“Non ha mai sparato un colpo”

Mentre cerco di scrivere in breve la storia di come abbiamo smascherato Roberto Sandalo, il "terrorista rosso" pluriomicida riciclatosi in islamofobo, giro l’articolo uscito ieri su Repubblica che parla del caso.

 Oggi Repubblica ci presenta anche un’intervista con l’ineffabile appassionato di armi, in cui risponde a Joe Fallisi, il cantante anarchico che ha reso pubblico il suo nome: "io non accetto critiche da lui perché non ha mai sparato un colpo".

Visto che Sandalo, per tutti i morti che ha provocato, si è fatto appena due anni di carcere, non può dire che la galera sia stata una tragedia per lui.

No, per Roberto Sandalo esiste solo "la tragedia di aver provocato la morte di qualcuno", e questo – lui precisa – lo rende migliore e più importante di Joe Fallisi.

E’ un punto di vista, insomma.

Per vedere ingrandita l’immagine, fare clic qui.

repubblica_roberto_sandalo

 

Print Friendly
This entry was posted in Uncategorized and tagged , , , . Bookmark the permalink.

22 Responses to “Non ha mai sparato un colpo”

  1. utente anonimo says:

    Mi colpisce anche il tempismo della cosa. Appena tre giorni prima della manifestazione ‘sto Sandalo è stato intervistato (in qualità di Sandalo, appunto) dal Giornale sui fatti di Donat-Cattin. E’ una sorta di sdoganamento dal suo uso strumentale da parte degli apparati statali, con punte di lirismo assoluto:

    Ma non avevo vie d’uscita: ero il figlio di un operaio, non di un ministro[…]

    un agente della Digos, travestito da autista, mi puntò una pistola alla tempia[…]

    E il vero motivo della storia:

    Querelerò Cossiga quando dice che ero stato catturato e rimesso in libertà a seguito di un accordo fra il giudice Caselli e la polizia per utilizzarmi come agente provocatore contro Marco!

    Cioè, noterete anche voi, è un tempismo straordinario per levarsi preventivamente dalle mazzate. Che sospettasse qualcosa?

    Oppure?

    diego

  2. utente anonimo says:

    Mi colpisce anche il tempismo della cosa. Appena tre giorni prima della manifestazione ‘sto Sandalo è stato intervistato (in qualità di Sandalo, appunto) dal Giornale sui fatti di Donat-Cattin. E’ una sorta di sdoganamento dal suo uso strumentale da parte degli apparati statali, con punte di lirismo assoluto:

    Ma non avevo vie d’uscita: ero il figlio di un operaio, non di un ministro[…]

    un agente della Digos, travestito da autista, mi puntò una pistola alla tempia[…]

    E il vero motivo della storia:

    Querelerò Cossiga quando dice che ero stato catturato e rimesso in libertà a seguito di un accordo fra il giudice Caselli e la polizia per utilizzarmi come agente provocatore contro Marco!

    Cioè, noterete anche voi, è un tempismo straordinario per levarsi preventivamente dalle mazzate. Che sospettasse qualcosa?

    Oppure?

    diego

  3. utente anonimo says:

    Mi colpisce anche il tempismo della cosa. Appena tre giorni prima della manifestazione ‘sto Sandalo è stato intervistato (in qualità di Sandalo, appunto) dal Giornale sui fatti di Donat-Cattin. E’ una sorta di sdoganamento dal suo uso strumentale da parte degli apparati statali, con punte di lirismo assoluto:

    Ma non avevo vie d’uscita: ero il figlio di un operaio, non di un ministro[…]

    un agente della Digos, travestito da autista, mi puntò una pistola alla tempia[…]

    E il vero motivo della storia:

    Querelerò Cossiga quando dice che ero stato catturato e rimesso in libertà a seguito di un accordo fra il giudice Caselli e la polizia per utilizzarmi come agente provocatore contro Marco!

    Cioè, noterete anche voi, è un tempismo straordinario per levarsi preventivamente dalle mazzate. Che sospettasse qualcosa?

    Oppure?

    diego

  4. AndreaYGHPSA says:

    Grandissimi, bel lavoro!

    ‘umar andrea

  5. utente anonimo says:

    guarda che son mesi che si conosce l’identità di sandalo

  6. Saidatun says:

    E’ vero che aveva rilasciato un’intervista a “Il Giornale” pochi giorni fa, ma il vero problema è come questo con le psicoterapeute in età pensionabile dell’ultimora e con un altro nome, si metta a incitare la gente contro l’Islam… come si arroga questo cazzo di diritto? Perchè la Bolchini e le sue adepte non rispondono? Chi sono tutti questi che si permettono di sparlare di noi bloggers come nei più idioti gossip politici?

    Quando ho visto Sandalo/Severini istintivamente mi sembrava uno psicopatico, ed ho continuato a fotografarlo facendo si che mi veda bene. E non mi sono messa i Ray Ban scuri a goccia (come ha fatto lui)….. i miei occhi son troppo belli per esser nascosti dietro lenti scure! Ah! Ah! Questo primo giorno di Ramadan per colpa di questa caricatura dell’assurdo non lo calcolerò perchè son talmente stravolta che ho dovuto bere un bicchier d’acqua quando ho letto l’intervista di Sandalo oggi.

    Cosa cerca di impietosire? E poi chi e che cosa! Anche io son figlia di povera gente ed ho sofferto la fame vera, ho sofferto sulla mia pelle la discriminazione che lui oggi propone come modello di riferimento. Ma non sono mai andata in giro a sparare alla gente o a rapinare banche. Piuttosto ho aiutato qualcuno ed ho pulito cessi nonostante i miei studi. Che impari ‘sto deficiente!

  7. utente anonimo says:

    Fallita la manifestazione anti-Islam di Milano organizzata da finti antislamici, scende in campo il superpadano Calderoli contro gli islamici, che annuncia di voler fare il “maiale day” a Bologna sul terreno dove si vorrebbe la realizzazione di una moschea.

    Sono sicuro che la parte del maiale la farà Borghezio!

    la Cellula

  8. utente anonimo says:

    http://today.reuters.it/news/newsArticle.aspx?type=topNews&storyID=2007-09-13T140946Z_01_POL349388_RTRIDST_0_OITTP-CALDEROLI-MAIALE.XML&archived=False

    “Calderoli vuole un “maiale day” contro la costruzione di moschee”

    MILANO (Reuters) – Dopo la notizia che il comune di Bologna ha dato l’ok alla costruzione di una moschea, il leghista Roberto Calderoli si dice pronto ad organizzare un “maiale day” per rendere i terreni potenzialmente edificabili “infetti” per le persone di religione musulmana.

    “Metto personalmente fin da subito a disposizione del comitato contro la moschea sia me stesso che il mio maiale per una passeggiata sul terreno dove si vorrebbe costruire la moschea”, dice in una nota il vicepresidente del Senato Calderoli.

    Il dirigente leghista ha affermato di averlo già fatto a Lodi, in Lombardia, dove era in progetto progetto di costruire una moschea su un terreno che, “dopo la passeggiata del mio maiale, fu considerato infetto e pertanto non più utilizzabile”.

    Calderoli, non nuovo ad attacchi alla religione e alla cultura islamica — la maglietta con una vignetta su Maometto che indossò durante un programma tv gli attirò contro le critiche della comunità musulmana e gli costò le dimissioni da ministro — invita poi all’organizzazione di un “maiale-day”, ovvero “concorsi e mostre per i maiali da passeggiata più belli da tenersi nei luoghi dove chiunque pensi di edificare non un centro di culto ma il potenziale centro di raccolta di una cellula terroristica”.

  9. utente anonimo says:

    Poveri i maiali.

    Ha molto più utilità un maiale che un leghista.

  10. utente anonimo says:

    metto a disposizione barbecue e spiedo per chi vuole fare la festa al maiale di calderoli

    roberto

  11. sardosepolto says:

    Qualcuno telefoni alla babbiona:

    “Io non sapevo chi era ed è Roberto Severini e allora perché debbo venire a conoscenza di questo attraverso un agguato mediatico? Non sarebbe stato più onesto farmelo sapere, visto che la signora Valent, quando vuole sa dove raggiungermi al telefono? ”

    http://www.lisistrata.com/cgi-bin/tgfhydrdeswqenhgty/index.cgi?action=viewnews&id=2002

    Mah…

    ZCZC

  12. metoikos says:

    Perché fate riferimento, implicitamente o esplicitamente, alla cosidetta “non integrità morale” di Sandalo?

    Non ho capito: un razzista islamofobo deve essere moralmente integro?

    Imed Mehadheb Metoikos (Tunisia)

  13. L’Islamofobia dovrebbe essere un reato penale.Già adesso esistono leggi , che stranamente nessuno applica , che vietano l’istigazione all’odio razziale e religioso.E’ una vergogna che l’Italia sia una centrale dell’odio antimusulmano liberamente propagandato dai maggiori mass media e da partiti di importanza nazionale.La cultura dell’odio antimusulmano andrebbe messa fuorilegge e non vedo perchè gli incapaci magistrati italiani (sempre pronti ad accusare dei musulmani di terrorismo) non si diano da fare e non comincino a perseguire gentaglia razzista come calderoli e borghezio e non merttano fuori legge partiti che predicano l’odio religioso come la lega della merda padana.Inoltre è scandaloso che i paesi musulmani non protestino duramente per il fatto che in Italia non ci sia un rispetto per l’Islam e la cultura musulmana garantito per legge dallo Stato . Che schifo di paese in cui viviamo ! Hassan Roberto Minichini

  14. Ritvanarium says:

    Per Roberto: e la Cristianofobia (vai su asianews o jihadwatch) e l’ Ebreofobia (youtube: “hamas tv”) nei Paesi Islamici ?

    Se questo Paese ti fa schifo, innumerevoli Paradisi in Terra della Sharia t’ attendono a braccia aperte, posso suggerirti l’ Iran di Ahmy ?

    by David_ Ritvanarium

  15. utente anonimo says:

    ce l’hai con me david?

    perché:

    1. a prescindere dall’umana simpatia per tutti gli oppressi del mondo, non me ne po’ fregà de meno di quello che fanno in iran, o in arabia saudita.

    io voglio che l’italia sia un paese civile, che all’arabia ci pensino gli indigeni!

    2. non ci penso nemmeno per un secondo di andare a vivere in iran (senza birra e salsicce? niente minigonne in primavera? tu scherzi vero?)

    3. non ho mai scritto che l’italia mi fa schifo (al limlite calderoli mi fa un po’ schifo, ma restano altri 60.000.00 di abitanti)

    4. in ogni caso non vivo in italia e quindi l’invito ad abbandonare l’italia l’ho già seguito

    roberto

  16. utente anonimo says:

    ah no, forse ce l’hai con il mezzo delirio mezzo sfogo di hassan roberto.

    come non scritto

    roberto

  17. utente anonimo says:

    Contro ogni “fobia”.

    cristianofobia, ebreofobia e l’islamofobia, come anche buddismofobia o laicismofobia, vanno condannati in toto.

    reza

    PS- il colmo è invitare Roberto ad andarsenè perché è contro l’islamofobia.

  18. utente anonimo says:

    >Perché fate riferimento, implicitamente o esplicitamente, alla cosidetta “non integrità morale” di Sandalo? Non ho capito: un razzista islamofobo deve essere moralmente integro? Metoikos< No, ma siccome ci sono in giro un sacco di islamofobi razzisti che non possono vantare un curriculum come quello di Sandalo, forse è bene far loro presente che uno come Sandalo condivide i loro “ideali”. Ciao
    Ritvan

  19. utente anonimo says:

    >No, ma siccome ci sono in giro un sacco di islamofobi razzisti che non possono vantare un curriculum come quello di Sandalo, forse è bene far loro presente che uno come Sandalo condivide i loro “ideali”.< Ritvan Complimenti, gran bell’espressione.
    reza

  20. utente anonimo says:

    Grazie, reza!

    Ciao

    Ritvan

  21. utente anonimo says:

    No, vi prego, tutto quel che volete ma “reato penale” no! :-(

    Altrimenti mi passa tutto il gusto del Sandàlo boccheggiato in piazza a Milano!

    ;-)))

    Z.

  22. Pingback: Roberto Sandalo, il comma Funari e il giorno che l'ho conosciuto » L'alter-Ugo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>