lui ?

    A me sembra che lui, incapace di aprirsi un suo blog, per il semplice motivo che non lo gaggherebbe nessuno, sta qui giorno e notte e che ormai sia convinto che questo blog è suo, tanto è che con le sua lingua biforcuta, cerca di mandare via chi non li sta bene, ivi compreso il sottoscritto.

    Non ti sto dicendo niente, non ti chiede niente, me la vedo io con lui, era solo per dire ciò che, a mio avviso e senza pensare ai troll , costituisce un probelma nel tuo blog.

    Ci scommeto quello che dici tu, tiriamo fuori tutti i commenti di ritvan sin da quando io sono entarto per prima volta qui, e ti dimostrerò che lui usa il razzismo nei miei confronti., che lui esprime un odio perverso verso di me, e che è diventato la missione della sua miserabile vita, di far passare me da fanatico e perché no, da terrorista, figuriamoci le offese come ignorante, imbecille e il resto.

    Io se lo incontro(è possibile perché con te ci siamo incontari) li sputerò in faccia, perché sono convinto su ciò che lui ha nella sua zucca vuota su di me.

  21. kelebek says:

    Ringrazio tutti quelli che si sono fatti il log su splinder.

    Ritvan può rispondere a Reza, se vuole, dopo di che basta.

    Capisco che esistono polemiche, magari fondate, tra i frequentatori di questo blog, ma non vedo perché io devo fare da campo di battaglia.

    Miguel Martinez

  22. utente anonimo says:

    @19

    In fondo è quello che vuole: Mettere alla prova il Partito Democratico. No? Comunque sarebbe anche ora che si tornasse al voto. Questa specie di Governo è una banda organizzata di rapinatori professionisti.

    Cell

  23. fmdacenter says:

    Caro p

    in effetti le battute di questa maggioranza sono un pelino ripetitive.

    Spero che il tizio del Quirinale ci mandi a votare quanto prima, nonostante il sistema elettorale.

    Francesco

  24. Ritvanarium says:

    >I commenti a questo blog sono sempre stati di altissimo livello, e costituiscono praticamente un forum, che spazia su mille temi diversi.< Di più, molto di più : senza di essi nessuno conoscerebbe Ritvan, nessuno gli avrebbe fatto da spalla e poi creato Ritvanarium . Per me Kelebek rappresenta un Insanabile Conflitto Edipico che poi attraverso Ritvanarium si traduce
    ;-) in Salus Ex Inimicis

    by David_Ritvanarium

  25. mameranus says:

    eccomi loggato anch’io

    a presto

    roberto

  26. JohnZorn says:

    Non che sia tanto amato da queste parti, ma anche io ho seguito a suo tempo il suggerimento di Miguel ed ora mi Loggo su Splinder pure io col mio nome. :)

    Consiglio a tutti i più o meno assidui di farlo.

    JZ

  27. kelebek says:

    Per JZ n. 26

    Grazie!

    Miguel Martinez

  28. mariak says:

    aurora

    io discuto così perchè ho avuto una scuola dove si ascoltava con pazienza tutti e dove quando si rispondeva bisognava tener di conto non soltanto delle nostre antipatie più o meno viscerali:-)

    Intendo scuola politica of course.

    grazie comunque

    maria

  29. RitvanShehi says:

    >LO SCOPO PRIORITARIO DEL TROLL É PROVOCARE RITVAN, E CODESTO RIESCE APRIORISTICAMENTE NEL SUO FINE. QUESTO ACCADE PERCHÉ RITVAN É UN SOGGETTO IN POSSESSO DI UNA PSICHE FRAGILE PERCHÉ REAGISCE A SITUAZIONI NON COMPLESSE A CUI IL SUO INCONSCIO DOVREBBE PROCESSARE SENZA ALCUNA DIFFICOLTÁ. LA CONTRO-REAZIONE DI RITVAN AVVIENE IN MODO IRRAZIONALE TALE, DA CREARE UNA SORTA DI CENSURA DELLA RAGIONE, ACCENTUANDO IN LUI UNO STATO DI IRRASCIBILITÁ COMPULSIVA CHE SPROFONDA IN PARTICOLAREGGIANTI CARATTERISTICHE VENDICATIVE CHE FANNO DI ESSO UN SOGGETTO NON IDONEO A SPECIFICHE ATTIVITÁ DI NATURA SOCIALE.

    DATEVI UN APPUNTAMENTO E UCCIDETEVI PER IL BENE DELLA COLLETTIVITÁ.

    metadone: (credo che in questi casi una dose sia curativa) Cell< Fatti un’overdose, che è meglio. Così non scrivi più frasi deliranti.

  30. RitvanShehi says:

    >Ritvan, a me sembra semplice: se Miguel chiede di non rispondere ai troll, non c’e’ da aprire un dibattito sulla questione. uppe<
    Gentile uppe, mi sa che hai sbagliato tema. Io non stavo contestando il 2° Comandamente Kelebekiano (anche se lo infrangevo continuamente:-) ) e non stavo aprendo il solito “tavolo di dibbattito & concertazione” su di esso.

    Io, invece, stavo facendo delle osservazioni sul 5°, quello in cui si parlava di fake.

    Se tu non sai la differenza fra un troll e un fake mica è colpa mia:-).

    >questo e’ il suo blog e quindi ai troll non si risponde, quantomeno per rispetto nei suoi confronti,<
    Ohibò, da quando in qua la “disobbedienza” agli ordini è “mancanza di rispetto”?

    Hai una strana idea de “rispetto” tu.

    >oltre che per il salutare e sempre valido principio “don’t feed the trolls” che tu stesso hai citato.<
    Non l’ho citato io per primo.

    >Per te puo’ essere pure sbagliato, ma questo e’ il blog di Miguel.<
    Bene, allora lascialo dire a lui e fatti gli affari tuoi.

  31. RitvanShehi says:

    >@Miguel. Sinceramente non credo che “il trolldi turno” abbia agitato il tuo blog, più di quanto fa ritvan, per il quale tutti i commenti devono passare per la su aprovazione, altrimenti sono “castronerie”.

    Beh, se trovo una o più castronerie, non lo posso dire? O che devo prima chiedere il permesso al Consiglio dei Guardiani?

    >Sul razzismo poi, ritvan è il più razzista (almeno nei miei confronti) che abbia mai incontrato su questo blog.<
    E’ un’altra castroneria. Non mi risulta esista una razza, un’etnia, un sesso:-), un gruppo sociale – anche composto da 4 gatti – che sia definito “reza”.

    >Il suo modo di intervenire , come precisa qualcuno, è schizofrenetico perciò, secondo me questo tizio ha dei seri problemi,<
    Ohè, non è che il buon Ahmy ha messo su anche cliniche psichiatriche per i dissidenti (alla Breznev) e ti ha chiamato a far da Direttore, in virtù della tua laurea in Biologia con 108/110?

    >ed è per questo motivo che distrugge con tutta la forza ogni possibilità di discutere civilmente sul tuo blog, specialmente quando entro io.<
    Non ti passa per l’anticamera del cervello il sospetto che ciò sia dovuto al fatto che come le produci le castronerie tu, nessun altro?

    >Direbbe lui che lui è più civile di me?<
    Mai dato dell’incivile a te, né rivendicato una supremazia di civiltà nei tuoi confronti. Tu, a mio avviso, sei affetto da una forma grave di “wishfullthinkingite”, che ti spinge inesorabilmente a dar credito alle più inverosimili castronerie che in qualche modo possono servire da “pezze d’appoggio” alla tua ideologia, qualunque essa sia.

    Non ho mai attaccato la tua ideologia religiosa, ritengo che musulmani ed ebrei facciano bene e sono nel loro pieno diritto di seguire le prescrizioni alimentari delle loro religioni, però, da qui a dire che la carne di maiale faccia male, tirando fuori delle elucubrazioni da alchimista medievale sulla mucopolisaccaroidosi per di più corredate da strafalcioni sui lisosomi da far orripilare anche un insegnante di biologia delle medie, è da ciarlatani d’infimo ordine. Che si sia Primario ospedaliero o laureato in biologia, che in tal caso sono solo un’aggravante.

    >E allora come è diversi frequentatori del tuo blog(mi piacerebbe che si faccessero avanti personalmente) negli incontri privati dicono la stessa cosa di lui ?<
    Reza, quel che tu fai negli incontri privati non c’interessa.

    >A me sembra che lui, incapace di aprirsi un suo blog, per il semplice motivo che non lo gaggherebbe nessuno,<
    Hai preso in prestito la sfera di cristallo a maga Lisistrata, vedo. Però un vocabolario d’italiano a buon mercato, tanto per sapere che si dice “cagherebbe”, no, eh?

    Guarda che potrei fare anche come MMAX: blog senza commenti. Così mi risparmierei le tue “gagghate”:-).

    >sta qui giorno e notte e che ormai sia convinto che questo blog è suo, tanto è che con le sua lingua biforcuta,<
    Ohibò, hai mica ascendenti “nativi amerikani”?

    >cerca di mandare via chi non li sta bene, ivi compreso il sottoscritto.<
    Io mandarti via??!! E perché? Perché sei un portavoce di Ahmy? E allora, a Miguel che è sul libro paga di mullah Omar:-) che gli dovrei fare, scuoiarlo vivo? Io cerco semplicemente di non farti dire castronerie e tu, invece di ringraziarmi mi tratti come il buon Ahmy tratta gli oppositori. Si vergogni! E anche si contenga, cribbio!

    >Non ti sto dicendo niente, non ti chiede niente,<
    E vorrei vedere!:-)

    >me la vedo io con lui,<
    A noi due, dunque!

    >era solo per dire ciò che, a mio avviso e senza pensare ai troll , costituisce un probelma nel tuo blog.<
    I buon reza, la vita senza problemi sarebbe tanto, ma tanto noiosa…

    >Ci scommeto quello che dici tu,<
    Io dico che una grigliata di porco pieno di mucopolisaccaridi forse farebbe al caso:-).

    >tiriamo fuori tutti i commenti di ritvan sin da quando io sono entarto per prima volta qui, e ti dimostrerò che lui usa il razzismo nei miei confronti,<
    Sarei mooolto curioso di vedere qualche esempio del mio “razzismo”. Su, coraggio, tirali fuori!

    >che lui esprime un odio perverso verso di me,<
    Perverso? Ma non più di quello tuo nei confronti dei “nazifasciosinisticristianipinnati”, nelle cui fila arruoli d’ufficio anche il sottoscritto.

    >e che è diventato la missione della sua miserabile vita,<
    Ma miserabile sarai te! E poi, non ti stai montando un po’ troppo la testa, credendoti l’unico e solo destinatario della mia “missione” anticastronesca?

    >di far passare me da fanatico<
    Ma quando mai, a questo ci riesci benissimo da solo.

    >e perché no, da terrorista,<
    Menti, sapendo di mentire. Mai dato del “terrorista”.

    >figuriamoci le offese come ignorante, imbecille e il resto.<
    Sempre in risposta alle tue, dello stesso tenore.

    >Io se lo incontro(è possibile perché con te ci siamo incontari) li sputerò in faccia,perché sono convinto su ciò che lui ha nella sua zucca vuota su di me <
    E riceverai, di rimando, un cazzotto sul grugno, imbecille. Cuntent?

  32. certo, scoccia un poco, ma penso che si possa fare…

    a presto

    orso

  33. fmdacenter says:

    Ritvan

    sono gelosissimo. A me reza non mi fila neppure e a te tutte queste attenzioni.

    E sì che io non solo sono cattolico, ho pure votato Berlusconi!

    E allora cosa hai tu che io non ho?

    Francesco

    LOL

  34. RitvanShehi says:

    >Ritvan sono gelosissimo. A me reza non mi fila neppure e a te tutte queste attenzioni.

    E sì che io non solo sono cattolico, ho pure votato Berlusconi!

    E allora cosa hai tu che io non ho?

    Francesco< Ehmm…la domanda la dovresti girare all’interessato: a differenza di lui, io non ho la proterva e saccente pretesa di sapere cosa passa pei neuroni del prossimo.
    Non credo, comunque, che la tua cattolicità ti possa rendere ipso facto un bersaglio degli zoroastriastriani in appoggio esterno al fondamentalismo islamico sciita. Il berlusconismo, invece, sì, ma il fatto indubbio che metà degli italiani abbia votato per Berlusca consiglia al nostro di essere un pelino guardingo in proposito.

    Temo che l’unica risposta plausibile sia che io non ho quello che tu hai, ovvero l’appartenenza alla nobile schiatta dei “padroni di casa”, di cui il nostro ha il massimo rispetto (escluso Berlusconi, ovviamente:-) ). Qualora così fosse e se dovessi usare ad minchiam gli stessi cervellotici parametri del nostro, potrei definire il suo atteggiamento con due sole parola:”razzismo antialbanese”.

    Ciao

  35. tamas1 says:

    Ritvan, sei un “rezista”. Scrivo questa cagata giusto per controllare se sono loggato.

    tamas

    P.S. France’, gliel’hai detto al confessore che hai votato Berlusca?

  36. @Ritvan

    Se tu non sai la differenza fra un troll e un fake mica è colpa mia:-).

    L’hai scritto tu questo?

    io credo che anche il più infimo, infame e sfigato dei troglioni abbia diritto alla sua sacrosanta risposta “Maiale sarai tu”.

    Io a questo mi riferivo e qui parli di troll.

    >Per te puo’ essere pure sbagliato, ma questo e’ il blog di Miguel.<
    Bene, allora lascialo dire a lui e fatti gli affari tuoi.

    La conosci la differenza tra la corrispondenza privata e un blog? Questo e’ un blog, i commenti sono aperti, quindi se tu fai un’affermazione qui ti esponi al rischio che qualcun altro possa dire la sua. Funziona cosi’. Se non ti sta bene, scrivi in privato a Miguel e nessuno commentera’.

    uppe

  37. utente anonimo says:

    Mi sembrate quelle due; fatima di tunisia e Anà di Serbia, due borsiste dottorande che l’anno scorso stavano con me(per studiare eh) per 2 mesi.

    Un giorno Anà , in presenza di Fatima, disse a me; “ma cosa ha lei che io non ho?”;-)))))

    reza

  38. utente anonimo says:

    Per Maria 28)

    Pensavo che la pazienza fosse un virtù cristiana, invece ora scopro che la insegnano anche nelle scuole di politica : ascoltare tutti e pazientare……. anche con i petulanti, i ripetitivi sfiancanti, i cocciuti, gli – obiettiviamente- insopportabili da sopportarsi.

    Agnus Dei, qui tollit.(.o tullit ?) insulsa verba mundi.

    Ma che scuola era ?

    Aurora.

  39. RitvanShehi says:

    x tamas

    >Ritvan, sei un “rezista”. Scrivo questa cagata giusto per controllare se sono loggato. tamas< Ma non è una cagata, è un bellissimo calembour, invece!:-) :-)

    x uppe

    >L’hai scritto tu questo?

    io credo che anche il più infimo, infame e sfigato dei troglioni abbia diritto alla sua sacrosanta risposta “Maiale sarai tu”.

    Io a questo mi riferivo e qui parli di troll. uppe<
    Eh, no, io parlo di “troglione”, paraviescamente parlando, che è una cosa ben diversa…vabbè, scherzo, nessuno è perfetto:-)

    Ciò non toglie che si stava parlando di “fake”, ovvero quando un troll “ruba” l’dentità di un altro commentatore e si presenta così sotto mentite spoglie, cosa ben peggiore e spregevole – a mio avviso – del semplice trolleggio anonimo.

    >La conosci la differenza tra la corrispondenza privata e un blog?<
    Vagamente:-)

    >Questo e’ un blog, i commenti sono aperti, quindi se tu fai un’affermazione qui ti esponi al rischio che qualcun altro possa dire la sua. Funziona cosi’. Se non ti sta bene, scrivi in privato a Miguel e nessuno commentera’.<
    Ma ci mancherebbe che volessi impedire a qualcuno di commentare i miei commenti. Solo che preferirei che quel “qualcuno” lo facesse A PROPRIO NOME, magari esponendo le PROPRIE ragioni del supposto disagio che eventualmente provoca A LUI la mia fastidiosa presenza qui, non in nome e per conto di Miguel, il quale – fino a prova contraria- ha anche lui una tastiera (e ben più di quella) per far valere le proprie ragioni. Ma mi rendo conto che non si può avere tutto nella vita:-)

  40. RitvanShehi says:

    >Ma che scuola era ?

    Aurora.< Quella delle Frattocchie, credo. Purtroppo:-) chiusa nel 1991.

  41. mariak says:

    aurora,

    ho usato scuola in senso lato, per dire modo di porsi, frequentazioni, in altre parole, esperienze politiche concrete, nessuna scuola di partito cara aurora, ci mancherebbe:-)

    Ritvan, hai toppato, come al solito!

    maria

  42. Ma ci mancherebbe che volessi impedire a qualcuno di commentare i miei commenti.

    Aaaah, quindi ho mal interpretato quel “fatti gli affari tuoi”…

    Solo che preferirei che quel “qualcuno” lo facesse A PROPRIO NOME, magari esponendo le PROPRIE ragioni del supposto disagio che eventualmente provoca A LUI la mia fastidiosa presenza qui, non in nome e per conto di Miguel, il quale – fino a prova contraria- ha anche lui una tastiera (e ben più di quella) per far valere le proprie ragioni.

    A me sembra che Miguel lo abbia gia’ detto, proprio nel post e in modo molto chiaro, che cosa chiede a chi commenta sul suo blog. Mica parlo a nome suo, so bene che non ne ha alcun bisogno. Ho espresso un’opinione. La mia opinione.

    uppe

  43. RitvanShehi says:

    >Ritvan, hai toppato, come al solito! mariak< Non si può mai scherzare con te!:-) La scuola delle Frattocchie era riservata alle elites dirigenziali del PCI: ti figuri uno così che si mette a conversare sul blog di kelebek:-). Ciao
    Ritvan

  44. RitvanShehi says:

    >Aaaah, quindi ho mal interpretato quel “fatti gli affari tuoi”…uppe<
    Decisamente. Era un consiglio, mica un ordine. Anche perché, non essendo mio il blog, mica posso dare ordini.

    >…Ho espresso un’opinione. La mia opinione. < Del tutto superflua, come cercavo di farti capire, visto che Miguel è Signore e Padrone Assoluto del proprio blog.
    Comunque, mi fa piacere che ogni tanto la tua opinione combacia con quella del Signore e Padrone Assoluto:-)

    Ciao

    Ritvan

  45. mariak says:

    Non si può mai scherzare con te!:-) La scuola delle Frattocchie era riservata alle elites dirigenziali del PCI: ti figuri uno così che si mette a conversare sul blog di kelebek:-).

    maria

    no caro mi piace l’ironia e parecchio:-), ma comunque ti sbagli assai, alle frattocchie ci andavano le persone più disparate ma interessate alla politica ovviamente, lo proposero anche a me, ma io rifiutai perchè non le ho mai amate, sono sempre stata una tipa particolare:-).

    In ogni modo a giudicare col senno di poi, non erano poi tanto male, o perlomeno non tanto ridicole come le vogliono far passare oggi, visto che in fondo si leggevano dei libri, forse in alcuni casi un po’ dogmaticamente, ma succedeva solo lì?

    Eppoi Ritvan smettila di pensare ai comunisti italici come appaiono nei film di guareschi che poi fanno sempre ridere, avendo un fondo di verità, come quando tu mimi il linguaggio kompagnesco che era come tu lo dipingi e non lo era nello stesso momento.

    Cose complesse ,caro il mio albanese, cose complesse…

    maria K

  46. RitvanShehi says:

    >lo proposero anche a me (di studiare alle Frattocchie), ma io rifiutai perchè non le ho mai amate, sono sempre stata una tipa particolare:-).< Appunto, come dicevo, una “tipa particolare” come te non poteva andare alle Frattocchie, pertanto io scherzavo, non mi sbagliavo:-)
    Ciao

  47. mariak says:

    ritvan,

    eh già, mi sa che se ero albanese invece di incrociarti in un blog, ti incontravo direttamente su un…gommone:-)

    maria

  48. utente anonimo says:

    >…Ho espresso un’opinione. La mia opinione. < Del tutto superflua, come cercavo di farti capire, visto che Miguel è Signore e Padrone Assoluto del proprio blog.

    Ah… quindi pure la tua, a rigor di logica. Ok, basta saperlo. :P

    uppe

  49. RitvanShehi says:

    x uppe (#48)

    No, la mia no. E per almeno due buoni motivi:

    1. Perché come ti ho già detto, un’opinione conforme a chi ha il coltello dalla parte del manico e le idee chiare come usarlo è superflua. Una contraria no, poiché potrebbe far considerare al coltellomunito la faccenda anche da un altro punto di vista.

    2. A posteriori, si è costatato che il troglione è scomparso solo dopo che “il padrone di casa” ha sistematicamente cancellato i suoi (del troglione) schizzi di merda. Pertanto, non è questione se rispondergli (rendendogli pan per focaccia) o meno, piuttosto che di “vigilanza” da parte del “padrone di casa”.

    Ciao

    Ritvan

    P.S. Quella del troglione che se ne va se non gli si risponde è una stronzata. Il troglione non ha alcuna neccessità di risposte: gli basta spargere i suoi schizzi di merda.

  50. utente anonimo says:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>