Risposta estiva

Il generale musulmano che, nell’Ottocento, ha governato una regione dell’Italia, chi era?

Il barone Jacques François Menou (1750-1810), governatore napoleonico del Piemonte dal 1802 al 1808; anche della Toscana e del Veneto dal 1805 alla morte (a Venezia si innamorò di una cantante diciottenne).

Avendo aderito alla Rivoluzone, fu sconfitto in battaglia dagli insorti bretoni, gli Chouans, di La Rochejaquelein (la Wikipedia parla invece della Vandea).

Durante la campagna di Napoleone in Egitto, scoprì la Stele di Rosetta (che permise la decifrazione della scrittura geroglifica) e si convertì all’Islam, prendendo il nome – secondo le fonti francesi – di Abdellak. La Wikipedia dice che il nome era Abdullah, ma vista la "k" finale, sospetto che fosse Abdul Haqq.

Sposò Zubaydah (Zebeadea), figlia del proprietario del principale hammam del Cairo.
 
Durante il suo governo a Torino cercò di far abbattere Palazzo Madama, ma fu fermato da Napoleone.

Ne parla Michele Ruggiero, La rivolta dei contadini piemontesi 1796-1802, Araba Fenice, Boves, 2005.

Complimenti a Felix, che tra i commenti al post precedente, ha indovinato.

 jacques_francois_menou

Print Friendly
This entry was posted in Uncategorized and tagged , . Bookmark the permalink.

32 Responses to Risposta estiva

  1. utente anonimo says:

    In parte ho indovinato anche io che avevo detto Veneto :(

    JZ

    P.S: Da buon musulmano già ai tempi c’era la passione di abbattere cose altrui… ;) ;) ;)

  2. iperhomo says:

    Se hai tempo, ti puoi veder citato qui.

    Ciao. Ipo

  3. iperhomo says:

    Se hai tempo, ti puoi veder citato qui.

    Ciao. Ipo

  4. iperhomo says:

    Se hai tempo, ti puoi veder citato qui.

    Ciao. Ipo

  5. iperhomo says:

    Se hai tempo, ti puoi veder citato qui.

    Ciao. Ipo

  6. utente anonimo says:

    Miguel, se non ne hai ancora sentito parlare, ti segnalo un certo sociologo-economista tedesco Gunnar Heinsohn. Quest’uomo (si merita che se lo chiami cosi), da quanto io ho potuto capire, nutre un tale profondo odio per l’ intero mondo musulmano e musulmani in genere, da voler che si compia un genocidio di circa 100 milllioni maschi musulmani superflui, come egli dice.

    Me ne sono accorto che tali opinioni agghiaccianti hanno ottenuto negli ultimi cinque-sei anni quasi un’ aura di rispettabilita nel tuto cosiddetto mondo occidentale. Le proposte di genocidio, sterminio, odio viscerale per tutt’ una parte dell umanita. Io ci vedo un’ ispirazione satanica, una perdita del senso comune umano, un avvilimento di tutta una parte degli intellettuali occidentali (di destra, sinistra, centro, non importa). Si dovrebbe combattere contro questa corrente di (non)pensiero. Ma, curiosamente, vedo pochi protesti contro questa barbarie di penna (che domani puo diventare una barbarie concreta, con aeroplani e bombe, come lo e gia diventata i Iraq e in Afganistan).

    Si dovrebbe fare qualcosa, scrivere libri, nei quali si smascherebbero questi propagatori dell’ odio sragionevole e dell’ idiozia.

    Molto poche voci vi si oppongono, purtroppo. Perche? Hanno paura? Di essere denunciati come antisemiti, antiamericani, antioccidentali ed altri stereotipi sciocchi. O la maggioranza e d’ accordo (non voglio credere a questa possibilita).

    Ammiro te ed alcuni altri blogger italiani, anche alcuni personaggi come Maurizio Blondet, come Justin Raimondo, Gilad Atzmon…

    Ma siete pochi, mi sembra. Tutta gente che pensa con la sua testa dovrebbe scriverne un puo piu.

  7. Carissimo,

    Mi sono astenuto dal rispondere per non rovinare la sopresa ai tuoi lettori. Ma tengo a precisare che a trovare la stele di Rosetta fu il capitano francese Pierre-François Bouchard (1772-1832) e non Menou.

    Sherif

  8. kelebek says:

    per n. 3

    Per favore, firmate sempre, anche con uno pseudonimo qualsiasi.

    Potresti farmi avere qualche altro dato in più su Gunnar Heinsohn, che non conoscevo?

    Anche in privato (muqawama@gmail.com).

    Miguel Martinez

  9. utente anonimo says:

    “P.S: Da buon musulmano già ai tempi c’era la passione di abbattere cose altrui… ;) ;) ;)”

    Un pò come i buoni cristiani in america con il genocidio degli indiani, e in america latina, o come gli attuali buoni cristianisti americani con il vizietto di abbattere cose altrui… ;) ;) ;)

    ZJ

  10. utente anonimo says:

    Risposta a Miguel dal nr. 3

    http://weltpolitik-blog.blogspot.com/2007/08/germany-re-engineered-ally-iii-hail-to.html

    Qui si trova articolo. Attenzione speciale al capitolo: “100 millions superfluous young men”

    Mithras

  11. utente anonimo says:

    Sono ormai alcuni giorni che il nostro Ritvan non scrive, salvo qualche sporadico intervento.

    Di sicuro non è stato in grado di muovere alcuna seria osservazione relativamente a quanto scritto da me e da castruccio, eppure aveva mosso tante critiche e molte offese, ma nulla di più.

    Ritvan? Un Bluff. Magai confida di tornare a scrivere dopo ferragosto, quando i ricordi saranno sbiaditi ed il post relegato molto in fondo.

    Anche dell’Avv.Agaci nessuna notizia, se non altro per dissociarsi da Ritvan: qualsiasi persona dotata di buon senso lo avrebbe fatto.

    A questo punto è perfettamente chiaro come mai Ritvan insistesse così tanto a spacciarsi per un veterinario

    Paolo D.

  12. utente anonimo says:

    generale per generale sono andata a bere un cardamon tea virtuale al meraviglioso qissa Khawani bazar di peshawar e mi hanno raccontato questa storia:In 1826, the Sikhs had to fight their way to Peshawar and let loose a reign of terror, which continued with the appointment of General Avitabile, an Italian mercenary, as the governor of Peshawar. Every day before breakfast, he would have a few local men hurled from the top of the minar of the Mahabat Khan Mosque to “teach a lesson to the unruly tribesmen”. His cruelty has passed into the folklore of the walled city, for naughty children are often warned of the wrath of Abu Tabela, a local corruption of ‘Avitabile’. The top domes of the minars were destroyed by the Sikh rulers, and later rebuilt by British. Today it is well maintained by the faithfuls. Remember to take off your shoes before entering the mosque…ciao ! wadhuda…ops!

  13. utente anonimo says:

    PER KELEBEK … SE SAI BENE IL TEDESCO :

    K L I C K E N S I E H I E R

    David

    (Ritvanarium)

  14. utente anonimo says:

    PER KELEBEK … SE SAI BENE IL TEDESCO :

    K L I C K E N S I E H I E R

    David

    (Ritvanarium)

  15. utente anonimo says:

    PER KELEBEK … SE SAI BENE IL TEDESCO :

    K L I C K E N S I E H I E R

    David

    (Ritvanarium)

  16. utente anonimo says:

    PER KELEBEK … SE SAI BENE IL TEDESCO :

    K L I C K E N S I E H I E R

    David

    (Ritvanarium)

  17. utente anonimo says:

    Con il Placet di Ritvan, comunque:

    “Dipende tutto da chi immigra”

    Vogliamo mettere l’ Imam di Carmagnola e Kledi Kadiu ?

    O Natasha Stefanenko e una zia di Hina Saleem ?

    NON è neppure questione di dermatocromatismo :

    anche a Borghezio piace(rebbe) una “negra” ;-) come Youma Daikite

    David (Ritvanarium)

  18. utente anonimo says:

    L’articolo da cui ho tratto la perla citata, peraltro. Gli atei non sono meno stupidi dei credenti in dio. Lo sapevo da mo’, essendo io ateo, ma le conferme non fanno mai male.p

  19. kelebek says:

    Per Mithras n. 7

    Caspita, un articolo davvero interessante.

    Miguel Martinez

  20. utente anonimo says:

    “…anche della Toscana e del Veneto dal 1805 alla morte (a Venezia si innamorò di una cantante diciottenne).” Innamorarsi a circa 60 anni di una diciottenne, è un caso lampante di quella che qui da noi chiamiamo “gubbsjuka” (letteralmente, “il morbo dei vecchietti”). Un caso letale, evidentemente :-)

    Anna

  21. Mithras says:

    Heil Heinsohn!

  22. kelebek says:

    Per Mithras n. 17

    Vedo che sono il primo visitatore in assoluto del tuo blog :-)

    Miguel Martinez

  23. audace12 says:

    E’ un clone di Rumi Miguel. :-)

    Audace12

  24. Mithras says:

    #18

    Ciao, Miguel!

    Si, sono nuovo, Miguel. Mi sono registrato oggi. Ho letto molti articoli su tuo sito kelebekler ed nache in questo blog. Molti articoli e pensieri eccellenti. Ho imparato certe cose, anche se non condivido tutte le tue posizioni. Continua cosi!

    #19

    No, non sono clone di nessuno. Aborrisco clonazione…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>